PRESENTATO SANDRO DELL?AGNELLO, NUOVO COACH DELL?UMANA REYER

05 giugno 2009

?Ho scelto la Reyer perchè fin dal primo approccio ho avuto la sensazione che la società puntasse con decisione su di me prima che su chiunque altro?. Sono state queste le prime parole di Sandro Dell?Agnello da nuovo coach della formazione maschile orogranata, presentato nel corso della conferenza stampa nella sede direzionale di Umana a Marghera. ?La Reyer ha grande tradizione, è una società solida, ambiziosa e allo stesso tempo umile. Io in tutte queste cose mi ritrovo pienamente. Devo dire che con il presidente c?è stato subito feeling e lo ringrazio per aver riposto in me la sua fiducia che spero di ripagare sul campo?. Premiato come miglior allenatore della LegaDue nella stagione 2007/2008, Sandro Dell?Agnello è l?allenatore che corrisponde perfettamente all?identikit tracciato dalla società orogranata: giovane ma conoscitore della categoria, determinato, ambizioso e passionale. Al suo debutto da allenatore a Livorno è reduce da due ottime stagioni, in linea con gli obiettivi del club, che gli hanno permesso anche di valorizzare i giocatori più giovani. ?Tutti sanno che io sono ?italianofilo? e mi fa piacere dare spazio ai giovani italiani purchè di qualità e disposti a mettersi in discussione, a dimostrare prima di chiedere. Per questo studieremo bene il mercato insieme a Casarin e a tutto il resto dello staff, cosa che tra l?altro abbiamo già iniziato a fare. Abbiamo già certe idee ben chiare in testa ma per ora preferiamo non scoprire le nostre carte?. A dare il benvenuto ufficiale nella Reyer a Dell?Agnello ci ha pensato il Presidente Brugnaro. ?Si apre una nuova pagina della storia della Reyer ? sono state le parole di Brugnaro, sottolineate poi dal vice Presidente Giorgio Chinellato – il progetto, non solo sportivo ma anche culturale, continua a crescere e per questo mi sento di citare la conquista delle finali nazionali da parte di ben quattro squadre Reyer giovanili, maschili e femminili, a cui va il nostro grande plauso. Ma voglio citare anche la crescita numerica e qualitativa del nostro pubblico, un pubblico che in tutta Italia ci invidiano, che riunisce assieme tutta la città metropolitana, che è sempre più competente, maturo ed esigente. Anche per questo ci auguriamo che con Dell?Agnello si possa fare un passo avanti nella qualità del gioco, che possa quindi essere divertente per il pubblico e d?esempio per i giovani. L?anno scorso abbiamo commesso qualche errore, per evidente inesperienza, e non ci vergogniamo di ammetterlo. Errori che per altro nelle stesse condizioni rifaremmo, anche per premiare, nel rispetto dei principi sportivi, chi aveva sul campo conquistato la Legadue. Oggi il progetto tecnico della Reyer vuole crescere e lo fa partendo dalla testa?. E proprio dell?aspetto più tecnico ha parlato Federico Casarin descrivendo il nuovo coach. ?Sandro ha già dimostrato di prediligere un gioco veloce e frizzante ? è la presentazione del nuovo coach fatta dal direttore sportivo reyerino ? di praticare insomma un gioco che in questo momento è quello che paga di più in Legadue. Inoltre ha fatto vedere di essere un allenatore che sa far crescere i giovani e non ha timore di investire su di loro?.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •