ULTIMO GIORNO PER L’UMANA REYER

12 giugno 2007

E’ arrivato il giorno del rompete le righe per gli atleti dell’Umana Reyer che oggi pomeriggio sosterranno l’ultimo allenamento della stagione sportiva 2006/2007.

Per chiudere questa esaltante annata la squadra di B1 maschile si ritroverà questa sera insieme allo staff dirigenziale che guidato dal Presidente Luigi Brugnaro ringrazierà gli atleti orogranata per quanto fatto in questa stagione. Un modo per salutarsi un’ultima volta e ripercorrere il campionato appena concluso prima di guardare al futuro. E a proposito di futuro lo staff orogranata sta ovviamente lavorando per l’allestimento della squadra per il prossimo anno. In particolare in questi giorni il coach Dlamasson e il direttore sportivo Federico Casarin stanno valutando varie possibilità per individuare le pedine giuste che vadano a ricoprire il ruolo di Under.

Le modifiche al regolamento prevederanno infatti, salvo colpi di scena dell’ultimo momento, che per la prossima stagione ogni squadra di B1 debba schierare nel proprio roster 3 under con almeno 2 atleti nati dopo il 1/1/1987 e almeno 1 nato dopo il 1/1/1985. Per questo motivo ieri la società ha convocato alcuni giovani giocatori in prova. Oltre al già annunciato Riccardo Casagrande, ala piccola di 195 centimetri classe 1988 quest’anno in forza alla Goldengas Senigallia lo staff orogranata ha anche messo ai raggi x Daniele Magro, ala pivot di 2 metri e 08 nato nell’87 e quest’anno in forza alla Melsped Padova allenata dall’ex coach orogranata Daniele Rubini. Nell’appena conclusa stagione in C1 l’atleta padovano, che ha sfiorato la promozione in B2 perdendo la finalissima contro Bassano, ha giocato 15.5 minuti segnando 5.7 punti e catturando 6.4 rimbalzi di media a partita. ‘Si tratta di giocatori interessanti che dal punto di vista tecnico conoscevamo già ‘ ha commentato il ds Federico Casarin ‘ ma che volevamo conoscere meglio sotto il profilo umano. Riteniamo infatti che la componete umana e morale sia un aspetto fondamentale da valutare.

Per questo non direi che si è trattato di un provino vero e proprio ma di una giornata in cui è stato possibile approfondire la reciproca conoscenza. Da parte nostra abbiamo presentato il progetto Reyer ad entrambi e posso dire che i due atleti si sono dimostrati molto interessati alle nostre idee per lo sviluppo futuro della società’.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •