BCL: Umana Reyer Venezia – BK Opava 102-81

08 Gennaio 2019

 

Parziali: 13-20; 37-38; 70-61

Umana Reyer: Haynes 17, Stone 3, Bramos 7, Tonut 9, Daye 20, De Nicolao 4, Vidmar 12, Washington 6, Giuri 6, Mazzola 8, Cerella 2, Watt 8. All. De Raffaele.

Opava: Klecka ne, Bukovjan 11, Svandrlik 8, Zbranek 9, Kvapil 4, Gniadek 11, Kouril 10, Jurecka 9, Sirina 14, Slavik 5. All. Czudek.

Con un crescendo in corso di partita, l’Umana Reyer fa emergere la propria maggior qualità nel gioco di squadra (30 assist) e profondità (tutti e dodici i giocatori a referto) e regola alla fine i comunque volenterosi cechi del BK Opava per 102-81.

Approfittando della possibilità di portare a referto sette stranieri, coach De Raffaele concede un turno di riposo a Biligha, rilanciando Vidmar (anche se il centro titolare è Watt, schierato con Haynes, Tonut, Bramos e Daye). Parte meglio Opava, con lo 0-5 firmato Zbranek: a sbloccare gli orogranata, dopo oltre 1’30”, è Bramos, mentre è una tripla di Daye, al 3’30”, a firmare il primo sorpasso, sull’11-8, dopo il contropiede di Watt e il canestro di Haynes. L’Umana Reyer cerca di correre e trova una buona circolazione, anche se, dal 13-11 di Daye al 6’30”, la squadra si blocca e Opava, con una buona precisione da 3 (clamoroso il canestro dalla difesa sulla sirena di Kouril) chiude il primo quarto avanti sul 13-20.

Haynes e Cerella provano a scuotere i compagni durante l’intervallo, anche se è ancora Kouril da 3 ad aprire il secondo quarto con il primo vantaggio in doppia cifra per i cechi (13-23). Due liberi di Vidmar e la tripla di Mazzola dimezzano il ritardo orogranata (18-23) al 12’, poi sale in cattedra Haynes: assist per la schiacciata di Vidmar, tripla e stoppata a dare il là al contropiede che, dopo il time out di Opava, permette a De Nicolao dalla lunetta di ridurre il ritardo a un solo possesso (25-28 al 14’). L’Umana Reyer alza l’intensità difensiva e recupera diversi palloni, trovando la parità, dopo averla fallita in tre occasioni, con il contropiede di Washington al 17’ (30-30). A completare un break di 10-0 ci pensano Daye (due canestri di fila) e Watt (schiacciata del 36-30 al 18’30”), ma l’antisportivo fischiato con l’instant replay a Tonut, insieme ad alcune leggerezze difensive orogranata, permette a Opava di andare all’intervallo lungo sul 37-38.

Gli ospiti si riportano sul +4 (37-41) nel primo minuto del secondo tempo, ma è pronta la risposta di Daye e Stone (tripla del 42-41 al 21’30”). Bukovjan firma subito dopo l’ultimo vantaggio per Opava: è capitan Haynes a dare il là all’accelerazione orogranata per il 54-47 al 24’, con pronto time out ceco. Con la velocità di circolazione, in una partita che alza decisamente i ritmi, l’Umana Reyer riesce anche a dare spettacolo, come con la schiacciata rovesciata di Watt su assist di Daye, il canestro di Bramos per il primo vantaggio in doppia cifra (58-47) a metà periodo, il canestro “danzando” di Haynes e la schiacciata in contropiede di Daye su assist no look di Stone che dà il 70-56 al 28’30”, prima dell’uscita di Haynes e dello stesso Daye, acclamati dal pubblico del Taliercio. All’ultimo intervallo si arriva sul 70-61, ancora con una tripla sulla sirena, stavolta di Bukovjan.

L’Umana Reyer si mostra più reattiva anche in avvio di ultima frazione, con coach De Raffaele che può ruotare tutti gli effettivi trovando in campo ottime risposte. Prima è Tonut, con cinque di fila, a ridare la doppia cifra di vantaggio (75-64 al 31’30”), poi i tifosi orogranata si concentrano su Gasper Vidmar, che cresce di minuto in minuto tra gli applausi dei suoi sostenitori. E’ lui, con un gioco da tre punti, a firmare il primo vantaggio oltre i venti punti (89-68 subito dopo metà quarto). Le triple di Giuri e Mazzola portano l’Umana Reyer a quota 100 (contro i 74 di Opava) a -1’48”, poi i cechi cercano quantomeno di limitare il passivo, finendo il match sul 102-81.

95 Commenti in questo articolo

  1. RaffaelePisu

    Direi che nel primo tempo solo un giocatore è realmente entrato con la testa giusta soprattutto in difesa. Nel secondo tempo ha chiuso a 20pti.

  2. Dado

    Poche balle questa volta.. Gran bene.. ! BRAVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    *Entrati tutti
    *Hanno segnato tutti
    *Il roster ad un tratto sembra lungo di nuovo!
    *Vidmar finalmente potente e quasi doppia doppia in 17 minuti! (9rb!)
    *Daye Fiducioso, e ha fatto 20 punti!
    *Haynes 17p 6 ass 4 Rib.. senza tante storie..
    *Mazzola 8 pt, ma soprattutto l’ho visto prendere un rimbalzo lottando!
    *Più di 100 pt per chi voleva spettacolo anche in attacco..
    Che chiedere di più??!
    COMPLIMENTI!!!

    Si lo so.. c’è chi dirà che comunque era l’ultima in classifica.. ma chisenefrega non farò parte della lista degli insoddisfatti questa volta.. ENORME passo avanti!
    FORZA REYER!!! Al CUBO!

  3. Partita iniziale lasciata generosamente giocare dai Nostri Eroi in favore degli avversari per poi portarla logicamente nei binari giusti, chiaro che contro questa squadra era pressoché impossibile perderla e quindi come ha scritto Pisu Daye si è guadagnato la pagnotta ma sarà da rivedere nel prosieguo e con altre squadre di maggior talento come dice spesso DeRaf e per quanto riguarda Gasparone idem con patate aspettiamo e speriamo in tanto si è tagliata la barba, comunque ottima prova di Haynes che in un certo momento ha deciso che non era più tempo di scherzare,saluto la piccola curva Notte a tutti e Forza Reyer.

  4. mikis

    Buona vittoria contro una squadra non irresistibile ma che ha avuto un ottimo avvio. Segnali importanti da Day, Vidmar, Haynes e Tonut. Speriamo di capitalizzare in campionato.

  5. paper861

    utile allenamento che mi auguro abbia rasserenato tifosi ed ambiente e…la testa di alcuni giocatori!
    spero in primis che vidmar si sia tolto quel cellophane che sembra legarlo in ogni suo movimento, non posso credere che non possa migliorare e spero vivamente che sia l’inizio di una nuova vita, che abbia trovato energia!quindi FORZA REYER

  6. Nanevianello

    Il tifo è positivo. Sostenere la squadra con affetto e passione, anche. A patto di essere obiettivi. A patto di non gonfiare il petto per aver vinto contro Opava, squadra che non vale, amio parere, i primi tre posti in A2 .
    Eppure questa squadra ( modesta ) fino a otto e rotti dal termine era sotto di 6 punti : 64 a 70.
    Primi due quarti da galleria degli orrori. In attacco e in difesa. A Norm, giustamente ” difensore ” della difesa ( pardon ) questa difesa non può essere piaciuta.
    Tre ” bombe ” concesse in finale di quarto possono essere anche un evento fortunato per gli avversari. Ma forse no .
    Troppo, comunque, il divario tecnico tra le due squadre . Haynes nella seconda frazione è sembrato in grado di andare al ferro e di liberarsi al tiro quando voleva : immarcabile. Idem ( o quasi ) Tonut .
    Ci sono state cose decisamente buone . Vedo che chi ama Daye, ha subito evidenziato i 20 punti ( restando a lungo, tra l’altro, in panchina) , sorvolando sulla sua difesa . Non sempre per colpa sua : se finisci in punta contro un avversario più rapido, inevitabile che ti infili.
    Per mio conto, la cosa migliore ( che vorrei vedere spesso ) di Daye è stato un gioco alto- alto che ha portato a due facili di Watt .
    La partita di Champion’s che conterà sarà comunque quella con Tenerife. Che ha vinto ancora, pur con qualche difficoltà.
    Ora Brescia in campionato. Per cercare di avere una posizione migliore, alle spalle di Milano in vista della imminente Coppa Italia . Stasera hanno giocato tutti, giustamente, con Biligha tenuto fuori . Con Brescia servirà una difesa stile Cremona. Quella vista con Opava, ( e spero che Norm la pensi come me ) vorrei non rivederla . Notte.

  7. norm nixon

    Nane…ti confermi un grande competente. Sottoscrivo ogni tua parola. Le mie le dirò domani perché desso vado in leto. Notte a tutti e viva la reyer!!

  8. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Stasera per la prima volta in stagione non ero al Taliercio , ma per meta’ partita mi son detto : ho fatto bene a non esserci . Alla fine del primo tempo ho mandato ad Alex un sms : speriamo che WDR faccia un bel cazziatone ai giocatori in spogliatoio ! E difatti dopo 2 quarti indecorosi in cui stavamo perdendo di 1 contro i dopolavoristi ceki , abbiamo messo in campo una difesa da Reyer ( non serve che ce lo dica Norm , lo vediamo anche noi ) e abbiamo segnato 65 punti in 20 minuti raggiungendo quota 102 che è la media di punti che Opava subisce in trasferta in champion .
    Partiamo dalla note positive : il break l’hanno fatto Haynes e Daye che erano i giocatori piu’ nel mirino ultimamente , soprattutto Austin sembra aver aggiustato finalmente il movimento di tiro . Controprova a Brescia contro altre fisicità ed altezze .
    Anche Widmar dopo meta’ partita da museo degli orrori , nell’ultimo quarto ha trovato dei buoni movimenti sotto canestro e non ha sbagliato un libero . Eravamo pero’ quasi nel garbage time ; anche per lui controprova a Brescia , se WDR lo metterà in campo . Io se fossi il coach lo farei , anche perché Washington stasera ha fatto molta confusione e sta facendo difficolta’ a ritrovare quella esuberanza fisica che era il suo contrassegno .
    Note deludenti : abbiamo lasciato 81 punti ad una buona squadra di B1 , ma l’importante era rimpinguare la classifica di Champion . A Brescia se vuoi portare a casa la vittoria devi giocare con ben altra intensita’ difensiva e , soprattutto , per 40 minuti ! Comunque , come sempre , SEMPRE DURI I BANCHI REYER !!!

  9. paolog

    Bravo Nane partita che non ha detto niente ma proprio niente di nuovo. Primi 2 quarti orrendi da peggior Reuer stagionale direi visto il valore ridicolo degli avversari, 3 e 4 in crescendo con un minimo di concentrazione loro si sono liquefatti, finale del 4 nuovamente distratti e abbiamo preso canesrri evitabilissimi. Corrente alternata quindi come sempre sinora. Daye discreto ma contro chi? Sappiamo che con qiesti avversari fa la differenza e ci mancherenbe altro. Aspettiamo di vederlo in partite con avversari di pari valore o in momenti caldi, è la che deve dimostrare di valere. Vidmar dopi i primi 2 quarti mi chiedevo se fosse vittima di qualche maleficio ppi si un po ripreso grazie a buoni assist dei compagni. Da elogiare Haynes cje è stato l’ unoco ad entrare bene in partita e ci ha dato la scossa per comimciare a giocare seriamente. Bene finalmente Mazzola maggiormente coinvolto Giuri che si conferma miglior tiratore dall’arco della squadra, anche Cerella ha messo impegno e rabbia agonistica.Oltre non andrei, vittoria scpn3tata due punti in classifica stop.Aspetto a Brescia una prova decisamente migliore, giocando così ne usciamo sconfitti.E non è pessimismo.

  10. Nitran-go

    Mi pare più che ovvio che non ci si debba esaltare troppo per questa vittoria, però va detto almeno che, nella scelta più o meno consapevole delle modalità di prosieguo, dopo un primo tempo diciamo così poco giocato (siamo arrivati anche a -10), ci poteva stare una ripresa pigra e una partita vinta con pochi punti di scarto e sempre in bilico contro una squadra veramente modesta. Per fortuna la modalità scelta è stata quella di una squadra che vuole ricordarsi e ricordare, con le dovute proporzioni, di essere una grande squadra.
    Spendo due parole per gli avversari. Davvero ammirevoli, tutti indigeni e comunque, nei loro limiti s’intende, anche dotati. In mezzo a tante girandole di soldi, giocatori, frenesie da eiaculazione precoce, fa bene allo sport tutto vedere che c’è in giro ancora chi crede nel vero senso dello sport e del piacere differito (ciao Ve66art). Se non ho capito male la Repubblica Ceca ha ottenuto un secondo posto agli europei giovanili e comunque questa squadra sta pur sempre partecipando a un torneo prestigioso.
    Do toho, Opavo!

  11. paolog

    Scusate gli errori..colpa dea tastiera no dei oci..

  12. Dury

    Buon allenamento niente più!!!
    Avanti così!!! Bravi

  13. canestrelli

    Si sono un po’ svegliati Daye, Haynes e Vidmar che erano i più criticati. Forse per la paura di venire ceduti al Cagliari!

  14. Paolo Miro

    Paolog….ti ga tutta ls me comprension
    Te lo dise uno che de tastiere se ne intende. Quee virtuali naturalmente perché staltre no me ricordo gnanca più come che le.xé fatre.
    Partita non vista. Ero a Padova per una partita Under18 tra le 2 formazioni patavine. Una battaglia. Quella che.a quanto sento non c’è stata al Taliercio.
    Non disprezzate però la vittoria seppur sofferta e con varie vicissitudini iniziali. Al morale fa benissimo. Specie in quello di certi giocatori bloccati psicologicamente.
    E con le vittorie si costruiscono altre vittorie.

  15. Rab.

    Mamma mia ragazzi, godetevele ogni tanto le vittorie senza avere sempre questo tono da funerale.
    È solo nel vostro mondo ideale che una squadra di basket dovrebbe partire a 1000 contro qualsiasi avversario e devastare quelli deboli e vincere almeno di 10 contro quelli forti.
    Nel mondo vero è comprensibilissimo entrare in campo Un po’ molli (come ha detto wdr) contro un avversario di cui ho moltissimo rispetto e sottoscrivo le parole di nitran in merito ma veramente era quasi una squadra da campetto del sabato pomeriggio. Poi è bastato stringere le maglie e giocare come sappiamo e non c’è più stata storia. Ma da qui a stracciarsi le vesti ogni volta perché non rappresentiamo LA PERFEZIONE ce ne corre.
    Servono anche queste partite contro avversari deboli per rincuorare qualche giocatore che magari è sottotono mentalmente e/o fisicamente. E questi due punti valgono tanto quelli contro Tenerife, se mai venissero.
    A prescindere dal primo tempo molle mi sono piaciuti quasi tutti, sinceramente mi preoccupa il solo vidmar al quale sembra che abbiano svitato la testa e versato dentro una colata di cemento. Per il resto tutto ok e forza Reyer!!

  16. ve66art

    Che cueo fioi, la reyer ha vinto di 20!!! Manca solo un post del genere per completare la carrellata dei commenti dei soliti indefessi, patetici e scusatemi, a mio avviso anche fastidiosi brontoloni!
    Godetevi la vittoria e chissà, forse a Brescia la reyer perdera’ così avrete la soddisfazione di sfogare i vostri malumori e bearvi delle vostre abilità inespresse di talent scout!

  17. ve66art

    Ma ci vuole obradovic per capire che i primi due quarti la squadra ha giochicchiato!!! Non dovevano farlo? E perché no, forse sarebbe stato sufficiente lo stesso!

  18. Black Mamba

    Ma se 1000 Kilogrammi di Tonno fanno 1 Tonnellata, 1000 kilogrammi di Marmo fanno 1 Marmellata?

    A questo punto…. 1000 Kilogrammi di Figa fanno 1 Figata.

  19. Black Mamba

    Scusate tanto ho sbagliato Blog!!!

  20. Paolo Miro

    Eh sì…. Semo tanti, semo forti. semo come dei leoooon….

  21. fabrizio

    Vinto nei secondi due quarti questo scrimmage europeo contro dei dopolavoristi stile Montedison (detto con tutto il massimo rispetto del caso e senza alcuna ironia nei loro confronti) mentre nei primi due quarti erano scesi in campo i figli piccoli dei nostri giocatori, tanto per fargli assaporare le gioie di questo bellissimo sport già in tenera età!
    Unico motivo quindi di soddisfazione i due punti che erano fondamentali per la classifica (perchè ricordatevi sempre, come diceva il buon Boniperti, che “vincere non è importante, è l’unica cosa che conta!” e io aggiungo “possibilmente spesso e volentieri”), per il resto partita da archiviare senza alcun entusiasmo ma che ha permesso, come ha detto Wdr, di far giocare maggiormente alcuni giocatori che solitamente vedono ben poco il campo ma che in futuro potranno tornare sicuramente utili (contento quindi soprattutto per Valerione Mazzola nella speranza che le sue 3 bombe segnate gli diano fiducia e sorriso)!
    Quanto a Daye spero si sia finalmente divertito con questi onesti ragazzini e vediamo ora a Brescia, dove si tornerà alla routine di partite invece serie, se comincerà ad essere il giocatore che vogliamo e che sinceramente stiamo aspettando da fin troppo tempo (io comunque, a prescindere da chi continua a punzecchiarmi per le mie critiche, me lo auguro di tutto cuore perchè ne guadagnerebbe esclusivamente la Reyer, che è l’unica cosa che conta in merito)!
    Buona giornata a tutti!!

  22. Paolo Miro

    Icio Icio…ti ti te scusi ma intanto ti le spari…. 😉

  23. Black Mamba for postmaster!

    AVANTI REYER!

  24. Paolo Miro

    Sì e VEart66 Burgermaster. Ahahahah!

  25. norm nixon

    Allora….la partita che tutti avevano immaginato. Nè più nè meno. Logico e naturale che incontri del genere vietano qualsiasi tipo di analisi semplicemente perchè non esistono parametri affidabili. Come ha scritto qualcuno, contavano solo i 2 punti e quelli sono arrivati. Per il resto sarebbe stupido o quantomeno poco intelligente inoltrarsi in qualsiasi discorso tecnico. Non esiste proprio. L’unica cosa che mi sento di dire è che il coach ha fatto benissimo a dare tanti minuti a chi gioca poco o addirittura mai. Anche questo è un modo per mettere in fiducia, per acquistare feeling con il parquet o come nel caso di Daye per riacquistare confidenza col canestro e con se stesso. Ah, una parentesi mi sento di dedicarla anche a Vidmar. Non giudico tecnicamente la sua partita perchè sarebbe imbarazzante farlo contro una squadra del genere in cui gasper sembrava un uomo in mezzo ai bambini. Ma detto questo ci sono due cose, al di là dell’avversario, che mi hanno colpito favorevolmente: la prima è il nuovo linguaggio mostrato da Vidmar ai tiri liberi. Molto più solido. E la seconda è che a vista d’occhio Vidmar appare più asciutto e lo si è visto, seppur parzialmente, anche in alcuni movimenti senza palla. Che magari sono sfuggiti a molti…..quei che varda sempre dove xe el baeon e no varda el resto. Bon, oltre a tutto ciò non saprei cosa aggiungere se non che i playoff della Champions sono sempre più vicini.

  26. RaffaelePisu

    Norm considerato che l’avversario era quel che era (ha comunque non so come battuto nanterre), come hai visto daye in D???

  27. norm nixon

    Raffaele….mah direi bene. Lo sai come la penso a riguardo. Per Austin si tratta solo di riacquistare fiducia e di rimettersi a fare il lavoro per cui è stato prima preso e poi confermato. E sono certo che ci riuscirà. Non è stato preso per difendere (ed è un lusso che la Reyer può permettersi considerate le carratteristiche medie dei singoli giocatori) ma solo per garantirsi più talento offensivo e soprattutto più dimensioni contro difesa schierata. Poi è ovvio che anche in transizione Daye va a nozze ma quello è già più facile. Come ho già scritto in questo momento il problema di Daye sono i giochi sui contatti, quando magari riceve palla in post basso spalle a canestro, trova ovviamente resistenza sulla fisicità dei lunghi e a quel punto si gira giocando in step-back. Quello che sa fare benissimo…e che ha sempre fatto nella sua carriera: solo che negli ultimi tempi quel tiro non entra. Tutto qui. Ma ripeto entrerà! Non è un problema primario per la Reyer. Quindi da parte mia massima fiducia.

  28. norm nixon

    Desideravo invece segnalare….la Reyer non c’entra…che questa notte Clay Thompson ha segnato 43 punti in 34 minuti…e fin qui nulla di strano per Clay. La notizia è che lo ha fatto facendo solo 4 palleggi nei 34 minuti in cui è rimasto in campo. Questo per dire che in ogni sport esistono dei marziani che finiscono per rendere quello sport…un altro sport. E ovviamente si contano sulle punta delle dita. La prova vivente che ogni cosa va contestualizzata…a tutti i livelli.

  29. Rab.

    Sullo sloveno…Sì sì, per carità.. esce anche fino all’arco per bloccare o fare show difensivi, ha senso della posizione e va in aiuto… ma ragazzi a vederlo muoversi e perfino correre sembra sempre legato come una statua di marmo. E a causa di questo sbaglia anche appoggi di una semplicità disarmante.
    Che dire, io spero ancora di ritrovare il VERO Vidmar. O almeno quello che avevo visto giocare.

  30. norm nixon

    Rab…lo speriamo tutti. Come diceva Battisti…lo scopriremo solo vivendo. Un passo alla volta e…fede, speranza e carità. Magari troveremo il miglior Vidmar quando conterà veramente.

  31. Black Mamba

    In riferimento e a conferma di quanto ha scritto da Norm alle 12.51 riporto articolo da Sportando non più di un anno e mezzo fa:
    “Klay Thompson degli Warriors ha segnato 60 punti in 29 minuti in campo. ma una statistica emersa da poco ha reso questa
    sua performance ancora più leggendaria.
    Secondo SportVU tracking, Thompson ha avuto la palla in mano per soli 88.4 secondi. In cui ha segnato 60 punti.”
    Direi un altro sport.

  32. norm nixon

    Black….un altro sport a tutti gli effetti. Ci sono dei giocatori, pochissimi ovviamente al mondo, che possono essere definiti in tutti i modi fuorchè giocatori di basket. Nel senso che praticano realmente un altro sport, vivendo in un pianeta tutto loro, con parametri tutti loro, e con dinamiche assolutamente singolari. Ed è uno dei motivi per cui a mio figlio non indicherò mai uno come Curry, Irving o Lebron James come esempio da seguire. Semplicemente perchè non sono esempi. Sono extraterrestri e stop. E quindi inimitabili.

  33. fabrizio

    Pero’, credo che a tuo figlio non indicherai mai nemmeno uno come Daye come esempio da seguire, giusto Norm?
    E non sto parlando solo di rendimento tecnico effettivo quanto piuttosto a tutto l’insieme, compreso il lato caratteriale!

  34. Pelluto66

    Fabrizio ma na’ domanda: eri un cecchino o un difensore alla Gazzera?…

  35. fabrizio

    Cecchino, che poi è proprio il mio soprannome per tanti amici!
    Tiravo molto bene da 3, infatti, davo assist ma avevo poca voglia di difendere: ecco perchè adoro Sacchetti e poco Wdr…….ma in generale ero adorato dai compagni di squadra ovunque sono stato (e non solo alla Gazzera) ma mal digerito dagli allenatori.

  36. gian

    Fabrizio, tu mi hai raccomandato di essere più buono e io sto cercando di esserlo, ma tu smettila di essere così fastidioso perché rendi la vita difficile a tutti. Se quando giocavi eri così non so i tuoi compagni di squadra come facevano a sopportarti, probabilmente erano dei santi. Cerco di essere ancora buono quindi perdonami e lo faccio perché so che sei amico di Ve66art con il quale sono sempre d’accordo. Ciao

  37. Dado

    Sacrosanto l’intervento d’un Rab. delle 9:33.. Godetevela un po’ di più.. 😉
    Poi riguardo la partita.. mi e’ sembrata giusto campo di prova per testare e ritrovare tante cose.. a partire dalla fiducia..

  38. fabrizio

    Gian, ma quale rendo la vita difficile a tutti?
    Sempre di basket stiamo parlando eh, mica di cose di vita o di morte!
    I miei compagni mi sopportavano, per usare il tuo termine comunque non corretto, perchè in generale nella mia vita sono un simpaticone / bonaccione e buono con tutti (anche se molto determinato e competitivo nel lavoro) e questo te lo potrebbero confermare tanti miei amici attuali che mi vogliono un gran bene ma anche alcuni della cara curvetta e che scrivono qui sul blog!
    Pertanto, a te risulterò fastidioso (e allora quando vedi i miei interventi saltali tranquillamente) ma se essere critico (o dire molte volte cose che altri semmai pensano ma per un voemose ben o quieto vivere preferiscono non esternare o dirle con termini molto più accomodanti o pazientosi), beh sappi che continuerò a farlo perchè è nel mio dna ma soprattutto il tutto è dettato da un grande amore per questa maglia che vorrei vedere sempre vincente o all’altezza!
    Può darsi che a volte siano costruttive e può darsi che a volte mi escano male o siano troppo pesanti (e di questo mi scuso) ma sono critiche fatte e dettate sempre e comunque da una grande passione (e penso anche competenza per certi aspetti), ben sapendo che nessuno è perfetto tantomeno il sottoscritto che ha molte cose in cui comunque dovrebbe, come tutti del resto, migliorare!

  39. norm nixon

    Biagio, Tognon, Gigi, Bubu….ma dove geri voialtri!!! E coach penna bianca!!!

  40. Codroipo

    Ma si Icio ti vogliamo bene. Tra l’altro hai ragione nel dire che diverse cose che tu scrivi in modo accalorato sono cose che nel profondo pensiamo anche in diversi di noi … solo che magari almeno personalmente quando vedo Daye fare cappelle mi calmo tirando giù una serie di bestemmie e poi arrivo sul blog già a mente un po’ più fredda … tu invece somatizzi e te la porti dietro l’incazzatura hahahaha
    E poi questo è un blog, Fabrizio non insulta nessuno, esprime le sue opinioni da tifoso, come tutti … per cui se anche nella vita reale fosse un rompiballe (e non mi pare lo sia più del sottoscritto o altri qua dentro, e comunque saria solo che caxxi sui), non ho capito come all’interno di questo blog possa rendere la vita difficile a qualcuno.

  41. Spezzo una lancia in favore di Icio, è una delle persone più sincere che conosco, per il resto lui stesso si è espresso com’è il suo carattere.

  42. norm nixon

    Io spezzo una lancia per tutti coloro che frequentano questo bellissimo blog, a prescindere dai contenuti dei loro interventi. L’importante è esprimersi civilmente. Poi si può essere o meno d’accordo. E questo fa parte del gioco. Anzi è l’essenza del gioco che si basa principalmente sul confronto.

  43. norm nixon

    E desideravo sottolineare anche un’altra cosa, a testimonianza della crescita e della vivacità che ha caratterizzato questo spazio specie nelle ultime stagioni: qualche anno fa questo spazio da alcuni tifosi orogranata (che avevano aperto un altro bellissimo, allora, spazio dedicato al tifo orogranata) era considerato un blog di serie B. Anni fa in quello spazio fioccavano interventi di ogni tipo e qui dentro c’erano quattro gatti. Ora la situazione si è completamente capovolta. Lì scrivono 4 gatti e qui dentro non è raro arrivare ai 100 e più post per ogni singola partita. I forumisti sono aumentati di anno in anno, a prescindere dalla singola competenza, che è la cosa meno importante. L’importante è il confronto. Bene, quando decisi di scrivere qui dentro le mie impressioni più di qualcuno mi criticò…proprio perchè considerato uno spazio di serie B. Ora mi sento come quel cinese seduto sulla sponda del fiume….e sorrido.

  44. ve66art

    Caro Gian, poiché mi hai citato, ed in modo assai lusinghiero, posso assicurarti che Fabrizio è una delle persone più sincere e limpide (anche troppo) che mi sia capitato di conoscere. Vedi Gian, a volte, credimi, mi verrebbe voglia di spaccargli la testa, ma la naturalezza e la sfacciataggine con la quale esprime i suoi concetti in merito alla reyer me lo ha reso simpatico al punto che al taliercio, assieme a black mamba, formiamo un trio “colorito” che, oltre alla partita, è spesso impegnato ad ammirare altri spettacoli che questa misera esistenza per nostra fortuna ci dona!!

  45. virusdestroy

    Voglio aggiungere anchio un piccolo commento,carissimo gian probabilmente non conosci personalmente fabrizio ma ti posso assicurare che e’ una persona simpaticissima, scherzosa e tranquilla , il blog e’ bello perche’ e’ vario e ognuno pone commenti positivi e negativi. Ma sempre nel limite di non essere offensivi. Saluti

  46. Nanevianello

    Tra poco giocano le ragazze e allora : in bocca al lupo Reyer .
    Parto dalla considerazione di Norm sugli esempi da dare ai ragazzi .
    Solo una cosa. Certo Curry, James, Irving ( ma almeno altri 50 giocatori in Nba ) sono ” alieni ” . Ma anche dagli alieni puoi imparare . Sono un tifoso di Boston, ma l’esempio che sto per fare mi pare calzante : Kobe Bryant. La sua etica del lavoro, la sua capacità di migliorarsi e di migliorare ben oltre le doti a lui offerte dalla natura. Il suo amore per il basket. La sua capacità di andare oltre la sofferenza quando gli infortuni lo hanno condizionato. Mi pare un ottimo esempio da offrire ad un ragazzino. E tra agli alieni Kobe ha in divano in prima fila .
    Altre cose, sperando di non tediarvi . La prima : anche io, vedendolo mi sono detto ” ma che mani di marmo ha questo Vidmar ? ” . Ma non è così . Certo, non ha i polpastrelli di Klay Thompson, ma la meccanica di tiro ai liberi, dimostra sensibilità. Sbaglia clamorosamente da sotto, perchè non ha ” potenza “. Corre ” brutto” , controlla male il corpo, ma se lo osservate bene, i piedi sono discretamente veloci. Con quel fisico da boscaiolo, la potenza deve ritrovarla. Tocca allo staff .La potenza ( non l’elevazione, quella è una dote naturale,parlo della propensione a salire verticalmente ) si può migliorare.
    Daye : prendere le cose buone fatte vedere e insistere nel pretendere che i difetti vengano, non dico eleminati, ma contenuti. Non è un tiratore naturale, ma ha sensibilità nelle mani e certamente talento : la sua gittata balistica a mio parere non deve essere il tiro da tre, ma il tiro entro i quattro- cinque metri.Questo lo sa fare bene. E può farlo con continuità e rendimento. Cosa è intollerabile ? Perdersi l’uomo in finale di quarto su una rimessa avversaria, liberando un tiratore dai 6,75 . Questo , anche se come dice Norm, non è stato preso per difendere, questo, dai, non deve accadere.
    Infine : viva il blog. Cje io frequento relativamente da poco. ma che mi piace tantissimo. Specie quando vi leggo spendervi in venexian . Che mi manca molto . E non solo per questioni linguistiche .
    Domanda che proprio è fuori dal contesto : ma ha fatto abbastanza freddo per ” e masanete ” ? L’ultima volta che mia moglie ( inizio dicembre ) è stata in Pescheria non le ha trovate. E vi confesso : a me ( con le schile ) piacciono davvero un casino. Ma a Milano non sanno letteralmente che roba sia, nonostante una pescheria ( in via Spadari ), stratosferica . Ciao

  47. norm nixon

    Nane…giusto ma quel che volevo dire è che se per ipotesi mio figlio volesse imparare a giocare a basket…non può avere come modello Stephen Curry perchè ciò che fa Curry riesce a farlo solo lui e non ha niente a che vedere con i fondamentali. Magari gli mostro un filmato di Tony Parker….magari gli mostro un filmato di Jasikevicius….magari gli mostro un filmato di Tim Duncan…magari gli mostro un filmato di Kawhi Leonard….ma non di Curry! Potrebbero farsi un’idea del basket pericolosa.

  48. norm nixon

    Faccio un paragone Nane….se io sono un architetto e voglio costruire una città…non è che posso ispirarmi e prendere come elemento di paragone per i miei progetti una città come Venezia!!! Perchè Venezia è unica, inimitabile…è la Stephen Curry delle città! Magari mi rifarò a un altra città per sviluppare il mio progetto…ce ne sono a milioni ma no Venezia! Mi farei male da solo!!!

  49. Norm, Oscar Robertson.

  50. norm nixon

    alex…magariiii!!!

  51. norm nixon

    Però spesso mi sono divertito a costruire la squadra ideale all time ma ovviamente per quanto tu possa mescolare le carte….la squadra ideale all time non si troverà mai. Perchè mettere assieme 10 extraterrestri..anche ben scelti a livello di ruolo…beh rischi di costruire una squadra dove servono 5 palloni alla volta in campo.

  52. Nanevianello

    Che bel paragone… architettonico, Norm. Resto in tema. Se devi imparare quel mestiere meglio Renzo Piano, sublime nella sua semplicità. Piuttosto che Norman Foster, geniale ma non imitabile .
    Detto questo, concordo. Curry è qualche cosa di assurdo. Eppure anche lui ha ” rubato ” dal passato . Guarda la sua meccanica di tiro ( fatte le debite proporzioni con le diverse epoche, il diverso basket, la diversa velocità e fisicità ) . Tira dal basso verso l’alto. Come faceva Pete Pistol Maravich. Come se estraesse una colt dalla fodera . Di suo ci ha messo in più il fatto di ” rilasciare ” sovente mentre ” sale ” piuttosto che come fanno tutti ” scendendo ” .
    Ma Maravich ( consiglio a chi non lo conosce la visione delle splendide puntate a lui dedicate da Federico Buffa ) è anche l’esempio di come il talento da solo, sia pure mostruoso come il suo, non basti , A livello di ” creatività ” probabilmente nessuno è stato come Pistol Pete ( uno su tutti, il lancio baseball dal basso e non a braccio steso come nel football americano . E ancora rilascio in entrata spesso cambiando di mano e in controtempo ) . Al college credo abbia ancora il record imbattuto di marcature : 44 di media in stagione. Era un Sivori del basket. Non abbastanza per diventare in Nba , un Pelè . Era un formidabile attaccante ma soprattutto un poeta del canestro. In una stagione nella quale sembrava davvero che ” l’immaginazione ” potesse andare al potere .
    La squadra più forte di tutti i tempi ? Nel basket, hai ragione Norm è impossibile .Bill Russell, Bird, Magic, Jordan, Jabbar ? Poi Chamberlain, Robertson, James, Curry, Kobe ? E poi chi lo dice al Barba, a Durant e a tutti gli altri restati fuori ? Si gioca con i nomi , ovviamente .
    Ps : le ragazze hanno vinto.Ancora. Liberandosi immediatamente del passo falso con Broni . Brave no ?
    Ciao Blog .

  53. Tifosomediomona

    @Norm Nixon. Se ti va di rispondere, scrivevi sull’altro blog con almeno due nickname dalle iniziali C.B. e P.M.?

  54. norm nixon

    L’ultima volta 6 anni fa, circa.

  55. gp

    Grazie Nane per il regalo: Pete Pistol Maravich!

  56. ganciocielo70

    Dichiarazione di Pesic nel dopo partita vinta a Milano:”Si vince con la difesa,questo il basket che si gioca in Europa,il migliore del mondo,che nasce dalla difesa” Norm docet….

  57. norm nixon

    Ganciocielo….secondo me rischiano di pagare caro queste sconfitte casalinghe. Ho forti dubbi sul fatto che Milano arriverà tra le 8.

  58. norm nixon

    Beh nane….con maravich sfondi una porta aperta. Il poeta del basket. In campo non giocava ma scriveva temi avveniristici parlando un linguaggio a sua volta inimitabile perché lontano dagli stereotipi. Era avanti due secondi rispetto a tutti…a quasi tutti finché non è arrivato magic. Ma pete ha aperto una strada…per pochi. O meglio l’aveva già aperta cousy a suo modo. strada che ora come hai scritto benissimo tu ora ha imboccato curry. Una strada però dove nessuno ti insegna nulla…e può insegnarti nulla. Ogni tanto ne nasce uno.

  59. Codroipo

    A mio figlio ( che però gioca a pallanuoto) farei vedere di Curry non tanto come gioca (sono d’accordo che così ci gioca lui e solo lui e basta), ma gli esercizi di ball handling che fa di riscaldamento pre-partita.
    Avete mai visto i video ?
    Pazzesco … quelli si che andrebbero bene da mostrare ad un giovane per migliorare lo skill set

  60. Paolo Miro

    Fame capir na rona Nane Vianeo: to mugier va in pescarìa A Rialto e ti invesse ti va in via Spadari? Mah…
    Quanto alla tua nostalgia: è proprio vero che ci si accorge realmente della bellezza e del valore delle cose quando non le abbiamo più. Chi ha orecchie.per intendere intenda (associato al periodo attuale).

  61. Paolo Miro

    A questo proposito a me per esempio manca l’atmosfera che c’era alfrArsenale che con tutto il rispetto per il Taliercio e per chi lo frequenta attualmente non ha paragone. Tutt’un altro….ambiente.

  62. Pelluto66

    Paolo Miro, hai ragione…quando Arsenale e Taliercio erano le case di Reyer e Basket Mestre,erano anche dei catini bollenti di tifo…altri tempi come dici..oggi la squadra , che piaccia o meno ai puristi, e’ la Reyer Metropolitana..al Taliercio si va’ per il gusto di vedere uno partita di pallacanestro, quindi uno spettacolo, ma la passione( x molti) non e’il motivo della scelta di pagare un quantum…l’abbiamo detto , sopratutto Norm, tante volte..inutile fare dietrologia, oggi questa e’ la realta’ del basket veneziano e direi per fortuna che c’e’..senza sarebbe il vuoto sportivo..

  63. Paolo Miro

    Sì. A perdere…. 😉

  64. All’Arsenale andavamo in dieci-quindici ragazzotti di 18-20 anni partendo insieme da casa. Si faceva casino, i Panthers erano stati fondati da poco e anche loro avevano mediamente vent’anni. Era un’altra atmosfera ma io avevo anche trent’anni di meno, ma quando un anno e mezzo fa ho visto partire (ed entrare)”the Shot” l’orologio biologico ha fatto un salto indietro di quei trent’anni, rassicurandomi che la passione e il tifo erano quelli di un tempo. Anche adesso se guardo quel Tiro mi vengono i brividi.
    E’ cambiato tutto, non si possono fare paragoni, ma siamo in tanti in fila per entrare a palazzo in tanti a scrivere sul blog vuol dire che il rumore sarà meno forte ma la passione inalterata.

    AVANTI REYER!

  65. norm nixon

    Comunque più di 2800 persone di martedì sera contro una squadra come opava…non sono poche. Mancherà sicuramente il ricambio generazionale ma lo zoccolo duro rimane forte. Mah…forse col nuovo impianto la società potrà fare altre politiche sui prezzi per i giovani ma il motivo non è solo questo. Li abbiamo elencati più volte ed è inutile tornarci sopra. Ora va così e stop. L’unica cosa che mi dispiace per la reyer è che beffardamente il miglior momento storico a livello di risultati è coinciso con il peggiore storicamente a livello di tifoseria. Una vera beffa.

  66. Codroipo

    Tra l’altro Norm ho l’impressione che non sia un problema soltanto nostro.
    Mi è capitato più volte di andare al Forum a Milano e davvero è pieno di spazi vuoti … considerando il bacino urbano fra le due realtà, abbiamo molto più seguito noi. L’unica volta che l’ho visto quasi pieno è quando sono venuti 3000 tifosi della Stella Rossa 2 anni fa o quando hanno ospitato le Final 4.
    Invece esempio forse opposto è Trieste che ha un bacino di utenza forse paragonabile al nostro e riempie il palazzetto nuovo con 6/7k persone. Forse è anche un po’ l’effetto novità in una piazza storica che per troppo tempo è stata assente dalla prima serie.

    Forse vale al pena fare un ragionamento da un punto di vista di marketing: … se la Reyer avesse un palazzetto da 8k posti, e se fossimo in Eurolega (unici in italia assieme a Milano), riusciremmo a riempirlo almeno nelle partite di Eurolega e fare il 70% in campionato?

    Per poterlo fare dovremmo probabilmente essere in grado di intercettare la domanda di basket di livello non solo della città metropolitana, ma probabilmente anche da buona parte del Nordest. Cioè verrebbe gente da Treviso, Padova e/o da Trieste a vedere la Reyer in Eurolega?
    A Milano succede, al Forum in occasione di partite Eurolega, ho incontrato diversi sostenitori di Cantù e/o Varese, che magari il giovedì sera prendono a macchina per vedere un livello di basket a cui altrimenti non ha accesso.

    Da un punto di vista del “prodotto” credo siano questi i ragionamenti … che poi questo sia diverso dallo spirito dell’Arsenale … beh sono cambiati i tempi

  67. Paolo Miro

    Hai ragionleCodroipo a parlare di prodotto perché proprio di un prodotto da vendere e piazzare sul mercato si tratta mentre quello a cui assistevamo all’Arsenale era tutta un’altra cosa e scusatemi ma io quel periodo l’ho vissuto sulla mia pelle e quindi un po’ a causa delle radiocronache con radio San Marco centrale un po’ per le interviste durante la settimana a dalipagic e radovanovic un po’ per il tifo in prima persona e anche se non ho giocato a pallacanestro personalmente non riesco ad abituarmi all’atmosfera ovattata che si respira al Taliercio.

  68. Codroipo

    Paolo, quei tempi sono passati e piaccia o no non torneranno più. Per cui andare avanti con l’amarcord è un discorso sicuramente emotivo, ma ahimè assolutamente ininfluente.
    Bisogna pensare a come migliorare lo stato attuale nel mondo attuale.
    E la verità è che la città metropolitana non basta … non è sufficiente per poter sostenere economicamente un progetto da Eurolega come la Reyer.
    Così come se la Benetton Treviso di 20 anni fa adesso farebbe fatica a sopravvivere in un contesto della Eurolega attuale che è un club privato di società con chiari obiettivi di budget … e procuratori e agenti sportivi che bazzicano questa situazione per giostrare i migliori giocatori.
    Ci vogliono le spalle grosse (investitori), infrastrutture (palazzetto da 10k e che sia facilmente raggiungibile anche da chi viene da fuori), ed un bacino di utenza da qualche milione di persone (vuol dire promuovere il brand reyer in giro per il tri-veneto).

  69. Codroipo

    E aggiungo che secondo me non ci sono vie di mezzo, nel senso che il basket europeo si sta sempre più polarizzando tra chi è nel cerchio magico e chi non è nel cerchio magico. E chi non è nel cerchio magico è destinato ad avere solamente qualche successo sporadico di tanto in tanto , ma rimanere sostanzialmente nell’anonimato.
    Fanno eccezione a questa le logica alcune squadre slave e lituane per il solo motivo che hanno una tale potenza di vivaio sotto mano che riescono comunque sempre ad essere competitivi nel tempo (anche se non vinceranno più una Eurolega).
    Per cui o ragioni in modo strategico secondo le direttive che ho detto sopra, oppure torni a metà classifica fra un paio d’anni.

  70. norm nixon

    Mah….al netto di tutti questi bei discorsi..sicuramente interessanti…io dico solo che nel momento in cui brugnaro dice stop…qui finisce tutto. E ne sono certissimo. Quindi cio’ che stiamo vivendo è già qualcosa di assolutamente eccezionale.

  71. giuliano

    Giusto Norm, fortunatamente per noi, Brugnaro in un’intervista sul Gazzettino di qualche giorno fa ha ribadito la sua volontà a ripresentarsi come candidato sindaco, ergo la Reyer può star tranquilla ancora per qualche anno almeno, per il nuovo palazzetto la vedo dura anche se c’è stato un pronunciamento giudiziario a suo favore che ha stabilito che il disinquinamento è a carico di chi ha inquinato (le vecchie aziende parastatali e quindi difficilmente perseguibili) e non di chi ha acquistato le aeree già inquinate, cioè un altro punto a favore del ns grande patron. Dovrebbe trovare un grosso nuovo sponsor o qualche fondo internazionale, facile a dirsi difficile da avverarsi. Sognare non costa nulla ma le scadenze regolamentari sono sempre più vicine!

  72. Nanevianello

    Caro Paolo : mia moglie va in Pescheria quando da Milano scende a Venezia dove abbiamo ancora interessi economici. Prende San Piero, schile ( in stagione ) e mantecato da Gislon a San Bortolo, mette tutto in una borsa frigo e lo porta a Milano . Per la mia e la sua…gola. Peccato che anche a Venezia, ormai sia difficile trovare le mie adorate mazanete. So che dipende dal freddo e dalla sua intensità . Nessun, quindi, mistero .
    Sul Palazzetto : Brugnaro se i privati ai quali ha delegato il progetto avranno il via libera assicurerà alla Reyer e a Venezia il futuro cestistico.
    Un moderno impianto, anche da 10.000 persone. consente sviluppo. La tifoseria di Venezia è anziana. Ma la Reyer , ho letto, è collegata attraverso altre società, sul territorio con oltre 4000 tesserati .
    Se hai un impianto polifunzionale da peter usare oltre che per il basket, per altre attività, quell’impianto diventa fonte di introiti. Se all’interno ci costruisci un museo, per dire, sulla storia della società, se incrementi il merchandise, incrementi il fatturato. Certo devi avere una squadra competitiva e ai massimi livelli, con almeno un paio di ” stelle ” . Il volano per accendere l’interesse di chi magari non tifa Reyer, ma che amando il basket , quelle stelle vuol vedere .
    E’ un processo lungo. Ci vuole tempo, come dimostra Milano, nonostante la passione e la potenza economica del signor Armani. Nonostante un impianto , che non è nè bello, nè funzionale, ma che ha pur sempre una capienza di circa 12.000 persone .
    Brugnaro è un imprenditore e sa come si fa. Consapevole della realtà nella quale si muove. Delle difficoltà, ma anche delle potenzialità. Il brand non è la Ryer, in questo caso. Il brand sarebbe Venezia . Vale a dire un brand semplicemente unico.
    Io almeno la penso così. Poi magari penso male. Ma la strada a me pare questa e solo questa . Investi per aumentare il fatturato. Un impianto di proprietà ( ho letto che Brugnaro, se avrà il via libera, il Palasport che verrà lo vuole regalare a Venezia ) ti consente ( annessi e connessi ) di aumentarlo. Con maggiore margine di spesa ti puoi permettere giocatori di alto livello. I giocatori di alto livello ti dovrebbero far vincere ( la cosa non è automatica, è il bello dello sport ). In ogni caso portano interesse. Se in squadra hai una superstar, i giornali e le televisioni si occuperanno di te, inevitabilmente. Se se ne occupano, i tuoi confini di sponsorizzazione e pubblicitari si ampliano. E’ un domino . Serve programmazione ( Brugnaro ce l’ha ) e pazienza. Quella i tifosi, storicamente, ne hanno poca . E’ indubbiamente difficile, ma non impossibile .
    Parlavo con un mio amico di Torino che segue la Juventus. Sapete quale sarà il primo pensiero di Agnelli se vincerà la Champion’s ?. Se pensate a Pogba o a Mbappè siete fuori strada. Il primo pensiero sarà uno stadio nuovo da 6o.000 spettatori. Almeno così mi dicono . Perchè adesso quello da 40.000 posti non basta più. E’ sold out ad ogni partita. Tanti restano fuori. Perchè, tutti ormai, anche quelli che non tifano Juve vogliono vedere dal vivo Cristiano Ronaldo .
    Ciao blog.

  73. Nanevianello

    Paolo : mia moglie va in Pescheria quando va a Venezia dove abbiamo ancora degli interessi economici. Prende il San Piero, le schile e da ” Gislon ” a San Bortolo, il mantecato. Mette tutto in una borsa frigo e lo porta a Milano .
    Io non vado in via Spadari, semplicemente perchè non me ne intendo.
    Richiedo : bastante freddo a Venezia per le mazanete ?
    Devo concordare con Norm : Brugnaro è e resterà il motore di tutto. Se riuscirà ad ottenere, attraverso i privati ai quali ha delegato la cosa ( lui come noto ha fatto in blind trust ) il via libera per la costruzione di un moderno Palasport sui terreni di sua proprietà, assicurerà alla Reyer il futuro. Specie se la movimentazione con Tacopina e il Venezia, produrrà lo stadio in terraferma del quale è già stato presentato il progetto

  74. Nanevianello

    Mi scuso. Il secondo è solo la bozza di quanto ho poi sviluppato. Sorry per la ripetizione .

  75. norm nixon

    Nane…sì sono d’accordo sulle dinamiche che dovranno rappresentare l’operazione del nuovo impianto. Va senza dubbio venduto il brand Venezia per decollare e Brugnaro credo abbia le idee molto chiare a proposito. Resta ovviamente il nodo della bonifica che sta bloccando il progetto. E non è un nodo da poco. I ricorsi sono già stati inoltrati e come scriveva Giuliano esiste a livello giuridico un chiaro pronunciamento europeo che parla chiaro per quanto riguarda gli oneri di disinquinamento. Il giudizio al Tar comunque è ancora pendente. I giudici dovranno in sostanza decidere se il disinquinamento tocchi allo Stato (che in questo caso si rivale sugli autori dell’inquinamento, Montedison) oppure ai nuovi proprietari (Brugnaro). In ballo ci sono 35 milioni di euro. Ora, a livello legale e giuridico non ho alcun dubbio che Brugnaro porti a casa la partita, il problema però è poi legato al materializzarsi di quei soldi perchè poi partirebbe un altro contenzioso tra Stato e Montedison.

  76. Paolo Miro

    Norm….Non è che volevi scrivere 350 milioni di euro?

  77. norm nixon

    Si Paolo ho sbagliato a digitare…ma la cifra esatta è difficile da quantificare. Sicuramente superiore ai 150.

  78. #masanetenanevianello

  79. norm nixon

    .com

  80. Nanevianello

    Va bene alexmax : grazie . Pur sempre ” de gransi “, comunque, parlemo . Una volta scrivevo correttamente in venexian . Dopo tanti anni senza farlo, ho perso la mano, nonostante non infrequentemente legga Goldoni come passatempo . Ciao

  81. Ciao Nane,no gera un rilievo ea gera na battuta bea o bruta, personalmente ea me scrittura ea se da venesian campagnoeo metropoitan,a presto e forza Reyer.

  82. RobertoC

    Tornando alla diatriba meglio la difesa o l’attacco, considerando che anch’io concordo con norm che con la difesa si vince, aggiungo però che se vuoi portare la gente o meglio i giovani al palasport, questo lo fai con azioni come la schiacciata rovesciata di Watt e non con una perfetta difesa….

  83. norm nixon

    Eh…magari fanne 1000 di schiacciate spettacolari in reverse e 1000 cattive difese e vedrai che in un paio d’anni la legadue non te la toglie nessuno pensando che la gente la porti al palasport con le schiacciate e non con la difesa.

  84. Rab.

    Comunque se dixe masenete 🙂

  85. norm nixon

    Piuttosto concentriamoci sulla partita di stasera che è delicatissima. Ci aspetta una settimana complicata per via dei continui spostamenti e per questo motivo credo sia importante individuare le priorità che per quanto mi riguarda rispondono essenzialmente al campionato. Nel senso che in Champions non sprecherei troppe energie a Tenerife…considerando che primi nel girone non arriveremo mai e che arrivare secondi, terzi o quarti cambia poco o niente in chiave playoff. E considerando che per passare alla seconda fase basterà vincere le partite in casa, beh non mi spenderei particolarmente a Tenerife rischiando di farmi male, di spendere un sacco di energie..e di perdere comunque. Quindi mi concentrerei soprattutto sulle trasferte di Brescia e di Torino.

  86. norm nixon

    E anche quest’anno Armani ha buttato 20 milioni nel cesso. Complimenti! Una squadra costruita solo ed esclusivamente per riuscire ad arrivare tra le prime 8 in Eurolega…sta rimediando una serie di significative figuracce con chi naviga in Eurolega e ha speso molto meno delle scarpette rosse. Un altra stagione buttata perchè ad Armani di vincere un altro scudetto frega da zero, a zero virgola 1.

  87. bagigio

    Peccato, l’admin, nel cancellare il fakepost dell’intrusa, ha cancellato anche quelli di alexmax e di Paolo, che erano pieni di spunti interessanti. E comunque la cosa che più mi dispiace di Milano è che gli italiani in eurolega giocano poco o niente. Così facendo, se l’unica squadra che oggi gioca a certi livelli non fa fare esperienza agli italiani, come faremo ad avere una nazionale forte? Anche se mi sembra che dei risultati della nazionale oramai non interessi più a nessuno.

  88. norm nixon

    Bagigio….gli italiani che anno dopo anno decidono di andare a “giocare” a Milano sanno automaticamente che stanno barattando un contratto coi fiocchi con l’inevitabile sensibile accorciamento del minutaggio in campo. Se non addirittura azzeramento in alcuni casi. In sostanza monetizzano sapendo di recitare un ruolo da comparse. E’ successo a tanti, e sta succedendo ora a Burns (che giocando pochissimo ha perso feeling con il campo, con i ritmi partita finendo per subire giocoforza una involuzione), succede a Della Valle e succederà a tutti gli italiani che decideranno di finire a Milano. In poche parole a Milano riescono a spuntare un contratto anche tre volte superiore a quello che riuscirebbero a ottenere in qualsiasi altro club. Con la differenza che a Milano prendono un sacco di soldi e non giocano, mentre in altri club prenderebbero molto meno ma giocherebbero. Scelte di vita! Semplicemente scelte. E siccome nessuno sa dire di no al denaro, tutto ha un senso.

  89. Dado

    Brescia-Torino-Pistoia-Pesaro-Trento.. Cinque partite con squadre che si sarebbero aspettate di essere molto più in alto in classifica.. Brescia e Trento per playoff.. Torino per ridarsi credibilità e possibilmente play off? Pesaro e Pistoia salvezza.. Giocheranno tutto quello che hanno.. Attenzione..
    FORZA REYER!!’

  90. norm nixon

    Dado…appunto! Ragione in più per concentrarsi su Brescia e Torino e molto meno sulla trasferta di Tenerife.

  91. bagigio

    Per me Trento alla fine sarà anche quest’anno tra le prime quattro.

  92. bagigio

    Anche se come squadra non la posso proprio vedere

  93. Bagigio, su Trento concordo in toto.

  94. bagigio

    Sul primo o sul secondo post?

  95. Bagigio, su tutti e due.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •