BCL: Umana Reyer Venezia – Fribourg Olympic 72-62

05 Febbraio 2019

Parziali: 28-8; 40-26; 49-42

Umana Reyer: Haynes 6, Stone ne, Tonut 17, Daye 9, De Nicolao, Vidmar 2, Washington 12, Biligha 8, Mazzola, Cerella 5, Watt 4, Kyzlink 9. All. De Raffaele.
Fribourg: Jaunin 2, Steinmann 9, Gravet 4, Mladjan 6, T. Jurkovitz 2, Toure 8, Desponds, Watts, Robertson 17, Williamson 10, Timberlake 2, N. Jurkovitz 2. All. Aleksic.

L’Umana Reyer, già qualificata ai playoff con il secondo posto matematico nel girone dopo il successo di Nanterre, onora fino in fondo l’impegno, chiudendo la prima fase di Basketball Champions League con dieci vittorie su quattordici partite (non era mai successo!): Friburgo battuta 72-62. Con Giuri fuori per infortunio, viene concesso un turno di riposo anche a Bramos, con Kyzlink che torna tra i dodici, così come a Stone (tra i dodici, ma mai schierato nei 40′).

Agli orogranata, che partono con Haynes, Tonut, Washington, Daye e Vidmar, ci vogliono 2′ per sbloccarsi (Washington risponde a Williamson per il 2-2) ma, dopo il 2-4 ancora di Williamson, la tripla di Daye al 3′ sigla il sorpasso sul 5-4 e apre un break orogranata di 15-0 in cui si fanno notare in particolare Tonut in attacco (suo, tra gli altri, il canestro in acrobazia del 17-4 al 7′) e Vidmar in difesa, con un paio di recuperi. Friburgo torna a segnare, ma gli orogranata trovano buoni punti da Washington e Daye e si portano sul 25-6 al 9′, chiudendo il primo quarto sul 28-8 con la tripla finale di Kyzlink.

In una partita con molte palle perse su entrambi i fronti, Kyzlink aggiorna due volte il massimo margine orogranata: sul 30-8 in apertura di secondo quarto e sul 32-9 al 14′. Coach De Raffaele ruota tutti gli effettivi, inserendo anche Mazzola, Cerella e Biligha (non schierati nel primo periodo), con Friburgo che prova a limare il ritardo (32-16 al 15’30”), anche se Haynes ricaccia subito indietro con una tripla gli svizzeri, che non riescono a sfruttare nemmeno l’antisportivo fischiato con l’instant replay a Washington. Un’altra tripla del capitano ridà il +20 (38-18) al 17’30”, con gli ospiti che, nel finale di tempo, si riavvicinano parzialmente: all’intervallo lungo si va così sul 40-26.

Al ritorno in campo, l’attacco dell’Umana Reyer si arena di fronte alla zona svizzera, così serve la miglior difesa per arginare il rientro di Friburgo, che si riavvicina comunque fino al 40-33 al 22’30”. Coach De Raffaele prova a cambiare il quintetto con tre innesti (Haynes, Cerella e Kyzlink) e finalmente Daye sblocca gli orogranata quasi a metà periodo, poi Kyzlink, in contropiede, riporta il vantaggio in doppia cifra: 44-34 al 26’30”. Robertson è ispirato e Friburgo arriva anche a -5 (46-41 al 28′), poi Cerella infila la tripla del 49-41 per un’Umana Reyer che si affida (con basse percentuali) soprattutto al tiro dall’arco, ma recupera molti rimbalzi offensivi (5 nel quarto). Si va così all’ultimo intervallo sul 49-42.

L’Umana Reyer ritorna in controllo in avvio di ultimo periodo: un libero di Washington e un tap-in di Biligha riportano il vantaggio in doppia cifra (52-42 al 31’30”) e sono gli stessi protagonisti (incredibile gioco da tre punti allo scadere dei 24” di Washington, stoppata di Biligha, altro canestro di Washington) a spingere la panchina di Friburgo al time out al 22’30” sul 57-45. Si segna poco e gli orogranata mantengono il vantaggio attorno alla doppia cifra, provando l’allungo subito dopo metà quarto con Tonut (canestro, un libero dopo il time out svizzero, una tripla per il 65-52 al 36’30” e un’altra per il 70-56 al 38′). E’ il break decisivo, con la panchina svizzera che decide di dare spazio ai giovani. Il match scivola così senza patemi verso il finale, che dice 72-62.

97 Commenti in questo articolo

  1. Ostregafioi

    Buon allenamento mentre Milano perdeva 20 a 0 a tavolino contro Pistoia.

  2. Si, buon allenamento nel 1/4. Poi noia a tal punto che mi è sparito pure il collegamento internet e mi sono persa il 4/4. Buona notte

  3. Ciao Betty, me raccomando de vardarte anca el 4/4,partitella di allenamento senza nessuna pretesa, nessuno si è fatto male, Stone e Bramos giustamente a riposo e piccola curvetta assai distratta, notte a tutti a domenica, forza Reyer.

  4. Ottima scusa per andare a cena con gli amici!

    Forza Reyer!

  5. RobertoC

    Dai non esageriamo. Gli allenamenti sono di ben altro atteggiamento e intensità. Di positivo c’è che non si è fatto male nessuno.

  6. fabrizio

    Tutto è bene quel che finisce bene, ovvero lo scrimmage di ieri sera è terminato senza alcun infortunato (ho temuto nuovamente per Tonut quando l’ho visto con la borsa del ghiaccio in testa), avendo tenuto a riposo i due mattatori che ci hanno salvato nell’ultimo mese (ovvero Stone e Bramos) e avendo dato minuti e gloria al ceko che se li è meritati tutti!
    Sul pseudo allenamento, invece, tecnicamente nulla da dire (se non che si sono viste le solite cose) ma certo mi chiedo come siamo stati capaci all’andata di ridurci ad aver bisogno clamorosamente di giocare un rocambolesco supplementare per vincere contro un team come questo svizzero: la cosa ha veramente dell’incredibile (tra le tante di quest’anno) così come era incredibile a 8 minuti dal termine ieri vedere un punteggio di “solo” 56 a 51 per noi (ma lasciamo perdere, come contro Pesaro abbiamo giocato “veramente” solo gli ultimi 13 minuti, ieri ci siamo limitati, giustamente, ai primi 10)!

  7. norm nixon

    Si..insomma…una sgambata dai. La cosa che mi ha fatto comunque più ridere è che Haynes non riusciva ad attaccare il ferro in penetrazione (uno contro uno) nemmeno contro sti neti. Vabbè facciamocene una ragione e via. Speriamo che il meglio se lo sia riservato per quando conterà davvero.

  8. Black Mamba

    Dai Fabrizio….. Non sei mai veramente contento. Porca Puttana miseria cerchi e rovisti sempre nel vaso della spazzatura per trovare qualcosa che non va. Era un allenamento punto e fine. Stone e Bramos hanno riposato e il Ceco ha giocato diversi minuti.
    Stop.
    E poi, non eri tu quello che manifestava la grandezza della “citazione” di Boniperti?
    “Vincere non è importante: è la sola cosa che conti”.
    Appunto.

  9. gian

    !!!!!!!!!!! Meglio non dire nulla sui soliti commenti !!!!!!!!!
    Ah no come dice Ve66art: COPEVE!

  10. Pelluto66

    eh si FABRIZIO…ma come??? si, ma come si permettono, i giocatori e l’Allenatore di SNOBBARE questi svizzeri..una squadra di neti!!! eh no..qui ci sono i presupposti per farsi restituire i soldi spesi per il biglietto e , aggiungo, ci scatta anche la contestazione…CONTESTAZIONE che sarebbe giustificata dal fatto che sul 56-51 c’era gente in panchina che rideva , dimostrando poco attaccamento alla maglia..e WDR? secondo me della partita non ha capito NULLA!!!TATTICAMENTE uno scempio!!! e Daye?? avevi ragione, solo 9 punti…9 punti..scandaloso…in tribuna doveva andare!!!
    io se fossi in te non andrei piu’ a vederli…
    Best Regards Pelluto

  11. fabrizio

    Sei grande Pelluto!
    Certo che non si puo’minimamente fare un po’ di ironia con voi che mi odiate a morte!
    Pero’ su Norm che diceva su Haynes niente eh, beato ti Norm che hai l’immnunita’!

  12. Nessuno odi fabrizio.

    AVANTI REYER!

  13. Aggiungo:Dalipagic invese de vardar ea partia(el Greco so pupillo no ghe gera)distribuiva a casso aranciata a gogo.

  14. ve66art

    Fabrizio…no sta strassarla per piacere dai, e non parlare di ironia su!!!

    Prova un giorno ad essere un cincinin più accomodamante e vedrai che nessuno se la prenderà più con te. Io so di essere “ridicolo” nel difendere sempre e comunque a spada tratta la squadra, ma tu amico mio, lo sei tanto quanto me nel voler trovare aspetti negativi ad ogni costo anche quando i fatti ti smentiscono sonoramente.

    Se poi mi dici che stiamo recitando una parte e che la tua è “questa” allora è un altro paio di maniche! Divertiamoci che i problemi al mondo ahimè xe altri!

  15. Per consolare un negativo ci vogliono motivazioni ancora più negative!

  16. norm nixon

    Fabrizio…non prendertela. È che se scrivo che haynes non sa attaccare il ferro io do un giudizio tecnico assodato…oggettivo e condivisibile anche da chi è tifoso a prescindere. Per questo il mio giudizio non è attaccabile. Io non ho scritto che haynes è netto. Ho scritto che non sa attaccare il ferro che è diverso

  17. Pelluto66

    Fabrizio lungi da me avercela con te.. e’ che mi hai servito un po’ di ironia gratis..io semplicemente non condivido il fatto che ci sia sempre del negativo sia che si vinca sia che si perda..anzi, il contrario..cerco del positivo anche nella sconfitta od in una brutta prestazione..poi si puo’ criticare, ci mancherebbe e su alcune cose ti comprendo ,pero’credimi se uno legge i tuoi post , dai la sensazione di avercela con WDR senza essere supportato dai fatti ( ed intendo tutta la storia di WDR alla Reyer ,non le ultime 10 partite..)
    Poi ognuno ha il proprio pensiero.
    ciao

  18. Dury

    Partita di allenamento puro !!!
    Ha giocato chi non gioca mai e riposato chi gioca sempre
    Cosa si vuole di più???
    La cosa più bella ??? ( secondo me )
    I due recuperi di widmar !!! Che roba !!!
    Se fosse sempre così!!!
    FORZA REYER

  19. Nanevianello

    Non ho visto la partita ieri e quindi non mi permetto giudizi . Ho letto i resoconti dei giornali e anche i commenti del blog. Considerato che la qualificazione non era in forse, allenamento o meno, mi pare sia stato saggio da parte di WDR, far riposare Bramos, non ulilizzare Stone, dosare il roster, dare spazio a Kyzlink, che se non ho mal capito, ha disputato una discreta gara.
    Non so come abbiano giocato gli altri. Direi a WDR, comunque, di istruire la truppa sugli antisportivi. Stavolta, ho letto, si è reso colpevole Washington . E’ un difetto che deve essere ” limato ” .
    La penalizzazione di Milano per l’impiego di Nunnaly ( che doveva scontare un squalifica ) non cambia le cose in testa : il vantaggio Armani resta consistente. Le cambia in coda, nella parte bassa della classifica . Ho letto che Milano ha presentato ricorso : a mio parere inopportuno. La svista è grave, la brutta figura ( gestionale ) anche . Capita. Ma le regole vanno accettate. Alrimenti non sono più ” regole ” . Sono” opzioni ” .
    Quanto all’immunità che avrebbe Norm, rispetto ad altri, reputo che quando uno scrive in buona fede,motivando i suoi pensieri, debba essere apprezzato. Che abbia o meno la competenza per farlo.
    Ho letto che il blog sarebbe una sorta di ” bar dello sport ” . Personalmente condivido quanti con educazione dissentono con ” pepe” : un blog è anche questo. E un poco di ironia non guasta .
    Ma ” questo ” blog ( tendenzialmente diviso, non tanto tra tifosi e non , ma tra tifosi ” sempre e comunque ” e tifosi che garbatamente evidenziano pecche e svarioni ) è un sito dove soprattutto si cerca di dibattere ” tecnicamente ” di basket. C’è chi ne sa di più, chi di meno. Ma al fondo della retina c’è sempre una discussione sui giocatori, sul rendimento della squadra, sui meriti (o eventuali errori ) dell’allenatore, sul futuro della società. E’ un bel blog . Dove ci sono i Bramos, gli Stone, i Tonut . Accanto ai Mazzola e ai Cerella. Non ” migliori” i primi. Non ” peggiori ” i secondi : solo diversi. E, mio parare personale, sul blog un ( croce e delizia ) Daye non c’è. Ma forse mi sbaglio. Ciao

  20. Nanevianello

    Parere non papare : impertinente , imprevedibile tastiera .

  21. norm nixon

    Nane…mmmm…mah..io direi invece che qui dentro siamo un po’ tutti Daye…nel senso che di cazzate, mi si permetterà questa innocente licenza, ne facciamo tutti. Ognuno ha il suo ego…spiccato o meno…ognuno brontola a suo modo…ognuno cerca di risolvere le cose da solo..ognuno pensa in fondo di essere più furbo del prossimo..ognuno è un po’ anarchico come d’altronde lo è geneticamente il pensiero dell’uomo. Io direi che abbiamo molto di Daye. Poi certo…difficile essere sempre virtuosi come Bramos ma questo è un altro discorso.

  22. Cambiando argomento,cosa prevedete per la partita con Trento?
    Le motivazioni per impegnarsi,visti i trascorsi, penso ci siano, ormai è diventata una classica. Io la vedo incerta sino alla fine. (Scaramanticamente non mi sbilancio sull’esito). W REYER!!!

  23. gian

    Fabrizio, non prendertela nessuno ti odia anzi direi che le tue uscite danno modo di “battibeccare” con te, ma credimi nessuno ti odia, ci mancherebbe altro.
    Un caro saluto a tutti.

  24. Nanevianello

    Norm : filosoficamente il tuo ragionamento non fa una grinza. Siamo tutti certamente Daye : con il nostro ego, la nostra supponenza, il nostro modo di interpretare e vivere non il basket ma la vita. Nello specifico ( e mi scuso se l’esempio non è sembrato calzante ma era solo un modo di dire per evidenziare che anche gli eccessi su questo blog non mi sembrano così virulenti, nonostante alcuni tendano ad esprimersi con una sola ” cifra ” ) mi pare che la tolleranza e il buon senso prevalgano. Tra l’altro le ” fazioni ” sono tali sempre e comunque nel segno della passione per questa vecchia gloriosa società che ne ha viste di tutti i colori. Ma che è stata sempre amata ( quasi sempre ) . Lo era quando alla Misericordia giocavano impiegati, commercianti e studenti che erano in grado di spaventare anche gli squadroni di Milano, Varese e Bologna. Lo era quando Zorzi misei in piedi la sua nursery con l’aggunta di Hawes e di un altro paio di esperti naviganti. Lo era quando Dalipagic e Hayword facevano sognare quella coppa che purtroppo non arrivò. Oggi con Brugnaro la Reyer è stabilmente ai vertici del basket nostrano. Ha vinto uno scudetto e una Coppa. E’ tanto con il bacino d’utenza che Venezia e Mestre si ritrovano. Per questo serve un nuovo impianto : Ma questo è un vecchio discorso. In ogni caso ( e lo dico senza piaggeria ) è sempre un piacere confrontarsi con te. Al pari di altri che per scrivere un ” pezzo alla Nane ” non elenco .
    Cara Betty : sì reputo anche io che sarà – come sempre una gara difficile, contro Trento. Giocano duro e giocano sporco. E’ la loro filosofia di gioco. A me piace. Trento mi ricorda la vecchia Reyer dei Cedolini e dei Vaccher. Che erano meno dotati tecnicamente dei Vittori, dei Riminucci e dei Lombardi ma che sopperivano con il cuore e la ” garra ” . Quelli che mette Trento. So che per alcuni sono solo ” boscaioli ” . Ma anche Trento è una piccola realtà cestistica. Eppure stanno a buon livello da diverse stagioni. E questo è un grande merito.

  25. Nitran-go

    Betty, appunto, visti i trascorsi, mi auguro solo che non si faccia male nessuno.

  26. Certo Nitran, spero anch’io che non vengano con intenti nefasti. Ma si sa che noi soffriamo la loro fisicità e non credo riusciremo questa volta a rifilare più di 20 punti come all’andata. Ma se giochiamo da Reyer ……Io ci spero.

  27. Non vedo l’ora arrivino i macellai. Ce ne son o di conti aperti……. mi sa che la voce se ne andrà per un paio di giorni.

    Ricordo a tutti l’intervento killer di Hougue sul Greco, intervento volontario e fatto per far male. Riuscendoci. Chi di voi c’era a Trento in gara 4 (credo pochi) non può non ricordare il gesto fatto dallo stesso omino ai tifosi avversari (cioè a noi) alla fine della partita, stavolta senza provocare volontariamente male fisico. Arriverà domenica e sarà una grande domenica.

    Forza Reyer!

  28. giuliano

    Sembra facile usare la motosega o l’accetta ma non lo è, ci vogliono anni di prove e allenamenti costanti e lo stesso allenatore che da molti anni predica questa filosofia, un contesto molto diverso dal fiato sul collo del pubblico nella più bella (e piccola) palestra del mondo, quella del Sansovino. Da non confondersi anche se i risultati a volte sono sembrati analoghi. Là c’era l’ardore, l’impeto, la passione e l’agonismo, mentre tra i boschi del Trentino calcolata cattiveria e malafede travestita da atletismo e pressing. Per fortuna manca il macellaio no. uno ma il due basta e avanza, in ogno caso la sorte è in mano agli arbitri, speriamo all’altezza.

  29. giuliano

    Non capisco come un Lele Molin sia finito tra i boscaioli dopo essere stato alla corte di Messina!

  30. cesare

    Rast…io c’ero e me lo ricordo bene

  31. ve66art

    Mi spiace molto che per descrivere le caratteristiche negative (o presunte tali) dei blogghisti si utilizzi come prototipo un giocatore e le sue presunte peculiarità caratteriali. Tutto ciò è scorretto, disonesto e frutto di pericolosi preconcetti che pescano a piene mani nel senso comune. Nel peggior senso comune! Scusate il pistolotto..

  32. norm nixon

    ve66art…ma con chi ce l’hai? Spero non con me perchè il mio intervento era a tutela di Daye. Tutti siamo un po’ di tutto e non è un luogo comune, è la verità. Per cui se Nane dice che qui dentro idealmente ognuno di noi è questo o quel giocatore ma nessuno di noi è Daye…io ho risposto che invece Daye lo siamo un po’ tutti come siamo tutti gli altri giocatori. Ve66art…il concetto riguarda l’uomo in generale non questo o quel giocatore…che comunque è un uomo. Non so cosa ci sia da polemizzare onestamente.

  33. ve66art

    Non ce l’ho con te norm, ci mancherebbe, anzi, a dire il vero, non ce l’ho proprio con nessuno, tuttavia, converrai con me, che fin troppo spesso al “nome” si associa una costellazione di caratteristiche non propriamente lusinghiere che sono, ipocrita negarlo, il frutto di inferenze del tutto personali. Non so che ne pensi, ma forse si sta tagliando addosso al personaggio un vestito a lui non troppo comodo. Tutto qui…

  34. norm nixon

    Ve66art…si ok sono d’accordo. Ed è anche per questo che mi auguro che austin possa trovare in qualche modo il suo equilibrio nel gruppo. Sarebbe un bene per tutti. La scommessa è ancora aperta. Di perso non c’è nulla.

  35. Dado

    La ‘partitella di allenamento’ di ieri mi ha fatto riflettere sugli STIMOLI di questa Reyer..
    Abbiamo in squadra giocatori ex NBA, Eurolega, gente che ha giocato con squadre e campionati ai massimi livelli.. che stimoli immaginate possano avere trovandosi davanti squadre tipo [nn voglio elencare ma alcune sono abbastanza prevedibili]..?
    Questo professionalità a parte.. non tutti sono Stone e Bramos..
    E allora:
    1. Vuoi perché …tanto ci siamo già qualificati per i PO..
    2. Vuoi perché.. tanto se perdiamo o vinciamo sempre secondi rimaniamo
    3. Vuoi perché.. ma si ma tanto sono squadrette da fondo classifica
    4. Vuoi perché.. ma la coppa Italia in fondo è solo un torneetto da fine settimana..
    5. Etc etc..
    Secondo voi.. quante volte possiamo dire di aver visto tutta la squadra (non qualche singolo a turno) in campo agonisticamente motivata/stimolata?

    Mi verrebbe da dire le due partite con Tenerife, 3/4 contro Milano.. quante altre volte su tutte le partite disputate? 30,40, 90%?

  36. Dado

    E tra l’altro. domenica Trento… qui dal Blog, a parte Nane, pare ci siano solo commenti di disprezzo verso la squadra di Biscaglia… che stimoli dovrebbero dare? O meglio che stimoli dovrebbero avere i nostri giocatori..? Di ‘vendetta agonistica’? Di giocare diversamente e più fisicamente? Di far vedere che anche col nostro gioco gli asfaltiamo?

  37. Nanevianello

    Non si scappa, visto che l’argomento è stato introdotto da me e sviluppato da Norm : sono io il disonesto.
    E questo Ve66art, chiunque tu accidenti sia, non te lo permetto. Non ho mai fatto a cornate con nessuno qui.E non intendo cominciare ora.
    Ma non mi prendo del disonesto. Primo perchè non lo sono . Secondo perchè caro Ve66art non hai capito una mazza di quello che ho scritto. E questo è ancora peggio .

    Quanto ai macellai : sì, picchiano e giocano sporco. E rammento gli episodi citati da Rast e da altri . Ne parlarono alcuni giornali. Quel giocatore non c’è più, peraltro.
    Io volevo solo dire che non resti ad alto livello solo picchiando. Dietro c’è una società che funziona.E questo va riconosciuto, in un panorama di società fallite o prossime al fallimento .
    Quanto alla Reyer della Misericordia, il pubblico a mezzo metro dal parquet benchè intimidisse non rammento sia mai uscito dai binari. Come succedeva a Livorno e a Pesaro, allora. Ma la Reyer veneziana ( poi dal 65′ con Djuric ) si arrangiava, mancando di talento e soprattutto di centimetri. Non erano scorretti. Si arrangiavano, con astuzia, e mestiere. E avevano un immenso cuore davanti al loro pubblico. Era un basket diverso. Dove un pressing contro Ezio Lessana era impossibile, visto che era in grado di tenere la palla per mezza giornata quando la Reyer era in vantaggio magari in finale di partita punto a punto . Il campo era intero, non dovevi passare la metà campo in tot secondi. E se ti facevano fallo potevi rinunciare a tirare i liberi .
    Solo questo. Poi ognuno ha la sua opinione.E i suoi rancori, le sue ” vendette ” sportive da ” saldare ” .
    Io non ne ho. Tifo per la squadra della mia città natale. Mi piace il basket : il bel basket. Che è fatto anche di durezza ed agonismo . Non solo di quello. Ma anche di quello. Buonanotte.

  38. Nitran-go

    Sogno una F4 di bcl a Bologna. Con la reyer naturalmente.

  39. norm nixon

    Dado…beh distinguiamo tra prima e dopo la prima pausa di campionato. Da settembre a metà dicembre la reyer ha sempre o quasi tenuto grande intensità. Da metà dicembre in poi siamo calati diventando ondivaghi.

  40. ve66art

    Grazie Nane…quando vuoi sai essere chiaro e conciso!

    “…Secondo perchè caro Ve66art non hai capito una mazza di quello che ho scritto. E questo è ancora peggio…”

    Chissà, forse sono io Daye!

  41. Pelluto66

    Dado scusa, forse ho capito male…sopra hai scritto che “non” tutti possono essere professionali( professionisti) come Bramos o Stone?
    te lo chiedo perche’ se sottointendi che loro due sono degli esempi di come vivere e comportarsi in una squadra( alludendo ad altri..) devo chiarire ( o meglio devi/dovete chiarirmi cos’e essere professionali..) che dissento su Stone
    Stone e’ un ottimo giocatore, iper-funzionale a questa Reyer ed a questo Campionato, ma vogliamo parlare del suo comportamento l’anno scorso quando lascio’ la squadra per andarsene in NBA adducendo motivazioni personali, con un contratto firmato?
    io non voglio rompere , ne voglio difendere nessuno (Daye), ma seguo il concetto dell’amico ve66art…ovvero mi sembra che qui abbiamo perso di vista alcuni concetti, modificandoli a piacere a seconda delle simpatie..

  42. Dado

    Norm.. esatto.. io avrei detto 90% delle partite prima della pausa con bella tensione agonistica, dopo.. mi sembra siamo sul 30% che non xe proprio ben..

    Poi mi pensavo.. essere in squadra e cambiare per Tim Duncan.. e 5 anni dopo.. cambiare per Mazzola, oppure giocare contro CSKA, Fenerbahçe, Real.. e poi con squadre a malapena da A2.. STIMOLI.. apprezzo per questo Stone.. che se ne frega.. e da generalmente il massimo, il piu’ delle volte anche Bramos.. altri (Daye, Haynes,..) mi sembrano ogni tanto pensare agli ‘anni migliori’.. per cui se davanti c’e’ uno squadrone si sentono piu’ stimolati.. altrimenti meno..

  43. norm nixon

    Dado si…l’approccio mentale e il darsi non è uguale per tutti. Giocatori come bramos…stone ma anche che ne so…de nicolao cerella e tanti altri non si risparmiano mai. Altri invece sono più parsimoniosi e calcolatori come haynes che giocano quando veramente serve. Anche se a dir la verità saresti pagato per dare il massimo o quasi a ogni partita. Ed è un altro dei motivi per cui haynes non è in cima ai miei pensieri…a maggior ragione se sei capitano…..e ci aggiungo un bel zio porco. Perché quando ci vuole ci vuole. Ma detto questo poi l’importante è che il gruppo abbia il suo equilibrio. Vediamo come andrà a finire…come sempre.

  44. Dado

    Norm.. esattamente.. cmq vediamo..

  45. Dado

    Pelluto.. avvicinavo Stone e Bramos come modello di professionalità non Per il generale comportamento con la società Reyer nei tre anni passati, ma per la grinta in campo a prescindere dall’avversario e importanza della partita.. certamente anche Stone e Bramos hanno qualche partita opaca.. ma il loro apporto/contributo (difesa, punti, rimbalzi, assist, generale energia) sembra essere molto piu’ continuo di altri giocatori, e questo anche in relazione di quanto ha scritto Norm poi e’ segno di professionalità.. inoltre rende anche il gioco più bello..
    Altro esempio.. certamente Daye o Haynes hanno visto contesti cestistici e spazi/tempi giocati che un Kizlinck si sta ancora sognando.. e proprio per questo appena Thomas ha giocato.. ha dato tutto.. punti a parte, guarda il suo tuffo in volo per recuperare un pallone a bordo campo alla fine del terzo tempo..in una partita che non contava niente.. rischio infortunio a parte.. nuovamente Stimoli.. Motivazioni..

  46. Pelluto66

    …potrei proseguire dicendo che poi un Campione con la C maiuscola lo vedi quando la palla scotta..e mi sembra che Haynes sotto questo punto di vista non difetti..poi possiamo discutere all’infinito ,ma ricordiamoci che noi non conosciamo tante dinamiche personali dei giocatori..per esempio avanzando con l’eta’ uno “ascolta” il proprio corpo e ci sono giocatori che rischiano infortuni ( muscolari e altro..) piu’ di altri..le variabili sono molteplici ma se alla fine del discorso devo andare a gara 7 , Finale scudetto, palla in mano a poco dalla fine, chi voglio in campo? Haynes o Cerella( con tutto il rispetto)..? Daye o Biligha?..la verita’ e’ con le partite NON sono tutte uguali , sopratutto se giochi ogni 3 giorni, e 3 competizioni..nemmeno Lebron o Curry giocano tutte le sere con la stessa intensita’…in regular season giocano a strappi , vanno in striscia..poi nei PO e’ un’altra storia e gli americani hanno questa mentalita’..

  47. norm nixon

    Pelluto…il discorso è che personalmente in gara 7 la palla non la do ne’ a cerella ne’ a haynes. Quindi non si tratta di dire se è meglio darla cerella o a haynes. Questo ovviamente per me. Poi è normale che ogni tanto ti fa vincere le partite….ci mancherebbe altro. Haynes di mestiere fa il giocatore di basket e non l’idraulico. Ma non spacciamolo per quello che non è.

  48. Nitran-go

    Diciamo, Norm, che Haynes non è propriamente il tuo giocatore preferito, non lo è mai stato e mai lo sarà. Secondo me non completamente a ragione. In generale, quindi non solo tu, ci si ricorda poco di certe sue iniziative decisive/momenti in cui si è preso delle responsabilità. Non si è mai infortunato (spero che si tocchi), ha giocato a volte anche 30’ abbondanti. Non lo so, forse ogni anno passa un anno e forse quest’anno ha messo meno impegno continuo. Però da quando è da noi lo reputo uno dei giocatori maggiormente importanti. E anche questa altro non è che una mia personale convinzione.

  49. AcquaAlta

    Haynes e’ quello che ” comanda” all’interno dello spogliatoio, e quello che puo’ interloquire con Wdr anche nei momenti piu’ delicati….anche se da fuori questo non si darebbe a vedere…

  50. Dado

    Pelluto.. trascurando il 20-0 con Pistoia.. Mike James ha fatto.. 21 contro Reggio Emilia, 19 Contro Pesaro, e si e’ ‘limitato’ a 11 punti 4 r, 6 assist contro Pistoia (andata).. da un Campione mi aspetterei questo.. continuità di rendimento.. non Al top contro CSKA.. e in tribuna con le ultime di campionato..

    Il costo del biglietto per le partite e’ lo stesso sia se giochiamo contro Milano, sia contro l’ultima in classifica, piacerebbe vedere la stessa qualità di impegno.. che magari con Milano può voler dire vincere o perdere di 2 punti, e con un’altra squadra può voler dire vincere di 30-40..

  51. norm nixon

    Nitran…infatti è una mia opinione. Ma credimi…sono tanti…ma veramente tanti coloro che convengono con me. E non sto parlando di toni o bepi….tanto per essere chiaro.

  52. Dado

    Praticamente la Reyer che avevamo le prime 6-7 partite di Campionato e Coppa..

  53. Nitran-go

    Va ben Norm. Ti dico anch’io che ne ho tanti, credimi, che convengono con me? Puoi provare che non è vero? Che discorsi sono? I tuoi contano di più? Dai, su!
    James è un forte giocatore ma è una persona arrogante. Poi va ben, viva ea Spagna dove che se magna; se vuoi solo vincere prenditi i più forti e chi se ne frega del loro carattere. Non so, a volte qui mi sembra che si scambi una squadra di basket con un’impresa, in cui conta il profitto, gli utili e se dei pezzi non vanno bene si rottamano e si cambiano. Per me non è così. Io credo ancora in certi valori.

  54. Pelluto66

    Dado, scusami, ma i discorsi che fai su James (come esempio) sono pura demagogia..se vuoi pagare il biglietto e vedere tutte le sere lo stesso spettacolo, vai a Teatro e segui Bisio nel suo itinere..non venirmi fuori con ste’ storie che siccome paghi allora James o Haynes devono sempre fare sfracelli..se non ti va’ bene non seguire lo sport..una partita spesso ha protagonisti differenti da quelli che uno attende..e’ uno sport di squadra e ci sta’ che alcune partite , dal punto di vista psicologico, vengano affrontate con un atteggiamento diverso..allo stesso modo dovresti pretendere che l’allenatore faccia sempre giocare i piu’ forti, perche’ altrimenti il biglietto pagato non e’ stato remunerato dallo show proposto…
    Dado, senza offesa, forse, involontariamente, hai toccato uno dei veri problemi della tifoseria Reyer…la PASSIONE maiuscola non guarda il dettaglio di queste cose , ma vede se dentro la maglia per la quale si tifa , i soggetti che la indossano corrono, saltano e vincono..se pensate allo spettacolo in termini di esibizione , hai voglia a parlare di sostegno “caldo”..

  55. paper861

    C era qualcuno in questo blog che stravedeva x Johnson odom.punti entrate assist..dopo qualche mese si sono accorti che era un Po drogato.io dopo 2,5 anni mi tengo ben stretto haynes, con lui abbiamo pur vinto uno scudetto mentre chi aveva ragland o rich mai ha vinto nulla. Il basket x come lo intendo io è il più puro gioco di squadra ed è per questo che il mio idolo è julianStone! Forza reyer

  56. Tifosomediomona

    Il bello di avere in squadra giocatori “navigati” e mediamente forti é che, se in forma, steccano di rado le partite che contano e che spesso riescono a fare risultato anche senza metterci il massimo dello sforzo.
    L’altra faccia della medaglia é che non ti sembra quasi mai di vederli davvero impegnati per la causa della tua squadra.
    Magari prendendo per la regular season un paio di “rookies alla Artis” che devono farsi conoscere in Europa (oltre ad 8 “certezze”) si vedrebbe più “garra” in campo.
    Poi per i P.O. (che con 8 buoni li raggiungi in Italia) se hanno deluso li sostituisci coi “veterani sicuri” e che comincino le danze!

  57. Francesco

    …. e intano per domenica si prepara uno pseudo sciopero del tifo:

    “La Reyer è un modo di vivere, un modo di essere e va sempre sposata” queste sono state le parole del nostro coach a fine partita a Parigi.
    Noi vorremmo aggiungere che la Reyer va anche sostenuta.
    Ultimamente troppo spesso noi della curva ci troviamo soli nel farlo.
    Il perché ce lo siamo chiesti tante volte. Le motivazioni possono essere molteplici ma non è in questa sede che le vogliamo affrontare.
    Domenica cercheremo di far capire a tutti cosa vuol dire guardare la partita senza il sostegno del pubblico, o quantomeno della curva.
    La prima parte di gara ci vedrà seduti a guardare la partita come tutti gli altri.
    Non sarà un azione di ripicca nei confronti di nessuno. Sarà solo un semplice gesto per far capire a chi da per scontato che la curva c’è e DEVE cantare, che di scontato non c’è nulla.
    Molti di noi la cravatta la indossano durante la settimana, non la domenica per venire al palazzetto. Noi la domenica, liberi da etichette, ci lasciamo trasportare dalla nostra passione cantando e divertendoci. Non per questo vogliamo essere additati come dei poveri imbecilli, gasati e rompiballe!!!
    Noi vogliamo essere visti come il motore trainante della passione reyerina.
    Quella passione che negli anni ha fatto storia, dall’urlo della Misericordia al muro dell’Arsenale.
    La curva è e sarà sempre aperta a chiunque voglia essere il sesto uomo. Ma ha bisogno dell’aiuto anche di tutto il resto del palazzo
    Insieme ghea podemo far!!!
    PALAZZO: VOI CON NOI
    O NOI COME VOI

    copiato dalla pagina FB della curva nord Roby Paties

  58. Dado

    Pelluto.. James era per fare un esempio su di un nome che salta fuori spesso qui.. ma c’e ne sono molti di Campioni che non si risparmiano quando giocano con le ultime della classe.. E questo tra NBA, Eurolega, ma anche LegabasketA.. non penso sia necessari elencarli..
    Sui protagonisti differenti.. ben vengano!! Pagherei forse un biglietto più alto se questo servisse a Vedere Mazzola prendere 10 rimbalzi e fare un paio di schiacciate, vedere Giuri in campo per 30 minuti e fare 20 punti, De Nicolao che parte in quintetto e ci rimane a servire 10 assist a Watt come gli viene bene, Washington in campo 30 minuti che attacca il ferro.. etc..etc.. e in una partita in cui Stone, Haynes, Bramos, Daye… giocano 12 mins a testa..

    Il mio discorso non era sull’avere sempre i piu’ forti in campo a fare numeri.. ma vedere agonismo in sana misura..

    Ma se WDR mette in campo Haynes, Daye, Watt, Bramos, Stone,.. per 30 minuti.. con una media degli altri di 12-15… non pensi che si aspetti da questi 5 di più? E’ in questo caso che anch’io mi aspetto di più… altrimenti preferisco di gran lunga in campo gli altri e tempi invertiti..

    Sul fatto della PASSIONE.. mi trovi 100% d’accordo.. Non ho mai proposto ‘sostituzioni’ di giocatori che non sembravano ‘funzionare’ , al massimo espresso perplessità/riflessioni.. ripeto… abbiamo un Roster lungo.. non penso che porti alcun svantaggio fisico metterci un po’ di più impegno ad ogni partita, similmente ad inizio campionato.. soprattutto da questo punto della stagione in poi..

  59. norm nixon

    Nitran…il carattere? Il caratere

  60. norm nixon

    Scusa mi è partito il messaggio. Completo il concetto. Il carattere

  61. norm nixon

    Scusa mi è partito il messaggio. Completo il concetto. Il carattere è una componente senza dubbio da tenere presente nel momento in cui faccio delle scelte e indubbiamente haynes si è rivelato sempre un ottimo professionista..su questo non ci sono dubbi. Semplicemente la mia non è una riflessione da tifoso ma tecnica e quindi è basata esclusivamente sulle caratteristiche tecniche del giocatore. Non è che haynes non vada bene…per me la reyer può tenerselo anche a vita…figurati. voglio solo far presente a te e a tutti che lo scorso anno la reyer decise di scegliere come ultimo visto una guardia e non un lungo solo perché si era accorta che le mancava un go to guy per attaccare il ferro e scelse Sosa per questo motivo. Che poi Sosa non giocò come sperava la reyer è un altro conto ma la scelta di sosa rispondeva a questa esigenza.

  62. norm nixon

    E quest’anno questa esigenza si sta riproponendo…e sempre per gli stessi motivi. Io analizzo..non faccio il tifoso.

  63. norm nixon

    Come mi sento dire che Haynes secondo me domenica con Trento disputerà un’ottima partita…perchè è una di quelle partite che ha un significato particolare se non altro per quel che è successo la scorsa stagione. E quindi se c’è una partita in cui Haynes può alzare la sua qualità..beh quella è proprio contro Trento. Almeno me lo auguro.

  64. norm nixon

    Comunicato della curva condivisibile, iniziativa comprensibile ma non risolverà di una virgola la situazione che ha UN’UNICA MATRICE E SPIEGAZIONE: non puoi pretendere da un pubblico mediamente vecchio che canti e urli dal primo all’ultimo minuto. Questo è il pubblico della reyer: tanti vecchi e pochi giovani. Stop. Quindi tutto ha un senso. Il “vecchio” si siede..applaude..brontola e finisce lì. Poi è logico che su 3500 ci siano delle eccezioni..cioè 50-60enni che saltano e cantano ma rappresentano l’eccezione e non la naturale regola. Se invece su quei 3500 presenti ci fossero che ne so 2500 giovani allora il Taliercio sarebbe una bolgia come un tempo. Ma giovani non ce ne sono, Stop.

  65. Francesco

    finché ce la faccio io rientro ancora tra i 50-60enni che fanno eccezione. E ho pure tramandato la passione alla figlia 20enne …. di più non posso fare.

    Si potrebbe proporre un reddito di tifoseria 😀

  66. norm nixon

    Francesco….le eccezioni ci sono..come ho scritto ma conta le regola! Palasport composto da tifoseria vecchia, non è possibile materialmente avere entusiasmo dai! E’ naturale. Prova a venire al Taliercio alle finali della Reyer school Cup!! Prova a venire! E’ uno spettacolo di entusiasmo, di tifo..tutti studenti…tutti giovani che fanno un casino del diavolo!! Mi riportano di 40-50 anni indietro col tempo. Quando arriva quel giorno…chiudo gli occhi e mi limito a sentire…il suono e la forza di quelle voci e riprovo vecchie emozioni. Ma quel pubblico la reyer non ce l’ha.

  67. Nitran-go

    Non ti era partito il messaggio Norm. Per un momento hai avvertito la necessità di immedesimarti in un Ferruccio versione prolissa

  68. norm nixon

    Nitran…è vero, lo confesso. Sentivo la mancanza di Ferruccio. Idolo assoluto.

  69. Francesco

    @ norm

    a malincuore non posso che darti ragione su tutta la linea.
    Mi rammarica il fatto tra tutto quel popolo di studenti che anima le tribune della School Cup non nascano nuovi tifosi.

    Io ricordo ancora come fosse oggi, la prima volta che sono entrato all’Arsenale … era un mercoledì, la partita era Canon Venezia – Gabetti Cantù … sono rimasto folgorato dal calore e dal casino che c’era li dentro …. e da quel giorno è stata dipendenza 🙂

  70. norm nixon

    Francesco…9 novembre 1977 Canon-Gabetti 87-88

  71. Purtroppo abito al Lido e venire al palazzetto per me è pesante ma sono stata abbonata per diversi anni sia alla Reyer che al Venezia calcio. Vivere gli incontri dal vivo,anche se magari stai più scomodo, è un’altra cosa. Trovo molto positiva l’iniziativa della Reyer school cup. Quando studiavo erano gli istituti ad organizzare gli incontri alla Misericordia (bei tempi)quindi merito alla società nell’aver ripreso questa iniziativa.
    Non si potrebbe dirottare un po’ di tifoseria giovane a vedere la prima squadra con biglietti omaggio?

  72. norm nixon

    Betty…non vengono..non gli interessa. Ci hanno provato in tutti i modi. Vengono alla Reyer school Cup perchè si sentono di appartenere alla scuola e quindi tifano per la loro scuola ma del basket non gliene frega nulla. E quindi finita la partita della loro scuola poi tornano ai loro interessi..che non sono il basket e la domenica fanno altro.

  73. Francesco

    grande Norm ….. sai una pagina più del libro.

  74. Francesco

    @ Betty

    come dice Norm gli studenti andrebbero numerosi a seguire i loro compagni anche se si disputasse il torneo di briscola, ma finito quello ognuno per i fatti propri.
    In cuor mio pensavo che lo scudetto di 2 anni fa avesse potuto smuovere una certa curiosità o interesse, portroppo così non è stato

  75. Nitran-go

    Ciao Betty, sei una mia compaesana d’isola.

  76. Forse dipende la fatto che non ho figli e quindi sono un po’ lontana dal mondo giovanile.Ma a cosa di appassionano? amare lo sport (tutti) è o meglio dovebbe essere una forma di educazione,un arricchimento oltre che un divertimento (se lo pratichi ancora meglio)
    Certo che se vanno allo stadio con l’intenzione di menarsi… siamo lontani.
    Mi spiace perché perdono emozioni che a volte si ricordano per una vita. Voglio citare una frase che ho letto e che mi è piaciuta molto: “essere giovani non è un merito come essere vecchi non è una colpa”. Ognuno viva al meglio l’età che ha.
    Stop. Non voglio rompere ulteriormente con discorsi che con il blog c’entrano come i cavoli a merenda .
    @Nitran
    Abito al Lido con mio marito ma io sono di Cannaregio quindi lidense a metà.
    Buona serata a tutti in attesa di Trento.
    W REYER

  77. Nitran-go

    Io invece sono lidense coea coa (da 4 anni). Castello mia patria d’origine.

  78. Spiace che proprio domenica la curva entri in sciopero a tempo, speriamo che nel frattempo qualche focherello si accenda, compreso noi della piccola curva, poi non voglio fare assolutamente polemica, ma molti cori tra di loro, mi sembra che non vengano recepiti da noi fuori curva, specialmente il sottoscritto,sarà ea sordità o
    ve66 che da drio me bagna ogni tanto con ea minerae,o Mamba sempre da drio de mi che pensa ancora de essar in caserma e me frantuma ea spina dorsae e meno mal che ghr se Dalipagic coe so aranciate siberiane,Forza Reyer e Daye col tifo.

  79. #ghe,ghr se in omaggio a(ciao)Paolo.

  80. paolog

    Cos’è scioperano contro se stessi? Non mi pare che abbiamo una curva piena e ribollente di tifo. Il settore più vuoto è proprio la curva, sono francamente sempre meno e cantano cori autocelebrativi…per carità è vero che il resto del Palasport è in silenzio perenne ma un po’ di autocritica non guasterebbe. Il pienone c’è solo ai Playoff ma credo che anche la curva soffra di ricambio generazionale.
    Sul poco tifo ho la mia idea e la ho già espressa. È il lato negativo della gestione Brugnaro. Fidelity Accreditati a pioggia e scarso feeling,a anche per questioni politiche, con parte della tifoseria più calda hanno tolto molto entusiasmo.I buoni risultati hanno nascosto il problema ma è innegabile che il Taliercio è sempre più un teatro cosa evidenziata da Haynes e a mio avviso voluta da Brugnaro. Non è con un tempo in silenzio che cambierà qualcosa.

  81. norm nixon

    Paolog…con tutto rispetto non sono gli accrediti a pioggia come scrivi tu il problema. Quelli possono pure starci. Il problema è che non ci sono giovani..né in curva né in gradinata. Siamo sempre lì.

  82. fabioz11

    Ritornando sempre su una delle cose a me purtroppo più care, il tifo, vorrei porvi nuovamente una domanda
    Discorsi tutti veri , nessun ricambio generazionale, poco entusiasmo, poco coinvolgimento pubblico,siamo tutti sulla sessantina,il redicolo ingresso del tifo più caldo due minuti prima della partita …… ma tutto questo c’era anche quando eravamo in esilio a Treviso e lì c’era un tifo impressionante e caloroso e colorito
    Riguardatevi un intervista a Daniel Hackett, che diceva di non voler incontrare la Reyer per il tifo del suo pubblico
    Cosa è cambiato????

  83. fabioz11

    Per Betty
    Oltre che lidense sei una ex benedettina?

  84. mikis

    Fabio, hai ragione, anch’io ricordo con nostalgia l’esilio a treviso, il palaverde/palagranata, l’autostrada fino a treviso nord, la curva tipo Pireo o Salonicco, 5.000 personaggi domenica. Forse era il ritorno dello spettacolo dopo anni di buio, ma l’entusiasmo era enorme. Cos’è successo dopo ? Non è che siamo invecchiati tutti di colpo.

  85. norm nixon

    Cioè fioi è successo semplicemente che nel primo anno di serie A era scontato e naturale che ci fosse grande entusiasmo a prescindere dall’età dei tifosi. La massima serie mancava da troppi anni! Poi i tifosi con gli anni si sono parametrati coi grandi risultati raggiunti e il veneziano che è un po’ ca..alto di natura ha cominciato a ritenere tutto normale e ad appiattire le proprie emozioni. Mettici poi l’età media…mettici un palasport inadeguato…mettici che la qualità del basket italiano in generale è quella che è e alla fine la morale che al palasport c’è….chi c’è.

  86. Bn giorno a tutti
    @Fabioz11
    No non sono benedettina ne in senso ecclesiastico che scolastico. Ero al Sarpi.

  87. Nitran-go

    Ogni scuola e ogni classe aveva la sua Betty. Io ne avevo tre in una sola classe.

  88. Black Mamba

    Isolani state amoreggiando?

  89. No Black Malga. Il mio cuore è già impegnato. La simpatia tra isolani e non mi fa piacere soprattutto avendo la Reyer come comune filo conduttore. Vado a cucinare. Dan Peterson direbbe Mamma butta la pasta!!!

  90. Nitran-go

    Betty, ma gli vai anche dietro? Black Malga è un burlone

  91. AcquaAlta

    Nel restauro del Taliercio sono stati applicati anche quei fonoassorbenti al soffitto, che assorbono oltre il 50 % dei suoni,e anche per questo sembra ci sia meno tifo “vocale”… poi c’entra anche la struttura del tipo ovale, dove attaccato al campo da gioco c’e’ il parterre,e piu’ lontano, le gradinate…ben piu’ “caldi” possono essere i palazzetti rettangolari,con le gradinate a ridosso del campo da gioco….tipo Arsenale, Treviso, e tanti altri…

  92. Dado

    AcquaAlta.. immagino i fonoassorbenti siano stati installati per ridurre la concentrazione acustica proprio sul campo.. con la cupola del Tagliercio a fare da ‘lente’.. senza quelli.. poveri timpani dei giocatori.. (pure i nostri)..

  93. Tifosomediomona

    So di essere ripetitivo ma “Tagliercio” non si può leggere!
    Ancora ancora “Widmar” col vu doppio ma il cognome del fu Giuseppe mi da fastidio sentirlo storpiare. Probabilmente da fastidio anche agli eredi dell’ingegnere.

  94. Nitran-go

    Tifoso…, qua mi istighi. Io non sopporto gli spazi in più o in meno prima o dopo parentesi o punteggiatura. C’è almeno uno qua che lo fa sistematicamente. La regola è: per le () spazio fuori e non spazio dentro; per la punteggiatura non spazio prima, spazio dopo. Comunque credo che Paolo Miro sia il tuo idolo allora.

  95. Dado

    Tifoso, hai ragione.. scappato forse da suggerimento digitazione. Non ricordo neanche più.

  96. NewBobolix

    Ragazzi come si raggiunge la curvetta ? Vi sedete dietro la nostra panchina ? Mi piacerebbe almeno salutarvi e conoscervi di persona….

    Thank you 😉

  97. Nitran-go

    Siamo dalla parte opposta. Guardando dalla nostra panchina sulla sinistra, in corrispondenza del canestro avversario del secondo tempo. Ti aspettiamo NewBobolix, sarà un piacere conoscerti.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •