• Pronto riscatto europeo e prima vittoria esterna dell’Umana Reyer in Basketball Champions League: Rosa Radom battuto 71-81
  • BCL: Umana Reyer Venezia – Rosa Radom 102-93 d1ts

    09 gennaio 2018

    Parziali: 21-28; 41-52; 63-71; 86-86

    Umana Reyer: Haynes 18, Peric 8, Johnson 11, Green 2, Tonut 4, De Nicolao 6, Orelik 18, Bolpin ne, Ress, Biligha 4, Cerella 6, Watt 25. All. De Raffaele.
    Rosa Radom: Punter 31, Auda 7, Piechowicz 3, Witka, Zegzula, Trojan, Szymanski, Zaytsev 20, Szymkiewicz 4, Sokolowski 6, Harrow 22. All. Kaminski.

    Dopo un lungo inseguimento, l’Umana Reyer torna a vincere anche in Basketball Champions League, piegando dopo un supplementare al Taliercio il Rosa Radom 102-93.
    La novità in quintetto è Tonut (schierato con Haynes, Orelik, Peric e Watt). L’inizio è di marca ospite (0-4), prima che Orelik colpisca da 3 e poi da 2 per il 5-4 al 2′. Dal 5-5 di Auda sul primo fallo di Peric, l’Umana Reyer infila un parziale di 8-0 in 1′ (concluso con un bel canestro rovesciato di Tonut) e al 4′ è così 13-5. Due giochi da tre punti, di Punter e Harrow, danno però il là alla riscossa polacca ed è Sokolowski, al 6′, a siglare il sorpasso (15-16), con un altro canestro più libero di Harrow che completa il parziale di 2-14 (15-19 al 6’30”). Con i liberi di Tonut e il canestro di Biligha gli orogranata si mantengono a due punti di distanza (19-21 al 7’30”), anche se il finale di quarto è nuovamente polacco, con un break di 0-7 a cui risponde Green con l’ultimo canestro, per il 21-28.
    Al ritorno in campo coach De Raffaele chiama time out dopo 30” sul 21-32 e, al rientro in campo, Cerella (da 3) e Biligha riavvicinano l’Umana Reyer sul 26-32 all’11’, poi due triple di Johnson (la seconda grazie a un recupero di Cerella in tuffo sul parquet) limano ulteriormente sul 32-35 al 12′. E’ la panchina ospite, in questo frangente, a chiamare il time out ed è Harrow ad ergersi a protagonista per il 32-42 al 14′. Peric recupera rimbalzo offensivo e mette una tripla, ma poi spende il terzo fallo, così il Rosa Radom ritrova il massimo margine (+11) sul 35-46 al 15’30”. Gli orogranata faticano contro la zona aggressiva degli ospiti, con Orelik che lotta a rimbalzo offensivo e risponde ai canestri polacchi. Due volte De Nicolao commette fallo sulla conclusione da 3 di Punter: dopo un 1/3, il miglior realizzatore del primo tempo (16 punti) fa 3/3 al secondo tentativo e aggiorna il massimo divario: 40-52 al 19′, che diventa 41-52 all’intervallo lungo dopo il libero di Orelik.
    Ci vuole più di un minuto e mezzo per muovere il punteggio in avvio di secondo tempo, con la tripla di Piechowicz che vale il 41-55. Dopo la risposta, sempre dall’arco, di Peric, l’Umana Reyer alza l’intensità difensiva e la velocità in contropiede, riavvicinandosi con Johnson e Watt sul 48-55 al 22’30”. Dopo il quarto fallo di Peric, il Rosa Radom prova nuovamente ad allungare (48-59 al 23′), ma le triple di Haynes e Orelik costringono la panchina polacca a chiamare time out al 24′ sul 54-59. Il divario tra le due squadre si mantiene tra i 5 e i 7 punti per un paio di minuti, in una partita che si fa spigolosa, fino al gioco da tre punti di Punter, che poi mette una tripla allo scadere dei 24” e ridà il +10 al Rosa Radom (61-71) al 28’30”. Nel finale di quarto, in campo si vede qualche discutibile fischio arbitrale, come quello che toglie dai giochi per 5 falli Peric a 3” dall’ultimo intervallo, dopo la schiacciata del croato per il 63-71, che sarà il risultato dopo 30” per lo 0/2 dalla lunetta di Sokolowski.
    Il palazzetto diventa una bolgia dopo altri fischi discutibili e gli orogranata trovano la giusta grinta per limare punto su punto. Il protagonista assoluto è Haynes, con un gioco da tre punti e due triple che valgono il sorpasso sul 72-71 al 32’30”, con pronto time out polacco. Sul quarto fallo di Biligha, che costa anche il bonus, Zaytsev impatta con l’1/2 dalla lunetta e, sempre con i liberi (di Punter), il Rosa Radom torna avanti al 33’30” (72-74), spendendo a sua volta subito dopo il bonus, con seguente time out orogranata. Si va avanti di lunetta in lunetta (1/2 Watt, 2/2 Sokolowski) poi Cerella impatta da 3 a quota 76 al 34’30” e, sempre con una tripla (dopo un recupero difensivo di De Nicolao), Johnson dà il 79-76 al 35’30”. Ma la partita resta in equilibrio: è di nuovo parità, a quota 80, al 36’30”, dopo il libero e la tripla di Zaytsev e il libero di De Nicolao. Watt completa un gioco da tre punti al 37′ (83-80), poi, dopo l’errore di Punter, De Raffaele chiama time out con 2’40” da giocare, ma non arriva il canestro nonostante tre rimbalzi offensivi di fila. Punter fa 1/2 ai liberi, così come Harrow, che però sigla il sorpasso dopo il rimbalzo offensivo e allunga sull’83-86 a -1’04” sulla palla persa da Orelik. Il lituano, però, si rifà segnando in tap-in sull’errore di Johnson da 3, con fallo e tiro libero supplementare a segno per l’86-86 a -45”. Harrow commette infrazione in palleggio a -32”, ma la seguente conclusione da 3 di Cerella è sporcata dalla difesa polacca, con rimessa Rosa Radom, dopo il time out, a -12”. Sulla penetrazione di Harrow la difesa orogranata si chiude bene, con palla che esce dal campo e la terna arbitrale che, dopo un consulto, accetta la richiesta veneziana di consultare l’instant replay, cambiando la rimessa e assegnandola all’Umana Reyer con 4” da giocare e time out, stavolta, di coach De Raffaele. Haynes riceve sulla rimessa da De Nicolao, penetra e trova il contatto, ma non il fallo, e così è supplementare.
    L’overtime si apre con la tripla fallita da Orelik e quella segnata da Zaytsev, anche se poi Watt trova canestro e antisportivo di Szymkiewicz: il gioco da tre punti non si completa, ma Haynes infila il 90-89 al 41′. Zaytsev riporta avanti (90-91) il Rosa Radom dalla lunetta, ma poi spende il quinto fallo su Watt, che stavolta fa 2/2 ed è 92-91 al 42′. Si procede con sorpassi e controsorpassi: a Punter risponde ancora Watt, con un nuovo canestro più fallo: stavolta è 1/1 e 95-93, poi, sul recupero difensivo, Haynes infila in rovesciata il 97-93 al 43′ e, dopo il recupero di De Nicolao, Watt inchioda la schiacciata del 99-93 al 44′. I polacchi non segnano più e la tripla di De Nicolao a -6” è quella della vittoria per 102-93.

    143 Commenti in questo articolo

    1. RICK DARNELL

      Anche se vinciamo rimango sempre con un profondo senso di tristezza .

    2. Ostregafioi

      Bravi,Campioni. Non me frega niente se “non asfaltano”. Vincono sempre, mi fanno sempre soffrire ma vincono sempre ! Campioni!

    3. ale70

      Avanti così….e adesso recuperare energie x Milano …grande Haynes

    4. canestrelli

      Solo qualche considerazione a caldo.
      1. Tutto è bene quel che finisce bene.
      2. Nessuno mi venga a dire che Radom è una squadra di neti.
      3. Spero che Haynes abbia convinto anche i più refrattari e che norm sia
      finalmente riuscito a farselo piacere.
      4. una squadra che ha ambizioni non può tirare i liberi col 60%
      5. Bene Watt nel supplementare.

    5. Hobiean

      Bravi alla fine… ma c’è molto da sistemare! C’è tensione in questa squadra, non si capiscono troppo bene. Manca qualcosa davvero, DJ inutile narciso inconsistente. Pericoloso..

    6. Hobiean

      Haynes meriterebbe di essere meno insultato perché se Stone ha giocato bene 3 partite (fondamentali ma non le uniche) Haynes ne ha risolte forse 30.. bravo Haynes!

    7. mada

      Abbiamo un 50 watt da 10 kilowatts!!!!!!!!
      Fortissimi e vincenti forza che ci aspetta Milano

    8. Quest’anno i Nostri Eroi ci fanno imbestialire e innamorare,questa sera per quasi
      35 minuti abbiamo sacramentato poi la squadra si è ricompattata pareggiando ai
      tempi regolamentari e disputando un’ottimo supplementare che ci ha portato ad
      una sofferta vittoria tanto per cambiare,Grande Marquez che ha perforato la retina in momenti topici della partita,e Grande Orelik che ha fatto il Bramos praticamente di tutto,Ottimo Watt e Denik con recuperi fondamentali,molto bene
      Cerella che ha dato la giusta spinta alla rimonta e DJ meglio delle ultime partite
      visto cosi sembrerebbe una grande vittoria e qualcuno direbbe ma che partia ti gà visto?in effetti questa sera la difesa faceva alquanto a desiderare e se
      siamo riusciti a sfangarla il merito è del talento di qualche Eroe e del gioco corale degli ultimi minuti ed è questo che alla fin fine per ora conta, altri 2 punti in saccoccia e quarta vittoria consecutiva ottimo per il morale dopodiché
      a presto ci saranno i rientri di San Bramos e di Jenkins ma questa è un’altra storia che verrà,Notte a tutti e Forza Reyer.

    9. paper861

      mi associo al plauso per haynes, la sua partita la fa sempre,poi il tiro può entrare o no ma l impegno c è sempre!avremo sicuramente tanti difetti ma ogni tanto lo spirito reyer riappare..e nell’ attesa del rientro degli illustri infortunati e del lento recupero di tonut buona notte a tutti e FORZA REYER

    10. ve66art

      Haynes, piaccia o non piaccia è il faro di questa squadra!!! Oggi monumentale, ed il primo che mi dice che è un “netto” o magno!

      PS Admin, dimmi a chi devo far recapitare la parcella del mio cardiologo! Oggi più extrasistoli che punti!!! Ahahahah

    11. RaffaelePisu

      Come già più volte espresso haynes leader della squadra. Step che non pensavo potesse fare. Orelik bene ma il tiro non va. Watt fa davanti ma dietro disfa.
      X il resto ripassare.

    12. giama29

      Qualche luce ma molte ombre questa sera al Taliercio. Abbiamo rischiato di uscire fuori dalla coppa e sarebbe stata una catastrofe a livello psicologico. Non oso immaginare cosa scriverà Fabrizio in particolare dopo aver sentito l’intervista post partita di WDR. Mi associo con chi non ha considerato miglior giocatore della serata Watt perchè se ne ha segnati 25 ne ha fatti segnare 40 al Radom. Marques Haynes sempre più determinante: sta prendendo in mano la squadra, in particolare nei momenti chiave. Certo che una curva che non gli dedica neanche un coro è veramente triste. Ma cosa ci vuole!!!? Irritante Johnson: svogliatissimo in difesa, poco reattivo, abulico ed apatico. Da qualche segno di presenza con qualche tiro da tre, ma per il resto non c’è proprio, anzi, c’è sempre meno. Peccato, sembra sempre più un corpo estraneo. Aspetterei il rientro di Bramos per capire se questa sua evoluzione così in chiave negativa sia destinata a continuare o interrompersi a breve. Spero in suo risveglio.

    13. acetone

      Non commento la partita, sarei forse troppo duro. Mi sorprende però che non sia Orelik il più votato per MVP. È L’unico che ha tenuto e sorretto la squadra con grinta e qualità per tutta la partita. Ha giocato anche quando non stava praticamente più in piedi…. boh. Forse ha avuto 5 minuti di riposo in 45 totali di gioco…

    14. Nitran-go

      Non sarebbe onesto ritrattare quello che ho pensato e detto fino all’inizio del 4/4, cioè che stavamo giocando in maniera inguardabile. Avete letto bene, non sono Fabrizio, quello che scrivo è quello che penso. Ho sempre pensato però che non era possibile giocare così per l’intera partita e questa squadra l’ha fatto anche l’anno scorso (ricordare Ventspils). Ergo, non ha seguito le direttive, giocare con intensità 40’. Abbiamo giocato con intensità l’OT e una parte del 4/4. Basta. Direi imbarazzanti molte dormite a rimbalzo.
      Fine del predicozzo, altre considerazioni.
      1. Non diciamo che questi erano neti, non diciamolo più per nessuno e lasciamo a casa le betoniere;
      2. Sono due anni che, assieme ad altri, dico che q è un grande. Punto;
      3. Se non sbaglio ho visto Orelik sempre in campo. Non gli si può chiedere anche di tirare bene;
      4. Con Milano mi aspetto una partita diversa, da perdere ma da giocare;
      5. Propongo di sostituire il coro “noi vogliamo questa vittoria” con “noi vogliamo il supplementare.”

    15. bondsan63

      Squadra che sa reagire nei momenti giusti, mai doma, ci buttano il cuore e si vince. Mi sembra di rivedere la REYER dell’anno scorso. Sperem ben.Milano si può fare. FORZA REYER. p.s. le coronarie resistono (par el momento).

    16. Paolo Miro

      Ho visto molti, anche in postazione stampa, incazzarsi comr delle iene contro gli arbitri rei di avercela su con la Reyer e di esser i colpevoli di quella che sembrava a un certo punto un’irrimediabile débacle.
      Non c’entrano nulla. La capacità inimitabile della squadra di quest’anno è quella di adattarsi meravigliosamente al gioco avvversario. Quando c’è di fronte uno squadrone giocano da squadrone e quando come avversaria c’è una compagine mediocre giocano mediocramente.
      In un modo che, se uno venisse per la prima volta a vederli, potrebbe dire che sembra stiano aspettando che gli avversari prima o poi calino per averne la meglio dato che è impossibile perdere (siamo noi i più forti).
      Ecco tutta questa supponenza infastidisce perché, se quel snto di coach venisse (non dico sempre, qualche volta) ascoltato e seguito nei piani partita e ci si volesse sprecare ad abbassar il baricentro e piegar le ginocchia o, che si, a far qualche taglia-fuori, difendendo come ho visto fare “solo” a fine 4to periodo e nell’over-time, tutti questi patemi d’animo si potrebbero evitare.
      Se si divertono tanto a sprecar energie con tutti sti tempi supplementari basta dirlo prima che ci organizziamo.
      Poi però non arrabbiamoci quando quei 2-3 che si sciroppano regolarmente dai 20 ai 25 minuti scoppieranno e non ci sarà nessuno in grado di farne le veci adeguatamente.
      Encomiabili nel finale di gara e entusiasmanti per reattività e voglia di vincere. Ma non si può regalare a NESSUN avversario neanche se si chiama Rosa Radom, 4/5 di partita come sparring partners neutrali.
      Ho ancora negli occhi la gara a C.d’O.; non tanto per l”Aavversario ma per la cattiveria e la determinazione impiegati. Mi auguro venga riproiettata ai giocatori ogni volta che la sera prima si “permettono” di gigioneggiare.
      Sono incazzato sì. In potenziale enorme a disposizione lo VOGLIO vedere! (Non solo immaginare).
      Bravi comunque a venirne fuori. Forza Reyer.

    17. virusdestroy

      squadra di campioni, gioca bene o gioca male.. ma come ieri sera ribaltando una gara che da come ho visto potevi perderla benissimo i nostri eroi chi hanno messo il cuore riportandosi sotto e vincere all’ OT. haynes sempre più leader (nonostante alcuni gufi del blog)ho visto che se watt non si lascia andare a falli precoci rende di più, ma comporta meno difesa all’avversario. infatti si è visto con i loro lunghi andare a canestro. bravo orelik non possiamo chidergli la luna se sbaglia qualche tiro da tre se pensiamo a quanti minuti in campo ha dovuto fare. anche oggi insufficienza a dj. e per favore lasciate stare WDR che con tutti i problemi di infortuni riesce a far si che la squadra rimanga coesa. forza reyer

    18. Nitran-go

      Miro…. no se capisse un casso!!!!!

    19. Paolo Miro

      @ Giama29: non osi immaginare cosa scriverà Fabrizio dopo aver ascoltato l’intervista di WdR? Guarda che il ciach non si è nascosto dietro agli stuzzicadenti; solo che cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno (a differenza di molti di noi).
      @ Nitran: tu potrai anche dire che il Radom non è mediocre, ma credimi che quando ieri sera a un certo punto ho cercato (pur consapevole che ci stavamo mettendo molto del nostro) la stessa tesi con chi avevo attorno, mi son preso una serie di critiche pesantissima.

    20. Paolo Miro

      …e no sta far el “copia e incolla” che no ghe crede più nissuni…

    21. fabrizio

      Acclamato a gran voce da Giama29 e da Nitran, eccomi qua a commentare la gara di ieri.
      Per la verita’, all’intervallo avevo gia’ scritto questo commento, che sintetizzo, su un altro post: “lo schifo e il ribrezzo hanno raggiunto il loro apice alle ore 21.10 del 9 Gennaio 2018: all’intervallo + 11 per il Rosa Radom!!!”!
      Ecco, a freddo cambio poco delle mie impressioni ma mi tengo stretta la vittoria perche’ molto importante e meno male che ieri, causa lavoro, l’ho vista dal pc e non dal vivo senno’ sul 55 a 41 per loro avrei vomitato in faccia all’amico Ve66 o sarei sceso in campo e scagliato per terra gli occhiali di De Raffaele per dirgli se ora vedeva meglio la figura di m….che stavamo facendo!
      Perche’ Giama, hai capito bene che il coach nell’intervista post partita non puo’ esaltarsi per le 4 vittorie consecutive: tutti, guardando i calendari, li baciavamo vedendo che ci toccavano in serie le tre peggiori in circolazione in modo da risollevarci e come le abbiamo vinte?
      Delle 4 (di cui 3 in casa), due in casa dopo un supplementare (di cui una di 2 punti), una sempre in casa di un punto contro la derelitta Pesaro (ultima in classifica e strapazzata la trasferta prima in quel di Cantu’) e solo dominando la trasferta in Sicilia con Capo D’Orlando, la quale, pero’, vorrei far notare i 30 punto circa li ha presi anche con Cantu’ e Avellino nelle ultime 3 partite!
      Quindi teniamoci strette le vittorie, teniamoci saldi gli 8 punti fondamentali per le rispettive classifiche e per la serenita’ morale ma per il gioco espresso, la non difesa e certe scelte tattiche e di giocatori, per favore, passiamo oltre perche’ si e’ rimasti alla gara contro Reggio come immagine che stiamo dando e forse peggio!
      Ieri i polacchi non son sembrati neti? E come mai fino a ieri avevano vinto solo con Lubiana e un’altra partita 50 a 49 (!!!) non ricordo con chi?
      Forse perche’ ieri hanno trovato delle praterie dove scorazzare che neanche in Scozia si vedono e con il Sig. Harrow che e’ sembrato un fenomeno e non quel giocatore scartato da Pesaro (e ribadisco Pesaro) l’anno scorso!
      Chiudo dicendo: felice dei 2 punti e del guizzo d’orgoglio mostrato nel supplementare (che potevamo evitare se dalla panchina avessero preparato uno schema decoroso sull’ultima azione dei regolamentari) ma spero si chiudino dentro lo spogliatoio facendosi chiarezza l’un l’altro per il futuro una volta per tutte perche’ e’impensabile fare strada giocando tutte le partite in sto modo e quasi sempre al fotofinish e anche oltre!!

    22. Black Mamba

      Ciao a tutti.
      2 considerazioni.
      1) Per qualche tratto ho visto in campo Biligha e Watt insieme (come auspicato da Roberto C.).
      Cosa ne pensate dell’esperimento?
      2) Qualcuno, esperto in tattiche difensive può spiegarmi il perchè il nostro Centro (Watt o Biligha)
      in fase difensiva deve rincorrere il loro Centrone che va a fare un blocco per il loro Play
      il quale, aggirando il blocco, si trova a sua volta un corridoio centrale per una comoda entrata? (Punter ieri ci ha
      fatto male!).
      Da inesperto mi chiedo: non può aspettare nei pressi del canestro?
      Grazie per le vostre risposte.

    23. paolog

      Partita giocando per tre quarti trotterellando, nel quarto abbiamo finalmente giocato veramente e lo si è visto. Atteggiamento pericoloso anche se comprensibile visti gli impegni ravvicinati e la prossima sfida con Milano. Mi preoccupa aver visto Tonut in panca con la borsa del ghiaccio, qualcuno sa cosa si è fatto? Grande prova del nostro centro che nel supplementare senza il diretto avversario fuori per falli ha fatto la differenza. Male, molto male Johnson che continuo a ritenere giocatore da sacrificare per un innesto più funzionale a questa squadra. Lui non ha voglia di mettersi a servizio della squadra e del coach, lo si vede, è in disponente e gioca per conto suo. Credo che si stia solo aspettando di trovare un sostituto valido e lui lo abbia ormai capito. Vediamo Domenica, banco di prova per capirne di più e speriamo poi che nelle final eight non andiamo come al solito per fare le comparse. Forza Reyer

    24. RICK DARNELL

      Black mamba giusta l osservazione su biligha insieme a watt. L esperimento è molti interessante perché dopo aver spostatonorelik in 3 se biligha potrà giocare in 4 , significa che troviamo la quadra
      inserendo un centro muscolare da affiancare a watt

    25. Paolo Miro

      Paolog….nelle Final8 ci becchiamo Torino, ormai si è capito e se giocano come ieri e domenica le comparse sono già prenotate.

    26. ve66art

      Icio…Te me vomiti sua musana? Fortuna che so to amigo! pensa se te stavo sui bae!!!

      Cmq secondo me esageri! So che lo fai per passione, perchè sei innamorato del basket e della reyer, però fattene una ragione, e con te anche gli altri tecnocrati del blog: vince chi fa più punti!

      Ho letto in un post: “Avellino di un altro pianeta”. Fioi faccio presente che Avellino ha vinto lo stesso numero di partite della Reyer. E chi mi viene a dire che la reyer ha perso tutte le partite giocate contro le dirette concorrenti, dico che queste sono state tutte giocate fuori casa, senza Jenkins e talune anche senza Bramos, ergo, no ste romper i coioni e godetevi la vittoria!

    27. Paolo Miro

      VE66art:…. no se capisse un casso!!!!!

    28. Paolo Miro

      Constatazione: il basket non sarà matematica, ma.aritmetica spesso sì. Ma nessuno si è reso conto che in 3 del Radom hanno realizzato 73 punti su 93 totali?!?!?!?
      E chi li doveva marcare questi 3 mostri? Su dai…fuori i nomi.

    29. Black Mamba

      Guardatevi gli highlights dell’incontro.
      E’ innaturale che un centro di 210 corra dietro a un manzo come lui fino alla linea
      dei 3 punti per poi farsi bucare in difesa da un Play di 190 cm.
      Quando rientra per chiudere non ha più le gambe.
      Ieri sera nell’OT Watt era in debito di ossigeno!!!

    30. RICK DARNELL

      Black mamba l azione che descrivi si chiama Pick & roll ed è la base dei gioco del basket attuale. Serve x creare vantaggio al play o al lungo bloccante . Infatti se watt o biligha non seguissero fuori area il centro avversario che porta il blocco , il play attaccante si troverebbe totalmente libero di tirare . Contemporaneamente il bloccante Rolla in area marcato da un piccolo e se gli arriva la palla sono quasi sempre due punti facili. La difesa x essere efficace devo coinvolgere altri giocatori con rotazioni e cambi in un equilibrio difficile da trovare x la reyer di quest anno. Lo scorso anno avevamo un play di due metri che col suo atletismo riusciva a limitare il lungo rollante in area ma non voglio riaprire la diatriba su Stone. Aggiungo che lo scorso anno avevamo un atleta formidabile comw ejim che chiudeva tutto e aiutava tutti . Ecco perché molti di noi chiedono un atleta in4-5 e altri un play con fisico .

    31. Paolo Miro

      ….cioè i 2 ultimi contratti residui….occio eh!

    32. VISTA LA PARTITA CONTRO I POLACCHI PER DOMENICA POSSO SOLO CANTARE UNA
      CANZONE AI NOSTRI EROI: CIAO VENESSIA,CIAO VENESSIA CIAO CIAO.
      AMPELIO

    33. fabrizio

      Rileggendo l’intervento che ho scritto stamane mi rendo conto di essere andato stavolta un po’ troppo sopra le righe: mi riferisco ovviamente alla frase relativa agli occhiali da gettare a terra del coach, col quale mi scuso di cuore per l’espressione assolutamente inappropriata seppur scritta in un impeto di passione sportiva.
      Dico anche questo perche’ sono un tipo molto passionale e sanguigno ma con alti valori di civilta’ ed educazione insegnatimi sin da piccolo dai miei genitori e quindi quella frase, seppur scritta ovviamente come goliardata e senza alcun vero fine violento, non mi appartiene e va cancellata.
      Amo la Reyer da piu’ di 40 anni tantissimo ma la passione non deve mai trascendere a dismisura e mai deve mancare il rispetto per le persone e Walter, pur coi suoi limiti e pur non condividendone molte volte le scelte, sta dando tutto nel suo lavoro cercando di fare il bene per il Leone!
      Ancora scusa quindi coach e in bocca al lupo a te e tutta la squadra per Milano, dove per noi tifosi, prima ancora della vittoria, sara’ importante che giochiate fino all’ultima stilla di sudore e onorando la nostra gloriosa maglia!

    34. Nitran-go

      Fabrissio, ti ga ciapà ea carne dal Brugny?

    35. germa

      http://m.pianetabasket.com/lega-a/lega-a-addio-taliercio-il-sindaco-padrone-brugnaro-progetta-il-futuro-con-un-tycoon-di-singapore-150791

    36. Icio no ti te ga’ scusa’ co ve che ti voevi
      vomitarghe suea meona.

    37. fabrizio

      No, Nitran non ho preso carne dal Brugny ma comunque mi son reso conto che era giusto farlo.
      Con l’amico Ve66 (grande amante dei panini del chiosco) lui sa che ghe voio un gran ben e che xe schersa: tra l’altro ieri o go visto con tanto di sciarpa al collo dentro il Taliercio ed era molto glamour, complimenti!

    38. Icio el gaveva el torcicollo peso dei veci

    39. Paolo Miro

      @ Germa:
      终于来了!华友威尼斯。谢谢市长。 Reyer和中文….完美结合。

    40. Paolo Miro

      P.S.: adesso sì che podé scriver sul serio “…no se capisse un casso!” 😀 (anca se ghe xé scritto davvero qualcossa de concreto)

    41. gianluk

      salve a tutti volevo già aggiungere ai commenti ben più esperti e competenti degli abituali frequentatori del blog se mi sono accorto solo io della reazione di WDR al 5 fallo (inutile) di Pero (l’ha mandato a quel paese se non peggio…) ma non mi è piaciuta l’occhiata di sfida che ha fatto Peric….. sappiamo benissimo che giocatore molto umorale ma non vorrei ci fosse qualche problema di spogliatoio…. ah bravo il numero 0 polacco Punter…pensare ha la stessa età di Tonut….

    42. RobertoC

      @Paolo…no se capisse un casso…

    43. Bob Lanier

      Be’, tutti ormai hanno capito che il match di ieri aveva una valenza allegorica, per le composizioni del roster Reyer liberamente variato in campo. Rosa random.

    44. Paolo Miro

      @ RobertoC (e @ tutti staltri che no ga capìo – un c….o):
      Finalmente è arrivato! Evviva Venezia. Grazie, sindaco. Reyer e cinesi … combinazione perfetta.
      Tradotto dal Cinese all’italiano 😉

    45. fabrizio

      Ci sono ancora tanti se e troppi ma sulla questione palasport: finora siamo sempre alle parole e a qualche articolo in piu’ che si legge sui mass media ma, ribadisco, per davvero crederci voglio vedere la prima fatidica pietra messa!
      E comunque i tempi devono essere sempre piu’ stretti in merito visto i regolamenti: incombe, infatti, lo spauracchio play off da giocare lontani da casa!!

    46. Paolo Miro

      Grazie Lubiana! Ora dopo la sua vittoria a Bayreuth siamo terzi. Bisogna resistere a Strasburgo.

    47. ve66art

      Icio, il tuo post di scuse rende onore alla tua intelligenza, alla tua educazione ed alla tua cultura! Ti stimo….

      Io ho fiducia in questa squadra, e credo che farà molto bene nonostante tutto. E poi è un gioco…una metafora della vita…

    48. acetone

      http://m.pianetabasket.com/lega-a/mercato-a-reyer-venezia-possibile-un-ritorno-di-julyan-stone-150829

    49. ganciocielo60

      Fake news

    50. DuviSuper

      intanto anche stanotte un altro bel n.e. per Stone, vediamo quanto dura

    51. Paolo Miro

      Ormai non ci crede più nessuno:”….il che lo rende disponibile ad un ritorno in Italia….” sì, la franchigia lo rende disponibile. È lui che non è disponibile. Credo.
      E come gli si può dat torto?

    52. Nitran-go

      E se torna in Italia e va ad Avellino ci incazziamo?

    53. Paolo Miro

      Basta che el na lassa qua na mandola de un cubo….e no se incazzemo più de tanto 🙂

    54. RaffaelePisu

      Bah articolo su stone che ha basi nulle

    55. Paolo Miro

      Che el torna o no el torna…da tirar fora le petenele el ga!!!

    56. RICK DARNELL

      Le cose iniziano a maturare …. i Hope

    57. Paolo Miro

      In.cossa? Nel ritorno o nei schei? Mi par i secondi.

    58. bagigio

      Scusatemi, comunque stiamo parlando di un professionista che per lavoro gioca a basket. Che ne sappiamo se tra gli accordi presi tra le società ci sia pure la possibilità di un ritorno “obbligato” nel caso di taglio? Il fatto che la società non abbia ancora provveduto a spendere nessun contratto americano potrebbe essere proprio per vedere come va a finire con il Pietra. Non mi sorprenderebbe assolutamente un suo ritorno da noi. Anzi. Poi magari a qualcuno potrebbe dare fastidio,altri invece ne sarebbero entusiasti. L’importante è tornare con la mentalità del “combattente”. E il Pietra c’è l’ha. Poi il discorso del “mercenario” o del “piagnucolatore” che se n’è andato per soldi o sfruttando la malattia del papà, sinceramente penso che siano discorsi che si fanno a parole è basta, perché se fossimo stati noi al posto suo non so cosa avremmo fatto. Purtroppo le bandiere nello sport sono sempre di meno. Io spero che la società abbia in mente un suo ritorno e l’ingaggio di un altro giocatore che possa dare tanta difesa, perché i punti nelle mani già ce li abbiano. E domenica si va a Milano. Ci fanno tutti per spacciati. Io spero di tornare contento da Assago. Sempre e solo forza Reyer.

    59. RICK DARNELL

      Bravo bagigio . Bel post

    60. Paolo Miro

      Bagigio…..siccome i casi come al aolito sono solo 2, la Reyer sa benissimo che nel primo caso (quello del suo taglio e conseguente “obbligo” per Stone a scegliere) se invece di pagare decidesse dj onorare il contratto, si troverebbe “costretta” ad accettare per non trovarsi lei a sborsar dollari. Quello che non sappiamo non è ciò che si son dette all’epoca le 2 parti, bensì se la Reyer sia contenta a questo punto o no di riutilizzarlo o di invece utilizzare i soldi che le arriverebbero per un acquisto che al momento attuale non si può permettere.

    61. Paolo Miro

      Discorso sfida vs. Milano: lunedì hanno vint. A Pistoia quasi solamente per la panchina lunga, convincendo poco e subendo a lunghi tratti la pressione dei toscani che quaso riuscivano a sorpassarli. Stasera se la vedono con il CSKA Mosca e non oso pensare alla fine che faranno.
      Poi se anche loro, come molte altre, impiegheranno contro di noi le loro migliori risorse e faranno un partitone non mi meraviglierei. I Campioni d’Italia siamo noi….

    62. paolog

      Continuiamo a giustificarli questi poveri milionari viziati,poi magari incazziamoci con il nero che chiede l’elemosina al supermercato o o con il bianco che vuole lavarci I vetri della macchina. Certo Stone è un professionista, ben pagato. Qua da noi non veniva retribuito con bagigi ma con dei bei soldini. Ci ha sputato sopra, inutile girarci intorno, potete trovare tutte le giustificazioni del mondo, altri avrebbero baciato la mano di Brugnaro al posto suo. Ora questo povero ragazzo dovrebbe tornare a far la fame da noi perché quei cattivi non lo fanno giocare abbastanza… Per piacere! Che succeda dappertutto nello sport lo sappiamo, che non ci siano bandiere pure.. Ma iniziamo a dare qualche esempio e non ci caliamo sempre le braghe, i poveri da compatire e da giustificare sono altri.

    63. bagigio

      Non è questione di compatire, Paolo, ma di sapere come stanno le cose. Mi ricordo che circa vent’anni fa lavoravo a Marghera in un officina come tornitore. Il mio “maestro”se n’è andato per soldi da un altra parte, per poi tornare dopo due anni di nuovo da noi, felicemente riaccolto dai titolari. Perché? Per il semplice fatto che era bravissimo e che lo conoscevano. Cosa avrebbero dovuto fare? Dirgli di no perché si erano offesi per come si era comportato? Hanno fatto il loro interesse, niente di più. E probabilmente anche lui ci ha guadagnato di nuovo. Questo per dire che non ci dovremmo sorprendere se Stone dovesse ritornare. E neanche meravigliarsi se la società dovesse fare un comunicato felicitandosi del ritorno in squadra. Di certo a livello economico Stone ci perderà, ma se il contratto prevede un suo rientro non vedo perché rifiutarlo. Poi, ripeto, noi tifosi possiamo amarlo o considerarlo un traditore. A me ,se aiuta la squadra in meglio, fa solo che piacere. Poi ognuno la pensa come vuole,ovvio.

    64. radovanovic

      Vorrei solo dire che Punter e Harrow martedì sembravano “marziani” immarcabili, oltre 50 punti in due! Ed è più grave che anche Monaldi domenica è sembrato un NBA prestato al campionato. Domenica sera tremo al pensiero di Theodore e Jerrels. Ecco credo che Stone potrebbe difendere come nessuno sa fare sugli esterni, tagliare fuori a rimbalzo e dare la possibilità di rotazioni difensive oggi impensabili.
      Lui o qualcun altro, ma lui lo conosciamo bene e lo ricordiamo quando guardava negli occhi Ragland e con le lunghe leve gli impediva il primo passo che era fatale a Mc Gee! Poi nessuno è perfetto….nessuno è integerrimo…tutti perdono palle con ingenuità ecc, ma nel complesso…

    65. Paolo Miro

      Bagigio: “….se il contratto prevede un suo rientro non vedo perché rifiutarlo.”? Ripeto: per il semplicissimo motivo che rifiutandolo la Reyer dovrebbe sborsare lei i quattrii invece di Srone! (Che comunque non tornerà. Per giocare. Ma solo per risolvere il contratto sospeso).

    66. bagigio

      Paolo,sei sicuro perché lo sai o perché lo pensi?

    67. Paolo Miro

      L’ho già detto più volte: perché lo penso.
      E lo penso in funzione della logica.
      Non c’è mica solo Charlotte in USA.
      Anxhe se vien tagliato la via dell’NBA è presa.
      Qui aveva firmato perché pensava che non ci sarebbe mai riuscito. Anche se tura fuori qualche palata di $ non muore di sicuro ma rimane a casa.
      Ti faccio notare che Stine a me piace comr gioca.
      Non mi piace come ci ha lasciati. Ed è anche un altro motivo per il quale non penzo ritorni.

    68. ve66art

      Miro..no se capisse un casso!

    69. virusdestroy

      Miro .no se capisse un ca..o cambia tastiera. Stine me ricorda costine, Penzo conosso tanti de ciosa.

    70. Codroipo

      Scusate sono mancato un po’ dal blog per motivi di viaggio … ma vi seguo sempre. Ve66 noto che il tuo foulard ha fatto colpo …. eh si Miro, no se capisse un casso

    71. fabrizio

      Io credo che Stone non tornerà anche se un giocatore con le sue caratteristiche ci farebbe molto comodo per certi equilibri di squadra, soprattutto difensivi.
      Il fatto che sembra che la Società sia immobile o non abbia preso ancora qualcuno, quindi, a mio parere non dipende dalla questione Stone ma da, probabilmente, attente e precise valutazioni di mercato (non solo economiche) che in Reyer staranno facendo per non sbagliare gli ultimi due visti a disposizione: sono troppo importanti e verranno spesi solo per prendere giocatori funzionali alla squadra e capaci di farci fare veramente quel salto in avanti per poter tornare ad essere competitivi per vincere qualcosa come fu l’anno scorso, altrimenti spendere per spendere non avrebbe senso e se per quest’anno in Società non dovessero nutrire velleità particolari allora il roster a disposizione, ora come ora, al completo sarebbe sufficiente per poter arrivare quantomeno ai play off e ai quarti di finale di Champions oltre che per giocarsela, in partite secche ravvicinate, alla Final Eight di Coppa Italia.
      Per la partita di domenica con l’Armani non mi faccio illusioni di vittoria ma sono certo che i ragazzi daranno il 100% delle loro possibilità così come sono certo che De Raffaele starà preparando delle trappole particolari difensive per isolare Theodore e Goudelock e per evitare al massimo i rifornimenti ai loro lunghi di qualità: speriamo pertanto che tutto ciò basti almeno per giocarsela fino in fondo e senza paura e poi se arriveranno i 2 punti tanto meglio ma l’importante sarà comunque non sbracare o prendere una scoppola perchè il tutto potrebbe avere ripercussioni psicologiche negative non trascurabili per il futuro.
      FORZA REYER perciò, butta il cuore oltre l’ostacolo e rendici orgogliosi domenica al Forum!!!

    72. Paolo Miro

      No ghe xé gnanca più sodisfazion a scriver….se invesse de controbatter ste a far i pignoli par na letera diversa da quea giusta che me par no impedissa de capir lo stesso el senso. Vabbé. Fate vobis

    73. Paolo Miro

      Virus….se ti me disi come cambiar tastiera virtual de un smartphone te propongo par el Nobel de la Tecnologia.

    74. virusdestroy

      Ciao Paolo, scrivo anca mi dal smartphone (come ora) no sta far ea pitima.

    75. ve66art

      Dai che schersemo tuti!!! Ahahah
      L’unico serio xe icio!
      Siamo a posto…

    76. Black Mamba

      Buongiorno a tutti.
      Questione Stone direi che è meglio chiuderla la.
      Buon giocatore con una unica caratteristica: avere la possibilità di stare e giocare in tutti i ruoli.
      Giocatore comunque senza Playmaking e con mano poco educata (le percentuali al tiro lo confermano).
      Giocatore assolutamente privo di killer instinct.
      Dal canto suo difensivamente parlando in campo può farti 2 ruoli contemporaneamente e
      quindi in grado di difendere praticamente in tutti i ruoli (può difendere bene su un play
      piccolo ma anche su un’ala grossa come un manzo).
      Ottime le sue ripartenze dal rimbalzo preso e coast to coast fino allo scarico al compagno più libero.
      Direi un buon giocatore che fisicamente si adatta bene alle squadre di WDR (secondo me Sacripanti non sarebbe in grado
      di valorizzarlo come si deve).
      Ovviamente sopravvalutato e idolatrato come pochi dai sostenitori Reyer (anche quando giocava così così).
      A Luglio ha deciso di intraprendere la strada NBA con un contratto di 2 anni e uno stipendio che in italia non
      prende nessuno, pertanto a mio avviso resterà negli USA con buona pace sua e della società Reyer.
      Rimane comunque l’amarezza per come si è comportato con le foto e la malattia del padre.
      La sua privacy doveva rimanere tale.
      Quindi vediamo di sganciare il piccolo MG e troviamo un’ala grossa e atletica che ci aiuti in difesa e sotto
      il tabellone.

      Avanti Reyer

    77. Black Mamba

      Paolo, senza offesa. Anche nei contenuti faccio fatica a capirti.

    78. Paolo Miro

      Dimmi cosa non hai capito. Repetite juvant.
      Su Stone la mia linea è la tua. Gira che ti rigira.

    79. Ink

      @Mamba, ottimo post, equilibrato e obiettivo.

      Communto postumo sulla partita: Presa come allenamento sia dai giocatori che da WDR (che infatti ha approfittato per provare diversi giocatori in ruoli alternativi) ma che, una volta di più, rischia di scappare di mano.

      Su DJ: Ormai mi sono fatto l’idea che questo freno a mano tirato possa essere dovuto a 2 situazioni possibili:

      1) WDR intende comunque tenerlo come giocatore “fuori schema” quindi preferisce chiedere giochi per quei giocatori che invece deve far entrare in meccanismi più corali. Ergo quando sarà il momento lo lascerà libero e vedremo un altro giocatore

      2) Il giocatore è talmente alienato alla situazione che gioca con sufficienza pensando di essere eventualmente tagliato o trovare miglior impiego altrove. (non sono molto convinto di questa ipotesi perchè giocare male non è molto utile per il prosieguo della carriera…)

      Saluti

    80. giama29

      La mia impressione è che DJ deve crescere mentalmente. Non riesce a capire il suo ruolo in questa squadra è si sta isolando. Giocare in una squadra di vertice comporta dei sacrifici. Gioca come se dovesse essere il salvatore della patria, ma ha combinato bei disastri, tanto che nei minuti finali WDR lo toglie spesso e volentieri (la palla persa con Avellino, se non ricordo male, grida ancora vendetta…). Ho visto, invece, una crescita di Orelik, molto più dinamico, con una maggiore capacità di mettersi a disposizione della squadra ed una grande visione di gioco (è il nostro vero play non play…). DJ, invece, ha una visione di gioco molto limitata. Ho l’impressione che in certi momenti veda in campo solo 5 giocatori avversari contro di lui. In difesa ha abbassato la sua intensità (già non eccezionale), e anche in attacco spesso sbaglia tiri che ad inizio campionato avrebbe messo dentro ad occhi chiusi, a mio avviso per mancanza di concentrazione per i problemi elencati in precedenza. Spero per lui e per la Reyer che riesca a fare questo salto di qualità. Diventerebbe senza dubbio un giocatore in grado di fare la differenza.

    81. fabrizio

      DJ è un grande attaccante e un vero califfo e in questo momento, pertanto, è irriconoscibile: ho l’impressione che sia uno dei vari giocatori in squadra che non lega niente o quasi con il coach e viceversa e su questo aspetto bisognerebbe capirne le motivazioni in merito e chiaramente se fosse davvero questa la causa di tale rendimento e soprattutto atteggiamento, la cosa resterà (e non solo per lui) un grande problema in futuro per la Reyer.
      Ieri Milano non è stata semplicemente sconfitta (che ci stava) ma travolta di circa 30 punti e umiliata in casa dal Cska e vedendola mi da l’impressione di essere ancora un cantiere aperto e troppo in balia degli umori e delle lune di chi va in campo e di chi gestisce il gruppo: questo quindi deve darci fiducia quantomeno di potercela giocare fino in fondo e del resto a Milano ci sono riusciti Avellino (vincendo), Brescia (perdendo immeritatamente di 3) e persino Varese (sconfitta di 1) e perciò non vedo perchè noi, che comunque abbiamo un signor roster (aldilà delle assenze e degli acciachi che hanno comunque tutti) e siamo psicologicamente più sereni visto le 4 vittorie consecutive da cui proveniamo, non possiamo quantomeno provare a vincere (poi riuscirci è un altro discorso e sarebbe bellissimo ma almeno non prendere una imbarcata questo dovrà avvenire).

    82. dani49

      E quindi votazioni per domenica : A) veniamo asfaltati. B) siamo noi ad asfaltare loro C) andiamo ai supplementari . Prego votare.

    83. ve66art

      @dani49
      D)andemo ai ani azuri in casa de ricovero che saria sempre massa tardi!!!!

      @Mamba
      Detto tra noi…ma va in figa Mamba!!! Quante bueae ti ga sparà su Stone..e staltro te da ragion…ma no go paroe!

    84. giama29

      Fabrizio, non credo che il rendimento insufficiente di DJ dipenda da eventuali contrasti con WDR. Dipende soprattutto dalla poca capacità dimostrata da DJ di evolversi, di mettersi a disposizione della squadra con umiltà, cosa che non fa. Per quanto riguarda la trasferta di Milano, la vedo durissima, con Bramos e Jenkins fuori, Tonut convalescente e un Green fino adesso indecifrabile. Chi ha vinto come Avellino era in uno stato di forma ottimale (una partita pazzesca, tra l’altro, degna di una finale). In questo momento, a prescindere dalle 4 vittorie consecutive, abbiamo parecchi problemi. Ricordati come attaccava il ferro Milano nella supercoppa. Sono passati 4 mesi e i problemi sono rimasti quelli, e manca Bramos…Vista la nostra scarsa propensione alla difesa, ci vorrebbe anche un DJ in giornata super, in modo da andare oltre 90 punti per sperare di sbancarla. Non possiamo pretendere con un giocatore fondamentale come lui fuori forma di essere competitivi per l’intera partita. Spero per DJ che sia la partita della riscossa.

    85. Dani par el momento me bastaria che i asfaltasse via Gobbi.

    86. L’esito de domenega parlando da ignoranteo come ve cestisticamente parlando(perdoneme ea ripetision)se da quanto in campo(falli)resterà Watt e Biliga
      contro i Pirelloni,se no chi difende el ferro Green?.

    87. Ink

      Beh Dani direi che non fosse altro che per la statistica andiamo al supplementare ! 🙂

      Ma qualcuno sa dirmi il record di supplementari in stagione ? no perché questa squadra credo lo possa ampiamente abbattere.

    88. Paolo Miro

      @ Ink: mi lo so non lo scrivo perché tanto li dise che no. se capisse un C….O!
      Comunque li lo batte de sicuro.

    89. Nitran-go

      Ma ti te e serchi! Cossa casso vol dir li lo batte? Comunque ho capito il tuo intento grafico, riguarda sempre questa cosiddetta l evanescente. Paolo, quando parli in dialetto non dici mai li lo batte, ma dici qualcosa che assomiglia più a i (e)o batte, no? Ricordati che prima è nato il linguaggio, poi la scrittura, devi sempre partire da quello. Qualcuno qui una volta ha citato Goldoni, ai suoi tempi non c’era la l evanescente, è arrivata dopo. Però nessuno ai suoi tempi avrebbe detto li lo batte, forse i lo batte.

    90. Black Mamba

      Grande Nitran.
      Miro…………..dai scrivi in Italiano.
      Rileggi quello che scrivi e poi invia.
      ahahahahhaa

    91. Paolo Miro

      Se il problema è tutto qui Ntrtan eviterò di scrivere in dialetto.
      Mi so bon de scriverlo solo che cussì.

    92. Nitran-go

      Paolo, non è un problema, mi sono permesso di darti un suggerimento.

    93. Paolo se no ti scrivi come mi in dialetto bucolicopecorecciocampagnolo, li lo la trallalerotrallala’

    94. giama29

      Black Mamba, hai perso punti dimostrandoti troppo saccente su Stone. Ne hai parlato come se fosse stato una comparsa o un elemento secondario del roster. A prescindere dal tiro o dal palleggio o da quante volte va di corpo, senza Stone non avremmo vinto lo scudetto. Questo è un dato di fatto incontestabile. Il nostro campionato con il suo arrivo si è completamente trasformato. E pochi tengono conto che esistono leader sia dentro che fuori del campo e Stone è in grado di fare la differenza anche nello spogliatoio. Ricorderò sempre le parole di WDR durante una conferenza stampa che ritengo siano la sintesi di cosa deve esserci alla base di una squadra vincente: “Credo che sarà difficile trovare nella stessa squadra giocatori come quelli che ho avuto modo di allenare quest’anno che si sono distinti per la loro professionalità, l’umiltà e la capacità di mettersi a disposizione del gruppo.” Senza queste caratteristiche non si va molto lontano…

    95. Nitran-go

      Giama, scusa, sono quasi sempre d’accordo con te, na stavolta un po’ meno, almeno su un punto. Dai del saccente a Mamba, ma tu non sei da meno quando dici che è un dato di fatto che senza Stone non avremmo vinto lo scudetto, semplicemente perché nessuno lo può sapere, non ci sarà mai la controprova. Io penso, l’ho detto coi paragoni dei batteristi, che Stone sia un elemento che alla Reyer si esprime nel migliore dei modi, per quello che sa fare come pochi. Ma coi dati di fatto ci si deve fermare qui.

    96. Black Mamba

      Carissimo giama,
      Ovviamente ho espresso un mio parare personale sulle qualità del giocatore in questione.
      Rimango però infastidito dal fatto che si continui a dire: “senza Stone non avremmo vinto il campionato”.
      Per me anche senza Bramos.
      Anche senza Filloy.
      Anche senza Ejm,
      Batista, Ortner, Viggiano, McGee, Peric, Ress, Haines, Hagins, Tonut, Visconti etc.
      Il nostro campionato si è trasformato quando sono arrivati Batista e Stone e quando sono iniziati i Play Off.
      Per quanto riguarda “la figura da Leader all’interno dello spogliatoio” mi stai confermando che c’eri anche tu agli allenamenti e all’interno dello spogliatoio!
      Se c’eri anche tu, allora hai ragione.
      Ti ripeto. quelle che esprimo sono mie opinioni.
      Se non sei d’accordo…. me ne farò una ragione.
      Notte

    97. germa

      Forse come sta ora il padre non è completamente ininfluente in una sua decisione su un suo eventuale ritorno a Venezia.
      Voglio ancora credere che nella “sceneggiata social” ci fosse almeno un fondo di verità.

    98. germa

      Stone é stato indubbiamente uno dei tasselli che ha permesso di completare il puzzle scudetto ma senza uno solo di quelli citati dal Mamba, eccezion fatta per Visconti ed Hagins, IPOTIZZO (non si può provare il contrario) che il tricolore sarebbe sulle maglie dei pomicoltori.

    99. ve66art

      Germa, lascia stare, non comprendono!!! È non sto scherzando!!! Voi detrattori di Giuliano, cacciatevelo dentro quella testa da amoi che gave’, che senza Stone, quest’anno non avreste mai potuto sentir pronunciare dai cronisti televisivi la formula magica “campioni d’Italia”!!!! Non credo tornerà, ma se tornerà, qualche probabilità di rivincere si affaccera’.

      E smettetela di fare i falsi idealisti! Non vi credo…

    100. fabrizio

      Ragazzi, tutti sono stati utili ma nessuno esclusivamente indispensabile nella vittoria dell’anno scorso!
      Due episodi chiave e una circostanza fortuita hanno fondamentalmente permesso che arrivassimo al tricolore fermo restando tutto il resto di buono fatto e fermo restando che il destino e lo stellone nel campionato scorso ci avevano scelto come avevano scelto Sassari due anni prima.
      Gli episodi chiave comunque che ci hanno portato allo scudetto sono stati, in semifinale, il canestro di Filloy in gara 4 ad Avellino a pochi secondi dal termine (se gli irpini andavano sul 3 a 1 era finita) e ovviamente, in finale, il canestro di Bramos da 3 allo scadere in gara 5 (si era sul 2 a 2 e in caso di sconfitta Trento certamente la chiudeva a suo favore in casa in gara 6).
      La circostanza fortuita, invece, e’ essere arrivati al tricolore non dovendo affrontare ne’ Milano, ne’ Sassari e ne’ Reggio Emilia, ovvero le tre squadre che per caratteristiche tecniche e fisiche ci erano piu’ ostiche e con le quali avevamo sempre piu’ perso che vinto!
      Tutto questo per dirvi, cari amici del blog, che piu’ che Stone o Batista (comunque importanti) o altri, l’anno scorso era scritto che doveva andare cosi’, punto e basta!

    101. Paolo Miro

      Da oltreoceano, avendo saputo che parliamo cosi tanto di lui, Stone ha promesso che, pur non potendo/volendo onorar il contratto di 1 anno, se arriviamo ai P.O. e accediamo alle semifinali viene a giocarle per portarci in finale e poi si vedrà

    102. Nitran-go

      Fabrizio, mai come questa volta, tanto di cappello per questo post. Ma eri proprio tu? Haha!! Dai che scherso! Veart, hai scelto di allinearti con giama, per cui questa volta non ti condivido.

    103. giama29

      E’ fuori discussione che lo scudetto dello scorso anno è dovuto a una serie di circostanze irripetibili, ognuna delle quali ha avuto la sua importanza. Dimenticate, però, un fatto fondamentale e mi dispiace insistere su questo punto, e non si tratta di saccenza ma di un dato di fatto: dopo l’arrivo di chi, tutto ciò si è potuto verificare? Tutte le cosiddette circostanze fortuite si sarebbero comunque realizzate in assenza di Stone? Senza il suo arrivo, il tiro di Bramos, quello di Filloy etc. avrebbero avuto lo stesso valore e avremmo ottenuto lo stesso risultato? Ci si può nascondere dietro il “non lo sapremo mai” ma lo sappiamo benissimo che non ci sarebbe stato il lieto fine. Io non sto dicendo che tutto è merito di Stone, ma che grazie al suo arrivo tutto quanto ben descritto da Fabrizio si è potuto mettere in moto. Diciamo che l’universo ha cominciato a girare attorno alla stella Reyer. A prescindere da ciò, la storia difficilmente si ripete e pensare che l’arrivo di Stone basterebbe per ripetere l’esperienza dello scorso anno è pura utopia semplicemente perchè sono cambiati i protagonisti e ci sono altre mille variabili necessarie per arrivare ad un risultato così importante. Ne dico una banale e poco considerata: durante i P.O. l’apporto di Ress in momenti di grossa difficoltà è stato determinante. Quest’anno Ress sembra essere arrivato al capolinea. Ci mancano da morire anche i suoi pochi ma intensi minuti di difesa asfissiante che ci avevano permesso più di una volta di toglierci le castagne dal fuoco. E Stone se tornasse lo farebbe per cosa? Per vincere con la Reyer o per non pagare una penale? Altra variabile determinante, quindi: quali sarebbero le sue reali motivazioni? Stone è stato decisivo lo scorso anno ma potrebbe essere tutto il contrario in questa squadra. Per quanto riguarda la leadership di Stone, Black Mamba, non ho mai messo piede in uno spogliatoio, ma ho ascoltato chi nello spogliatoio c’è stato, ho letto i giornali e ho ascoltato quello che hanno detto giocatori ed allenatore e questa è l’idea che mi sono fatto con gli elementi a mia disposizione. Se altri hanno avuto modo di ascoltare altre versioni sarebbe interessante riportarle per capire l’attendibilità di quanto ciascuno di noi in buona fede pensa sia un pezzo di verità da condividere.

    104. Nitran-go

      Giama, ancora una volta: Stone è stato importante, non più però di quanto siano stati importanti Filloy, Bramos, Perić, Ejim (comunque in difficoltà nelle prime gare dei PO), Haynes (di cui colpevolmente si parla sempre troppo poco), Tonut, Ress (fondamentale in gara5 con Trento). Continuare a dire che senza Stone non avremmo vinto è ostentare una verità arbitraria e dire che non possiamo sapere come sarebbe andata se mia nonna avesse le ruote è esattamente il contrario di nascondersi. Piuttosto non nascondiamo che, a proposito di singoli episodi, se Hogue fosse stato un po’ più preciso dalia lunetta nei secondi finali di gara5, probabilmente non avremmo vinto. Come vedi, uso spesso l’avverbio dell’incertezza perché io, al contrario di te, le uniche certezze che ho sul passato e sul futuro è che un bel giorno sono nato e un brutto giorno tirerò gli spaghi.

    105. Black Mamba

      Ti rispondo per quello che so io!
      A metà della scorsa stagione durante una cena io e altri del Blog abbiamo incontrato Federico il quale ci ha detto
      che mai nella sua vita sportiva aveva avuto uno spogliatoio così affiatato e unito come quello. L’armonia regnava
      sovrana e si poteva lavorare veramente bene.
      Ora, come tu ben sai il Pietra e l’Uruguagio sono arrivati a marzo pertanto credo che i veri Leader all’interno dello
      spogliatoio potessero essere altri (il Greco, il Nonno, il Canadese, l’Austriaco etc.).
      Vorrei rammentare anche che durante i P.O. alla fine di una partita (mi sembra la I° con Trento) dopo una sfuriata
      del patron, ha minacciato di non partire con la squadra per la trasferta. – questa cosa è stata riferita nel Blog –
      Non mi sembrano reazioni da vero Leader di spogliatoio.
      Però non scrivo questo per polemizzare, a me piace il Pietra solo che non lo ritengo ne un fuoriclasse ne fondamentale.
      A Ve66art non rispondo alle offese, tanto quando lo vedo gli spacco la trombetta di Alexmax52 in testa.
      Ciao a tutti.

    106. Paolo Miro

      Occhio a quello che fai: le trombette rosse-blu-arancio sono un cimelio di inestimabile valore ormai. Non si trivano più nemmeno su E-Bay. Chi le ha ancora possiede un tesoro e spaccarle è un delitto.
      Appartengono alla storia Reyer.

    107. Paolo Miro

      Dolo 5.gg consecutivi di discussione uma domanda mi sorge spontanea: non serce un 4 muscolare? Allora perché anziché costringet Stone a gocare non adoperiamo i soldi della sua probabile scissione per riprenderci Ejim?

    108. Nitran-go

      Dolo, uma, serce, costringet, gocare. Poteva andare peggio.

    109. Codroipo

      La scissione di Stone? Tipo uranio arricchito? Me so perso fioi …

    110. Nitra/Codroipo,hahaha me ga’ ve fato morir

    111. Paolo Miro

      Perché? se ne uscissero 3 vi darebbe fastidio?

    112. Paolo Miro

      Intanto con la scusa.di ironizzare nessuno ha detto che ne pensa. Di riprender Ejim, non di scindere Stone 😀

    113. ganciocielo60

      MERCATO A – Venezia e Sassari in coda per Jamil Wilson – Pianeta Basket

      http://m.pianetabasket.com/lega-a/mercato-a-venezia-e-sassari-in-coda-per-jamil-wilson
      E questo da dove sbuca?

    114. Paolo Miro

      Mai sentito.

    115. Paolo Miro

      Aspetta. Ma è quello che giocava a Torino?

    116. ganciocielo60

      Si,una stagione e poi e’tornato negli Usa ai L.A.Clipper,a me pare che la vera coda sia quella dei procuratori che ci si propongono…

    117. canestrelli

      In attesa del big match di Milano ho seguito la discussione su Stone. Disputa simpatica e mai banale. Credo che tutti noi abbiamo un po’ di ragione e un po’ di torto. E’ stato giustamente osservata l’importanza dell’affiatamento che l’anno scorso regnava nello spogliatoio.
      Il collante è fondamentale. Se i mattoni sono di ottima qualità, ma il cemento usato per tenerli assieme è di qualità scadente, alle prime scosse, come purtroppo abbiamo visto, la casa crolla. Sottolineo ancora una volta i grandi meriti di De Raffaele nel tenere uniti questi giocatori, nell’essere riuscito a creare un unicum, una cosa sola.
      Poi, come afferma Nitran, tutti hanno contribuito, tutti hanno avuto la loro importanza, chi più chi meno ovviamente. E qui ci si divide un po’.
      Ho voluto andare a rivedere alcune partite dei play off. Dopo non poche difficoltà iniziali in cui aveva lasciato abbastanza a desiderare, nelle gare 2, 3, 5 e 6 contro Trento, Stone, anche se utilizzato forse addirittura meno di Haynes e Filloy, è stato veramente eccezionale, bisogna riconoscerlo.
      Su Bramos e Filloy non è il caso di soffermarsi. Così pure su Ejim, Peric e gli altri.
      Ricordo solo Haynes che, dopo aver tirato la carretta senza risparmiarsi per tutto il campionato, in un momento estremamente critico, ha tirato fuori quella prestazione monstre contro Trento in gara due, senza la quale (come senza le imprese di Bramos e Filloy in altre occasioni) forse ora staremmo a disquisire di rimpianti e occasioni mancate.
      E Ortner che, buttato nella mischia dopo numerose presenze in tribuna, in gara 4 contro Pistoia e in gara 3 contro Trento ha risposto in maniera encomiabile, fornendo due prestazioni di assoluto livello che hanno fatto dire a De Raffaele: “Questo è un campione vero”. Anzi, visto che nessuno, se non sbaglio, ha risposto a suo tempo alla sua lettera di addio alla Reyer, anche se in ritardo, vorrei ringraziarlo per l’impegno e la generosità che ha sempre messo in campo.
      Si possono trovare notazioni di merito per ciascun giocatore. Ma, ripeto, è la squadra tutta che ha risposto in pieno e che ci fa rendere orgogliosi di loro.
      Mi perdonerete se mi cito. L’anno scorso ad inizio stagione, rispondendo alle critiche dei molti che, rimpiangendo il tempo passato, si lamentavano dei nostri giocatori senza rendersi conto del loro valore, scrivevo:
      “Per fortuna fra una ventina d’anni i tifosi più attempati diranno: No xe più la squadra de ‘na volta, co ghe gera Peric, Bramos, Ejim, Stone, Tonut, ecc. Quela si che gera ‘na squadra, altro che quela de desso, rivalutando finalmente, come merita, la grande Reyer di oggi.”

    118. Grande canestrelli ottimo post.

    119. L’altr’anno a una festa paesana e non solo quella volta c’erano Stone,Jeeeffff,
      Ben e Bramos e forse qualche altro Eroe,per dire che erano squadra anche fuori campo.

    120. Paolo Miro

      Condivido ma io non voglio, per quanto merievole, rimpiangere la squadra dell’altr’anno per un quinquennio o giù di lì! O sto anno o il prossimo un altro roster ha da darci il bis. Cazzo.

    121. Black Mamba

      Canestrelli condivido totalmente il tuo post.
      Bravo.

    122. Paolo Miro

      Siccome erano incapaci quelli di Pesaro ha pensato bene di battere Sassari

    123. giama29

      Ragazzi, non giriamo attorno alle cose. Il fatto che lo scudetto sia stato merito di tutti è fuori discussione. Siate però sinceri con voi stessi e rispondete in modo franco a questa domanda: secondo voi, senza Batista e Stone avremmo comunque vinto lo scudetto? La risposta la sappiamo…

    124. canestrelli

      Quando abbiamo detto merito di tutti abbiamo già risposto a questa domanda.

    125. ganciocielo60

      Ma allora potremmo anche chiederci:Con Stone e Battista ma senza gli altri avremmo vinto comunque? Rileggere un campionato con i se…e i ma…e allora i trentini? se il tiro di Bramos non fosse entrato? e se… e se… e se…

    126. Nitran-go

      Giama, alla fine la tua missione si concluderà: sentirti dire “sì, abbiamo vinto grazie a Stone”.
      La mia risposta logica: non lo sapremo mai (so de mogano, ah?)
      La mia risposta meno logica (ma non troppo): è chiaro che se la squadra viene rinforzata ha più probabilità di avere successo. È come dire che se il Barcellona non avesse Iniesta e Messi avrebbe vinto di meno. Certo, questi due fuoriclasse non vanno paragonati coi nostri due innesti vincenti, ma allora ti lancio la mia terza risposta che è una domanda provocatoria.
      Sempre sul principio di se mia nonna avesse le ruote, se al posto di Stone e Batista ci fossero stati Pargo e McLean avremmo vinto lo stesso? Se sì avremmo vinto più facile?
      La mia risposta è sempre la stessa, la conosci ormai.
      Ciao Giama, quando vuoi ci vediamo in curvetta.

    127. canestrelli

      A mio parere McLean meglio di Batista e Stone più utile di Pargo per il gioco di De Raffaele.
      Comunque giama, è logico, quasi ovvio, pensare che, senza gli innesti di Stone (ottimo) e di Batista (quasi buono), la Reyer non sarebbe arrivata là dove è arrivata.

    128. Nitran-go

      Comunque Trento fuori dalle f8 e Sassari quasi, al secolo rispettivamente vice campione d’Italia e campione d’Italia 3 stagioni fa, sono una notizia. Come anche è una notizia che noi, mal che vada, saremo quinti. Non credo poi che Trento e Sassari siano squadre di neti e i loro budget (sopratutto i sardi) siano di tanto inferiori al nostro.
      Mi piacerebbe in questo momento essere la zanzara invisibile di Norm e vedere le sue facce a questi nostri commenti e il suo soffrire, causa voto del silenzio, per non poter/dover/voler intervenire. Norm, comunque da parte mia un caro saluto.

    129. Paolo Miro

      Noi anche sbancando Milano non ci togliamo Torino dalle palle per le F8.
      Sassari non è fuori: quella che rischia di più è Cantù che, anche vincendo a Brindisi resta esclusa nel caso di vittoria Cremona a C. D’Orlando.
      Perciò gli altri accoppiamenti potrebbero essere:
      1. Avellino – Cremona
      2. Milano – Sassari
      3. Brescia – Bologna
      Poi, vincente 1 vs. vincente TO-VE
      Vincente 2 vs. vincente 3.
      E queste sono le prove generali dei Play-Offs.

    130. germa

      Miro, manco graspa la matina! Sbancando Milano (gratada de cocò) siamo secondi o terzi in base a cosa fa Brescia e Torino no la ne toca più!

    131. Paolo Miro

      Germa….stavo per precisare ma mi hai preceduto.
      Spiacente di duluderti.
      Se BS vince in casa vs. Pistoia (probabilissima) finisce a pari con MI e VE (se vinciamo noi) e nella classifica avulsa che vedrebbe 1 vittoria a testa, finiremmo lo stesso quarti per peggior differenza canestri.
      La grappa l’ho appena bevuta ma siamo di pomeriggio.

    132. germa

      Anche se vince Brescia per noi basterebbe vincere di più di 16 punti di scarto con Milano per non essere quarti (na monaca insomma!).
      Cin cin

    133. fabrizio

      Fioi, per me noi al 4 posto stasera al termine della giornata (sconfitti a Milano ma anche Torino sconfitta a Varese) e quindi Venezia – Torino in Final Eight!
      Al termine della regular season, invece, prevedo che finiremo terzi, con le prime due posizioni che finiranno, anche con grande distacco, a Milano e Avellino e quindi eventualmente, in quel caso, al primo turno dei play off (che giocheremo al Palaverde) ci toccherebbe la sesta che il mio pronostico dice sara’ Trento, in un revival, quindi, ai quarti di finale (al meglio delle 5 partite pero’) della finale dell’anno scorso!

    134. Paolo Miro

      Ma il termine massimo pet presentare il progetto palasport non vale sia pet l’anno in corso che per i futuri?
      Se non disputeranno qui i P.O. temo che si metterebbe male anche per i prossimi perché vorrebbe dire che non è stato rispettato rale termine (31.05)

    135. Paolo Miro

      Torino sbanca Varese. Se non vinciamo siamo 5ti

    136. Paolo Miro

      Sto zitto per scaramanzia. Peccato che ho rotto un bicchiere dalla rabbia dopo la tripla sulla sirena di Milano

    137. Paolo Miro

      Vinto cazzo vinto cazzo vinto cazzo vintoooooo!!!

    138. bagigio

      Non so cosa scrivere dopo questa partita! GRANDISSIMI

    139. Paolo Miro

      Orelik rottura del tendine totuleo. Ma non è possibile non è 🙁

    140. bagigio

      Ecco, come sospettavo. Orelik finita la stagione. Peccato. Auguri Gediminas.

    141. Paolo Miro

      E hanno vinto senza di lui. Pensate…

    142. bagigio

      Semplicemente non devono più mettere nei prossimi Delle partite un giocatore. Non è un caso, ma c’era Jenkins e di è fatto male, c’era Bramos e si è fatto male, con Milano c’era Orelik e di è fatto male. Andate a vedere se non mi credete. Comunque stasera bene ma bene bene tutti. È un grande grazie va a Deraf

    143. bagigio

      Non intendevo prossimi ma promo

    Scrivi un commento

    Per poter inviare un commento devi essere registrato.
    Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •