Coppa Italia – Quarti di Finale: Umana Reyer Venezia – Fila San Martino di Lupari 102 – 57-

04 Marzo 2021


Parziali: 26-17; 45-33; 79-44

Umana Reyer: Bestagno 14, Carangelo n.e., Howard 23, Pan 8, Natali 9, Y. Anderson 8, Petronyte 21, Meldere 2, Attura 12, Penna 5. (All. Giampiero Ticchi).

Fila San Martino di Lupari: J. Anderson 9, Guarise 2, Fietta n.e., Filippi 12, Tonello 6, Pasa 12, Toffolo 2, Ciaramella 6, Nezaj, Giordano, Sulciute 4, Arado 4. (All. Gianluca Abignente).

Totali di squadra:
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 32/48, tiri da 3 6/17, t.l. 20/24, rimb. dif. 34, rimb. off. 16, p.p. 16, p.r. 13, assist 21
Fila San Martino di Lupari: tiri da 2 17/38, tiri da 3 7/27, t.l. 2/4, rimb. dif. 13, rimb. off. 7, p.p. 17, p.r. 14, assist 14

L’Umana Reyer, nonostante le condizioni fisiche non ottimali di alcune giocatrici chiave, si qualifica di slancio per la semifinale di domenica superando per la terza volta in stagione la Fila San Martino di Lupari.
Lo staff tecnico veneziano si trova ancora una volta a dover scegliere tra le quattro strangers a disposizione e, nell’occasione, sono Yvonne Anderson, “Gigi” Petronyte e Natasha Howard ad avviarsi al centro del parquet per la palla a due “accompagnate” da Attura e Penna. Per le “Lupe” lo starting five è invece composto da Jolene Anderson, Filippi, Pasa, Ciaramella e Sulciute.
Howard muove subito il tabellone subito replicata da Pasa e Sulciute che trovano il vantaggio per i propri colori.
Parità assoluta ristabilita da Petronyte e a seguire assist no-look di Howard per Penna e il viaggio in lunetta che ne consegue riportano avanti la Reyer. Il biondo centro lagunare e Attura dai 6,75 sono le artefici del +7. L’incursione di Petronyte, ben servita da Howard sotto canestro, costringe il coach patavino al primo time out. Esce bene dalla sospensione San Martino che accorcia con Pasa anche se il tap-in di Howard ristabilisce la distanza. Filippi da oltre l’arco, Petronyte e Toffolo per il 17 a 11 mentre Pan e Natali fanno il loro ingresso in campo. Filippi conferma la propria vena stracciando ancora la retina lagunare (17-14 a -2,51). Il centro lituano raggiunge la doppia cifra personale dalla lunetta ma San Martino è sul pezzo e viene premiata ancora una volta dalla lunga distanza da Tonello portandosi ad un solo possesso. Pronta la risposta delle orogranata che piazzano un break a loro favore grazie a “capitan” Bestagno, Natali, Anderson e Pan volando sul 26 a 17 che chiude la prima frazione.
Tonello insacca la sua seconda tripla in avvio di secondo periodo ma Giulia Natali conferma di meritare la fiducia del proprio coach. Pasa si mette ancora in buona luce e Bestagno risponde “presente”. A seguire, Howard penetra come una lama nella difesa avversaria con il suo inarrestabile 1 vs 1. Ciavarella e Pasa riportano sotto San Martino (32-26 a -6,50) mentre Bestagno continua a collezionare falli a favore e tiri liberi. Filippi da oltre l’arco mette a referto il suo nono punto ed è sempre Bestagno a capitalizzare al meglio i suoi viaggi in lunetta. Ciavarella mantiene a stretto contatto le compagne e questa volta è Francesca Pan a scaldare la mano. Attura dalla lunga ed è +10 quando mancano due giri di lancette all’intervallo lungo. Jolene Anderson, sino a questo momento in ombra, da sotto misura si iscrive a referto mentre un nervoso Abignente rimedia un tecnico che consente a Yvonne Anderson di portare le squadre negli spogliatoi sul 45 a 33.
Howard, Yvonne Anderson e ancora Howard iniziano al meglio la terza frazione, quindi Petronyte trova per due volte consecutive il bersaglio trascinando i propri colori sul 56 a 33. Jolene Anderson si riscatta parzialmente prendendosi una serie di buone iniziative e opponendosi ai canestri di Penna e Attura. San Martino tenta un ultimo disperato recupero con Sulciute e una ritrovata Anderson. La difesa veneziana alza esponenzialmente l’intensità ed è questa l’arma che sposta l’inerzia del match spegnendo la luce alle pur orgogliose avversarie. Ci pensa Howard, questa volta dall’angolo estremo, a riallontanare le veneziane (65-42 a -4,56). Howard e Petronyte continuano a dominare sotto le plance, un po’ “mettendosi in proprio” e in parte sfruttando i palloni recapitati puntualmente dalle compagne. Allo sconforto evidente del tecnico luparense, che allarga a più riprese le braccia di fronte ad alcune giocate spettacolari delle lagunari risponde impietosamente Howard che chiude il terzo quarto sul 79 a 44.
Howard non accenna a fermarsi nemmeno in apertura dell’ultimo periodo prima del botta e risposta tra Pan, Guarise e Pasa. Nuovo parziale a favore delle veneziane che non accennano a risparmiare energie. Meldere va a referto dalla “linea della carità”. Filippi prosegue la sua performance balistica dai 6,75 ma l’esito della gara non può più essere messo in discussione e, giustamente, Larry Abignente concede minuti preziosi alle proprie giovani che, peraltro, rispondono con convinzione alla chiamata. L’Umana si avvicina per l’ennesima volta alla “boa” dei 100 punti raggiungendola prima a cronometro fermo con Attura e superandola poi con Bestagno. Si chiude così il sipario sulla prima gara del giorno e Natasha Howard può festeggiare la nomina a MVP dell’incontro alzando meritatamente una “Magnum”. All’Umana Reyer, non rimane che attendere il risultato della gara di domani tra Ragusa ed Empoli che determinerà l’avversaria in semifinale.
(s.v.)

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice MestreSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVIntesa San Paolo Rbm Salute

48 Commenti in questo articolo

  1. Dado

    Complimenti Ragazze! Ottima Partenza..

    Howard e Petronyte finalmente incisive insieme. Sempre Brave Bestagno e Attura e mi è piaciuta molto anche Natali.
    Bello vedere Howard giocare in transizione..

    Ora però Domenica e Lunedì occorrerà alzare l’intensità.. PRONTE?

    BENE!!

    FORZA LEONESSE!!!!!!!!!

  2. Nitran-go

    Dite la verità. Avete tutti paura degli strali di Norm. Quindi ammiro Dado per il suo coraggio.

  3. Ary

    Più che per la vittoria che era pressoché certa mi preoccupa la condizione fisica di alcune ragazze. Condivido la buona prestazione di natali . Con Ragusa sarà molto più complicato. Forza ragazze!

  4. Leonesso

    @Nitran per fare i complimenti ed incitare le nostre campionesse non serve il coraggio, basta solo tanta passione per lo sport declinato al femminile. Se poi questo sport è uno che ti piace ed è giocato dalla tua squadra del cuore hai fatto bingo. Penso spesso a quante atlete non hanno la possibilità di praticare lo sport amato e quanti appassionati non hanno la possibilità di tifare per le loro beniamine e mi considero personalmente davvero molto fortunato ad essere qui ogni giorno per poter dire: Forza ragazze! Forza Reyer!

  5. norm nixon

    Nitran..mi hai letto nel pensiero. Non volevo scriverlo…non volevo scriverlo…e non volevo scriverlo….sai la scena di “Quei bravi ragazzi” con Joe Pesci….ecco una cosa simile.

  6. norm nixon

    Efettivamente Nitran devo riconoscere che Dado ha avuto un bel coraggio….non saprei contestualizzare meglio il suo post su una non-partita. Ma ormai ci sono abituato..quindi partita persa in partenza la mia.

  7. Nitran-go

    Leonesso, se posso cerco di fare battute e se posso cerco di non spiegarle.

  8. Dado

    Grazie Caro Nitran, ti abbraccio virtualmente 🙂

    Ary, Natali e Meldere sono un bell’esempio di come inserire due giovani, e per dare un contributo effettivo. Peccato che non si riesca nel maschile ad inserire sia Casarin che Possamai (almeno) nello stesso modo e almeno che ne so.. con Varese.. invece che solo al limite Casarin, e quando entra ‘speremo ben’!

  9. Dado

    Al Caro amico di penna Norm, Viacolventoniamente dico che del suo commento francamente me ne infischio! E gli riconosco di avere una capacità come motivatore inversamente proporzionale alla sua conoscenza cestistica. 😉

    Consiglio una tazza di tè al ginseng. Tazza opportuna ovviamente, qui a seguire video con istruzioni

    https://www.youtube.com/watch?v=a2NKgUqwsM4

  10. Dado

    LEONESSE CARE.. questo messaggio è per VOI.. (fatelo vedere anche a Howard, Anderson, Fagbenle e Petronyte)

    Sapete che differenza c’è tra buone giocatrici e GRANDI giocatrici?

    Ascoltatela da Luigi Auriemma, allenatore (Hall of Famer) della nazionale USA femminile 2010-2018 e di origini irpine..

    https://www.youtube.com/watch?v=ADm16HA4C3I

    Domenica e Lunedi.. siate GRANDI.. 😉

    FORZA LEONESSE!!!!

    FORZA REYER!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  11. norm nixon

    dado…sei ridicolo qyando commenti non partite del genere. Credimi lo direi a qualsiasi altra persona. E’ un’offesa per le stesse giocatrici commentare partite del genere. Ma questo tu non lo capisci. Fatti una domanda e datti una risposta sul motivo per cui l’hai commentata solo tu.

  12. Dado

    Norm caro.. del valore di questa partita ne sono ben a conoscenza. E sai perché l’ho commentata? Perché le nostre ragazze non sono ‘Slot machines’ di un Casinò, dove esulti solo quando escono i 3 ‘$’ e sei impassibile quando arriva solo l’ambo di ciliegie. sono persone (e splendide) ma hanno anche loro in questo momento bisogno di sentirci vicini.

    Ora fatti tu una domanda.. se non avessi scritto io, siamo sicuri che l’avrebbe fatto qualcun altro sul loro post prima domenica? Qui sul Blog impera calma piatta.

  13. norm nixon

    Dado…guarda il discorso è molto semplice, semplicissimo. E’ come su tu ti trovassi a guardare una gara di braccio di ferro tra Gasper Vidmar e un bimbo di 5 anni e alla fine la commentassi glorificando Vidmar!! Ma capisci che è questo il livello e la differenza che sussiste tra l’Umana e tutte le altre squadre (eccetto Schio?). Ma cosa vuoi commentare? Ma cosa vuoi motivare? Ma pensi che le giocatrici abbiamo bisogno del tuo sostegno qui dentro per essere motivate? Ma come ragione zio….! Mi scrivi “che bello vedere la Howard in transizione”? Questo mi scrivi? Con l’Umana che ha giocato col Basket Gazzera? Sono basito! Ripeto questa partita la potevi commentare sol tu e non perchè come scrivi, nella tua testa è un modo per motivarle ma perchè ci credi davvero!!! E’ questa la cosa allucinante.

  14. fabrizio

    Comunque va detto che le ragazze nei primi due quarti non mi sono piaciute granchè e anzi i 12 punti di divario all’intervallo onestamente erano immeritati rispetto a quanto visto in campo, con una San Martino che ci aveva creato soprattutto nel secondo quarto non poche difficoltà e senza i tre tiri liberi finali (anche per il tecnico subito dal loro allenatore) della Anderson avremmo chiuso la prima metà di partita sotto la doppia cifra di scarto.
    Poi a loro è finita la benzina e noi abbiamo potuto fare molti contropiedi e dilagare in scioltezza ma finchè vi è stata partita “vera”, le nostre anche ieri non mi son sembrate più lo squadrone dei primi mesi della stagione e ci vorrà quindi ben altra partita per non rischiare la sconfitta non solo con Schio ma eventualmente già contro Ragusa, se quest’ultima oggi dovesse battere Empoli (risultato non proprio così scontato).
    Perciò ha ragione Norm sul divario tecnico esistente tra le nostre + Schio e tutte le altre ma attenzione che noi siamo ancora un pò, come si potrebbe dire in gergo, in convalescenza e per la semifinale, pertanto, dobbiamo recuperare almeno la Carangelo oltre che un pò più di freschezza atletica e mentale per non rischiare brutte sorprese: comunque, al 99% sarà finale noi contro Schio e vinca il migliore!

  15. Dado

    Norm.. a prescindere che S.Martino non è il Basket Gazzera, e che dare 45 punti in una partita secca di una competizione dentro/fuori contro una squadra che comunque ce la metterà tutta non è scontato. Anche considerando che Schio al completo (con Andrè, Gruda, Sottana, Mestdagh, e tutte giocando tanto) ha dato in campionato a San. Martino un ventello 76-56, e grazie a una Sottana e Achonwa notevoli, ma perdendo anche 15 palloni e recuperandone solo 4.

    Il discorso è anche un altro.. e Nitran l’ha ben percepito.. qui siamo arrivati al punto che uno per scrivere deve prima pensare se quello che scrive potrebbe essere in linea con la tua visione/pensiero. Pena.. si prende le tue offese.

    Ma ti pare? Cosa vuol dire? Che vista la situazione c’è il veto sul commentare il 95% delle vittorie delle nostre Ragazze in quanto ‘scontate’, anche solo per comunicare gioia e vicinanza..? Ma col rischio di prendersi dei ridicoli, incompetenti e quant’altro? E poi mi dici che lo scriveresti pure a qualsiasi altra persona!

    Sai che ti dico? Che mi piacerebbe vedere più commenti qui sulle vittorie femminili.. anche da Betty, Stefania, e altri.. E poi vorrei vederti scrivere a Betty e Stefania che sono patetiche e ridicole.

    Ma tanto so Norm che sono trattamenti.. che riservi solo a me.. ahahahahahah dai che scherso 😉

  16. norm nixon

    ecco il discorso di fabrizio e’ accettabile. Io mi domando…quando l’ottava squadra del massimo campionato….dico ottava…non ultima…becca 60 punti..dico 60 dalla prima…che ragionamenti vuoi che faccia? E’ una sconfitta per il movimento femminile..nel senso che toglie moltissimo allo stesso senso del campionato ridotto a 2 sqyadre e tutte le altre 4 spanne sotto.

  17. norm nixon

    dado…non hai capito nemmeno la battuta di nitran…non l’hai capita proprio. O Signore….

  18. Dado

    Fabrizio.. a mio vedere l’unica cosa importante di questa partita, passaggio in semifinale a parte, è stato il continuare ad integrare Howard. L’operazione (con questo livello di avversario) mi sembra riuscita, soprattutto nel dialogo con l’altra lunga (Petronyte), diversamente da quanto visto contro Schio dove Howard-Fagbenle non si guardavano neanche.

    Detto questo, occorre certamente recuperare Carangelo, e probabilmente optare comunque per Fagbenle per semifinale e Finale (?). A meno che Ticchi non vogli provare ancora con Howard in Semi.. per tenere Fagbenle per la finale fresca (sperando di arrivarci).

  19. norm nixon

    dado…ma in quel caso sarebbe una questione di cavalleria…logico che non lo scriverei. Lo penserei ma non lo scriverei. Come Tirzan quando e’ stato fermato col camion dai poliziotti in Ecceziunale veramente

  20. Dado

    Norm.. battuta o meno rimane valido il senso di quanto scritto.. qui pare ci voglia il patentino per scrivere, e tu fai da ingegnere della Motorizzazione!! ahahahahahaa 😀

  21. Dado

    Norm.. peggio!!!! Ci Stiamo avvicinando pure all’8 Marzo.. e tu implicitamente dici a Betty e Stefania che non daresti loro mai delle ridicole e incompetenti.. in quanto ‘donne’ (ma forse l’hai pensato spesso!), ma dove sta la parità???? Betty & Stefy Feteve sentì ve prego! Ahahahahaha 😉

    E cosa devono pensare le altre donne che leggono il Blog, che magari avevano pensato di scrivere.. ma ora letto questo non interverranno di certo! Norm ti xe un disastro!! [Recupera dai..] Scrivi piuttosto che il pirla qui sono solo io.. va bene anche così 😉

  22. norm nixon

    Dado…non e’ male come idea. Vedi che quando non parli di basket dai il meglio!!

  23. norm nixon

    Dado… recupero un bel niente. Non c’e’ nulla da recuperare. Betty e Stefania sanno distinguere meglio di te e contestualizzano meglio di te.

  24. Dado

    Fabrizio.. comunque il discorso della benzina di San. Martino è relativo, e anche che ad inizio stagione le nostre erano molto meglio. Guarda come andò con S. Martino ad inizio campionato..

    http://www.legabasketfemminile.it/MatchStats.aspx?ID=269&MID=47832

    Il solco venne fuori dal secondo quarto 25-3 per noi.. e nel secondo tempo abbiamo tirato la carretta (cedendo pure l’ultimo quarto).

    A me sembra invece che le Leonesse di Inizio stagione puntassero più sul creare un trentello di stacco nella prima metà di gioco.. e poi amministrare. Da qualche partita l’inversione pare cambiata, però attenzione.. perché contro Ragusa e (speriamo) Schio.. occorrerà aggressività dall’inizio alla fine.

  25. Dado

    Norm.. spesso il ‘come’ è più importante del ‘cosa’

  26. Leonesso

    Per quel che vale io concordo con Dado: mi piace pensare che le ragazze abbiano bisogno di sentire il nostro sostegno sempre e comunque, anche quando vincono di 60 punti.

    Quando le ragazze vincono io non vengo qui a farmi le pugnette e a dire che faccio il tifo per la squadra più forte del mondo e tutte le altre sono delle mezze calzette. No, non lo faccio perché io non ho alcun merito nella loro vittoria. Sono qui solo per congratularmi e per dire loro: “Ehi ragazze, grazie! Mi avete regalato un po’ di felicità! E sono contento per voi perché questa vittoria è il frutto del vostro impegno.”

    A mio modesto avviso sottolineare sempre il divario tra la Reyer e l’avversaria di turno mortifica non solo chi perde, ma anche chi vince.

    Un caro saluto a tutti.

  27. Dado

    Leonesso.. Sante Parole.

    Aggiungerei che la stagione più bella (finora) che le nostre ragazze stanno affrontando si combina purtroppo con la nostra totale assenza dal palazzetto. Ma perché.. se fossimo stati al Taliercio a vederle contro S.Martino non le avremmo applaudite e urlato Brave comunque? O saremmo stati zitti come a teatro perchè tanto è una partita di routine/scontata?

    Preferiamo lasciare vuoti di commenti (oltre al Palazzetto) il 95% dei post sulle vittorie delle nostre ragazze? Fa più bello così, per noi e per loro?

    Poi è chiaro.. contro S.Martino, hanno appena fatto ‘metà del proprio dovere’ come diceva mia nonna.. e il massimo lo si dovrà dare Sabato e Domenica!

    Forza RAGAZZE!!!!!!

  28. fabrizio

    Se Sacchetti voleva avere una sola chance di poter provare a battere la Serbia avrebbe dovuto far entrare nel suo staff coach Walter De Raffaele piuttosto che Piero Bucchi e compagnia bella: infatti, essendo Sacchetti totalmente votato al gioco d’attacco (col cui sistema è impossibile battere i serbi che sono molto più pieni di talento offensivo di noi) l’ideale come vice o assistente sarebbe stato il miglior allenatore italiano relativamente ai sistemi difensivi, con le cui alchimie si poteva pensare quantomeno di mettere qualche granellino di sabbia nei meccanismi di Jokic, Teodosic, Bogdanovic e compagni o perlomeno innervosire i talentuosi giocatori serbi, forse solo un pò troppo altezzosi e sicuri dei loro mezzi e quindi con le mani addosso o difese rompicapo forse qualche dubbio o pensiero potremmo metterglielo (basti vedere Teodosic quanto soffre quando gioca contro le nostre difese e speriamo che anche domani sia così, anche se certe assenze che abbiamo potrebbero favorirlo a riguardo).
    Probabilmente, comunque, il fatto che Sacchetti non abbia pensato a Wdr non mi sorprende in quanto non mi sembra, almeno a sensazione, che scorra molto buon sangue tra i due (e in generale, da parte di Sacchetti, nei confronti dei nostri giocatori) o forse potrebbe trattarsi anche solo di invidia per i tanti successi ottenuti da Walter: oltretutto, per assimilare e mettere in atto i difficili e pieni di sacrificio modelli difensivi del nostro coach, ci vuole parecchio tempo e quindi forse i 20 giorni di preparazione prima del preolimpico di Belgrado sarebbero troppo pochi per riuscire in questo intento (senza contare poi la volontà dei vari Gallinari, Belinelli, Datome, etc… a volersi sbucciare le ginocchia in questo modo).
    Ad ogni buon conto, col modo di giocare di Sacchetti e con alcuni giocatori che intende convocare, credo che non avremo alcuna possibilità di qualificarci per Tokio ovvero di battere i serbi a casa Belgrado (che probabilmente per Giugno avranno anche il pubblico dalla loro, covid o non covid, a differenza di quello che sarebbe stato da noi) ma naturalmente la speranza e l’ultima a morire.

  29. Dado

    La A è certamente di un altro livello rispetto la A2.. ma comunque questo Candussi contro l’Orlandina 2 giorni fa con 22p (7/8 da 2 e 5/6 ai liberi), 4r, 4p. rec, 3 assists, 5 falli subiti, 30 di PIR, non mi dispiace completamente.
    Discreta visione, buon tiro, taglia fuori.. non si tira indietro di fisico..

    https://www.youtube.com/watch?v=S015P38GqcU

    Il punto è.. Possamai è all’oggi almeno a questo livello? O quando lo sarà?

  30. norm nixon

    dado…no, Possamai non è (almeno ancora) a livello di Candussi,,che a sua volta non ha mantenuto la aspettative che 10 anni fa molti nutrivano su di lui come prospetto. Il problema principalmente è caratteriale..sempre stato.

  31. Dado

    Norm.. Candussi 1994, Totè 1997, Possamai 2001… pare che ci capiti tra le mani un centro ‘considerabile’ ogni 3-4 anni.. ma già per 2 su 3 la questione è caratteriale, e per il terzo (Possamai), non si è ancora deciso.. visto che di fatto in campo non mette piede.

    Dove sta il problema? Tra l’altro in una società che punta moltissimo sui giovani.. E’ sbagliato qualcosa nella formazione? Com’e’ che questi ‘centrini’ finiscono tutti in B/A2.. e poi ripescati dagli altri per misericordia?

  32. Ary

    Ciao ragazzi ho visto che il blog è tornato pimpante grazie al duo dado-norm. Eheheh io dado lo difendo perché scrive con il cuore e da appassionato vero ma ovviamente questa era una non partita perché S.Martino non sarà il basket Gazzera ma non ci va neanche tanto distante. Ci sono 3-4 squadre accettabili (reyer, Schio, Virtus, Ragusa) , il resto può avere qualche giocatrice da tenere d’occhio (costa Masnaga) ma candidate al titolo 2 e 2 possibili (ma più impossibili ) outsider. Howard continuo a dire che gioca con il freno tirato e che al momento vedo sempre lei fuori per Schio. Ecco mi preoccupa il fatto di giocare con Ragusa e poi il giorno dopo eventualmente con Schio. Le ragazze non sono al massimo . Sui giovani centri sto con dado perche vi avevo fatto una testa grande con Tote’e non vedo altri italiani attualmente al suo livello… Possamai ha un gran fisico ma attualmente è ai livelli di bassa A2. Candussi potrebbe essere più performante di Vidmar , a cui voglio un bene da matti e rispetto per quello che ha fatto in passato . Ma è un ex giocatore , sempre rotto e con serie difficoltà anche a correre

  33. Ary

    Forse faccio meglio il paragone del basket Gazzera… Diciamo reyer vs reyer under 20 . Cosa dite ? Mi sembra che anche per l’età messa in campo ci possa stare

  34. norm nixon

    Dado..io parlo per Candussi…10 anni fa la Reyer lo dipingeva come un grande prospetto per il futuro. Per ora non mi sembra sia andato da nessuna parte. Poi ognuno ha la sua storia.

  35. norm nixon

    Ary…se ti chiami Reyer…se sei allenata da De Raffaele e per il 90 per cento vinci grazie alle tue difese…è chiaro che se ti mancano contemporaneamente Vidmar e Bramos…capisci che far quadrare i conti in difesa, cioè dove la Reyer vince, è un po’ difficile.

  36. norm nixon

    Ary..per me Vidmar (anche rotto…non importa) e Bramos rappresentano strutturalmente almeno il 40 per cento della difesa del ferro della Reyer. Non si scappa.

  37. Dado

    Norm.. 10 anni fa Candussi aveva 16 anni, come Casarin.. speriamo che l’epilogo anche per quest’ultimo non sia lo stesso.

    Comunque posso capire che un Candussi 16enne non avrebbe magari trovato immediatamente posto in prima squadra.. Semplicemente lo guardo ora, e a prescindere da varie cose da rivedere (a partire da come fare dei blocchi..) ma vedo delle skills che non ho visto ne in Pellegrino ne in Possamai, e che aveva certamente e meglio messe Vidmar.. ma ora sempre più arrugginite.

    In più di Mazzola e Pellegrino, Candussi ha peso e pare non si tiri indietro per lottare a rimbalzo, in più di Vidmar ha un ottima mano al tiro.. tira da 3 col 49% (18 su 37), liberi col 67% (26/39).

    Poi chieramente è un opinione personale.. piuttosto di aver perso tempo (e soldi) per D’Ercole, Pellegrino, Giuri, etc.. avrei preferito vedere un ritorno di uno dei centri italiani mollati per una ‘second chance’.

    A proposito Udine sta diventando un serbatoio di nostri ex.. Dominique Johnson, Giuri, Pellegrino, Mussini..

  38. Leonesso

    Nel frattempo Ragusa ed Empoli sono appena andate ai supplementari

  39. norm nixon

    Dado….la Reyer coi centri ha sempre avuto un rapporto molto “conflittuale”. Quindi non mi stupisce.

  40. Dado

    Norm.. mi rendo conto che l’unico centro di gravità permanente (par ora) xe WDR..

  41. norm nixon

    Dado….non so..dimmi in 10 anni quanti buoni veri centri abbiamo avuto? 1!

  42. norm nixon

    Dado…Batista preso in corsa, Vidmar e ovviamente Watt

  43. Tifosomediomona

    Mussini nostro ex anche no, eh.

  44. Dado

    Norm.. certamente concordo.. tra l’altro vedendo l’altra sera come il Fener ha strapazzato l’Olimpia, si è visto cosa vuol dire avere un centrone con le contropalle e completo come VESELY, rispetto ad un misto-frutta Hines+Tarcisio+Biligha+Wojciechowski. 34 minuti in campo di qualità e senza cali, e sfiora la tripla doppia pt-ass-r.
    DeCOLO-VESELY –> devastanti l’altra sera.

  45. Dado

    vero tifoso! mi sono confuso..

  46. norm nixon

    dado..ma non c’è dubbio!!! Sicuro! Se Milano non va alla Final Four è perchè ha un buco sotto canestro..a quel livello!!! Sottolineo..a quel livello. Ed è strano, molto strano che quest’anno siano partiti con l’idea di Tarcisio come centro strutturato da affiancare a Hines. Molto strano. Tarcisio c’entra poco con la alta qualità media di quella squadra.

  47. Ary

    Norm sicuro ! Ma l’ho già scritto! Watt è forse (assieme a Bilan) il miglior centro offensivo del campionato. In difesa non è un top. Vidmar , anche malconcio , sa rendersi utile, ma è distante anni luce da quel giocatore che ho ammirato anni fa. Bramos è il ns capitano, giocatore come pochi in Europa, tiratore eccezionale, difensore intelligente e tecnicamente superiore. Ora la reyer è nei pasticci , scritto alla fine della gara vs Sassari. Anche perché rientrerà Chappell ma Vidmar non lo sostituisci neanche morto !!!! E la gara vs Sassari lo ha evidenziato alla grande ! Norm sai perché ultimamente i centri sono stati bruciati ??? Perché wdr non li vuole !!! E questa cosa qui non la digerisco… E aggiungo che è uno dei pochi errori che wdr continua a fare… Fotu 5 idea (fallimentare) sua probabilmente. Poi per il resto non si discute ma solitamente dagli errori si impara…

  48. Stefania

    In overtime a cogliere l’assit di DADO… ma mi sento di dirVi (DADO e norm nixon) che avete ragione entrambi, perché entrambi si capisce che amate visceralmente questo sport, like me!
    Perciò norm nixon non mi sento certo ridicola ed incompetente 😉 a raccontarti che, quando nel lontano 1983, in un quadrangolare di minibasket a Sataranzano…la mia Squadra ha perso 8 a 85, con 6 ns giocatrici fuori per 5 falli (compresa la sottoscritta!) a fine match… ho appreso la miglior lezione di vita sul “NEVER GIVE UP” (unitamente al non perdere le staffe nonostante tutto!)… con tutti a bordo campo che incitavano noi, invece, che le CRUP!
    Giusto il Tuo richiamo alla “differenza abissale” tra Roster nella Lega femminile (ma vogliamo parlare di AX nel maschile!?!), perché ci dovrebbe essere sempre EQULIBRIO tra avversari in campo, per avere lo spettacolo migliore agli occhi degli appassionati…ma, se DAVIDE ha vinto contro Golia…quello che conta è poter condividere le belle azioni, il bel gioco, la caparbietà delle ns LEONESSE, (come ieri sera dei ns LIONS!), contro tutto e tutti!!! Le RAGAZZE poi sono proprio una “macchina da guerra”, che deve farsi trovare prontissima nella “battaglia a BO” per il risultato che conta!! 🙂
    Poi ha ragione DADO che per altro tipo di spettacolo andiamo a Teatro (e spero li riaprano presto, dopo questa ulteriore “orange zone”!), ma sono certa che prima della fine della stagione riusciremo a dare il giusto tributo alle LEONESSE al pala!!!
    FORZA REYER FOREVER!!!

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •