Domenica 11 ottobre 2020 alle ore 18,00: La Molisana Magnolia Campobasso – Umana Reyer Venezia

10 Ottobre 2020

La terza giornata di campionato vedrà l’Umana Reyer impegnata nel confronto contro la formazione guidata dal confermatissimo coach Domenico “Mimmo” Sabatelli che inaugurerà per l’occasione l’Arena di Selvapiana, nuova “casa” delle molisane.
Neo promossa nella massima serie, Campobasso ha rinnovato sensibilmente il proprio roster mantenendo nelle proprie file alcune giovanissime di belle speranze e, della vecchia guardia, l’ex reyerina Sofia Marangoni, alla sua terza stagione, la “senatrice” Sanchez, che in virtù della sua condizione di “over 40” farà da chioccia alle compagne, la “marine” Emilia Bove ed Elisa Mancinelli. Rinnovata la fiducia anche a Camille Joy Giardina, statunitense con passaporto italiano, la Dirigenza locale ha promosso in prima squadra Ashley Egwoh di origine nigeriana, per la quale si confida, nonostante i suoi soli 18 anni, in un futuro radioso e l’equadoriana Blanca Quinonez, per gli addetti ai lavori un vero e proprio talento, che è stata già monitorata in un collegiale WNBA. A rappresentare il “tris” straniero, sono state chiamate la macedone Matea Nikolikj, centro di formazione italiana maturata nella Stella Azzurra Roma, efficace sotto canestro e con buone soluzioni perimetrali, l’esperta Julie Woijta, scudettata a Lucca e trasferitasi successivamente a Broni prima di migrare in terra ispanica ed infine la belga Kyara Chantal Linskens, 196 centimetri di solidità nel pitturato che, oltre ad essere una colonna della propria nazionale con la quale si è qualificata alle Olimpiadi di Tokio, ha vissuto importanti esperienze europee nella Repubblica Ceca, in Polonia e in Russia. Anche nel comparto italiano si registrano innesti di qualità assoluta come la play Valentina Bonasia, proveniente da Lucca, amante della velocità e del gioco in transizione, l’ala con doppio passaporto Samantha “Sam” Ostarello, migrata da San Martino di Lupari e recentemente inserita nella Nazionale Azzurra e, “dulcis in fundo”, Gaia Gorini, regista dal fisico possente che ha militato nelle ultime due stagioni in maglia orogranata.
Il tasso tecnico della formazione molisana, unito a una pre season di tutto rispetto nel corso della quale Campobasso ha mietuto anche vittime “eccellenti”, facevano ben sperare in una stagione di buon livello. Purtroppo, una serie di infortuni ne hanno decimato l’organico privando il coach di casa di alcune pedine importanti tra le quali Woijta. Inevitabile, quindi, la pesante sconfitta patita contro le scledensi trascinate dalle performances balistiche di Gruda, Sottana e Harmon. Facendo onore al loro nomignolo di “fiori d’acciaio”, le ragazze della Magnolia si sono peraltro subito riscattate, nonostante il perdurare delle assenze, nel match successivo disputato a Vigarano superando in trasferta quota 100 e mettendo in mostra una Bonasia versione “stranger”, autrice di 30 punti, ben coadiuvata da Gorini, Linskens e Ostarello, tutte a referto in doppia cifra.
All’esordio sul legno amico, il team di casa attingerà per certo a ogni stilla di energia cercando di regalare al proprio appassionato pubblico la prima vittoria casalinga e intonando l’oramai famosa “tarantella campuasciana”, autentica simbiosi tra squadra e supporters che caratterizza la conclusione di ogni gara.
L’Umana Reyer, reduce da una serie di ottime prestazioni che le hanno fruttato la Supercoppa LBF e l’en plein” in Campionato, dovrà confermare la mentalità vincente sin qui dimostrata, contenendo sin dalle prime battute l’entusiasmo delle avversarie e la loro verve offensiva.
(s.v.)

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice AirportSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVIntesa San Paolo Rbm Salute

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •