E’ vittoria! FIBA Europe Cup: Umana Reyer Venezia – Sidigas Avellino 81-79

02 Maggio 2018

Parziali: 15-13; 41-32; 63-61

Umana Reyer: Haynes 16, Peric 16, Johnson, Bramos 4, Tonut, Daye 15, De Nicolao 8, Jenkins 3, Ress ne, Biligha 4, Cerella 7, Watt 8. All. De Raffaele.

Sidigas: Zerini 1, Wells, Fitipaldo 3, Fucci ne, Lawal 2, Leunen 5, Scrubb 2, Filloy 5, D’Ercole 8, Rich 32, Fesenko 21, Parlato ne. All. Sacripanti.

L’Umana Reyer Venezia vince la FIBA Europe Cup 2018! Bissando il successo per 69-77 nella gara d’andata, gli orogranata superano nuovamente la Sidigas Avellino, 81-79, e possono finalmente alzare la prima Coppa Europea della loro storia, per di più davanti al proprio pubblico.

Il quintetto iniziale vede in campo Haynes, Tonut, Cerella, Daye e Watt, ma l’inizio orogranata è contratto, con Avellino che si porta avanti sullo 0-6 dopo 2’30”. Passa un altro minuto prima della schiacchiata di Watt su assist di Haynes che sblocca l’Umana Reyer, poi ancora Watt accorcia sul 4-6 al 4′, con Daye che impatta a quota 8 al 5’30” schiacciando in contropiede a completamento di un recupero difensivo, dopo aver servito un bell’assist a Cerella. Rich ridà il +5 ad Avellino (8-13 al 6’30”), ma il finale di quarto è tutto veneziano, con Bramos su assist di Daye, due liberi di De Nicolao, uno di Peric e il canestro finale di Biligha dopo rimbalzo offensivo che portano l’Umana Reyer all’intervallo avanti 15-13.

Avellino parte meglio anche nel secondo quarto, trovando il 15-18 al 12′ con Scrubb, ma si accende Peric con sette punti in un minuto che costringono Sacripanti al time out sul 22-18 al 13’30”. Rientra Fesenko ed è subito un fattore, impattando a quota 22 al 14′, ma gli orogranata sono vivi e con due triple (di Haynes e Cerella), intervallate da un gioco da tre punti di Jenkins su recupero difensivo, al 15’30” è nuovo massimo vantaggio sul 31-22. Il livello di gioco si alza, con lo 0-7 in risposta della Sidigas per il 31-29 al 17′, poi Peric e Haynes ritrovano il +6 (36-30) al 17’30”. Gli ospiti continuano a cercare Fesenko, ma sciupano gli extrapossessi da rimbalzo offensivo, così, negli ultimi 2′, Biligha e la tripla di Haynes chiudono il primo tempo sul massimo margine per l’Umana Reyer: 41-32.

Al ritorno in campo, dopo un canestro di Fesenko un gioco da tre punti di Daye dà il vantaggio in doppia cifra all’Umana Reyer (44-34), poi però si accende l’asse Rich-Fesenko: gli orogranata trovano solo una tripla con Daye, così il canestro da tre punti di Leunen porta la Sidigas sul 47-45 al 23′, con pronto time out di coach De Raffaele. Avellino difende con le mani addosso e Rich continua a colpire, con il break ospite che diventa di 3-16 per il 47-50 al 24’30”, prima della tripla di Haynes che finalmente sblocca l’Umana Reyer. La partita procede tra sorpassi e controsorpassi, con Haynes e Peric principali terminali offensivi orogranata, ma è De Nicolao, con due canestri (il secondo a 2” dalla fine del quarto su assist di Daye) a permettere all’Umana Reyer di andare in vantaggio, 63-61, all’ultimo intervallo.

Una schiacciata di Watt su assist di Johnson e un canestro di Fesenko inaugurano gli ultimi 10′, poi ancora Watt (con un gancio in faccia a Fesenko!) intervalla due canestri di Rich, con D’Ercole che mette la tripla del 67-70 al 33’30”. L’Umana Reyer riesce a rispondere colpo su colpo ai tentativi avellinesi, prima con Bramos, poi con Haynes e ancora con Daye, prima che Cerella, in contropiede su recupero di Haynes, riporti avanti gli orogranata al 37′. Rich non si arrende, ma Daye, al 38′, porta a casa il quarto fallo, in attacco, di Lawal, riconquistando il possesso per il sorpasso sul 77-76 di De Nicolao sul 77-76. Avellino, ormai, non ha più forze per rientrare e anche i falli sistematici arrivano con ritardo: Peric e Daye, dalla lunetta, allungano sull’80-76 all’ingresso nell’ultimo minuto. Il canestro di Fesenko e i liberi di Daye e Filloy servono così solo per determinare il risultrato finale di 81-79, che dà il via alla festa.

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice AirportSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVIntesa San Paolo Rbm Salute

95 Commenti in questo articolo

  1. Ostregafioi

    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. canestrelli

    Un po’ tesi e imballati all’inizio, ma sfruttiamo bene il contropiede grazie alle palle recuperate.
    Tanti cambi da parte di De Raffaele, tutti danno il massimo consentendo ai compagni di rifiatare in panchina. Fesenko è incontenibile in attacco, ma soffre in difesa soprattutto quando gli tocca marcare un Peric ispiratissimo (un 7 a 0 tutto suo all’inizio della seconda frazione).
    Reazione prevedibile, direi inevitabile, di Avellino nel terzo quarto. Ma qui viene fuori il talento della Reyer. Magistrali i movimenti di Peric, da proiettare nelle scuole di basket. Strepitoso Haynes (tiri e assist). Impagabile Cerella, mentre De Nicolao vince il duello con Filloy e Daye fa vedere giocate di alta scuola. Vittoria meritatissima della società e di tutto l’ambiente.
    La memoria dei più anziani non può non correre a Badalona, quando negli ultimi secondi abbiamo perso immeritatamente una coppa già vinta.
    Ma ora è un’altra storia ed è la storia della Reyer più forte di sempre.

  3. Paolo Miro

    No go visto “el nonno de la Coppa”…aaah sì! Xé queo che la ga alzada in cielo a la fine: nonno Ress 😀

  4. Vero Canestrelli.. È la Reyer più forte di sempre

  5. mikis

    Una grande Reyer porta a casa un altro trofeo, davanti ad un pubblico all’altezza di grandi palcoscenici. Ottimi Haynes e Peric, che fa ammattire Fesenko, molto buoni Denik e Carella, anche Biligha lotta come un pazzo contro il gigante avellinese, ma é una vittoria di tutta la squadra e soprattutto del coach, osannato alla fine, visibilmente soddisfatto ed emozionato. Bella la festa finale, col patron/sindaco sul palco con la bandiera.

  6. E bello anche l’applauso agli sconfitti..

  7. Siamo noi siamo noi i campioni della coppa siamo noi siamo noi siamo noi i Campioni dell’Italia siamo noi…..

  8. ale70

    Grandissimi…bella partita bel clima e soprattutto ….grandissima squadra

  9. Nitran-go

    Qualcuno ha temuto a un certo punto che Avellino potesse riprendersela perché comunque ha giocato un’ottima partita. Abbiamo subito il loro sforzo maggiore nel 3/4, ma non siamo mai crollati. Abbiamo segnato dei canestri molto difficili e non con tiri da 3 o la va o la spacca. Non era banale vincere questo torneo, perché a parte gli ungheresi le tre squadre incontrate dopo non erano per niente facili e per superarle abbiamo dovuto giocare delle grandi partite.
    È già tempo di non fermarsi, siamo già in clima PO, del resto lo siamo sempre stati giocando tre partite la settimana praticamente dall’inizio. Sarà sicuramente dura ma il maggio da favola (ciao Norm, niente buona presa stavolta) è appena cominciato.
    Dedico questa vittoria a tutti quelli che sono andati a Badalona

  10. norm nixon

    In campo c’è sempre un gatto….in campo c’è sempre un topo….e la reyer non è il topo. Grazie per le emozioni. Stiamo vivendo qualcosa di grande…e non è finita

  11. ale70

    Ps
    Grazie alla società e ai tanti investimenti che ogni anno fa nim solo sulla prima squadra ma anche su giovanili femminile struttura ecc. Grazie grazie grazie

  12. norm nixon

    Nitran….nessuno andò a badalona. La finale fu disputata a barcellona…non a badalona.

  13. Nitran-go

    Sì è vero, però è un pelino sull’uovo, dai.

  14. paper861

    Vero norm ma questa sera ho visto un bellissimo topino (pero) prendere in giro gattone fedenko!! Che goduria e pero cuore reyer MVP. Cmq mai dopo l anno di Praia haywood Serafini & c. Avrei mai pensato di poter gustare certe emozioni nel segno della reyer..quindi grazie a tutti ma in primis a brugny brugnaro! FORZA REYER

  15. norm nixon

    Il gatto e il topo….lo illude…lo illude..lo illude…poi gli mette la zampa sulla coda. E addio topo

  16. bondsan63

    CHE SQUADRON, CHE SQUADRON, ieri sera avevo i penoti ed è passato in secondo piano un arbitraggio scandaloso che poteva compromettere la serata. GRANDIIII. FORZA REYER.

  17. Leonesso

    Grande vittoria contro un avversario che a mio avviso si è impegnato molto (e bene). Anche quando non siamo riusciti a fermarli in attacco non abbiamo perso la testa riuscendo sempre a rispondere con i nostri canestri. Mi riferisco specialmente a Q3 nel periodo del massimo sforzo di Avellino dove – lasciatemelo dire – ho visto Peric attaccare il ferro in modo eccezionale.

  18. ale70

    Grazie anche e soprattutto a Brugnaro che per primo ha creduto in quello che stiamo vivendo quando tutti lo ritenevamo un sogno ….grazie grazie grazie

  19. Chissa quanto che cicca Filloy aver cambia squadra E che squadron che gavemo. BRAVI E BRAVI.
    Ampelio

  20. radovanovic

    Molto più incisivo De Nicolao di Filloy…

  21. Grande festa ieri sera,i Nostri Eroi con il capo condottiero e i suoi fidi scudieri osannati da tutti noi ebbri di gioia dopo 40 minuti di sofferenza ed esultazioni/imprecazioni varie,devo dire che mi ha molto infastidito l’atteggiamento di quel simpaticone di Rich e aggiungo che la brillantina Linetti
    sulla ex chioma di retinaFilloy non le dona e che se tegna pur ea redina che
    noialtri sto anno gavemo e se tegnemo il Denik risorto,domenica con Pesaro non ci sono sconti dopodichè vai con il Pirellone dai piedi d’argilla naturalmente meglio
    non dirlo per scaramanzia per l’occasione ho il piacere di salutare/elencare gli
    amici della curvetta presenti e rumorosi ieri sera in ordine sparso,Dalipagic,Mamba con relative stampelle,Virus,Fabr(icio) ve66,MaurizioPellegrineschi(ex Mape),Robertoc mio consulente esperto sui falli arbitrali,Codroipo assente giustificato non posso dimenticare Nitran detto polpaccio d’acciaio scaramantico e gli amici “esterni”Mau60,Paper e naturalmente l’amico bepi,Saluti a tutti e si prosegue,Forza Reyer.

  22. norm nixon

    http://accessorigatti.com/blog/wp-content/uploads/2010/09/Preda_1.jpg?x44719

  23. RaffaelePisu

    Denik filloy….wdr pino….la risposta sta la….

  24. MCIKO1

    grazie alla dirigenza, Casarin, WDR, il nostro BURGERMEISTER, ed in primis ai nostri ragazzi per l’attaccamento ai colori della REYER. L’amalgama che c’e’ Tra tutti i giocatori, anche quelli entrati ultimamente, e’ a mio avviso l’arma vincente di questa squadra.
    Basta vedere e rivedere la loro gioia e gli abbracci fra loro per capire quanto sono uniti. Quindi a mio avviso d’ora in poi nulla e’ precluso per il proseguo finale della stagione.
    E’ stata una partita tosta e coriacea contro una avellino mai doma. Alla fine pero’ ha prevalso lo spirito di sacrificio ed il gioco di squadra. Cio’ a dimostrazione che avere 2/3 giocatori fortissimi non basta per raggiungere traguardi importanti.
    GRAZIE RAGAZZI::::ALE’ REYER

  25. Lele62

    Al di la del valore di questa coppa , che equivale ad un torneo di consolazione europeo, la nostra Reyer dimostra partita dopo partita di essere una grandissima SQUADRA! Sa affrontare qualsiasi avversario con difese concrete ed aggressive, come non si vedeva all’inizio di campionato. Ritengo che in Italia solo Brescia e Trento abbiano un simile livello di determinazione, solo con meno talento in attacco e squadre più corte della nostra. A meno di sorprese clamorose, e nei PO succedono, o di una improbabile rinascita di Milano, noi siamo i grandi favoriti del campionato. Grande Reyer.

  26. Lele62

    Piacere di aver rivisto Alexmax e Dali…

  27. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Lele, d’accordo al 100%100.

  28. giuliano

    Ovviamente mi unisco al coro di soddisfazione, orgoglio, entusiasmo e soprattutto di sincero ringraziamento al paron Brugnaro (che è quello che ha rischiato in proprio e che più ha creduto in questo grande sogno), ai dirigenti e in special modo all’allenatore per la sua intelligenza, modestia e rispetto degli avversari (speriamo solo che non ce lo… rubino). Una sola nota polemica tra tanta gioia: sarebbe corretto e segno di maturità che ci fosse il riconoscimento dei propri errori di valutazione da parte di coloro che tanto celermente avevano sentenziato l’inadeguatezza del coach e le scelte scellerate da parte della società, dimenticando i gravi infortuni, il roster per gran parte nuovo e vicissitudini varie. Spero solo che costoro non tornino fuori se i PO non dovessero andare nel migliore dei modi. Spero, inoltre, che il “finito” Peric, “l’impalpabile” De Nicolao, il “no leader” Haynes, il “falloso senza personalità” Watt, il “rotto” Tonut, del “troppo buono” Walter De Raffaele, etc etc possano far parte del roster del prossimo anno… e che Orelik torni più forte di prima. E’ chiedere troppo? Sognare non costa nulla con una Reyer così! Come pretendiamo la massima professionalità dai giocatori e dalla società, noi tutti tifosi e appassionati dovremmo acquisire una maturità degna dei risultati raggiunti: rispetto degli avversari sempre e comunque, tifare per e non contro, riconoscere i ns errori anche se dettati dall’adrenalina del momento, incitare e supportare i giocatori anche durante le sconfitte, soprattutto le più sanguinose. Solo chi sbaglia impara a crescere e chi cade si rialza più forte e temprato. In altre parole dimostriamo di essere degni di questa Grande Squadra e Società. Scusate il pistolotto ma lo volevo fare in tempi non sospetti, augurandomi un prossimo futuro ricco solo di… vittorie.

  29. giuliano

    Il caso più emblematico del cambio di marcia e “durezza mentale” lo ha dimostrato il “pauroso” Peric, che in alcune partite si era dimostrato timido di fronte a certi avversari o quando il contatto fisico si faceva pressante, ieri ha sfidato apertamente il totem Fesenko che del contatto (spinte oltre il limite del regolamento) fa la propria religione e norma. David tecnica e volontà contro Golia forza e stazza brute. Peric il coniglio ce l’ha tolto dal cilindro: chapeau! Avete contato le palle perse? Pochissime rispetto al passato, bravi De Nicolao e Marquez. E il bello deve ancora arrivare.

  30. Condivido in toto giuliano,rinnovo i saluti
    a Lele 62 e all’enciclopedia del basket(insieme a bepi)AUSU ROMANO.

  31. paolog

    Giuliano il pistolotto lo hai fatto in tempi fin troppo sospetti.. Abbiamo appena vinto!! Voglio essere onesto e dire che la squadra è cresciuta oltre la mia speranza è ho dato giudizi affrettati su alcuni giocatori, De Nicolao in primis, merito di questa crescita a mio avviso del coach che ho sempre considerato il numero uno in Italia ma anche merito ai giocatori, um Peric così in una finale non si era mai visto ma è tutta la squadra che ha cambiato marcia, la difesa quando si mette in moto fa girare la partita a nostro favore ed è questa la chiave per cercare il bis tricolore. Sulla Coppa o coppetta resto della mia idea. Buona la vittoria, resta un trofeo minore, il 4 in ordine di importanza. Leggere alcune bestemmie come vendicata la sconfitta con Badalona denpta scarsa conoscenza o professionalità in chi scrive. A parte che si giocava con Avellino e non Badalona, questa coppa è lontana parente della Korac che era il 2 trofeo in ordine di importanza dopo la Coppa Campioni che all:epoca era giocata solo dai vincenti dei tornei nazionali, si capisce bene che non è la stessa cosa di una coppa disputata da squadre di campionati minori a cui nel finale si sono aggiunte le fuori uscite dalla Champions. Ripeto, a scanso di equivoco, ho gioito ieri sera e molto e posso anca Coparme da solo però almeno noi che seguiamo il basket sappiamo la differenza. Forza Reyer

  32. E quanto alla “coppetta” insomma tra Nivskj Novgorod, Donar e Avellino non è che fossero avversari tanto “neti”. Insomma il valore intrinseco dell’impresa sportiva non è proprio irrilevante

  33. Giusto paolog,COPEVEEEEEE.

  34. radovanovic

    L’ottimo rapporto tra palle perse e recuperate 3/12 e la maggior percentuale da 3 punti, ci ha consentito di vincere anche perdendo alla grande il confronto a rimbalzo 28 a 46. In questo ottimo De Nicolao su cui ammetto di aver sbagliato valutazione, ritenendolo inadatto a questi livelli, soprattutto dopo la partita in casa con Torino. Invece è cresciuto enormemente, anche in difesa. Bravo.
    Super WDR!

  35. norm nixon

    Paolog…valutazioni se mi permetti sbagliate le tue. Primo è impossibile fare dei paragoni attendibili visto che questo sport è notevolmente cambiato negli ultimi 20 anni e quindi per quanto allora la Korac fosse la seconda coppa dopo quella dei campioni e la Fiba Europe Cup sia la quarta attuale…non è possibile tracciare una linea ideale per quanto riguarda i valori tra una e l’altra coppa. Poi…parliamoci chiaro, molto chiaro: Avellino e Reyer in teoria e anche in pratica avrebbero potuto essere tranquillamente al posto delle squadre che quest’anno si giocano la Final Four di Champions…non sono certo inferiori, a quantomeno avrebbero potuto giocarsela senza problemi. Questo per dire che tra Champions e Fiba Cup non c’è questa grande differenza a livello assoluto.

  36. Dopo tanto tempo riscrivo. Ho indovinato la mia prima previsione che vincevamo qcs di europeo anche se speravo l’altra coppa ma siamo stati sfortunati. Sono contento che gli italiani funzianano e questo è un gran merito della società. Penso Orelik, se non si fosse infortunato, con Daye wdr avrebbe creato dei quintetti ancora più strani e forti.Adesso la mia seconda previsione è che arriviamo in semifinale sicuri e che se andiamo in finale qcs di grande può succedere.Sono un nostalgico e ricordo quel squadrone ma quest’anno questa squadra mi ha impressionato e credo che giochi un basket moderno e negli ultimi incontri non ricerchiamo solo il tiro da tre, anche se abbiamo dei cecchini,forse avete ragione la reyer più forte mai esistita(spero che gli infortuni ci lascino stare in quest’ultimo periodo).FORZA REYER

  37. ve66art

    Mi ero ripromesso di non scrivere più in questo blog, tuttavia, quando leggo dei post eccellenti come quelli di Giuliano oppure delle gran stronzate come quelle di chi non nomino ma che so sentirsi punto sul vivo, non posso far altro che rinnegare la mia promessa. Detto questo, faccio i miei più sentiti complimenti a Giuliano per le sue parole (sono esattamente quelle che avrei voluto scrivere io…), di converso, ma con enfasi ben maggiore, dico un sonoro “COPITE” a chi continua a fare dietrologie e insani paragoni!!!

    Goditi il presente di gloria e di successo perchè non sai quanto durerà….

    PS comunque avevo ragione e ciò mi fa sentire meno mona di quello che in realtà posso sembrare!!!

  38. Nitran-go

    Paolog, solo per dirti che chi ha bestemmiato denotando scarsa professionalità lo ha fatto anche sui giornali, non solo in questo blog (ma gnanca tanto) de s’ciopai.

  39. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.youtube.com/watch?v=ds2Shx-qqYM

  40. ve66art

    Ausu…mimmocari ti xe el numero 1!!!! Grandissimo!

  41. Nitran-go

    Grande Ausu. Esser veci ga anca el so vantaggio: ricordarse de certe robe.

  42. giuliano

    a Paolog: il momento non sospetto alludeva ai prossimi PO che, per quanto forte sia l’attuale Reyer, non saranno una passeggiata e nulla sarà dovuto (all’attuale classifica) in quanto si ripartirà da zero. Brescia, Varese, Trento (se supertutelata dagli arbitri) ma anche Cantù (se assomiglierà a quella di coppa Italia) e forse Bologna se riuscirà a esprimere tutto il suo potenziale senza i “capricci da prima donna” di Alessandro Gentile, non saranno avversari arrendevoli e venderanno cara la pelle. Per dire che nulla è scontato, le vittorie bisognerà conquistarle e se arriverà (lungi da me chiamarla) la sconfitta o peggio l’eliminazione non dovremo sputare su quanto la Reyer ha finora prodotto. Ci vuole equilibrio sia nelle valutazioni positive che in quelle negative. Se poi arriverà il nuovo palazzetto sarà come aver vinto lo scudetto o meglio la Champion League!
    a Ve66art: grazie per i complimenti, da te li accetto molto volentieri. Daccordo che il blog da molti è vissuto come uno sfogo, una animata chiacchierata da bar, battute e lazzi sono i benvenuti ma le “palate di merda gratuite” sulla Reyer che tanto ha fatto in pochi anni e che le è riconosciuto da tutti, mi sembrano perlomeno gratuite e non meritate anche dopo sconfitte senza alcun alibi.

  43. giuliano

    Ricordo a Ve66art che neanche il sommo Leopardi con la sua donzelletta era arrivato a tanto. Il tuo invito a cogliere l’attimo (di attuale soddisfazione, gioia, allegria, orgoglio etc) richiama l’essenza dei grandi classici mai banali e superati che ogni tanto dovremmo andare a leggere invece di insultare e sbeffeggiare chi rischia del suo (investimenti con denari propri) e non fa “el recion col cueo de staltri”. Buon fine campionato.

  44. mau60

    Bravo Giuliano e sopratutto considerate tutti che questa è la Reyer più forte di tutti i tempi. Come dice WDR godiamoci ad occhi aperti questi momenti. Vada come vada e come sarà il prossimo ed imminente futuro nessuno lo sa. Ma teniamoci stretto questo gruppo che lo ricorderemo ai posteri come il sottoscritto ricorda Jura Brown Harris etc e Dalipagic & co.

  45. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Io qui adesso non vorrei parlare della partita in sé ma far parlare le emozioni , perché sono decenni che mi emoziono per questi colori : dalla Misericordia , a Vicenza , all’Arsenale , al Taliercio . E anche se a qualcuno non va di far confronti con la famosa partita con il Badalona, ieri sera mentre il grande Tomas alzava la coppa , mi sono ricordato di quella sera di 37 anni fa , quando ho ascoltato con una radiolina portatile la radiocronaca della partita trasmessa, mi pare ,da Radio Venezia e la cocente delusione provata per quella sconfitta di un punto al supplementare . Poi piu’ niente . Fino a ieri sera . Allora permettetemi di emozionarmi e di non parlare della quarta coppa europea e di non fare confronti con la Korac che era tutt’altra cosa . Lo so che era una coppa piu’ importante , seguo questa squadra da piu’ di 50 anni , ne ho viste di tutti i colori ,ma io ieri sera mi sono emozionato veramente perché FINALMENTE ABBIAMO VINTO UNA COPPA EUROPEA !!! Cosa avevamo vinto fino a ieri ? forse un torneo di tresette ? Ecco quello che è sotto gli occhi di tutti , che è innegabile , è la grande crescita di questa squadra , dalla vittoria dello scudetto dell’anno scorso , alla vittoria della coppa , si avverte una grande coesione dei giocatori, una grande forza morale e tecnica sotto la guida magistrale del nostro coach. Molti di noi si auguravano alcuni mesi fa un bellissimo maggio , io invece mi auguro uno splendido giugno …….a buon intenditor poche parole !!! SEMPRE DURI I BANCHI REYER !!!

  46. giama29

    Il mondo è bello perchè è vario, però dispiace sentire qualche tifoso di lunga data sminuire un risultato storico per una società che, sportivamente, negli ultimi tre anni ha avuto una crescita esponenziale. E questo risultato è da contestualizzare tenendo conto della crescita dei risultati delle giovanili e del basket femminile. E’ un’organizzazione che si sta affermando e che sta dimostrando grande capacità nel progettare e realizzare gli obbiettivi prefissatisi. A prescindere da simpatie-antipatie nei confronti di Brugnaro, è fuori discussione che sia un visionario, altrimenti non sarebbe arrivato dov’è e nemmeno la nostra Reyer. Io sono preoccupato di una cosa in prospettiva: che un giorno il nostro Sindaco si accorga di avere seminato tanto in un terreno piuttosto arido e si domandi se valga la pena continuare ad “innaffiare” un terreno che rischia di offrire raccolti piuttosto scarsi. Brugnaro sta cercando di portare avanti a livello sportivo un progetto “Venezia” (e qui la realizzazione del palazzetto, come dello stadio, sarà decisivo) che porterebbe dei benefici innegabili a tutta la comunità. Non so se riuscirà nel suo intento, ma gli sforzi e l’impegno profusi sono stati fino adesso enormi e ci deve fare comprendere quello che, in prospettiva, potrebbe rappresentare questa società per questo territorio.

  47. Nitran-go

    Giama, è la paura che abbiamo tutti, ma intanto carpe diem. Mal che vada ci resteranno i ricordi. E che bei ricordi!

  48. paolog

    Evidentemente il mio Italiano non è comprensibile. Non ho sminuito ne criticato ne detto stronzate , caro VeArt. Dire che questa coppa è minore rispetto alle altre è un dato oggettivo e non discutibile. Affermare altro o voler far credere altro non è corretto. Io ho mangiato merda quanto voi nel passato o forse più di voi perché seguivo la squadra anche in trasferta. Ora che vinciamo sono felice e grato a Brugnaro e su questo non ci piove. Resto però obbiettivo a differenza di molti. Capisco che il Politburo del blog non ammetta dissidenti ma sinceramente.. Me ne frego!!!

  49. Giusto paolog forse…..

  50. steveburttsupestar

    Paolog, non posso che concordare ed essere solidale con te. Ma, se non l’hai capito, qualsiasi opinione contraria, che non sia in linea con certi pensieri (del tutto opinabili e spesso supponenti) viene considerata sbagliata, se non l’ennesima critica o una caz..ta.
    Dire che i ragazzi sono stati splendidi è giustissimo. Dire che il coach è fondamentale e sta facendo un lavoro meraviglioso, mi sembra il minimo. Ringraziare il Patron per la sua disponibilità, è un atto dovuto. Ma dire che questa coppa, per quanto sia una bella soddisfazione, vada comunque collocata nella giusta dimensione ed importanza, non si può perchè passi per criticone mai contento!
    Ragionamento di una pochezza disarmante.
    In ogni caso, contenti loro…
    Il blog diventerà, se non lo è già, un monologo monotono di pochi conoscitori della verità assoluta, anzichè un variegato raffronto di idee tra tifosi della stessa meravigliosa squadra.
    Ciò detto, forza Reyer!

  51. bepidelgiaxo

    La conquista dell’Eurocup è una grande gioia per tutti i tifosi ma specialmente un pregio per la Società che raggiunge dimensione internazionale.
    La presa di Daye al posto dello sfortunato Orelik fodamentale: giocatore che sa giocare a basket intelligente e gran merito a WDR che ne sta cesellando il carattere. Aggiornato in corsa il settore play con l’arrivo del Portoricano.
    Da quando non si abbonda più col tiro da tre ma appoggiandosi ai lunghi la musica è cambiata. Resta il rammarico di aver sprecato un visto con l’ingaggio del nano, un lungo rimbalzista sarebbe stato molto più utile.
    Se va in porto il nuovo palasport, dopo la targa al grande Praja, un monumento al Brugny.

  52. Parole saggie steveburt ea se na coppa de merda.

  53. paolog

    Alex non dire cose che nessuno ha detto. È un primo passo per un consolidamento ai vertici dopo la splendida annata scorsa, è una entrata in punta di piedi sul panorama Europeo dopo che già lo scorso anno avevamo ottenuto le final 4 di Champions (traguardo maggiore di questo). Speriamo tutti sia l’inizio di una era di trionfi in Italia e in Europa. Ho già detto la mia, senza un palasport adeguato resteranno vittorie belle ma senza futuro, con un nuovo Palazzo sarà un futuro roseo a prescindere poi da chi sarà il Patron. Gioiamo tutti e ci incazziamo tutti quando non va bene, poi ognuno la vede come vuole, importante sarebbe rispettare le opinioni di tutti e non ergersi a censori o depositari della verità. Anche perché non cambia niente..

  54. Paolo Miro

    Mi auguro alexmax che sia una battuta ironica.

  55. Paolo Miro

    Paolog….a casa mia si è sempre cominciato con le piccole cose e siccome l’appetito vien mangiando…. 😉

  56. Bravo paolog ti sei un po’addolcito qua’
    non c’e’ nessun politburo o quant’altro
    se ti riferisci a noi della curvetta per’altro aperta a tutti per chi ci vuole conoscere, a suo tempo ti invitai tra di
    noi per bere una birretta insieme(in verita’ l’offerta era di un te)offerta sempre valida,saluti e Forza Reyer.

  57. Paolo se vede che no ti me conosi.

  58. Paolo Miro

    No serve Alex. Si capiva ugualmente.
    Ma siccome qui si trova il sistema di polemizzare anche quando si vince…non si sa mai 🙂
    Credo tu sappia come la penso su questa manifestazione appena conclusa. Io son ultrafelice ma per non sbagliare ho scelto la via neutrale.
    L’importante credo sia non vincer qualcosa e poi sparire pet un lustro.

  59. norm nixon

    Qua dentro è stupendo perché alla fine escono sempre le stesse frasi e le stesse dinamiche da anni. Si può fare il copia e incolla del primo post scritto durante il risorgimento e postarlo adesso…che è uguale. E questo perché le dinamiche tra tifosi sono sempre le stesse e ovviamente saranno empre le stesse. C’è chi non critica mai …c’è chi critica…e c’è chi critica chi critica. E avanti così all’infinito e in fondo non potrebbe essere diversamente. Insomma è normale…e questo mi diverte non poco. Anzi è esilarante perché qui dentro capisci l’essenza dell’uomo che è portato sempre e comunque a giudicare e questo a vari livelli. Chi dà un giudizio…buono o cattivo è colpevole quanto colui che giudica chi giudica e in questo momento lo sto facendo anch’io. È meraviglioso

  60. Paolo Miro

    È normale!
    Se no no ti te ciamaressi Norm(nixon). Ahahahah!

  61. virusdestroy

    Fioi, ma perché ogni volta si devono fare raffronti di coppe di ieri e di oggi, viviamo in questo periodo , siamo tutti uniti a una bandiera, abbiamo visto la gioia dei nostri eroi , le lacrime del coach, ho letto l’ intervista di haynes strafelice di aver vinto un trofeo europeo e ci mettiamo a discutere se vale o no. Abbiamo fatto una finale in Champion ed ora vinto una coppa dobbiamo essere grati e lasciare raffronti precedenti. Forza reyer

  62. ve66art

    Norm te me ga’ ciavà el lavoro!!!!
    Peacoe dea neve ti e a to prosopopea!

  63. norm nixon

    Ahahahahah mi fai morire

  64. giuliano

    Oggettivamente la FIBA CUP non ha lo stesso valore della Champions eppure non è stato facile vincerla eppure ha portato entusiasmo, gioia, orgoglio nel popolo Reyerino, interesse da parte dei media che chissà perché continuano a considerarci provinciali e scudettati per puro culo! Ma cosa più importante ha rimpinguato una bacheca alquanto scarna (se si eccettua il settore giovanile recente), un trofeo che resterà negli annali anche quando l’attuale “vecchia guardia” seguirà le partite dalle tv dell’ospizio!
    Se il ragionamento di sminuire la conquista di questa coppetta (forse ricorda ai tanti nonni la propria età?) lo trasliamo allo scudetto cucito sulle maglie, dovremmo ammettere che si tratta di un campionato di periferia, privo di campioni strapagati, livellato alla mediocrità, senza appeal mediatico etc etc e soprattutto non è la NBA unico torneo veramente importante, riferimento mondiale, spettacolarmente irraggiungibile. Conclusione: scudetto da buttare nel cesso! Se non mi sono spiegato bene, porto un altro esempio: “na ciavada xe na ciavada soeo se ti ciavi Sharon Stone”. Fate voi se è un ragionamento sostenibile e condivisibile. Se go fame magno anca na pastasuta, no se pol magnar cavial o tartufo tuti i giorni. Vialtri continuè pur a magnar scampi, salmon, fieti angus, champagne mi me contento de proseco e moscardini. Sensa ofesa.

  65. germa

    Assist a tutto campo di Paolog…tripla colla mano in faccia di Steveburtt…ciuff!!!

    50 minuti di applausi in standing-ovation

    Liberi di esprimersi senza sentirsi tacciati da chicchessia

  66. paolog

    Giuliano.. Sempre mejo ciavarse Sharon Stone che un cesso..dopo par carità… El buso xe buso!! E I moscardini col prosecco no I tei cassa drio comunque! Sempre con simpatia

  67. norm nixon

    Per fortuna stanlio e ollio sono già morti altrimenti con noi, qui dentro, avrebbero patito la fame.

  68. giuliano

    Sharon Stone è irragiungibile (almeno per molti noi) pertanto

    W LA FIBA

    (non è farina del mio sacco, vista alla tv durante la partita)

  69. giuliano ti se un grande ma no ti gà da essar nianca ti de primo peo se ti me porti ad esempio ea Sharon sogno de miliardi de italiani e non ,ma cassaroea ea gà fatto 60(sessanta anni)ciapime un esempio de presemoeo un fià più verde,Forza Reyer(per star in argomento basket).

  70. norm nixon

    Giuliano….hai fatto bene a sottolineare che non è tua w la fiba….perché è una battuta molto originale che non avevo mai sentito fino ad oggi e che soprattutto ha implicato un esercizio mentale non indifferente in chi l’ha partorita. Quindi hai fatto bene a specificare che la paternità non è tua. Ti fa onore

  71. Black Mamba

    Sempre e assolutamenteeeee:
    VIVA LA FIBA in lettere cubitali.

    Se un po’ tutti voi giocaste un po’ di piu’ con la FIBA
    forse i toni sarebbe un po’ più smorzati e potreste vedere le
    cose in maniera diversa.
    ripeto.. VIVA LA FIBA!

  72. norm nixon

    ohhhhh finalmente un concetto chiaro.

  73. ve66art

    Giuliano, te me fa morir!!!! Quea de Sharon Stone xe beissima!
    Oggi il blog è attivo e divertente e ciò mi fa piacere!

    Da relativista convinto, dico che la reyer ha portato in Italia, dopo moltissimi anni, un trofeo di livello internazionale!
    Questo per me è più che sufficiente per essere felice ed orgoglioso della squadra per la quale ogni domenica soffro e gioisco. Se poi qualcuno gode nel sminuire tale impresa, bè, ben per lui (o peggio per lui), per quel mi compete può continuare a masturbarsi pensando a ciò che sarebbe potuto essere ed invece non è!!!!

    Vedete amici miei, il bello della vita non xe “ciavarse” Sharon Stone (anca queo…ma na volta soeo no conta), ma “ciavarse” a propria compagnia come se a fusse Sharon Stone e perchè no, anca meio!

    Insomma o de rifa o de rafa Stone xe sempre in mexo!!!!

  74. Black Mamba

    VeART
    Allora visto che io faccio parte della tua compagnia durante le partite della Reyer ti risponderei
    anche di andare a farti una doccia fredda.
    Se invece intendevi compagna, moglie, fidanzata….. allora ti do perfettamente ragione.
    Comunque per non saper ne leggere e ne scrivere alla prossima partita mi siedo un paio di
    seggiolini più distante!!!!
    Ti resta comunque Fabrizio a fianco, magari ci fai un pensierino.
    VIVA LA FIBA

  75. Paolo Miro

    Eeeeh già!!!!
    Sta a veder che desso el vol tornar 😀 😀 😀

  76. Paolo Miro

    Ahahahahah! Le faccine che ride le val anca par quanto scrito da Mamba.

  77. ve66art

    Noooo….compagna!!!! Semo de un Mamba! E’ colpa del cellulare, così come è colpa del telefono per gli altri errori di ortografia.

    PS go’ comprà el cellulare da Miro! Ahahahah

  78. Paolo Miro

    No me dispiase. El mio (queo colpevole de tuti i errori come ti disi ti) lo go ancora 🙂

  79. Paolo Miro

    Ma scusate: Sharon Stone in che squadra gioca? In che ruolo? Se è libera si può prenderla? Magari la fa monea…

  80. giuliano

    Nella squadra degli ONANISTI, ruolo PANCHINARA perché può accavallare le gambe solo da seduta, comunque avendo raggiunto i 60 le offrono ruoli solo da massaggiatrice. Nonostante l’età continuo a preferirla a Julian.

    W LA FIBA

  81. Paolo Miro

    Varda….su pomeriggio 5 i ga apena fato veder un matrimonio gay in diretta. Quindi no go dificoltà a crederte. Però anca come massaggiatrice la farìa faville ne la Reyer!! 😀

  82. giuliano

    Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

    L’onanismo, Tissot (1785), custodito nel museo dell’erotismo di Venezia
    Onanismo è un termine coniato nel Settecento, dal nome del personaggio biblico di Onan, per indicare la pratica del coito interrotto in funzione contraccettiva.

    Onan era ricorso alla pratica anticoncezionale del coitus interruptus per vanificare la legge ebraica del levirato ed evitare la nascita di un figlio che non avrebbe potuto portare il suo nome:

    « Giuda scelse per il suo primogenito Er una moglie, che si chiamava Tamar. Ma Er, primogenito di Giuda, si rese odioso agli occhi del Signore e il Signore lo fece morire. Allora Giuda disse a Onan “Va’ con la moglie di tuo fratello, compi verso di lei il dovere di cognato e assicura così una posterità a tuo fratello”. Ma Onan sapeva che la prole non sarebbe stata considerata come sua; ogni volta che si univa alla moglie del fratello, disperdeva il seme per terra, per non dare un discendente al fratello. Ciò che egli faceva era male agli occhi del Signore, il quale fece morire anche lui. » (Genesi 38,6-10)
    Onanismo, quindi, è propriamente il tentativo di impedire il concepimento mediante coito interrotto e, nella teologia morale cattolica, anche mediante altre pratiche antifecondative[1]. L’effetto finale dell’atto consiste nella dispersione del seme maschile. Nell’uso corrente – ma talvolta anche nella terminologia medico-psicologica – alla parola onanismo resta accostato, impropriamente, il significato di masturbazione, mentre il significato originario è rimasto in uso, ad esempio, nella teologia morale.

    Caro Paolo, no c’entra gnente i gay sta volta. El senso gera che chi che no se contenta dea copeta del nono xe un onanista!

    W LA FIBA

  83. Paolo Miro

    Giuliano…so cosa vuol dire Onanista.
    Ho fatto riferimento ai gay perché hai detto che tra i 2 Stone preferivi Sharon (e non Julyan).

  84. Paolo Miro

    Intanto Monaco prima finaliata della Champions League.
    Spero non contro l’AEK.

  85. virusdestroy

    Paolo adesso devi cambiare il nik, mironanista.

  86. Paolo Miro

    Virus….no me torna i conti: mi me so acontentà de la Europe Cup (e infatti se ti ga fato caso la go messa nell’icona). Quindi….

  87. mau60

    Comunque tra tutti questi discorsi di W LA FIBA che illustra chiaramente che il mondo vive di due cose : la moneta e sua sorella più grande che assomiglia alla FIBA dico di aver visto oggi le due partite di Final Four di Champions.
    Chi dice che questa è stata una coppa di serie B si sbaglia di grosso. Tecnicamente le due partite con Avellino sono state lontane anni luce. Ed entrambe avrebbe fatto una bellissima figura.
    Diamo lustro a questi ragazzi ricordandoci sempre che stiamo vivendo la miglior Reyer di tutti i tempi.

  88. Nitran-go

    Mau, ho avuto lo stesso pensiero sopratutto guardando la seconda. Sia noi sia Avellino avremmo fatto la nostra figura al posto delle squadre che ho visto.

  89. Paolo Miro

    Peccato (nel vero senso della parola) che sia Venezia che Avellino non facessero parte dell’Europe Cup e siano state inserite in corsa!
    Avete detto ciò che io avevo scritto al momento dell’estromissione delle 2 squadre dalla Champions League. Purtroppo qualcuno deve esser eliminato e se avesse continuato (più noi che Avellino messi al posto dell’AEK) avrebbe avuto buone chances di vittoria, ma non per questo automaticamente l’Europe Cup diviene dello stesso livello perché a disputarsi le fasi finali sono state squadre declassate dall’altra competizione.
    Chi vi ha partecipato dall’inizio è stato senza dubbio di livello inferiore e avrebbe avuto il diritto di potersi giocare la Coppa senza intromissioni al fotofinish di squadre “da consolare”.
    Sarebbe come far giocare le squadre eliminate durante i Play-offs di A1 assieme a quelle che stanno disputando quelli di A2. Cosa direbbero qiest’ultime?
    Le squadre di A1 potrebbero dirsi forti?
    Sarebbero solo “costrette” a vincere per non sfigurare.
    Meno male quindi che la Finale di Europe Cup è stata almeno tra 2 squadre ex C.L. e sono orgoglioso che ora ci sia in bacheca una Coppa internazionale! Ma il mio giudizio sul regolamento FIBA non cambia di una virgola.

  90. Paolo Miro

    E sono altresì convinto che la Reyer di questi tempi avrebbe avuto ottime probabilità di battere la superfavorita Monaco in finale di C.L.
    Se penso alla partita di andata di avellino quando per cilpa di Johnson che ha disobbedito agli ordini segnando il tiro libero e indirettamente causando l’infortunio a Bramos (senza il quale la C.L. ci è sfuggita di mano) mi girano a mille!

  91. germa

    La cultura del “what if” altresí defibile “semenonismo” nelle lande paleo-venete non aiuta a viver bene. E’capitato così! Una coppa ce l’abbiamo, proviamo ad andare avanti nei P.O., non dovremmo avere difficoltà ad iscriverci in Champions (o Eurocup?)l’anno prossimo ed a goderci un altro po’di belle partite infrasettimanali.
    Per me comunque il Monaco ci é una spanna superiore (l’AEK ora come ora no ma i grigi faranno del loro meglio per farli vincere in casa, vedi Tenerife 2017).

  92. Paolo Miro

    Sono d’accordo Getma. Si faceva per dire (sul se….).
    Quanto al prox anno credo che non si possa tranqyiamente rinnegare l’appartenenza alla FIBA e passare alla.”concorrenza”.

  93. norm nixon

    germa..analisi corretta.

  94. germa

    Chi può dire se é corretta?
    Può essere condivisibile o meno.

  95. norm nixon

    corretta per me….ovviamente. Ovvio che tutto è opinabile.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •