L’Umana Reyer Venezia è in finale di Eurocup!

09 Aprile 2021

Parziali: 17-17; 35-33; 48-47; 63-58

Umana Reyer: Bestagno 4, Carangelo n.e., Howard 16, Pan, Natali n.e., Anderson 14, Petronyte 10, Fagbenle 4, Meldere n.e., Attura 5, Penna 10 (All. Giampiero Ticchi)

Atomeromu KSC Szeksard: Theodorean 5, Miklos n.e., Studer 10, Gereben, Friskovec 12, Balint n.e., Krnjic 4, Zele n.e., Goreee 13, McCall 4, Bonner 10, Skoric, (All. Zoran Mikes)

Totali di squadra:
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 18/42, tiri da 3 3/16, t.l. 18/21, rimb. dif. 32, rimb. off. 8, p.p. 17, p.r. 6, assist 11
Atomeromu KSC Szeksard: tiri da 2 14/45, tiri da 3 8/26, t.l. 6/8, rimb. dif. 28, rimb. off. 14, p.p. 15, p.r. 9, assist 14

L’Umana Reyer strappa con pieno merito il biglietto per la finale di domenica espugnando la Szeksard Arena al termine di un match vibrante in ogni sua azione nel quale il cuore delle orogranata ha avuto il sopravvento sulla tecnica e i nomi del roster avversario. Coach Ticchi recupera Anderson, ferma da tempo per un malanno muscolare e ovviamente non al meglio della condizione, ma è costretto a rinunciare a Debora Carangelo per il riacutizzarsi di un dolore all’arco plantare. Il suo starting five è quindi composto da Howard, Anderson, Petronyte, Fagbenle e Attura mentre Zseljko Djokic può contare sulla sua formazione migliore schierando all’alzata di palla Studer, Friskovec, Goree, McCall e la temutissima Bonner.
Inizio contratto su entrambi i fronti e tabellone fermo per oltre due minuti sino alla percussione di Studer. Nell’azione successiva Howard dalla media impatta ma McCall per due volte trova il fondo della retina veneziana (2-6 a -6,30) obbligando il tecnico veneziano ad un pronto time out. Fagbenle e Goree a bersaglio, quest’ultima dai 6,75, e primi cambi per la Reyer con l’ingresso di Penna e Bestagno. Viaggio in lunetta fortunato a metà per Attura e tripla di Bonner che porta il vantaggio magiaro in doppia cifra (5-15 a -4,46). La capitana lagunare lotta strenuamente a rimbalzo consentendo ad Attura di ridurre il divario. Petronyte, a cronometro fermo, erode ulteriormente il gap ed è ancora lei, sempre con un 2/2 ai liberi a siglare l’11 a 15 a 2,30 dal primo buzzer. Howard incrementa il parziale positivo per l’Umana, subito interrotto da Studer. Bestagno riporta ad un solo possesso le compagne che sembrano aver superato definitivamente i timori iniziali. Le lagunari ristabiliscono la parità assoluta con Penna che chiude la prima frazione sul 17 a 17.
Krnjic apre le marcature nel secondo periodo poi impegna Bestagno in una lotta senza esclusione di colpi sotto i cristalli. L’azione da tre punti di Anderson vale il primo vantaggio orogranata (20-19 a -8,57) quindi sono Anderson, Bestagno e Petronyte a far esplodere la panchina lagunare firmando il +7. Guizzo dell’ex Cyesha Goree, a bersaglio prima dalla lunetta, poi da oltre l’arco e infine ancora dalla linea dei personali, riportando ad una sola incollatura la formazione di casa. Ci pensa Penna a riallontanare le biancazzurre, quindi Howard da sotto misura e Petronyte, che si guadagna un antisportivo, portano il punteggio sul 33 a 25. Goree nuovamente protagonista ma Howard è “on fire” e capitalizza al meglio il gioco in velocità delle compagne. Friskovec da lontanissimo e Bonner, con un 1/2 dalla lunetta, assottigliano il margine a favore dell’Umana (35-31 a -1,55). Lo slalom di Bonner, porta altri due punti in casa ungherese. La tripla di Attura trova solo il ferro e le due formazioni vanno così all’intervallo lungo sul 35 a 33.
Howard illude eludendo i tentacoli protesi di Bonner prima dello strappo operato da Friskovec, Studer, ancora Friskovec e Krnjc (37-43 a -5,35). La “bomba” di Anderson interrompe il ramadan delle lagunari anche se Studer ridà fiato alla propria squadra. Un’azione da quattro punti di Yvonne Anderson riporta al minimo distacco le veneziane che operano un nuovo sorpasso con Elisa Penna. E’ancora la numero 41 lagunare a servire un assist d’oro a Petronyte che vale il 48-45 a 100 secondi dall’ultima sirena parziale. Serie di tentativi a vuoto per le orogranata e, come sovente accade, lo Szekszard ricuce chiudendo la terza frazione con McCall sul 48 a 47.
Prima Elisa Penna con un 2/3 dalla linea della carità, poi Fagbenle che porta “a spasso” la sua diretta marcatrice, costruiscono un “tesoretto” di cinque punti. Bonner “gigioneggia” troppo nel pitturato ma la sua classe è immensa e le consente di farsi presto perdonare la leggerezza compiuta nonostante la marcatura asfissiante di Francesca Pan che è riuscita a contenerla per lunghi tratti del match. Theodorean riavvicina a una sola incollatura i propri colori ed è Bonner a riportare avanti le magiare. Azioni concitate su entrambi i lati del parquet e tecnico sancito alla panchina ungherese che consente a Penna di stabilire l’ennesima parità (53-53 a -3,29). Le maglie della difesa veneziana si stringono come spire sui terminali offensivi ungheresi ma non possono impedire a Theodorean di infilare una devastante tripla dall’angolo. Howard le oppone due tiri liberi, poi Studer e Attura fanno avanzare il punteggio quando manca un solo giro di lancette. L’appoggio in gancio di Howard riporta avanti l’Umana Reyer, pur con il minimo vantaggio. Entrambi i tecnici ricorrono al time out per le ultime indicazioni e al rientro in campo, Anderson è glaciale ai liberi portando sul +3 le le lagunari. La mano di Howard è altrettanto ferma e appone il sigillo alla vittoria dell’Umana Reyer che attenderà trepidante l’esito del successivo match tra Valencia e le francesi del Carolo Basket per conoscere il nome dell’ultima sfidante.
(s.v.)

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice MestreSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVIntesa San Paolo Rbm Salute

11 Commenti in questo articolo

  1. Leonesso

    Mamma mia che batticuore, e che fatica. Forse troppa. Brave ragazze !!! Forza Reyer !!!

  2. Ostregafioi

    Gran bel risultato! Brave, non era scontato e per questo vittoria ancora più bella. Avversarie toste toste ma voi di più !
    Un complimento speciale , non me ne vogliano le altre, per Beatrice Attura: è stata bravissima come le altre, ma sono rimasto colpito dalla sua presenza mentale mantenuta durante tutta la gara sapendo che si stava caricando sulle spalle anche le responsabilità di Debora (e sappiamo di che peso stiamo parlando). Anche se ha creato qualche buco difensivo, ha saputo sempre reagire positivamente giocando con estrema determinazione e superandosi come mai le era capitato prima di oggi.

  3. è stato un spot per il basket femminile. Partitona col fiato sospeso.. davvero contento

  4. Stefania

    Grazieee LEONESSE di tutto cuore! ❤
    E sempre avanti tutta…
    FORZA REYER FOREVER!!!

  5. Leonesso

    A mio avviso – senza nulla togliere al pacchetto straniere – oggi la partita l’hanno tenuta in carreggiata le italiane nel momento (anzi nei numerosi momenti) del bisogno. Alla già citata Attura aggiungerei Bestagno in Q1 che ha dato una sistemata all’orribile starting five clamorosamente sbagliato da coach Ticchi (sperando si possa dire e che Admin non mi banni …) oltre a Penna e Pan nel secondo tempo soprattutto per la difesa feroce in Q4, quando le avversarie non hanno segnato per i primi 4 minuti esatti.

    Mi spiace dover sottolineare ancora le difficoltà di Petronyte alla quale dico solo: “Forza Gigi !!! Abbiamo bisogno di te !!!” nella speranza che mi legga.

  6. LAE 9

    Innazitutto complimenti a tutte per essersi guadagnate la finale.
    Vittoria costruita con una gran difesa. Emblematici i soli 10 punti realizzati dalla fuoriclasse Bonner a<bituata ad altre cifre realizzative e questo grazie a Howard e Pan che non le hanno concesso quasi nulla. Se le ungheresi sono state in partita devono ringraziare soprattutto all' ottimo primo tempo di Goree ed alla precisione quasi innaturale di Friskovec con i tiri da 3 (sed non sbaglio 4 su 6).
    Quello che si temeva di più era la loro supremazia ai rimbalzi, a fine partita il divario è stato solo di un paio in più per le ungheresi (40-42). Abbiamo sopperito ad una scarsa precisione da oltre l'arco (3 su 16) anche non esagerando nei tentativi (16 contro i 26 delle avversarie), con un' ottima precisione ai liberi (18 su 21). Mi è piaciuto anche l' atteggiamento tenuto in campo, ragazze mai disunite anche quando nel primo quarto erano andate sotto di 10. Brave tutte, in particolate mi sono piaciute Bestagno per la grinta messa per catturare rimbalzi difensivi, Attura con punti importanti nei minuti finali, Pan per la magistrale difesa ed Anderson perchè le sue giocate sono quelle che alla fine fanno la differenza. Con Carangelo in buone condizioni fisiche forse avremmo potuto soffrire un pò di meno ma l'importante era raggiungere la finale. E domani ce la giocheremo, io sono abbastanza fiducioso. Forza Reyer.

  7. Nanevianello

    Una gara difficile ( lo testimoniano le percentuali di tiro di entrambe le squadre ) , ma che carattere le Leonesse . Che cuore dopo l’inizio . E che forza mentale alla fine. Bene tutte . Ora sappiamo come va usata Howard, sappiamo cosa aveva Anderson, ( sorry Tic ma non sapevamo : ma un comunicato non sarebbe guastato ) sappiamo cosa significhi Attura con questa garra . E speriamo di poter recuperare Carangelo. La finale se la merita . Menzione per Pan che ha reso la vita difficilissima alla temuta Bonner .
    Le magiare avevano talento e tecnica . Ma la Reyer sembra una squadra in missione. Ora ultimo steep . Intanto godiamoci questa bella vittoria . Il sogno continua .
    Ps : per gli amici che hanno ( per i noti motivi ) ” lasciato” . Non è un invito e neppure una sollecitazione. Ci mancherebbe. Ma perchè precludervi momenti come questo ?
    Immagino che nessuno vi taccerebbe di essere ” banderuole”, di non onorare i vostri principi, di non essere ” verticali ” se ancora vi ” concedeste ” al blog .
    Ho letto una ipotesi suggestiva. E cioè che Admin abbia cambiato ” vesti ” . Questo potrebbe spiegare anche il cambiamento di… sensibilità. Così fosse, reputo che una telefonata del vecchio Admin al nuovo Admin non guasterebbe . Agli.. esuli : pensateci, dai

    A proposito : Norm dove sei ? Tutto bene ? Sai : di questi tempi ci vuole poco a far preoccupare le persone . Fatti sentire . Per favore .

  8. LAE 9

    Appena finito di guardare Carolo vs Valencia con vittoria di quest’ ultima che sarà quindi la nostra avversaria in finale domenica.
    Partita impressionante per ritmi e fisicità, sembravano due squadre di Eurolega.
    Speriamo bene che in finale le nostre giochino la partita perfetta.
    Per la cronaca Valencia ha giocato con divisa arancio. Colore ultimamente a noi indigesto.

  9. ve66art

    Brave!!!
    Mi associo a Nane nell’esortare tutti a rientrare per godere assieme, se non delle vittorie della squadra, quanto meno della nostra spiccata ironia e intelligenza che tutto possiamo dire tranne che manchi tra gli animatori di questo blog.

    Peacoe….come stai?….fatti vivo dai…

    Miro invece mi preoccupa assai….

  10. Ary

    Veramente una bella gara quella di ieri, con molte conferme (Howard) e dei punti interrogativi (Petronyte) che vanno avanti da molto tempo. Spero che Gigi si prenda tutto per la finale! Brave le ns azzurre, Pan e penna su tutte. Ma vorrei sottolineare la prestazione di Attura veramente di gran carattere e voglia. Stupenda la.sua entrate nelle battute finali! Se non fosse per le prestazioni di Pan, penna , Anderson e Howard metterei Attura MVP per il salto triplo che è riuscita a compiere in questo ultimo mese.
    Speriamo di recuperare Deborah per la finale. Brave ragazze

  11. Leonesso

    Il destino mette sul cammino della Reyer l’ennesima ex: dopo Ruzickova ai quarti e Goree in seminifinale domani sarà il turno di Gulich un “armadio” di 196cm e 93kg di 6 anni più giovane della nostra beneamata Petronyte. Mi piace pensare che la chiave della partita passi per questo duello e che Gigi ne esca vincitrice.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •