Euroleague Basketball: stop a tutte le competizioni

12 Marzo 2020

Euroleague Basketball ha annunciato la sospensione delle competizioni fino a data da destinarsi.
L’Umana Reyer maschile è ai quarti di finale playoff di 7Days Eurocup.

Il comunicato

Euroleague Basketball has been closely monitoring the latest developments regarding the COVID-19 outbreak, namely the consideration by the World Health Organization (WHO) that the outbreak is a pandemic, the increased risks for all participants in games, the increasing restrictions of movement across Europe, the vast amount of traveling disruptions causing the impossibility to reach certain destinations, and the different recommendations by the health authorities that may be helpful to prevent the spread of the virus.

As a consequence of the above it has become impossible to maintain the regularity of the competitions, and in order to preserve the health and safety of the participants and fans, Euroleague Basketball in agreement with its clubs has taken the decision to temporarily suspend all 2019-20 Turkish Airlines EuroLeague, 7DAYS EuroCup and Euroleague Basketball Adidas Next Generation Tournament games until further notice.

Euroleague Basketball will closely monitor any further developments to verify whether they allow the suspension to be reverted.

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice AirportSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVRbm Salute

500 Commenti in questo articolo

  1. Paolo Miro

    Anche questi qui…..hanno dovuto attendere la dichiarazione di Pandemia.
    Sennò fosse stato per loro si sarebbe potuto giocare ancora facendo il devasto.
    Incredbili! Non ho parole. Che si vergognino. E quelli della FIBA idem.

  2. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo, ma anche le Squadre continuavano fino l’altro giorno ad acquisire e cambiare giocatori….

  3. Paolo Miro

    Sì sì. Verissimo.
    L’ho scritto poco fa in un altro post: si era convinti che lo sport potesse esser un mondo a parte.
    E esattamente come per gli altri settori a decidere non è stato il senno come si addice ad un essere pensante, ma la paura. E in certi casi purtroppo anche i casi concreti di contagio dilagante.

  4. Rast

    Il sistema economico che gira attorno allo sport si è scollato completamente dal senso originario dello sport moderno: ambiente ed occasione di aggregazione, socialità, competizione e lealtà. Se non avesse perso le sue origini, pur diventando sistema economico, la sospensione dei campionati sarebbe arrivata prima delle decisioni dei governi.

    DURI I BANCHI, se deve finire qualcosa che finisca con lo scudetto cucito sul petto!

  5. fabrizio

    Da previsioni apocalittiche degli esperti, sembra che ora che tutta l’Europa e gli Stati Uniti potranno essere completamente fuori dalla pandemia, bisognerà aspettare non meno di fine Luglio e quindi non verrà ripresa alcuna competizione nazionale ed internazionale oltre a essere cancellati Europei di calcio ed Olimpiadi: sarebbe un danno e una cosa clamorosa, che avrebbe ripercussioni devastanti e col fallimento di molti club e non solo!
    Secondo voi, quindi, sarà annullato davvero tutto viste le tempistiche previste?

  6. Paolo Miro

    Sai Fabrizio, si sa talmente poco su questo Virus che si può dire tutto e il contrario di tutto.
    Le Cassandre ci son sempre state e sempre ci saranno e perciò non mi meravigliano queste previsioni da parte di sedicenti esperti. Di esperto non esiste nes-su-no.
    Almeno in questo caso.
    Quindi secondo me è evidente che 2 -3 settimane potrebbero anche esser poche, ma addirittura 4 mesi mi appare davvero una previsione lugubre accidenti.
    Quello che è sicuro è il fatto ineluttabile che per ovii motivi non si potrà riprender le normali attività (attività sportive comprese) automaticamente non appena il coronavirus desse i primi segnali di allentamento del potere contagioso, ma sarà indispensabile far tutto gradualmente allo stesso modo in cui (seppur tardivamente) si sono applicati i livelli delle misure di sicurezza. Questa necessità, questa sì, potrebbe cancellare tutte le Competizioni in calendario rendendo il 2020 l’anno bisestile più funesto dell’Era Moderna.

  7. giama29

    Fabrizio, le cose mutano velocemente, spesso quando meno ce lo aspettiamo e nel modo che non ci aspettiamo. Prima di arrivare a previsioni catastrofistiche aspetterei di vedere se il virus si comporta in modo analogo che in Cina, se i medicinali che stanno già sperimentando su alcuni pazienti daranno i benefici sperati in modo che la loro somministrazione possa essere estesa a tutti i contagiati con problemi respiratori seri. E magari a breve usciranno nuovi cocktail farmaceutici in grado di bloccare l’evoluzione del virus. Tutto il mondo sta compiendo un enorme sforzo per uscire il prima possibile da questo tunnel. Una volta stabilizzata la situazione la soluzione potrebbe essere porte chiuse fino a fine campionato. In questo momento credo che ci siano ben altre preoccupazioni e spero che si decidano a bloccare tutti i campionati. Follia pura giocare a Parigi e Londra sia a porte aperte che chiuse con caroselli e festeggiamenti completamente fuori luogo.

  8. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo, non sono un’esperto, ma valutando la situazione cinese, con tutte le precauzioni e misure adottate ed eseguite in maniera dittatoriale, stanno vedendo, solo ora, la fine del picco di contagi. Cerca di immaginare in Italia ed in Europa, che previsione si può fare. Più le regole saranno seguite, più breve sarà l’epidemia. Farei la firma per un periodo di tre mesi. Ma non sono molto ottimista, specialmente per l’Europa. Per non parlare degli USA. Hanno dati nettamente sottostimati, anche perchè la Sanità è privata e si paga, ma anche le elezioni…

  9. giama29

    Con Trump che ha già scaricato il barile sull’Europa, Ausu, accusandola di essere responsabile della diffusione del contagio negli Stati Uniti. Non ci sono parole…

  10. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Giama, con questi personaggi che comandano il mondo, tra l’altro, come si può essere ottimisti. Intanto nel mondo dello sport professionistico, calcio e basket, si stanno moltiplicando i casi di contagio. Ma no si poteva immaginare, evitando così altri contagi. Beati monoculi in terra caecorum.

  11. Paolo Miro

    Infatti: positivo un giocatore della Sampdoria e 3 del Liverpool (che ieri sera ha voluto giocare a porte aperte).
    La mia rabbia è che tutti i Media continuano a sbandierare la tempistica delle 2 settimane per veder qualche risultato illudendo la gran parte della popolazione che sarà sufficiente e che magari si potrà riprendere la vita di prima o quasi.
    Come no! Forse per far rallentare il numero dei contagiati 14 giorni potrebbero far intravvedere qualche primo indizio ma niente di più.
    E aver inserito nel DPCM troppe attività che possono tener aperto definendole così essenziali è stato un altro madornale errore che pagheremo in termini di tempi più lunghi per uscire dal tunnel.
    Ma fnché manca il polso e la fermezza cosa ci si può aspettare?
    Fatalità nel nomento più buio ci siamo trovati col Governo meno adatto a fronteggiare la situazione e che per decidere ha bisogno delle insistenze e degli allarmi dei governatori regionali.

  12. Paolo Miro

    Per dire: tutto il contrario della Reyer che nel momento migliore sella sua storia si è ritrovata col pubblico meno coinvolto della sua storia.

  13. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/12/coronavirus-i-giornalisti-francesi-a-macron-impariamo-dallitalia-non-ce-piu-tempo-dagli-usa-alla-germania-lallarme-degli-inviati/5734358/

  14. ve66art

    Dove sono finiti i macachi ignoranti tuttologi da quattro soldi, beceri presuntuosi, cinici volgari che parlavano di influenza o poco più? Dove siete!!!! Dove siete!!!! Dove siete!!!! Sono furente!!! Passate in curvetta da me quando torneremo al taliercio e giuro che non mancherò di prendervi a calci in culo da via Martiri della libertà fino a piazza San Marco!
    Purtroppo non posso portarvi con me, ma giuro che se potessi lo farei eccome se lo farei….

  15. Ary

    Che Trump mi facesse ribrezzo l’ho sempre detto, ma arrivare a questi punti…..
    Ha perfino bloccato tutti gli arrivi di merce dall’Europa esclusa l’Inghilterra.
    Uomo immondo , un pazzo avido di potere ! Ma come si fa a mettere un soggetto del genere alla presidenza???
    Io non credo alle teorie del virus scappato da Wuhan e compagnia cantante…
    Credo invece che gli obiettivi fossero Cina ed Europa e gli autori sono sempre gli stessi , gli americani .
    Veart inutile prendersela con le persone. Tu ti fidi del giornalismo ? Neanche io pensavo di arrivasse a tanto ma le cose diciamo che sono chiare da non molto tempo

  16. giama29

    E’ la banalità del male ve66art. Talmente banale da annidarsi e diffondersi come un virus in semplici e superficiali considerazioni che non tengono conto che dietro i numeri ci sono persone in carne e ossa. Paolo, tu ti lamenti del nostro governo, unica democrazia nella storia ad aver preso la decisione di fermare gran parte del sistema produttivo. Guarda gli altri Paesi. Stanno aspettando che arrivi lo tsunami quando avrebbero l’occasione di prevenirlo e attutirne gli effetti. Il capitolo XXXI de “I promessi sposi” ci fa capire che a qualsiasi livello possiamo dimostrarci deboli, indolenti, pigri e poco inclini ad accettare la realtà quando è dolorosa e può stravolgere l’esistenza. Si può fare di più? Sicuramente sì, ma non tutto si può fermare. Ti ricordo che Zaia solo domenica scorsa, non stiamo parlando di mesi fa, si lamentava per l’eccessiva rigidità delle scelte fatte. Si naviga quindi a vista e le scelte da ponderare sono di una complessità estrema. Ary ma che stai a dire? Fai parte della schiera dei complottisti? In America andrà peggio che a noi. E poi hai visto la borsa americana che fine ha fatto? Quale convenienza avrebbero avuto gli americani nel distruggere la propria economia? E non tirarmi fuori la baggianata del virus scappato dal laboratorio per pietà…

  17. Ary

    No appunto giama29…. Non credo al virus scappato dal laboratorio

  18. Ostregafioi

    condivido al 100% il pensiero di giama29 . Caro ve66art, la tua rabbia è figlia del tuo carattere sanguinico ma secondo me sei una persona più che buona.
    Io ho scelto la linea della prudenza fin da subito basandomi sulle linee di pensiero che andavano in questa direzione circolanti su internet o alla radio. Ma su questi stessi mezzi sono circolate anche idee di senso opposto tese a minimizzare il problema o comunque a mostrarlo meno prioritario rispetto a quello economico. Ma non me la prenderei troppo con chi del blog è apparso meno prudente di altri. I governanti ( e la dirigenza che sta un gradino sotto) , quelli si che sono da appendere vivi nelle piazze per farsi insultare a più non posso. Perché loro, a differenza nostra, hanno le notizie di prima mano, ancora non filtrate e dovrebbero pagare caro la loro incapacità mista a malafede. In Italia siamo stati bravi ma era meglio cominciare anche prima. Gli altri stati europei stanno invece sbagliando di grosso nonostante il film trasmesso in anteprima in Italia. Non sono i nostri nomi che devono circolare nelle varie gogne ma quelli di chi a livello dirigenziale hanno fatto scelte errate anche davanti all’evidenza. Il caso della partita Juventus – inter con l’avvio dei contagi a cascata in tutto l’ambiente è un esempio. Chi ha preso quella decisione, e un nome e cognome dovrebbe esistere, che pagasse per tutti i danni materiali che ha provocato!

  19. Ary

    Hai detto giusto ostregafioi…. Bisognerebbe ascoltare solo le voci competenti in materia , ossia scienziati e medici. Ma quando senti minimizzare pure loro, magari pensi che sia una cazzata… Trovo molto grave invece il comportamento sbruffone ed irresponsabile di certi individui che continuano a fare la solita vita nonostante i numeri siano quelli che tutti possiamo leggere. E sono gravi

  20. Paolo Miro

    Giama29….Ostregafioi ti ha risposto al posto mio. Ciao!

  21. Paolo Miro

    Inoltre Giama29….tu hai riaccennato ai Promessi Sposi. Ecco, come in quel caso anche ora si sta iniziando a metter le bare nelle Chiese (allora c’erano i Lazzaretti) perché non c’è più posto negli Obitori e non si riesce a cremare i morti alla stessa velocità in cui decedono. Terribile…. 🙁

  22. Paolo Miro

    Mi sono riletto. Preciso:”si sta iniziando”. Non che succede dappertutto.
    Non ricordo in quale località si sia a questi termini, ma non è un bel presagio.

  23. Paolo Miro

    Guardavo le previsioni metereologiche: mercoledì è prevista una punta massima della temperatura di 18°. Chissà che contribuisca a debellare il morbo.

  24. virusdestroy

    visto che oramai il blog si riempie di questioni riguardanti il corona virus, volevo ringraziare il popolo cinese e le autorità della crocerossa della cina che questa mattina a roma è arrivato un cargo rifornito di prodotti, strumenti e medici specializzati in aiuto all’italia. grazie ancora e “sicuri che ce la faremo”

  25. norm nixon

    Se avete tempo e voglia vi invito a spulciare su internet i numeri relativi alle influenze virali che hanno colpito ogni anno l’italia restando solo agli ultimi 5 anni. Per dire dal 2015 ad oggi. Si trovano facilmente ogni anno numero di contagiati e numero di morti. Per curiosità date un’occhiata. Credo che con il senno di oggi e con i parametri di ragionamento attuali…probabilmente troverete sorprendenti questi dati. Gli stessi dati che fino a due mesi fa nessuno aveva mai citato o preso in considerazione. Forse perché considerati fisiologici. Forse eh. Ora voglio vedere quando finalmente questo morbo se ne sara’ andato quante persone su 64 milioni di abitanti purtroppo ci avranno rimesso la vita…quanti alla fine hanno subito il contagio…quanti sono guariti spontaneamente…quanti sono finiti in terapia intensiva….diversificando e tenendo conto di caso per caso..età..patologie e tutto ciò che di prezioso potranno dirci i medici…l’unica voce che continuo ad ascoltare. Oltre ovviamente a rispettare le norme governative. In bocca al lupo a tutti e speriamo idealmente e materialmente di poterci riabbracciare presto.

  26. fabrizio

    Caro Paolo, non credo che 18 gradi possano bastare a debellare il morbo ma penso invece che quando avremo temperature dai 25 gradi in su allora difficilmente questo virus potrà contagiare in questo modo (anche se parzialmente comunque lo farà ma in maniera molto più limitata) perché è provato scientificamente che tutti i virus di tipo respiratorio mal sopportano le alte temperature e pure l’umidità (in questo ci assomigliano e forse per questo si sta trovando particolarmente bene dentro noi esseri umani): tra l’altro, se uno a va a vedere un dato molto interessante trova che in tutto il mondo finora ci sono 77 stati in cui il virus non circola e una cinquantina in cui i casi sono inferiori alla decina e tutti importati da fuori e non locali e sono concentrati questi paesi “vergini” fondamentalmente in Africa e nell’emisfero australe – indiano, ovvero tutti posti dove le temperature sono di 28 – 30 gradi se non maggiori e quindi tutto ciò vuol dire sicuramente qualcosa se non tanto!
    Mi sono fatto una domanda poi: potrebbe essere di aiuto alla comunità scientifica sapere se questo virus contagia o uccide maggiormente persone di un determinato gruppo sanguigno rispetto ad un altro?
    Perché dico questo? Perché potrebbe essere importante e potrebbe dare indicazioni molto utili in previsione del vaccino (speriamo prossimo) o delle terapie intanto antivirali da adottare ma forse sto dicendo una cavolata perché di questa curiosità scientifica non ho sentito mai parlare alcun esperto in materia in nessun talk show televisivo.
    Detto questo, il bollettino giornaliero delle 18 di Borrelli sta diventando un appuntamento che mi mette una ansia terribile e questo periodo lo sto vivendo davvero male, pieno di paure per i miei cari e per i miei amici oltre che per il sottoscritto: all’inizio anche io pensavo non fosse un virus così pericoloso ma si sono dovuto quasi subito ricredere e l’amico ve66art, che sta facendo un lavoro immane e fantastico come tutti i suoi colleghi angeli di Padova, ha tutta la mia considerazione, appoggio, stima e amicizia: quello che dice è vero e la situazione davvero seria, quasi al collasso e con una angoscia per tutti sti morti e persone in terapia intensiva che si susseguono che mi sta prendendo internamente in maniera enorme!!
    L’Europa continua a volerci vedere poco e lo trovo pazzesco visto che avrebbero il vantaggio per prevenire molto le cose visto la nostra esperienza: guai allora ai nostri politici se, una volta usciti dal tunnel verso metà – fine Aprile (perché ce la faremo e sarà così), a quel punto non chiuderemo noi tutte le frontiere a ciascun paese europeo che in quei momenti invece saranno nel pieno dell’epidemia, per non dare alcuna possibilità al morbo di tornarci a far visita con qualcuno tra francesi, inglesi o tedeschi che a quel punto decidessero di scappare proprio in Italia!
    Speriamo bene amici del blog e preghiamo!!!!!!

  27. norm nixon

    E basta caz…puntare l’indice contro i governanti….contro l’Europa…contro tizio o contro Caio!! Basta dai!! State facendo gli stessi ragionamenti del piffero che fate con la reyer!! Tutti ce l’hanno con la reyer…siamo soli contro tutto e tutti!!! Basta dai. Questa è un’emergenza e si tratta solo di gestirla con il minor numero di perdite possibile. Impossibile gestirla in maniera impeccabile sempre e comubque. Cominciamo a pretendere da noi stessi e non dagli altri!! Dai ca..
    !!

  28. Nitran-go

    Quando sarà passato tutto, perché succederà, propongo, sperando che stavolta nessuno si tiri indietro, una bella festa e un abbraccio collettivo fra di noi, amici del blog. Ma veramente.

  29. Paolo Miro

    Nitran…se ti vol e se non ti equivochi o te fa schifo demose anca un bel baseto (su la ganassa ovviamente) 🙂
    Ma temo che ghe vorrà ancora un bel tòco.

  30. Paolo Miro

    Fabrizio…per i 25° bisognerà arrivare a Giugno almeno ma se ti accontenti c’è disponibile un bel po’ di umido (90%).
    Il fatto che ora nell’altro emisfero e nei 77 Stati non ci sia contagio da Covid19 conferma che quando si smorzerà qui da noi migrerà proprio laggiù, per poi ritornare qui quando scenderanno le temperature ma con le nostre difese immunitarie preparate a combatterlo.
    Sta su dai che con la paura le difese si abbassano e rischi maggiormente.
    Cerca di distrarti in qualsiasi maniera.

  31. Nanevianello

    Ciao a tutti,
    terzo giorno a casa, rispettando le norme restrittive varate dal governo. Lettura ( dei classici soprattutto, con prevalenza per le commedie di Goldoni per un sorriso e per tenermi vicino con lo spirito a Venezia, Leonatdo da Vinci e la vicenda di Ulisse che da sempre mi affascina. Anche qualche poesia e un ultimo saggio sulla Storia nei film ), televisione, ginnastica in casa. E almeno, come da consiglio medico, 2500 passi al giorno. Per fortuna ho un appartamento di una certa dimensione e il tutto diventa meno noioso.
    Non è che in quindici giorni di isolamento le cose si risolveranno. Se tutti rispetteranno i divieti, tra quindici giorni si potrà fare il punto sperando in una stabilizzazione. E si spera in una decrescita del contagio.
    La Cina ha isolato una regione grande come l’Italia, imponendo la legge marziale, cosa che in Italia e in Europa non si può fare. Ma la Cina ha cominciato ben prima di gennaio, visto che ” sapevano ” almeno da novembre .Ora il punto interrogativo è l’Africa : in Kenia ci sono stati i primi casi. E l’Africa è fragile dal punto di vista sanitario.
    E’ una pandemia : un contagio globale . Se saremo fortunati e avremo le medesime risultanze della Cina, la situazione potrebbe stabilizzarsi verso giugno .
    Ma una pandemia va monitorata costantemente. Visto che tra l’altro un vaccino potrà essere pronto ( se andrà bene ) tra circa un anno. Quindi anche dopo che l’emergenza sarà scemata non si potrà riprendere a vivere come prima ,ancora per diverso tempo. Se non siamo folli .
    Mi associo a Norm : il governo è quello che è e personalmente non mi piace. Conte, anche dal linguaggio del corpo, non mi ispira autorevolezza e fiducia . Con un Draghi al comando sarei molto più tranquillo. Ma i provvedimenti varati sono giusti e ragionevoli. Io li avrei fatti anche più restrittivi, considerato che il nostro è un paese di furbi, come ci raccontano le cronache .
    C’è stata sottovalutazione ( anche da parte dei media ) iniziale un pò da parte di tutti.
    Ora dobbiamo fare fronte comune. Come accade in tempo di guerra. Sperando che chi ci governa, capisca che i mercati ci stanno massacrando con la speculazione. Cristine Lagarde è una donna con il cuore di pietra. Nei giorni della grande crisi delle banche statunitensi rifiutò di aiutare il governo statunitense, consapevole che la crisi Usa, avrebbe trascinato nel baratro economico mezzo mondo. Come accadde . C’è un bel film ” La caduta dei gignati ” che spiega quelle drammatiche settimane.
    Quando sarà finita, molte cose cambieranno. Non solo i protocolli di sicurezza che si sono dimostrati inadeguati a contenere un tale virus. Ma i rapporti tra gli stati membri in Europa. I rapporti con i colossi del mondo. Cambierà il sistema di globalizzazione. I virus si manifestano perchè la natura impazzisce. Ma se uomini e merci circolano senza controllo, la diffusione del virus ( come è accaduto )risulta più facile e veloce , purtroppo. Se tutte le economie sono interconnesse, quando va in crisi una, ecco l’effetto domino. Anche perché nel sistema occidentale nessuno può salvarsi dalla speculazione. E senza essere marxisti ( io non lo sono ) il mondo sta pagando il mantra della ” crescita a tutti i costi ” . Senza la tutela dell’ambiente. Senza un controllo delle risorse energetiche. Senza una visione demografica . Senza una tutela delle risorse alimentari : ogni giorno nel mondo occidentale finiscono nella spazzatura migliaia di tonnellate di cibo. Mentre in altre parti del pianeta la gente muore letteralmente di fame .
    Cose che dovrebbero essere ovvie e non lo sono state : non lo sono, purtroppo .
    Finito il ” pippone ” socio-economico, in attesa di poter tornare a parlare di sport e di basket, con l’auspicio che il signor Ceferin, l’irresponsabile Ceferin venga tra qualche mese fatto fuori da una rivolta di Palazzo, vi abbraccio ( virtualmente) tutti con grande amicizia . Come diceva Nanni Moretti : ” non perdiamoci di vista ” .
    Duri i banchi !

  32. ve66art

    Ostregafioi…
    “..Caro ve66art, la tua rabbia è figlia del tuo carattere sanguinico ma secondo me sei una persona più che buona…”

    Caro amico, non è frutto del mio carattere, è frutto del fatto che io parto alla mattina e non so se alla sera torno a casa con la bestia!!!
    Un abbraccio a tutti, e credetemi: vi invidio da morire!

  33. Paolo Miro

    Invidiane quanto che ti vol VE66art, ma te prego: no cussì tanto da morirghe.

  34. Paolo Miro

    Io ho la fortuna di aver come amico e convivente un cagnolino, un bassotto tedesco a pelo lungo che ogni giorno mi chiede come tutti i suoi simili di esser portato fuori a far una passeggiata ed espletare i propri bisogni fisici.
    Ci alterniamo io e mia moglie per non incorrere in sanzioni, anche se di controlli qui da me nemmeno l’ombra.
    Ciò aiuta non poco a distrarsi, prender aria, mantenersi attivi (mo manca come il pane l’allenamento in palestra e a casa non posso farlo) e verificare “come sta andando”.
    Incrocio una persona ogni 3 minuti, schiva e intabarriata che cammina frettolosamente guardandomi di soppiatto in modo sospettoso neanche avessi la lebbra o qualcosa di esteriore che potesse insospettire.
    Mi chiedo perciò quanto potremo e saremo davvero capaci di continuare in questo modo (e io mi reputo anche fortunato), visto che per solo comperare qualcosa o andar in farmacia ti fanno aspettar fuori facendo entrare (p.es. in un ipermercato come la PAM che è grande) 2 persone alla volta creando all’esterno file interminabili che se si mettesse a piovere non so quanto potrebbero resistere. Da me ci sono (c’erano) 2 Uffici Postali. Stamattina uno dei due era chiuso senza una spiegazione. Che si sia ammalato qualcuno degli impiegati costringendo anche gli altri a mettersi in quarantena? Ho come l’impressione che la situazione stia subdolamente sfuggendo di mano e che ci stiano tranquillizzando illudendoci sulle 2 settimane in cui resistere in tali condizioni mentre stanno già per passare alla Fase 3 alla quale non siamo preparati e che temo possa corrispondere qualche comportamento inconsulto. Mio genero lavora come macchinista in Ferrovia e sono già 3 giorni che mi racconta di persone (2 coppie addirittura) che si sono gettate sotto al treno che guidava. L’altro ieri la Polfer ha fermato ed annullato una corsa a causa della presenza di un passeggero che si era sentito male.
    Ieri sera ho avvertito qualche sintomo di raffreddore (che da solo è sufficiente per rimanere a casa). Non ho preso paura e mi son bevuto un bicchiere di latte e grappa(rimedio della nonna) e a nanna presto. Stamattina non avevo più niente e anzi mi son sentito meglio di ieri. Nn so se potesse trattarsi di un attacco preliminare del Coronavirus.
    So solo ch questo significa che il fisico se non si hanno altre patologie è in grado di reagire se si fa vita sana, non ci si fa prender dalla psicosi del contagio e si riesce a trovar qualche valvola di sfogo. Invito tutti a cercare di metter in atto almeno 2 di questi rimedi nella speranza che appunto non sia l’eccessiva snervante attesa d qualche buona notizia a stroncarci tutti.

  35. giama29

    Intanto oggi i contagi non sono aumentati nella stessa percentuale degli altri giorni. Speriamo sia un piccolo segnale di un rallentamento della sua diffusione. Ho linkato un articolo sulla scelta britannica di raggiungere l’immunità di gregge facendo contagiare almeno il 60% della popolazione. L’ipotesi di partenza è che una volta preso i Covid si diventa immuni. E’ proprio così? Qualcuno può dire con certezza che si diventa immuni una volta passato il contagio? In Cina non ne sono ancora convinti…Il populista Johnson ha già avvisato la popolazione di prepararsi perchè ci saranno lutti in molte famiglie a causa del Covid19. Solo i più forti sopravviveranno… Sono strafelice di essere italiano e di non essere governato da personaggi così cinici e irresponsabili. Sempre che non cambino idea, i populisti inglesi verificheranno sulla pelle della popolazione le conseguenze di un contagio esteso del covid19. Facendo un po’ di conti, su 66 milioni di inglesi dovrebbero ammalarsene circa 40 milioni. Se fosse confermata la mortalità del 2,5-3% non sopravviverebbero al virus oltre un milione di persone. La notizia l’ho trovata in diversi siti d’informazione. Spero non sia vera ma è stata confermata anche dalla trasmissione “Otto e Mezzo” di giovedì sera su “La7”.
    https://www.agi.it/estero/news/2020-03-13/coronavirus-indennita-gregge-gran-bretagna-7497393/

  36. giama29

    La notizia che ho linkato è stata confermata anche dal TG1.

  37. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/13-03-2020/lega-serie-non-si-arrende-la-stagione-verra-terminata-regolarmente-prossimi-mesi-3601686791109.shtml Buona fortuna.

  38. Ostregafioi

    giama29, vedrai che anche loro faranno un (tardivo) passo indietro non appena i reparti di terapia intensiva si riempiranno abbastanza da non accettare più nessuno : con o senza corona virus. E’ solo questione di un paio di giorni, non di più.

  39. Paolo Miro

    Ma cosa vuoi che gliene freghi se si riempie o no se hanno deciso di lasciar contagiare 40 milioni di persone?

  40. giama29

    Ostregafioi, non ne sono convinto. Come dice Paolo se ne fregano. Johnson ha già messo le mani avanti preparando al peggio il popolo. Sembra che questi non abbiano mai messo piede in un ospedale e non sappiano cosa sia l’oceano di dolore che si lascia dietro ogni vita spezzata. Ve66art sa cosa sta succedendo. Io ho notizie sempre aggiornate perchè ho un familiare che lavora in cardiologia. Parlano d’immunità di gregge ma non stanno parlando di pecore ma di esseri umani la cui morte sembra rappresentare un semplice effetto collaterale di una strategia attuata per limitare i costi economici del virus. Una scommessa che si basa su una ipotetica immunità di lungo periodo dal covid19, dall’arrivo della bella stagione e da temperature più miti che porterebbero ad allungare la curva del contagio fino allo spegnimento dei focolai. Ma poi in Inghilterra chi ha detto che arriverà un’estate calda? Di certo non hanno una posizione geografica che gli assicuri un’estate torrida, a prescindere da quanto sta succedendo in questi ultimi anni. E poi, chi ti dice che il caldo spegnerà i focolai completamente? Con tutte queste incognite ti metti a giocare con la vita di milioni di persone? E ancora, esiste una immunità di lungo periodo al Covid19? Nessuno lo sa… Anche qui troppe scommesse al buio. Un azzardo fatto sulla pelle di cittadini poco informati che se veramente consapevoli dovrebbero rivoltarsi adesso e non aspettare di vedere i proprio nonni o genitori essere portati via dal virus e dalle scelte scellerate dei propri governanti.

  41. Ostregafioi

    Paolo e giama29 ho notizie fresche da la tutti i giorni. Sono passati dalla convinzione “qui è ancora tutto sotto controllo” a “siamo nella m***a” nel giro di 48 ore. Stessa cosa è successo con Trump: è passato dal minimizzare all’emergenza nazionale in tre giorni (tre). Macron , un giorno era a teatro che invitava i francesi a non chiudersi, dopo 4 giorni si presenta in tv a reti unificate per dire che la Francia è in pericolo. Vedrete, 48 ore forse anche meno.Johnson verrà fermato dall’evidenza. Anzi visto che il virus colpisce le persone più anziane (che poi si sta scoprendo che non è vero neppure questo) lo incrimineranno per attentato alla Regina !!

  42. Per questi personaggi non esiste vaccino.

  43. @ostregafioi – La regina supererà anche questo…..

  44. Paolo Miro

    Sai che difficoltà può avere la Regina Elisabetta a stare in isolamento? Io dico che si può giocare a basket dentro le sue stanze!

  45. Paolo Miro

    Permettetemela (sennò a forza di parlar sempre seriamente svalvolo): anche quelli del GF Vip non avranno problemi a star dentro ambienti dei quali una stanza è grande quanto casa mia. Si annuncia l’edizione più lunga della storia = 6-7 mesi. Lì dentro non rischiano nulla, hanno da mangiare, compagnia, daranno loro qualcosa da fare visto che i meccanismi di gioco son saltati e magari la finiranno di litigare per il cacchio.
    Altrocgé! Anche in situazioni drammatiche c’è sempre chi le può vivere impunemente.
    E di esempi ce ne sarebbero altri….

  46. Ostregafioi

    Si Betty, lo sanno tutti che il principe Carlo ha fatto testamento a favore di sua madre..

  47. giama29

    God save the Queen…da Johnson!

  48. Ary

    La più bella risposta è quella di alexmax52! Spiega tutto ed è quello che penso anche io di loro, specie su quel orrido pagliaccio che risponde al nome di Donald Trump. Certo in queste condizioni sono anche io fiero di essere veneziano e italiano !
    Voglio fare un grande plauso e dare tutto il mio sostegno morale a ve66art per ciò che fa : anche mia cognata lavora in ospedale e si sta facendo una bella carrellata di ore…. Spero duri poco . Ma possiamo dirlo tutti noi italiani che medici e tutto il personale ospedaliero sono il ns orgoglio e il loro comportamento è da eroi ! Aspettiamo il responso dall’Africa visto i primi contagi… Se loro passeranno indenni vuol dire che il virus scompare ad alte temperature altrimenti…. Son c…i

  49. Ary

    https://m.huffingtonpost.it/amp/entry/la-virologa-gismondo-60-70-di-italiani-sara-positivo-ma-non-preoccupiamoci_it_5e6bba13c5b6bd8156f6b865/

  50. Paolo Miro

    Quindi noi avremmo già ottenuto l’obiettivo prefissatosi da Johnson.
    E lui che diventa tanto matto e manda al macello la popolazione….

  51. Paolo Miro

    Guarda Ary: non mi preoccupo né di Trump né di Johnson. Tra noi ed entrambi c’è l’Oceano Atlantico. E loro hanno interrotto tutti i canali di comunicazione. Grazie!!! E divertitevi…

  52. giama29

    Paolo la virologa ha detto che a breve colpirà il 60-70% della popolazione, la famosa percentuale utile a favorire l’immunità di gregge. Ancora non ci siamo arrivati. Ormai si parla di 10-15 giorni per avere il picco. E’ un’ipotesi tutta da verificare ma è quella di cui si sente più spesso parlare. Tutto sta a capire in che modo ci arriveremo. Si può tentare di fare una previsione tenendo conto del numero di contagiati totali attuali (dati OMS, inclusi guariti e deceduti):
    – giovedì 29 febbraio 650;
    – giovedì 5 marzo, 3800;
    – giovedì 12 marzo, 15000.
    Il virus è cresciuto di una percentuale che varia dal 20% al 30% circa ogni giorno. Ieri la crescita è stata inferiore al 20%. Speriamo nei prossimi giorni che questo dato continui ad abbassarsi perché significherebbe essere vicini al picco e i contagi dovrebbero mantenersi costanti nonostante l’aumento. In pratica i contagiati del giorno, per quanto possano essere maggiori del giorno prima, devono rappresentare una percentuale sempre più bassa rispetto al numero dei contagiati totali. Quindi se con 15 mila contagi ho 2000 nuovi infetti (+18%) e, per i potesi, con 20.000 ne avrò 2200 (+11%), significa che il contagio sta rallentando. Altrimenti, il prossimo giovedì rischiamo di avere tra i 40.000 e i 50.000 contagiati con tutto quello che comporta in numero di ricoveri e vittime. Quindi questi giorni sono decisivi per capire prima di tutto se il virus sta rallentando e, soprattutto, in che modo sta rallentando.

  53. Paolo Miro

    Non fa una piega. Speriamo non la facciano gli Italiani, la piega!

  54. Ary

    Esatto ! Speriamo bene! Se tutti si attenessero alle regole e le fabbriche pure… Avremmo un contenimento del virus più veloce.
    Ma due giorni fa sono passato davanti alla Fincantieri in macchina e c’era il disastro di lavoratori ! E tutti ammassati….
    Paolo non sento neanche io la mancanza di loro vai tranquillo !!!!
    Ma ragazzi un piccolo appunto… Ma avete mai sentito qualche notizia sulle condizioni della Russia? O sono partiti sullo spazio ?

  55. giama29

    In effetti lì tutto tace Ary. Forse si sono tropicalizzati e il clima torrido sta impedendo la diffusione del virus…

  56. Paolo Miro

    Adesso ti faccio una domanda provocatoria tenuto conto del ragionamento dell’immunità di gregge Tu preferiresti far parte del 70% della popolazione contagiata o del rimanente 30%?

  57. Paolo Miro

    La Russia è anch’essa una dittatura e è stata la prima a chiuder le frontiere

  58. Paolo Miro

    In attesa di una risposta… mi potrai dare anche del banale ma io non so cosa darei per una pizza…

  59. Paolo Miro

    Nel senso che è proprio vero che si apprezzano di più le cose quando non puoi averle

  60. Paolo Miro

    E la vera tortura cinese verrà nei prossimi giorni nei quali è previsto bel tempo con alta pressione e rimanere a casa sarà atroce

  61. Rab.

    Le affermazioni di boris johnson sono raccapriccianti. Un folle che guida degli idioti.
    Un comportamento irresponsabile che potrebbe portare conseguenze anche agli altri paesi europei che stanno cercando di fronteggiare l’emergenza seriamente. Anche se a dire la verità di serio si vede ben poco in Spagna, Francia, Germania.
    Fa eccezione la tanto vituperata Italia, cui mi pregio di appartenere, che pur in presenza di un governo posticcio è riuscita a mettere in campo misure serie di contenimento.
    Non invidio nessun altro popolo in questo preciso momento…

  62. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Oppure si fa come la Germania, che ha “solo” 8 morti su quasi 4000 contagiati. Evidentemente, i tedeschi devono aver scoperto un vaccino. Intanto la Spagna, come previsto, qualche giorno fa, raggiungerà in breve tempo il quarto posto della classifica mondiale, superando la Corea del Sud. Bravi. E pensare che l’altro giorno, prendevano in giro la Dinamo Sassari che voleva giocare a porte chiuse. Ti raccomando gli Usa, che, forse, cominciano a fare i tamponi. Adesso i tamponi, perché costano 3200 dollari, gli fanno solo, attori, giocatori professionisti, politici, ecc. L’Inghilterra, non ha scoperto nulla di nuovo. Nell’antichità, gli Spartani eliminavano i deboli e gli storpi, gettandoli giù dalla rupe Tarpea.

  63. Paolo Miro

    Scusa ma gli inglesi di Sparta non hanno proprio nulla. anzi!

  64. Paolo Miro

    In più si è capito ormai nettamente che a complicare le cose non sono i morti ma il numero dei contagiati

  65. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Intanto in Spagna si registra un’impennata di contagi: 1.544 più di ieri, il totale è di 5.753. Il dato ha allarmato il Governo di Madrid, che a seguito di un consiglio dei ministri straordinario ha subito emanato misure simili a quelle in vigore in Italia: per due settimane proibiti tutti gli spostamenti non dettati da cause di forza maggiore. Si può andare solo al lavoro o a fare la spesa.

  66. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Secondo il New York Times, che ha ottenuto ed elaborato la documentazione dei Cdc, i contagiati Usa potrebbero essere compresi tra 160 e 214 milioni durante l’epidemia, che potrebbe durare mesi e forse anche un anno. I morti potrebbero essere tra 200.000 e 1,7 milioni. Non solo, sulla base dello scenario catastrofico ipotizzato dai Cdc, tra 2,4 e 21 milioni di americani potrebbero richiedere il ricovero, facendo andare in tilt il sistema sanitario nazionale che ha solo 925.000 letti d’ospedale, stando ai dati dell’American Hospital Association. Questo scenario, il peggiore di 4, non tiene però conto delle misure di prevenzione adottate dal governo federale, dagli Stati e dai singoli cittadini.

  67. Paolo Miro

    Ausu…una forbice tra 2.4 e 21 è assurda.
    Son capace anche io di dar i numeri a sto modo. E comunque gli Americani non hanno Trump?

  68. Ary

    Ausu siamo i più vecchi d’Europa per età e abbiamo la minore natalità. Per quello (credo) da noi la mortalità è superiore.
    Paolo io la pizza me la sono fatta in casa ieri accompagnata con un bel dolcetto di Dogliani superiore.
    Ehehe bella Giama !

  69. Paolo Miro

    Eeeeh vabbé. Ovvio che la base della pizza me la posso anche comprare qua sotto alla Despar e poi condirmela.
    Ma non è la stessa cosa che farsela portar a casa (visto che le pizzerie son chiuse). In ogni caso era un esempio per comprendere che un conto è star a casa perché lo decidi tu e un altro perché sei costretto. Insomma è dura. Poco da fare.

  70. Paolo Miro

    E che ho la scusante del cane da portar fuori….

  71. AUSU ROMANO AERE VENETO

    In Germania, il direttore dell’Istituto Koch, Lothar Wieler, insieme al Ministro della Sanità, ha spiegato che è un puro caso che ci siano ancora così pochi morti in Germania, rispetto all’Italia: “L’eta dei casi in Italia è diversa: l’età media dei morti è 80 anni, e in Italia sono stati intercettati dei contagiati meno giovani”. In Germania, invece, “il 70% dei casi ha tra 20 e 50 anni, e l’età media degli infettati è 40”. In Italia, secondo dati ufficiali, è 60. Wieler si è anche detto convinto che “nelle prossime settimane e mesi” i dati di Italia e Germania si allineeranno. In altre parole: i morti dipendono dai focolai, dal modo in cui si è sparso il virus, dalla fascia di età che ha colpito maggiormente.

  72. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Dopo la Lituania, anche il Belgio termina il Campionato di basket. Assegnato il titolo ad Oostende, primo, al momento, in classifica. Come ha fatto la Lituania assegnando il titolo allo Žalgiris Kaunas. Se la tendenza fosse questa, lo scudetto in Italia, sarebbe assegnato alla Virtus Bologna. Mah.

  73. Paolo Miro

    Non credo proprio. Non so laggiù ma da noi erano previsti i Play-Offs e non potendo disputarli il Titolo non può essere assegnato dato che il primo posto nella Regular Season ha valore effimero.
    Infatti nel calcio il titolo ho letto che andrà alla Juventus (che non ne andrà certo fiera).

  74. Paolo Miro

    Lo Scudetto È NOSTRO e ce lo devono togliere sul campo.

  75. giama29

    Interessante il dato tedesco Ausu. Oggi confermato il trend che si è attestato sul 18%. Speriamo di scendere verso il 15% nei prossimi giorni e così via. Paolo, è chiaro che se avessi avuto un incontro blando con il covid19 (cosa che non escludo, ma non lo saprò mai) vivrei meno angosciato in caso di una recrudescenza del virus per il quale, tuttavia, non c’è certezza di diventare immuni per sempre. Quindi me ne sto tranquillamente con l’altro 30%.

  76. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo, anche laggiù, c’erano i playoff. Comunque, in Italia non penso sia praticabile. Roba da avvocati. Ciao.

  77. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Giama, ho visto i dati di contagio, li seguo su: suhttps://www.worldometers.info/coronavirus/ sito che si aggiorna in tempo reale. Sono d’accordo non te. Il trend è sul 20% giornaliero, mentre per gli altri Paesi, è del 30/40%. Ciao.

  78. AUSU ROMANO AERE VENETO

    errate corrige: Sono d’accordo con te.

  79. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Campionati-Esteri/14-03-2020/wuhan-zall-ha-paura-coronavirus-scappa-spagna-torna-cina-3601710414961.shtml

  80. Paolo Miro

    Cosa non è praticabile? Scusa non mi è chiaro

  81. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo, penso che sia difficile assegnare il titolo come hanno fatto in Lituania e Belgio. Immagina che caos. Ciao.

  82. Paolo Miro

    Ah ecco. Volevo ben dire.

  83. Paolo Miro

    Giama…nulla è certo con un virus nuovo, ma sempre di viris si tratta e quando il fisico ha prodotto gli anticorpi non ce n’è per nessuno.

  84. Paolo Miro

    Certo che qua stiamo postando in 3-4…

  85. RobertoC

    Gli Stati Uniti moralmente ci sostengono, la Cina addirittura ci invia materiali medicine e medici…gli unici che ce lo vogliono mettere al culo sono i paesi europei, Francia e Germania in primis. A questi lasciatemi dire un bel COPEVE!!!

  86. Paolo Miro

    Ouff! Meno male. Qualcun altro. Cominciavo a temere che quelli che non si facevano più vivi fossero contagiati.

  87. Paolo Miro

    RobertoC…ti sorprendi? Una volta sottomessi noi (economicamente) avrebbero via libera per far quel che gli pare e piace. Però non è che Trump sia stato molto tenero col Governo Italiano eh!

  88. Paolo Miro

    Invece noi detestiamo tanto i Cinesi, ma a quanto pare la cosa non è reciproca.
    Qualcuno dovrà prenderne atto.

  89. giama29

    Ausu, a parte la Spagna, in quali Paesi la crescita è del 30-40%? Se il dato si dovesse confermare nel giro di poco tempo avrebbero più casi che in Italia!

  90. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Giama, la tendenza in questi giorni è stata quella che ho scritto. I dati si aggiornano continuamente. Bisogna vedere a fine giornata. Ieri per esempio la Spagna nel pomeriggio aveva circa 1000 contagi, alle 23 ne ha avuto oltre 2000. Poi, non devi guardare solo i grandi Paesi, ma guarda, che ne so, Finlandia, Cechia, Portogallo, Irlanda, Estonia, Filippine, Polonia, Cile, Lussemburgo ecc. Ciao.

  91. Ary

    Ciao ragazzi parere strettamente personale . Io in Cina ci sono stato a lungo e li preferisco di gran lunga agli americani….

  92. Ostregafioi

    Buongiorno.
    Eravamo già abituati ai politici che dicono di fare le cose e poi a distanza di qualche mese se ne dimenticano oppure cambiano idea.
    Per chi ha seguito lo scambio di vedute tra me, Paolo Miro e Giama29 ecco a distanza di poche ore dalle ultime sue dichiarazioni cosa ha stabilito Jhonson in UK. Fonte Repupplica.it di oggi: a
    “14 marzo 2020
    LONDRA – La notizia è clamorosa e la dà Robert Peston di ITV, uno dei giornalisti più importanti oltremanica. Il governo Johnson si appresterebbe a mettere in quarantena fino a quattro mesi tutti gli ultra 70enni britannici.”
    Tra qualche ora usciranno, un po’ alla volta anche gli altri provvedimenti…

  93. Ostregafioi

    Il cambiamento di idee di un politico a distanza di ore è invece una novità !

  94. Paolo Miro

    🙂 però Ostregafioi mi pare d’aver letto su quell’articolo che hai linkato che il meccanismo “Immunità di gregge” prevede l’isolamento degli indvidui più a rischio. E il contemporaneo via libera al contagio per tutti gli altri. Quindi sul Fronte Occidentale nulla di nuovo.

  95. Paolo Miro

    L’unica cosa che vorrei tanto mi fosse spiegata da Mr. Johnson è: “dove” li isola gli ultrasettantenni? A casa no di sicuro sennò salta il meccanismo. Possiede per caso ambienti talmente spaziosi da metterli tutti dentro per 4 mesi fornendo loro tutto il necessario?
    Ma mi faccia il piacere!!! Ridicolo di un uomo.

  96. giama29

    Per fortuna Ostregafioi. E’ già qualcosa anche se mi lascia piuttosto perplesso. E’ una conferma del fatto di voler puntare all’immunità di gregge preservando, in teoria, le fasce più deboli della popolazione. Immagino che il provvedimento sarà esteso anche a persone più giovani che per motivi diversi sono immunodepresse o soffrono di patologie gravi, altrimenti sarebbero mandate al macello. Tuttavia, mi sembra che il succo del discorso non cambi. Sempre di azzardo si tratta. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensano i nostri virologhi di questa improvvisa virata.

  97. Ary

    Mah…. Provvedimento che serve solo a tutelare la vita degli anziani, ma come dice Paolo non salva il resto.

  98. norm nixon

    Il significato delle cose si palesa per intero solo quando tutto è realmente finito. I conti si fanno sempre alla fine. Nel bene e nel male. Vedremo.

  99. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Giama, a proposito di percentuali di contagi, stamattina in Svizzera aumento del 60%. Da 1375 casi a 2217. Ciao.

  100. giama29

    Ausu, non ho idea di quali provvedimenti abbiano preso per prevenire l’esplosione dei contagi, ma non mi sorprende. Sta succedendo in tutta Europa. Credo che la maggior parte dei Paesi si ritroverà grosso modo nella stessa nostra situazione in un paio di settimane. Dicono che gli asintomatici siano poco contagiosi. E’ proprio così? In Corea sembra stiano avendo ottimi risultati facendo il tampone a tutti coloro venuti a contatto con una persona contagiata. Bastano pochi asintomatici molto contagiosi a creare dei focolai che rischiano di diventare incontrollati. Norm, è vero, tra qualche mese sapremo l’esatto significato di quanto sta succedendo adesso. I fatti ci dicono che la Lombardia è al collasso che ci sono figli che hanno perso entrambi i genitori, che in Europa ogni Paese fa di testa sua senza alcun coordinamento, cosa gravissima e che mi fa riflettere, da profondo europeista, sulla miopia dei suoi burocrati, di quanto sia piccola la loro visione di “Unione”, troppo concentrata sull’aspetto monetario ed economico ma poco solidale, con una visione di breve termine e una sempre più limitata condivisione di valori. Dopo questo virus niente sarà più lo stesso, e anche in Europa si dovranno fare scelte coraggiose per andare oltre, o forse sarà meglio rivedere il suo funzionamento, perchè così proprio non ha senso. Per quanto riguarda Johnson, la sensazione è che questa scommessa, giocata sulla pelle degli inglesi, potrebbe rappresentare una clamorosa affermazione personale, cosa a cui aspira, ma se le cose non andassero come ipotizzato e l’immunità di gregge non dovesse essere raggiunta si aprirebbero degli scenari inimmaginabili. Tra l’altro, come hanno ricordato Paolo ed Ary, quale tutela è prevista per chi ha meno di settant’anni e soffre di patologie che rischiano di esporre maggiormente al Covid 19? Per il momento sembra nessuna…

  101. Paolo Miro

    “Dopo niente è più lo stesso” da “io sono nato libero” – Banco del Mutuo Soccorso 1973

  102. norm nixon

    Johnson a prescindere da come andrà a finire ha perso già da ora. Nessuna scommessa. Non si pianificano in questo modo emergenze assolute mondiali come quella che stiamo vivendo. Non mi riferisco al numero delle morti ma al modus operandi per prevenirle a prescindere dalla pericolosità e dall’invasività del virus. Nel momento in cui una Nazione prende coscienza del pericolo non deve lasciare nulla al caso anche a costo di perdere miliardi su miliardi e costringere i propri cittadini al coprifuoco. Mai come in questa occasione possiamo affermare che la salute non ha prezzo. Mi auguro che ciò che stiamo vivendo ci renda poi delle persone migliori spostando nella nostra testa certi paramatri e facendone entrare degli altri..più umani che tengano conto, soprattutto nei rapporti, dei veri valori, quelli he un po’ tutti abbiamo perso finendo ormai da anni nella centrifuga di quel che chiamano progresso, dove ciò che è nuovo oggi è già vecchio domani e dove vogliamo sempre di più senza ragionare. E questo vale anche relativizzando il concetto in chiave tifosi-Reyer, dando ovviamente una chiave di lettura leggera.

  103. Ottima vittoria contro l’artiglio, prosegue ii periodo favorevole per i nostri Eroi si può dire, salvo imprevisti che la squadra ha raggiunto la compattezza smarrita nei mesi scorsi, Denik ha condotto i compagni con autorità sfornando cioccolatini a ripetizione, raccolti e per niente indigesti da Watt, secondo quarto strepitoso per Tonut, e dal quel momento la partita è girata a nostro favore annichilendo gli avversari, ma la cosa più bella ed emozionante è stato rivedere ed abbracciare gli amici della curvetta e fuori curvetta, Bepi, Paper, Mau e molti altri, martedì prossimo trasferta molto difficile in Spagna, buona serata a tutti e forza Reyer.
    (Sogno di una sera di quasi primavera)

  104. Paolo Miro

    Ti sei scordato di indicare l’anno AlexMax: il 2021

  105. ve66art

    Voi direte che sono pazzo, ma 2600 contagi ieri, 2800 contagi oggi, speriamo 2800/2900 contagi domani, significa avvicinarsi velocemente al fatidico 1:1, e questo on è buono, è molto più che buono, è tanta roba!!!!
    Speriamo in qualche giorno di 1:1 e poi forse potremo dire che una minuscola candela si è accesa in fondo al tunnel.
    Per quanto mi riguarda invoco misure ancora più severe e controlli ferrei.
    Io, uomo di sinistra da sempre, auspico l’intervento dell’esercito e uno stato di simil coprifuoco!
    Viva l’Italia!!!!

  106. Paolo Miro

    Perché mai poi la Sinistra dovrebbe esser contraria all’uso dell’Esercito e all’applicazione di norme tipo coprifuoco (a cui poi qui da me già si assiste anche di giorno)?
    Non è più tempo d Sinistra, Destra, Centro. Sono tutte ideologie obsolete.

  107. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Non cambia niente, ma per la precisione i contagi vanno letti così: nuovi casi odierni 3590- morti 368- guariti 369- aumento casi attivi 2853

  108. Paolo Miro

    Fioi…semo appena al quarto giorno e conté i casi e tuto el resto? Vogia gavé!

  109. Paolo Miro

    Mi so soeo na roba: co fora xé freddo, vento e piova de soito se sèra porte e balconi.
    Qua in Italia co serviva xé restai verti sia quei che el garage, la porta sul retro e l’abbain. Go dito tuto!

  110. Paolo Miro

    E adesso tuti se sente dei eroi perché i riesse a star serai in casa par un fià de giorni? Fasemo rider i polli

  111. Paolo Miro

    “Lo chiamavano Coronavirus, metteva timore, metteva timore/. Lo chiamavano Coronavirus, metteva paura sopra ogni cosa/. Appena sceso all’aeroporto un tizio arrivato da un viaggio in Cina,/ tutti si accorsero con uno sguardo che necessitava un po’ di Amuchina./ Bisogna stare a una certa distanza, lavarsi le mani con molta frequenza,/ non affollare nessun locale lo dice il decreto ministeriale”.
    “Alla stazione c’erano tutti, dal commissario al sagrestano,/ alla stazione c’erano tutti, la mascherina e il cappello in mano,/ a salutare chi per un poco, senza pretese, senza pretese,/ a salutare chi per un poco portò il contagio nel paese”.
    Di Corrado Nitto parafrasando “Bocca di Rosa” di F. De.Andr

  112. Rab.

    In effetti sarebbe bastato nominare Miro commissario speciale per l’emergenza virus e a quest’ora ne saremmo fuori da mesi. Anzi, non sarebbe nemmeno iniziata.

  113. Paolo Miro

    E se invece volete farvi una risata per far alzare le difese immunitarie:
    “Dale a tu cuerpo Amuchina e Quarantena/ se ti metti una bella mascherina è cosa buena/ Dale a tu cuerpo Amuchina e Quarantena/ eeeeh Quarantena”.
    L’avete riconosciuta?

  114. Paolo Miro

    Rab…l’ho già scritto: io non sono nessuno per criticare o dir che si è sbagliato. Ma a volte i rimedi più semplici o perlomeno i più istintivi sono i migliori. Peccato che non vengano messi in atto perché le priorità si crede sempre siano altre, tutte troppo venali.
    Ed infatti anche all’epoca dei primi controlli io pensavo e dicevo delle fesserie che, guardacaso, ora tutti i Paesi si affrettano a metter in pratica.
    Più che un Commissario per l’Emergenza sarebbe stato auspicabile possedere un Commissario per la Prevenzione 🙁 Ciao.

  115. giama29

    Nel giro di un mese in Corea la situazione sta lentamente tornando a una parvenza di normalità. Cosa hanno fatto loro che non abbiamo fatto noi?

    La Corea del Sud ha registrato 76 nuovi casi di Coronavirus, ai minimi dal 21 febbraio e per la prima volta sotto quota 100 in 23 giorni. I contagi totali sono saliti a 8.162, ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention, dando l’aggiornamento della crisi a sabato. I dati confermano il trend di rallentamento del contagio: i due focolai di Daegu e del Nord Gyeongsang (rispettivamente, 41 e 4 nuovi casi) si stanno ridimensionando. Le due aree contano 6.031 e 1.157 contagi, l’88% del totale. I morti sono aumentati a 75. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus-Usa-morti-New-York-Cina-timori-sul-contagio-di-ritorno-81a0e844-d241-4c27-beb4-5a73bf688094.html

  116. Paolo Miro

    Giama29…una cosa sicuramente noi non siamo capaci di attuare come Cinesi e Coreani: aver pazienza e soprattutto non fornire false speranze da parte dei Media sui tempi di attesa.
    Anche in queste ore si continua a insinuare l’idea che ora non si può tornare alla vita normale ma che è sol questione di pochi giorni.
    Cioè si sta commettendo lo stesso errore dei primi giorni quando invece che alzare al massimo le difese per poi abbassarle gradualmente man mano che l’allerta scemava, ora si evita di dire che magari ci vorranno altre 3-4 settimane per poi magari diminuire il numero man mano che, si spera, la situazione migliora.
    È una questione psicologica; indispensable con una popolazione come la nostra che vuole tutto subito e che si fa influenzare solamente da chi gli dà notizie positive (pur se illusorie) invece che preferire chi (se mai esiste) ha il coraggio di dire la cruda verità anche se scomoda e spiacevole.
    Io parlo di notizie da fornire. Figuriamoci se fossero decisioni da prendere!

  117. Rab.

    Io per la verità non ho mai sentito nessuno dire che è questione di giorni. Nè Conte, che si è guardato bene dal dare una data oltre la quale mollare la presa, nè Zaia che anzi ha detto che ci vorranno mesi, non settimane, per uscirne, nè virologi e scienziati.
    Intanto in GB:
    https://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/coronavirus-in-gb-le-star-seguono-la-dottrina-di-johnson-concerti-strapieni_16183255-202002a.shtml

  118. Paolo Miro

    16/02/2020 “The Last good day of the year” THE COUSTEAU – da “Cousteau” 2000

  119. Rab.

    http://www.today.it/attualita/coronavirus-picco-italia-previsioni.html#_ga=2.42153381.105517815.1584355566-c17a847f-a896-4277-9a5a-b43ed192a5d6

  120. Paolo Miro

    Rab…purtroppo questo tipo di indicazioni arrivano dai Media. Non tutti ma i più importanti continuano a battere il tasto dei 15 giorni per poter vedere un calo dei contagi dando false speranze e illusorie aspettative ai cittadini.
    Purtroppo Conte & Co. possono dire e fare ciò che vogliono ma il peso e l’influenza della comunicazione di massa prevalgono.
    La stessa cosa accaduta all’inizio quando la maggioranza delle Fonti di informazione ci spacciava per la Nazione più sicura d’Europa dando per improbabile l’insinuazione del Coronavirus in Italia.

  121. Paolo Miro

    „Ogni Paese che guarda l’esperienza di altri Paesi alle prese con epidemie importanti e pensa che “a noi non succederà” sta commettendo un errore mortale. Può succedere a chiunque”. Lo ha detto venerdì scorso il direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus durante il briefing dell’agenzia Onu sull’emergenza coronavirus.“

  122. giama29

    Sulla questione immunità di gregge non mi è chiaro ancora il ragionamento dei politici inglesi Rab. Oggi è uscito un dato di una ricerca tutta British secondo la quale ci vorrà un anno prima di arrivare alla fatidica soglia dell’immunità di gregge. C’è il rischio che addirittura l’80% della popolazione inglese venga contagiata. Quindi o supponi che sarà lo stesso per tutta l’Europa, oppure mentre noi verso fine maggio forse, e sottolineo forse, torneremo ad avere una vita relativamente normale, gli inglesi non li vorrà nessuno da nessuna parte del globo con conseguenze catastrofiche per l’economia britannica, perchè significherà blocco dei voli, degli spostamenti etc. con tutto ciò che comporterebbe.

  123. Paolo Miro

    Senza contare Giama29 che il Regno Unito è definitivamente fuori dalla UE.
    Quindi dovranno arrangiarsi con le loro forze. Dio salvi la Regina (e tutto il suo popolo)!

  124. Rab.

    Mah, a detta degli scienziati (e anche del buon senso), l’immunità di gregge ha senso in presenza di un vaccino. Ossia, ad esempio: se più del 95% della popolazione è vaccinata o ha anticorpi contro il morbillo, protegge (in termini probabilistici) anche il 5% che non si può vaccinare perchè immunodepresso o impossibilitato a vaccinarsi per altre patologie.
    Ma se la popolazione già autoprotetta è lo 0%, per un virus per cui non hai nemmeno il vaccino, beh… più che immunità di gregge mi pare si tratti di far partire un’epidemia incontrollata. Questo vuol dire che magari finirà prima che da noi, ma con un numero potenziale di contagiati e deceduti enorme, oltre che con il sistema sanitario nazionale al tracollo.
    Ma se lo dice Johnson, il “nuovo Churcill”…

  125. Rab.

    Peraltro, pur se trovo completamente anacronistiche e antidemocratiche le monarchie, mi stupisco come proprio la Regina non si pronunci a favore della salute dei suoi “sudditi” contrastando le tesi folli del suo primo ministro. Per lo meno questo, oltre al cambio d’abito tra pranzo e cena….

  126. giama29

    https://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/coronavirus-in-gb-le-star-seguono-la-dottrina-di-johnson-concerti-strapieni_16183255-202002a.shtml

  127. giama29

    Scusa Rab, ho sbagliato link
    https://www.tuttonapoli.net/brevi/foto-coronavirus-follia-in-inghilterra-in-migliaia-alle-mezze-maratone-di-bristol-e-liverpool-426936

  128. Rab.

    Giama, io ormai non ho più parole per quello che vedo.
    Per me comportamenti come questi sono semplicemente criminali. E dovrebbero essere puniti severamente.
    Mi sbaglierò, ma tra Brexit incontrollata e il disastro coronavirus, dell’UK rimarranno soltanto macerie.

  129. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Forse, qualcosa si muove. I nuovi contagi, oggi, sono 3233, +13% rispetto a ieri. Una discreto calo rispetto a ieri, dove i nuovi contagi erano stati il 18% in più del giorno precedente. Ed il giorno prima il 20%. Speriamo che la tendenza continui. Intanto la Spagna, continua a scalare posizioni, ed è, ora, al quarto posto, dopo la Cina, Italia ed Iran, superata la Corea del Sud. Ricordo, che una settimana fa, gli spagnoli, presero in giro la Dinamo Sassari, perché pretese le porte chiuse. Ciao.

  130. Paolo Miro

    Se è per quello AUSU anche il Valencia che ha giocato contro l’Atalanta ha ora la squadra decimata. Ma là la colpa sappiamo benissimo di chi è stata….

  131. Paolo Miro

    Rab…riguardo a Sua Maestà Elisabetta II può ritenersi fortunata ad esser ultranovantenne perché se fosse stata 25 anni piu giovane Johnson avrebbe esposto al contagio pure lei. E in una Monarchia Costituzionale non ci sarebbe stato da sorprendersi.

  132. fabioz11

    Leggo sempre e non ho molta voglia di intervenire, ma mio caro Rab spero che tu non abbia ragione per quanto riguarda UK, perché olyre i pazzi inglesi ci sono circa 400/500mila italiani, tra cui mio figlio. Capisci lo stato d’animo……

  133. Paolo Miro

    Fabio….mi spiace enormemente per la tua situazione. Dicevo prima che l’UK non fs più parte dell’U.E. che ha disposto il blocco degli ingressi al suo interno per 30 giorni. Sarà la volta buona che oltre a feonteggiare solo noi lo sbarco degli immigrati ci penserà anche qualcun altro per esempio con quelli che vorrebbero arrivare in Europa dal Medio Oriente?
    O non se ne parla più solamente perché c’è altro a cui pensare?

  134. mau60

    Ciao ragazzi a tutto il mondo Reyer ed oltre.
    Qui ragioniamo coi numeri sia durante il basket giocato che oggi la cui partita è ben più importante. Auspichiamo la flessione dei contagiati, dei decessi e l’aumento dei guariti.
    Non sono un medico e quindi chiedo scusa se non sarò proprio preciso.
    Negli ultimi sessant’anni tutti abbiamo sentito parlare di malattie e virus di vario genere molto aggressive con molti ammalati e decessi.
    Quando ero giovane negli anni 70 mio nonno classe 1899 periodicamente per enfatizzare certe situazioni mi parlava dell’influenza spagnola che alla fine della prima guerra mondiale per per un paio d’anni imperversò in giro per il mondo.
    Mio nonno diceva che metà della sua famiglia morì da questa cruda influenza.
    Mi documentai ed effettivamente in due anni nel mondo fece circa 100 milioni (non migliaia) di vittime con due miliardi di abitanti.
    Un quarto della popolazione venne colpita
    Il nonno mi ripeteva sempre che prima o dopo sarebbe riaccaduto.
    E se mi permettete sistematicamente davo la schiena con un gesto immaginabile
    Non sono un medico ed ecco che a sto punto mi faccio da parte perchè non è proprio il mio campo di conoscenza.
    Non sarà la stessa cosa. Lo spero ci mancherebbe. Abbiamo tecnologie diverse, metodi di comunicazioni diversi e saremo tempestivi nel gestire le varie situazioni. Ma pensare che una cosa del genere duri qualche mese mi sembra ottimistico.
    Staremo a vedere me lo auguro. Che tutti facciano la loro parte. E’ stato dimostrato che l’isolamento è l’unica via per mitigare il “danno”
    Pensiamo alla salute
    Anche se per l’economia sarà devastante. E passerà anche questo.
    Sono molto dispiaciuto di non aver parlato di basket. E con molta nostalgia ricordo i 4 giorni trascorsi con mia moglie a Pesaro.
    Ciao Raga.
    Speriamo rivederci presto. Salutissimi alla curvetta e ai ragazzi a fianco curvetta.

  135. Rab.

    Fabioz, mi spiace molto per tuo figlio in questo frangente, spero ovviamente vada tutto benissimo per lui tanto sul versante salute che su quello lavorativo.
    Ma sugli inglesi resto della mia idea, credo che vivano sugli allori da troppo tempo e se non sono ancora in declino è grazie a un paese ricco di petrolio, gas e risorse naturali. Ma se fosse per la loro testa….

  136. Ary

    Resto sbigottito dalle parole di Johnson e non apprezzo certo la sua uscita…. Bellissimo il discorso di norm delle 20.27 veramente!
    Purtroppo ciò che scrive giama29 sull’immunità si gregge è verissimo e mi spiace per gli inglesi e i ns connazionali che vivono lì (specie per il na fabioz11 ma anche io ho molti amici che vivono lì)ma è un comportamento irresponsabile.
    Come detto una settimana fa circa devo fare mea culpa su tutto ciò che pensavo sul covid-19 , sui suoi sintomi e anche le cause propagatorie. Niente di più errato! Questa non è una semplice influenza e ritengo ancora molti comportamenti sconsiderati. Ha ragione veart66 a invocare l’esercito. Tutto ciò ci farà slittare sempre più avanti e non sarà certo un bene.
    Veart66 una cosa…. Anche io mi ritengo essere di sinistra (anche se non voto questi buffoni in Italia e non mi riconosco in nessun partito) ma con questo se ritengo che una cosa sia giusta la applico e stop. In qualsiasi maniera.

  137. Paolo Miro

    Lasciando perdere se io sono di sinistra o di destra anche a sto punto conta veramente poco e dato che molti di voi continuano ad asserire che il governo abbia agito tempestivamente è in maniera ideale per contenere il coronavirus questo è l’elenco delle attività che restano aperte fino a nuovo ordine e ditemi voi se non siano eccessivamente numerose:

    Ipermercati
    Supermercati
    Discount di alimentari
    Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
    Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
    Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
    Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
    Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
    Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
    Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
    Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
    Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
    Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
    Farmacie
    Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
    Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
    Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
    Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
    Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
    Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
    Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
    Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
    Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
    Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
    Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
    Mense e del catering continuativo su base contrattuale
    Ristorazione con consegna a domicilio
    Esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali
    Servizi bancari, finanziari, assicurativi
    Attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi
    Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
    Attività delle lavanderie industriali
    Altre lavanderie, tintorie
    Servizi di pompe funebri e attività connesse.
    Domanda vale la pena aver aspettato tanto per aver Praticamente ancora tutto Quasi come prima

  138. Paolo Miro

    Cioè sono tutte veramente indispensabili? Vi ricordo che la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha preso i provvedimenti dopo che i governatori delle quattro regioni maggiormente interessate hanno invocato a gran voce il blocco delle attività supportati dall’Unione anestesisti Lombarda che si era già resa conto da un bel pezzo dell’ imminente pericolo

  139. come giustamente riporta AUSU ROMANO AERE VENETO la percentuale dei contagi è notevolmente diminuita. E’ questa è una ottima notizia (non scontata) vuol dire che le misure prese hanno effetto (come del resto lo hanno avuto in Cina). Il grosso dubbio per il futuro è che succederà quando la quarantena verrà a cessare (perché non potremo stare con il paese bloccato per mesi e mesi). Questo è il senso della strategia in UK… “visto che non lo possiamo bloccare, tanto vale che ci deve prenderselo se lo prenda..”. Quello su cui invece a mio parere in UK edulcorano la verità è sulla cosiddetta protezione di gregge perché se non hai il vaccino la protezione di gregge ce l’hai solo prendendoti la malattia e superandola..

  140. norm nixon

    Colovini….si che possiamo tenerlo bloccato anche quando finirà la quarantena. Non c’è problema. Tu stai a casa finchè non sussisteranno le condizioni ideali per cui il governo dica: adesso puoi uscire. Quarantena finita o meno. E chi esce perchè pensa che l’emergenza è finita…lo prendo e prima gli tiro due calci in culo e poi lo denuncio penalmente per procurato danno. La gente è meglio che si metta in testa subito che finita la quarantena ci vorrà dell’altro tempo prima di chiamarsi fuori pericolo. Non so quanto ma la modalità è questa.

  141. Paolo Miro

    Lorenzo…quando verrà fatta cessare la quarantena (il 25 marzo sembra solo data temporanea con obbligatoria proroga di altri 15 gg e cioè comprendendo la S. Pasqua) che di fatto tale non è, in Italia gradualmente (molto secondo me) dovrebbero potersi riavviare alcune attività. Ecco appunto: alcune. Facile capire che molte non potranno ripartire solamenre perché il Governo darà loro via libera, ma subordinatamente a come reagiranno e in che condizioni si troverannog li altri Stati (cioè male).
    Il Turismo per esempio rischia la paralisi ben oltre l’estate perché nessun straniero potrà o vorrà venire in Italia e la Cassa Intwgrazione in Deroga di cui tanto si riempie la bocca Conte sarà finita dau un oezzo (sono previste 9 settimane) lasciando migliaia di lavoratori senpa stipendio. Di conseguenza non capisco nemmeno il rinvio delle tasse. Cosa vorrebbero, che dopo che per mesi uno non ha ricevuto nulla si metta di punto in bianco a pagarle quando loro le rifaranno partire?!?
    Ecco cosa mi aspetto io Lorenzo.

  142. Paolo Miro

    Una vomta tanto Norm siamo d’accordo.
    Ma, visto che sei del Settore mip ar di capire, saeebbe auspicabile.che anche tutti i Media indistintamente cominciassero già da ora a cercsre di farlo entrare nelle.zucche di chi li ascolta o legge. Invece io continuo ad assistere a ben altro tipo di messaggi.

  143. norm nixon

    Dipende cosa compri e cosa vuoi leggere. Come per tutte le cose del mondo. Finiamola di far di tutta l’erba un fascio e distinguiamo. Il mercato è libero e il cervello umano presuppone la possibilità di fare delle scelte. Fatele senza fare del facile populismo tipico di chi punta l’indice alla caz..di cane!

  144. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Il grande problema, che ora si sottovaluta, sarà quando questa pandemia, si sarà estesa ai Paesi del Terzo Mondo. Non oso immaginare la catastrofe umana che ci troveremo di fronte.

  145. Paolo Miro

    Mi dispiace ma io non ho sentito nessun TG, nessuna Trasmssione, né letto su nessun Giornale. O su nessun sito Web comunicazioni atte a far capire e preparare la popolazione che anche dopo la quarantena sarà necessario rimaner a casa e continuare a esser prudenti;tenuto xonto poi che già ora che il rischio è elevato si stenta a far applicare tali comportamenti, figuriamoci una volta che i?Provvedimenti Governativi non dovessero più esser in corso di validità ma ci si appellasse solo al buoen senso!
    Ecco perché dicevo ch TUTTI i Media dovrebbero già inziare da ORA a veicolare questo tipo di messaggi e non?sola ALCUNI che tu mi inviti a seguire.
    Che poi uno non può mica scegliere il Media in base a cosa vorrebbe sentirsi raccontare. E mi?sembra che comunque ci sia ben poco da scegliere. Son tutti uguali. Qui?sìfaccio di tutta un’erba un fascio. E ne ho ben donde.

  146. ve66art

    Mi prendo una pausa e scrivo due brevi righe!

    @Paolo Miro…Basta zio billy!!! Ghe sbr…no se ghe ne pol più!!!!!

    @Norm…benvenuto tra noi! Che dire, mi fa enorme piacere che tu ti sia redento ed abbia fatto tue quelle che fin dall’inizio, ahimè, erano le mie paure! Bravo! Onesto!

    @Ary…”sinistra” è uno stile di vita e una modalità relazionale assolutamente trasversale agli schieramenti politici. Mai come oggi la sinistra e la destra hanno senso di esistere!!!!

  147. Paolo Miro

    D’altronde, aggiungo, nemmeno agli inizi NESSUN Media informava sulle conseguenze comportamentali che l’eventuale arrivo del Covid19 anche in Italia avrebbe decretato (cioè cosa si sarebbe stati costretti ad affrontare) dando il tutto addirittura per improbabile date le alte misure di scurezza adottate dal Governo. Infatti…

  148. Paolo Miro

    Fammi capire VE66art….basta che cosa?
    Ti rompe che io scriva? O ti dà fastidio COSA scrivo?
    Ti faccio notare che sono giorni che praticamente qui dentro postiamo in 3 o 4.
    Mi pare sempre in modo urbano e interessante. Non vedo perché ti diano tanto ai nervi SOLAMENTE i MIEI interventi.
    Ora sono io a dire BASTA NON SE NE PUÒ PIÙ!

  149. Paolo Miro

    Oltretutto a me sembra di remare nella tua direzione e di essermi dimostrato solidale. Se anche così non ti va bene non so che farti. Felice di sentire qualche parola discordante.

  150. Nanevianello

    Paolo, per quanto mi riguarda sei eroico. Non tutti abbiamo la forza per andare oltre questo drammatico momento . Il virus si evolverà : diventerà ” altro ” . Ma nel frattempo anche noi saremo diventati altro. Certamente non si potrà circolare, quando sarà terminata per cicheti ed apericene, come si faceva prima. E per diverso tempo, se avremo la testa sulle spalle. Ci vorrà tempo. Molto più di quanto non ci raccontino. E fino a quando non sarà messo a punto un vaccino , tutti saremo a rischio.
    Ma, nel segno di quanto chiesto dalla Reyer e dunque di mantenere viva la passione, vediamo anche la parte del bicchiere pieno . Ho ammirato foto dei canali di Venezia con l’acqua cristallina . L’ultima volta avevo i calzoni corti. A Milano ” vero miracolo alla De Sica ” l’aria è pulita. L’intera zona è ” verde “.
    Quando sarà finita rammentiamoci che comportamenti virtuosi dal punto di vista dell’ambiente fanno bene alla nostra salute. E opponiamoci al gigantismo. Di tutti i tipi : economico, sociale, sportivo .
    La leggenda ( ma anche la Bibbia ) vuole che i giganti siano stati sterminati dal Padre Eterno con un diluvio universale. Cari amici: non vedo un Noè in giro per il pianeta. E se qualcuno di voi lo conosce , me lo indichi .
    Finirà ? Certo che finirà. Nessuno tuttavia, sa quando. E nel momento in cui finirà, ci vorrà ancora tempo per considerarci in sicurezza .
    Ma Paolo, dissento sul ruolo preparatorio che dovrebbero avere i media. Una quota parte rilevante della popolazione è affetta da coglioneria e menefreghismo. Dire che se ne uscirà, mettiamo a settembre o a dicembre, potrebbe scatenare panico, o peggio, altri comportamenti.
    La speranza è che se ne possa uscire prima. Con un vaccino confezionato a tempo di record.
    Infine un invito : se potete ( e a seconda delle vostre possibilità ) donate alla Regione, alla Protezione civile e agli Ospedali. C’è un gran bisogno di fondi per far fronte all’emergenza. Io sono convinto che questo sia un blog , fatto di persone perbene e solidali. C’è bisogno di noi. Io l’ho fatto nella regione che da decenni mi ospita. Se potrò permettermelo lo farò anche per il Veneto. Mi è molto piaciuto Zaia quando ha detto di fregarsene del ” bilancio ” e di pensare primariamente alla salute dei cittadini.
    Blog : ha ragione Paolo. Continua ( continuiamo) a scrivere.

  151. Paolo Miro

    Grazie di cuore Nane. Vedi, io sono stato e sempre sarò, dell’idea che le cose vanno dette per come sono e non per come si vorrebbe che fossero. Troppo comodo.
    Se all’epoca ci avessero informato che c’era la probabilità che il virus si propagasse anche da noi e che nel caso le conseguenze potevano assumere più o meno queste che vediamo e si sarebbero dovute sopportare alcune privazioni e restrizioni del tutto straordinarie, non pensi che sarebbe stato preferibile al caos che si è propagato quando sorprendentemente per tutti è iniziato il contagio che ha diffuso il panico che tanto si era cercato di evitare?
    Idem ora per tempi e modalità da attuare ed attendersi non appena l’emergenza si sarà attenuata. Attenuata non cessata.
    Ma evidentemente sono il solo a pensarla così e c’è anche chi mal sopporta (anzi gli dà oroprio fastidio) che io dica come stanno le cose. Chissà….perché forse non appartengono alla sua ideologia?
    Come se in momenti come questo contasse qualcosa! Non importa. Faccio finta di non aver letto. Statemi bene. Tutti.

  152. Lele62

    Carissimo AUSU a malincuore ritorno a scrivere su questo argomento dopo che mi ero ripromesso di non farlo su questo blog. Io penso che quando il problema si trasferirà ai paesi del terzo mondo succederà esattamente quello che è sempre successo da 100 anni a sta parte con le migliaia di morti ogni giorno per dissenteria e malnutrizione….una beata minchia! Anzi, una cospicua parte di noi “occidentali ” la vedra’ come una liberazione da tanti potenziali immigrati. Quello che più mi fa rabbia di tutto questo è il falso buonismo, patriottismo e solidarietà che improvvisamente ha acceso i cuori di noi italiani, mi sembra di essere come durante i mondiali di calcio, tricolori sui balconi, inno di Mameli e poi quando tutto finisce uno in boffice all’altro! Tutti compresi, anche il sottoscritto.

  153. giama29

    Calma sul contagio planetario e di tutti i continenti in stile padano. Ci sono farmaci promettenti che potranno a breve arginare gli effetti devastanti del covid19 rendendolo molto meno letale. E mi sembra che la sua diffusione sia legata anche a condizioni climatiche e di inquinamento su cui si dovrebbero iniziare degli studi. Invece, si studia molto il virus su come si diffonde tra uomo a uomo, ma vorrei che fosse fatto uno studio su quelle zone o regioni dove non si sviluppa il virus o la sua diffusione è molto più lenta. Il caso Venezia avrebbe necessità di risposte scientifiche che potrebbero contribuire a capire perché non si è trasmesso il virus quando c’erano tutti i presupposti perchè accadesse grazie al carnevale. Proprio la nostra città sarebbe dovuta diventare come Vò e non viceversa. E questo per un evento che ha permesso per giorni di far circolare in modo promiscuo decine se non centinaia di migliaia di persone provenienti dalle più disparate parti del mondo in negozi, bar, alberghi, ristoranti, feste, per strada, nei vaporetti, nei bus. A stretto contatto, uno appiccicato all’altro, senza alcuna distanza di sicurezza, anzi! Sono passati 24 giorni da domenica 23 febbraio e i casi che si sono verificati in Centro Storico riguardano persone anziane e sono essenzialmente riconducibili a un focolaio ospedaliero. Come ca..o è possibile? Quali altri fattori devono essere presenti, che ovviamente ancora ci sfuggono, per la diffusione del contagio? Conosciamo così poco di questo virus che non sappiamo veramente quale sia il fattore scatenante della sua diffusione. Perchè se il Carnevale di Venezia fosse stato fatto a Lodi, sono convinto che i contagi lì sarebbero assolutamente fuori controllo, molto peggio di adesso che è già una immane tragedia. Da quello che ho letto, il virus predilige luoghi dove le temperature sono fredde e secche, mentre mal sopporta i luoghi umidi. E già questo può spiegare parzialmente il perchè Venezia sia risultata più protetta. Il discorso allora dovrebbe essere allargato a tutte le città costiere e capire se ci sia un nesso tra alto tasso di umidità e diffusione minore del covid19. Ovviamente non basta. Se posso fare notare una cosa, non mi sorprende che i Covid si stia diffondendo in tutta la pianura Padana, spostandosi verso il Piemonte e rallentando verso nord-est. Come la provincia dell’Hubei in China, l’area padana è una delle aree più inquinate d’Italia. Il fatto che il contagio in Spagna si stia diffondendo a Madrid, potrebbe essere una ulteriore conferma del nesso tra territorio inquinato, con clima secco, senza accesso al mare. Ecco, forse l’inquinamento è un fattore, perchè non si può certo dire che la pianura padana non sia umida anche se in modo diverso rispetto alla città costiere. E forse l’umidità padana, indice di stagnazione dell’aria per la nebbia, non ha lo stesso effetto protettivo che avrebbe nelle zone costiere. Non a caso, la maggior parte delle zone in cui sono nati i principali focolai del virus mi sembrano siano zone senza un accesso diretto al mare. Può darsi che abbia scritto una serie di boiate, ma il caso Venezia, toccando ferro, ha del clamoroso. E poi nei Paesi caldi o dove siamo ancora in estate i contagi sono stati pochi a dimostrazione che il calore ne rallenta la diffusione. Vediamo quando in Sud-Africa ed Australia sarà inverno cosa succederà. Essendo la maggior parte della popolazione Australiana residente nelle zone costiere il virus dovrebbe fare fatica a diffondersi e non avere la stessa virulenza che invece sta avendo in pianura Padana. A proposito di virulenza, ripropongo un’altra ipotesi, quella che nelle navi crocerà il virus si mantenga in vita più a lungo per via dell’aria condizionata che, essendo secca, ne favorisce la sopravvivenza. Quindi ragazzi questa estate niente aria condizionata nei luoghi di lavoro, negozi, auto etc… Non è che il virus ci stia avvisando che dobbiamo cambiare qualcosa nel nostro modo di consumare il nostro pianeta? Che sia un avvertimento del mondo invisibile all’umanità di fermarsi prima di arrivare alla propria autodistruzione? Sapremo cogliere finalmente il grido di allarme del pianeta o tra qualche mese faremo finta di niente come se ci fossimo svegliati da un brutto sogno?

  154. Paolo Miro

    Bell’intervento. E mi rammarico di nom abitare ancora a Venezia ma a q5 km.
    Purtroppo le. :-(previsioni estive sono per un caldo della Madonna già dal mese di Giugno

  155. Paolo Miro

    A Spinea per la precisione (15 km) dove ci sono stati solo 15 casi su 25000 abitanti

  156. Nitran-go

    Giama, non hai detto assolutamente boiate. Il tuo discorso andrebbe analizzato, certo, approfondito, sopratutto quello dell’aria condizionata. Ma intanto è apprezzabile la tua idea.

  157. Paolo Miro

    Eh sì! Il discorso dell’ aria condizionata ricorda nettamente quel test effettuato sul cinese che circolava in autobus e che contagiava parecchie persone Soprattutto quelli più lontano da lui a causa dell’effetto dell’aria condizionata nella autobus

  158. Nanevianello

    Senza voler dire nulla di specifo, stante la mia incompetenza : oltre all’aria condizionata, Il discorso di Giama è interessante per molti aspetti ) forse anche l’acqua. Venezia è un caso certamente da studiare. Ma anche le località lacustri ( Garda. Maggiore, lago di Como, lago di Varese ) sembrano risentire assai meno del virus . E in generale le località di mare. Non ho dati aggiornati in proposito ma mi pare sia così .

  159. Nanevianello

    Specifico : sorry

  160. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Non sono un esperto, ma queste zone elencate, sono anche meno soggette all’inquinamento delle polveri sottili (PM 10). https://www.ilsole24ore.com/art/l-inquinamento-particolato-ha-agevolato-diffusione-coronavirus-ADCbb0D

  161. Ary

    Hai ragione veart66 è uno stile relazionale essere di sinistra sono pienamente d’accordo. Volevo solo dire che non mi riconosco in nessun partito attuale.

  162. giama29

    Ausu grazie tanto per questa notizia. Se non avete avuto modo di leggerla, è clamorosa! Offre degli elementi di riflessione importantissimi. Riporto la parte essenziale che afferma come i PM10 fungano da trasportatori del virus e possono infettare quanto stringere la mano ad un positivo al Covid19: “il particolato funge da carrier per il trasporto del virus. Anche nell’etere. Forse tanto quanto una stretta di mano: «Più ci sono polveri sottili – afferma Gianluigi de Gennaro, dell’Università di Bari – più si creano autostrade per i contagi….i virus vi si “attaccano” (con un processo di coagulazione) anche per ore, giorni o settimane. Inoltre, sarebbero lunghe le distanze che il virus potrebbe percorrere così trasportato. Lo studio mette in luce un altro fattore: «L’attuale distanza considerata di sicurezza – fa notare Alessandro Miani, Presidente della Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) riferendosi allo spazio di un metro – potrebbe non essere sufficiente». Così come evidentemente non sono sufficienti le misure finora adottate per contenere l’inquinamento atmosferico”.
    Inizia ad avere un senso perché questi focolai iniziano in zone altamente inquinate che hanno come comune denominatore di essere lontane dal mare: Whuan, la pianura Padana, Madrid, per poi diffondersi ma con meno intensità anche nelle altre zone dove comunque il particolato c’è ma non con la stessa concentrazione.
    Questa ricerca afferma una cosa che dovrebbe essere assolutamente chiarita perché, sempre se ho ben capito, i virus potrebbe essere quasi “protetto” dalle polveri sottili e restare in vita per ore, giorni, settimane (addirittura?). Quindi il contagio non avverrebbe solo da uomo a uomo, cosa che getterebbe molti nel panico, ma perché sarebbe semplicemente nell’aria. E il “Caso Venezia” ne è la più clamorosa evidenza. Nane anche il tuo contributo rafforza questa ipotesi. Pensavo anche ad Abano per la sua peculiarità. Ci sono stati casi? Non mi sembra nonostante sia distante pochi km da Vò. Credo che Abano sarebbe l’unico posto dove forse non sarebbe sbagliato poter andare…
    Tutte queste informazioni devono convincere chi ha il potere decisionale che l’approccio deve essere multidisciplinare. Allora stop in tutta la pianura Padana agli spostamenti e ai trasporti non considerati essenziali. Abbassare il più possibile il riscaldamento ora che le giornate sono più calde. Niente aria condizionata che potrebbe fungere da vettore. Insomma mi sembra sempre più evidente, grazie anche a questa ricerca, che Pachamama (Madre Terra) ha mandato questo esercito invisibile per avvisare l’umanità che non è disposta a tollerare ancora per molto i nostri comportamenti irresponsabili.

  163. In Italia ogni anno muoiono circa 80.000 per polveri sottili, inoltre si stima che siano attribuibili al fumo di tabacco dalle 70.000 alle 83.000 morti l’anno(Ministero della sanità) con oltre il 25% di questi decessi compreso tra i 35 ed i 65 anni di età, cifre terribili che ogni anno passano quasi indisturbate.

  164. Paolo Miro

    Sempre più interessante. Davvero.
    Meriterebbe di aver un seguito, ma io non intervengo più. Quanto scrivo “disturba”.
    Evidentemente possono parlare solo alcuni e anche stando attenti a cosa dicono.
    Statemi bene. Speriamo di poter tornare a parlare di basket.

  165. Paolo Miro

    Purtroppo in questo Stato “Democratico” non si può dire ciò che si pensa.
    Ora capisco come mai Telegiornali e Testate evitino di comunicare determinate notizie (quelle che servirebbero sul serio): c’è qualcuno che glielo impedisce favorendo la diffusione di quanto gi garba e gli fa più comodo. Buona quarantena a tutti.

  166. Paolo Miro

    Un ultimo sentito messaggio prima di chiudere le trasmissioni: oggi è il 19 marzo. Festa del Papà. Auguri a tutti (ma proprio tutti) i papà!

  167. giama29

    Dai Paolo, nessuno può pretendere di piacere a tutti, nel blog come nella vita. Basta non essere suscettibili e non prendersela per ogni critica ricevuta. Critiche alle quali si può rispondere con le proprie considerazioni e poi passare oltre. Fa parte del gioco…

  168. giama29

    A proposito dei PM10, su “Mi manda Rai 3” intervistavano il dott. Miani sulla diffusione del Covid19 attraverso il particolato. Ha mostrato un grafico e ha spiegato quanto già riportato sull’articolo postato da Asu, ma non ha chiarito, ad esempio, fino a che distanza il particolato potrebbe portare il virus. Tuttavia, il suo grafico aveva un dato in alto a destra che indicava una distanza di 10 metri. Stupisce comunque la scarsa considerazione per questo studio che ci dice invece moltissimo sulle ragioni della diffusione del virus in certe aree altamente inquinate e sull’urgenze di avviare politiche di green economy per far sì che non debba ripetersi una situazione così tragica.

  169. Paolo Miro

    Grazie Giama. Rimango della mia idea.
    Le critiche sono una cosa, la maleducazione e ‘arbitrio sono un’altra.

  170. ve66art

    Questo blog è in assoluto il numero 1 dei blog!
    Caro Giama, le tue sono osservazioni intelligenti e pertinenti, tuttavia mi auguro che non esistano relazioni di sorta tra le pm10, l’aria condizionata e la diffusione del virus, altrimenti, come si dice a Marghera “semo cagai”.
    La variabile da analizzare, a questo punto, è quanto sia persistente il virus senza un bersaglio capace di ospitarlo e consentirne la replicazione.
    E qui si apre un mondo!!!!
    Purtroppo, non essendo “esseri viventi” capaci di replicarsi, ma solo un insieme di catene assai semplici di rna, dna, e proteine (queste ultime la causa del male estremo), in via del tutto teorica, i virus potrebbero, in determinate condizioni, conservarsi all’infinito. Fortunatamente queste condizioni sono assai rare: antardide e artide!

    Trovo invece più plausibile la versione “sociale” della diffusione, ossia quella legata alle relazioni interpersonali, il che spiegherebbe la diffusione in lombardia e nella bergamasca, dove la densità di popoplazione è molto alta e non esiste soluzione di continuità tra periferia e centro urbano. Non credo di sbagliare, e Nane può confermarmelo essendo lui lombardo d’adozione, che Milano, Bergamo, Lodi, Pavia, Cremona, e in parte anche Brescia, possono essere considerate parti di un unico agglomerato urbano.

    Cmq ghe a podemo far!!! Anzi, ghe a dovemo far!

  171. Ary

    Bravo veart66!!! Anche io non vorrei credere a questa teoria ma alla solo densità di popolazione. Almeno lo spero se no semo veramente cagai! Anche io voglio rimarcare l’eccezionalità di questo blog, nelle sue persone principali e per gli alti livelli di preparazione cestistica …. E non solo ! Spero con tutto il cuore di poter riparlare di basket al più presto. Ve vojo ben !
    Paolo non so con chi tu ce l’abbia ma stai sereno. Sei benvoluto da tutti !
    Non c’è animosità qui dentro, almeno non l’ho mai avvertita…. Se non qualche episodico intervento di qualche testone una tantum…. Quelli che scrivono abitualmente non lo sono si certo . Non si potrà sempre essere d’accordo ma c’è sempre stato rispetto e scambio di idee. Un abbraccio ragazzi

  172. Ary

    Spero con tutto il cuore di festeggiare con tutti quando sarà finita questa situazione il titolo vinto e ovviamente (mi auguro) la fine di tutto ciò.
    Brindisi a mie spese come promesso !

  173. norm nixon

    Fanno riflettere le parole di Fontana dopo l’incontro con i medici cinesi spediti in italia per collaborare e portare la loro esperienza. Troppa gente ancora in giro zio porconeee. In questo momento non deve volare una foglia. La prossima inevitabile stretta sarà lo stop ai mezzi pubblici. Non si può fare altrimenti. Resterà in piedi credo solo la spesa perché non si può vivere senza. Stop anche alle passeggiate.Bisogna eclissarsi e stop. Stare muti….resistere…non prendersela con nessuno…pregare (per chi crede) e sperare. Ma stiamo a casa zio porco.

  174. norm nixon

    Chissà che quando finirà tutto anziché continuare a tagliare la sanità si pensi a tagliare quel superfluo di merd…cui continuiamo a dipendere mentalmente…cambiando registro a livello di pensiero puro.

  175. Rab.

    La processione di carri dell’esercito che trasportano bare, a Bergamo, è un’immagine che spezza il cuore. Non riesco a togliermela dagli occhi.
    Forza, anche per loro.

  176. Bill

    Io ne sono convinto,quando finira’,perché finira,cambieranno molte cose,nei rapporti con la politica,nel mondo del lavoro,nelle priorità sociali,se questa come dicono è una guerra,ci sarà anche un dopoguerra ed è un occasione per ricominciare su diverse basi come è già avvenuto in passato,e il passato ci è maestro per non ripetere gli errori,anche se l’animo umano ha i suoi “limiti”.

  177. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/coronavirus-fontana-anche-croce-rossa-cinese-ci-dice-troppa-gente-in-giro_16341408-202002a.shtml

  178. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Se molta gente, ancora, continua a non capire ed a non sapere come si prende il contagio la vedo molto brutta. Molti in giro senza mascherine, bambini con i genitori che giocano in cortile assieme ad altri condomini o vicini, capannelli di gente, ecc. La stupidità ed ignoranza regnano, anche in persone, che pensavo, di una certa cultura. Si pensa che ci sia una scadenza naturale del virus. La scadenza la decidiamo noi con i nostri comportamenti!!! Certo non aiutano a capire, i discorsi che si fanno a riguardo delle riprese prossime dei campionati. Qua mettiamo in discussione la ripresa del prossimo campionato, altroché. Questo parlando di sport, per non parlare di morti e di posti di lavoro. Che rabbia che ho. Ma che in società viviamo?

  179. giama29

    Resta però il “Caso Venezia” da risolvere Ve66art. Non si può archiviare come una botta di culo. Il Carnevale di Venezia con decine di migliaia di persone che ogni giorno hanno affollato la città fino a Domenica 23 febbraio avrebbe dovuto lasciare una scia sanguinosa di contagi tra noi residenti, invece… Tu che idea ti sei fatto?

  180. ve66art

    Caro Giama, io non mi sono fatto idee e non voglio farmene!!! Vivo ahimè in prima fila questo evento, lo vivo dal di dentro tra angosce e paure che ormai disegnano il mio quotidiano. Per ragioni di riservatezza non entro nello specifico, tuttavia, posso dirti che lunedì ho dovuto sottopormi al tampone, e nonostante non abbia ricevuto nessuna comunicazione (ti avvisano solo se sei positivo), oggi che ho tosse, mal di gola e febbricola, dovuta probabilmente all’eccessiva aereazione dei locali nei quali lavoro, l’ansia che mi attanaglia è assoluta. Solo gli amici della curvetta sono riusciti, con le loro cagate whatsapp, a distrarmi dal momento! Che dire, ringrazio la reyer anche per queste nuove e sincere amicizie nate sulle gradinate!!! Grassie cancari….

    Ghe a faremo…da martedì/mercoledì comincerà la graduale discesa! Me toco i coioni ma the credo…

  181. Ary

    Veart66 ti sono vicino! Duri i banchi!

  182. Colgo l’occasione per salutare l’amico AUSU, prodigo di link a gogo e naturalmente tutto il blog, e come ha sottolineato ve, non mancano le cagate su WhatsApp, allietate dai poderosi quiz rompicapo di Black Mamba, notte a tutti.

  183. Nanevianello

    Ve66Art : quasi .
    Non proprio un unico agglomerato urbano, ma quasi. Un grande archietto come Le Courbusier che giudicava Bergamo Alta, la città perfetta a misura d’uomo, ipotizzò che nel giro di qualche decennio lo spazio tra Bergamo e Milano sarebbe stato costituito da un’unica metropoli. E’ quasi accaduto .
    Resta, stante i bollettini tremendi che ogni giorno informano sul numero dei decessi, più che valida l’ipotesi che l’acqua sia un deterrente, visto che le città di mare o quelle vicino ai laghi non risultano ( o risultano relativamente) colpite. Quindi il maledetto figlio di buona donna, teme probabilmente l’acqua. Non ho competenze, ma l’ipotesi è plausibile.
    State a casa se potete. E se anche non avete la fede dite una preghiera : male non può fare . Buonanotte.

  184. Nanevianello

    Caro Ve66art,
    vedrai che andrà tutto bene. Ti faccio un grande in bocca al lupo, ma vedrai che andrà bene . Me ” li ” tocco anche io, ma vedrai che andrà bene. Uno della ” curvetta” ha la scorza dura . Ti sono vicino .

  185. Ary

    Nane hai ragione potrebbe anche essere così. Aggiungerei , vista la concentrazione più alta in città dove c’è poca ventilazione (pianura padana , ma se vogliamo anche Wuhan ) che il Covid-19 si annida meglio in pianura e in posti poco ventilati.
    Ma sono solo congetture , visto che non ho esperienza e competenza in merito.
    Potrebbe appunto. Io non sono spaventato dal stare a casa o per questo specifico momento. Io temo il colpo di coda , tutto ciò che avverrà quando si cercherà di ripartire. Come? Chi avrà la forza di stare in piedi ? Aziende ? Quali ? Datemi pure del complottista (non lo sono mai stato) ma questo virus mi sembra fatto a tavolino, pensato per portare paura e sottomissione. Spero di sbagliarmi. Ragazzi vi sono vicino teniamo duro !

  186. Paolo Miro

    Isis? Molto facile. Io ne sono cnvinto.

  187. virusdestroy

    salve a tutti, sento belle parole da parte di tutti e questo non può altro che portare conforto e speranza che tutti noi riusciremo a superare questo momento seguendo le direttive di rimanere tutti a casa, cosa che mi ha fatto inorridire vedendo questa mattina sul giornale una via garibaldi a venezia affollata di gente, ma cosa hanno nella testa? spero che con l ‘ausilio dei militari possa far intendere a questi sprovveduti che se non si seguono le regole non sconfiggeremo questo virus e seguiteremo a vedere solo ammalati e bare. forza fioi ANDRA’ TUTTO BENE.

  188. giama29

    In realtà si capisce poco non del come si diffonda il virus ma del perchè a volte si diffonde, a volte no in situazioni molto simili. A Pesaro, città costiera, c’è un pericoloso focolaio dovuto molto probabilmente al fatto di aver ospitato la Final Eight di Coppa Italia. Migliaia di tifosi provenienti dalla Lombardia ed Emilia Romagna (i quattro gatti che eravamo noi dubito abbiano inciso più di tanto…) si sono riversati in città per qualche giorno ed il risultato è stato l’attuale focolaio. A Venezia (scusate l’insistenza su questo punto), durante il carnevale centinaia di migliaia di persone hanno portato praticamente un numero di contagi che forse si possono contare sulle dita di una mano. E non ditemi che da Brescia, Bergamo, Milano non è venuto nessuno… Quale differenza posso notare tra il Carnevale e le Final Eight? Tenuto presente che in ambedue i casi abbiamo avuto persone che hanno alloggiato in alberghi, mangiato in ristoranti, visitato luoghi turistici dell’area, etc., etc., a Pesaro migliaia di persone si sono ritrovate in un luogo chiuso a vedere la partita tutte insieme, a Venezia la maggior parte degli eventi sono all’aperto anche se poi ci sono le feste nei palazzi, gli spettacoli teatrali con assembramenti di qualche centinaio di persone che rappresentano una percentuale scarsissima rispetto alla massa di visitatori. Quindi la presenza di migliaia di persone tutte insieme in un luogo chiuso (come nel caso delle navi crociere), sembrerebbe aver favorito il contagio rispetto a migliaia di persone presenti in un luoghi aperti come a Venezia. Ci dicono di stare a casa, è giusto, ma nei luoghi chiusi il contagio è più facile. Ci si contagia nelle case di riposo, negli ospedali, nei bar, nei circoli ricreativi, nei mezzi di trasporto pubblico, nelle navi crociere e a casa se c’è qualcuno di positivo al Covid e non lo sai… Tutti luoghi dove le persone passano diverso tempo uno appiccicato all’altro. Quindi per impregnarti ben bene del virus devi stare diverso tempo insieme a persone infette in un luogo chiuso. In pratica, faccio un’ipotesi, se 10.000 persone dovessero trovarsi in un ambiente chiuso (con aria condizionata?) si verificherebbero almeno 1000 contagi, mentre se si trovano in un luogo aperto i contagi sembrano essere quasi nulli. Questa potrebbe essere una parziale risposta al fatto che il Carnevale non abbia lasciato una scia di contagi né in Centro Storico, con una popolazione anziana rilevante, né tanto meno a Mestre.

  189. Nanevianello

    Mi detesto per quello che sto scrivendo : mai avrei pensato di poterlo scrivere . Ma alla luce dei fatti, di troppa libertà si può morire.
    Siamo una democrazia, non abbiamo gli strumenti coercitivi ed odiosi di una dittatura. In Cina dove la democrazia non esiste ( gira su History Channell un documentario intitolato ” Gulag ” relativo a quel paese nel quale tutti sono spiati ) hanno messo un perimetro al contagio imponendo la legge marziale. Ci si chiede, anche qui sul blog , perchè la gente sia tanto ” cogliona ” .
    Cito il Montesquieu de ” Lo spirito delle leggi ” , un autore che amo per la misura e la saggezza delle sue parole : ” La libertà è il diritto di fare tutto quello che le leggi permettono ” . Si è liberi rispettando la legge, non calpestandola.
    Conosco l’obiezione : ci sono leggi ingiuste. Ma se accetti il principio che la maggioranza democraticamente elegge i suoi rappresentanti e che quei rappresentanti poi emanano leggi, devi accettare anche il contenuto ( e ol rispetto) delle medesime . Altrimenti vai oltre la legge.
    Ma questo nostro bellissimo paese è un paese che ” perdona ” . Non solo perché la fede ( cristiana e cattolica ) impone di perdonare. Ma perchè una società civile ha il dovere di pensare al ” recupero” di chi sbaglia : non solo alla punizione . E’ un precetto liberale, se uno ce n’è .
    Il problema è quando nel segno di un ” buonismo” senza confini, l’idea stessa di legalità viene sovvertita. Dalle piccole cose ( un mozzicone di sigaretta spento per terra, una bottiglia di plastica lasciata per strada, un parcheggio in doppia fila o addirittura nella zona riservata ai portatori di handicap, un biglietto non pagato in metropolitana o in vaporetto ) fino a quelle più gravi : occupazioni abusive, scontri con le forze dell’ordine, pestaggi, rapine, omicidi, truffe di ogni genere . La legge prevede sconti di pena per il rito abbreviato. Oggi nessuno, neppure per il reato più odioso, sconta l’intera pena. Per un reato ” normale ” se non accoltelli il tuo compagno di cella, dopo tre mesi puoi già ottenere un permesso premio.
    Mi sono dilungato in modo eccessivo con gli esempi. Non è questo il problema : il problema è che ormai il senso della legalità è praticamente svanito. A forza di comprendere e perdonare, a forza di offrire una seconda opportunità, siamo riusciti a rimuovere il concetto di ” condanna ” . Esiste sulla carta. Ma se non condanni, non esiste un vero deterrente. E la libertà diventa un concetto fragile : esposto ad ogni abuso.
    Non è che la gente sia cogliona . Non è che non abbia internet o la televisione. E’ che proprio se ne fotte. E’ abituata a fare impunemente quello che le pare. Chi controlla sovente è ” costretto ” a voltarsi dall’altra parte. Chi vigila lo fa spesso senza ” paracadute ” . Senza difesa, a mani nude. L’Italia in questo senso ha avitato di diventare un Far West di tipo statunitense dove le armi circolano indiscriminatamente. Ma ha costretto le sue forze dell’ordine in sofferenza . Non so quanta ragione abbiano i No Tav : forse ce l’hanno .Ma ho sempre negli occhi quel manifestante che in Val di Susa vigliaccamente insultava impunito un poliziotto a mezzo metro di distanza, consapevole che non sarebbe stato per quel reato, arrestato.
    Quindi non mi meraviglio che i ” coglioni ” circolino e infettino, infrangendo le regole stabilite dal governo. La libertà è un bene prezioso, scriveva sempre Montesquieu che fa ” godere degli altri beni “. Ma se ne abusi, la libertà si ritorce su chi non riesce a presidiarla .
    Oggi ci troviamo impotenti di fronte all’eccesso di libertà. Vado a correre in un parco, non scanso ad un metro le persone per strada, vado a bermi una cosa al bar, vado al supermarket senza mascherina : e che male mai farò ? Volete punirmi per questo ? Ci sono più denunciati che contagiati. Ve lo metto per iscritto, quei denunciati non pagheranno per la loro irresponsabilità. Nessun governo italiano ha mai avuto la forza per applicare con determinazione la legge. L’ultimo ( ho letto, io all’epoca ero bambino e i resoconti differiscono assai a seconda dell’orientamento politico ) ) è stato uno che si chiamava Scelba. Era un esponente della Dc, ma in alcuni libri di storia viene definito ” fascista ” . Oggi non diventerebbe mai ministro dell’Interno.

  190. norm nixon

    Giusto nane…ed è per quello che in questo momento di assoluta emergenza mondiale il trattamento deve essere altrettanto drastico e se vogliamo violento. Tu sgarri? Tu sgarri perché sei sempre stato abituato a fare quel ca…che volevi? Bene..io non ti denuncio. Prendo una spranga e ti spacco la faccia. Vedrai che la prossima volta rimani a casa.

  191. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Aiutooooooooo!!! Sono in gravissima crisi di astinenza ! Mi manca da morire la mia squadra, i miei colori, il pallone a spicchi, le urla del Taliercio, la nostra curvetta , i nostri commenti di basket .
    E’ passato poco piu’ di un mese da quel fatidico 16 febbraio , giorno della conquista della coppa Italia. Mi sembra passato un tempo interminabile ; non sono riuscito ad assaporare appieno quella magica vittoria e non abbiamo potuto festeggiare assieme ai nostri ragazzi .
    Da quel 16 febbraio ne sono successe di tutti i colori : la piu’ grave crisi dopo la 2° guerra mondiale ( parole della Merkel !)
    Contagiati, ricoveri e decessi in aumento costante , corteo di mezzi militari che portano a cremare le bare senza fine dei bergamaschi ,ospedali in grave sofferenza, personale sanitario allo stremo , moltissime persone che perderanno il posto di lavoro in una crisi economica devastante . La strada è ancora lunghissima . La Cina ne sta uscendo solo adesso dopo 110 giorni ( dopo quel fatidico 8 dicembre , giorno dell’annuncio della scoperta del virus da parte di quel ricercatore cinese inascoltato , che poi morira’ tragicamente ), e dopo 110 giorni di misure restrittive draconiane che noi non riusciamo ad adottare . I nostri primi casi a Codogno sono all’incirca del 20 febbraio , con il primo caso a Venezia in centro storico a Dorsoduro il 23 : un pluriottantenne paziente del nostro studio , in discrete condizioni di salute e che si è contagiato facendo la vita di tutti i giorni ( non riconducibile ad un focolaio ospedaliero come ha scritto Giama che saluto ). Quindi se adottassimo la tempistica cinese dei 110 giorni arriveremmo a fine maggio ( per me irrealistica ) . In una recentissima intervista Zaia ha rivelato l’esito di un modello matematico messo in opera da tecnici regionali che parla di fine giugno come ipotesi di fine contagio . Orbene e qui mi riallaccio al mondo dello sport , alcuni giorni fa il ministro Spadafora al TG1 se ne è uscito con : i campionati potrebbero riprendere il 3 maggio ! Ma come si fa a sparare queste cazzate ? In piena pandemia , dovremmo ricominciare a giocare , anche se a porte chiuse , rimettendo a contatto i giocatori delle varie squadre , rischiando altre positività ! Una cosa mi preme che tutti capiscano : NON SI PUO’ SAPERE CON CERTEZZA QUANDO FINIRA’ ! e anche quando finirà ci vorranno ancora mesi per poter tornare ad una vita normale . Basta guardare i filmati di ieri dalla Cina per capirlo , e vedere come vivono ancora i cinesi , adesso che sono quasi fuori dalla pandemia . Bisogna navigare a vista , CONTINUANDO CON LE MISURE DI CONTENIMENTO PIU’ RESTRITTIVE POSSIBILI , anche se molti ancora non lo capiscono . Quindi , spero di sbagliarmi , ma tutti i campionati sono a fortissimo rischio di chiusura .
    Come si fa a ultimarli in queste condizioni ? Forse , se facessi il mago di professione, direi : riprendiamo a giocare ai primi di luglio e finiamo tutto in 2 mesi . Ma ci sono anche le coppe internazionali e la coppa Italia calcistica . E ci sono poi i problemi legati ai contratti dei giocatori che, per la maggior parte terminano il 30 giugno .
    L’unico che vuol riprendere a far allenare il 23 marzo i suoi giocatori è Lotito , presidente Lazio , che non vuol farsi scappare l’occasione di poter vincere il titolo .
    Quindi , cari amici, è proprio un bel casino ! Mai come adesso devo dire per tutti noi , DURI I BANCHI , perché è veramente dura , per la salute di tutti !
    P.S. Ve66 amico mio , se hai fatto il tampone lunedi’ e giovedì non hai avuto risposte , vuol dire che sei negativo , perché la risposta si ha in breve tempo . Ci sarebbero altre sfumature da ricordare , ma se vuoi ne parliamo in separata sede .

  192. Paolo Miro

    L’Istituzione di Rimini Zona Rossa sembra cozzare contro queste ultime ipotesi della quasi immunità delle località cosiere.

  193. Mi trovo d’accordo con quanto ha scritto da Nane e Norm. Purtroppo un uso esasperato e distorto della democrazia porta alla degenerazione della stessa con conclusioni spesso drammatiche che penso nessuno vorrebbe. Soprattutto in questa situazione da applicare solo “tolleranza zero “. Duri i banchi per chi si trova in trincea.

  194. Bill

    A tutti i neo sostenitori della politica cinese,mi permetto di ricordare i c.a. 2800 condannati a morte con sentenza gia’eseguita e i c.a. 10000 che ” spariscono” ogni anno per mezzo della Guojia Anquan Bu,la polizia politica che ti “passa”a prendere a casa la notte senza avvisarti,più le altre decine di migliaia reclusi nei campi di “rieducazione”
    Io sono orgoglioso di essere cittadino di uno stato di diritto,con tutte le innumerevoli storture,che ha nell’articolo 13 della costituzione una garanzia per me e la mia famiglia,senza il pericolo di essere prelevato nella notte e messo al muro come è successo in un passato non lontanissimo nella mia famiglia,già ma qualcuno rimpiangerà che almeno i treni arrivavano in orario….
    Torniamo a parlare di basket….

  195. Se può interessare, oggi alle 18.25 su Rai sport fanno rivedere Gara 7 con Sassari.

  196. paolog

    Un grandissimo augurio a ve66art! Dai che par uno che xe nato aea Rana un virus no ghe fa paura. Duri i banchi!!!

  197. Paolo Miro

    I auguri porta sfiga.
    Se dise “in cueo aea baena!” In perfetto stil marinaresco venexian.

  198. Nanevianello

    Bill, facciamo a capirci.
    Nessuna (neo) idea a sostegno della dittatura. A Padova sono finito ai tempi dell’università per due notti in galera, dopo aver occupato abusivamente l’ateneo. Picchiato prima dai celerini e tempo dopo dal servizio d’ordine dei ” compagni ” che non tolleravano il dissenso.
    A Praga l’anno successivo alla morte di Palach egualmente sono stato bastonato dai gendarmi, ferito con liquido urticante agli occhi, espulso con foglio di via come ” indesiderato ” . Reato : eravamo andati a vedere il luogo dove per protesta quel giovane uomo si era tragicamente dato fuoco. Vengo da una famiglia che ha avversato il fascismo . Uno dei fratelli di mia mamma fece due anni di confino. Mio papà un anno di clandestinità con i partigiani .
    Ho girato per lavoro il mondo. Ho visto i paesi dell’Europa dell’Est quando erano satelliti dell’Urss. Ho visto la Jugoslavia di Tito. E la Spagna quando c’era il franchismo.
    Le dittature, di qualsiasi segno politico siano, fanno schifo. Ma il discorso che ho fatto qui è diverso. L’eccesso di libertà, che se tollerata, porta a comportamenti devastanti .
    Carceri in rivolta ? Indulto per 7000 carcerati.Si può continuare così ?
    Chi oggi esce di casa se non ha un vero motivo, se lo fa per correre, bere, andare ” astutamente ” tre volte di fila a fare la spesa perchè a casa si scogliona, è un criminale . Che con il suo comportamento attenta alla salute e alla vita di se stesso e del prossimo. Non possiamo più permetterlo. La gente muore ogni giorno : centiaia di persone. Migliaia i contagiati. E ci dicono che l’Italia ha più morti ormai che in Cina perchè i suoi cittadini sono dei coglioni. Abituati ad infrangere per sistema le regole. E questo viene da lontano. Non è un fatto di queste drammatiche settimane. Viene da lontano. Con mille comportamenti illegali per lo più tollerati e mai sanzionati. E’ un prezzo che non possiamo più pagare. Che non possiamo permetterci. Se non si capisce questo siamo lontani dalla ragionevolezza e dalla realtà . Meglio un poca di libertà in meno, se serve a salvare delle vite . A mio parere, ovviamente .

  199. Paolo Miro

    NUOVA ORDINANZA DELLA REGIONE VENETO IN VIGORE DA DOMANI FINO AL 15 APRILE

    I provvedimenti più importanti in sintesi:

    Chiusi e Vietati parchi, giardini e qualunque area verde anche aperta al pubblico e tutti gli spazi di aggregazione

    Divieto assoluto di passeggiata anche con il cane, se non entro una distanza massima di 200 metri dall’abitazione. Necessario avere con se un documento che certifichi dove si abita.

    Tutti i negozi di qualunque dimensione anche di vendita di generi alimentari, quindi anche i supermercati dovranno rimanere chiusi la Domenica. Aperte solo Farmacie e Parafarmacie.

    Spostamenti oltre i 200 metri, consentiti solo per le esigenze espresse nel DPCM 11 Marzo 2020 ovvero

    1 lavoro
    2 Salute/visite mediche
    3 Spesa
    4 Effettiva necessità

    Vietato l’utilizzo di qualunque mezzo di locomozione comprese bici, anche a pedalata assistita (tranne che per spostamenti ammessi come da DPCM 11 Marzo 2020, monopattini (anche elettrici),skate boards, cavallo ecc.ecc.

    Rimangono aperti i negozi di somministrazione di alimenti e bevande (autogrill) lungo le arterie autostradali senza limite di orario, quelli (bar annessi a pompa di Benzina lungo le arterie extraurbane con orario 8-18, chiusi invece quelli delle pompe di Benzina lungo le strade classificare urbane.

    A fare la spesa, salvo comprovate esigenze di assistenza, può recarsi 1 persona sola per famiglia.

  200. norm nixon

    Bill..il paragone con la Cina c’entra zero col contesto attuale!! Ripeto, tu esci alla caz…di cane e metti a repentaglio la vita di tutti? Nessuna denuncia, ti sprango e basta!!!! Fine delle trasmissioni. A mali estremi…
    estremi rimedi. In questo momento non posso permettermi di essere democratico. E stop.

  201. Paolo Miro

    E chi è che “dovrebbe” metter in atto simil misura?

  202. Paolo Miro

    Sai cosa mi hai ricordato?
    Il film (anzi I Films) “Giustizia Privata” con Charles Bronson dove a un cittadino normale vengono stuprata la moglie e la figlia e si fa giustizia da solo uccidendo ad uno ad uno tutti gli aggressori.
    Sempre se la tua idea era di questo tipo sennò ritiro tutto.

  203. giama29

    Ve66Art dacci notizie su come stai appena puoi! Paolo, si naviga a vista e stiamo cercando di ipotizzare certi comportamenti che possono apparire anomali del Virus che sembrerebbe preferire l’aria padana piuttosto che dellenostre città costiere. Stiamo a vedere tra qualche giorno cosa dicono le statistiche. Nane, il fatto che si muoia più qui che in Cina è tutto da dimostrare. Non lo dico io ma i virologhi. Qui i tamponi sono stati fatti solo ai sintomatici. Significa che se facessimo come hanno fatto in Cina, scopriremmo che i contagiati sarebbero oltre 120.000 e non 40.000 e l’indice di mortalità sarebbe in linea con quelli cinesi. Che a mio avviso sono ancora in difetto perchè diversi studi continuano a ritenere che gli asintomatici possono essere dalle tre alle dieci volte superiori ai sintomatici. Tanto per darvi un’idea della situazione, in due conventi vicino a Roma hanno trovato positive al Coronavirus, su uno 19 suore (su 21 complessive) e sull’altro ulteriori 40. Tutte asintomatiche tranne una. Ora, ditemi voi che vita mondana possono aver fatto per arrivare a questa percentuale di contagio! Ci vogliamo rendere conto che questi numeri indicano che siamo già oltre i 120.000 contagi se va bene? Sui calcoli, poi, la confusione regna sovrana a livello internazionale perchè ciascuna nazione usa dei parametri diversi per determinare il numero di positivi o di decessi. In Germania, per esempio, sembra che si tratti veramente di una normale influenza perchè su oltre 14.000 contagiati sono stati calcolati solo una quarantina di vittime, lo 0,3%. Cristo si è fermato a Berlino? Direi di no…Semplicemente contano solo i decessi “per” il Coronavirus e non “con” il Coronavirus, cosa che facciamo invece noi. E poi questo mantra di “stare a casa” io lo condivido se ci sono i presupposti di sicurezza anche all’interno delle mura, altrimenti può significare favorire il contagio di chi ti sta vicino se non si ha a disposizione uno spazio adeguato. Pensiamo a tutto il personale medico che torna in famiglia, il senso di angoscia che si deve avere quando si torna a casa (credo che Ve66art possa confermare…). Se, invece, sei fuori, ben distante da tutti, sei meno pericoloso che costretto a “stare a casa” o in altri ambienti chiusi dove il virus è scientificamente provato che si diffonda rapidamente, e maggiore sarà la densità delle persone presenti in un luogo chiuso e più si diffonderà. Case di riposo e conventi ne sono la prova più evidente.

  204. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Norm: https://www.dagospia.com/video/dagovideo-1/1/coronavirus-de-luca-spopola-anche-su-tiktok-la-minaccia-con-la-mazza-2508.htm

  205. ve66art

    Quanto affetto fioi!!! Grazie!!!
    Pur essendo un rompi coioni vedo che me voè ben!!! Grassie!
    Sono a casa ma a parte qualche sintomo da raffreddamento non posso dire di stare male.
    Solitamente si fanno due tamponi a distanza di 5/6 gg, il prossimo è lunedì, quindi, passo il fine settimana impanicà e dopo saprò qualcosa di definitivo. Il primo è negativo, quindi qualora fosse negativo anche il secondo, e risolti i sintomi da raffreddamento, si ritorna nella gabbia di matti!!!

    PS ho scoperto un Norm dea rana!!! Grandissimo!!!

  206. giama29

    Dal sito del Gazzettino:
    Coronavirus, quanto e dove resiste dalla plastica all’acciaio: ecco i dati

    Il coronavirus resiste non più i quattro ore sul rame, diminuisce la carica infettante dopo cinque sul cartone, per sparire dopo 24. Sulla plastica dopo sette ore perde di forza, ma scompare solo dopo 72, mentre sull’acciaio sparisce del tutto dopo 48. I risultati di questa ricerca pubblicata dal New England Journal of medicine hanno aumentato le precauzioni da prendere per restare alla larga dal contagio. Il professor Roberto Cauda, direttore di Malattie infettive del Policlinico Gemelli di Roma, avverte però: «Stiamo parlando di prove di laboratorio, hanno fatto una cultura di virus, le hanno testate, hanno valutato la durata. Ma quando qualcuno emette il virus lo fa insieme a materiale biologico. Insomma, quello che avviene in laboratorio non è esattamente sovrapponibile con quello che avviene nella realtà. Giusto essere prudenti, ma non bisogna enfatizzare. Ma ci sono alcune buone procedure da seguire, come pulire sempre le maniglie. O disinfettare l’ascensore, da prendere comunque da soli».

    REGOLE
    In sintesi: l’attenzione massima alle superfici che tocchiamo, soprattutto fuori dalla nostra casa, ci deve essere, ma in primis valgono alcune regole d’oro che prevengono anche la malaugurata possibilità che abbiamo toccato una superficie in cui c’erano tracce del coronavirus. «Quali sono? Rimanere a casa, lavarsi spesso le mani, non toccarsi mai occhi, naso e bocca e se uno deve proprio uscire mantenere sempre una distanza di sicurezza da qualsiasi altra persona».
    La plastica, secondo la ricerca, è uno dei quei materiali in cui può, per varie ore, restare il coronavirus e con cui abbiamo più spesso a che fare quando andiamo a fare la spesa. Esempio: abbiamo acquistato la classica confezione da sei bottiglie d’acqua minerale al supermercato, come ci comportiamo? «Semplicemente la plastica con cui è avvolta la confezione la gettiamo, le bottiglie possiamo pulirle con acqua e detergente. Se tocchiamo il cartone della pizza è molto improbabile che possa restare a lungo il coronavirus – spiega il professor Cauda – però anche in questo caso c’è una misura di prevenzione che vale su tutte: lavarsi le mani».
    Ricapitolando: un buon detergente o addirittura un buon disinfettante possono esserci di aiuto e vogliamo eliminare qualsiasi rischio dalle maniglie della porta di casa, dai tasti degli ascensori, dalle confezioni di plastica. Non è un caso che nei paesi asiatici come Singapore si vedano spesso operatori delle metropolitana che puliscono le macchine dove si fanno i biglietti. L’Istituto superiore della Sanità spiega che comunque «l’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone. Bisogna disinfettare sempre gli oggetti che si usano frequentemente (telefoni cellulari, auricolari, microfoni) con un panno inumidito a base di alcol».
    GOCCE
    La forma principale della trasmissione del coronavirus resta quella delle droplets, le goccioline una persona infetta disperde starnutendo, tossendo, parlando. Ma si affianca una forma indiretta, legata alla resistenza del virus sulle superfici che possiamo toccarle. «Ecco allora, me lo faccia ripetere – dice il professor Cauda – l’importanza di lavarsi le mani e di non toccarsi mai bocca, naso e occhi».
    C’è un altro timore: se sono uscito a fare la spesa, quando torno è giusto che mi tolga le scarpe e mi cambio i vestiti per essere certo di non portare all’interno dell’abitazione il coronavirus? «Questo può essere un eccesso di prudenza, ma d’altra parte è sempre consigliabile farlo per ragioni igieniche. Dovrebbe essere pratica comune non usare mai le scarpe con cui abbiamo camminato per strada all’interno di un’abitazione. Giusto anche cambiarsi d’abito. E certo lavare spesso i nostri vestiti in lavatrice è utile. Ma ripeto: le tre regole d’oro restano: non uscire di casa, non toccarsi il viso, mantenere le distanza da altre persone».

  207. norm nixon

    Si è dimenticato la quarta regola d’oro: tocarse i maroni con una certa frequenza

  208. Paolo Miro

    Ora forse dirò un’emerita boiata ma mi risulta difficile comprendere Perché su tutte queste superfici con un disinfettante il virus muoia mentre sul corpo umano qualsiasi tipo di disinfettante non producono alcun effetto

  209. Nitran-go

    Scusa Norm, ma dopo la toccata bisogna lavarsi le mani?

  210. Ary

    Ciao ragazzi in questi giorni difficili e pesanti dal punto di vista mentale aiutano a riflettere. Sono d’accordissimo con nane e norm sul discorso sicurezza. Va benissimo la democrazia e qui nessuno ha dubbi, ma da noi c’è presa per il culo non democrazia… Certi atteggiamenti , certe azioni gravi vanno punito e basta ! Gente che ruba , stupra, fa violenze di ogni tipo sta in carcere ! E duro anche! Perché a mio avviso per ogni illecito dev’esserci una pena pari al suo tipo e peso di illecito. Qui semplicemente non esiste. Non solo ma ormai la quasi totalità delle persone non crede più nella giustizia perché non c’è certezza di pena. Ieri mi hanno girato in video di una compagnia di ragazzi (17-18 anni) dove il più cretino e spavaldo del gruppo, si avvicina al paziente carabiniere urlandogli di tutto e provocandolo di continuo. Il carabiniere (sui 50-55 anni) cerca innumerevoli volte di tranquillizzarlo e si limita ad allontanarlo (con i guanti) dalla sua faccia. Poi all’ultima bestemmia in faccia e abbondanti 3 minuti di offese , lo prende , lo gira e lo ammanetta, scatenando urla e sproloqui di tutta la compagnia. Allora dico…. Ma un ragazzetto del genere, un pirla stratosferico, come può inveire senza alcun ritegno contro una forza dell’ordine? Ai miei tempi (parlo di 20-25 anni fa) ciò non era tollerato. Che fine farà il ragazzo ? Non verrà manco denunciato . I motivi sono da ricercare nella mancanza educativa dei genitori che lasciano fare quello che vogliono al ragazzo senza mai metterlo in dubbio e il contesto sociale dove ti spiega che puoi fare quello che vuoi.
    Ritengo che siamo arrivati a un punto esagerato in tal senso. E dopo è ovvio che solo le persone con un po’ di senso civico e un minimo di cultura rispetteranno i diktat dall’alto. Non mi sorprende , gli atteggiamenti furbi sono ovunque e siamo noi italiani i campioni del mondo.
    E non è bella cosa!
    Una cosa a ve66art : grande ! Anche io ho frequentato e frequento ancora Marghera ,nei anni 80-90 o eri sveglio o ti svegliavi a schiaffoni !

  211. Ary

    Poi una domanda medica dall’alto ( o dal basso) della mia ignoranza… Ma gli asintomatici non potrebbero avere una forma di anticorpi utile a studiare un vaccino ? Hanno all’interno del corpo un virus che non li intacca, probabilmente hanno anche degli anticorpi validi a combatterlo. Non so se sia una cazzata …

  212. Paolo Miro

    “Il virus è intelligente: si indebolirà e diventerà meno contagioso”
    Elisa Vincenzi, capo della ricerca del San Raffaele, a “La Stampa”: “Le cose dovranno andare peggio prima di andare meglio e il caldo non è detto che aiuti”

    Guida una squadra di ricercatori concentrata sullo studio del coronavirus: Elisa Vincenzi, capo della ricerca del San Raffaele, in un’intervista a La Stampa spiega che “il virus si indebolirà col passare del tempo e diventerà meno contagioso”: “Ha questa intelligenza”, afferma. E fa la sua “previsione” sui contagi: “Si tratta di una situazione complessa e ancora in evoluzione, ma le cose dovranno andare peggio prima di andare meglio e il caldo non è detto che aiuti”.

    “Contro il Sars-CoV2, questo il nome scientifico del virus, vogliamo approfondire il ruolo dell’immunità innata, che è costituita da molte componenti sia cellulari sia del sangue e di altri tessuti e fluidi corporei, ed è la prima difesa dell’organismo contro i virus. Si tratta di un sistema che agisce rapidamente, a differenza dell’immunità specifica dei linfociti che per produrre anticorpi impiegano settimane. Il nostro progetto si concentra su alcune molecole dell’immunità innata, scoperte dal Professor Mantovani, e considerate antenati degli anticorpi, che potrebbero prevenire l’infezione del coronavirus”.

    La scienza si sta focalizzando sui farmaci già in uso nella pratica clinica come nella terapia dell’Hiv, che hanno dimostrato qualche efficacia contro il coronavirus, oltre alla ricerca di un vaccino. Ma è difficile prevedere se e quando arriverà. Questo “perché il ruolo degli anticorpi nella protezione o nell’eliminazione del virus non è ancora ben noto”. Gli scienziati lavorano instancabilmente per conoscere meglio il coronavirus.

    ″È stata risolta la struttura tridimensionale della proteina virale che lega il recettore specifico sulle cellule bersaglio dell’apparato respiratorio. Conoscendo questo legame si possono cercare le molecole, come gli anticorpi, che possono interferire all’entrata del virus nelle cellule”.

    Escluso il complottismo che si tratti di un prodotto da laboratorio sfuggito di mano.

    “Sì, perché non esiste niente di simile da cui partire. L’origine più probabile è una delle 1200 specie di pipistrello, quella a ferro di cavallo. Con un probabile ospite intermedio, che secondo il consorzio di ricerca Next strain, ha la stessa sequenza genetica del pangolino, un formichiere utilizzato dalla medicina cinese”.

    Per sconfiggere il virus è bene seguire le regole, ma anche non farsi prendere dal panico.

    “Oltre a seguire le regole bisogna ricordare che la paura è nemica della salute, perché genera stress e indebolisce il sistema immunitario. Sull’alimentazione le vitamine come la B12 o la D, che viene col sole, sono fondamentali. Una dieta varia e ricca di vitamina C aiuta. Vale la regola delle cinque porzioni di frutta o verdura al giorno”.

    La Vincenzi ha elaborato la sua idea sulla curva dei contagi.

    “Una sfortunata catena d’infezione iniziata da un asintomatico o con sintomi sottovalutati. Sono questi ultimi a preoccuparmi, perché continuano a trasmettere il virus”.

    Dunque, bisognava quarantenare chi veniva dalla Cina da subito?

    “Bloccare i voli diretti con la Cina non è bastato, anzi potrebbe aver aumentato le persone che hanno fatto scalo e sono arrivate in Italia senza controllo con un effetto boomerang”

    Visto che per alcuni di voi io stavo dicendo delle cazzate giorni fa!

  213. Paolo Miro

    Trovata un’arma che blocca il motore del coronavirus: l’annuncio su Science
    Si chiama ’13b’ ed è una molecola che lega e inibisce l’enzima proteasi usato dal virus per replicarsi nelle cellule infettate.

    Trovata un’arma che blocca il motore del coronavirus: l’annuncio su
    dowell via Getty Images

    Trovata un’arma capace di bloccare il ‘motore’ del virus SarsCoV2: si chiama ’13b’ ed è una molecola che lega e inibisce l’enzima proteasi usato dal virus per replicarsi nelle cellule infettate. Questo è considerato il bersaglio principale per colpire il virus e la sua struttura 3D, finalmente svelata grazie ai raggi X del sincrotrone Bessy di Berlino, aiuterà a sviluppare nuovi farmaci, come indica lo studio pubblicato su Science da un gruppo internazionale guidato dall’Università di Lubecca, in Germania.

  214. norm nixon

    Nitran…impossibile…nel senso che dovresti lavarti le mani ogni minuto…il tempo medio cioè in cui in questo periodo la gente si tocca i maroni. Forse anche mezzo minuto.

  215. norm nixon

    Praticamente nitran tu dovresti passare sistematicamente il tempo tra la pOltrona di casa (dove ti tocchi i maroni) e il bagno (dove ti lavi le mani). Però è un buon esercizio fisico

  216. norm nixon

    La variabile del percorso tra poltrona e bagno può essere rappresentato dall’incontro con la moglie….e questo può romperli i maroni. Quindi attenzione agli spostamenti in casa.

  217. Paolo Miro

    Interessantissimo, apprezzabile e da leggere assolutamente questo intervento
    sull’Huffington Post del suo Vice Direttore De angelis il
    20/03/2020

    L’autoassoluzione

    La risposta alla drammaticità dei numeri del coronavirus è una stretta sulle corsette al parco. Come a voler scaricare la situazione fuori controllo sulla presunta indisciplina italica. A un certo punto accadrà che le Regioni faranno da sole e il Governo seguirà

    La drammaticità dei numeri e, come risposta, solo un’ordinanza ministeriale, tanto per dare una stretta alle corsette al parco, prima di un week end di bel tempo annunciato. Questo, in una frase, il racconto di giornata. Dies signanda cum nigro lapillo. La drammaticità sta nel picco dei morti, mai così alto, terzo record negativo negli ultimi tre giorni, dopo che è stato superato il numero dei decessi della Cina sia quotidiano (l’altro ieri) sia complessivo (ieri). L’ordinanza tanto attesa, in questo quadro estremo, è una scarna disposizione del Ministero della Salute che consente lo sport da soli e vicino casa, vieta gli spostamenti nelle seconde abitazioni e chiude i bar presso le stazioni di servizio che non siano autogrill.

    Insomma, un piccolo “aggiustamento” di ciò che già c’è, diramato quasi come un obbligo burocratico, in un momento di grande angoscia collettiva e di tensione politica ed emotiva, di governatori, sindaci, amministratori, che chiedono misure più radicali. La tragicità dei numeri e la leggerezza della risposta, caricata di un’attesa quasi messianica, l’assenza del volto del premier davanti alle telecamere con cui pur si ha una certa consuetudine: tutto dà il senso di una situazione fuori controllo. A due settimane dal varo delle misure più restrittive, qualcosa non ha funzionato, per tutta una serie di ragioni: regole, eccezioni, forse un nemico più forte di quel che si pensava.

    Il punto non è fare un processo o un dibattito. Non qui, non ora. Il problema è quello che una volta si sarebbe chiamata una grande assunzione di responsabilità di fronte al paese. La realtà racconta che nessun paese al mondo ha un rapporto tra morti e contagiati all’8 per cento come l’Italia e, avanti così, la prossima settimana saremo a quota diecimila: se quasi quindici giorni di cura non hanno prodotto risultati sperati, è necessaria una riflessione per rendere più forte il paese, coinvolgendolo, spiegando anche la propria difficoltà, anche il fatto che si procede per tentativi in un quadro inedito e imprevedibile. A fronte di questo, scaricare tutto sulla presunta indisciplina degli italiani che vanno a correre in gruppo o gozzovigliano in autogrill suona come una gigantesca autoassoluzione, che lascia ognuno nella solitudine del proprio sgomento. E pone una collettività angosciata, nel momento più cupo della sua vicenda umana e collettiva, nell’incertezza. In Italia si muore più che in ogni parte al mondo, senza che si capisca ancora il perché.

    Proprio oggi Macron, di fronte ai dati di giornata, ai francesi ha detto “siamo solo all’inizio”, dando cioè la consapevolezza, non consolatoria, che il cammino sarà duro e difficile. In Italia, a quasi due settimane dalle misure prese, nessuno si assume l’onere di spiegare, con mente fredda e cuore caldo, se questa evoluzione è comunque attesa e bisogna mettere nel conto numeri impressionanti o se, all’interno di un impianto di risposta giusto, qualcosa non ha funzionato, mentre imperversa in tv la discussione tra i fautori del “modello Cina” e quelli del “modello Corea”, con tamponi a tappeto. O di entrambi. Il cosiddetto “modello Italia” di lockdown, che tale non è, non sta producendo risultati, ma al contempo non si comprende, in questa affannosa corsa a tentativi per guadagnare tempo, quali siano le altre contromisure messe in campo, in un quadro in cui, come evidente, si è anche incrinato il coordinamento istituzionale con le Regioni.

    Ecco, la stretta sul jogging. È questa la risposta al drammatico appello di Giorgio Gori, che ha raccontato come ormai la gente muore in casa come zanzare, al grido di dolore di Fontana, che chiede la chiusura totale perché si è raggiunto il punto limite negli ospedali, a quello di Bonaccini o a Zaia che, motu proprio, si è assunto l’onere di varare misure più severe. Parliamoci chiaro: il 43 per cento dei lombardi che, secondo i dati del Viminale esce ancora di casa, non è un esercito di maratoneti, ma in buona parte cittadini che continuano ad andare a lavorare, nelle fabbriche, nelle aziende o nel pubblico impiego, attività che continuano a rimanere aperte.

    Sappiamo che, non da oggi, nel Governo ci sono due linee: il ministro della Salute, da tempo, spinge per un lockdown totale, perché non si è mai visto un lazzaretto dove si misura il Pil; il premier è più cauto, in quanto preoccupato dall’impatto sulla tenuta psicologica degli italiani. Perché, certo, è impensabile che, in un momento come questo, possa temere per il suo consenso di fronte a misure impopolari che possano rompere la sua narrazione del “torneremo presto ad abbracciarci”. È un dibattito che finora ha prodotto un incerto inseguimento degli eventi, nella speranza che questo inseguimento a un certo punto non risulti impossibile. E ha prodotto esattamente ciò che, in queste situazioni, andrebbe evitato: non un’unica catena di comando, fatta di regole certe e rispettate da tutti, ma un’agorà polidecisionale, tra Governo e Regioni.

    Ciò che accadrà nei prossimi giorni è già prevedibile, con le Regioni che, a un certo punto, decideranno di “fare da sé” e il Governo che, non potendo impugnare le decisioni di fronte al numero crescente dei morti, seguirà. Come ha fatto con il primo parziale lockdown e poi con la chiusura dei parchi, già disposta autonomamente da diversi amministratori. Una sorta di modello Wuhan fatto a tappe e, soprattutto, per successive approssimazioni fuori tempo. È vero che la gestione delle crisi più estreme – è sempre accaduto e accade così in tutto il mondo – è un work in progress, fatto di strategie duttili e di adeguamenti continui, tuttavia siamo di fronte non a questo, ma a un cortocircuito decisionale. Il che, in una situazione normale, è accettabile. In una situazione estrema è pericoloso, perché rischia di produrre anche lacerazioni nel tessuto profondo del paese

    Alessandro De Angelis ViceDirettore

  218. ve66art

    Oggi è il primo giorno di primavera, una primavera preceduta da un inverno inesistente. La realtà dei fatti, però, sconvolge e travolge il rito di passaggio. Oggi siamo più che mai nel pieno dell’inverno, nel pieno di una bufera planetaria, nel bel mezzo di una tempesta perfetta della quale nessuno è in grado di prevedere la fine. Siamo al centro di un tornado che più gira più acquista forza distruttiva e porta con sé tutto ciò che credevamo avere una fondamenta. Non sta spazzando via le casupole di legno, le baracche di lamiera, le capanne di arbusti, no, sta modificando in profondità il territorio sociale. Il 2020 finirà nei libri di storia, come il 1815, il 1848, il 1914, e il 1939, mentre a noi, oggi, rimane la speranza di vivere quanto prima un 1918 o un 1945. Questa situazione sarà devastante per la nostra psiche, dovremmo rimodellare le nostre abitudini, riconsiderare i nostri affetti, filtrate le nostre necessità, assegnare differenti priorità ai nostri bisogni. È come se la nostra vita fosse stata costretta e violentemente spinta attraverso le maglie di un filtro del quale noi non abbiamo deciso la larghezza delle trama. Per molti le compulsioni prenderanno il posto dell’ agito spontaneo e le ossessioni il luogo dei pensieri. Qualcuno svilupperà fobie, ansie, panico, psicosi, disturbi paranoidi, fantasie religiose. Altri invece, e mi auguro molti, acquisteranno una nuova consapevolezza, una nuova umanità, una maggiore sensibilità. Rimarranno però, ahimè, anche gli idioti, i sub umani, gli uomini piccoli per i quali non cambierà nulla: il nero rimarrà nero, il povero rimarrà un fallito, l’operaio una pezza da utilizzare e poi gettare, il pensionato un costo inutile, la guerra un male necessario e via così. La speranza è che questi ultimi non siano la maggioranza. Un abbraccio

  219. ve66art

    Le brevi e forse banali riflessioni riportate nel mio post precedente le avevo scritte per gli amici della curvetta, fantastici e inseparabili compagni de bueae da whatsapp, e per una persona alla quale tengo tantissimo e che in questo momento non posso avere con me. le pubblico e le condivido con voi, perché, in fondo, è come se vi conoscessi uno ad uno, e perché l’amico zichichi mi ha invitato a farlo. I vostri scritti trasmettono chi siete e come siete!
    Un abbraccio a tutti…

    E che ghe sboro anca al virus!!!!

  220. ve66art

    E visto che no go un casso da far ascoltate e guardate questo!

    https://www.youtube.com/watch?v=_fuIMye31Gw

  221. Lele62

    Ho appena rivisto su Raisport gara 7 Reyer-Sassari, a dire il vero avevo visto anche ieri sera il 4/4 della stessa partita. Se la ritrasmettono la guarderò ancora, che grande squadra avevemo/abbiamo! Marquez Haynes un grande! De Raffaele genio del basket! Michael Bramos ala più forte d’Europa! Sassari sconfitti ma orgogliosi fino alla fine! Persino il Poz mi è piaciuto! Spero ripetino anche le final 8 di Coppa Italia! Forza Reyer!

  222. norm nixon

    Ancora con haynes ndemo vanti? Anca desso?

  223. Lele62

    Hahaha…Norm, era dedicata a te, ti ghe se casca’ come un poastro!!!!ahahah

  224. @Lele62- finale F8 domani 18.10 di raisport

  225. norm nixon

    Lele…no dai giuro. Stavolta sono stato al gioco. Giurin…giurello.

  226. Lele62

    Grazie Betty, la guarderò sicuramente se mi libero dagli impegni…ihihih….comunque,Norm, a parte gli scherzi Quez ha disputato un’ottima gara 7 e basta….Il mio post era per sdramatizzare un po il clima e per dire che l’astinenza e la voglia di basket fanno luccicare gli occhi guardando partite di pochi mesi fa che sembrano state giocate in un altro secolo! Ah….per chi ha Eurosport, hanno comunicato che prolungheranno l’abbonamento considerando l’inattivita’ di questo periodo.

  227. Paolo Miro

    Figurate che sforso! Allungà de 1 mese. E la paralisi ghe ne durarà 3 o 4….

  228. Paolo Miro

    Comunque ghe xé anca altri sports da vardar: biliardo, bocce, freccette, badminton…ah no! Speta: gnanca questi perché i prevede assembramenti de massa gente. Aeora bonanotte! Me filmo mi finché fasso pesi in casa e po’ me rivardo… 😉

  229. Lele62

    Comunque sempre meglio della pubblicità di Fastweb che ho ricevuto ieri, ti regalano tre mesi di Dazn!

  230. Paolo Miro

    Ahahahahahahah! La vera tolta par el cueo 🙂

  231. AUSU ROMANO AERE VENETO

    “Il coronavirus non è più grave di un’influenza stagionale, con i primi caldi dovrebbe scomparire”. Così il presidente Usa parlava del virus solo poche settimane fa, quando gli scienziati avevano già lanciato l’allarme. http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Coronavirus-Usa-oltre-10mila-casi-New-York-5aa94da3-bcf8-47d7-8e89-ea9540c240ed.html

  232. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Fra poco, anche qui, in Veneto.

    http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/03/21/in-lombardia-stop-a-cantieri-e-uffici_56992606-c99e-4488-881d-693cb58035ac.html

  233. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Ordinanza Regione Lombardia, art. 16. (Per chi lavora nell’attività alberghiera):
    Sono Chiuse tutte le strutture ricettive comunque denominate e sospesa l’accoglienza degli
    ospiti dall’entrata in vigore del presente provvedimento. Per gli ospiti già presenti nella
    struttura in tale momento l’ospitalità non può protrarsi oltre le 72 ore successive all’entrata in
    vigore del presente provvedimento. La presente disciplina si applica anche ai residence, agli
    alloggi agrituristici e alle locazioni brevi per finalità turistiche. È fatta salva l’individuazione
    delle strutture che possono permanere in servizio per esigenze collegate alla gestione
    dell’emergenza (pernottamento di medici, isolamento di pazienti, ecc..) ivi compreso il
    regolare esercizio dei servizi essenziali;

  234. Rab.

    Io non so, comincio a vedere fosco.. quasi 800 morti in un giorno. 800.
    O noi italiani siamo più sensibili al virus oppure la platea dei contagiati è almeno 4 o 5 volte più ampia di quanto si stima ufficialmente.
    La Lombardia è martoriata, credo che oramai i reparti di terapia intensiva non ce la facciano.
    Le misure di contenimento devono funzionare a tutti i costi o sarà una tragedia.

  235. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Rab, c’è chi, ancora, pensa di finire i vari tornei di calcio e di basket…Urge tampone al cervello.

  236. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Quasi 5000 morti, solo in Italia. I morti erano persone. La tragedia è che con l’epidemia, diventano numeri, statistiche. E ci sono, ancora, tanti imbecilli, che sembrano vivere in un altro mondo, che ignorano o sono incuranti delle norme. L’epidemia la dobbiamo curare noi, col nostro comportamento, al momento non c’è altro vaccino.

  237. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Si rischia il cortocircuito istituzionale e politico, visto che le Regioni continuano a procedere in ordine sparso: dagli orari dei supermercati all’ordine pubblico, come testimoniano le nuove ordinanze appena varate dalla Lombardia. Le misure devono essere prese su tutto il territorio nazionale perché dobbiamo prevenire prima che le situazioni oggi meno preoccupanti peggiorino.

  238. Paolo Miro

    Allora AUSU non hai letto il mio intervento di ieri alle 11.43 dove riporto l’Editoriale del Vice Direttore dell’Huffington Post dal titolo
    “L’autoassoluzione”….

    La risposta alla drammaticità dei numeri del coronavirus è una stretta sulle corsette al parco. Come a voler scaricare la situazione fuori controllo sulla presunta indisciplina italica. A un certo punto accadrà che le Regioni faranno da sole e il Governo seguirà.

  239. Paolo Miro

    Comunque, anche se ancora una volta tardive, ecco le ultime decisioni restrittive del Governo M5S – PD:

    https://www.panorama.it/news/politica/coronavirus-fabbriche-chiuse-decreto-governo

  240. Nitran-go

    Forse sarebbe (stato) da seguire il modello Corea.

  241. Paolo Miro

    Aspetta aspetta…non ricordo. Cosa hanno fatto in Corea di differente da Cina, Italia, Russia, Gran Bretagna o USA?

  242. giama29

    Si Nitran, quella sarebbe una strada percorribile ma ci manca l’apparato tecnologico a livello nazionale per attuarla in modo efficace. Spero che il gap possa essere colmato velocemente. Il problema grosso adesso è la mancanza di mascherine. Bisognerebbe iniziare al più presto a distribuire milioni di mascherine a tutta la popolazione. In Cina sparivi se ti beccavano fuori senza mascherina, in Corea non c’è una persona che vada in giro senza. Invece qui la gente prende i mezzi pubblici senza e lavora senza indossarne una. Il solo distanziamento sociale non basta se poi nei mezzi pubblici, nei supermercati, nei luoghi di lavoro sei senza mascherina. Visto che tutto non si può chiudere, che tutti non possono stare a casa, ci vuole un protocollo di comportamenti obbligatori per tutti coloro che escono da casa con pene e multe severe: 1) obbligo di mascherina nei luoghi di lavoro e in tutti i luoghi pubblici dove si formano per necessità code e occasioni di vicinanza (supermercati, banche, uffici, mezzi pubblici etc). In particolare tutti i supermercati devono rendere obbligatorio anche l’uso dei guanti dentro i loro locali. Inutile scandalizzarsi del jogging o delle lunghe passeggiate al parco con il cane in solitaria che, pur criticabili, sono molto meno pericolosi se non si è in grado di tutelare la propria incolumità e quella di chi ti sta vicino nelle situazioni sopra elencate. Sul discorso aumento casi, il 14 marzo avevo inserito una tabella con la previsione di quanti contagi ci sarebbero stati giovedì 19 marzo in base a quelli dei tre precedenti giovedì. La previsione di 40.000 si è purtroppo avverata. Ciò significa che il virus non sta rallentando. Siamo esattamente dove dovevamo essere. Il prossimo giovedì la previsione ci dice che dovremmo arrivare a 80.000 contagiati se la diffusione del virus non dovesse rallentare. Credo che bisognerebbe parlare schiettamente alla popolazione e prepararla al peggio. C’è la possibilità di oltre 1000 decessi al giorno. Spero che possa essere l’apice, che possa esserci un miracolo e che qualche pur timido segnale di inversione ci sia, perchè dopo ho paura che subentrerebbe il panico e allora altro che canzoni dal balcone. E spero soprattutto che gli sciacalli del “chiudiamo tutto” non vengano fuori dalle loro tane per raccogliere un po’ di consenso. Quello del “chiudiamo tutto” è un concetto tipicamente populista che non significa assolutamente nulla perchè è il classico slogan vuoto di contenuti visto che tutto non si può chiudere. Uno slogan meschino utile per distinguersi e passare come i buoni che difendono la salute dei cittadini contro i cattivi che la metterebbero a repentaglio. Ci vorrà, invece, una grande coesione e un grande senso di responsabilità da parte di tutti per rassicurare la popolazione. Speriamo non si debba arrivare all’intervento dell’esercito per sigillare vastissime aree del nord.

  243. giama29

    Ve66art, grazie per quel link su Edouard Cortes. Quanta poesia in quei capolavori che hanno fatto riaffiorare in me tanti ricordi dell’università e dei miei 5 anni vissuti nella “Ville Lumière”. Mi hai fatto quasi piangere…

  244. Rab.

    Giustissimo Giama, d’accordo su tutto.
    Specie sui politici sciacalli del “chiudiamo tutto”, sapendo perfettamente che non è possibile farlo.
    Bisogna che tutti siano responsabili, rigorosi, e coi nervi saldi. E speriamo in un segnale di inversione di tendenza il prima possibile, altrimenti davvero subentrerà anche la problematica psicologica….

  245. Tutto giusto giama, un mese che non riesco a trovare l’alcol, figuriamoci le mascherine.

  246. Replica finale F8 cambio programmazione. Dopodomani raisport 12.30 (c’è da fidarsi?)

  247. ve66art

    Prepariamoci a una serie di problematiche psicologiche soprattutto tra i giovani, dove, ahimè, già da oggi il disturbo da panico è assai diffuso. Credo che il disturbo ossessivo e compulsivo e il disturbo d’ansia generalizzato diverrà endemico. Il professionista si troverà dinanzi a problematiche terapeutiche uniche poiché non potrà più agire sulla disfunzionalità del disturbo, giacché, il comportamento compulsivo di per sè, come per esempio il lavarsi le mani ripetutamente, non potrà più essere considerato totalmente disfunzionale!!!! Si apriranno nuove frontiere, nuove tecniche, nuovi approcci che giocoforza dovranno essere più accomodanti e tolleranti nei confronti di comportamenti che fino a un mese fa potevano essere considerati, a pieno titolo, patologici!

    Fioi…bisogna che ghe a femo….

  248. Nanevianello

    Rab : perché sciacalli ? Chiudere tutto, tranne alimentari e prodotti farmaceutici, non per sempre ma per due- tre settimane, è finora l’unica soluzione ( in Cina come nel Lodigiano ) ad aver prodotto effetti posuivi.
    Non è possibile ? Perché ? Perchè gli italiani sono coglioni ? Beh, se in tanti lo sono, serviranno le maniere forti. Meglio diventare tutti più poveri ( accadrà comunque ), meglio perdere temporaneamente qualche libertà, sottostando a delle limitazioni che crepare.
    I morti non vanno in giro, non producono fatturato. Serve un giro di vite : per la salute e la salvezza di tutti. E’ possibile. Qualsiasi cosa è possibile. Solo la morte è irrevocabile.
    Visti i croceristi ( partiti con evidenza minimo a fine febbraio ) scaricati ieri a Savona ? E’ per gente del genere che non ha saputo e voluto rinunciare ad una vacanza quando il mondo era già in emergenza che ” non è possibile ” ? . Beh io, le regole le ho rispettate. Da quasi tre settimane io e mia moglie non usciamo di casa. La spesa è arrivata ordinata on line. Dovrò uscire tra qualche giorno per andare in farmacia : le medicine che mi servono ( altra roba , non il virus) stanno finendo. E se incrocierò gente che va in giro a fare jogging gli griderò di tutto.Chiamerò la polizia : li segnalerò.
    Forse sono ” uno sciacallo ” . Ma vorrei continuare a campare. Ieri 800 nuovi morti : quasi 600 in Lombardia. Dillo ai famigliari di queste persone che ” chiudere tutto ” è da ” sciacalli ” . Dillo a loro che non hanno potuto stringere la mano ai loro cari nel momento del trapasso. Che non sanno dove siano stati portati, in quale camposanto a chilometri di distanza, sepolti. Credo avrebbero qualche cosa da replicare. Scusami lo sfogo, ma una idea come la tua non la accetto. Non ora. Non con tutti questi morti. Non con questa disperazione. Non con la gente che se ne fotte. Non con la politica che tentenna. Proprio no.

  249. Paolo Miro

    Più che altro un mese (o poco meno) in cui tutti i giorni ormai mi sembrano uguali.
    E non è finita perché le stime parlano del picco per la metà di Aprile. Il picco…. 🙁 e dopo?!? Struchemo el boton (come dice Mara Venier) e si riparte allo stesso modo col quale ora si è fermato tutto (o quasi)? E nel frattempo si vive di aria.
    Che non è un eufemismo perché stando sempre a casa diventa viziata e ci stanno negando anche “l’ora d’aria” (he almeno ai carcerati è concessa).
    Mi dite che cacchio di senso ha avuto limitare anche le uscite col cane quando io personalmente incontravo una persona ogni 5 minuti e non c’era la minima possibilità che contagiassi qualcuno o venissi contagiato? Tutto per colpa di quei sconsiderati incoscienti criminali che hanno continuato a riunirsi e a far i cazzi propri fregandosene degli altri.
    E poi sento gli appelli all’unità e alla solidarietà. Mi viene il voltastomaco.

  250. Paolo Miro

    Mi dispiace Nane. Davvero. Visto dove vivi e anche per quelli che ti stanno vicino. Ma continuo a esser convinto che, piuttosto di arrivare a questi limiti (che secondo me non serviranno a un cacchio), era assai meglio aver chiuso le frontiere quasi subito, invece di controllare gli aeroporti col termo-scanner, fino a che non si fosse stati pressoché certi che il pericolo fosse cessato; con danni economici ugualmente, logico, ma secondo me di minor entità e senza bisogno di paralizzare gli esseri umani. Discorsi del poi? Andate a rileggervi cosa scrivevo al’epoca e ne riparliamo. Altroché “chiudete tutto”!!!

  251. canestrelli

    Come giama29, anch’io ringrazio ve66art per avermi fatto apprezzare un pittore che conoscevo poco e per avermi dato la possibilità di ammirare delle belle immagini parigine. “J’ai deux amours, mom pays et Paris”.

  252. Paolo Miro

    Ecco. Parlemo de altro. Megio va….

  253. canestrelli

    Mon pays

  254. Paolo Miro

    IL MONDO CHE VORREI
    Ed è proprio quello che non si potrebbe che vorrei
    Ed è sempre quello che non si farebbe che farei
    Ed è come quello che non si direbbe che direi
    Quando dico che non è così il mondo che vorrei

    Non si può
    Sorvolare le montagne
    Non puoi andare
    Dove vorresti andare.
    Sai cosa c’è
    Ogni cosa resta qui.
    Qui si può
    Solo piangere
    E alla fine non si piange neanche più.

    Ed è proprio quando arrivo li che già ritornerei
    Ed è sempre quando sono qui che io ripartirei
    Ed è come quello che non c’è che io rimpiangerei
    Quando penso che non è così il mondo che vorrei.

    Non si può
    Fare quello che si vuole
    Non si può spingere
    Solo l’acceleratore
    Guarda un po
    Ci si deve accontentare
    Qui si può solo perdere
    E alla fine non si perde neanche più

    Compositori: Tullio Ferro / Vasco Rossi

  255. Rab.

    Nane, riprendevo il concetto di Giama del post precedente, col quale sono perfettamente in linea. Il blaterare sulla serrata totale di alcuni politici (salvini, meloni, tanto per non far nomi) fa il paio con quelli sui social che invocano di “chiudere tutto”, che non ha alcun significato.
    Tutta la filiera agroalimentare deve rimanere aperta, intanto. E questo significa tutte le fabbriche che producono o confezionano alimentari, dall’acqua all’omogeneizzato per i neonati, dalle bistecche alle verdure. E sono una moltitudine. In queste attività ci deve essere personale, anche amministrativo ovviamente.
    Tutta la filiera dell’energia e del gas deve rimanere aperta, perchè nessuno vuole vivere al buio o mangiare scatolette di roba fredda, suppongo. O ancora peggio rimanere senza il tanto amato wi-fi. Anche qui ci vuole personale, operativo e amministrativo.
    Poliziotti, carabinieri, esercito… tutti questi non li puoi “chiudere”, giusto?
    Le raffinerie devono rimanere in marcia, sennò chi rifornisce i distributori per i carburanti delle macchine dei suddetti corpi armati. Anche qui serve personale a tutti i livelli.
    I trasporti devono essere mantenuti, specie per le merci, ma i treni e i camion non viaggiano per volontà divina, e anche qui serve personale accessorio, ad esempio per la gestione logistica.
    Alcuni o tutti gli uffici pubblici, banche, il tizio che va a manutenere il bancomat, il giornalista… tutti questi devono lavorare, credo. E potrei fare decine di altri esempi.
    Per farla breve, la realtà è più complessa degli slogan.
    Pertanto “chiudere tutto” non ha alcun senso. Ha senso il lavoro che è stato fatto con sindacati e società produttiva per scremare il più possibile le attività essenziali da quelle che non lo sono. Quindi ribadisco che i politici che speculano su questa emergenza gravissima per catturare consenso sono solo miseri sciacalli.
    Oltre a quanto è stato fatto finora, di sicuro tardivamente, è essenziale che la gente si comporti responsabilmente. Deve esserci, come dice Giama, un protocollo se esci di casa e se entri in luoghi con altre persone: devi indossare guanti, mascherina, evitare i contatti. Non lo fai? pene severissime. Multe e carcere, a mio modo di vedere.
    Solo così se ne esce. Ma dei “io l’avevo detto”, dei “l’unica soluzione doveva essere” e altri facilonerie così, io sono stra-stufo. Specie in un momento drammatico come questo.

  256. Paolo Miro

    Rab…non mi sento preso in causa perché del “io l’avevo detto” personalmente non mi sono mai riempito la bocca. Semmai lo hanno fatto altri (non?su questo blog).
    Tu nomini Salvini. Io non l’ho votato, ma è l’unico (dico l’u-ni-co) ad aver chiesto a gran voce una nuova pace Fiscale e un ‘eliminazione totale delle tasse per tutto il 2020. Basta con le prese in giro! Quando si tornerà ad uscir e qualcuno potrà (pochi) tornare al lavoro, la maggior parte per lungo tempo non disporrà dei quattrini che per mangiare (forse) e perciò continuo a disapprovare questo far finta di niente e concedere briciole per illudere di star provvedendo al bene di tutti per poi tra qualche mese riapplicare le tasse che in questi giorni sono state solo sospese.
    Ci vogliono i coglioni duri. Inutile.
    E tu puoi dire quanti vuoi ma almeno ci sarebbe chi li ha. Ma nessuno lo ascolta.
    Chiudo con una battuta di.Renato Pozzetto per stemperare che dovremmo gridare tutti dal balcone finché rimarremo in casa: “VI SIETE CHIUSI FUORI!”

  257. Paolo Miro

    Ribadisco solo un pensiero del tutto personale: questi provvedimenti non avranno nessun effetto e lascio a tutti voi intuirne i motivi senza alimentare inutili polemiche.
    Il virus passerà da solo a prescindere per cause dipendenti da altri fattori.
    Non certo per opera di quanto viene decretato (e quasi per niente messo in atto se non per fifa boia).
    È come se gli avessimo fatto “Buuh!”

  258. Nanevianello

    Rab : alimentari e farmacie. E prodotti relativi. I militari certamente. I giornalisti ? : molti stanno già lavorando da casa. E poco altro. Non tutto quello che hai citato deve restare aperto . Non ora .
    Sulla politica ci sarebbe molto da dire. Da due settimane il parlamento è chiuso. Il governo decreta in solitudine. Emergenza ? Lo è. Ma poi non si rompa le scatole con la carta costituzionale. Nelle ultime settimane è già stata violata una decina di volte .
    Rab : non è schierandosi politicamente che ne usciremo. Lo dico anche a Paolo. Nessuno tra quanti stanno in Parlamento si possono dire esenti da colpe. Certo : bisognava chiudere le frontiere. E fare i controlli . Ma per quanto ci è stato raccontato che non era il caso ? Per quanto ci hanno spiegato che si trattava di ingiustificato allarmismo ?
    In tempo di guerra si usano misure estreme. E oggi siamo in guerra. Terribile, perchè ancora non conosciamo bene il nemico. Non si può fare ? Si può. Anzi : si deve . In Germania hanno chiuso tutti i ristoranti. In Grecia è stato decretato il coprifuoco. New York è una città fantasma ormai: Trump ha decretato lo stato d’emergenza.
    La libertà è qualche cosa da difendere : sempre. Ma per farlo devi rispettarla, la libertà. Quelli che continuano ad andare in giro sono criminali che non la rispettano. Rispettano il loro arbitrio, non la libertà degli altri. Se il contagio non scemerà e la gente continuerà ad abusare di una libertà che non rispetta si scatenerà la violenza. Sarà pericoloso anche andare a portare il proprio cane a fare i bisogni. La caccia all’untore : immagino tu ne abbia letto . Vogliamo questo ? Vogliamo arrivare a questo ? Non pensiamo non possa accadere. La storia ci dice che l’uomo può diventare la più feroce delle bestie.
    Mi spiace ma io resto della mia idea . E non perchè lo chiede questo o quel politico. Come ho già scritto nessun partito gode della mia fiducia. Nessuno. Quindi me ne sbatto dell’ideologia. Oggi mi interessa la pelle. La mia e quella dei miei famigliari ed amici. E finchè respiro sono disposto a qualsiasi cosa per difenderla. Vorrei lo facesse la legge : vorrei . Hai letto ? Ieri altre 11.000 denunce. Vuoi tenere ” aperto ” per questi ? Io capisco il fondo del tuo pensiero. Ma non posso ( oggi ) condividerlo. Oggi la priorità è la sopravvenza. Ci pensiono i coglioni che continuano a violare le norme : la loro violenza , finirà per chiamare altra violenza.

  259. Rab.

    Io non ho parlato di tasse e della gestione del dopo emergenza. Nè sono aprioristicamente contrario a qualcuno, ivi compreso Salvini o chiunque altro, dato che sono politicamente agnostico.
    Per cui se la sua ricetta sarà la migliore, ben venga.
    Ho parlato della cazzata del “chiudiamo tutto” che detta da un politico è ancora peggio. Sulla pelle dei malati e dei morti, fra l’altro.

  260. Rab.

    Nane, i ristoranti sono chiusi anche da noi. E per dire la verità le pochissime volte che mi sono mosso non ho visto un’anima che sia una in giro. Poi sicuramente ci saranno le eccezioni, specie in alcune regioni. Comunque se si vuole utilizzare l’esercito per mantenere l’ordine e la disciplina nei comportamenti, o se si vuole istituire un coprifuoco, a me sta benissimo.
    Quello che mi interessa è che l’emergenza sia gestita seriamente. Le sparate, gli slogan, le facilonerie (che poi sono atteggiamenti propri di chi trasgredisce alle attuali regole, peraltro) non le voglio sentire. Tanto meno dai politici, in un momento come questo.
    Mi aspetterei, tanto per dire, una task force dedicata per la Lombardia, in questo momento. Per gestire l’emergenza sanitaria, in primis e per garantire i comportamenti corretti nell’ambito della società civile in secundis. Perchè la situazione lì è ormai ampiamente fuori controllo, purtroppo.

  261. Rab.

    A mio parere devi mandare l’esercito in Lombardia. Inviare medici e personale infermieristico, allestire ospedali temporanei. In Lombardia il 70%-80% dei morti, muore in casa, non all’ospedale. E nonostante i morti e i guariti, le terapie intensive crescono. Non lo dicono esplicitamente, ma si è già superato il limite, il sistema è collassato. Se non si agisce velocemente, si crea un rischio per tutto il paese, oltre che scontare il prezzo altissimo che già stanno pagando in quei luoghi.

  262. Paolo Miro

    Nane. Ti sei risposto da solo con le frasi:”….bisognava chiudere le frontiere. E fare i controlli . Ma per quanto ci è stato raccontato che non era il caso ? Per quanto ci hanno spiegato che si trattava di ingiustificato allarmismo ?”

  263. Paolo Miro

    Capisci da cosa deriva la mia rabbia per esser arrivati a questo punto?!?
    Secondo te senza schierarsi politicamente (che non era la mia intenzione visto che fatalità ho votato proprio uno dei partiti ora al Governo) chi dobbiamo ringraziare? Sua Grazia Covid19?

  264. giama29

    Rab, mi complimento con te per il precedente post. Hai riportato con grande precisione l’esatto significato delle mie parole. Nane, gli sciacalli sono lì lì per spiccare il volo. Sono la che sbattono le ali e stanno cercando il momento giusto per lanciarsi contro il governo con i loro slogan vuoti di contenuti. Non ho molto da aggiungere perchè Rab ha espresso con grande chiarezza il concetto. Paolo, per quanto riguarda la pace fiscale credo che non sia proprio il momento, paradossalmente. Tutto il supporto necessario a chi si troverà in grandissima difficoltà dopo che l’emergenza sarà terminata, ma è ora di stringere il cappio al collo ai grandi e grandissimi evasori. E se vogliamo risollevarci dovremo necessariamente fare la nostra parte tutti quanti: idraulici, elettricisti, medici, dentisti etc. Se non lo facciamo tutti, non riusciremo a tirarcene fuori che tra qualche decennio.
    Intanto oggi una piccola boccata di ossigeno con un calo dei contagi e delle vittime rispetto a ieri.

  265. Paolo Miro

    E sono in linea con Rab. Nemmeno io ho incontrato anima viva portando fuori il mio cagnolino. Per l’esatrezza oggi sono uscito alle 15.02 e rientrato alle 15.35. L’unuca persona incrociata usciva dallo stesso mio palazzo quando ci stavo tornando per l’identico motivo. E dove vivo ci sono 25000 anime, non 2000.

  266. Paolo Miro

    Giama…ti faccio gentilmente notare che i Decreti che si susseguono sono giustamente di 2 tipi: uno per le restriziobi e regolamentazioni e l’aspetto sanitario dettato dall’ISS e uno alternatamente per l’aspetto economico che se tralasciato provocherà uno sconquasso che porterà chi è soprqvvissuto al Coronavirus alla morte per suicidio pet l’impossibilità di far fronte agli obblighi (cose che se non lo sapessi stanno già avvenendo senza che nessuno ne parli).

  267. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Cari amici del blog , vi ho letto tutti , ma per rispondervi non mi basterebbero pagine e pagine . Cerco di sintetizzare .
    Capisco che non abbiamo niente da fare e andiamo a guardare il pelo sull’uovo , ma quante parole fate su questo ” chiudiamo tutto ” ?
    Era chiarissimo che significava : CHIUDIAMO TUTTO QUELLO CHE SI PUO’ CHIUDERE ,tranne …. quello che avete detto .
    Vorrei invece lasciar perdere ,per un attimo,la situazione sanitaria che conosco bene e soffermarmi sulla situazione socioeconomica del paese .
    Dato che la crisi continuerà per mesi ,moltissime persone perderanno il posto di lavoro , moltissime famiglie non avranno uno stipendio che arriva in casa , dovranno mangiare, comprare farmaci e quant’altro .
    Ci saranno ammortizzatori sociali per tutti ? Ne dubito seriamente .
    Pensiamo solo a tutti quei negozianti che lavorano da soli , come faranno a pagare l’affitto senza poter incassare adeguatamente ?
    Ci aspettano giorni bui purtroppo , difficilmente quantizzabili adesso .
    Ci aspetta un ” terzo dopoguerra” da lacrime e sangue , però questa volta non vedo i padri della repubblica del 1946 , vedo una classe politica divisa su tutto e assolutamente inadeguata allo scopo .
    Per finire volevo ringraziare Betty ( che ho conosciuto alla cena di luglio post scudetto ) che ci ha ricordato di guardare la finale scudetto 2019 . Non avevo mai visto la partita con il commento Rai sport ed ho rivisto una difesa Reyer superlativa con un 3° q

  268. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    con un 3° quarto stellare di Bramos . Quel 22 giugno 2019 è stata una gioia unica aver visto , dal vivo, i nostri grandi ragazzi alzare la coppa dello scudetto .
    P.S. notizia di stasera positiva : decessi in calo ! Se viene confermata domani sera , allora si il dato sarà interessante . Ciao a tutti .

  269. Paolo Miro

    Ma cos’è? Una presa per i fondelli?!?!?
    Bastaaaa. Ogni mattina svegliandomi trovo una piccola modifica ai provvedimenti del giorno prima! Da oggi non ci si può più spostare tra Comuni. Sì. E domattina non ci si potrà più spostare tra Quartieri e quella dopo tra Condomini e quella dopo ancora nemmeno tra Rami Scale e magari poi anche tra pianerottoli. Ma siamo seri.
    Che senso ha? Che ci dicano che se mettiamo il naso fuori ci multano e che se ci azzardiamo a metter fuori anche la testa ci arrestano. Ma almeno che lo facciano in una volta sola. Non se ne può più di decisioni prese nel cuore della notte e per di più in solitaria.
    E poi non mi stancherò mai di dirlo.
    Le misure vanno prese PRIMA severe e poi si allentano man mano che l’emergenza diminuisce. NON IL CONTRARIO! Porca putt… Ecccchecaz..

  270. Grazie a te Maurizio che sei in prima linea e a tutti quelli che lavorano per la comunità.

  271. fabrizio

    Torno a scrivere (dal mio “isolamento domiciliare volontario” che dura oramai dal 9 Marzo) dopo un po’ di tempo nel quale comunque vi ho seguito e vi ho letto sempre con molta attenzione: orbene, augurandomi che il calo di contagi e di decessi visto ieri sia continuamente confermato oggi e nei prossimi giorni (fermo restando che ieri comunque non si può essere contenti con più di 650 morti comunque occorsi e con quasi 4000 contagi in più in 24 ore, dati quindi sempre terrificanti), volevo esprimervi alcune considerazioni su questa devastante pandemia ma soprattutto sui possibili scenari sociali in proiezione futura.
    Prima di tutto, trovo le analisi fatte in questi giorni da Giama molto interessanti e, da laureato in chimica industriale quale sono (anche se lavoro nel campo delle perizie assicurative) e avente moglie farmacista e suo fratello medico della mutua, vi posso confermare che vi è molto di più sul semplice contagio da uomo a uomo rispetto ai dati che si stanno avendo in Italia e in molte altre parti del mondo ma soprattutto, per ciascun paese, sul numero di infetti maggiore (anzi molto maggiore) in talune zone rispetto ad altre!
    L’inquinamento e in generale le condizioni ambientali e geografiche stanno giocando un ruolo chiave nel numero dei contagi e soprattutto dei decessi in Lombardia ed Emilia rispetto ad altre parti di Italia: dico soprattutto nei decessi perché questi avvengono quasi tutti mediante la complicazione della polmonite bilaterale interstiziale che, in realtà, sarebbe conosciuta (anche nell’arginamento) da parte della comunità scientifica ma che nel caso del covid19 ha una evoluzione nefasta troppo veloce e improvvisa quando attacca rispetto alla tipologia di polmonite in questione classica e la causa sembra proprio dovuta a complicanze (probabilmente batteriche) che avvengono in polmoni già piuttosto compromessi perché inquinati da fumo e polveri sottili o perché si trovano in strutture sanitarie dai condotti di aerazione non proprio di primo pelo, che comporta quindi una infiammazione ancora maggiore rispetto a quella comunque pesante che questa nuova infezione provoca.
    Ecco perché la vicinanza al mare o alla costa di certe regioni e/o città a mio parere attenua abbastanza il numero di contagi e soprattutto di vittime, nel senso che proprio la qualità dell’aria (con questo virus che, a differenza degli altri, sembra avere la capacità di resistere proprio nell’aria per parecchio tempo) credo faccia la differenza in positivo così come il caldo e l’umidità che a breve arriverà ci darà una grossa mano nel contrastare e probabilmente attenuare fortemente l’epidemia: il coronavirus è partito dalla Cina e poi la pandemia si è spostata (e tuttora si sta spostando) da Est verso Ovest (quindi Cina, Corea, Iran e poi Europa e ora USA) ma non da Sud a Nord (infatti, per fortuna in Africa ma anche in Australia e in vari paesi dell’Oceano Indiano, i contagi sono molto limitati e stentano abbastanza a crescere e questo proprio perché in queste ultime zone le temperature sono tutte superiori ai 28 – 30 gradi ed è oramai chiaro che questo è un aspetto molto ma molto importante).
    Relativamente alle restrizioni e privazioni che oramai da 15 giorni a sta parte ci sono state imposte, che ogni 2 – 3 giorni vengono aggiornate e ampliate quasi alla ricerca disperata di un antidoto maggiore alla diffusione del virus, io credo che sia stato fondamentale averle messe (e molti le stanno rispettando, compreso il sottoscritto, seppur con molta fatica e insofferenza) e che daranno risultati nei prossimi giorni ma possono fare fino a un certo punto, nel senso sia che comunque il virus deve fare il suo corso (il caldo ci aiuterà molto di più) e sia perché credo che comunque non possano essere tenute ancora per troppo tempo ma penso che massimo da metà Aprile si dovrà cominciare mano a mano a riaprire parzialmente le varie attività e la gente dovrà cominciare comunque e riprendersi le proprie vite e questo abbastanza a prescindere da come starà andando la curva epidemiologica!
    Noi italiani stiamo dando un grande senso di civiltà e di unità, i nostri alleati internazionali stanno cambiando (ora sono soprattutto paesi forti e dittatoriali, ovvero Russia, Cina e Cuba) ma stiamo facendo tutti sacrifici enormi: non solo (e in primis) medici, infermieri e Forze dell’Ordine, encomiabili e impegnati in prima linea in questa guerra contro il covid19 ma tutti noi, che stiamo rinunciando (chi tanto e chi poco) al bene tra i più preziosi insieme alla salute che abbiamo ovvero la libertà ma anche alle nostre attività e alle nostre sicurezze o possibilità economiche: la gente già ora è stanca e ha fame di buone notizie e va sostenuta quindi pure psicologicamente prima che si moltiplichino i suicidi, le violenze domestiche dovute all’isolamento e i depressi e certamente parlare di scenari apocalittici o dire che prima di Giugno non se uscirà MINIMAMENTE certamente non fa del bene (anche perché io credo che ne usciremo invece, quantomeno abbastanza, ben prima), col rischio che poi parecchie persone possano avere comportamenti tra i più svariati e quasi da guerra civile!
    Chiudo quindi dicendo che io sono e voglio essere fiducioso: ognuno ora porti il proprio mattoncino a sostegno della comunità e dopo la natura, sia climatica che scientifica, farà il resto e non credo in tempi biblici: la Pasqua celebra la Resurrezione di Cristo e se noi al buon Dio avremmo fatto capire per quella data che avremmo capito la lezione che ci sta dando, io penso che cominceremo per quel periodo anche a festeggiare, semmai gradatamente e faticosamente, anche la nostra di Resurrezione!

  272. Paolo Miro

    Vedo che a quasi tutti non rimane molto da dire. Meglo così. Vorrà significare che rimane solo il Fare. Non so cosa di preciso ma di sicuro una cosa: non arrecar danno a chi si sacrifica e resiste. Buona decontaminazione gente.
    P.S.: anche stamattina in giro per accompagnare una persona invalida nessun controllo. Vista neanche una pattuglia ferma a filtrare gli spostamenti. Solo auto di Carabinieri e Vigili a circolare per conto proprio. Quindi…tutta la responsabilità ricade sulle spalle dei cittadini. Com’è giusto che sia.

  273. Ary

    Oggi dopo molte ricerche finalmente sono riuscito a trovare qualche notizia sulla Russia , che inspiegabilmente sembravano essere fuori dalla pandemia.
    Il governo Putin sta insabbiando la cosa ma i casi e i contagi sono presenti da dicembre ed etichettati come polmoniti sospette.

  274. Paolo Miro

    A me dà l’impressione che siano o troppo furbi o troppo perversamente abili

  275. Paolo Miro

    Ma certamente ne ingenui e né incapaci

  276. Ary

    Assolutamente Paolo

  277. Paolo Miro

    Hai sentito di quella donna che ieri a Mestre ha sputato in faccia per dispetto a una cassiera di un supermercato ed è poi risultata positiva al Covid19?
    Ecco, io sono Cristiano, ma una così non la.sottoporrei neanche alle cure ospedaliere e la abbandonerei al suo destino lasciando il posto a qualcun altro.

  278. ve66art

    Intanto la Russia ci ha inviato 9 arei, dico 9 aerei pieni di aiuti, ivi compresi decine di medici militari specializzati nbc. Cuba, Cina e Russia, saranno pure sistemi dittatoriali, discutibili, migliorabili, ma intanto sono gli unici che ci stanno aiutando concretamente! O no?

  279. Paolo Miro

    Ti intuisco in forma VE66art. Il che significa che anche il 2do tampone è risultato negativo. Mi fa piacere.
    In gamba! Ciso.

  280. Paolo Miro

    Nel frattempo apprendo che, a far da contrasto alla buona notizia di un timido rallentamento del numero di contagi e decessi, è stato constatato che il tempo di guarigione si è raddoppiato 🙁
    Così come globalmente si è più che raddoppiata la velocità del contagio: 100.000 persone in 4 giorni 🙁 🙁
    Quindi come diceva anche Fabrizio, il Coronavirus fa ciò che gli pare e appena sarà stufo di star qui se ne andrà altrove a far danni ma non certo per merito nostro…

  281. Paolo Miro

    …di conseguenza, non parendomi ancora tanto stufo di star da noi, ho dovuto riprogrammare le vacanze di Pasqua. Sono incerto tra Divano Marittima e Forte dei Bagni. Voi cosa mi consigliate?

  282. ve66art

    Non so nulla Paolo, e ti prego di non fare inferenze in futuro seppure comprendo la tua buona fede. Aggiungo che la forma mentale, fortunatamente, trascende quasi sempre da quella fisica nonostante il famoso quanto stupido adagio. Potrei scrivere libri interi a dimostrazione di questo teorema….

  283. Paolo Miro

    Beh dai abbi fede. E fiducia.
    Sai benissimo che è dipeso anche da te.
    La richiesta è perciò vicendevole. Grazie

  284. Paolo Miro

    MAXI PIANO DEL VENETO PER INTERROMPERE LA CIRCOLAZIONE DEL COVID19
    https://m.facebook.com/zaiaufficiale/posts/1409588305909747

  285. Paolo Miro

    Quanto allo stato di forma mentale VE66art leggi questo. In ogni caso…
    https://www.open.online/2020/03/19/coronavirus-importanza-della-salute-mentale-consigli-e-numeri-utili-regione-per-regione/

  286. virusdestroy

    paolo se posso esserti utile, per la vacanza ti consiglio da un programma televisivo preserale di Avanti un altro su canale 5 (www.vaiapigliarteloincuneo.it) sponsorizzato da luca laurenti . ehehe saluti amico mio

  287. Paolo Miro

    Ahahahahahahahan! L’ho vista anche io la puntata. È uno dei pochi rari programmi che riesce suls erio a distrarmi da sta valle di lacrime. Peccato duri poco e ne stanno pure facendo la ripetizione delle puntate che ormai erano state trasmesse tutte.

  288. Paolo Miro

    E’ quella della Pallacanestro la prima Lega che ha annunciato, di fatto, di aver stoppato definitivamente alcuni campionati. All’attenzione del presidente della FIP, Gianni Petrucci, richiesta la sospensione del torneo di serie B e l’annullamento della Coppa Italia.

    Resta in ballo la A2, così come la serie A.

    Queste richieste potrebbero in un certo senso fare breccia anche per altri sport, anche se va notato, purtroppo, che il giro economico è decisivo sopratutto per quanto concerne il calcio, dove girano cifre folli.

    Ecco la nota della LNP:

    A seguito della situazione sanitaria del Paese, che a distanza dai provvedimenti governativi emessi ed attivati resta estremamente complessa, come testimoniato dai numeri pubblicati nell’ultima settimana, Lega Nazionale Pallacanestro rende noto di aver avanzato ufficialmente al Presidente FIP, Giovanni Petrucci, le seguenti richieste:

    – Dichiarare interrotto alla data del 30 marzo il campionato di Serie B;

    – Valutare la possibilita’ di ripresa del campionato di Serie A2 nei mesi di maggio e giugno, a patto che i Decreti governativi e sanitari vigenti in tale periodo rendano possibile una piena ripresa dell’attività sportiva, secondo le sue peculiarità (allenamenti, viaggi, porte aperte al pubblico);

    – Analizzare, congiuntamente con il CONI ed il Governo, tutte le possibili forme di sovvenzione e taglio dei costi da applicare per la prossima stagione; –

    – La Coppa Italia, evento LNP, va considerata annullata per l’edizione 2020.

  289. Paolo Miro

    Coronavirus Basket, parla il presidente LBA Gandini

    “Si tratta di una situazione certo imprevista ed imprevedibile dove siamo costretti a navigare a vista cercando di fare le scelte giuste. Sono arrivato da poco nel basket e cercherò, per quanto possibile, di mettere a disposizione di questo sport la esperienza che ho accumulato nel calcio”.
    Così il neo presidente della Lega Basket Serie A, Umberto Gandini, intervenendo a ‘Domenica Sport’ su Radio Uno Rai per spiegare come il mondo del basket stia affrontando le emergenza coronavirus che ha bloccato lo sport italiano almeno sino al 3 aprile.
    “Tra questi due mondi vi sono certo differenze di dimensione, anzitutto finanziarie, ma il basket, grazie anche alla dimensione globale assunta dalla Nba, ha un posizione di riguardo nei confronti degli sportivi di tutto il mondo”, ha spiegato Gandini. “Non dimentichiamo mai che in Italia il basket è l’unico sport di squadra professionistico al di fuori del calcio: questo viene spesso dimenticato dalle nostre autorità, per cui quando si affrontano le problematiche di questi due sport, esse dovrebbero sempre essere considerate insieme”.

    “Siamo uno sport che rispetto al calcio vive sugli incassi e non sui diritti tv, sono gli introiti da botteghino a sostenere il movimento cestistico e – ha sottolineato – certo il fatto di non poter giocare sta incidendo pesantemente sulle casse dei club perché continuano a sostenere costi di salari di dipendenti e collaboratori per una attività che al momento non possono svolgere per una legittima e necessaria decisione governativa”. “Per questo – ha proseguito Gandini – mi auguro che vengano subito varati aiuti immediati tramite provvedimenti del Governo per garantire liquidità ai club per poi calcolare insieme i danni che questo stop imprevisto ha provocato. Di certo un sostegno al basket andrà assicurato”. Quanto alla possibile ripresa delle attività, “abbiamo davanti due paletti”, ha dichiarato. “Il primo è la disposizione governativa che ferma tutto lo sport sino al 3 aprile: questo è il primo spartiacque ma ovviamente saranno le autorità a dirci se davvero nel week end del 5 aprile si potrà tornare in campo. L’altro aspetto da considerare – ha aggiunto – sono le date del Preolimpico di basket che, come potrebbe succedere nel calcio con i campionati Europei, potrebbe subire ritardi o rinvii. Il nostro obiettivo – ha chiarito Gandini – resta quello di poter completare la stagione, anche arrivando eventualmente oltre il 12 giugno e ipotizzare, come sta già facendo il calcio, anche una conclusione entro la fine di quel mese. In merito alla ripresa degli allenamenti dei club, come Lba non abbiamo autorità per intervenire in merito a quanto individualmente deciso dagli stessi club. Certo – ha sottolineato – possiamo dare alle società delle linee guida ad esempio utilizzando quelle della Federazione dei medici sportivi ed è quello che abbiamo fatto”.

  290. Paolo Miro

    Mentre per il calcio si trovano molteplici notizie sull’esito dei campionati se dovessero essere definitivamente annullati, per il basket non sono riuscito assolutamente a trovare nulla a tal proposito, nemmeno leggendo il Regolamento.
    Quasi non fosse stata presa in considerazione una tal ipotesi, ma si debba decidere al momento.

  291. fabrizio

    Paolo, il campionato di basket di A1 in Italia, a mio parere, riprenderà verso la fine di Aprile (inizialmente, probabilmente a porte chiuse) e si chiuderà entro la metà di Luglio, visto che comunque non ci sarà alcun preolimpico a Giugno per noi dato il quasi certo spostamento delle olimpiadi ad Ottobre o all’estate dell’anno prossimo.
    Il fatto poi che i contratti scadano al 30 Giugno e quindi non si possa andare oltre quella data è una gran cavolata che si supererà tranquillamente con una deroga di 15 – 20 giorni ai contratti stessi: teniamo conto che i giocatori comunque si stanno riposando alla fin fine prendendo soldi senza far niente e non giustifico molto quei stranieri che son scappati dall’Italia senza in vari casi neanche avvisare le proprie Società: primo, perché sono professionisti ben pagati e comunque devono restare, fino a ordine diverso, nei posti dove stanno da contratti firmati e poi perché non si capisce dove scappino visto che negli USA o in altri paesi stanno quasi peggio di noi a livello sanitario e del virus.
    Oltretutto, io penso che dai primi di Aprile torneranno quantomeno ad allenarsi in vista di una possibile ripresa del campionato e delle coppe a fine Aprile stesso e voglio vedere come faranno a ritornare visto i blocchi aerei ovunque e di tutte le frontiere: andrà quindi meglio la nostra Reyer, che ha tuttora l’intero roster a Venezia, come è giusto che sia!
    Del resto, la pandemia prima o poi finirà e comunque, a prescindere dal numero di casi, non solo lo sport ma anche tante attività o diritti non li potrai tenere fermi o bloccati per mesi ma al massimo ancora per qualche settimana (per motivi pratici, economici e costituzionali) e quindi, per chiudere, io credo che i campionati e le coppe riprenderanno e avremo finalmente anche a Luglio e Agosto del basket da vedere (chi vorrà o se la sentirà dal vivo e gli altri dalla tv o dal pc) e sappiamo tutti quanta voglia abbiamo di tornare a vedere il nostro sport più bello del mondo e la nostra squadra amata del cuore!

  292. Paolo Miro

    Nulla da obiettare sulla tua conclusione. Sulle fughe strategiche però (tipo quella di Huguain della Juve con il compagno Dybala risultato positivo!) ritengo che, come son andati via possano pure tornare, previo 14 giorni di isolamento. Gli stessi giorni porca putt… Che bisognava far effettuare.ai passeggeri che sbarcavano dagli aerei ai tempi dei tanto decantati terno-scanners.

  293. Nanevianello

    Devo dire che è difficile scrivere in questi giorni. Ammiro molto Paolo per il suo quotidiano impegno.
    Direi che nessuno sa quando si potrà tornare non tanto a giocare a basket, quanto a vivere una vita normale. Pare siano definitivamente saltate anche le Olimpiadi. Nessuno sa veramente cosa sia questo contagio. Si va per tentativi. Negli Stati Uniti parlano di almeno un anno di emergenza, nonostante l’insofferenza di Trump.
    Temo che alcuni non stiano dicendo la completa verità. Nè a livello politico, nè a livello internazionale, nè a livello ( più terra terra ) sportivo.
    Direi di disporci al peggio, sperando nel meglio. Ormai pensiamo positivo perché i morti sono ” solo” seicento.Dietro a quei numeri ci sono persone. E storie di grande dolore. Ma meglio seicento degli ottocento di due giorni fa .
    Mi è arrivato un video di Venezia girato da una persona che stava andando in farmacia : da San Zaccheria a Piazza San Marco . Zero persone in giro. Ma acqua cristallina. Ho sentito che in un imbarcadero hanno nidificato i cigni. E al Lido sono comparsi i delfini. Greta sarà anche ” insopportabile” ma converrà alla fine ascoltarla.
    Per quanto riguarda gli ” aggiornamenti”, caro Paolo, sono inevitabili. Così come i moduli per l’autocertificazione. Siamo al terzo, ormai e non sarà l’ultimo . Inevitabili dicevo : alcune regioni ( Lombardia e Veneto ) stanno andando più veloci della burocrazia del Governo . Sì Paolo : non si esce di casa se non per vera necessità. Non ci sono alternative. Quarantena : i quaranta giorni non sono ancora scaduti. E speriamo bastino. In Cina ( come si temeva ) il ” virus di ritorno ” si sta presentando. Si spera non con la medesima , precedente virulenza .
    Vorrei chiedere, a chi può, di sostenere economicamente i vari istituti che giornalmente stanno lottando per salvare vite. Io l’ho fatto. E avrei voluto fare di più rispetto a quanto ho fatto. E’ per una buona causa. Se potete fatelo. Ci sono medici che stanno lottando ” mani nude ” . La salvezza di tutti passa anche attraverso il loro lavoro e il loro sacrificio : aiutiamoli .
    Alla prossima caro blog. Sperando arrivino buone notizie .

  294. Paolo Miro

    Vedi Nane io da tempo non sono più iscritto a nessun Social Network e nemmeno voglio tornare ad.esserlo.
    Perciò questo Blog fa da ottimo sostituto.
    Peccato che questo Post in cui scriviamo da giorni (e che sarebbe meglio sostituire con un altro nuovo) verrà archiviato come il più triste mai pubblicato. E che non si possa quasi mai citare notizie o affini di genere sportivo.
    Io ho cercato estemporaneamente di farlo (anche stamane), ma nessuno o quasi mi ha imitato e capisco che è difficile e che si stenta a trovar ispirazioni valide.
    Tu preferisci scriver una volta al giorno con interventi lunghi, io lo faccio quando mi viene in mente qualcosa collegandomi anche a quanto accade intorno a me o leggo.
    Anch’io ho letto dei delfini. Impressionante. Guarda a cosa dovevamo giungere per godere di simili accadimenti
    Per non parlar dell’acqua limpida che a tali livelli non l’ho mai vista nemmeno quando da piccolino assistevo ai tuffi in canale anche sotto casa mia da parte di altri ragazzi più grandi. Dopo non molti anni se lo avessero rifatto si sarebbero minimo minimo beccati la leptospirosi.
    E probabilmente anche l’aria che respiriamo avrà una purezza mai riscontrata in pianura. Il ritorno alla normalità farà sparire anche tutte queste meraviglie? Sarà il prezzo da pagare?
    Ieri ho sentito di altre 100 bare di deceduti ai quali non era possibile celebrare i funerali né procedere alla loro cremazione che sono stati trasportati dai camions militari in Regioni confinanti senza nessun famigliare che li accompagnasse nell’ultimo viaggio e mi è tornato in mente il commento di Francesco Di Giacomo, cantante deceduto del Banco, su quella bellissima canzone “E mi viene da pensare” del 1976:
    “Io credo che, per ciascuno di noi, la coerenza sia un grosso freno al cambiamento. Bisogna avere la capacità di mettersi in discussione, bisogna essere capaci di cambiare idea sulle cose. Volevo dire che l’utopia è un’idea che nasce male e che forse cresce male, ma bisogna credere che prima o poi la primavera arrivi, che c’è sempre una possibilità.”

  295. Paolo Miro

    E in linea con quanto appena scritto pubblico il Testo di “Buone Notizie” (di cui abbiamo tanto bisogno) sempre del Banco del Mutuo Soccorso (1979) che trovo assolutamente adatto al contesto attuale:

    “Buone notizie, è calma la città
    Il tempo è buono, la guerra non si fa
    C’è chi ha capito, chi ancora non lo sa
    Chi vuol sapere che cosa succederà.
    Il re ha lasciato stanotte la città
    Quelli informati hanno detto che non tornerà
    C’è chi ci crede, chi dubita si sa
    Ma per la strada qualcuno ride già.

    Buone notizie, la festa ci sarà
    Anche se è vero che a qualcuno non piacerà
    C’è chi discute, chi non dice la verità
    Ma di sicuro, un accordo si troverà
    E tutti quelli che hanno detto sempre no
    Oggi sono in pochi e si vergognano anche un pò.

    Buone notizie che grande novità
    Solo per oggi, la guerra non si fa,
    Buone notizie è cosa certa ormai,
    C’è sul giornale che sai non sbaglia mai,
    Qualcuno piange, per cosa per cosa non si sa,
    Buone notizie domani… se verrà.”

    Compositori: Gianni Nocenzi / Francesco Di Giacomo / Vittorio Nocenzi

  296. Paolo Miro

    Suggerimento: provate a sostituire la parola “re” con “virus” e vedrete che suona a tono.

  297. giama29

    Rieccomi…Mi ero staccato un po’ per non ripetermi troppo. La teoria dell’incidenza del grado d’inquinamento dell’aria ripresa da Fabrizio, che ringrazio per l’ulteriore contributo, mi sembra avere sempre maggiore fondamento. Come ha evidenziato Fabrizio, polmoni che hanno respirato polveri sottili per 70-80-90 anni non hanno la stessa resistenza rispetto ai polmoni di persone più giovani. Da questo può spiegarsi, forse, perchè più una persona è giovane e meno è colpita dal Covid 19. Per quanto riguarda le zone costiere, il caso Pesaro, conseguente alla Final Eight, sembrava rallentare velocemente, ma ha avuto un sussulto. Vediamo cosa succede nei prossimi giorni. Nonostante ciò, temperature miti e vicinanza al mare sembrano effettivamente diminuire la virulenza del Covid 19. In California, per esempio, i casi sono nettamente inferiori rispetto a New York. Ve66art, sono contento che tu stia bene, ma quello che stai riferendo fa riflettere. Per avere una risposta definitiva sul secondo tampone ci stanno volendo quanti giorni!? Nane, è vero, c’è meno gente in giro, ma nei supermercati troppe persone vanno senza mascherine e guanti. E a me fanno più paura questi irresponsabili…

  298. ve66art

    Caro Giama, i 2/3 gg sono assolutamente normali e tecnicamente spiegabili dato il gran numero di tamponi da esaminare e la lunghezza/complessità del test. Infatti, dopo il tampone, e in presenza di sintomi anche minimi, è previsto un isolamento fiduciario.
    Quello che credo sia interessante e degno di approfondimento, invece, è la ricerca dell’anticorpo allo scopo di verificare se un soggetto ha già avuto l’infezione. Non sono un biologo, ma mi dicono che sia una prova banale e assai veloce da porre in atto. Vedremo!

  299. giama29

    Magari fosse possibile! Ieri sentivo un virologo che affermava esattamente il contrario. Secondo quanto affermato, attualmente non sarebbe possibile determinare se un soggetto ha già avuto l’infezione o meno.

  300. giama29

    Invece ieri sera ho sentito un altro medico a Porta a Porta che affermava proprio la necessità di iniziare il prima possibile la ricerca degli anticorpi. Mi sembra di aver capito che l’impossibilità e dovuta al fatto che ci si è concentrati sul fare i tamponi tralasciando questo importante aspetto per comprendere la propagazione del virus.

  301. Paolo Miro

    Ahiahiahi! Covid19 sarà incolpato di lesa Maestà: Carlo d’Inghilterra è risultato positivo e da giorni vive a Windsor assieme alla madre Elisabetta.
    Che debbano ringraziare anche loro il caro Johnson?

  302. Paolo Miro

    Intanto come so temeva quella fuga vigliacca e criminale di quel sabato sera (a causa di una indifendibile fuga di notizie sul provvedimento del Governo che lo stava ancora stendendo) dalla stazione ferroviaria di Milano sts per sfociare in ci che era più temuto (speriamo bene):
    https://mobile.twitter.com/VincenzoDeLuca/status/1242815053709168640

  303. AUSU ROMANO AERE VENETO

    – La Cina rinvia la ripresa del campionato
    25.03.2020 19:15 di Redazione Pianetabasket.com
    CBA – La Cina rinvia la ripresa del campionato
    La Cina ha deciso di ritardare la ripresa del suo campionato, originariamente prevista per il 15 aprile. In termini di sicurezza e salute, le condizioni non sono soddisfatte per la fine del campionato e per i playoff di procedere senza paura, e i dirigenti della CBA hanno scelto di rimandare il ritorno in campo delle squadre al 15 maggio.

    Per gli americani e gli altri giocatori stranieri invitati a tornare in Cina, la situazione non cambia poiché la CBA ha chiesto loro di tornare ora in modo che possano essere messi in quarantena prima della ripresa del campionato. Fra pochi giorni potrebbe essere impossibile entrare in Cina dagli USA.

    Se il campionato cinese dovesse finalmente riprendere il 15 maggio, il periodo di sospensione sarebbe stato di quattro mesi. Dati da tenere in considerazione per la NBA e gli altri campionati in tutto il mondo.

  304. Nitran-go

    Sogno un agosto da favola

  305. Paolo Miro

    La fiera del gelato di Rimini a gennaio e quegli stand di Wuhan e Codogno nello stesso padiglione
    https://www.tpi.it/cronaca/coronavirus-fiera-gelato-sigep-rimini-gennaio-2020-stand-wuhan-codogno-20200325573310/

  306. fabrizio

    Io ribadisco che a mio parere, da noi, il campionato riprenderà (inizialmente a porte chiuse e dopo un mese circa al pubblico) tra la fine di Aprile e l’inizio di Maggio per concludersi (con play off al meglio delle 3 gare per i quarti e le semifinali e al meglio delle 5 per le finali) entro la metà / 20 Luglio.
    Da certi “spifferi” molto consistenti che si sentono in giro, anche per quanto riguarda il calcio, si va infatti verso queste ipotesi sia perché sennò i danni economici sarebbero troppo ingenti e sia per dare una valvola di sfogo e di passione a persone provate e/o in quarantena / isolamento quasi totale oramai da circa 3 settimane e chissà per quanto ancora!
    Diverso, invece, sembra il discorso per le competizioni europee perché rispetto all’Italia tutti gli altri paesi sono “indietro” nella diffusione del virus di almeno 10 – 12 giorni e quindi sembra, almeno per quanto riguarda noi e L’Eurocup, che si vada proprio verso la direzione di disputare una Final Eight a riguardo nel mese di Giugno in località da definire.
    Se veramente, perciò, si riprendesse verso fine Aprile – primi di Maggio, è chiaro che gli atleti cominceranno di nuovo ad allenarsi dopo Pasqua e da questo punto di vista saremmo avantaggiati per avere avuto l’accortezza (e la fortuna) di non far partire nessuno in questo periodo di emergenza e di avere l’intero roster così a disposizione, cosa che invece molti altri team non hanno.
    Per quanto riguarda infine la stagione che verrà (2020 – 2021), io credo che noi, Milano, Bologna Virtus, Sassari e poche altre non avranno grossi problemi ad allestire o a confermare roster competitivi mentre tutte le altre, per potersi iscrivere regolarmente, dovranno certamente ridimensionarsi: tra l’altro, prende sempre più piede, giocoforza, l’ipotesi di un campionato a 18 squadre e tenendo conto che le olimpiadi sono state spostate al prossimo Luglio (con tanto quindi preolimpico a Giugno che sarà per l’Italia), ritengo che la stagione, visto il congestionamento dei calendari con le tante partite in più (pure in Eurolega) da disputare, dovrà necessariamente partire addirittura a metà Settembre, con buona pace delle pochissime ferie che tutti gli addetti ai lavori potranno fare (o permettersi) visto pure la probabile fine di questa stagione non prima appunto del 15 – 20 Luglio!
    Del resto, i danni finanziari sono già in questo momento ingentissimi e i diritti televisivi e quant’altro non possono permettersene ulteriori e quindi hanno bisogno di un numero sempre crescente di gare per recuperare, almeno in minima parte, la questione.

  307. norm nixon

    Nitran…non hai specificato però l’anno.

  308. Paolo Miro

    Fabrizio…ammiro il tuo ottimismo riguardo allo sport (sul resto non so come la pensi), ma se le cose venissero decise come dici e ci dovessero essere dei casi “di ritorno” (la Cina lo dimostra) che diavolo accadrebbe e quali sarebbero le conseguenze oggettive e soggettive? Non oso nemmeno pensarci.
    Si è fatto tanto anche se non tutto e suffcientemente in modo tempestivo per arginare il contagio tra gli atleti (a parte chi se l’è proprio cercato) per ora rovinare tutto per voler riprendere e concludere a tutti i costi i Tornei pur di salvaguardare le tasche degli investitori di chi non riesce a rinunciare ad entrate che non potranno mai essere indispensabili (anche se pesanti) come quelle di chi ha perso il lavoro o lo perderà nei prossimi mesi a causa dell’impossibilità di riavviare le attività come in passato.
    Ognuno, adsetti ai lavori del mondo sportivo inclusi, deve assumersi la propria fetta di rinunce e sacrifici se vogliamo sperare di spuntarla definitivamente dal lato sanitario, che ritengo debba aver priorità su quello economico, pena non solamente non concludere QUESTI campionati, ma nemmeno poter iniziare quelli nuovi.

  309. Paolo Miro

    A riguardo, visto che parli del nostro rostr integro, ringrazio il cielo e Dio Onnipotente che la Reyer il 2 marzo ha giocato a porte chiuse a Brescia e non col pubblico sennò a quest’ora qualcuno non sarebbe in grado di scrivere qui dentro e saremmo pure noi nelle condizioni degli amici Bresciani.

  310. fabrizio

    Per quanto riguarda l’aspetto extrasportivo, Paolo, siccome me lo hai chiesto, ritengo che noi, continuando con le restrizioni che ci sono e con il senso di responsabilità che molti stanno comunque avendo, unite le cose a un po’ di fortuna e sperando arrivi ad Aprile anche un clima più gradevole, dovremmo cominciare a vedere la luce dopo Pasqua, con una prima quindi riapertura semmai parziale (tipo a pranzo e non a cena i ristoranti, per fare un esempio) delle attività di vario tipo verso il week – end della Festa della Liberazione piuttosto che quello della Festa dei Lavoratori e mano a mano ampliando sempre più la forbice.
    Probabilmente le scuole, gli atenei e i cinema e i musei saranno gli ultimi ad aprire (probabilmente verso metà Maggio), così come sullo sport mi sono già espresso nel mio precedente intervento: certo, queste sono tutte ipotesi dettate sia dai dati un po’ più incoraggianti degli ultimi giorni e sia da una curva epidemiologica che fisiologicamente comunque ora continuerà a decrescere, sempre che il senso di responsabilità dimostrato da molti italiani negli ultimi 10 giorni persista almeno fino a Pasqua, pena altrimenti vanificare gli sforzi finora fatti con gran fatica da molti e far riprendere le impennate a sto maledetto virus e conseguente andare a farsi benedire a quel punto di riprese di ogni tipo e su ogni campo!
    Una cosa, poi, nel momento che saremmo a buon punto nel controllo e nella decrescita del virus, il nostro governo dovrà avere il coraggio di fare con grande celerità, ovvero quello di “sigillare” ogni nostra frontiera per un determinato periodo per impedire al massimo i cosiddetti focolai di ritorno che renderebbe insostenibile poi qualsiasi ambiente!!
    Chiudo dicendo che forse nelle tempistiche, sia sportive che non sportive, qualcuno mi crederà troppo ottimistico nelle previsioni ma ritengo che scientificamente, visti i progressi che si stanno facendo e ribadisco con i nostri idonei comportamenti, non dovremmo troppo discostarci da certe date: certo, poi vi sarà da valutare se la gente, psicologicamente, sarà in grado di riprendersi le proprie vite e le proprie abitudini senza farsi condizionare dalle paure e dai timori ma penso che questo varierà da persona a persona a seconda del carattere di ciascuno e questo ovviamente è un parametro che nessun esperto può conoscere o preventivare!

  311. Su Neuro sport notizia dell’ultima ora: i corona virus in assemblea permanente, per valutare le considerazioni dell’amico Icio ed allentare eventualmente il contagio possibilmente prima della santa Pasqua, comunicato ufficiale questa sera, ora di cena.

  312. Paolo Miro

    Ahahahahahahahahahahahahah!!!!

  313. Dado

    E’ un pò che non scrivo.. non ne ho molta voglia.., ma apprezzo chi come Paolo, Fabrizio, Nane, Ausu Romano, Giama, Norm, e tutti gli altri che ammirevolmente continuano ad animare questo Blog.

    Leggo ovviamente tutto e con estremo interesse e piacere..

    Ho pensato di intervenire, solo a seguito di alcune approssimazione di date di cui ho letto sopra.. che purtroppo ritengo pura utipia.

    Chiariamo una cosa.. Zaia ha annunciato che il picco dell’epidemia sarà verso metà Aprile, con ultimi malati verso fine Giugno.. e test a tappeto che prenderanno tutto aprile e Maggio e con Conte che prevede di estendere misure restrittive fino a fine Luglio. Questo ovviamente a prescindere dai dati di inizio regressione per ora incoraggianti, anche perchè dopo il Nord italia, l’epidemia si sposterà probabilmente a Sud (questo è quello che da fonti ci si aspetta).

    Con questa premessa… (1) come si può pensare che gli atleti riprendano ad allenarsi dopo Pasqua? (2) Come è pensabile che il campionato riprenda ai primi di Maggio, anche considerando il fatto che la maggior parte degli stranieri ha già lasciato le relative società per rientrare negli USA (una 50ina..), (3) Come si può pensare che la gente ritorni nei cinema o Ristoranti a Metà maggio?.. Ma avete visto a i video di Wuhan e come sono tornati fuori i cinesi a popolare le caffetterie.. mantenendo mascherine e metri di distanza?

    Vabbè dai sognamo (e ricordiamo).. che per il momento questo ci è rimasto.

    Un Abbraccio a tutto il Blog,

    Duri i Banchi!!!

  314. norm nixon

    La possibilità che questo campionato possa riprendere è la stessa che io diventi un fan sfegatato di haynes. E mi fa veramente specie leggere che qualcuno qui dentro nutra ancora delle speranze.

  315. fabrizio

    Forse Norm qualcuno nutre speranze che riprenda il campionato per portare un po’ di ottimismo a tutti che l’incubo che stiamo vivendo possa finire o quantomeno ridimensionarsi in tempi non necessariamente biblici!
    E Dado, per quanto mi riguarda, ti dico gia’ che quando sara’ dato il permesso non mi faro’ problemi a tornare al Taliercio e senza mascherina: perche’ la vita deve riprendere e le relative abitudini e costumi pure!
    Quindi Norm che ti faccia specie che qualcuno possa pensare di ripartire con lo sport quanto prima lascia il tempo che trova perche’ anche Gravina e Petrucci si stanno indirizzando in tal senso.

  316. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Dal corriere della sera. Coronavirus, l’America si interroga: salvare vite umane ma a quale costo?
    Sono molte, infatti, le categorie che non possono chiedere alcuna indennità pur avendo perso il lavoro: gli autonomi, tutti i servizi (come le consegne a domicilio) gestiti attraverso le piattaforme digitali della gig economy, studenti-lavoratori, immigrati senza documenti e anche tutti colori che nel 2019 non sono risultati regolarmente impiegati per più di 6 mesi.
    Basta considerare che il commercio al dettaglio, ora pressoché fermo, dà lavoro a 15 milioni di americani mentre la ristorazione ha 8 milioni di dipendenti, gli alberghi 2, lo spettacolo 2 e le compagnie aeree 750 mila: tutti settori ora fermi o quasi. Non tutti licenziano, ovviamente, ma in alcuni settori come la ristorazione le assunzioni a tempo indeterminato sono sconosciute. Da qui la pressione di Trump per rimettere l’America al lavoro, col rischio di una disastrosa ricaduta in caso di riaperture premature. Un numero crescente di imprenditori e di economisti, anche democratici, si sta, però, convincendo che non c’è sussidio che possa salvare l’economia Usa se non si riattiva il ciclo di produzione e consumi. È quello che sostengono, ad esempio, gli ex capi di Goldman Sachs Lloyd Blankfein e Gary Cohn che sembrano rieccheggiare il trumpiano «la cura rischia di essere peggiore della malattia».
    Ma Robert Reich, economista di Berkeley e ministro del Lavoro nella Casa Bianca di Bill Clinton, li contesta duramente: «Salvare vite umane viene prima di tutto. Blankfein deve capire che il virus non fa differenze tra classi sociali: se l’infezione si diffonde tra la gente, è più probabile che anche lui e gli altri miliardari vengano contagiati». Intanto, però, il New York Times dà conto del dibattito in corso tra medici, economisti e studiosi di etica per attribuire un prezzo alla vita umana o, meglio, calcolare il costo del salvataggio di vite. Secondo il team della Northwestern University guidato dal professor Eichenbaum, con l’intervento ottimale dei governi (chiudere tutto per salvare vite), in America i consumi caleranno di 1800 miliardi di dollari, mentre i morti diminuiranno di circa mezzo milione rispetto all’ipotesi del Paese totalmente open for business: circa 2 milioni di dollari di attività economica in meno per ogni vita salvata.

  317. AUSU ROMANO AERE VENETO

    A proposito, da oggi, gli USA, con 82.000 casi di contagio, (oggi quasi 14.000) sono in cima alla lista mondiale.

  318. Paolo Miro

    AUSU….però nessun Paese ci tiene a vincere la Regular Season (anche perché dopo non sono previsti i Play-Offs) 🙁

  319. Paolo Miro

    Ora capisco invece perché non riuacivo a trovare nessun dato utile a capire cosa sia previsto in caso di campionato interrotto definitivamente. Hanno intenzione di riprenderlo i pazzi!

  320. giama29

    Giovedì 19 marzo eravamo a 40.000 contagi; giovedì 26 siamo arrivati a 80.000. Previsione nuovamente azzeccata (purtroppo…). I contagi aumentano ma, in percentuale, diminuiscono. E’ esattamente come uno tsunami. Vi ricordate le scene terrificanti dello tsunami indonesiano? Si vedevano le persone e le auto nelle strade con un rivolo d’acqua che cominciava a farsi largo a poco a poco. Sempre più rapido e impetuoso, in pochi secondi trascinava via tutto quello che si trovava di fronte a una velocità impressionante. Poi, rallentava; piano, piano, si ritirava lasciando solo desolazione e morte tutto intorno. Questo virus si sta comportando nella stessa maniera. Se si guarda la crescita dei contagi nelle precedenti settimane, si nota che si era iniziato con qualche centinaio di casi nella settimana tra il 27 febbraio e il 5 marzo. Poi, dal 5 al 12 marzo i casi si sono quadruplicati, dal 12 al 19 triplicati, dal 19 al 26 sono raddoppiati. Quindi il prossimo giovedì dovrebbero crescere meno del doppio. La prossima settimana se dovessero rallentare significativamente, spererei non si arrivasse oltre i 120.000 contagi. Significherebbe essere vicinissimi al picco. Se il virus dovesse mantenere, invece, la sua velocità di crociera, arriveremo ad avere circa 140.000 contagi il prossimo giovedì. Da ciò si può intuire quanto siamo ancora lontani dall’uscita dal tunnel, purtroppo. La maggior parte degli studi prevede il picco per metà aprile. Il che significa 50-60 giorni di crescita costante. Se fosse questo il caso, quanti giorni di decrescita dovremo sopportare prima di tornare a poterci sedere in un bar con qualcuno? In Cina ci sono voluti circa sessanta giorni tra andata e ritorno, ma da noi? Credo di più, visto che non siamo la Cina… Quindi il primo round del match contro il covid19 potrebbe concludersi verso la fine di maggio, più o meno. Riusciremo a sopportare 100-120 giorni di “quarantena”? Per poi che vita fare? Avete visto in Corea? Al ristorante la gente è seduta ai tavoli separata dal plexiglass… Noi latini siamo disposti a rinunciare alla nostra identità per ‘sto virus bastardo o ad un certo punto diventeremo tutti fatalisti e scenderemo in strada cantando “Sarà quel che sarà”?

  321. Dopo un’assemblea durata tutta la notte , corona virus ha così deciso: allenteremo la presa quando il Signor norm nixon affermerà che il Signor Haynes rientra tra i suoi giocatori preferiti in assoluto, all’uopo dovrà esibire al Signor Fabrizio, un’autocertificazione(la quinta)che attesti quanto sopra.
    Cordiali saluti corona virus1 presidente assemblea.

  322. Paolo Miro

    Ciao Giama. Vedi, sono d’ accordo su i tuoi calcoli, ma si è talmente concentrati sui dati della Lombardia che si dimentica che i numeri che essa perderà per strada verranno ahinoi sostituiti da quelli del Centro-Sud in crescita costante dove, a differenza del Nord l’effetto potrebbe essere ben peggiore dato che, se si è fatta fatica ad arginare il contagio dove le strutture sanitarie sono meglio attrezzate, figuriamoci cosa può accadere dove già si stenta a trovar ricovero e posti letto per le malattie e le urgenze di ordinaria amministrazione. Non aggiungo altro.
    Sul fronte resistenza alla quarantena vorrei spendere due parole sul fatto che non è lo stare a casa che spaventa, né quando si potrà uscire, il continuare a rispettare determinati protocolli (seppur gli insofferenti ci saranno sempre), bensì lo spettro del mancato introito degli stipendi in molti, troppi, settori.
    Mia moglie lavora nel turismo (e dalle nostre parti e non solo è un settore altamente trainante): se anche nella coda della fase decrescente e pure dopo per settimane nessun turista italiano (figuriamoci straniero) vorrà né potrà venire a farci visita e le strutture falliranno o comunque non potranno riaprire i battenti, con che cosa viviamo?!? Di aria? Non vorranno mica illuderci che le casse integrazioni possano durare 4-5 mesi vero? Perché non ci crede nessuno. Ciò detto, sostentamento alimentare a parte (che già è importante, ma a cui in qualche modo si può far fronte) rimangono tutti i debiti per affitti, mutui, prestiti, tasse di ogni tipo che attualmente sono state sospese ma che non lo rimarranno in eterno dato che nessuno avrà il coraggio di cancellare per l’intera annata come servirebbe. Ti lascio immaginare lo scenario se tantissima gente dovesse trovarsi nell’impossibilità di farvi fronte e mi fermo qui, perché è tutta una catena, un’interminabile spirale viziosa che trascina verso un baratro che il Governo spera, ma non è certo nemmeno lui, di evitare facendo ricorso a vari Strumenti tipo lo “Salva Stati” o l’emissione dei Corona Bond (titoli obbligazionari), per tacere del blocco del Patto di Stabilità Europeo che la.U.E. non ha per ora definito come richiesto da cui la minaccia di “far da soli”(?!?). È vero: senza la salute tutti questi discorsi passano in secondo piano, ma siccome non morremo né ci contageremo tutti, chi sopravviverà in che condizioni si troverà a farlo? Anche chi aveva messo da parte qualcosa per i tempi magri è servito: sono già magri e persino i tanto decantati Fondi Comuni hanno perso il 25% in 2 settimane!!! Cioè spesso tutto quanto guadagnato in anni di investimento. Non mi si venga a raccontare che siamo dotati di Fondi Occulti tali da rimpiazzare simili perdite. Nemmeno “tociando” nelle Riserve auree della Banca d’Italia dato che il danno peggiore è ovviamente la perdita clamorosa del potere d’acquisto delle stesse. Spiace dover scriver tutto ciò, ma a me pare che tra le file parlamentari ci sia troppo ottimismo o a gara a pararsi il sedere dalle responsabilità quando le cose si metteranno davvero male.

  323. norm nixon

    Alex….allora purtroppo il coronavirus durerà in eterno. Ahahahahah. Facciamoci una risata va che ne abbiamo bisogno tutti. Ho apprezzato molto l’ultimo intervento di giama29 perché è possibile che fotografi in prospettiva ciò che potrebbe accadere da qui in avanti. Io ripeto non sono un medico…non ho alcuna competenza in materia ma sarei già contento se mi facessero mettere la testa fuori casa a partire da metà giugno. Sarebbe già un miracolo per me.

  324. Paolo Miro

    Tutto dipende da cosa ti interessa di più se ti interessa di più salvare la pellaccia Sono pienamente d’accordo con te ma una volta salvata Bisogna vedere in che condizioni ti ritrovi.
    Non ho problemi né mi vergogno a dire che se dovessi trovarmi nelle condizioni disperate che ho elencato prima preferisco lasciare sto mondo

  325. Rab.

    Giama, la tua riflessione è giusta. Sicuramente i cinesi hanno avuto e avranno un decorso diverso dal nostro nell’affrontare le fasi di questa emergenza, perchè per retaggio culturale e politico sono più propensi a procedere allineati e coperti.
    Se vi siete chiesti come mai tutte le attività a conduzione cinese in Italia hanno chiuso i battenti in un lampo, questo bell’articolo vi chiarirà molte cose:
    https://www.corriere.it/esteri/20_marzo_12/virus-armi-magiche-pechino-perche-negozi-cinesi-hanno-chiuso-primi-64d7b092-648a-11ea-90f7-c3419f46e6a5.shtml?fbclid=IwAR0R9YaoBXWslnnG1bgHpFFk2_EndrMd8kTzMgVFzQ3VXfwGPeApZWVEDA4
    Dopodichè è lecito domandarsi come reagirà l’Italia e gli italiani a un periodo di clausura così lungo e devastante da un punto di vista sia psicologico che economico.
    Qualcuno ha tentato un’analisi o meglio una proposta su come uscirne, perchè prima o poi bisognerà uscirne… la trovate qua di seguito. Anche se credo sia già troppo ottimistica, un qualcosa di simile credo che andrà pensato:
    https://www.corriere.it/economia/aziende/20_marzo_23/che-fare-pe-ruscire-crisi-tre-fasce-d-eta-tempi-certi-ed845d16-6d52-11ea-ba71-0c6303b9bf2d.shtml
    Zaia dice che il picco lo avremo a metà-fine aprile, poi la curva scenderà e se tutto va bene forse gli ultimi malati a fine giugno.
    Io credo che in questo quadro temporale vada innestata la ripresa delle attività, tenendo in conto che qualche malato residuo ci sarà sempre, qualche ripresa di focolaio ci sarà, ma andrà gestita.
    In altre parole, dovremo convivere con questo virus, perchè se ne andrà del tutto forse tra un anno, e paralizzare un paese per questo periodo di tempo è impensabile.
    All’inizio faremo come i cinesi e i coreani, coi ristoranti mezzi vuoti, la gente distanziata, le piazze e le strade con molta meno gente di quella alla quale eravamo abituati, pannelli e schermi a suddividere le potenziali aggregazioni.
    Tutto questo durerà finchè il brutto ricordo del virus comincerà ad impallidire e la voglia di (ri)vivere prevarrà. Speriamo il prima possibile.

  326. giama29

    Si Paolo, capisco il tuo sfogo. Intanto Boris Johnson positivo al Covid 19… Credo che l’unica cosa che possiamo fare è rallentare il corso dell’epidemia per evitare il collasso degli ospedali ma, per il resto, la natura farà il suo corso ed il virus volenti o nolenti ci accompagnerà fino a quando non si raggiungerà l’immunità di gregge se non si scopriranno farmaci che ne combatteranno in maniera efficace gli effetti devastanti. Per quanto riguarda la flebile speranza di vedere prossimamente qualche partita di basket, anche a porte chiuse, con il fatto che sono state rinviate le Olimpiadi si apre qualche barlume di speranza tra giugno e agosto. Norm, tu sei molto pessimista al riguardo e in questo momento chi non lo sarebbe, ma questo virus non sarà eterno come hai scherzosamente sottolineato. Speriamo quindi nel miracolo.

  327. fabrizio

    Infatti Giana, e’ come dici tu, il covid19 non sara’ eterno.
    Mazza amico Norm, dire un miracolo il mettere la testa fuori casa a meta’ Giugno sa di tristezza incredibile e speriamo proprio di no!!

  328. Dado

    Fabrizio.. La prospettiva di Norm è anche ottimistica.., soprattutto per gli over 70. Riguardo ai luoghi di aggregazione..: Ristoranti, Cinema, Palazzetti, etc.. il ritorno del pubblico ci sarà quando (1) l’emergenza sanitaria sarà completamente passata in Italia (Tutta.. Nord-Centro-Sud) e al limite solo pochi casi circoscritti saranno rimasti, (2) Sarà possibile frequentarli con rischio ‘0’ per la propria salute. Ovvero quando le terapie farmacologiche e/o vaccini in corso di sperimentazione avranno reso questo virus qualcosa di trattabile a livello quasi ambulatoriale e con rarissime possibilità residuali di complicazioni, insomma similmente ad una influenzina. (3) In alternativa, nel caso che scompaia in estate spontaneamente come la SARS del 2003.

    A sensazione.. sarebbe un grande traguardo poter sperare di tornare al Taliercio ad Ottobre (2020) per il prossimo campionato, sia Nazionale che Europeo. E ripeto.. sarebbe un GRANDE TRAGUARDO.. perchè significherebbe molte cose..

  329. Paolo Miro

    Concordo al 100 per 100.

  330. Nanevianello

    Ciao amici,
    niente di speciale da dire. Solo una piccola testimonianza per farci compagnia. E per far sapere che ci sono ancora . Di questi tempi, scopri, che qualcuno che conosci e a cui hai voluto bene se n’è improvvisamente andato .
    Norm : bastesse tu ” riadottassi” Haynes, fallo subito. Al massimo poi lo metti in panca a …meditare .
    Sulla tempistica io la penso come te . I campionati sono finiti. Da tempo lo sono . Gravina è un pazzo che veicola false speranze. Indem Petrucci. Nel rugby si sono arresi e non hanno assegnato il titolo .
    Basta vedere i tg e ascoltare le notizie per capire che ci vorrà tempo. Che quando sarà quasi finita, ci vorranno almeno altri due- tre mesi di massima prudenza per evitare di compromettere i risultati ottenuti .
    La vita normale tornerà. Ma ci vorrà tempo. La nozione del quale ormai dopo 20 ( forse 21, forse 22 ) giorni di clausura sto perdendo.
    Le giornate non passano mai e la mia casa che pure è 180 mq2 mi sembra improvvisamente piccola . Leggo, guardo la televisione, mi informo dai tg e on line . non esco più e quindi non compro i giornali. La spesa arriva a casa dal supermercato. Chiamo e mi chiama qualche amico al telefono. Scambio messaggi . Sto ammassando roba da buttare, quando sarà possibile : incredibile quanto si accumuli . Quanto roba che sembrava indispensabile a conti fatti è davvero inutile.
    Mangiamo meno. Non perchè temiamo di restare senza cibo. Ma perchè si consuma di meno. Faccio un poca di ginnastica al mattino e cammino dentro casa . Mi sono detto che voglio, quando sarà possibile, cambiare qualche quadro. Mi ” fissano” e non li sopporto più . Non sto diventando paranoico. E’ solo che questi indispensabili domiciliari cominciano a pesare . Ho chiesto a mia miglie di poter cucinare. Non sono bravo ma neppure così scarso. Ma non ci sente. E tutto sommato, meglio così : lei è davvero brava .
    Ho scovato vecchi libri evecchie foto con campioni del passato : Vaccher, Cedolini, un ragazzino Albonico che avrebbe fatto strada, un altro che prometteva bene Guadagnino ma non fece mai il vero salto di qualità . E con loro Villetti, che andava in contropiede come fosse inseguito dagli indiani. Qualcuno rammenta Ubiratan che tirava i liberi in sospensione ? Ho trovato una foto di Ron Sanford alla Misericordia che stoppa qualcuno di All’Onestà un buon metro sopra il ferro .E Vianello che faceva sempre canestro : Nane con il quale aveva la sensazione di poter battere chiunque . E quel Lombardi, irritante per la sua tecnica e la strapotenza fisica. E Vittori che tirava dagli spogliatoi. E Franco Bertini che giocava con gli occhiali e che era pura scienza cestistica. Era un basket ingenuo rispetto a quello odierno. Pochi ho visto allenare come Walter De Raffaele. Ma il basket di Tonino Zorzi, la fragranza di quella pallacanestro con i Gennari, Carraro, Gorghetto, Bufalini, Hawes mi è rimasta nel cuore. E mi reputo fortunato per aver visto dal vivo Steve Hawes, e avversari come Jura e Morse . Ma anche Dalipagic che era da NBA . E gli ” elastici ” Raga e Yelverton. I duri Kenney e Meneghin. E Antonello Riva che era il Praja italiano . Marzorati giovane aveva un primo passo che nessuno poteva contenere. E poi il giocatore che qualsiasi tifoso a qualsiasi latitudine avrebbe voluto avere in squadra. Un ragazzo speciale : Pino Brumatti. Gli ultimi venti anni sono troppo ” recenti “. E io avevo bisogno di condividere questi pensieri perché non so quando potrò, come il poeta a tornare a ” riveder le stelle ” .
    Un mio caro amico è stato ricoverato ieri in un ospedale di Milano . L’ha beccato : non si sa come. Prego per lui. Del resto a Tokio il virus è stato trasmesso dal suo padrone ad un gatto . Non fa prigionieri il figlio di buona donna.
    Ho voluto ricordare e condividere. Il basket è una delle mie grandi passioni. Stavo quasi per scrivere ” è stato “. Ma non è ancora , per fortuna, il tempo. Ho voluto ricordare perché se è giusto che i tg ci informino dicendo la verità, non è giusto che 24 ore al giorno si ammorbino con la grande sciagura che ci ha colpiti . Non chiedo pizza e fichi. Solo un poco di tregua. Per uscirne abbiamo bisogno di poter sperare. E per sperare abbiamo bisogno di non incupirci .
    Siamo a bordo del Nostromo : Alien ce lo abbiamo portato noi. Ora serve, alla svelta, individuare un comandante Ripley che riesca a sbatterlo fuori, nell’immensità dell’universo . Una con le sue ” palle “. Visto che sui maschi ho perso ogni speranza, mi chiedo : esisterà in Italia, una così ?
    Ciao blog. A presto, spero .

  331. paper861

    ciao a tutti amici del blog,vi leggo con meno frequenza e volevo solo salutare poichè mi manca proprio la voglia di parlare… di tutto.
    Purtroppo dovunque ci giriamo troviamo qualcuno o qualcosa che ci riconduce a sto c…. di virus.
    spero tanto che i numeri ci diano qualche speranza ma giorno dopo giorno dimostrano che siamo nell’occhio del ciclone.
    Colpo di culo l’annullamento della gara con Cremona, dovevo andarci anche per trovarmi con degli zii veneziani doc e credo che sarei andato proprio in bocca a questa peste, quest’anno più che mai sarà d’obbligo la visita alla Salute!
    A presto

  332. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Da Basketinside. Sembrava che la stagione in Asia potesse ripartire, con la Cina che aveva annunciato la ripresa delle attività ad inizio aprile e del campionato a metà del prossimo mese, con il Giappone e la Corea pronti già a riprendere. Ma è stato tutto un falso allarme, perché la CBA cinese ha posticipato fino a maggio, mentre Sud Corea e Giappone hanno deciso di chiudere definitivamente la stagione. Notizia di oggi è anche la sospensione definitiva della VTB League, primo grande campionato europeo che chiude i battenti.
    Stiamo parlando della Cina che ha militarizzato e chiuso tutto. Speriamo di salvare almeno il prossimo Campionato. Quando, saremmo pronti noi, non potranno ritornare gli stranieri che nel frattempo se n’erano andati. Ecco, se e sottolineo se, riprendesse il Campionato la finale annunciata sarebbe Sassari-Reyer, le uniche due squadre rimaste al completo. Riconfermo ora più che mai, alla Reyer, l’unico trofeo di questa stagione. Ciao, alexmax sei grande.

  333. Paolo Miro

    Davvero AUSU! Mai avrei immaginato dopo quelle 3 sere magiche che non avrei più visto basket e la mia Reyer se non in registrata on demand. Triste. Proprio.
    E io ribadisco invece che è andata piùche bene, benissimo, che 1) la sfida Eurocup con Brescia sia stata giocata a porte chiuse – 2) che nelle 3 suddette partite di Coppa Italia nessuno né dei giocatori né dei tifosi si sia beccato il Covid19.
    E scusate se è poco!

  334. Paolo Miro

    Quanto all’ oramai ex campionato mi piacerebbe sapere se si farà correttamente, come nel Rugby, non assegnando il Titolo a nessuno o se si penserà di attendere ancora come aveva fatto il C.I.O. che alla fine ha dovuto arrendersi all’evidenza.

  335. giama29

    Ho sentito su TGCom che per il basket si sta cercando di organizzare il ritorno in campo per giugno con la ripresa degli allenamenti da metà maggio. Sarebbe la data ultima imprescindibile per la conclusione del campionato. Dovesse saltare, la stagione non si concluderebbe.

  336. Paolo Miro

    E lo Scudetto va alla.Virtus? Non ci sto!

  337. giama29

    Non credo Paolo, il titolo resterebbe vacante.

  338. Paolo Miro

    Lo spero bene!
    Intanto ho appena notato che Eurosport ha prorogato l’abbonamento NON di 1 mese ma di 3. Mi par ottima cosa. Sperando di poterlo utilizzare 🙁

  339. fabrizio

    Te lo ha prorogato Eurosport Paolo perche’ il campionato riprendera’ e terminera’ a Luglio inoltrato!
    Intanto Malago’ ha bacchettato tutti quelli che hanno preannunciato la sospensione definitiva del campionato visto che nessuna delle altre leghe sportive (tranne il rugby) ha preso ancora alcuna decisione!
    E comunque dalla FIP e da Petrucci nessuna conferma e’ arrivata in merito allo stop totale!!
    Quindi Paolo, tieniti Eurosport perche’ durante l’estate avrai tante partite da vedere…….
    Ah, dimenticavo: l’NBA ha detto alle varie franchigie di tenere a disposizione le proprie arene anche a Luglio e Agosto, fate un po’ voi!!

  340. Su Sportando riportavano un articolo della Gazzetta che preannunciava che a giorni verrà dichiarata la chiusura del campionato senza vincitori e vinti…
    Per quanto la cosa mi rattristi molto temo sarà così.

  341. fabrizio

    Betty, alcuni in Federazione vorrebbero cosi’ ma il Coni e alcuni del governo sembrano vogliano invece imporre la ripresa verso meta’ Maggio.
    Sinceramente: adesso e’ ovvio che non si puo’ e nemmeno ad Aprile si potra’ giocare ma forse a Maggio, inizialmente a porte chiuse e almeno in Italia, credo proprio di si’ e allora la mia domanda e’: perche’ decidere ora e non aspettare a vedere come evolve la situazione per Pasqua?
    Ma soprattutto mi chiedo: ma per quale ragione non si puo’ giocare a Luglio e ad Agosto, visto pure che non ci sono piu’ le olimpiadi?
    Per i contratti che scadono al 30 Giugno basta derogarli e l’Europa ha gia’ dato l’ok se servira’ in merito e allora non mi si venga a dire che i giocatori in quel periodo sono in ferie perche’…..le stanno gia’ facendo ora chiusi in casa a non far nulla o quasi e quindi anche dovessero fare una tirata unica fino alle olimpiadi dell’estate prossima (visto che la stagione nuova comunque riprendera’ a Settembre) non ci possono essere problemi visto che sono atleti e ben in forza!
    Quanto al caldo che puo’ essere in quei due mesi, beh stiano affrontando popo’ di pandemia e vuoi che ci spaventano le fornaci?
    Dai, tenendo conto che non si puo’ pensare di essere ancora nelle pigne a Giugno, che si giochi in estate cosi’ almeno le Societa’ possono fare incassi (e non miseramente fallire) e sopratutto non e’ pensabile stare sette mesi senza basket anche perche’ se a Maggio ti dovessi trovare fuori dall’emergenza cosa fai fino a Settembre? Guardi le stelle o ti mangi le mani per aver deciso troppo in fretta?

  342. norm nixon

    La gazzetta indubbiamente è stata avventata ma probabilmente aveva elementi garanti per preannunciare lo stop definitivo. In caso contrario si tratterebbe della figura da cioccolatini più palese dell’intero secolo. Ma credo che prima di pubblicare una notizia simile e così invasiva si siano tutelati a livello di fonti. Vedremo.

  343. Paolo Miro

    La FIP e Petrucci intanto hanno decretato la chiusura.definitiva dei Campionati Regionali. E secndo3 me è solo il primo passo (obbligato). Il secondo e il terzo arriveranno tra poco (dopo Pasqua) ma arriveranno vedrete. Spiace anche a me, ma non si scappa e quest’estate prenderò il sole in terrazza. Altro che Eurosport!

  344. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Niente ciò, ancora vanti co sto Campionato, mi mocari. Non avete ancora capito che sarà un problema, già, incominciare il prossimo. Non so quante Squadre avranno le risorse per iscriversi viste le enormi perdite del movimento (stimabili in 40 milioni di € complessivi). E non è escluso che varie squadre chiedano di autoretrocedersi in A2 per limitare i danni.

    Quindi, da 17 squadre la serie A potrebbe ridursi “naturalmente” fino a 14 squadre.

  345. fabrizio

    Ma scusatemi Paolo e Ausu rispondetemi a una domanda: secondo voi il non considerare di giocare almeno a Giugno, Luglio e Agosto e’ perche’ secondo voi in estate saremo ancora in piena emergenza coronavirus (ovvero chiusi in casa quindi o al massimo fuori con mascherine e a orari e posti limitati) oppure perche’ in quei mesi non si puo’ giocare a prescindere?

  346. Ary

    Ciao ragazzi secondo me alla fine giocheranno. A porte chiuse credo ma giocheranno. Non sono d’accordo proprio sul discorso economico Ausu. Se le società non finiscono il campionato , oltre a non avere gli introiti degli incassi dei biglietti non avranno neanche quelli dei diritti TV. Allora sicuramente il calcio va avanti, viste poi le squallide posizioni di Lotito e De Laurentis. Il basket non so ma credo che ciò che auspica Fabrizio sia la cosa più logica e più ipotizzabile. Non credo agosto ma fino a luglio è plausibile.
    Se non dovesse essere così e se non ci sarà un aiuto da parte dei giocatori in caso non si giocasse (riduzione degli stipendi) allora ciò che dice Ausu è verissimo. E comunque il mercato questo anno sarà per tutti molto modesto. Prepariamoci a prestiti , parametri zero e simili…. Intendo per basket e calcio

  347. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Fabrizio, sperando che in estate non saremmo in piena emergenza, comunque, hai visto come hanno ripreso i cinesi, senza sport e rapporti umani distanziati, mascherine, tamponi ecc. Ripeto, in Cina dopo quasi tre mesi di militarizzazione. Sarei il primo ad essere contento che ricominciasse il Basket ma bisogna essere realisti e razionali. E i giocatori stranieri che se ne sono andati, ritornano? Ci sarebbero molte altre situazioni da evidenziare, basta così. Ciao.

  348. Paolo Miro

    Fabrizio…la risposta è la 1B: fuori con mascherine e a orari limitati

  349. Dado

    Io spero solo che in questa situazione sanitaria (anche se in via di miglioramento) non si tenti di far nuovamente giocare squadre di professionisti, ma anche di dilettanti (Basket, Calcio, etc..) a porte chiuse.

    Lo si e’ fatto per qualche settimana.. pensando che lo sportivo professionista fosse qualcosa tra Superman e Megaloman, completamente immune a qualsiasi forma di contagio.. oppure un Gladiatore che alla fin fine e’ giusto che rischi e si sacrifichi per il ‘godimento’ di una Platea (Connessa anche in remoto).. ed il risultato e’ stato che diversi sportivi si sono infettati e alcuni con risvolti seri.. Gli sportivi sono persone come noi.. hanno anche loro famiglie, hanno anche loro paura e meritano le stesse misure di distanziamento sociale che ci sono richieste per sperare di superare il momento.

    Detto questo.. supporto le tesi di AUSU, Stranieri gia’ scappati, carenza di allenamento dipo mesi di stop, troppa vicinanza con la stagione successiva, Tesseramenti/contratti, etc…

  350. Paolo Miro

    Vale proprio la pena che guardiateq uesto video di Tullio Solenghi
    https://m.youtube.com/watch?v=O1XLGLxE_ZA

  351. Ary

    Attenzione ragazzi forse non mi sono espresso bene.. io sono totalmente contrario a far giocare ma secondo me lo faranno. Su Sportando scrivono che sono Sassari, Virtus, Milano e venezia a spingere per giocare.

  352. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Ary, guarda che non sono Sassari, Virtus, Milano e Venezia a decidere se lo sport in Italia deve riprendere.

  353. Paolo Miro

    Un momento. Usiamo i termini corretti: “spingere” è un fatto. “Esser favorevole” è differente. Ed è quest’ultimo quello da usare. Semplicemente perché sono le uniche 4 Squadre ad esser rimaste integre che consultate hanno espresso parere positivo.

  354. Paolo Miro

    Poi non è che si possa lasciar che queste 4 formazioni si giochino lo Scudetto da sole magari con un quadrangolare! Vero?

  355. Paolo Miro

    RICHIESTA UFFICIALE:
    Cambiemo Post!! Su questo xé diventà impossibie. Ghe sarà 500 interventi!

  356. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.pianetabasket.com/le-nazionali/fip-dino-meneghin-annullare-la-stagione-per-salvare-la-pelle-202566

  357. Ostregafioi

    Una idea sarebbe quella di riprendere da dove ci siamo fermati e dare tempo a tutti i campionati di tutti gli sport di tutto il mondo fino a dicembre. poi a gennaio si riprende con la stagione 2021. Stravolgente forse, ma lo sarebbe più di quello che stiamo vivendo in questi giorni?

  358. Paolo Miro

    No certo. Però iniziando i nuovi campionati a gennaio si fa a tempo a finirli entro i primi di giugno come indispensable essendo stati tinviate Olimpiadi e Pre-Olimpici? Non credo.

  359. Paolo Miro

    Ma….avete guardato il video di Solenghi?
    No dico, proprio tremendo!

  360. Ary

    Ostregafioi bella idea… Ma non possibile perché i contratti scadono a fine giugno. Capisco un mese di prolungarli ma non credo per 6 mesi !
    Ma è ufficiale la notizia di fermare il campionato?
    Ausu chiaro che non sono 4 squadre a decidere avevo riportato solo un articolo di Sportando.
    Dispiace a me e credo a tutti e se fosse così, si apre la possibilità che hai paventato oggi…. Difficoltà per il prossimo anno

  361. fabrizio

    Ribadisco che bisognerebbe giocare a Luglio e Agosto e poi riprendere per la nuova stagione gia’ a Settembre perche’ non puoi perdere nemmeno un giorno visto le olimpiadi estive e i preolimpici e gli altri impegni
    Cosi’ come le scuole e altre attivita’ dovrebbero recuperare il terreno perduto proprio in quei due mesi (come dico sempre anche a mia figlia di 8 anni) non sta scritto infatti da nessuna parte che devi per forza fare ferie in quei periodi (sto anno no!) perche’ le stiamo gia’ facendo ora (seppur “forzate” e non certo in spiaggia): io stesso, che opero nel settore delle perizie assicurative, a Luglio faro’ tutto un dritto perche’ e’ giusto cosi’ e lo stesso dovrebbero quindi fare gli atleti visto poi la fame di sport da vedere in tv e dal vivo che noi tifosi abbiamo e avremo e che va soddisfatta!!

  362. Paolo Miro

    Se i campionati verranno annullati come ormai sembra, tutte queste parole saranno dette al vento. Inoltre secondo me gli atleti hanno un punto di vista differente.
    Meno male che ANCHE QUEST’ANNO abbiamo vinto qualcosa!

  363. Comunicato stampa del portavoce dei corona virus.
    Caro Icio(così ti chiamano in curvetta) apprezziamo il tuo ottimismo, nonostante anche noi tifosi della Reyer(grande i vari Bramos, Daye, Watt, Tonut, ecc.)faremo di tutto per sopravvivere a voi umani avendo coscienza che prima o poi vincerete lo scudo della vita, ma se no ste a casa col casso che riprenderà i campionati in piena estate.
    Con simpatia covi1
    p.s.ma chi è Virus destroy un nostro parente?

  364. Paolo Miro

    Credo che no el ghe tegna a esser presentà par verificarlo

  365. Paolo Miro

    Comunque comunico che io sto continuanso durante le mie uscite col cane a far scorta di aria per vivere dopo che sarà dinita la cassa integrazione tra poche settimane
    Chissà che riesca metterne via a sufficienza.

  366. Paolo Miro

    A tal proposito si informa il comitato dei coronavirus che è stata iscritta a ruolo iscrizione ipotecaria di tutti i beni immobili posseduti dai suddetti e la confisca il pignoramento di tutti i beni mobili in essere al 23 febbraio 2020 onde poter recuperare tutti i danni economici arrecati

  367. giama29

    Paolo, era meglio se se lo risparmiava sinceramente. Sono proprio quei video pieni di qualunquismo e luoghi comuni che non fanno bene a nessuno. In Europa ci sono divergenze su come venire fuori dalla crisi e ognuno cerca di tirare l’acqua al proprio mulino. Non credo che l’Italia si comporterebbe diversamente a posizioni invertite. Purtroppo Merkel sta per lasciare e tende a non prendere decisioni che potrebbero offuscare la sua “immortalità”, ovvero il giudizio storico del suo operato. In un momento di grande difficoltà a livello europeo, non abbiamo leadership forti. Macron sta cercando di ritagliarsi uno spazio e rivendicare il trono di leader europeista. La sua intervista pubblicata in vari quotidiani nazionali è una richiesta di riconoscimento politico transnazionale per rappresentare a Bruxelles le posizioni degli Stati favorevoli ai Coronabond, ipotesi che sembrerebbe tramontata, a meno che in Germania o nei Paesi dell’asse nordico nelle prossime due settimane non ci sia una esplosione di contagi e di conseguenti vittime a livello italiano. Da Berlino in su il pensiero ottuso è il seguente: se riusciamo a svangarla, visto che da noi la situazione non è drammatica, perchè dovremmo sobbarcarci l’indebitamento, e tutte le conseguenze politiche, economiche e sociali della pandemia, degli altri Paesi? Sembra che non abbiano coscienza di quello che sarà la vita dopo il covid19 sempre che non si trovi rapidamente una cura efficace. Ci troveremo, infatti, di fronte ad una crisi planetaria che farà impallidire quella del ’29. Quando l’uomo si trova di fronte a sfide così immani si risveglia in lui una paura atavica che si manifesta con l’incredulità, tipica di chi non è ancora drammaticamente dentro alla crisi ma la guarda ancora da spettatore anche se ne è circondato. L’esperienza di quanto successe a Milano con la peste si è rivista tale e quale a livello planetario e lo si vede anche a Bruxelles: non sanno cosa dicono e, soprattutto, non sanno cosa stanno facendo. La pandemia non è la montagna da scalare, ma la cima di un iceberg di una crisi economica e sociale che avrà ripercussioni a livello europeo e planetario tali da fare impallidire quella del ’29. A Bruxelles non si rendono conto che stanno gettando le basi per una fine ingloriosa dell’Europa, come se i popoli stremati, furiosi e affamati non diventeranno terreno di conquista da parte di quei leader populisti che seminano divisione e odio. Come dopo la crisi del ’29 il terreno è fertile perchè personaggi di scarsissimo spessore umano e politico possano trovare spazi insperati nella mente e nei cuori delle masse. E l’ipotetico “nemico”, l’Europa, rischia oggi di consegnare in un piatto d’argento a questi personaggi le armi che potrebbero decretarne nel giro di qualche anno una clamorosa e dolorosissima fine.

  368. Paolo Miro

    Amen 🙁

  369. Paolo Miro

    A parte il fatto che invece io concordo pienamente con Solenghi perché ne ho piene le.tasche dit utto questo menefreghismo del tipo “mors tua vita mea”.

  370. Paolo Miro

    E sono altresì convinto che invece l’Italia a parti invertite si comporterebbe in maniwra opposta.
    Quanto a Macron che ora.si allea con noi farebbe bene a ricordare come si son comportati lui e i suoi connazionali?fino a pochi giorni fa nei nostri confronti prima di sbandierare tutta questa solidarietà!

  371. fabrizio

    Paolo, a Settembre ti voglio da noi al Taliercio in curvetta: assembrati a meno di un metro e senza mascherina, quindi senza paura ma anzi con spavalderia!
    E se qualcuno di noi tossira’ non ci sono problemi, siamo reyerini uniti: senza se e senza ma!
    Ah, vale per te ma deve valere per tutti: lo spettacolo va avanti!
    Immagino tu sia d’accordo e sara’ cosi’……seeeee….ma con coraggio deve essere cosi’!!

  372. Ostregafioi

    Non vorrei dire, ma…anche il capo della Ferrari sta proponendo di far finire il campionato di Formula 1 addirittura a gennaio 2021. E non ditemi che non ci sono contratti in essere anche li. Tutti i contratti, con l’accordo delle parti, possono essere sempre rivisti e data la situazione potrebbe essere interesse di tutti rivederli. Ribadisco: ridefinire i calendari su scala mondiale. Se qualcuno non vuole fare le olimpiadi 2020 nel 2021 può sempre organizzarsele da solo quest’anno ! E così per tutti gli altri sport. (Mi chiedo inoltre perchè non guadagno come Binotto visto che abbiamo le stesse idee).

  373. Paolo Miro

    https://m.youtube.com/watch?v=uKLMYZlbIb8

  374. Paolo Miro

    Ostregafioi….leggi questo allora:
    https://m.tuttosport.com/news/calcio/serie-a/juventus/2020/03/29-68325148/juve_taglio_stipendi_cristiano_ronaldo_rinuncia_a_piu_di_10_milioni_di_euro/

  375. norm nixon

    Giama….la storia si ripete sempre. Gli attori possono essere diversi ma la storia in tempi e modi diversi si ripete sempre. È come una partita di basket. Sono tutte diverse l’una dall’altra ma nello stesso tempo sono tutte uguali allargando il pensiero. Come uguale è il decorrere della vita. Prima o poi una mazzata doveva arrivarci…ed è arrivata. Ma fa parte purtroppo del gioco. E ogni pestilenza o guerra ha sempre prodotto devastazione materiale e di pensiero per poi generare nuove realtà..nuovi comportamenti e nuove dinamiche. Ciclicamente è sempre accaduto..solo che la nostra generazione non l’aveva mai provato. Tutto qui.

  376. fabrizio

    Norm, ma tu sogni un Settembre al Taliercio o un Settembre con due ore di aria a disposizione?

  377. Paolo Miro

    Mi ghe vorria magari almanco 3 o 4 de ore Se possibie 😉

  378. Paolo Miro

    Ah scordavo: Qualcuno sa il risultato di Reyer Pistoia giocata alle 12? perché aquell’ora ero fuori per fare un giretto col cane

  379. Paolo Miro

    Fabrizio e Norm: questo è per voi
    https://m.youtube.com/watch?v=fDPR7iKifu8

  380. norm nixon

    Fabrizio…io l’ho già scritto giorni fa. Chiudiamo baracca e burattini e ne parliamo la prossima stagione. Quindi nessun sogno. Tanto la prossima stagione lo scudetto lo vince ancora la reyer. Hai presente shining? Ecco..la reyer vede ciò che non vedono gli altri. E lo fa sempre quando conta vedere al di là. Sulla carta è più debole? La carta serve soprattutto a una cosa. E ho detto tutto.

  381. fabrizio

    Chiarissimo Norm! Un abbraccio.

  382. Ary

    Ragà dispiace per la stagione ma credo che la decisione giusta sia questa.
    Bellissimo il discorso di Giama, che purtroppo condivido.
    Lo scenario che si prospetta è questo, l’Europa ha fallito su tutto e a questo punto se non si trova un accordo sui coronabond (e non si troverà) che si pensi realmente a camminare con le proprie gambe! Orrido il comportamento di Olanda in primis , Germania e paesi del nord.
    Dico solo questo… Ma a cosa serve l’Europa se neanche in questo disastro epocale interviene???? È brutto da dire ma lo capirebbero solo se ne fossero colpiti pure loro …..

  383. Io penso che qualsiasi ipotesi di eventuale ripresa campionato andrebbe comunque a produrre risultati falsati. Forse, potrebbe esserci qualche possibilità per EC se la situazione generale migliora.
    Ary sono d’accordo. La Germania sappiamo. Ma l’Olanda (una nazione grande come la Lombardia) paradiso fiscale europeo, quindi finanza sporca, ci sbatte le porte in faccia!. Bell’esempio di moralità. Encomiabile il premier dell’Albania.
    Ne verremo fuori. Io nella vita sono sempre realista ma ottimista. Un saluto a tutti.

  384. virusdestroy

    Su un giornale sfogliandolo il titolo dice, ” La germania ci restituisca il debito di guerra” dopo che noi italiani nella nostra generosita’ abbiamo lasciato perdere questi ingrati adesso ci stanno ripagando negandoci aiuti di cui abbiamo bisogno. Per il volere di uno stato l’olanda che grande quanto la lombardia fa la voce grossa, questa sarebbe l’ europa unita? Ingrati.

  385. Paolo Miro

    Premesso che, come.già scritto ieri, condivido quanto detto da Tullio Solenfhi sul vidro, noi Italiani dovremmo tacere visto il voltafaccia compiuto nei confronti dei Tedeschi coi quali eravamo alleati quando le cose.si sono messe male. Un vero e proprio tradimento che molti di loro non hanno scordato evidentemente.

  386. giama29

    Lo sapete il grandissimo paradosso di quanto sta succedendo qual è? Che stiamo intravedendo quello che sarebbe l’Europa se i populismi dovessero prevalere. Ognuno a difendere il proprio orticello cercando di deviare l’acqua del ruscello sempre più in secca verso i propri terreni a discapito degli altri. Prima gli italiani, prima i tedeschi, prima gli olandesi, prima gli austriaci. Solo che c’è un problema: il numero uno è un numero primo che non prevede altri vincitori al proprio fianco. Quindi tutti gli altri arriveranno secondi, terzi etc.. Il populismo è un gioco a perdere dove vince solo il più forte. Non credo che saremo noi… E’ un gioco a cui verranno attribuite vincite minori ai Paesi vassalli del più forte che potranno chiedere al massimo di spartirsi qualche briciola. Ancora sento Salvini dire che se questa è l’Europa è meglio uscire, ma qui non si tratta di abbandonare la nave ma di cambiarne le fondamenta. Questa è la nostra casa, un condominio rissoso dove si è sempre cercato di mettere in comune il meno possibile. In un mondo che si preannuncia sempre più caotico e con sfide economiche, sociali, climatiche che sconvolgeranno gli attuali equilibri mondiali dove vogliamo andare? Ma sai di cosa stai parlando quando dici “meglio soli”? Sai cosa vuol dire per l’Italia andare per la propria strada? Chi sarebbero i nostri alleati? Stati Uniti, Cina, Russia? Davanti a quale superpotenza dovremo calarci le braghe e metterci a cannone per aver un minimo di aiuti e considerazione? Altro che presentarsi con il cappello in mano…

  387. Paolo Miro

    Davanti ad una ci siamo già messi da anni in quella posizione (vedi sopra)

  388. Paolo Miro

    Ora mancano le altre due….

  389. Ary

    Hai ragione Betty. Proprio l’Olanda mi dà fastidio e la Germania che ha la memoria un po’ corta. Capisco cosa intendi Giama ma non ha senso questa Europa, non lo ha mai avuto. Nessun beneficio dal 2002 , anzi direi che è andato sempre peggio. Salvini è un populista e non mi interessa neanche ascoltarlo ma fino ad ora siamo sempre e solo stati ostacolati dall’Europa, con Germania sempre capofila. Con la Francia almeno qualcosa in comune a livello agricoltura e rintracciabilità dei prodotti l’abbiamo avuta.

  390. Paolo Miro

    Ringraziamo il Sig. Prodi che all’epoca ha pensato bene di non consultarci nemmeno se volevamo o no entrare nell’Unione come invece più democraticamente hanno fatto gli Stati Scandinavi con un apposito referendum.

  391. Paolo Miro

    Ary…la Germania ce l’ha anche troppo lunga la memoria invece. Altroché!
    E non era certo questo il momento migliore per dimostrarlo.

  392. Paolo, può essere che i tedeschi non dimentichino il tradimento ma allora noi e gli altri dovremmo forse dimenticare il genocidio perpetrato e i debiti di guerra che sono stati in parte condonati?. Non ha senso tirar fora i morti che dorme. In Europa siamo riusciti a vivere 80 anni in pace. Stare uniti si può ma non in questo modo. Cercasi STATISTA EUROPEO disperaramente.

  393. fabrizio

    Intanto, alcuni modelli matematici di alcuni esperti prevedono tra il 22 e il 25 Aprile la cessazione di gran parte di nuovi casi di covid19 in Lombardia e Veneto (l’ultima regione a uscirne, sempre da questi modelli, dovrebbe essere la Toscana) e quindi fossi nelle Federazioni aspetterei alla grande prima di prendere decisioni affrettate di annullare o sospendere definitivamente i campionati, frutto solo di paure e schizzofrenie varie!
    Ho già detto, a mio parere, che verso fine Aprile si potrebbero riprendere gli allenamenti e da Maggio i campionati (inizialmente a porte chiuse, semmai) per chiuderli poi tranquillamente entro fine Luglio e quindi mi auguro che si aspetti almeno Pasqua prima di prendere decisioni in tal senso.
    Anche perché, da radio Europa tanto contestata, sembra che non abbiano alcuna intenzione di interrompere i finali di Euroleague ed Eurocup (nonostante ora siano messi peggio di noi) e quindi non capisco perché se da altri paesi che ora stanno galoppando con l’epidemia vogliono continuare comunque dopo a giocare, da noi, che tra qualche giorno saremo in fase di progressiva discesa, si voglia per forza interrompere tutto per una prudenza probabilmente, a sto punto, eccessiva!

  394. Paolo Miro

    Betty….non siamo certo noi a tirar fuori i morti che dorme ma è evidente che buon sangue non corre.
    Ti rammento che la Guerra l’abbiamo persa anche noi assieme alla Germania e anche a noi sono stati condonati dei debiti.
    Ora pretendere un’Europa unita è pura utopia tanto che se avessero proposto il referendum avrei votato NO.

  395. Paolo Miro

    Semplice Fabrizio: perché noi non abbiamo nessuna intenzione di ripiombare in questo pozzo nero per giocare a tutti i costi con gli altri Stati che, vedrai, nel periodo che menzioni tu avranno ben altro a cui pensare che lo sport.

  396. Paolo Miro

    La ricerca: quando si fermeranno i contagi da coronavirus? Le date per Regione. (Qui parlano di date più tarde):
    https://it.notizie.yahoo.com/coronavirus-ricerca-quando-si-fermeranno-i-contagi-le-date-per-regione-121322750.html

  397. Nanevianello

    La Germania ebbe condonati i debiti di guerra, ma pagò con la suddivisione tra due Germanie fino al crollo del Muro di Berlino. L’Italia parimenti non pagò in moneta ma egualmente pagò e pagò tanto. Le fu imposto di cedere alla Jugoslavia terra italiana : Abazia, Fiume, Pola, Zara. Riuscì a salvare Trieste. E solo Trieste. La Russia ottenne navi da guerra : due incrociatori e la nave scuola Colombo, gemella della Vespucci . Ci sarebbero altre voci: ma sarebbe troppo lungo elencare . L’Italia ” pagò ” anche con i tanti soldati ” spariti” in Urss, dei quali per decenni quel regime, negò l’esistenza .
    L’Europa è una idea che data da Carlo Magno. Mai realizzata. La volevano gli Adenaur e i De Gasperi. De Gaulle non la voleva. L’Inghilterra se ne infischiava . Poi la Francia in omaggio alla sua grandeur pretese un doppio Parlamento : a Strasburgo, visto che Bruxelles era ” centrale” ma era anche la capitale di una nazione meticcia come il Belgio.
    L’Europa non esiste . Esiste l’Europa della burocrazia e delle banche. E un Tribunale ( dei diritti umani ) unica cosa che veramente funziona . L’Europa non si è mai dotata di una vera banca centrale. Di un unico sistema fiscale o giudiziario. Neppure ha, non dico una nazionale di calcio, ma un esercito unitario. Non ci sono ricette prodigiose. O si cancella il debito dei paesi debitori, oppure la ricetta è quella di Draghi : coronabond e liquidità nelle casse . La Germania ha un surplus commerciale pazzesco rispetto al resto del continente. E’ stata aiutata. Quando in modo truffaldino la sua Banca Centrale non si rese responsabile per gli accordi che il suo governo aveva sottoscritto ( Lo ha rivelato un anno fa , documenti alla mano La Malfa ). E quando fece pagare a tutta l’Europa la riunificazione. Ma è anche vero che il debito pazzesco italiano non lo ha prodotto la Germania. Lo abbiamo fatto noi, con gli sprechi, le ruberie, le opere inutili, le tangenti, le mille casse per il Mezzogiorno che non hanno risollevato il Sud ma solo le mafie . La Germania è luterana, l’Olanda calvinista : noi come la Spagna siamo cattolici. Diverse culture. Da loro la pecunia non olet. Da noi vige l’invidia sociale e il denaro è ” lo sterco del diavolo ” . Ma l’Austria è cattolica, come la Polonia e l’Ungheria . Ma Lampedusa è più vicina a Tripoli di quanto non siano Vienna, Budapest o Varsavia .
    Non contiamo sull’Europa per salvarci. Ci hanno aiutati Cina,Russia, Albania e Cuba. Anche Cuba che ha sempre avuto un eccellente sistema sanitario : gratuito, tra l’altro .
    Non vi tedio con ricordi o suggestioni. Volevo solo allentare la tensione, ma ho visto che non hanno suscitato interesse . Chiedo scusa ed evito .
    Chiudo con i dati a disposizione. La curva dei contagi pare sia in diminuzione. Ma il ” picco ” viene spostato ogni settimana di sette giorni. I guariti sono molti ed è una buona notizia. Ma continuano ad essere molti anche i morti ( anche negli ospedali) e questa è una pessima notizia. Anche se i morti saranno l’ultima voce a scendere, purtroppo .
    Infine : non credo si tornerà a giocare. Il basket mi manca , come a tutti voi. Ma a mio parere la stagione è conclusa. E mai vorrei fosse assegnato uno scudetto a tavolino . la considererei una indecenza .
    Un abbraccio al blog .

  398. fabrizio

    Modelli matematici piuttosto attendibili fatti da esperti scientifici indicano addirittura la cessazione di tutti i casi di covid19 o comunque di molti di essi, per il Veneto, entro il 15 – 20 Aprile mentre l’ultima regione che dovrebbe avere la fine dell’epidemia dovrebbe essere la Toscana ai primi di Maggio.
    E’ una ottima notizia e i dati in deciso calo di oggi ma anche degli ultimi giorni relativamente ai contagi ma soprattutto agli accessi agli ospedali sembrano andare proprio in una tale direzione che speriamo quindi sia confermata.
    Pertanto, pazienza da parte delle Federazioni prima di prendere decisioni affrettate di sospendere definitivamente i campionati perche’ veramente vi puo’ essere la possibilita’ da Maggio in poi, di riprendere e di portare a termine, seppur a Luglio, le stagioni.

  399. Paolo Miro

    Bah! Se foste dei giocatori e vi chiedessero di tornar in campo dopo appena 15-20 giorni dall’inizio della fase decrescente del contagio voi lo fareste? Io no. Assolutamente.
    E quindi chi scenderebbe sul parquet o sui campi da calcio? Un manipolo di pazzi suicidi temerari atraccati al Dio denaro?
    E che valore avrebbe il titolo in palio?
    I tornei sarebbero falsati dalla presenza (anzi dall’assenza) di molteplici protagonisti in cui le squadre che ne hanno perduti di più si troverebbero menomate. La vincitrice verrebbe ricordata per colei che ha “approfittato” della situazione per arraffare lo Scudetto.
    Mi viene in mente la Juventus del “dopo Heysel”; solo che in quel caso aver perso la finale avrebbe significato subire anche la beffa oltre al danno (dei morti). Questa volta non ci devono essere né vincitori né vinti. Anche perché abbiamo perso tutti.

  400. Paolo Miro

    Ah, dimenticavo….mi è piaciuto Nane il tuo intervento, ma oggi dopo aver ribattuto ad altri sul tema “Europa” e “situazione economica post contagio” mi è venuto il voltastomaco e tanta tanta rabbia per come siamo ridotti. Scusa quindi se non proseguo e non rispondo a quanto hai?l scritto in merito come meriterebbe ma non ce la faccio. Stammi bene.

  401. Nanevianello

    Fabrizio,
    ti prego e prego tutti. Senza voler contestare i modelli matematici. Il ministro della sanità ha appena prolungato le misure antivirus. Avessero anche una validità quei modelli, il pericolo è quello del virus di ritorno, della seconda ondata. Sarebbe una follia allentare le briglie. Potrebbe diventare una tragedia anche maggiore di quanto non sia. Ha ragione Norm : forse potremo prendere qualche boccata d’aria. Ma temo che fino a giugno non ci sia nulla da fare. Spiace, ma non è ragionevole pensare che tra un mese sia tutto finito.

    Paolo : nessun problema. Ma con evidenza non sei stato il solo. Come ho scritto, ne ho preso atto senza polemica alcuna. Faccio una precisazione . Furono l’Uefa e la municipalità di Bruxelles ad obbligare la Juventus a giocare all’Heysel. E Platini rivelò che i giocatori non sapevano ci fossero tutti quei morti. Altrimenti si sarebbero rifiutati di giocare. Come sarebbe stato giusto. Solo per precisare. Ciao

  402. Paolo Miro

    Nane…per quanto ne so, visto che il nostro è uno dei pochi rosters rimasto integro, lo Scudetto lo potrebbe anche (ri)vincere la Reyer, ma rischierebbe di esser ricordato come il “Titolo dei morti” esattamente come la Coppa dei Campion della Juve viene ricordata come la “Coppa del Sangue”. Mi spiace ma non ci tengo.
    La mancata dissertazione (perlomeno la mia) era riferita al dibattito sull’Europa unita mancata (argomento che appunto mi ha nauseato), non certo a quella sui tuoi comportamenti casalinghi dell’altro giorno (che mi hanno molto coinvolto) deila quale ti sei dato sorpreso che nessuno ti abbia dato seguito. Sono convinto che abitando a Milano, dove la situazione è drammatica, anziché a Venezia e dintorni (dove ammetto sembra al confronto di star in un’oasi) gioca a ritenere “esagerate” le misure che tu stesso adotti e che invece fai benissimo a metter in atto, sminuendone l’importanza al punto che si ritiene logico parlar di altro, tipo la ripresa o meno dei campionati (!?!).

  403. Paolo Miro

    A questo proposito, nonostante la mia convinzione della necessità di non riprenderli, comincia (lo sai Fabrizio?) ad insinuarsi in me il sospetto e il timore che quei pazzi scriteriati di Organizzatori li riprenderanno sul serio.

  404. bepidelgiaxo

    Chiudere i campionati e coppette varie anche perchè senza pubblico non c’è interesse. Riprenderanno a porte aperte solo con il vaccino.

  405. fabrizio

    Pazzi scriteriati lo dici tu Paolo e così dicendo non lo dai solo agli Organizzatori (che effettivamente sembra nelle ultime ore che vogliano riprendere i campionati) ma anche al sottoscritto e invece io penso che né io e né loro siamo dei pazzi ma forse tu e tanti altri siete invece un po’ troppo pessimisti e impauriti sul futuro, inteso come prospettive da Maggio in poi: io non dico che va riaperto tutto subito o tutto a Maggio senza cautela alcuna (a mio parere, infatti e come ho già scritto altre volte, inizialmente si potrebbe riprendere per le prime giornate a porte chiuse così come per bar e ristoranti l’apertura potrebbe essere intanto limitata a pranzo, tanto per fare due esempi diversi tra loro) ma la vita va comunque ripresa così come le proprie abitudini e se aspetti che non ci sia alcun rischio o pochissimi contagi allora non riprendi mai e quindi in qualche modo si dovrà osare seppur in modo mano a mano calcolato, visto che le previsioni (aldilà di possibili contagi di ritorno o di nuove fiammate della pandemia, comunque possibili) confermano la cessazione o quasi dell’epidemia verso la fine di Aprile!
    Quanto a non sentire eventualmente “mio” un eventuale scudetto della Reyer perché al completo noi come roster rispetto a molte altre squadre che non lo sarebbero e/o visto l’emergenza che stiamo vivendo, anche questo forse è un problema tuo o di altri ma invece io lo sentirei “nostro” a tutti gli effetti e ti spiego anche il perché.
    Tanti stranieri sono scappati dalle proprie Società e dall’Italia senza neanche avvisare le Società stesse e questo chiaramente è, in primis, illegale da un punto di vista giuridico (già si sentono molte Società che preparano giuste cause in tal senso) perché questi atleti ben pagati hanno firmato dei regolari contratti e siccome non vi era stato né alcun ufficiale “rompete le righe” e né alcuna comunicazione ufficiale di sospensione definitiva dei campionati e delle coppe, ecco che queste persone dovevano rimanere dove si trovavano, punto e basta!
    Tra l’altro, non si capisce dove scappavano visto che il virus è ovunque e anzi proprio negli USA stava arrivando alla grande con gli effetti devastanti che ora stiamo vedendo e che gli stessi “fuggitivi” quindi ora si stanno trovando ad affrontare gravemente, con una loro sanità che certamente non li protegge come lo sarebbero stati (e come lo sono ora i nostri stranieri tutti rimasti) in Italia.
    Del resto, era da mettere comunque in preventivo che il loro lavoro poteva non essere finito ma solo rimandato (nel senso di una eventuale ripresa delle manifestazioni) e quindi cavoli loro se non potranno più rientrare visto pure i blocchi aerei e quant’altro, nessuno gli ha ordinato di vietare le regole e anzi io rivaluto in questo modo ancora di più i nostri magnifici giocatori tutti ancora a Venezia, i quali vanno ringraziati e stimati ulteriormente non solo per i successi che ci hanno regalato in campo ma per come si sono comportati in questa drammatica situazione, da veri uomini e da gente veramente affezionata e attaccata alla REYER!
    Quindi, se si riprenderà, un eventuale scudetto sarà comunque meritatissimo e da esserne orgogliosi, altro che storie e poi permettimi e permettetemi di dire una ultima cosa.
    Tu Paolo, in qualche intervento addietro, hai detto che pensi che anche in caso di invito alla ripresa da parte della Federazione ritieni che i giocatori non se la sentirebbero di rischiare e di scendere in campo solo 15 – 20 giorni dal decrescere della pandemia: io invece penso che ne abbiano le p….piene di essere chiusi in casa (come molti di noi) facendo ben poco e non vedano l’ora perciò di tornare quantomeno ad allenarsi e poi a giocare (anche se non lo possono dire per non rischiare di essere etichettati come insensibili o altro).
    Io non dico che fa bene la Formula 1 quando ieri ha detto che sarebbe meglio che i piloti si infettassero tutti perché così diventerebbero poi immuni e non avrebbero più problemi a gareggiare ma sicuramente il fatto che si tratta di atleti sani di loro e giovani (in qualsiasi sport), questo li rende certamente molto più resistenti e una possibile infezione dal virus per loro sì è superabile come poco più di una influenza (tranne rare eccezioni da mettere comunque in preventivo): quindi, caro Paolo, per tutti questi motivi ritengo che gli Organizzatori, come li hai definiti tu, non siano certo dei pazzi scriteriati!

    A

  406. Ary

    Ringrazio nane per la digressione storica e per le sue continue perle di saggezza.
    Condivido in pieno il pensiero di Betty e sono d’accordo con Paolo sul nulla che fino ad ora ha portato l’Europa. O meglio ha portato danni grossi a noi . Se questa è l’idea di Europa e condivisione grazie ma non mi interessa proprio. Ho grande rispetto per ciò che hanno fatto i nostri avi (i miei sono dalmati/veneziani), nonni , il mio in particolare. La persona più bella che abbia mai conosciuto. 2 guerre, tanta laboriosità e tanta saggezza dall’alto della sua 5a elementare. Ebbene l’Europa sta negando la ns storia, tutto ciò che abbiano creato di buono, le ns eccellenze culinarie e vinicole, ci hanno messo i bastoni tra le ruote sempre. Allora io non ho rispetto e stima dei ns politici e siamo anche peggiorati come popolo, culturalmente soprattutto. Ma qualcosa di buono lo abbiamo fatto e il ns paese , a livello paesaggistico è il più bello in assoluto!!!
    Sulla diatriba Paolo-fabrizio non saprei… I tempi indicati da Fabrizio dovrebbero essere quelli per noi. Ma il resto d’Europa , Spagna in primis ? Mah nutro dubbi. Se non quello di giocare a giugno. Non saprei proprio…. Ma non la vedo bene. Brescia ha dato via libera ai giocatori….

  407. Paolo Miro

    @ Fabrizio: apprezzo il tuo intervento che esemplifica il pensiero del Fronte dei “Torniamo a giocare”.
    Ora, senza intenzione di intasare il Blog (a parte che sarebbe ora e tempo di cambiare Post perché questo è più lungo della Divina Commedia tra poco), preciso che è lungi da me del darti del pazzo scriteriato. Per un semplice motivo: tu sei un fruitore e come tale hai la possibilità di scegliere SE andare ad assistere alle partite dal vivo quando si potrà o di guardarle online assumendotene le relative conseguenze. Gli Organizzatori invece sono coloro che assumono delle responsabilità decisive facendole poi ricadere sulla pelle dei tesserati che non hanno scelta pena ricadute disciplinari o economiche.
    Chi infatti è scappato sapeva benissimo cosa faceva e a cosa andava incontro, come lo sapeva la Juve quando ha lasciato oartire Higuain (nonostante ci fosse Dybala contagiato) sapendo che chissà se e quando avrebbe potuto fsr ritorno.
    È da vedere poi se chi è rimasto lo ha fatto per paura di passare dalla padella nella brace o se per attaccamento alla Società o ancora per non perdere anche quei “pochi” soldi che restando gli verranno comunque corrisposti (ingiustamente a mio modo di vedere visto che tutti i lavoratori sia autonomi che dipendenti vedranno le briciole finché ci saranno dindini disponibili c/o l’INPS).
    Non mi interessa poi piùdi tanto se l’eventuale Scudetto di qualsiasi sport possa aver valore o meno dato che in primis ritengo non sia ideale riprendere a giocare finché non vi saranno condizioni di effettiva assenza di rischi che, spiacente per gli analisti scientifici che fanno calcoli teorici a tavolino senza il conforto di un precedente, non si concretizzerà prima di un altro paio di mesi e cioè a fine maggio. Dopo (forse) si potrebbe tentare di riprendere gli allenamenti e perciò l’agonismo in Giugno prima che scadano i Contratti. E se i giocatori (alcuni, non tutti) si stanno rompendo le palle non so che farci! Non sono esseri speciali con diritti superiori. Potrei dire le stesse cose anche io e la mia famiglia che, al contrario loro, tra poche setimane inoltre NON percepiremo il becco di un quattrino. Ciao.

  408. Paolo Miro

    P.S.: sugli stipendi voglio precisare?che grazie a Dio c’è chi ha accettato il decurtamento (bello sforzo quando si ha uno stipendio a 5 cifre), ma c’è anche chi lo ha rifiutato (tipo Messi e compagni del Barcellona). Non entro nel merito ma auspico che anche altri seguano il primo esempio. Se non altro per solidarietà a chi sta veramente nella me..a.

  409. Paolo Miro

    Ciao Ary. Grazie. Se Brescia ha dato il via libera ai giocatori…o ha il sentore di ciò che sta per accadere o ritiene (data la situazione drammatica della città) che per un tot di tempo, troppo lungo, non ci saranno le condizioni di sicurezza per la salute che consentano di giocare. Detto questo e, se ci saranno dei casi analoghi ancora peggio, ecco che riprendendo il campionato avremmo partite non disputabili per assenza di una delle contendenti con conseguente falsatura della classifica e degli incontri rimanenti e decretazioni di vittorie a tavolino. Bel divertimento. Io non sento il bisogno di un’appendice di questo tipo

  410. fabrizio

    Allora sembra che Petrucci si stia facendo convincere a riprendere il campionato per meta’ Maggio seppur varie squadre abbiano una paura boia delle code del virus e in generale di ammalarsi.
    Sembra eh….pero’ questo farebbe ben capire come oramai le restrizioni, non solo a livello sportivo ma in generale, comincino a non essere più tollerate da molti anche se questo comportasse una maggiore diffusione del virus.

  411. Paolo Miro

    Ah ok. W Johnson allora!

  412. Paolo Miro

    “Si stia facendo convincere”?!?
    😀 😀 😀 ma se è lui in primis.che vuol rcominciare! Ma dai. Siamo seri.

  413. Paolo Miro

    https://sport.repubblica.it/news/sport/basket-petrucci-da-oggi-campionato-sara-gestito/4629935
    Ora…. Petrucci ha revocato le deleghe alla lega basket e quindi mi aspetto che ora il Coni revochi le deleghe alle Federazioni come sarebbe giusto che facesse da organo superiore e ultimo a decidere su una questione tanto delicata come questa (vedi esempio in occasione dell’ammissione della Reyer alla serie A anni fa).

  414. giama29

    Paolo, per gli americani di Brescia si tratta di una “liberazione” temporanea, con obbligo di rientro qualora il campionato dovesse ricominciare. Quindi al momento sembra non ci siano squadre (eccetto Pesaro, forse) che rischiano di non presentarsi in caso di ripresa del campionato.

  415. Penso che solo un calo sostenuto dei contagi potrebbe far sperare in una ripresa dell’attività sportiva (fine Aprile?). Ne dubito. Certo che se prima di tornare alla normalità (non solo per le attivita’ sportive) staremo ad aspettare fino a quando non ci sarà neppure un contagiato, moriremo tutti non di CV19 ma di fame. Con quindi con le dovute cautele, in base alle zone +/- interessate, ove possibile, io penso si debba riprendere, prima che i nostri amici europei ci mangino in un sol boccone. È una mia opinione.
    ++
    Buona l’idea della Orler di far rivedere il meglio della Reyer.

  416. Paolo Miro

    @ Giama: Americani liberi di andar dove? A casa col rischio di contagiarsi davvero per poi portarsi dietro il virus? E se le frontiere son bloccate, le apono per loro???
    @ Betty: nel campipnato militano 2 squadre Venete, 3 Emiliane, 1 Marchigiana, 1 Laziale, 1 Pugliese e il resto (8) Lombarde. Adesso spiegami in che casi consentiresti le partite o pensi che gli atleti non si opporrebbero se ci fosse Via libera per giocare.
    Al Centro-Sud non credo sarebbero felici di ospitare una swuadra Lombarda p.es. Anzi forse non vorrebbero nemmeno.
    È anche questa una mia opinione.

  417. Paolo Miro

    Errata corrige: le Lombarde son 7 e ce n’è 1 Trentina

  418. Paolo Miro

    Inoltre Betty mi son volutamemte attenuto alla sola realtà sportivs sennò non ne usciamo fuori perché al Sud specialmente c’è già.chi muore di fame.

  419. @Paolo – situazione da valutare a fine Aprile. Infatti ho scritto “Ne dubito “.

  420. Paolo Miro

    Speriamo abbiano la pazienza di aspettare perché secondo me.non sanno che pesci pigliare.

  421. fabrizio

    Baraldi, come riportato da Sportando, domani presenterà una proposta a tutti (sembra appoggiata da altri club) su come terminare la stagione 2019 – 2020, ovvero comunque disputando tutte le giornate che mancano e i play off con la formula attuale, puntando, come immaginavo, a sfruttare i mesi estivi per farlo e attaccando poi subito dopo, ovvero senza praticamente giorni di sosta, con la stagione successiva, visto che nel 2020 – 2021 comunque ci saranno molte più partite anche in Europa da disputare, senza contare le partite della nazionale, il preolimpico e poi le Olimpiadi.
    Un tour de force da Giugno in poi, quindi, a porte aperte e con palazzetti belli caldi con molti giocatori che ovviamente faranno parte anche nella stagione successiva dei roster attuali anche se probabilmente con stipendi diminuiti o dimezzati previo accordo con gli stessi (che, sull’esempio Juve e capendo la situazione, sembra siano ovviamente disponibili, pur che si ritorni anche a giocare).
    E’ un piano ambizioso ma molto duro quello del grande boss della Virtus Bologna, probabilmente fatto anche per non veder persi totalmente gli investimenti fatti a Settembre per questa stagione (con le perle degli acquisti costosissimi di Teodosic e Markovic) ma che sembra abbia trovato l’ok anche di altri Patron e quindi staremmo a vedere.
    Qua Paolo, mi sa che i pazzi scriteriati come dici tu ultimamente stanno aumentando, probabilmente perché il virus fa meno paura o comunque non si accetta più di essere condizionati dallo stesso oppure perché dopo un mese di Marzo fatto in trincea ora gli interessi e le perdite economiche stanno velocemente prendendo il sopravvento………..

  422. Paolo Miro

    Voglio immaginare che la ragione sia la seconda, ma temo che (purtroppo) sia la terza 🙁
    La prima la escludo. La fa ancora la paura, stanne certo.
    Poi se andrà a compimento tale piano vedremo se il virus se la prenderà più con i “pazzi scriteriati” o con gli altri più prudenti (o paurose come asserisci tu). O magari con tutti in generale.

    Tra l’altro a me ieri era venuto in mente un piano differente che non so se sia attuabile: riprendere a settembre, ma dal punto in cui si era arrivati il 23 febbraio (oppure dalla fine del girone di andata) e concludere la stagione interrotta assegando il Titolo nella prossima.

  423. Paolo Miro

    Ah….a proposito. Bisognerebbe informare il sig. Baraldi di questo:
    Coronavirus, ultime notizie – Verso l’estensione delle misure di contenimento oltre il 3 aprile.
    Brusaferro (Iss): «Siamo arrivati al picco ma ci rimarremo ancora»
    https://www.open.online/2020/03/31/coronavirus-ultime-notizie-31-marzo/

  424. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.pianetabasket.com/cina/cba-il-governo-cinese-rinvia-ancora-il-ritorno-alle-competizioni-sportive-202666

  425. Paolo Miro

    Ecco. Non servono altre parole.

  426. Paolo Miro

    E inoltre….
    https://m.pianetabasket.com/champions-league/bcl-final-eight-a-settembre-per-concludere-la-stagione-201920-202661

  427. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Alcune considerazioni, per una, improbabile, ripresa del Campionato. Un singolo caso di Coronavirus minerebbe l’intera operazione. Converrebbe far slittare l’inizio della stagione nuova – per poi accorciarla – piuttosto che non disputare i playoff che risultano molto più interessanti ai tifosi. Sarà comunque sicuro, tuttavia, il fatto che le squadre si presenterebbero all’appuntamento con dei roster diversi, data la scadenza dei contratti e la “fuga” degli stranieri. Per il loro, eventuale, ritorno ci sarebbe comunque una quarantena, ripresa degli allenamenti dopo mesi di inattività. Ma che Campionato viene fuori? Partite a porte chiuse o con spettatori distanziati, provvisti di mascherine, patentino di immunità ed esame sierologico per vedere se hai sviluppato gli anticorpi. Mah. Per chi ci perde dei soldi, lo capisco, ma per noi tifosi una soluzione del genere, come diceva Fantozzi sarebbe una boiata pazzesca. Ciao.

  428. fabrizio

    Ausu, ma davvero pensi che a Giugno la gente vada ancora in giro con la mascherina col caldo umido poi che fara’? O col patentino di immunita’? Ma siete fuori di testa?
    Io verro’ al palazzetto, se in estate si giochera’, senza alcuna mascherina (che tra l’altro ovviamente non potra’ mai essere obbligatoria seppur consigliata da taluni) e con l’unica patente in tasca ovvero quella di guida perché’ non siamo in un film di fantascienza e nemmeno in una guerra bellica, in un periodo tra l’altro in cui i contagi, almeno in Italia, saranno pochi o forse clinicamente cessati.
    Io quindi al Taliercio ma anche in giro o al lavoro andro’ come sono sempre andato fino a fine Febbraio e pronto anche ad abbracciare amici della curvetta o in generale ma ho gia’ capito che per molti di voi non sara’ cosi’ e ci sara’ sempre gran paura o diffidenza negli incontri o spostamenti per non parlare se qualcuno fara’ un colpo di tosse o uno starnuto.
    Ma non si puo’ vivere cosi’ e io non ho intenzione di farlo e non lo faro’, curva dei contagi a zero o a 10!

  429. ve66art

    Icio….
    Ma va cagar..
    Ahahahah

  430. AUSU ROMANO AERE VENETO

    ve66art, levami una curiosità, ma icio xe un to amigo o un to pasiente? MI mocari. Ah, ah, ah. Ciao.

  431. fabrizio

    Ausu, piano con le offese……comunque io e ve66art siamo grandi amici e lui mi stima molto!

  432. Paolo Miro

    «Fino al 15 aprile abbiamo chiesto al governo misure rigide e poi ragioneremo su modelli graduali come ha fatto la Cina» per tornare lentamente alla normalità. La vita non sarà più la stessa e «dovremo abituarci a portare sempre la mascherina finché non c’è il vaccino» ha aggiunto.. L’assessore Giulio Gallera ha poi annunciato che «a giugno sarà effettuato un grande screening sierologico» in Lombardia. In questa fase, ha spiegato, non sarebbe efficace «perché gli anticorpi si sviluppano successivamente all’infezione».

    Borrelli: «Distanziamento sociale regola ferrea»
    «Arriverà il giorno che dimenticheremo questa pratica, ma per i prossimi tempi il distanziamento sociale, deve essere la nostra regola ferrea». Nella conferenza stampa sui numeri dell’emergenza, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha ribadito come le misure di distanziamento sociale continueranno ad essere in vigore.

    Queste le risposte alla Circolare che il Ministero dell’Interno ha diramato in serata:

    Dal Viminale sì alla camminata genitore-figlio.

    Il ministero dell’Interno chiarisce sulla possibilità per i genitori di uscire per una passeggiata con i propri figli. È «da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto purché – chiarisce il Viminale – in prossimità della propria abitazione». Nella circolare inviata dal ministero dell’Interno ai prefetti per chiarire i divieti di assembramento si legge come «l’attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all’attività sportiva (jogging)». Possibile invece camminare «in prossimità della propria abitazione».

  433. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Fabrizio, non volevo offendere, era una battuta. Comunque, se ti senti offeso ti chiedo scusa. Ciao.

  434. Paolo Miro

    Questa è una delle prime reazioni a quanto sopra. Ora mi aspetto quella incazzata di Zaia:

    Dopo che il Viminale ha annunciato che ai genitori sarà permesso fare passeggiate all’aria aperta con i figli, purché vicino casa, il presidente della Campania De Luca ci ha tenuto a precisare che “corsette” e passeggiate non sono comunque ammesse. Sulla sua pagina Facebook il governatore campano ha puntato il dito contro il ministero dell’Interno: «Si trasmette irresponsabilmente l’idea che l’epidemia è ormai alle nostre spalle», scrive De Luca. «Ribadisco che in Campania rimane in vigore l’ordinanza regionale, derivata da motivi di tutela sanitaria, la cui competenza è esclusivamente regionale – aggiunge De Luca -. Si ribadisce che è assolutamente vietato uscire a passeggio o andare a fare jogging»

  435. Paolo Miro

    Ecco perciò come con un solo atto si può tranquillamente buttare nel cesso giorni e giorni di sacrifici e privazioni.
    Complimenti!

  436. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Comunque, mi ero permesso, perché mi avevi dato del fuori di testa. Ciao.

  437. fabrizio

    Tranquillo Ausu, pace fatta!

  438. fabrizio

    De Luca mi fa ridere. E ancora di più chi si preoccupa di un padre che passeggia con la propria figlia (come faro’ io domani).
    La psicosi e il terrore per sto virus sta assumendo livelli da follia mentale!!
    In Svezia hanno gia’ riaperto tutto da 3 giorni nonostante i contagi in forte crescita, in Germania la Bundesliga vuole ripartire il 1 Maggio e i giocatori di alcune squadre gia’ si allenano e Trump ha detto che in Usa si sta con le restrizioni fino a fine Aprile perche’ l’America non è fatta per stare in quarantena!
    Qui invece si contano i passi delle persone se superano i 200 metri dalla propria casa o Gallera prevede mille esami del sangue a Giugno o mascherine a tutti degni di un carnevale estivo: ma fatemi il piacere……

  439. Ary

    Ciao ragazzi ho letto i vs commenti. Belli perché come sempre ci sono pareri discordanti. Io sposo in pieno il pensiero di Betty e dico una cosa…. Sarà impossibile finire il campionato da dove è stato bloccato. totalmente impossibile. O viene studiato una nuova formula. Tipo finale eight. Si riparte dai play off con gli stessi incroci e via. No regular season. E le varie coppe europee? Allora partiamo dal fatto che non si potrà cominciare prima di fine maggio inizio giugno, bisogna eventualmente studiare una nuova formula della durata massima di 40-45 GG e allora forse si potrà fare. Poi ripeto la penso come Betty, non puoi fermare il paese a oltranza, già ora i casi sociali aumentano.
    @Paolo hai tutto il mio appoggio siamo sulla stessa barca e ho una figlia…
    Io sto già pensando a un piano b…
    Io che sono sempre positivo non la vedo bene. La gente è messa maluccio

  440. Ary

    Ora posso dirlo …. Dove sono le varie ONG ? Perché non fanno volontariato ora ?

  441. Nanevianello

    Fabrizio,
    mi fa paura il tuo modo di ragionare.
    Le vedi le statistiche dei contagiati, dei ricoverati, di quelli che sono in terapia, dei morti che ogni giorno la Protezione Civile illustra ?. Sono numeri per difetto considerato che i morti in casa nessuno li ha contati . Hai capito che quando la curva del contagio scenderà, potrebbe arrivare una seconda ondata ? Lo dice la scienza, non il sottoscritto .
    Un mese a casa è una roba pesante. E l’economia deve riprendere perchè il paese non può fermarsi. Ma se il contagio non si arresterà dovrai andare in giro ( poco ) e con la mascherina : a giugno , a luglio e anche ad agosto. Fai male a definire la preoccupazione del contagio una ” follia mentale ” . Io nel giro di due mesi ho perso, causa virus, tre amici. Due erano cinquantenni. Sono cose che segnano, credimi.
    I morti nel Paese sono molte migliaia. Cosa deva accadere di più e di peggio per ” convincere ” quelli come te a considerare le cose diversamente ?

  442. ve66art

    Nane, Icio non può fare paura!!! Credimi!!
    Cmq,per la cronaca, pur stimandoti come esperto di basket, come abile scrittore, e un po’meno come storico, quando leggo i tuoi post me toco i maroni!!!! Lo so che è la verità…ma caspita…no sarà sempre e soeo incueae…(perdonate il francesismo spinto)

  443. giama29

    Nane, il rifiuto di accettare uno stato di fatto doloroso, ineluttabile, una situazione dalla quale, almeno in questo momento, non c’è via d’uscita, ti fa sperare nelle cose più assurde perchè altrimenti rischi di andare fuori di testa. Per molti è così dura già adesso che si sta verificando un aumento dei suicidi. Fabrizio, spero che tutto ciò che affermi possa avverarsi ed essere fuori da questo incubo a fine mese. Credo che sia una pia illusione ma bisogna aggrapparsi a qualcosa, altrimenti l’alternativa è angosciarsi e aver paura. Ma più che del contagio, di quello che succederà dopo. A poco a poco i virologhi iniziano a darci scampoli di quella che sarà la vita, se si potrà chiamare tale, dopo il covid. Manifestazioni sportive, cinema, teatro, concerti, feste, sagre non torneranno molto presto. Bar, ristoranti, shopping ok ma rigorosamente alla distanza di un metro. L’ennesimo rinvio dell’inizio delle competizioni sportive in Cina è una mazzata tremenda. Tenendo conto che abbiamo iniziato con i contagi circa due mesi dopo, significherebbe riprendere l’attività agonistica, se va bene, a giugno inoltrato. A proposito della Cina, un reportage faceva vedere degli hangar con i camion pieni delle ceneri di persone decedute nei mesi scorsi. Vengono consegnate ai parenti solo adesso perchè i decessi erano talmente tanti che i forni crematori non riuscivano a far fronte alla “domanda”… Ne stanno consegnando 2500 al giorno e contano di terminare le consegne tra un paio di settimane. Chiaro che non si muore solo di Covid, ma qualcosa mi sembra che non quadri rispetto ai 3000 decessi dichiarati.

  444. Paolo Miro

    Fabrizio….se vuoi andartene in giro con tua figlia fallo pure. Però ti ridordo che l’ordinanza regionale di Zaia, derivata da motivi di tutela sanitaria, ha competenza esclusivamente regionale e quindi se ti fermano la Circolare sulla quale pensi di far appello non vale ma cicca. Tant’è che noi usciamo con il cane a turno e non ci allontaniamo oltre i limiti consentiti in osservanza a quanto disposto. Ma tanto qua in Italia siamo abituati che ognuno fa quel cacchio che vuole e il Ministero dell’Interno si è scordato che a noi Italiani se ci danno un dito ci prendiamo tutto il braccio.

  445. Paolo Miro

    @ Aey: ti riposto il link relativo alle decisioni perlomeno ad una Coppa Europea
    https://m.pianetabasket.com/champions-league/bcl-final-eight-a-settembre-per-concludere-la-stagione-201920-202661

  446. Paolo Miro

    Quello che non si?sa con certezza poi è SE il Covid19 diverrà ciclico ritornando nella prossima stwgione fredda o se invece fsrà come la SARS sparendo definitivsmente con l’arrivo del csldo.
    Essendo stato definito Malattia respiratoria e non influenza, si dovrebbe comportare come la.SARS. speriamolo.

  447. reyerinoabologna

    https://bolognabasket.org/il-17-aprile-derby-virtuale-tra-i-giocatori-di-fortitudo-e-virtus/

    …ecco cosa si può fare nel frattempo…

  448. Rast

    http://web.legabasket.it/news/126154/casarin___reyer__avanti_cos

    ‘ste a casa e duri i banchi.

  449. Ary

    Intanto grazie Paolo per aver ripostato il link con le decisioni europee. Non l’avevo ovviamente letto… Beh mi dispiace allora ragazzi ma vista la decisione presa sulle coppe europee la tesi di Fabrizio la vedo più forte. Io ritengo però che i tempi dovrebbero slittare di 45 giorni, inizio cioè metà giugno o addirittura fine giugno per poter essere pronti a settembre.
    Chiara l’analisi di Casarin che espone in maniera realistica la situazione anche per il prossimo anno. Credo che serva un aiuto da tutti, giocatori compresi , che dovranno allentare i portafogli . Noi siamo a posto , rientro di Tote’ e l’innesto di un play italiano. Spero in Ruzzier. Per il prossimo anno non si potrà fare di più . Sarei già contento così. Mi preoccupa il rientro di Vidmar che oggettivamente è il giocatore che avrà più problemi ad andare in forma . Sempre se si dovesse giocare perché la situazione attuale non è confortante e come potete vedere e sentire migliora da una parte (vedi Bergamo e prima Lodi) ma peggiora a Piacenza. E non oso immaginare se dovesse toccare dalla Campania in giù vista la loro impreparazione. Lunedì ho visto Report , uno dei pochi programmi credibili, e spiegava molto bene la situazione , specie al Sud

  450. Nanevianello

    Ve66Art,
    intanto spero che il secondo tampone ( probabilmente mi sono perso qualche cosa per strada ) abbia dato esito negativo e tu sia uscito dalla tua comprensibile angoscia. Comunque sia, in bocca al lupo, caro amico.
    Ti ringrazio per le parole. Come ” storico” ( non lo sono, ho solo una laurea in Storia del Risorgimento ) posso avere idee discutibili. Ma avendo studiato con indirizzo storico alla facoltà di lettere moderne a Padova, dalla Storia di Roma e a salire in vari step ( Medioevale,Moderna, Risorgimento, Contemporanea, Chiesa, Storia delle Tre Venezie, Arte medioevale e moderna) diciamo che qualche competenza l’ho acquisita. Ho conseguito anche un master sulla Storia della Frontiera Americana. Conosco la storia di Venezia. A Milano ho imparato quella della città in cui vivo. Quella di Ambrogio, il fondatore, e di Leonardo da Vinci ( quando a Milano visse ) soprattutto.
    Non conosco le ragioni del tuo mancato apprezzamento. Io ho imparato che la Storia ha varie sfaccettature. E spesso è quella che viene veicolata dai vincitori. Ho studiato in un liceo di ispirazione cattolica. Neppure una riga nel mio testo di storia, per dire, sulla vicenda dell’Interdetto a Venezia. All’università ho scoperto che esisteva una solida storiografia di ispirazione marxista.Che , peraltro, aveva ” dimenticato ” diciamo così, uno dei suoi più brillanti pensatori : Gramsci. Poi nella stagione della contestazione, quando mi sono laureato, sono usciti i primi volumi ( pubblicati di Einaudi casa editrice storicamente progressista) sul Ventennio di Renzo De Felice, storico liberale. E che gettavano nuova luce sulla stagione del ” consenso “. Successivamente ho letto il fondamentale saggio della Arendt sulle ” Origini del totalitarismo “. Lo consiglio. Diffido per formazione culturale del revisionismo a senso unico. Ripeto : non so cosa non ti convinca delle mie analisi. Mi farebbe piacere mi illuminassi. Giusto per poter discutere.
    Non dubito che Fabrizio non sia ” pericoloso” . Ma il suo modo di pensare mi fa paura. Fabrizio cita Svezia, Srari Uniti eccetera. Ma L’Olanda ha prorogato le norme restrittive fino a fine aprile. L’ostituto superiore della sanità ha spiegato che sarebbe irresponsabile allentare le misure a maggio.
    La gente non ne può più di stare a casa. E’ vero : io mi invento ” cose” per poter accettare in casa le restrizioni. Ma questo non significa che penso di ” evadere ” d acasa mia. Deridere De Luca o Gallera, dire che le mascherine a giugno sono ” cosa da carnevale” e che comunque ” fanno sudare ” è cosa inaccettabile.Fabrizio vuole uscire con sua figlia ? Lo faccia. Basta che sua figlia e Fabrizio non avvicinino altri per strada. Altrimenti la sua ” libertà ” ( discutibile ) diventa protervia ( inaccettabile) .E scrivere certe cose è di pessimo esempio. Pessimo . Mi spiace per Fabrizio : pessimo . Puoi se vuoi Ve toccarti ancora i maroni. Ciao

    Giama,
    la speranza è doverosa. Basta non diventi una ” ultima dea che fugge i sepolcri” come scrive il Foscolo.
    ” Si vis pacem , para bellum ” : Se vuoi la pace preparati alla guerra. Siamo in guerra. E ci siamo entrati impreparati . Ciao
    Sperare è doveroso.

  451. Paolo Miro

    Dopo un intervento così impegnativo, uno di più leggero, ma di interesse pratico:
    la FIP ha deciso (senza attendere l’evidentemente eccessivo impasse del CONI che rischiava di compromettere qualsiasi chance di possibile ripresa) su come concludere il massimo campionato.
    Per evitare di dar luogo ad un numero troppo elevato di spostamenti sono state designate 3 locations (dalle quali si attende il benestare) dove far svolgere le rimamenti partite dividendo il territorio dal punto di vista logistico in 3 settori onde permettere a ciascuna squadra di limitare al minimo la distanza.
    Al momento esse sono state individuate in Genova, Roma (EUR) e Bologna Casalecchio.
    Dalle riunioni di oggi e domani delle Società in Lega dovrebbero sortire gli abbinamenti delle squadre alle città più idonee (una ne ospiterà 5 anziché 6 sempre se tutte le Società aderiranno perché in grado di finire la stagiione, viste le defaillances negli organici di talune squadre in seguito alle fughe di alcuni giocatori stranieri).
    Nei casi di incroci tra squadre appartenenti a locations differenti verrà scelta quella più vicina geograficamente ad entrambe.
    Naturalmente il tutto rigorosamente a porte chiuse per non contravvenire alle disposizioni governative e garantire il più possibile la salute degli atleti.
    Si auspica in tal modo di soddisfare tutti e concludere il più degnamente possibile la Regular Season.
    Non si è ancora trovato un accordo invece per i Play-Offs che, se dovesse venir a mancare, consegnerebbe lo Scudetto alla prima classificats alla fine della Stagione Regolare, ma si sta tentando di veicolarli in una Final8 in una delle 3 locations ovvero anche in solamente 2.

  452. Ary

    Beh direi che sarebbe una cosa abbastanza sensata

  453. Paolo Miro

    E uno!

  454. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Dal Corriere dello Sport:
    Una proposta difficilmente realizzabile, innanzitutto perché sarà impossibile garantire l’equità competitiva: in campo quest’estate si andrebbe senza americani o comunque con roster totalmente rivoluzionati. Per questo motivo, nonostante l’apparente favore di Venezia e Fortitudo, gran parte delle società sarebbero contrarie e addirittura pronte a ricorrere al TAR se la Lega dovesse accettare l’idea delle V Nere.

    In realtà il nodo principale è di natura economica: con uno stop definitivo le società potrebbero risparmiare sugli stipendi attraverso un necessario accordo con l’Associazione Giocatori e poi beneficiare di una serie di aiuti promossi dal Governo. Mentre tornare in campo a Luglio comporterebbe dei costi che gran parte dei club non vuole sostenere per giocare un torneo che rischia di essere considerato poco più di un’amichevole.

    Il Corriere parla anche delle ultime notizie riguardo lo stop definitivo, dando fondamento a una voce che circola da diversi giorni nell’ambiente: c’è l’intenzione di aspettare che siano CONI o Governo a mettere fine al campionato. Perché? Innanzitutto per sedersi al tavolo delle trattative con più carte in mano, chiamando le istituzioni a prendersi le proprie responsabilità economiche per aver imposto la serrata. In seconda battuta per evitare salti in avanti come quello del rugby, che ha concluso la propria stagione di vertice senza consultarsi con Giovanni Malagò. Nell’idea del numero uno dello sport italiano c’è la volontà di dichiarare lo stop all’attività di vertice contemporaneamente per tutti gli sport principali, sia la FIP sia la LBA sembrano intenzionate ad allinearsi.

  455. ve66art

    Nane, amico mio!!!! Il mio secondo tampone ha dato esito negativo e da domani sono di nuovo operativo, a te un grazie di cuore per l’interessamento. Ma veniamo a noi!
    Che dire Nane, non posso far altro che farti i complimenti per il tuo curriculum storico che, ammetto sommessamente, invidio non poco, tuttavia, credo possa essere legittimo da parte mia pensarla in modo leggermente diverso da te.
    Caro Nane, prova a rileggere il tuo post “storico” e vedrai che non mancherai di trovare, a seguito di una tua più approfondita analisi, la totale assenza di colui che è sempre stato l’attore principale, nonché la vera causa della mancata unità d’Italia (nell’accezione più ampia del costrutto) e quindi, dell’unità europea.
    Detto questo, io sono un autodidatta…

  456. Paolo Miro

    Ormai AUSU la.FIP ha dciso. Poi quello che faranno le Società è un altro paio di maniche.

  457. fabrizio

    Grazie Paolo delle informazioni che hai fornito relativamente al possibile proseguimento della stagione cestistica.
    Nane, forse sono stato un po’ brutale in certe mie esternazioni e mi scuso per questo con te e con tutti: forse farai fatica a pensarlo o a crederlo ma certe mie frasi non vogliono essere sinonimo di sottovalutare l’incubo che il mondo sta vivendo o mancare di rispetto a chi ha perso la vita e ai loro famigliari (lungi assolutamente da me) ma certe mie uscite sono come un modo di cercare di esorcizzare tutto questo che diventa ogni giorno sempre più soffocante e difficile da sopportare, aggrappandomi fortemente alle previsioni matematiche ottimistiche degli esperti anche in tempi relativamente brevi e cercando quindi di infondere ottimismo e positività su un ritorno alla normalità il più vicino possibile e non tra tempi biblici!
    Non volevo dare pessimi esempi e chi mi conosce bene sa che sono tutto tranne che una pessima persona, perché sono molto sensibile (anche troppo) da un punto di vista umano anche se avendo un carattere sanguigno e passionale a volte vado sopra le righe, anche solo a volte per enfatizzare o mettere una corazza come difesa ulteriore.
    Il tuo curriculum, come dice l’amico ve66art, è di tutto rispetto, il mio è fatto molto più umilmente di una laurea in chimica industriale e quello di essere uno dei migliori commerciali nel Triveneto nel mio campo delle perizie assicurative e proprio il mio essere commerciale mi rende abbastanza anche psicologo, ovvero capace di sapere quello che il mio interlocutore (almeno nel lavoro) vuole sentirsi dire e soprattutto vuole avere come servizio: probabilmente, su questa storia di sto maledetto covid19, non riesco ad essere altrettanto lucido e sul pezzo e la mia intelligenza a volte va a farsi benedire ma è solo perché per uno abituato a essere sempre in giro e in mezzo alla gente, essere al 25 giorno ai domiciliari forzati in casa mi sta facendo impazzire e ho tanta fame e sete di rivedere e di riabbracciare le persone oltre che di tornare a vedere sport!
    Scusami, quindi, ancora di non aver dato un bel esempio col mio ultimo intervento scritto (del quale mi ero pentito già un secondo dopo averlo postato) ma credimi, se mi conoscessi dal vivo cambieresti molto opinione nei miei confronti.
    Ah, per chiudere: anche oggi non sono uscito e ho lavorato dal casa col pc, quindi anche mia figlia di 8 anni (mia moglie lavora in farmacia) è rimasta a casa con me. Ciao a te e a tutti!!

  458. Nanevianello

    Caro Fabrizio,

    mai pensato tu possa essere una ” pessima ” persona. Certe parole che hai usato- come tu stesso hai ammesso- lo sono state. Ma capisco la tua ansia. E’ quella di tutti. Quindi capisco. Io te lo confesso ho paura. Non di morire. Sono fatalista. Quando sarà la mia ora, la campanella suonerà.
    Ho paura per quello che potrebbe accadere e spero ardentemente non accada. La mia fede è debole e piena di dubbi . Ma ti confesso che dopo la morte dei miei amici, ho pregato. Per la mia famiglia e per tutti. Sono stanco e sono provato da un mese di clausura. E quando una volta alla settimana, mia moglie esce per andare a prenotare gli alimentari al supermercato ( on line le consegne hanno tempi biblici ) che poi ci portano a casa, sono in ansia fino a quando non torna. Da oltre un mese non vedo mia figlia. Che non ha 8 anni come la tua. E’ una donna adulta che vive da sola. Ma è la mia unica figlia : ci sentiamo per telefono ogni giorno. Mi manca da morire .
    Ho capito il tuo sfogo. Non devi scusarti. Solo ti prego, non farti prendere dallo sconforto. Ne usciremo facendo gruppo, oggi che in gruppo non si può stare. Ne usciremo usando la testa. E dando credito a chi ne sa più di noi. Evitando di inseguire improbabili notizie sul web .
    Ti ringrazio per questo tuo pensiero. Questo è stato un bel pensiero. Da persona sensibile.
    Per quanto riguarda il mio curriculum, non sono così sicuro sia da preferire al tuo. Che mi sembra importante nella sua specificità. E sai, come si dice : ” Carmina non dant panem ” . Beh : ti assicuro. Anche la storia al massimo offre qualche ” mantovana ” .
    Spero davvero, quando sarà finita, ti poterti incontrare. Così, come tanti altri amici del blog. Gridando ” Forza Reyer “. Anche un vecchietto come me , quando vede quelle canotte si emoziona e fa il tifo ( dal divano di casa davanti alla tele ) . Da tanto non vado al Taliercio. Se ci tornerò, significherà che è finita e saremo usciti dall’incubo. Potremo fare il tifo e potremo brindare alla vittoria. E chi la batte la Reyer ? Se porti fuori la tua bimba ( come si chiama ? Scusa se lo chiedo, non ho nipoti ma adoro i bambini ) mettile la mascherina. Sempre. Anche se le darà fastidio. Ti abbraccio, davvero.

    Ve66Art

    Mi hai dato una bellissima notizia. Sono felice, per te. E per tutti noi. Ora vedi di fare le cose con prudenza e di non dire ” ghesboro al virus ” . Se fossi un moschettiere saresti D’Artagnan . Credo di aver capito come sei fatto.Ma per favore : va piano.
    Ti ringrazio per i complimenti. E ho capito il concetto. Ma ho qualche dubbio sull’attore. Da quello che scrivi, pensi ad un italiano, immagino : visto che parli di unità d’Italia e ( per traslato) Europea. Una idea l’avrei. Ma se è quello che penso io, il discorso sarebbe lungo e complicatissimo. E avrebbe aspetti non solo politici o storici. Ma non so se sia quello cui pensi tu .
    Un abbraccio anche a te . E un saluto al blog .
    Ps : a proposito di… moschettieri. Ma secondo te, Norm sarebbe Aramis o il… cardinale ?
    Sono quasi certo di averti strappato una risata . Io credo anche a Norm . Ciao

  459. fabrizio

    La mia bimba si chiama Elisa: è una bambina dolcissima con gli occhioni azzurri ed è il bene più prezioso della mia esistenza e darei la vita per lei!

  460. Nanevianello

    Elisa è un bel nome. La forma accorciata, questo ne sono sicuro, di Elisabetta. Credo che Elisabetta derivi dall’ebraico. Gotiti Elisa dagli occhi azzurri. Crescono in fretta. Troppo in fretta. Grazie Fabrizio : mi hai fatto un regalo .

  461. Paolo Miro

    Beh mi avete commosso. Tutti. Un abbraccio.
    Però spero che si possa, specialmente in questa situazione di mer.., farci anche una risata (dai che ci riuscite!). Perché?
    Semplice: ci son cascati solo AUSU?e Fabrizio, pur se non so quanti leggano qui dentro durante il giorno e quanti abbiano voglia di scrivere, ma la notizia che ho riportato era….un Pesce d’Aprile.
    Eh sì. Non ve lo ricordavate certo più con tutto sto marasma ma oggi è il Primo.
    E sul’argomento che ho trattato sicuramente non c’erano problemi a scherzarci su. 🙂

  462. Paolo Miro

    Ho riguardato: c’è cascato anche Ary.
    Beh dai non male; non male. Ahahahahah!
    Ciao fioi.

  463. fabrizio

    Mi fa piacere averti fatto un regalo e non ti nascondo Nane, che quando tre anni fa abbiamo vinto lo scudetto (il primo dal dopoguerra) averlo potuto vivere e godere insieme a mio padre, che mi ha trasmesso l’amore e la passione per la nostra Reyer dal lontano 1974 in cui la stessa giocava a Vicenza e insieme alla mia piccolina (che a differenza del sottoscritto aveva dovuto aspettare solo meno di 5 anni per vedere il leone tricolore), è stata una delle gioie più grandi della mia vita: in quel momento ho visto esaudire un mio sogno, ovvero 3 generazioni familiari tutte insieme a festeggiare una cosa che speravo di assaporare sin da piccolino, quando sedevo alla Misericordia, durante ogni partita in casa, sulle gambe di “Essa” (mentre i miei genitori erano arrampicati sulle gradinate), così soprannominata la moglie di Paron Zorzi, allora il COACH, nostro caro amico di famiglia all’epoca!
    Stasera sono diventato un po’ triste, però, perché ho visto di nuovo quasi 3000 contagi in un giorno quando mi stavo cominciando ad illudere davvero di essere in discesa: ma quando finira’??????

  464. Ary

    Ahaha ci stava Paolo …. Sembrava credibile….
    Belle parole ragazzi in particolare l’ultimo post di Fabrizio mi ha fatto ricordare uno dei periodi più belli della mia vita. Ultimo anno di gioco alla misericordia e reyer con il buon Tonino in panchina! Poco dopo avrebbero pure chiuso l’arsenale che un suo fascino ce l’aveva. A me il taliercio proprio non mi piace .
    Però porta fortuna ! E non poco…. Ragazzi teniamo duro ! Prosit!

  465. Ary

    Intanto Hong Kong ha richiuso la città perché sono tornati i casi

  466. Paolo Miro

    Grazie Fabrizio e Ary delle.infos.
    Stasera non ho avuto voglia di guardare nessun TG. Cominciano a stressarmi. Non gliene voglio, ma penso sia ora di iniziare la disintossicazione. Pur insistendo a rispettare le norme imposte (se non erro fino a dopo Pasqua. Intanto)
    Sempre se qualche imbecille non mi costringerà a tornare ad ascoltarli.

  467. Paolo Miro

    E son felice di esser riuscito a strappare un sorriso a qualcuno. Ciao Ary!

  468. ve66art

    Nane, sei tropo colto e intelligente!!! Hai colto al volo il mio riferimento! E’ proprio quello, anzi quelli che pensi tu!!! Mi fa piacere! Assodato ciò, per ovvi motivi, ritengo socialmente sconveniente andare oltre.
    A pensarla come me, anzi, come noi, ci sono due pezzi da 90, ovvero Le Goff e quel genio di Cardini!
    E scusa se xe poco!!!!!!

    Bello parlare di queste cose!!!

    PS Norm xe el Cardinale tutta la vita!!! Nane, mi so Porthos (mato per el vin e per a F…)

  469. Nanevianello

    Le Goff ha un suo equilibrio. Conosco ( benino) alcuni dei suoi scritti sull’evoluzione commerciale nel Medioevo. Ma so di cosa parli. Cardini a volte esagera con il suo spinto revisionismo. E’ un polemista votato a ” stupire “. Ma i suoi scritti sull’Europa ( sulla presenza araba nel continente, ad esempio ) presentano spunti interessanti.
    Andare oltre, più che sconveniente ,sarebbe presuntuoso in questa sede. E poi la storia presenta tante sfaccettature e dinamiche, ancora oggi, irrisolte. A confutazione di certe radicali idee, va detto ( semplificando, per carità ) che l’Europa pre-rinascimentale si è sviluppata attorno alle Cattedrali, non attorno ai castelli o alle moschee . Le cattedrali che muovevano, per la loro costruzione migliaia di uomini. E di qualificati artigiani che arrivavano da ogni paese . Simbolo della fede ma anche di un crescente benessere: Veicoli di commercio e di scambi. In una parola di aggregazione . Veicoli di conoscienza e sapere. In una stagione in cui le classi sociali erano barriere ( quasi sempre ) insormontabili. Ciao, buona notte

  470. Nanevianello

    Ps : trovati Portos e il Cardinale, restano vacanti Athos, Aramis, D’Artagnan, ma soprattutto ( e sarà un rompicapo ) … Milady .

  471. Nanevianello

    Ps del ps : non azzardarti a dire…..Betty . Lei caso mai potrebbe essere la…. regina. Dovrà raccontarci bene la storia dei …puntali .
    Sono ancora sveglio, come vedi Ve. E talmente ” stressato” da sparare cazzate pur di non andare a dormire.Perchè poi domani si ricomincia. Con un giorno nuovo e maledettamente eguale a quello che si è concluso. A presto .

  472. Paolo Miro

    Nane….quando ti sarai risvegliato:
    perché per vederti con tua figlia non adoperi Google Duo o What’s App in modalità videochiamata? Uno dei 2 sistemi dovreste condividerlo di sicuro. Se capita a me no perché non ho iscrizione a nessun tipo di Social App, ma voi due….
    Intanto è stata cancellato il Provvedimento del Ministero Interno sulle passeggiate con i bimbi in qanto3 NON AUTORIZZATO?. Incredibile. Ma meglio così. Qualcuno ci andrà di mezzo però.

  473. Rab.

    “Siamo un paese che sa solo lamentarsi per qualsiasi cosa, mai contenti di nulla. Sembra che la quarantena sia un castigo anziché una protezione per ognuno di noi.”
    Questa frase riassume tutto.
    Non sono per le storie strappalacrime, ma se vi pesa così tanto lo stare a casa, leggete questa lettera e forse questo fardello vi apparirà più lieve rispetto al dolore devastante che tanti, troppi hanno dovuto sopportare.
    https://www.lastampa.it/torino/2020/04/01/news/coronavirus-l-ultimo-saluto-di-una-mamma-ai-suoi-4-figli-la-lettera-straziante-di-un-infermiera-1.38662683
    Conosco attraverso amici molte persone della provincia di Bergamo, e ognuna ha perso almeno un parente o una persona cara. Forse se vivessimo lì invece che in Veneto la penseremmo diversamente.
    Dobbiamo ritenerci fortunati che in un periodo come questo abbiamo trovato un governatore come Zaia che sta guidandoci attraverso la tempesta con scelte rigorose e lungimiranti, e questo fin dall’inizio della crisi. Oltre a godere di una protezione sanitaria capillare che ha contribuito a salvare tante vite e per la quale dovremmo sentirci tutti noi veneti davvero dei privilegiati.
    Sui campionati: non riprenderanno, ed è giusto così.
    Sul come affrontare la ripresa da questa maledetta epidemia ho già scritto, ma il messaggio non è stato pubblicato per via probabilmente di alcuni link in esso contenuti. Il succo comunque è questo: occorrerà convivere con questo virus, perchè non sparirà facilmente. Tra l’altro noi non abbiamo, per retaggio culturale, la stessa disciplina dei cinesi o dei coreani,
    Serve un piano per la ripresa, soprattutto delle attività produttive, che spero sia già nelle teste di chi ci governa.
    Per quanto riguarda la nostra vita sociale, inevitabilmente cambierà.. e forse tornerà ad assomigliare a quella di prima solo quando il ricordo di questo disastro impallidirà col tempo.
    Teniamo duro. Saluti a tutti

  474. Ary

    @nane Cardini probabilmente dà fastidio perché spiega senza mezzi termini il decadimento della cultura occidentale. Io lo apprezzo

  475. @Nane – grazie per avermi assegnato la corona (no virus eh!)regale. Per quanto riguarda i puntuali diamantati spero di ritrovarli quando mi metterò a fare il cambio armadi di stagione.
    Un caro saluto

  476. fabrizio

    Spadafora, Ministro dello sport italiano, ha appena detto che è pronto un piano eccezionale per far ripartire lo sport a Maggio e che domani avrà una videoconferenza con i Presidenti di calcio, basket e pallavolo (in primis) per concordare i dettagli di tale piano, che dovrebbe comportare, tra le varie, una ripresa degli allenamenti dal 15 – 20 Aprile e poi quella dei campionati appunto a Maggio, con possibile proseguimento fino anche a Luglio per permettere di effettuare tutte le gare, play off compresi, con le attuali formule.
    Sinceramente, ogni giorno ne sto sentendo di diverse (una settimana fa sembrava sicura la cancellazione delle stagioni, tre giorni fa, col diminuire dei contagi, si andava per una ripresa addirittura alla fine di sto mese, ieri di nuovo pessimismo visto i 3000 contagi e oggi di nuovo ottimismo se non addirittura quasi una certezza): boh, onestamente non so cosa proprio pensare ma penso che alla fine chi comanda sarà sempre e solo il covid19, che sembra purtroppo non mollare di una virgola ma che soprattutto ho paura che condizionerà le persone nell’andare allo stadio e/o al palazzetto, in caso di eventuale ripresa, per la paura di ammalarsi e di morire.

  477. Nanevianello

    Paolo,
    grazie per il suggerimento. Lo faremo. Il problema è che io con la tecnologia sono negato. Ma lo faremo.

    Ary,

    Cardini ha un bella penna. Non è tra gli storici che prediligo. Preferisco l’impostazione anglosassone. Fatti e documenti più che interpretazioni personali. Nondimeno Cardini si fa leggere e fa discutere .

    Betty,

    sei come sempre una ” boccata d’ossigeno ” .

  478. Ary

    @nane avresti un libro da consigliarmi sul medioriente ?

  479. Ary

    @fabrizio mi sembra molto ottimistico. Certo è che Lotito e de Laurentiis stanno soffiando per fare ripartire tutta la giostra.

  480. Paolo Miro

    Mi ghe faria far una giro de naltro tipo de giostra. Cussì dopo vedemo se i se ga divertio.

  481. Paolo Miro

    Ottimo Nane. E scordavo la classica soluzione Skype scaricabile su qualsiasi dispositivo.

  482. Paolo Miro

    Fabrizio…semmai giocheranno a porte chiuse e sennòchi viene viene a vederli.
    Non credo sia ciò che li preoccupa.
    Il fatto è che l’Italia è disposta longitudinalmente e se qui da noi siamo vicini all’inizio della fase calante, al Sud deve ancora arrivare il picco. E arriverà (purtroppo). Speriamo senza le conseguenze nefaste del Nord, ma ci sono squadre che potrebbero aver grossi problemi a giocare o ad ospitare partite.

  483. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Purtroppo, le cifre ufficiali dei deceduti per coronavirus, non tengono conto dei morti nella propria abitazione o in strutture per anziani, in quanto non soggetti, dopo la morte, al tampone.

    Una indagine del quotidiano L’Eco di Bergamo condotta insieme all’agenzia di analisi dati InTwig ha fatto emergere come nella Bergamasca i morti riconducibili all’epidemia di coronavirus sarebbero molti di più rispetto ai 2.060 ufficiali. Secondo lo studio il numero reale dei decessi riconducibili all’epidemia di Covid-19 nella provincia di Bergamo sarebbe almeno 4.500 in un mese su un totale di 5.400 deceduti. All’indagine del quotidiano hanno risposto 91 amministrazioni comunali che rappresentano oltre il 50% della popolazione totale. I dati forniti hanno permesso di stabilire che “nell’ultimo mese di marzo sono morte in totale oltre 5.400 persone di cui circa 4.500 riconducibili al coronavirus”. L’analisi realizzata da L’Eco di Bergamo e InTwig
    “Abbiamo confrontato il numero di decessi nei primi tre mesi di quest’anno con il valore medio degli ultimi tre anni, al fine di verificare l’incremento della mortalità nel territorio bergamasco – spiega Aldo Cristadoro dalle pagine de L’Eco di Bergamo, fondatore di InTwig e professore di metodi digitali per la ricerca sociale all’Università di Bergamo – La nostra valutazione, condotta con grande accuratezza mediante i dati ufficiali forniti da ciascuna amministrazione locale, ci dice che nel mese di marzo sono morte più di 5.400 persone e circa 4.500 di queste sono attribuibili al coronavirus. Un anno fa, a marzo, i decessi totali erano quasi 900”.

  484. Nanevianello

    Ary : navighi in un vero oceano.

    Te ne indico alcuni ma la scelta è davvero soggettiva. Anche perché il tessuto è sterminato. E non si riassume in un unico saggio: per dire Iran , Iraq, Siria, Turchia, Libano. Quindi mi limito alla vicenda israelo palestinese. Dove l’ideologia è inevitabilmente presente.
    Con l’occhio palestinese direi Edward Said : ” La questione palestinese ” . Con l’occhio israeliano ” Gerusalemme, Gerusalemme ” di Dominique Lapierre e Larry Collins. Non arriva ai giorni nostri, ma offre uno scenario di cosa era la Palestina prima che ci arrivassero gli ebrei scampati ai campi di concentramento nazisti . Ma se vuoi una storia cruda, realistica, che parla di uomini di fronte alla tragedia, non di fazioni, ti consiglio il romanzo ” Ritorno ad Haifa ” di J. Kanafani. E’ molto bello, a mio parere.
    Poi se vuoi farti un’idea del fanatismo jiadista ( altro tema, ovviamente ) clicca Oriana Fallaci e avrai solo l’imbarazzo della scelta. Oriana è stata grandissima ma al suo confronto Cardini appare un moderato .
    Ciao

  485. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Per avere un’idea dell’espansione di questa epidemia, siamo arrivati ad oggi, a più di un milione di casi di contagio. Ricordo, poche settimane fa, c’era solo la Cina con 80.000 casi. Gli USA, quelli del semplice raffreddore, sono arrivati a 236.000 contagi. La Spagna, quella delle partite, fino a un paio di settimane fa, ha quasi raggiunto l’Italia con 110.000 casi. Chi più aspetta ad applicare restrizioni, poi le paga tragicamente. Ringraziamo il calcio.

  486. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Per chi ne ha voglia e non ha sonno, propongo una lunga, ma interessante analisi di Sandro Modeo, sul Corriere della sera, sulla scelta della Svezia a non applicare le restrizioni come negli altri Stati. Buona lettura. https://www.corriere.it/esteri/20_aprile_02/ma-perche-svezia-ha-lasciato-tutto-aperto-il-coronavirus-275212da-74de-11ea-b9c4-182209d6cca4.shtml

  487. Paolo Miro

    Fa notizia in queste ore l’atteggiamento dei Siciliani di fronte all’apparente flessione (al Nord) dei contagi da Covid19 http://www.strettoweb.com/2020/04/relax-siciliani-coronavirus-controlli-troppa-gente-in-giro/994317/
    Ecco, chi è insofferente (o lo è diventato) all’isolamento domestico dovrebbe (potendolo fare) andare un po’ di giorni nell’Isola (magari a Palermo dove pare che vivano in un altro pianeta) per trovare la propria dimensione e felicità smettendola di rompere le palle a chi invece considera tale tipo di restrizione una protezione anziché un castigo. Salvo poi pentirsene di esserci andati quand il picco dell’epidemia colpirà anche quelle zone producendo danni enormemente più gravi du quanto avrebbe potuto.

  488. Paolo Miro

    Coronavirus, il governo pensa a un aprile blindato. Possibile riapertura dopo il 4 maggio

    Conte: «La riduzione dei blocchi sarà graduale». E i prefetti decideranno a livello locale le aziende autorizzate a ripartire
    https://www.lastampa.it/cronaca/2020/03/31/news/coronavirus-il-governo-pensa-a-un-aprile-blindato-possibile-riapertura-dopo-il-4-maggio-1.38658058

  489. Paolo Miro

    Coronavirus,
    A gelare le speranze di una ripresa dietro l’angolo è Walter Ricciardi, consigliere del ministro Speranza tra i componenti del comitato tecnico scientifico che ieri ha iniziato a ragionare sul dopo-quarantena.

  490. Paolo Miro

    “Spiagge, comcerti, aperitivi

  491. Paolo Miro

    Scusate ma non riesco a postare il resto dell’intervento in quanto il sistema me lo rifiuta nonostante non ci sia nessun link particolare

  492. fabrizio

    Intanto Milano Armani ha già dichiarato che, nonostante tutto quello che sta accadendo, nonostante abbiano donato (molto nobilmente) vari milioni di euro all’Ospedale di Milano per l’emergenza e nonostante stiano producendo anche loro mascherine invece delle loro cose, per l’anno prossimo il budget per la squadra sarà comunque sostanzialmente immutato!
    Alla faccia del corovinarus!! Ma quanti soldi hanno??
    Davvero una potenza economica spaziale, complimenti!!
    Va sottolineato anche il gesto molto nobile di De Longhi che ha donato 3 milioni di euro alla Regione Veneto sempre per l’emergenza covid19 mentre si sa se Umana ha fatto qualche donazione?
    Speriamo, comunque, che da noi almeno il roster attuale venga confermato perché, come si vede, qua gli avversari ci danno dentro alla grande!
    Per quello che hai riportato tu Paolo, invece, ovvero sul fatto che ora ci dicono che addirittura le restrizioni dovrebbero durare almeno fino al 1 Maggio se non oltre (alcuni virologi infatti dicono che è un virus sempre più devastante e ci sono troppi morti e troppe persone anche a rischio di riprenderselo), io mi chiedo però una cosa: come mai in Stati come Germania e Francia, che ora stanno galoppando nei numeri, che hanno iniziato ben più tardi di noi con le limitazioni e non così totali come in Italia, hanno già fatto capire che al massimo andranno avanti coi blocchi fino a fine Aprile (costi quel che costi poi) e da noi, che abbiamo iniziato ben prima degli altri, finiremo, continuando così, ben dopo gli stessi?

  493. Paolo Miro

    Cacchi loro Fabrizio. Contenti di farsi distruggere? Faccino faccio. Come dice Fantozzi….

  494. Paolo Miro

    https://www.repubblica.it/politica/2020/03/28/news/reazioni_proposta_renzi_riaprire_fabbriche_e_scuole-252538917/

  495. giama29

    Faccio il mio breve resoconto della settimana tenendo conto dei dati forniti. Siamo andati leggermente meglio del previsto chiudendo a 115.000 contagi rispetto ai previsti 120.000. Numeri che non corrispondo in alcun modo alla reale portata del contagio. Abbiamo visto come i contagi siano inizialmente quadruplicati la prima settimana, triplicati la seconda, raddoppiati la terza e aumentati del 40% la quarta. Mi aspetterei questa settimana un incremento medio del 20% e la prossima ancora un incremento minimo o stallo. Come per l’acqua alta stiamo arrivando alla punta massima. Quindi credo che effettivamente la curva inizierà a scendere dopo Pasqua. A quel punto non si può certo aprire. Devi aspettare che la curva scenda verso lo zero. A quale velocità scenderà non si sa… Quindi bisognerà vedere nelle due seconde settimane di aprile cosa succede per parlare di una graduale riapertura delle attività. Per questo motivo, risulta credibile che resteremo a casa anche tutto aprile. Ausu, la cosa che purtroppo i numeri stanno confermando a mio avviso è che la Cina abbia mentito spudoratamente sul rapporto contagi-decessi e questo ha fatto sì che anche in Europa e nel resto del mondo le cose siano state prese sottogamba e che l’Italia e la Spagna pagheranno, forse, il prezzo più alto sia in termini di vite umane che di crisi economica e sociale.

  496. Ary

    @nane grazie ! Credo che leggerò Ritorno ad Haifa perché i libri della Fallaci li ho letti e anche La questione Palestinese.
    Se hai voglia di darmi un titolo ero più curioso di studiare le vicende su Iraq e Iran. Sulla storia ebraica ho letto abbastanza da Ben Gurion in poi…
    Ragazzi i dati di Bergamo sono da brividi !

  497. Paolo Miro

    Invesse de Ben Gurion ti podaressi leger su Ben Hur. Xé più appassionante:-D

  498. Paolo Miro

    Tornando seri: 30 bare provenientei da Bergamo sono giunte oggi a Padova.
    Mentre anche il forno crematorio di Lambrate (MI) ha dovuto chiudere per eccessiva coda di attesa (20 giorni).
    E noi ci lamentiamo delle code a supermercsto o alle Poste!!

  499. Paolo Miro

    Coronavirus, quanto durerà la pandemia? Secondo l’Istituto Koch due anni ma le previsioni variano. Ecco i diversi studi. ROMA – Quanto durerà la pandemia? Una domanda che, al momento, non trova una risposta. Secondo quanto evidenziato dall’Istituto Koch, questo tipo di epidemie vanno avanti a ondata e per questo secondo loro il coronavirus potrà durare due anni.

    Continua su: https://newsmondo.it/coronavirus-quanto-durera-la-pandemia/cronaca/

  500. Paolo Miro

    Coronavirus, quanto durerà la pandemia? Secondo l’Istituto Koch due anni ma le previsioni variano. Ecco i diversi studi. ROMA – Quanto durerà la pandemia? Una domanda che, al momento, non trova una risposta. Secondo quanto evidenziato dall’Istituto Koch, questo tipo di epidemie vanno avanti a ondata e per questo secondo loro il coronavirus potrà durare due anni.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •