Germani Brescia – Umana Reyer Venezia 72-70

12 Gennaio 2019

Parziali: 22-17; 34-42; 56-55

Germani: Hamilton 20, Abass 6, Mensah ne, Laquintana 2, Cunningham 17, Caroli ne, Dalcò ne, Beverly 14, Zerini 5, Moss 3, Sacchetti 5. All. Diana.
Umana Reyer: Haynes 3, Stone 10, Bramos 4,Tonut 11, Daye 13, De Nicolao, Washington 14, Biligha 6, Giuri, Mazzola, Cerella ne, Watt 9. All. De Raffaele.

In un match tiratissimo, l’Umana Reyer subisce al PalaLeonessa la seconda sconfitta esterna di misura, 72-70, e dovrà attendere i risultati di Avellino e Varese per conoscere il posizionamento nella griglia delle Final Eight di Coppa Italia.
Nessuna novità nei dodici a referto (c’è Washington, non Vidmar), né nel quintetto iniziale (Haynes, Tonut, Bramos, Daye e Watt). L’inizio è molto veloce, ma con percentuali basse. Watt e Bramos sbloccano dalla lunetta (0-4 all’1’30”), un minuto dopo arriva il primo canestro per Brescia (Cunningham). Gli orogranata iniziano a perdere troppi palloni e si affidano a cinque di fila di Daye per riportarsi in vantaggio dopo il 6-4 dei padroni di casa (6-9 al 4′). Le palle perse veneziane salgono a quota 6 e Brescia ne approfitta per portarsi al massimo margine: 19-10 al 6’30”, con pronto time out di coach De Raffaele. Watt e Daye tornano a muovere il punteggio per l’Umana Reyer, ma la Germani mantiene otto punti di vantaggio fino all’8’30” (22-14). Approfittando di un tecnico per proteste a Hamilton, comunque, nel finale di periodo gli orogranata si riavvicinano fino al 22-17.

Il secondo quarto si apre con una tripla di Stone, che viene subito dopo pescato al secondo fallo: entra Washington e, con un quintetto per quattro quinti italiano, l’Umana Reyer alza l’intensità difensiva e prosegue il break con il pari di Tonut a quota 22 e, dopo una gran difesa di Giuri sul contropiede di Abass, la schiacciata di Biligha su assist di Mazzola per il sorpasso (22-24) con il time out bresciano al 12’30”. L’inerzia però non cambia e Biligha e Washington allungano il parziale a 0-16 (22-30 a metà periodo) con anche tre infrazioni di 24” provocate agli avversari. Sacchetti sblocca Brescia al 15’30”, a quasi 7′ dagli ultimi punti e quasi 9′ dall’ultimo canestro dal campo della Germani. Il tredicesimo assist orogranata (Mazzola per Biligha) e il contropiede di Washington spingono Diana al nuovo time out sul 26-34 al 16’30”. Brescia ripropone il quintetto iniziale e si riavvicina a -5 (29-34) e poi a -3 (34-37 al 19′), anche se Daye (primo orogranata a raggiungere la doppia cifra) e capitan Haynes (con la quarta tripla di squadra su sette tentativi) chiudono il primo tempo sul 34-42.

L’approccio migliore, al rientro in campo, è di Brescia, trascinata da Hamilton. Bramos e Tonut rispondono colpo su colpo, poi, sul tecnico alla panchina di casa, Daye dalla lunetta riallunga sul 41-48 al 22′. Ma l’inerzia rimane nelle mani della Germani, anche perché l’Umana Reyer ricomincia a perdere palloni, così i padroni di casa limano punto su punto e impattano a quota 48 con Beverly al 26′. Dopo il time out di coach De Raffaele, Tonut, con una tripla, torna a segnare per gli orogranata dopo quasi 5′ (48-51 al 26’30”), anche se poi Brescia riesce a portarsi avanti: 52-51 con la schiacciata di Cunningham al 28′. Washington riesce a mantenere la partita in equilibrio, anche se l’Umana Reyer continua a non trovare fluidità, di fronte a una Brescia più reattiva (13-1 i rimbalzi offensivi a fine periodo), che paga soprattutto gli errori ai liberi (8/21) ma va avanti 56-55 all’ultimo intervallo breve.

La partita rimane molto confusa anche in avvio di ultima frazione. Il primo punto è quello del pareggio di Washington (1/2 ai liberi) al 32′ (56-56). Si continua a segnare poco e l’Umana Reyer impatta a quota 59 con una tripla di Stone al 34′. Watt e Daye vengono pescati in rapida successione al quarto fallo e la squadra spende il bonus dopo soli 3’30”, con Brescia che alza la percentuale dalla lunetta, mentre gli orogranata non riescono più a far circolare palla in attacco, con costruzioni difficili e allungo bresciano fino al 68-59 del 36′, non frenato dai due time out veneziani. Ci vogliono due liberi di Tonut, per un fallo di Sacchetti al limite dell’antisportivo su azione di contropiede, per tornare a muovere il punteggio orogranata dopo poco meno di 4′ di astinenza: a segno il primo, corretto in tap-in da Daye il secondo e 68-62 al 37′. Brescia perde palla e chiama time out, Watt segna al rientro in campo e Stone, dalla lunetta, fa 68-66 al 37’30”. Cunningham interrompe il break veneziano, dopo rimbalzo offensivo di Zerini, con pronta risposta di Watt su assist di Daye, anche se Zerini riallunga sul 72-68 al 38’30”. A -1’16”, Watt e Cunningham si spintonano lontano dalla palla, dopo un fallo del primo sotto il canestro bresciano, e c’è doppio antisportivo, con il centro orogranata fuori per cinque falli. Dopo una lunga consultazione al tavolo, Tonut fa 2/2 dalla lunetta (72-70), poi recupera palla su Moss, ma il blocco di Daye in attacco è irregolare: quinto fallo e palla persa a -38”. Sbagliano Hamilton e poi Cunningham, con la freccia che premia Brescia, ma poi arriva l’infrazione di 24”. Restano 6” e 6 decimi per l’ultimo attacco orogranata, ripartendo dal fondo: Stone corre tutto il campo e viene a contatto con Cunningham, col cronometro che arriva a 0”. Ancora ricorso all’instant replay e 2 decimi a disposizione dell’Umana Reyer, che però non riesce a tirare e finisce così 72-70.

203 Commenti in questo articolo

  1. Rab.

    Ok. A ‘sto punto la posizione di fabrizio su Daye è perfino moderata…
    Mi spiace ma stasera è veramente troppo.

  2. Abbiamo fatto di tutto per perderla meritatamente, squadra a parte qualche minuto di ottima difesa, senza testa e senza palle, sembra impossibile ma contro squadre decimate non riusciamo a giocare e nel prosieguo troveremo squadre cosiddette “nete” ma con fame in campo, un bel esame di coscienza per tutta la squadra e lo staff, non mi soffermo sui singoli, buona notte a tutti e forza Reyer.

  3. virusdestroy

    Andiamo in crisi quando si gioca con squadre che vengono da parecchie sconfitte e senza qualche giocatore,ma cosa succede a sta squadra? Norm si vince con la difesa ma si perde se non segni piu degli avversari.

  4. RaffaelePisu

    Magari fischiare onestamente….

  5. byzone

    ci ha tenuto in partita la percentuale imbarazzante di Brescia ai liberi.
    Male in attacco, peggio ancora a rimbalzo (Vidmar lasciamolo pure in tribuna…), abbiamo difeso bene solo nel secondo quarto.
    Fisicamente siamo poco reattivi (ma che ca**o di richiamo hanno fatto a dicembre?), gli unici che ci mettono atletismo sono Washington e Tonut.
    Haynes è cotto, Watt in netto calo, su Daye e la sua gestione da parte del coach ho già espresso la mia opinione e non voglio essere noioso.
    Massima fiducia in wdr,ma urgono scelte diverse, prima che sia troppo tardi…
    Ad maiora

  6. Pisu, i problemi vanno risolti prima del fallo o non fallo su Stone, se intendevi quello.

  7. fabrizio

    Raffaele, ma perche’ ti ostini a difendere gli indifendibili? Ma quanto perdente sei come loro cercando di trovare scusanti o alibi patetici e fuori luogo come l’arbitraggio?
    Oggi si e’ toccato il fondo perdendo contro una squadra avente 7 uomini in tutto, che era reduce da 7 sconfitte nelle ultime 8 partite, che era senza il loro faro Luca Vitali e che era completamente allo sbando: bene, dopo Reggio (senza parlare di Trieste in casa) siamo riusciti a far beneficienza anche a loro!!
    Oggi non si e’ salvato nessuno (tranne forse Washington) e relativamente a Daye anche sta volta e’ emerso nel finale a favore degli avversari con la sua perla di intelligenza: aldila’ del fischio corretto o meno (comunque dubbio) e’ da folli, in trasferta, fare un blocco di quella irruenza e inutilita’ a meta’ campo ma purtroppo non e’ la prima volta che commette un quinto fallo per noi sanguinoso ma il colpevole oltre a lui (che comunque oggi e’ stato negativissimo in difesa e in attacco ha segnato la solita miseria di 5 canestrini) e’ di chi lo mette o lo tiene in campo in quei momenti, ovvero il vostro amato Wdr, anche oggi assolutamente senza idee di gioco e totalmente in confusione quando la partita diventa una corrida!!
    Mi auguro che stavolta Brugnaro prenda seri provvedimenti (Luigi spero tu mi ascolta) e compia scelte drastiche: fosse per me, per iniziare, li farei tornare a piedi e non in pulman da Brescia, chissa’ che il camminare al freddo non gli schiarisca le idee!!

  8. Rab. Daye 4/2 da 2, 1/2 da 3, 2/2 ai liberi, 8 rimbalzi, 19 di valutazione.
    Credo siano mancati altri stasera. … per non parlare del trio in grigio.

  9. ale70

    Abbiamo bisogno disperato di Vidmar…sia in difesa che in attacco che a rimbalzo…speriamo recuperi condizione al più presto ma a mio parere bisogna farlo giocare e dargli fiducia….teniamo duro e speriamo di beccare Cremona alle f8…notte e forza REYER

  10. 4/5 da 2

  11. bagigio

    Penso che Rab, indipendentemente dai numeri, si riferisse all’errore importante commesso nel finale da Austin. Detto questo non ho capito la scelta di Deraf di far portar su palla Aa sei secondi dalla fine a Stone per poi scaricare in angolo. Scelta molto rischiosa. E comunque il fallo sul Pietra era evidentissimo, com’era evidentissimo quello di Laquintana su Watt e fischiato contro. Per il resto abbiamo sbagliato tanti tiri aperti soprattutto con Bramos. E’ anche vero che loro hanno sbagliato un sacco di liberi e ci hanno dominato a rimbalzo. Io vedo che subiamo troppo le squadre aggressive. Stasera abbiamo perso un sacco di palle.

  12. fabrizio

    Fu.ga, basta co sti patetici dati della valutazione della Lega o il plus minus ma l’hai vista o no la partita?
    Ma hai visto che Hamilton ci ha massacrato facendo quello che ha voluto con Daye che lo difendeva, anzi che non lo difendeva!!
    Ma secondo te lo abbiamo preso per fare il compitino o una media di poco piu’ di 10 punti a partita o perche’, almeno in attacco, facesse la differenza?
    E quanti finali punto a punto ci ha fatto perdere come oggi, vogliamo ricordarli?
    Queste cose non entrano nei dati di valutazione della Lega, peccato siano i piu’ importanti nell’economia di una partita: da uno come lui, in partite come questa, ci si aspetta che ci tolga le castagne dal fuoco o segni i canestri della staffa e non palle perse, tecnici o falli vari con tanto di ringraziamenti da parte dei nostri avversari!!!

  13. Pelluto66

    Dico solo che un giocatore che è statopreso per dare punti e sostanza in attacco, fa 7 tiri…ripeto 7 tiri…e ne segna 5..io capisco tutto, rispetto le critiche ,ma qui il problema é un’altro: se contz solo difendere e dividere tiri , NON prendete giocatori tipo Daye…il resto sono chiacchere da dopolavoristi ..

  14. paper861

    Onestamente è ben difficile trovare un peggiore in questa prestazione e forse daye non lo è!non dico x difenderlo ma perché altri questa sera non sono nemmeno scesi in campo a partire da capitano e vice. Spiace dirlo ma manca la voglia di soffrire e combattere, le squadre degli anni scorsi si sono forgiate tra difficoltà ed infortuni che questa forse non ha avuto o forse questi giocatori pensano che basti un misero compitino per vincere a mani basse. Io sono sicuro che ne usciremo poiché alla fin fine wdr farà delle scelte e le potenzialità ci sono ma brucia assistere a certe prestazioni …senza palle! FORZA REYER

  15. giama29

    La squadra è sottotono in diversi suoi giocatori. Watt non è più quello di inizio campionato. Haynes continua ad essere in crisi, Denik un fantasma. Se ci aggiungi la brutta giornata di Bramos e del solito Daye non si poteva pretendere di più a prescindere dalle scelte scellerate degli arbitri. Purtroppo urge il recupero di Vidmar con un Watt così in fase calante. Altrimenti con chi giochiamo sotto?
    Daye in questo campionato sta dimostrando una cosa: fa la differenza con squadre di bassa classifica quando siamo in palla, ma quando siamo in cattiva giornata sprofonda facendo disastri. Con le squadre di alta classifica non perviene risultando quasi sempre insufficiente.
    Ho quasi sempre difeso WDR, ma alcune sue scelte e rotazioni proprio non mi vanno giù questo anno. Daye è un disastro e dai più minuti a lui che a Washington? Mi è sembrato si sia dimostrato sicuramente più in palla del nostro “fuoriclasse”. Non fai giocare mai Cerella che ha grinta da vendere e in partite come questa può dire la sua. Cristo Santo, ma cosa ti costa a dargli un minuto e vedere il contributo che può offrire alla partita? E invece ecco Mazzola fare il suo ingresso in campo. Per carità ha giocato un secondo quarto discreto a livello difensivo, ma poi si è sciolto come neve al sole risultando nullo in attacco e poco reattivo nei tagliafuori. Questa partita ha evidenziato che serve provare qualcosa di diverso. Con un Watt in fase calante di Vidmar non se ne può fare a meno, e nemmeno di Washington. Forse è il caso di fare riposare Daye per qualche partita e vedere cosa succede. Si deprimerà ancora di più? Ma cosa dobbiamo fare? Essere ostaggi dei suoi fantasmi? Purtroppo riesce a fare sempre la cosa sbagliata al momento più sbagliato della partita e non c’è verso che cambi atteggiamento in questo momento, in una sorta di vortice di negatività dal quale non sembra essere in grado di uscire.

  16. giuliano

    Le vagonate di palle perse (alcune delle quali sanguinose specie quelle in ricaduta dal salto con palla in mano!), i pochissimi rimbalzi presi, le percentuali penose (esclusi i t.l.), le rarissime ripartenze, molti giocatori con la testa ancora in vacanza eppure con possibile tiro da tre e 6′ si poteva addirittura vincere (immeritatamente). Semplicemente gli avversari avevano più fame di vittoria dei ns svagati giocatori. C’è da essere ottimisti per le F8! Non vorrei essere ora nei panni di WdR, non saprei con chi prendermela e soprattutto che fare per uscire dalla buca in cui siamo finiti.

  17. Dado

    2 Cose:

    DIFESA (avversaria): l’abbiamo subita in ogni sua componente, stoppate, passaggi nostri sporcati, palle perse, tiri messi male etc.. Come Brescia non difende chi è capace.. così difende chi ha FAME di vincere, basta vedere come hanno esultato a partita finita.. pareva avessero vinto lo scudetto.. hanno dato il MASSIMO che potevano, e hanno portato a casa la partita.. così faranno le avversarie delle prossime 4 giornate.. nuovamente.. ATTENZIONE!!

    RIMBALZI: a Brescia compaiono quest’anno 2-3 giocatori muscolari e atletici sui 2m (Beverley, Hamilton, Cunningham) stile Dominique Sutton e che succede? ci disintegrano a rimbalzo stile Trento. Non serve a nulla essere 2.11 contro questi giocatori.. ti montano in testa, a meno che non si trovi modo di contenerli diversamente. Brescia 37 Rimbalzi Reyer 25.. ma soprattutto.. Rimbalzi in Attacco: Brescia 14, Reyer 2…. Solo 2 rimbalzi in attacco in tutta la partita… immagino sia il record negativo di sempre della società. Non posso immaginare si sia fatto mai di peggio.

    Detto questo diciamo pure che l’ultimo era un fallo su Stone.. e che avrebbe potuto portarci ai supplementari etc. Etc. Etc..
    ma la storia è una: Brescia aveva FAME e si è sfamata.

  18. Rab.

    Mi interessano zero le statistiche. ZERO. Non valgono nulla nel basket.
    Premesso questo,lo sfogo su Daye è per come invece di migliorarsi dopo un periodo no, riesce a farci perdere una partita punto a punti con le solite vaccate.
    Poi per carità… tutti hanno avuto un atteggiamento negativo, salvo il Tonno che per me è stato il migliore per come si è speso in difesa e Washington che ci ha messo un po’ di energia.
    Brescia ha attaccato il ferro ogni volta che ha potuto, noi abbiamo girato al largo dal canestro più che abbiamo potuto. Sta tutta qui questa sconfitta.

  19. Dado

    Se Daye che ha giocato effettivamente male è stato comunque: il nostro primo rimbalzista, primo assist man, primo stoppato re (2 come Biligha) e secondo marcatore, vuol dire che allora siamo messi proprio male..

  20. RaffaelePisu

    Se è sempre colpa i daye è chiaramente prostituzione intellettuale. Detto ciò parlo degli ultimi 3 fischi. I 2 blocchi in attacco di watt e daye oltre al fallo clamoroso su stone…..

  21. bagigio

    Non ho mai preso posizione pro o contro Daye, e non lo faccio neanche stasera. Non mi sembra corretto dare la colpa a lui della sconfitta per il fallo in attacco, seppur commesso in un momento importante. In campo ci va una squadra e il problema è che con certe squadre, sulla carta più deboli, non devi arrivare nell’ultimo quarto punto a punto. Devi cercare di arrivarci con un margine di vantaggio, e la Reyer questo lo può fare. E’ un periodo che pur difendendo bene non riusciamo ad essere incisivi in attacco.

  22. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Le statistiche conteranno poco, però Brescia ha avuto 64 tiri contro i 46 della Reyer. Le nostre migliori statistiche, tiri da 2, da 3 e liberi non sono servite a niente.

  23. Tifosomediomona

    Gran lavoro difensivo: tenuta la “corazzata” Brescia a 72 miseri punticini!
    Ottima vittoria in chiave Final 8!
    Ah no…ne abbiamo fatti 70…

  24. norm nixon

    HO sempre difeso a spada tratta De Raffaele ma è chiaro che da un mese e mezzo a questa parte qualcosa gli sta sfuggendo di mano. Non tanto a livello tecnico quanto a livello di feeling con i propri giocatori. Parlo lucidamente, a mente fredda. Possiamo discutere all’infinito questo o quel giocatore, possiamo discutere all’infinito su difesa e attacco, possiamo discutere all’infinito sugli equilibri strutturali di questa Reyer ma personalmente la cosa che più mi sta colpendo e che mi crea disagio è constatare che questa squadra non sta giocando SERENAMENTE come se fosse inspiegabilmente sotto pressione. E qui ognuno si deve prendere le proprie responsabilità. E il primo deve essere De Raffaele. Mi dispiace ma sono troppe le coincidenze per pensare che si tratti di problemi legati alla prestazione di questo o quel giocatore. Qui c’è qualcosa che si è rotto e che fatica a ricrearsi. Rimango ottimista perchè la stagione è lunga e basta poco per svoltare di nuovo ma sto vedendo delle cose che non mi sarei mai aspettato. E sono tutte concatenate e credo abbiano tutte lo stesso denominatore. Bisogna trovare la chiave giusta per ripristinare alcuni equilibri che sono andati a farsi friggere. Equilibri più mentali che tecnici. E per cortesia non tiriamo in ballo gli arbitri perchè è un esercizio patetico contro una squadra che era in ginocchio, falcidiata dalle assenze, e comunque sia tre gradini sotto la Reyer sulla carta. Che ognuno si prenda le proprie responsabilità…altro che arbitri.

  25. Quoto al 100% Dado, Raffaele, Bagigio e Ausu.
    Se uno solo dei 4 tiri da 3 sbagliati da Bramos fosse entrato staremmo commentando una vittoria…

  26. Rijsel

    La partita l’abbiamo persa noi! Quanti tiri aperti da tre non hanno toccato nemmeno il ferro? 3/4 mi sembra…
    Cosa vuoi dire su Daye che fa l’ennesima cazzata nel momento più inopportuno? visto che non c’è il coraggio di lasciarlo in panca a riflettere, speriamo solo che si infortuni (intendo una storta ad un dito…nulla di più per carità) così magari proviamo a gestire i finali di partita con qualcun’altro!
    Argomento arbitri: IMBARAZZANTI per questo livello…anche se non è stata persa a causa loro…

  27. Dado

    Mi devo correggere… sui rimbalzi offensivi abbiamo fatto di peggio la scorsa settimana con Cremona 1 solo contro gli 11 di Cremona.. 3 rimbalzi in attacco in totale in 2 partite consecutive..
    Vittoria con Cremona a parte, prendere pochi rimbalzi in attacco significa, pochi secondi tiri, poche seconde possibilità, punti. Etc.. etc..

  28. byzone

    Non me la prenderei con gli errori arbitrali, la sconfitta di oggi è meritata e spero serva a wdr ed ai giocatori a riflettere…
    Stasera è mancata la “garra” (salvo solo Washington e Tonut), ma ciò che mi preoccupa è che molti giocatori da un po’ di tempo sembrano scarichi fisicamente e mentalmente, quasi sfiduciati. A cominciare dal capitano. Per non parlare di Denik, di Biligha (emblematico quando rinuncia a schiacciare 2 punti facili per aprire il gioco al tiratore), di Mazzola (mai pervenuto da inizio stagione)..
    Spero solo non si sia rotto qualcosa a livello di spogliatoio…
    Ultima osservazione: far giocare Cerella è vietato? In partite come queste ci servirebbe la sua garra!! Sveglia!!

  29. ve66art

    Ancora a dare addosso a daye quando bramos ha fatto cappelle a non finire!!! Basta caspita non se ne può più!!!! Volevo scrivere qualcosa, ma francamente alcuni dei post che ho letto mi hanno stomacato (e che nessuno si offenda per cortesia perché sono stato fin troppo gentile) al punto che mi è passata la voglia di farlo. Non vado oltre perché rischierei di offendere qualcuno….È non è il caso!

  30. giama29

    Io dico un cosa: gioca chi sta meglio. Il nome non conta niente se in campo non sei in grado di dare il massimo. Vedere giocatori intoccabili a prescindere è irritante e credo demotivante per la squadra. Purtroppo questo anno ci sono scelte che WDR fa a prescindere da qualunque responso del campo. Denik gioca poco? Così deve essere! Non sta rendendo quanto dovrebbe, quindi è normale provare prima Giuri. Mazzola è un fantasma? Perchè, allora, non fai giocare qualche minuto Cerella e vedi come va, anzichè insistere ottusamente su questa scelta? Daye è da due mesi che fa danni ed è un peso per la squadra? Giocano Washington e Vidmar. Haynes continua a non rendere? Fai riposare anche lui e riprovi Daye. E’ una squadra e sono tutte prime donne intoccabili? Se i problemi dovessero persistere e sia Daye che Vidmar essere ampiamente insufficienti, a Marzo prenderei una decisione dolorosa ma, a mio parere, inevitabile se si vuole competere per vincere qualcosa: tagliare Vidmar per un centro fisico di spessore (si spera) e, se proprio non rinsavisce, tenere Daye come straniero di coppa.

  31. Nanevianello

    Ho aspettato a scrivere, perché questa sconfitta è brutta . Per come è maturata e per quanto la partita contava in chiave Coppa .
    Direi di lasciare perdere l’arbitraggio. Non è per i ” fischi ” contrari che la Reyer ha perso. Ha perso perchè da settimane sta giocando male. Perchè da settimane alterna prestazioni positive o decenti a prestazioni negative, a volte ( Reggio Emilia ) indecenti. Sul piano tecnico e della concentrazione. Tutti a mio parere hanno le proprie responsabilità. Tutti : fino alla dirigenza .
    Ma anche i tifosi hanno la loro parte di responsabilità. Troppo alta l’attesa ( e la sicumera ) ad inizio stagione. Troppo fuori luogo la considerazione per alcuni giocatori arrivati in Laguna .
    La passeggiata ( non senza difficoltà, lo rammento 70 a 64 nel terzo quarto contro una squadra modestissima ) in Champion’s aveva illuso.
    Bisognerebbe essere dentro all’ambiente e allo spogliatoio. Ma ho l’impressione che Norm abbia colto nel segno ( ne avevo parlato anche io qualche settimana fa ) : devi essersi rotto qualche cosa. Cosa ?
    Vista da fuori appare una squadra che non sa giocare più come collettivo .
    Forse gelosie, forse incomprensioni, forse il modo di allenarsi,forse gente che arriva tardi all’allenamento o che non si sbatte in settimana, forse qualche ” cazzata ” perdonata ad alcuni e sanzionata ad altri, forse qualche diverbio tra giocatori . Basta poco, a volte, per rompere il giocattolo.Si vede, ha ragione Norm che sono sotto pressione e non giocano divertendosi .
    Ma c’è un problema di fondo : troppi giocatori hanno cali inspiegabili. Altri non hanno punti nelle mani. Il problema è che sono quelli potrebbero difendere in modo decente .
    Stavolta non me la sento di gettare la croce addosso a Daye, per un blocco sanzionato, sia pure poi risultato sanguinoso . Il problema ( una costante ) è di squadra : un tir di palle perse anche a Brescia .
    Ma capisco i giudizi severi su di lui . E’ evidente che tira poco, ormai, perchè per mesi ha troppo ” spadellato ” . Ma non è quello il vero problema. Se prendi buoni tiri, ci può stare che non entrino. E’ quando li prendi forzatamente che non ci sta più.
    Ma come per la squadra, anche su Daye le attese sono risultate ( immotivatamente a mio parere ) troppo elevate . Attese che le spalle di Daye evidentemente non sono in grado di sopportare.
    Detto questo, amici : anche io, alla mia veranda età, se faccio uno contro uno con lui, gli vado via. E se lo brucio in punta è più che probabile che riesca pure a segnare . Ma come fai a difendere senza mai piegare le gambe ? Senza mai ” tenere ” due palleggi filati ?Lo Ma si sapeva. Chiunque lo avesse visto a Pesaro lo sapeva. Ma ripeto : per la sconfitta di Brescia non c’è un solo colpevole. Colpevole è la Reyer. E anche noi, tutto sommato . Notte .

  32. Gli anni scorsi, periodi che eravamo in piena emergenza DeRaf riuscì a compiere quel capolavoro che si chiama spirito di squadra, uniti nei ranghi, capacità di soffrire,quindi di difendere alla morte, soprattutto uno spogliatoio meraviglioso e qua non stiamo a parlare di fuoriclasse, ricordate i vari Jeeeff, Ben, Nelson, Ress ecc., ecco io spero che Deraf riesca a ricompattare la squadra e che partite come le ultime che abbiamo visto sia un lontano ricordo, si può perdere con squadre inferiori alla nostra, ma in maniera dignitosa,amen e forza Reyer.

  33. Paolo Miro

    Ho letto tutti gli interventi in una volta sola. Tanti.
    Troppi di simili e pochi di realistici.
    Aggiungo una sola cosa (mi duole ripetermi ma sono costretto): la fame di vittoria viene solamente quando in palio c’è qualcosa. E ieri sera, come anche contro Trieste p.es., non c’era niente. Per noi però. Perchè cosa volete che conti vincere ora? L’arrivare 2di, terzi o quarti (la posizione più probabile) alla fine dell’andata? Per cambiare l’avversario alle F8? Ma fatemi il piacere! Per ironia meglio ora come ora Cremona (5a) che Varese o d Avellino. Non dico che non siano entrati in campo per vinxere. Lo stavano anche facendo: + 8 e poi costrizione all’ astinenza da canestri a Brescia per 9 minuti!
    Ma non è bastato. Perchè invece a Brescia interessava di liù vincere. Interruzione del periodo buio. Allontanamento dalla zona pericolosa del fondo classifica. E meno male (si fa per dire) che erano già fuori dai giochi per l’ottavo provvisorio posto!
    Quando rientreranno gli infortunati compreso Vitali ne riparleremo. Intanto, esattamente come Trieste, hanno messo in campo più determinazione perchè per loro c’erra concretamente qualcosa in palio.
    Finché ci si ostinerà a mantenere questa formula assurda non mi stupirò più di tanto. Veder perdere (per fortuna iwri sera solo sentire perché ero a S. Vendemiano per il servizio su una partita di Serie B) mi fa male, ma sono consapevole che quando vi sarà davvero qualcosa in palio usciranno dal letargo. Così come ha auspicato l’amico Alexmax. E l’apporto del coach non sarà l’unica arma risolutrice. Speriamo che a Tenerife salvino la faccia.

  34. bagigio

    Paolo, “costrizione all’assistenza di canestri a Brescia” è bellissima. È un modo gentile per dire che gli arbitri in quel momento hanno leggermente favorito i padroni di casa? O intendevi qualcos’altro?

  35. bagigio

    Astinenza

  36. Nitran-go

    Partita molto brutta, c’è poco da dire, l’avrei detto anche se avessimo vinto. Sembrava (purtroppo sono sempre di più queste) una qualsiasi delle 6 partite giocate (malissimo) al primo turno delle f8 di coppa Italia. Abbiamo giocato bene solo il 2/4, con un quintetto “strano”, che ha difeso alla grande e attaccato con lucidità senza strafare. È questa la reyer che ci aspettiamo, nello spirito almeno. Certo, quel quintetto non poteva durare una partita intera e non può durare per una stagione intera. Infatti abbiamo un roster di 14 (!) giocatori, che dovrebbero darsi il cambio. So che bestenmio, ma sono sicuro che ieri Kyzlink avrebbe fatto meglio di molti stranieri che hanno giocato. Ieri mi sono incazzato soprattutto per la marea di rimbalzi in attacco concessi. Non credo che Vidmar (questo Vidmar) avrebbe cambiato qualcosa. Non sarò mai del partito “tagliare”, ma lo sono decisamente del “un turno (almeno) di riposo”. Per Daye? Fose sì, sembra il più indicato, ma io sto pensando anche a Haynes. Adesso a Tenerife andiamo a giocare una partita che non serve. Potremmo finalmente prenderci l’asfaltata che deve ancora arrivare. In coppa i risultati sono buoni, a Tenerife farei veramente riposare uno di quelli più indicati e metterei dentro il ceco, solo per girare, tanto si perde, si sa. E farei giocare Denik 38’, vediamo cos’ha. Che ci frega di prendere 40 punti? La squadra va ricostruita dal punto di vista mentale, se soffre la pressione ho già capito come finirà anche questa volta il quarto di f8. Auguro a wdr, a tutto lo staff tecnico e dirigenziale di valutare bene il momento e prendere le decisioni (la ripetizione è voluta) con decisione.

  37. Dury

    Manca la mentalità VINCENTE !!!!!
    Peggior prestazione collettiva !!!
    Mi ha deluso wdr dando colpa agli arbitri!!!
    È il momento che in sconfitte come questa lui si prenda la responsabilità!!! Non cambia niente ma dicesse i nuovi obbiettivi e il perché di questa prestazione !!!
    Non importa chi incontriamo alle f8 comunque non si vince niente !!!
    E nei Po la semifinale non la raggiungiamo quest’anno!!!
    Chiaramente spero di essere smentito ma non credo !!!

  38. RICK DARNELL

    vedere bramos e stone distratti in difesa è un segnale fortissimo che ci dice che ci sono problemi nella testa nel gruppo nello spogliatoio .
    Ieri mancavano energia voglia di sbattersi impegno. La stanchezza non c entra perché dopo L allenamento contro opava di certo non abbiamo consumato energie fisiche ne nervose.
    Serve un intervento deciso da parte di chi conosce i perché di questa situazione.
    Cito due esempi sul clima che ho visto ieri:
    De nik che gioca trenta secondi perde una palla banalissima e wdr lo redarguisce pesantemente e non lo fa più giocare ….. mi sembra esagerato è sintomo di tensioni.
    Nella penultima azione , quella del blocco orrendi di daye , tonut per due volte ha chiesto il blocco e Daye L ha rifiutato perché voleva lui la palla . Alla terza richiesta di tonut daye scocciato di dover cedere lo scettro
    Di uomo chiave , porta quel blocco che è più una protesta verso tonut ed il risultato è quella roba vista da tutti. Ha prevalso L egoismo della prima donna allo spirito di squadra .
    Nel secondo quarto il quintetto operaio formato da Giuri tonut Washington mazzola e biligha ha fatto nettamente la differenza . Hanno alzato una difesa fantastica e grazie a questa hanno giocato come meglio si addice alla reyer in questo periodo e cioè in transizione . Risultato 15-0 di parziale .
    Avete mai più rivisto questo quintetto ? Entrano daye e haynes e ricomincia la saga della difesa inconsistente con conseguente annullamento della nostra transizione .
    Amo il basket amo la reyer ma da un mese ormai vedo poco basket e soprattutto poco cuore reyer . Periodi di appannamento fanno parte del gioco, quando questo accade puoi solo giocare col cuore ma cuore se ne vede veramente poco .

  39. byzone

    Sono d’accordo con Nitran-go, wdr deve avere il coraggio di fare altre scelte. A Tenerife mi aspetto un po’ di turnover, vediamo se finalmente farà riposare haynes e daye, anche Watt mi sembra in difficoltà. Dentro kyzlink e vidmar, facciamo giocare Cerella! Perdere ci sta (a Tenerife, non a Brescia), ma bisogna cambiare atteggiamento! Non volevo dirlo, ma mi pare che questa squadra si sia “dayezzata”! Gli gettiamo sempre la croce addosso semplicemente perché lui, a differenza degli altri giocatori, non gode di un credito chiamato “scudetto”, credito che ormai, se non si cambia rotta, sta finendo per tutti, wdr incluso..

  40. paolog

    Paolo non sono d’accordo, perdere abitua a perdere e non esiste che siccome la formula e’ sbagliata ( a parte che è sempre stata così) in questo momento si possono lasciare i due punti a chi ne ha più bisogno. Le grandi squadre costruiscono con le vittorie i loro successi siano piccole o grandi vittorie. La mentalità vincente la si crea giorno dopo giorno e questa mentalità io non la vedo nella Reyer. Abbiamo una buona squadra per carità, possiamo vincere con chiunque nel nostro campionato ma possiamo pure perdere con chiunque e le sconfitte con Reggio e Brescia lo hanno evidenziato, tralasciando i primi 2 quarti inguardabili di Coppa.. Questa squadra non da l’ impressione di crescere, stessi errori e cali di concentrazione si ripetono dall’inizio del campionato e non vedo perché improvvisamente scompariranno in Copppa o nei Playoff. La mentalità è sbagliata. Forse ha ragione Nane, forse ci sono cose di spogliatoio che non conosciamo, l’idea è che ci siano giocatori che mal si sopportano e non tutti remano e si sbattono nella stessa direzione. Non entro nella prestazione dei singoli ne su Daye di cui ho già detto più volte la mia, non è un giocatore vincente. WDR deve recuperare mentalmente i suoi uomini e costruire mattone dopo mattone lo spirito di squadra per ora quasi sempre assente o messo solo in spezzoni di partita. Viceversa non si andrà da nessuna parte, ne in Coppa ne in Champions né ai Playoff. Assodato che non asfaltiamo nessuno recuperiamo lo spirito Reyer, sangue e sudore, se ci sono mele marce buttiamole a prescindere da quanto ci sono costate. Facciamolo ora perché dopo sarà troppo tardi. Duri i banchi

  41. ganciocielo70

    Sconfitta che stamattina a freddo brucia ancora di più,ma non mi unisco al gruppo di chi indica,per mio conto molto facilmente,le colpe a quello o l’altro giocatore,e’la “squadra”nel suo insieme che ha un qualche “malessere”che non riesco ad individuare,emblematico,per me,l’atteggiamento che ha WDR in campo da qualche tempo,non ricordo di averlo visto mai cosi nervoso e aggressivo ,la sfuriata a De Nicolao dice tutto ,sbattere a terra la lavagnetta per una palla persa…anche se in quel modo,ecco questo forse e’un sintomo di qualche cosa che e’avvenuto dall’interno e non di poco conto,io per mio conto,invece di gettare croci,cercherò di stare vicino alla squadra,ne hanno un maledetto bisogno adesso più che mai….

  42. giama29

    Con 14 rimbalzi offensivi concessi e 22 palle gettate al vento abbiamo perso di due punti. E questo per sottolineare, con tutto il rispetto per Brescia, il divario tra le due squadre. Quando i risultati stentano ad arrivare tutti ne sono responsabili ma, in primis, l’allenatore, e lo dice uno dei massimi estimatori di WDR. Un periodo di appannamento può capitare anche a lui e non se ne parla proprio, come vorrebbe magari Fabrizio, di cambiare timone. Non è certo questa la strada per tornare competitivi. Tuttavia questo anno non trovo lucida da parte di WDR la gestione dei giocatori (vedi, per esempio, Washington, il migliore in campo, ma con poco minutaggio rispetto a Daye). Se poi WDR accusa gli arbitri della sconfitta, allora il problema è veramente grave. Gli errori degli arbitri sono stati decisivi, è vero, ma lo sono stati perchè la squadra ha giocato in modo indecente arrivando a giocarsi punto a punto una partita che se fosse stata giocata a novembre avremmo vinto di un ventello.
    Come hanno notato anche Nanevianello e Norm, sembra che qualcosa non vada a livello di spogliatoio. Quando entravano in campo certi giocatori la squadra si sfaldava e aveva maggiori difficoltà a mantenere la concentrazione. Aggiungiamo a questo il fatto che WDR sembra avere poca considerazione e pazienza nei confronti di alcuni giocatori (vedi Denik, per esempio esautorato dopo aver perso una palla, o Cerella mai messo in campo non si sa perché) ai quali non perdona niente, mentre con altri sembra più tollerante. Con Tenerife mi aspetto una batosta. Se dovesse, invece, esserci una reazione di orgoglio che ci portasse a vincerla, credo sarebbe l’inizio di una nuova era…

  43. Rab.

    Concordo moltissimo con l’intervento di rick darnell, sottoscrivo tutto il post e in particolare il passaggio su Daye e Tonut, motivo del mio sfogo contro Daye che fino ad oggi ho sempre difeso.
    A mio parere Tonut è l’unico ieri sera che ha giocato da vero leader. Io ieri ho visto un Capitano in campo e non era certo Haynes. Con Stefano in campo abbiamo sempre recuperato gli strappi di Brescia, grazie a difesa, sudore, voglia.
    Grazie alla svogliatezza degli altri, tra cui Daye (ma non solo), abbiamo perso tutto quello che si era conquistato con fatica fino a quel momento.
    Comunque tutti conosciamo il basket e dovremmo conoscerlo, per cui ci sta benissimo che una squadra con 7 sconfitte nelle ultime 8 sia un’avversaria pericolosa (al contrario di quello che dice fabrizio), perchè per l’appunto nel basket la fame di vincere conta più di qualsiasi altra cosa.
    Ci sta pure arrivare punto a punto, non sempre si riesce a vincere “con margine” come richiederebbero alcuni. Quello è mondo dei sogni, il basket è realtà.
    Dunque… ok.. sei punto a punto, con recuperi operati grazie a quintetti “operai” capeggiati dal leader Tonut.
    Sta finendo la partita, lui ti chiama un blocco e tu la prima volta lo rifiuti e la seconda lo fai alla cazzo vanificando tutto quello di buono fatto fino a quel momento? Mi spiace, non esiste al mondo. E male ha fatto wdr a dargli fiducia, non vorrei che continuando a dar credito a chi non si spende alla fine chi invece lo fa cominci a farsi delle domande…
    Poi per carità.. rimango fiducioso in wdr che tantissime volte ha dimostrato col lavoro di poter sistemare ogni magagna.

  44. Michele DEste

    Abbastanza d’accordo con Rab…alcuni ragazzi sono stati un po’ svogliati sarebbe da tirargli le orecchie visto che altri ci mettono impegno. Ma sono sicuro che si stanno preparando ad una grande partita in Spagna Vinciamo lí !!!

  45. Nitran-go

    Mah, qualcosa mi dice che l’articolo di oggi sul Gazzettino non sia stato scritto da Babato.

  46. canestrelli

    Troppe aspettative. Troppe! L’unico che non le ha alimentare o che comunque aveva dei dubbi era Fabrizio e in questo, ma solo in questo, devo ammettere che aveva ragione.
    Per il resto abbiamo ripetuto tutti che contava poco la stagione regolare visto anche l’esito dello scorso anno. Quindi fiducia, equilibrio e niente disfattismo.

  47. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Stamattina a mente fredda , dopo l’incazzatura di ieri sera , ho cercato di riordinare le idee , ma non è semplice trovare il bandolo della matassa . Partiamo da WDR : nel post gara parla di arbitri , di battaglia e di mattanza( addirittura !) negli ultimi 2 quarti ( ma coach.. Brescia c’ha messo il cuore !) Non sento mai una parola di autocritica , del tipo: abbiamo giocato male , dobbiamo ritrovare il nostro gioco , perché adesso non siamo noi . Lo guardavo durante la partita davanti alla panchina con uno sguardo parecchio assente , quasi rassegnato , consapevole della pochezza della sua squadra .
    Si perché degli 11 giocatori a referto , 10 sono risultati non pervenuti e solo uno ( Washington ) ha tentato di penetrare , attaccare in transizione , insomma di darsi da fare .
    Daye ieri probabilmente è stato anche uno dei meno peggio ( a parte la solita cazzata ricorrente finale ) , ma mi preoccupano ben altri giocatori . De Nicolao sembra ritornato il giocatore confuso dei primi mesi in orogranata ; anche ieri entra e subito passa la palla agli avversari con canestro per Brescia ( da li in castigo in panchina ) .Sembra entrato in un tunnel senza uscita . Che pare aver imboccato anche Biligha , che non migliora per niente la sua tecnica di gioco , ma anzi sembra peggiorare i suoi movimenti , come quando cattura rimbalzi sotto il canestro avversario senza tramutarli in punti , ma scaricando fuori per un compagno . Per non parlare di Haynes che sembra l’ombra del giocatore che tutti conosciamo ( e quando ci mancano i suoi punti , le vittorie non arrivano ).
    Io ho una teoria , giusta o sbagliata non lo so ; ma ormai credo che la difesa di Caja contro di noi ,nella sconfitta casalinga con Varese , abbia fatto scuola ! Nel senso che tutte le squadre che ci affrontano , sanno che di 4 play o similari che abbiamo , nessuno va in penetrazione , pertanto intasano il pitturato e noi sbattiamo il muso contro le loro difese tentando di sfangarla col tiro da 3 oppure cercando di recuperare il pallone con la difesa forte per aprire il campo velocemente in transizione ( come è successo ieri nel 16-0 del 2° quarto ) . Ma non sempre difendiamo forte e allora arrivano le sconfitte in serie .
    Quest’anno siamo a 5 su 15 , in peggioramento rispetto alle 4 su 15 dello scorso anno , ma vuol dire poco o niente . Io , con tutto l’amore che nutro per questi colori , aspetto fiducioso ancora questo mese che ci separa dalle F8 , sperando finalmente ( come l’amico Nitran) che la Reyer abbia un sussulto di orgoglio e ci mostri quello che sa fare veramente . Si perché proprio le F8 saranno la nostra cartina tornasole ! Dovesse andare ancora male ,come ogni anno, a quel punto bisognerà prendere delle decisioni importanti e dolorose per cercare di invertire il trend negativo dell’annata . Comunque SEMPRE DURI I BANCHI REYER !!!

  48. ve66art

    Invito tutti ad aver fiducia, alla moderazione, a ragionare con la testa e non con la pancia, e a spendere una parola positiva per il gruppo che, non dimentichiamolo, ha perso solo 5 partita ed è solamente una partita sotto rispetto alle medie degli ultimi anni 22 vinte su 30 partite.

    Io francamente non me la sento di dar contro a nessuno, anzi, ringrazio tutti…

    Martedì non mi stupirebbe una vittoria!

  49. Nitran-go

    Canestrelli, non ti chiedo di rileggerti tutti i post da inizio anno, ma quello che affermi non è completamente esatto.

  50. canestrelli

    Ok. Hai ragione, ma alcuni post sono ripetitivi e restano più impressi, come la pubblicità. Mi scuso con te che sei sempre stato equilibrato e con i piedi per terra.

  51. Nitran-go

    Ma no, non ti devi scusare. Avrai visto che sono precisino a volte anche pesante, per cui quando percepisco delle imprecisioni non riesco a fare a meno di farle notare.

  52. GASPARONI GIORGIO

    Buongiorno a tutto il blog di solito vi leggo quotidianamente ma non ho mai voluto intervenire ma dopo la partita di ieri sera voglio chiedere una cosa.
    Entra denik ok fa un fallo sciocco e una palla buttata gioca 20 secondi in tutto time out cazziatone e panchinamento obbligatorio, altri senatori per non fare il nome fanno orrori…nemmeno un buffetto??? Questo non è spaccare lo spogliatoio a livello di allenatore…i giocatori sono uomini come dicono molti di voi e…
    Altro punto secondo quarto entra un meraviglioso quintetto operaio e da meno otto si passa a più otto, dopo il riposo lungo non si vede più, rientrano i senatori e patratack.
    Ultimo Cerella è stato sorpreso con qualche moglie dello staff per non vedere mai il parquet???
    Scusate le lungaggini.
    Grazie

  53. giama29

    Infatti si nota una certa insofferenza di WDR nei confronti di certi giocatori e non nei confronti di altri. Lo abbiamo notato in molti in questo blog. Speriamo faccia un po’ di autocritica ed eviti di ripetere gli stessi sbagli. Idem per la pessima conferenza del dopo partita. Se questo è l’approccio, sarà dura uscirne presto visto che stiamo parlando del timone della squadra.

  54. Lele62

    Ma si…. ci basta arrivare tra le prime otto per aprile,poi tagliamo Daye e Vidmar, arriveranno Pargo e Fesenko e prevedo un maggio e giugno da favola!

  55. Paolo Miro

    A me sono rimaste impresse le percentuali di Normnixon dopo le prime partite: siamo al 30-40%.
    Ed io che quando esprimevo meraviglia venivo preso in giro perché non ne trovavo la giustificazione.
    Io direi che ORA siamo a quelle percentuali altroché!
    Quindi toccando almeno alla fine di questo mese che ci separa dalla Coppa Italia il 75% dovremmo poterci rimettere in sella. E per favore non fatemi da eco nel dire che dovrebbe giocare di più chi è in palla perché non a caso basta leggere i nomi di coloro che ieri sera hanno firmato il break di 16 a 0 (e costringere all’astinenza – sì Bagigio proprio questo intendevo dire – Brescia per 9′) per capire chi sono ed aggiungercene un paio. Ma se ci sono (sottolineo SE) dei vincoli che “impongono” un minutaggio minimo per alcuni a prescindere è ovvio che poi quelli sunnominati appena vengono impiegati un po’ di più se ne risentano se nonostante il loro rendimento nulla cambia nella rotazione in campo. Chi l’ha detto che QUEL quintetto non avrebbe potuto disputarne un altro di quarto?!?
    I malumori si creano spesso anche con tali perverse dinamiche fatte in buona fede (spero) nella sempre illusoria speranza che coloro chdle possiedono maggior talento o esperienza le facciano valere. Invece “il talento spesso uccide”. Vero De Raffaele?
    Comunque non fatemi ridire ciò di cui sono arciconvinto e nessuno mi toglierà dalla testa: con questa formula nei giocatori più utilizzati si insinua la tentazione, spesso soddisfatta, di prendersi qualche turno di rifiatamento e siccome però non vengono avvicendati durante tale “pausa” la squadra (e non solo la nostra si badu bene) flette il proprio rendimento. Non per questo (e rispondo a Paolog) non arrivano lo stesso le vittorie (vedasi Cremona e Opava), ma le prestazioni ne risultano appannate e sia per lo spettacolo quanto per il morale complessivo ciò è una rovina. Prima lo si comprenderà e meglio sarà. Per tutti.

  56. La fronda dei malcontenti alza la cresta! Nel basket le statistiche non contano (ah, ah, ah!!!), Daye da tagliare Wdr non capisce più niente….. anche i tifosi che si aspettano troppo!!!!!

    Copeve è troppo poco. La squadra è forte, gli uomini sono quasi gli stessi dell’anno scorso e a meno che non si siano scambiati mogli e compagne non credo ci possano esserci problemi di spogliatoio. E’ un momentaccio, fastidioso e inaspettato ma non può essere altro che il fondo da cui ripartire. Lasciamo lavorare questo gruppo in un ambiente che dalla sua maturità sublimerà serenità per questi ragazzi che presto torneranno dove devono stare. Lavoro quindi e visione serena del futuro.

    DURI I BANCHI!

  57. paolog

    Vabbe’… continuiamo a dire le stesse cose..la squadra è forte, siamo dei fenomeni perdiamo solo perché lo vogliamo..andremo lontano con queste convinzioni.. per me questa squadra è nettamente inferiore alla Reyer tricolore e pure inferiore di quella dello scorso anno, o si capisce che sono state fatte scelte sbagliate e valutazioni errate su alcuni giocatori o continueremo con alti e bassi fino a fine stagione. Voi dite quel che volete io ripeto che con due giocatori diversi da Daye è Vidmar cambierebbe tutto l’ impianto di squadra. Su Cerella condivido… qualcosa di strano ci deve essere se non vede mai il campo.

  58. Paolo Miro

    I ghe ga sbagià el calcoeo de le diotrie e cussì el ga comprà i ociai sbagiai 😀 😀

  59. RICK DARNELL

    Rast , Avellino finché c era Cole era forte ma perdeva ……. andato via Cole si è indebolita ma ha iniziato una striscia di vittorie . Quindi ? Se il giocatore è forte ma mina gli equilibri e soprattutto lo spirito della squadra , allora io rinuncio al giocatore forte e punto a ricompattare la squadra .

  60. Rab.

    Rast se vuoi iniziare una polemica sulle statistiche io vado a nozze. Ti porto quanti esempi vuoi di statistiche che non dicono nulla o dicono l’opposto di quello che è accaduto durante una partita. Dove invece contano le dinamiche di squadra, l’energia, l’intelligenza, la difesa, l’intensità, tutte cose che nelle statistiche non ci sono. E mi stupisce che gente che vede da decenni partite di basket abbia bisogno di menzionarle per dar forza ai propri argomenti.
    Poi se devo valutare se è uno è bravo da 3 o a rimbalzo non ho certo bisogno del tabellino finale.

  61. Dado

    DOMANDA PER: Rast, Rab, Fabrizio, Paolo, Lele62, Rick Darnell, Nitran-go, Rijsel, giama29, e chi ritiene che Daye sia unicamente negativo.

    Fatti: Daye ieri ha: preso un terzo dei rimbalzi di squadra (8), dato metà delle stoppate di squadra (2), servito più di un quarto degli assist di squadra (5), centrato 7 dei 9 tiri tentati (tra liberi, 2 e tre punti), segnato quasi un quinto dei punti totali.

    Domanda: Se Daye fosse stato in panca tutta la partita o meglio in tribuna, se foste voi nei panni di WDR mi potreste dire chi, con l’attuale roster, avreste messo in campo per fare meglio di Daye nei suoi 27 minuti?

    Premetto di Daye non me ne frega niente, della Reyer si.. e non mi interessa scrivere in favore di Daye o attirare attenzione in qualche modo, ma chiedo solo perchè penso a questo punto di non aver compreso allora alcune cose.
    Se avete risposta vi prego di rispondermi, con nomi e alternative pratiche, riferendo alla partita di ieri e al roster attuale.

  62. Paolo Miro

    Che mi dite dell’abbnamento con Cremona per le.F8? Perché quelli là ci capitano….

  63. Paolo Miro

    Dado: Paolo non sono io immagino….

  64. Dado, per me DAye è un punto di forza. Cancellami dalla lista.

  65. Nanevianello

    Rast : sei l’esempio di un certo tipo tifoso .
    Coparme ? Non per ” inviti ” come il tuo .
    La mia passione è pari alla tua . Questo non significa non porsi domande. Soprattutto non deve cancellare l’evidenza delle cose. E cioè che la Reyer sta giocando male. Spesso in questa stagione, persino quando ha vinto, ha giocato male. Certamente al di sotto delle sue ( sulla carta ) potenzialità.
    Perchè poi è sempre il campo ad emettere i verdetti. Attenzione : non i risultati. Quelli magari possono arrivare anche giocando male. Ma il campo mai mente .
    E se continui a perdere vagonate di palloni, significa che il problema è grande. Più dei tiri sbagliati. Più di un blocco egoisticamente rifiutato.Più di una cavolata in finale di partita che sembra esserti costata la gara. Sembra, perché in realtà, la partita l’hai persa molto prima della cavolata.
    Ci sono giocatori dalla tifoseria sopravvalutati. Ma questo ci sta. Il tifo è sogno e passione. Non ci sta che i giocatori non siano consapevoli dei propri limiti. Avere l’umiltà di giocare, nella consapevolezza dei ” limiti ” è essenziale per migliorarli, i limiti.
    Detto questo, non ” vedere ” è cosa colpevole. Lascia spazio ai più incredibili ( qui letti ) alibi. Perchè su una cosa concordo : La Reyer non è Milano ( e vediamo ogni settimana, quanta fatica stia facendo Milano nella ” vera ” Europa ), ma sulla carta ha una potenzialità maggiore rispetto a qualsiasi altra formazione italiana. Non si vede, non si sta vedendo. E’ come se la squadra avesse smarrito con la sua filosofia di gioco, anche le sue ” certezze “. E la consapevolezza di cosa fare per mantenerle, le certezze.
    Gli infortuni, gli arbitraggi, soprattutto la ” sfortuna ” non devono essere alibi . Io vedo una squadra che non ha un vero play e che ha cambiato modo di giocare dopo il congedo di Filloy . Vedo una squadra che non ha aumentato la propria verticalità, visto che al di più che le ha aggiunto Washington, non sta corrispondendo il fatturato che nelle scorse stagioni le assicurava Biligha. Vedo giocatori che non riescono a cercarsi come dovrebbero ( vedi l’alto- alto confezionato da Daye per Watt contro i postelegrafonici ) . Vedo una squadra che non trova più punti ” dalla spazzatura ” ( quelli che trovava un Peric ) . Vedo soprattutto una squadra permalosa, a volte isterica, poco disponibile al sacrificio. Occasionalmente lo ha fatto. Altre volte ha semplicemente calato le brache.
    Ho una mia idea, forse sbagliata. Tutto sembra essere cominciato dalla sconfitta contro Milano. Dal toccare con mano che la distanza con l’Armani, al di lè del risultato finale, era ancora enorme, sul piano dei valori in campo, non di quelli ” teorici ” .
    Scrivere queste cose non è disfattismo : E’ puro senso della realtà. Che non infrequentemente, qui qualcuno ha perso di vista. Considerati certi surreali paragoni per qualche attuale “eroe” con gli Howes, Haywood e ( che gli dei del basket li perdonino ) persino con Dalipagic .
    Basta : tra poco mi guardo le ragazze. In una partita ( con Ragusa ) che si annuncia di alto livello .
    Ciao Rast : solo la Reyer potrebbe indurmi ( metaforicamente) al ” suicidio ” . Se continuerà a giocare così male .

  66. Rab.

    Premessa: personalmente non ho mai detto che Daye sia unicamente negativo, anzi ero strafelice del suo ingaggio ho sempre detto che andava sostenuto nel momento no, ritenendo che fosse un valore aggiunto.
    Ciò detto, mi sembra che tutta la squadra abbia continuato a lavorare per lui per tirarlo fuori dalla buca, idem ha fatto wdr tenendolo spesso in campo.
    Ma se ora dopo timidi segnali di ripresa riprendi a fare la prima donna e comprometti una possibile vittoria, te ne vai in tribuna.
    I suoi minuti se li prende Vidmar, Washington o chi vuoi tu, chi se ne frega. Qui non si tratta delle % da 2 o da 3, delle stoppate o quant’altro, ma di dare un segnale a un gruppo di uomini. A una squadra. Per il prosieguo di un campionato e una coppa europea dove siamo ancora ben posizionati.
    Per me la soluzione per uscire da questa buca, per wdr, è quella di dare responsabilità e minuti a chi si sacrifica e non agli altri. Il tempo delle attese è finito.

  67. Paolo Miro

    Vado anche io a vedermi le ragazze. Ciao a tutti. Forza Reyer!

  68. bagigio

    Paolo, forse Cremona è la più abbordabile, ma solo perché non difende e abbiamo visto che noi soffriamo tanto contro le squadre che si chiudono. Ma il problema secondo me non è Cremona o Sassari o chi per loro, perché il problema REYER, è la REYER stessa. È fuori dubbio che siamo forti, come è fuori dubbio che siamo in un periodo no. Il problema non è il giocatore singolo, ma la squadra. Sono straconvinto che Wdr nei momenti caldi della partita si affiderà sempre, se può, a Daye, perché è il primo terminale offensivo che abbiamo. Piaccia o non piaccia è così. Probabilmente noi vediamo delle cose in campo che ci fanno pensare che sia lui il problema, ma chi allena e vede i giocatori tutti i giorni sa chi mettere in campo. Se ci sono problemi di spogliatoio non lo sapremo mai,ma visto il comportamento tra i giocatori non sembra ci siano problemi. Parere personalissimo: se volessi altri due giocatori riprenderei Ejim e Mcgee. Il primo per la difesa e la grinta. Il secondo perché mi è sempre piaciuto ed è uno che non ha paura di niente. Ma questo è fantabasket ovviamente.

  69. Bagigio,concordo con Ejim e Mecgee.

  70. RobertoC

    Le statistiche di Daye ieri non dicono per esempio che nel 3/4 ha fatto un fallo stupido su entrata con 2 punti e libero aggiuntivo e un paio di azioni dopo un fallo ancora più idiota su tiro da 3 da 9 metri. Ecco, queste sono le cose che contano veramente non le statistiche di legabasket. Come l’erroraccio difensivo di Bramos su rimessa dal fondo a 1 seconda dai 24…però, e io non l’ho visto, Denik lo panchini subito!
    Mi piacerebbe sentire WDR incazzarsi verso i suoi giocatori in conferenza stampa ma o la Reyer non glielo permette oppure non ne ha le palle.
    Il suo caro amico Allegri non si fa problemi a panchinare Dybala per esempio…

  71. Nanevianello, nessuna, nessunissima, induzione al suicidio!!!! Anzi lunga vita. Copeve è l’urlo di battaglia di Veart. Sì è vero, non sono quel tipo di tifoso mummificato che teorizza su un campo ri gioco. Logica e strategia la tengo per altro, la passione la porto a palazzo e sul blog.

    DURI I BANCHI che batteremo anche le cassandre saputelle!

  72. Dado

    Paolo, Rast, ok scusate.

    Rab, Roberto C, Washington sta avendo via via fiducia in campo e sta giocando facendo proporzionalemente anche bene.. Rab, quindi la tua proposta e’ di far giocare più Washington (che sta già comunque giocando) e panchinare Daye per Vidmar, a prescindere dalla differenza di Ruolo?

    Per chi non ne puo’ Più di Daye, mi aiutate a capire in una partita come quella di ieri chi poteva fare meglio, o ‘penalizzarci’ meno nel roster che abbiamo? (e che non era gia’ In campo.. tipo Washington e Bramos).

  73. Non lo sanno, almeno non descrivendolo in meno di 15.000 battute.

  74. ganciocielo70

    Pare che Washington si sia infortunato,forse e’per quello che non ha giocato di più…e forse non doveva neanche giocare…

  75. AUSU ROMANO AERE VENETO

    13 gennaio, 2019 alle ore 15:53

    RICK DARNELL
    Rast , Avellino finché c era Cole era forte ma perdeva ……. andato via Cole si è indebolita ma ha iniziato una striscia di vittorie . Quindi ? Se il giocatore è forte ma mina gli equilibri e soprattutto lo spirito della squadra , allora io rinuncio al giocatore forte e punto a ricompattare la squadra .

  76. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Un contributo alla discussione:http://www.claudiopea.it/

  77. askluca

    ok via Daye e adesso?

  78. Dado, non hanno la risposta, non hanno visto la partita, hanno guardato solo quella di Daye.

  79. AcquaAlta

    Buonasera a tutti, scrivo per la prima volta, dopo avere sempre seguito il blog.a mio modesto parere Daye e’ rimasto a Brescia per stare assieme al suo amico Marco Ceron, che considera un “fratellino”…Poi, la squadra all’inizio mi sembrava costruita cercando di ricalcare quella dello scudetto, cioe’ Vidmar per Batista, Stone di nuovo,Washington per Ejim(che chiedeva troppo) ,Daye per Pero, Giuri per Filloy, con Watt per Ortner, e panca lunga, quindi spendendo Molto di piu’, e destinando il secondo budget piu’ alto della Serie A, con distacco…

  80. paolog

    Forse Pea fa parte dei cattivi del blog…

  81. ve66art

    Non meritate un giocatore come daye! Abbiate pazienza….arriverà

  82. RICK DARNELL

    Chi difende daye a spada tratta vada a rivedere la penultima azione della reyer quella in cui daye porta un blocco fatto malissimo . Li si vede cosa ha in testa daye e quanto male fa alla squadra . Tonut portava palla e chiede un blocco a daye che invece si allontana e chiede palla perché da prima donna voleva lui quel pallone . Passano i secondi e tonut chiede ancora blocco questa volta in maniera più decisa e daye scocciato dalla situazione porta quel blocco sciagurato che sembra più una protesta contro tonut che un aiuto ad un compagno in un momento decisivo . Il potenziale offensivo di daye non lo discuto ma la testa è inguaribile e la difesa inguardabile . Leggete L articolo di Pea segnalato da Ausu. Se la foto è vera abbiamo in altra prova che nella testa di dsye ci sono molto poco il gruppo e il bene della squadra .
    E se L infortunio di Washington fosse importante saremo costretti a tenerci dsye .

  83. Rick, come precedentemente ha scritto Acqua Alta, è risaputo che Daye e Ceron sono grandi amici,probabilmente avrà avuto il permesso dal coach o chi per esso.

  84. Mancavano i neretti poco fluenti di Pea….. e la cacca da mangiare aumenta ad ogni commento…

  85. Dado

    Rick, e tutti i demolitori di Daye e di WDR (per farlo giocare).
    A parte le considerazioni che possono essere anche condivisibili.. 5 giocatori li dobbiamo mettere in campo giusto? Domenica.. Fuori Daye.. dentro chi?
    Datemi un’alternativa, un quintetto senza Daye che può far meglio di quello che e’ stato con lui in campo (sulla base di domenica e del roster che abbiamo).

    Ripeto di Daye non mi interessa molto, ma mi metto nei panni di WDR e in generale della nostra squadra, che quintetto avremmo fatto giocare domenica allora?

  86. Nitran-go

    Fa.ga, ecco qui la mia risposta. Dado, credo che con me ti sia confuso, per non sbagliare mi sono riletto i miei post. Puoi cancellare anche me da quella lista.

  87. Nitran-go

    Fu.ga

  88. Nanevianello

    Quindi chi come il sottoscritto ( e diversi altri sul blog ) ipotizzava un ” male ” non proprio oscuro all’interno dello spogliatoio, non era poi lontano dalla realtà.
    Invece di prendersela con i ” neretti ” di Pea ( che fa il suo lavoro ) chiedersi piuttosto come si è arrivati a questa situazione. Come ha potuto ” incancrenirsi ” fino a diventare visibile, persino dal televisore .
    La speranza non deve essere che questo o quello si riprendano, per effetto di qualche improbabile magia . La speranza è che la società riprenda in mano la situazione. Con saggezza e forza . Se Pea ha ragione ( e visto che si tratta di un giornalista di buona reputazione non vedo perchè dubitarne ) si è scherzato e si sta scherzando con il fuoco .

  89. ve66art

    A benon! Uno va a cena in compagnia degli avversari e subito a gridare al tradimento senza neppure chiedersi il perché ci sia andato, addombrando in aggiunta un’ipotetica fuga senza permesso. Che miseria fioi….!

    Daye parte da mestre in pullman e torna a piedi! A no…torna in treno! O forse torna in auto! Si…torna con un’auto a noleggio! Giusto, un’auto a noleggio! O forse è partito con la sua auto perché sapeva che dopo si sarebbe fermato….boh…va a capire come è tornato a casa sto omo! Mistero buffo…

    Che miseria fioi….femene zitelle….

    Ps non discuto il fatto che daye giochi male, ci manchetebbe, discuto altresì la facilità con la quale “si taglia e si cuce” e la facilità con la quale si giudica il carattere di una persona!

  90. ve66art

    Daye come il Giona di Melville!

  91. gian

    Ve66art grazie, quando leggo te mi sento meglio perché quasi (alcuni sono come noi positivi) tutto il blog mi aveva costretto a prendere un antivomito.
    Sono infastidito dai sostenitori (?????) di questa squadra che ci ha dato soddisfazioni e ancora ne darà. Chiedo ancora di smetterla e di sostenere i ragazzi.

  92. RICK DARNELL

    Dado preciso che daye mi ha stancato ma che MAI e poi mai ho scritto una parola contro wdr di cui ho massima fiducia.
    Hai commentato solo una piccola parte del mio post . Non ho letto niente in merito al comportamento di daye nella penultima azione . Tutto documentato dai fatti .
    Essere amico di Ceron va benissimo ma ci sono momenti in cui il dovere professionale supera i piaceri e ke amicizie . Non è L essere andato a cena con Brescia che stona . È il non essere coi compagni che non va bene . È il fare tardi la sera sapendo che domenica c è allenamento e che martedì si gioca a Tenerife che dimostra la scarsa fiscalizzazione del momento,

  93. ve66art

    Grazie Gian!
    Vedi, non è la critica alla squadra o ai singoli che mi da’ noia, bensì i giudizi sommari e le categorizzazioni.
    Cmq di positivi ultimamente ce ne sono qui dentro….

  94. Pelluto66

    con ve66art sempre…ovvero con la pallacanestro..saluti

  95. Pelluto66

    sono andato a leggermi il Blog di Pea, cosa che faccio spesso, ma oggi in ritardo…premetto che stimo Pea, grande conoscitore non solo di pallacanestro ma di Sport in generale, e aggiungo che almeno il 90% delle volte sono assolutamente in linea con lui ( a volte di parte perche’ anch’io juventino..).tanti anni fa’ quando giocavo l’ho conosciuto personalmente e da subito mi affascino’ la sua ironia saccente che sfociava quasi in arroganza…
    Questa volta pero’ su Daye e sull’articolo da lui pubblicato dissento in toto, perche’ mette alla gogna Austin senza sapere il reale motivo del perche’ si sia fermato a cena con i colleghi di Brescia ne se ( come sicuramente e’) sia stato autorizzato scientemente dalla Societa’..in questo articolo ci trovo la voglia di cavalcare l’onda anti-Daye, quasi il giocatore fosse l’unico responsabile di un momento della stagione( e sottolineo MOMENTO..) dove le cose non girano cosi’ come la squadra ha abituato tutti negli ultimi anni..forse il ragazzo e’ uno che con i giornalisti fa’ poco l’amico e con i tifosi si comporta in maniera non troppo istriona.. non lo so..fatto sta’ che invecchiando qualche toppa la si prende e il pur mitico Pea stavolta ha fatto un articolo fuori dalla sue grandi capacita’, semplicemente populista e banale..termino dicendo che se sapesse chi sono mi liquiderebbe con:”..par forsa ti geri come iu e anca pezo de Austin…”..

  96. Pelluto66

    …ovviamente mi riferivo al fatto di essere stato caratterialmente simile ad Austin , non per la classe ed il talento..

  97. Nitran-go

    Comunque, giusto perché la campane sono belle e sono diverse, perché c’è libertà di percepire e interpretare i loro suoni, riporto il titolo dell’articolo uscito ieri sul Gazzettino, che molti avranno visto, non scritto da Babato né da Garbisa: “Tonut e Daye da applausi.”
    Sempre a proposito del giocatore più chiacchierato in questo momento, nell’ipotesi, che non mi auguro, di un suo taglio, non baderò a spese per dare contro a tutti quelli che adesso gli danno contro e magari scriveranno robe tipo “grazie Austin, ti auguriamo il meglio.”

  98. paolog

    Pelluto si discute dell’ opportunità del gesto non del fatto che sia stato o meno autorizzato.
    Va bene che il basket non è il calcio ma immagina se dopo un Juve Inter 2-0 Icardi viene beccato a far festa con i giocatori bianconeri…titoloni sui giornali, scandalo. Qua non siamo a quegli eccessi ma permettimi di dire che se la poteva risparmiare. Non e’ populismo è questione di intelligenza e rispetto per compagni e Società. Poi se anche un fine e dissacrante conoscitore del basket come Pea non può permettersi di criticare, peraltro garbatamente e ironicamente,Day senza che alcuni di voi subito lo critichino..beh francamente vien da sorridere.

  99. Paolo Miro

    Bagigio…forse sarà anche lo stesso se la SQUADRA Reyer non si ricompatta affrontard alle F8 Cremona o Sassari, ma intanto, a causa della sciagurata partita di Carese che si è fatta battere (apposta?) in casa da Bologna (che dopo la sconfitta intena e immeritata di Teieste contro Milano aveva ugualmente il pass per la Coppa Italia pur perdendo) Sassari ce la becchiamo noi (con fli annessi e i connessi e con rischio per le coronarie di Nitran-go ;-D ) e Cremona se la beccano proprio i Varesotti. Fate qualche anatema per favore che di sta maledizione sono stufo.

  100. Paolo Miro

    Paolog…..però stava bene Daye mi pare in compagnia delle leonesse. Ahahahahahah!!

  101. Nitran-go

    Le mie coronarie sono al sicuro, Paolo. Mi bastava evitare Carese.

  102. Paolo Miro

    Eeeeh! Dai pignoeo. Par na C invesse che na V!

  103. Paolo Miro

    Caeese ormai ti la trovi soeo se arivemo in Final e se ea fa fora prima Cremona e po’ Milan… Tsè tsè!

  104. Paolo Miro

    Stavolta l’errore di digitatura era voluto 😉

  105. Paolo Miro

    Comunque Nitran se ti dovessi malauguratamente (e no spiego el perché che portaa sfiga) trasformarte in “Fabrizio 2 la vendetta” avvertine par tempo che se preparemo. Ahahahahahah!

  106. norm nixon

    Tanto per fare chiarezza tecnica deontologica. Quello di pea è un blog satirico. E ci sta. I giornali sono un’altra cosa. E quindi i discorsi da fare sono dversi.
    Nitran…esatto. Ma oggi i contenuti sul gazzettino sono chiari….a differenza di domenica. Non so se mi sono spiegato.Ed è stato dato ampio spazio anche ai tifosi.

  107. Nitran-go

    Infatti, quello di domenica era un articolo di redazione, non firmato, forse da Brescia. Nessuno dei nostri giornalisti parla mai dei “veneti”. Confermi Norm?

  108. Paolo Miro

    Cos’è….hanno ritrattato?

  109. Pelluto66

    Paolog di quella foto l’unica cosa che mi fa’ piacere, e noto, e’ Ceron( mi sembra lui e non un fotomontaggio), sereno e sorridente..
    per me la maggior parte o tutti possono continuare a criticare Daye, a pretendere il taglio di Daye, ad eleggere a capro espiatorio Daye etc etc…non sono io che devo e meno fare l’Avvocato difensore..pero’ chiedo: come hanno e stanno giocando Bramos, Haynes e da qualche partita anche Watt?…allora o la pallacanestro e’ SEMPRE uno sport di squadra, oppure non lo e’ MAI…che Daye possa e debba fare di piu’ non ci piove, pero’ credetemi , prendersela con lui come radice di tutti i mali Reyer , vuol dire, in generale ,non sapere cos’e’ lo sport di squadra..

  110. Paolo Miro

    Satirico? Ridendo Bertoldo se confessava….

  111. Rab.

    Bramos? Criticare Bramos, ecco, quello sì equivale a una bestemmia.

  112. Paolo Miro

    Pelluto…..A questo proposito Sarei curioso di sapere come sta reagendo LA SQUADRA a queste chiamiamole così bizzarrie. Anche se come dici tu chi è senza peccato scagli la prima pietra

  113. norm nixon

    Paolo…quegli articoli (cronaca e pagelle) provenivano da giornalisti bresciani…direi mediamente incompetenti considerando il mio punto di vista. Ripeto il mio punto di vista. Perchè non ho la verità in tasca. Non è ammissibile che un professionista competente dia 7 in pagella a Daye quando il suo uomo ha fatto il bello e cattivo tempo per l’intero match, senza contare le nefandezze compiute nei momenti chiave tra cui il doloroso siparietto con Tonut che chiedeva invano di ricevere un blocco semplice e fatto come si deve. Detto questo io su Daye mi tengo la mia opinione che è molto più possibilista di quella di tanti altri qua dentro. E quindi non la ripeterò. Ma quel 7 in pagella fa ridere. Come fa ridere il 5 dato ad Haynes che meritava 3 senza se e senza ma. Ma ripeto, non ho la verità in tasca. Questo è solo il mio punto di vista.

  114. Paolo Miro

    Norm….dipende da COSA dai per possibile.
    Ahahahahahah!

  115. norm nixon

    Paolo…che si confessi ridendo o meno, quello di Claudio è un blog satirico e va bene così. Può stare sulle “palle”, a volte corre veramente sul filo della scorrettezza, a volte la supera, ma ognuno a questo mondo come sempre si prende le proprie responsabilità..di ciò che dice e di ciò che scrive. Claudio è grandicello e sa cosa fa.

  116. Paolo, ok Carese ma come la mettiamo con Teiste?.

  117. #IosonoconPelluto.com (cussi fasso contento norm).

  118. norm nixon

    Quel che più mi fa sorridere è che finalmente Claudio abbia trovato la forza per fare una critica ad Haynes visto che per lui tutti coloro che hanno vestito in passato la casacca di Siena (tipo Haynes, Ress o Pianigiani) non sono intoccabili ma…quasi. E questo perchè Claudio per un periodo ha lavorato per Siena. Perchè le cose bisogna saperle tutte quando si legge un articolo….specie quelli di Claudio.

  119. NewBobolix

    La Dinamo Banco di Sardegna è lieta di annunciare l’arrivo tra le file biancoblu dell’atleta Tyrus McGee.
    Fonte PianetaBasket

  120. Paolo Miro

    Mannaggialipeperoni!!!! Acciderbaccolina!!!

  121. RICK DARNELL

    Pelluto è proprio perché il Basket è uno sport di squadra che se un giocatore non la butta mai dentro , non difende , non sta con la squadra nei momenti di difficoltà e soprattutto pretende la palla e non aiuta tonut nella penultima azione , che anche i compagni di squadra si disorientano e lo spirito di gruppo vacilla !
    Se hai giocato lo sai bene !
    Quando un compagno gioca più di me , tira più di me , ma non la butta mai dentro ……e questo accade da più di un mese , permetterai che un po’ mi girano i c……. e perdo qualche colpo ….. io che invece mi sbatto in difesa , recupero sul tuo uomo che ti salta ogni volta e tiro un quarto delle volte che tiri tu nonostante io abbia delle % ottime e tu penose !!!!!!!!!

  122. Paolo Miro

    I lo ga comprà fiusto im tempo pae faelo zogar contro de nialtri. Come diseva Giacomo Poretti:”bastardiiii!!” ;-D

  123. Pelluto66

    Norm so’ molto bene che Pea ha lavorato con Siena..motivo per cui attacca , con cognizione , quel “simpaticone” di Tranquillo, giusto per aggiungerne una..io Pea lo ritengo un giornalista non un mero Bloggista,ed anche molto competente, e ripeto non solo di basket..qui mi e’ parso cavalcare uno slogan che va’ di moda, ma per il resto w Pea e w Mexico..

  124. Paolo Miro

    CON o SENZA nuvoe? 😀

  125. norm nixon

    Pelluto…Claudio ha lavorato per una vita al Giorno con la qualifica di inviato nel momento migliore in assoluto per la stampa, nel senso che allora non c’era internet e il potere in mano ai giornalisti era molto forte. Detto questo di cazzate ne ha scritte e ne scrive anche lui come tutti. Però ripeto..il blog è il blog….il giornale è il giornale. Sono due cose e concetti completamente diversi…distinti e separati. Non vanno tecnicamente mescolati.

  126. norm nixon

    Comunque tornando al basket giocato, come sempre ho atteso che il solito scontro tra i pro e i contro Daye si esaurisse. Ora c’è da fare i conti anche con il nuovo infortunio di Washington la cui entità non è ancora ben chiara. Io ho la sensazione che stavolta la Reyer si sia presa un giocatore già logorato fisicamente anche se tutti gli esami svolti avevano comunque evidenziato una situazione nella normalità. Avevo già avuto modo di dirlo e scriverlo….il mio dubbio su Washington riguardava la sua età in relazione alle sue caratteristiche, nel senso che Deron ha sempre costruito il suo basket solo o quasi sull’esplosività dei suoi garretti e quindi nel momento in cui ti vengono a mancare le gambe..beh diventi un giocatore perso o quasi. Ora non credo, alla luce del nuovo infortunio, che Washington possa diventare un giocatore funzionale al sistema-Reyer soprattutto in chiave difensiva dove le giunture sono messe a dura prova. E quindi in prospettiva non mi stupirei se la società decidesse di correre ai ripari.

  127. Nitran ?

  128. giama29

    La foto di Daye con i Bresciani taglierà la testa al toro. Se non ci saranno provvedimenti vuol dire che il giocatore gode della totale fiducia della dirigenza e tutto si è svolto con la massima trasparenza e Daye continuerà a essere un giocatore della Reyer fino alla fine della stagione, altrimenti non credo potrebbe essere perdonato visto il suo rendimento. I miei dubbi su di lui a prescindere dalle prestazioni riguardano il suo rapporto con i compagni di squadra. La sensazione é
    che più di qualcuno ne abbia piene le scatole dei suoi atteggiamenti. Il successo di una stagione nasce dalla fiducia allenatore/squadra e dalla coesione del gruppo. In questo momento mi sembra che manchino ambedue. Resto dell’idea che in campo deve giocare chi dimostra di metterci cuore e testa. Una bella vittoria a Tenerife rimetterebbe tutto a posto, ma mi sembra di parlare di fantabasket in questo momento.

  129. dani49

    Volevo innanzitutto fare i complimenti a Nanevianello per i suoi post sempre attenti, competenti e soprattutto obiettivi, cosa che purtroppo non è da tutti ( e qui mi aspetto i soliti copeve, vomitevole, va in pension e quant’altro). Mi preme invece segnalare un episodio che essendo esattamente dietro la panchina, ho potuto vivere in diretta: durante un minuto di sospensione Wdr chiama a raccolta i giocatori e tenta di spiegare lo schema, ma 2 di loro, Bramos e Stone, se ne strafregano continuando a scherzare tra di loro. Ora per me Bramos è un giocatore che impersona su di se il massimo della serietà, del professionismo e vorrei che tutti fossero come lui, ma proprio per questo mi chiedo come sia possibile che uno come lui si disinteressi di ciò che dice il coach , tanto più mentre la squadra sta perdendo? Episodio?Speriamo. Un saluto a tutti anche da Gabriele “Nane”Vianello, il grande, che ho l’onore di frequentare.

  130. Nanevianello

    Ringrazio Dani49 per le cortesi parole. E ricambio i saluti che attraverso Dani ci ha fatti avere il grande Gabriele, giocatore e sportivo eccezionale.
    Non entro nuovamente nel merito della cose che sono state qui dette. Satirico o meno, a me pare che il discorso fatto da Pea sia stato ” complessivo ” . Inevitabilmente Daye è in primo piano perchè Daye è il giocatore dal quale dirigenza, tifosi e critica ( allenatore ? ) più si attendono .
    A me francamente che Daye resti a cena con i giocatori di Brescia e rientri in tarda serata non fa impressione. Me la fa che Pea scriva che WDR, non lo voleva, Daye ( dopo una stagione nel roster ) . Che lo ha voluto Casarin.Che lo spogliatoio non lo sopporta.
    Mi fa impressione sapere che Haynes sta per conto suo. E che in troppi si sarebbero ” montati ” .
    Questo è il male neppure ” oscuro ” ormai visibile. Statistiche o meno, percentuali o meno, voti o meno. L’episodio raccontato da Dani può avere tante spiegazioni. Sarebbe preoccupante se qualche giocatore percepisse WDR come ” disarcionato ” . Capita, può capitare se a qualcuno ( dirigenza o allenatore ) viene perdonato tutto. A differenza di altri, magari . Chi ha frequentato qualche spogliatoio lo sa.
    Dire queste cose non significa essere disfattisti. Qui tutti noi, quanti siamo, vogliamo bene alla Reyer. Abbiamo gioito per i suoi successi. Sappiamo quanto ” pesi ” Brugnaro per il futuro della società. Ma è profondamente sbagliato, a mio parere, mettersi il paraocchi e non vedere .
    Poi anche qui ci sono livelli differenti. C’è chi come Norm, ad esempio, che pur ingoiando amaro ( si capisce l’amarezza ) è lucido e spietato nell’analisi. E chi proprio non ce la fa a tentare una analisi di quello che sta accadendo.
    Passerà la nottata ? Certo che passerà. Servirà gridare anche ” Forza Reyer ” . Ma non basterà gridare, per farla passare ” la nottata ” . I problemi ( visibili ) sono tecnici. E ( probabilmente ) caratteriali .
    Non si fa il bene della squadra sparando a palle incatenate. Ma si fa peggio sbattendo polvere e altra roba sotto al tappeto . A mio modesto parere, ovviamente.

  131. norm nixon

    Ecco..questo è il momento in cui si calmano le acque…la meningi si raffreddano…e le pistole tornano nel fodero. Il classico spazio-temporale depurato dai veleni in attesa che si gonfi nuovamente la vena giugulare. Ancora qualche ore….e poi dopo il match di Tenerife…si riparte….e vai col liscio! Dopodichè aspetterò come sempre che la sparatoria tra le bandi rivali abbia fine.

  132. Poi diciamola tutta, a Pea che la Reyer sia dov’è gli dà tanto ma tanto fastidio… infatti non perde l’occasione per condividere quello che è normale spacciandolo per altro tradimento (high!) e corre a vedere altro. Altro che quest’anno non perde mai.

  133. high! era sigh!

  134. AVANTI REYER non l’avevo ancora detto!

  135. Il de profundis di Nanevianello mi pare abbastanza fuori luogo. Preferisco Reggiani.

  136. norm nixon

    Nane…..beh l’alternativa alla tua ultima riflessione ci sarebbe: in sostanza sbattersene le pa…fino ai playoff, senza per forza “sparare a palle incatenate o al contrario sbattendo polvere e altra roba sotto al tappeto” come scrivi tu. Io lo dico per esperienza…occorre sempre fare molta attenzione quando si fanno determinate riflessioni codificate a questo periodo della stagione. Perchè le variabili sono tante così come i margini per sistemare le cose. La storia della Reyer l’ha spesso insegnato e quindi…consiglio personale…tenetevi sempre “sinque schei de mona in scarsea” perchè i conti si fanno sempre alla fine. Magari, per carità, avrà ragione chi sta sparando a più non posso ma ripeto…i conti si fanno alla fine. Quindi gran calma.

  137. Paolo Miro

    Purtroppo. Si fanno alla fine. E tutto il resroto non conta un c….o 🙁

  138. Paolo Miro

    Il RESTO

  139. Paolo Miro

    Comunque Norm….Clint Eastwood, Thomas.Van Cleef.e Terence Hill ti aspettano con le.Colts 45 nei foderi 😀 😀 😀

  140. Paolo Miro

    Inutie che te specifica chi che i xé ovviamente…..

  141. norm nixon

    Bene…io di piombo me ne intendo.

  142. Norm, non se usa più, da tanto tempo.

  143. Paolo Miro

    Magari. Ne le pistole sì. Purtropo….

  144. ve66art

    Rast, dito tra mi e ti, col massimo rispetto, tra nane, Bepi, Paolog e Dani, femo un quartetto che se te o trovi per strada xe meio tocarse i zebedei e sercar alexmax per tocar fero!!!! Zio billy che pegoea, che tristezza inenarrabile….

  145. Dado

    Sommario Roster Attuale:

    Daye —> Pare non appaiano al momento alternative per sostituirlo, anche se molti lo vorrebbero fuori
    Washington: Sfibrato fisicamente (a impressione di Norm)
    Haynes: da 3 (a giudizio di Norm)
    Bramos e Stone —> che se ne strafregano in panchina (a detta di Dani49)
    Watt —> male da diverse partite (Pelluto66)
    Vidmar —> Solo Rab. Lo cita come potenziale alternativa a Daye.. per il resto praticamente non considerato

    Si sognano Ejim, Mcgee, (Bagigio) Batista…. ma sopratutto (e qui mi ci metto pure io) ORELIK.

    Diria che semo messi proprio BEN!
    FORZA REYER!!

  146. norm nixon

    Dado…andiamo per ordine. Washington: questa estate la Reyer ha rinunciato a Peric decidendo di fatto di non sostituirlo. Nel senso che al posto di un 3-4 muscolare (alla Ejim) ha deciso di prendersi Washington sostanzialmente per due motivi: il primo garantirsi un giocatore propedeutico al sistema difensivo abbracciato da De Raffaele e il secondo perchè con Washington teoricamente la Reyer andava a colmare quel ruolo di “go to guy” che Haynes non poteva garantire e in quel momento nemmeno Tonut che qualche mese fa rappresentava ancora un’incognita a livello fisico. In sostanza la Reyer questa estate ha deciso di rinunciare a un po’ di muscoli dentro e fuori dal “pitturato” in cambio di un giocatore, Washington appunto, che avrebbe dovuto garantirgli un paio di dimensioni importanti in difesa e nell’attacco del ferro contro difesa schierata. Bene, ora questo Washington non può garantire nè l’una nè l’altra semplicemente perchè le sue ginocchia sono quelle di un 33enne che ha sempre richiesto tanto, tantissimo alle proprie gambe e alle proprie giunture. E prima o poi gli anni ti presentano il conto. Diciamo che è stato un rischio prenderlo, per ora una scommessa persa. Per ora. Ma non è detto che più avanti….chissà. Bene, ora la reyer non potendo contare sull’esplosività di Washington per aprire la scatola contro difesa schierata nei giochi “uno contro uno” su chi può fare affidamento? Su Stone no (e infatti contro difesa schierata Julyan finisce per fare l’ala perchè non è un play di sistema ma da transizione), su Haynes no (e sono da anni stufo di ripetere il perchè), Daye ovviamente no e quindi rimane solo Tonut perchè il resto degli esterni italiani non ha sufficiente atletismo. E Tonut ovviamente non è che ogni volta possa accollarsi il peso degli attacchi contro difesa schierata. In poche parole guarda cosa sta costando alla Reyer il disagio fisico che sta attraversando Washington.
    Poi mi hai chiamato in causa anche per Haynes…bene. Da anni predico, evidentemente a vuoto, che Haynes è semplicemente una buona guardia. Per una partita che ti fa vincere..poi ne fa altre tre in cui incide pochissimo…poi ne arriva un’altra di buona e altre tre in cui incide pochissimo. La media è più o meno questa. Il problema è che nel basket moderno un giocatore come Haynes è un po’ un lusso perchè un esterno americano nel 2019 deve avere un’esplosività di base, la capacità di attaccare il ferro e un tiro solido. E non può limitarsi a costruire il suo fatturato solo o quasi al tiro in step-back tra l’altro con percentuali nel caso di Haynes non particolarmente esaltanti. Di buono è che è un serio professionista, piace da morire a De Raffaele e non crea mai casini. Che non è poco. Ma per quanto mi riguarda non basta. Chiaro, rimane un buon giocatore e la Reyer ha fatto bene a confermarlo ma in mente io avevo un altro giocatore. Ma va benissimo comunque così. Si fa per chiacchierare. La speranza? E’ che si sia tenuto il meglio per quando conterà e sarebbe il più bel regalo che potrebbe farci. Ripeto…i conti come sempre si fanno alla fine.

  147. Dado

    Norm.. ti ringrazio dell’interessante risposta.. e concordo… personalmente.. avrei sognato come esterno un Joe Ragland come quello contro di noi nelle semifinali scudetto ‘17, che ti bruciava in entrata tutti quanti, o un Culpepper dominatore con 2m di elevazione stile quello con Cantù dello scorso anno.. e invece chi ci arriva? Un Maques Green sfinito. Avrei sperato un 4 Muscolare stile Christian Burns dello scorso anno con Cantù (e parevano esserci quasi trattative..) e invece arriva Deron Washington, che pur piacendomi moltissimo.. pare però già in crisi… Avrei contato finalmente su di un centro di maggior presenza fisica e presenza sotto canestro, e invece ti arriva un Vidmar (e fin qui tutto bene) ma che si è imborghesito e a rimbalzo pare chiedere ‘ è permesso?’ e ‘mi scusi’. Che sia solo sfiga o attitudine? E poi senti che Pesaro, squadra che anche quest’anno è a bordo retrocessione ha però un Mockevicius che ti ha preso domenica 21 Rimbalzi (!) Contro Torino, di cui 10 in attacco (!) alcune partite fa 19, etc.. quando noi ne abbiamo presi 3 in tutto (in attacco) nelle ultime 2 partite (!).
    La frustrante impressione è che altre società con budget che sono pure una frazione del nostro si siano accaparrati giocatori capaci, combattivi e in ottimo stato di forma, e per cosa? Magari per neanche riuscire ad entrare nei play off. E Noi? Nonostante il budget abbiamo un roster che pare già stanco, confuso e sfiduciato.
    FORZA REYER COMUNQUE SEMPRE!!!

  148. dani49

    Concordo con Dado e Norm. Mi spiace per quelli che, a forza di grattarsi, resteranno in carne viva ( consiglio la Pasta di Fissan, anche se avendo un dottore in casa penso siano più competenti di me a riguardo…), ma io tifo Reyer fino ad uscire afono dal palazzetto ma, una volta fuori, non faccio finta di non vedere i problemi che ha questa squadra e lo scrivo. Certo non sta a me suggerire cosa o come fare ma se una cosa non va, non va e basta. Non sono un disfattista e non lo sarò mai, ma certo non sarò neanche mai come quei presunti tifosi che insultano gli avversari alla loro presentazione . Quello non è essere tifoso, ma qualcosa di diverso. Non sono un ultras.? Pazienza me ne farò una ragione. Mica tutti possono essere perfetti….

  149. paolog

    Dani lascia perdere è una battaglia persa. Qua criticare o non allinearsi non è ammesso. Io come te seguo la Reyer da quando ho 10 anni, sono nato a due passi dall’ Arsenale ho macinato chilometri in trasferta per tutti i Palazzetti d’Italia quando andarci poteva significare rogne..ho gioito e pianto per questa maglia figurati se mi importa leggere che sono disfattista. Ricorda che molti che scrivono qua e criticano chi critica seguivano il basket Mestre e se ipoteticamente un giorno tornasse in auge non esiterebbero a fare il salto della sponda….alla faccia del grande amore!

  150. Rab.

    Severo ma giusto paolog nelle ultime 2 righe del suo post, nel sottolineare una potenziale dinamica tifoiSea che in effetti non ho mai ben compreso… ma sono pareri personali.
    Su Daye e in generale sui singoli giocatori non mi sembra il caso di dividersi fra guelfi e ghibellini, ognuno pensa per sè, c’è chi come fabrizio porta pazienza per 0 partite, chi porta pazienza per un numero di partite tendenti ad infinito e chi invece sta nel mezzo.
    Al netto degli sfoghi momentanei poi, per quanto riguarda richieste poco urbane di tagli o dimissioni, per conto mio sono sempre fuori luogo, specie in questo spazio.
    Primo perchè la squadra è in ottima posizione in italia e europa, e perdere di 2 punti fuori casa contro squadra che lotta non è certo un disonore. Secondo perchè parliamo di professionisti e persone nell’ambito dello svolgimento del loro lavoro e occorre avere SEMPRE rispetto (provate a pensare alle stesse richieste rivolte verso di voi).

  151. Paolo Miro

    Temo (sottolineo temo) che abbiateragione Paolog e Rab… Purtroppo. E senza nessuna polemica. Ma credo che potrebbe avverarsi. Non è colpa di nessuno d’altronde. Quando Brugnaro ha fondato sta Società (chiamandola furbamente Venezia-Mestre) sotto sotto lo avrà tenuto in considerazione ma non c’erano altre vie: o si mangia sta minesrra o si salta dalla finesrra.

  152. Paolo Miro

    Vorrei però sempre senza nessuna polemica precisare una cosa non di poco rilievo : Brugnaro di dov’è? Teso di dov’è? Casarin di dov’è? Dove giocavano?
    Parlo dei fondarori o quasi di questa “nuova”Società.
    Non che me ne freghi molti ma è un dato di fatto.

  153. Paolo Miro

    Il leggere poi di uno che ha sparato a zero pochi secondi prima sulla Reyer e su uno dei suoi giocatori che ora va a vedere il basket Mestre mi ha solamente fatto venire un crampo allo stomaco. E non certo perché va a vedere la squadra di Mestre. Il che vuol dire chr QUESTA Reyer non sta effettivamente rappresentando entramne le realtà.
    Se così vogliamo chiamarle. Ma per alcuni si fa buon viso a “cattiva (?) sorte”. Salvo poi disperarsi quando (speriamo mai) non ci sarà più.

  154. Nitran-go

    Eh Dado, dici cose inquietanti che non mi sento di contestare. Ricordo solo una frase di Casarin detta occasionalmente a noi della curvetta. “Da quando siamo in A1 questo è il miglior gruppo dal punto di vista della coesione e dell’affiatamento.” Avete capito tutti che hanno era.

  155. Nitran-go

    E devo dire che mi trovo d’accordo anche con Dani e Paolog. Non è capitato spesso.

  156. giama29

    Ufficialmente il trend negativo della squadra sarebbe causato da un normale calo fisiologico. Un fatto del tutto normale che può capitare a qualsiasi squadra durante un campionato. Da quanto riportato su giornali e blog vari, invece, sembrerebbe ci siano problemi di spogliatoio e, forse, anche allenatore/squadra, che poi si ripercuotono sulle prestazioni. Quale delle due versioni sia la più vicina alla realtà lo scopriremo ben presto. Se le prestazioni di alcuni giocatori dovessero continuare a essere insufficienti, credo che qualcosa a marzo succederà a prescindere dall’infortunio di Washington.
    Sulla partita di questa sera con Tenerife, sulla carta è un match che dovremmo perdere con ampissimo margine perchè:
    – dovrebbe essere inutile (e sottolineo dovrebbe…) ai fini della qualificazione;
    – stiamo attraversando un periodo poco felice per calo fisiologico o squadra non più compatta per problemi di spogliatoio;
    – dovrebbero trovare maggior spazio i giocatori meno utilizzati per far recuperare energie fisiche e mentali a quelli più spremuti.
    Una vittoria, ma anche una sconfitta punto a punto, sarebbe la risposta più bella da parte della squadra e spazzerebbe via tante ipotesi e teoremi su quanto ci stia succedendo. Ma se dovesse succedere il contrario…

  157. ve66art

    @Paolog
    “Ricorda che molti che scrivono qua e criticano chi critica seguivano il basket Mestre e se ipoteticamente un giorno tornasse in auge non esiterebbero a fare il salto della sponda….alla faccia del grande amore!”

    Non so se morir dal rider o meterme pianser per la pochezza dell’affermazione!!!
    Ma che cazzo c’entra aver simpatizzato per il basket Mestre!
    Ma che provincialismo simil antropologico è questo…? Robe da mati!

  158. ve66art

    Mi rivolgo a Dani, Paolog, e agli altri “pessimisti” del blog.
    Ragazzi, senza offesa, ma la differenza tra l’approccio costruttivo di rast, di gian, di alex, di Nitran, di codroipo e di altri ancora, ed il vostro, perennemente orientato a sottolineare i deficit secondo un’antica e ormai superata tradizione semiotica negativa, è profondamente e visceralmente culturale. Vedete ragazzi, finchè non comprendete che paga molto di più far leva su ciò che è funzionale piuttosto che abbracciare la logica del disfattismo e del vittimismo meta-paranoico il cui unico obiettivo è rintracciare il “Giona” di turno, le nostre distanze rimarranno siderali. Ma in fondo va bene così…

    Norm ha ragione: questo blog è lo specchio della società!

  159. Nanevianello

    Beh : jettatore ( con rispetto, ci mancherebbe ), nessuno me lo aveva ancora detto. Ma c’è sempre una prima volta . Cercare di ragionare ? Tempo sprecato. C’è una passione che ” ragiona ” . E un tifo integralista che non sopporta non dico le critiche, ma neppure il più onesto dei ragionamenti .
    Il quadro tecnico lo ha ben fatto Norm. La realtà, a mio parere dice alcune cose. La prima : con tre sconfitte in campionato nelle ultime quattro, la Reyer sta vivendo il momento peggiore della sua stagione .
    La seconda : la Reyer è stata costruita non per vincere il titolo ma per arrivare il più avanti possibile in Europa nella coppa di riferimento, per disputare i play off, possibilmente per giocarsi la finale di Coppa Italia.
    Obiettivi ancora raggiungibili. Il problema è che visibilmente la Reyer ( anche quando ha vinto ) ha esibito un basket non convincente. Norm ha ben spiegato la genesi di queste incertezze .
    Mazzola, la conferma di Cerella, Giuri, De Niccolao, Biligha, Tonut fanno parte del lotto degli italiani da mettere in roster .
    La Reyer non ha problemi per colpa di Pea o di qualche altro giornalista. Evitiamo il ridicolo. Qualcuno di voi può escludere che i problemi evidienziati da Pea non ci siano ?
    Detto questo : forza Reyer . Un successo a Tenerife sarebbe un tonico .

  160. norm nixon

    Grazie Nane. Si appunto…mi trovi d’accordo sul fatto che le critiche vanno argomentate e non lanciate come faceva don chisciotte coi mulini a vento. Non serve a nulla prendersela con questo o quel giocatore se non si ha chiaro il contesto del disquisire. Le critiche ci stanno quando sono costruttive…e non dettate dalla rabbia. Capisco che non si può pretendere che tutti i tifosi siano popovich ma dico semplicemente che a volte bisognerebbe riflettere maggiormente e argomentare.

  161. norm nixon

    Il discorso di Mestre e Venezia non ha motivo di esistere concettualmente. A prescindere che tizio o caio abbiano in passato tifato per Mestre o Venezia l’unica verità è che il vero appassionato di basket che ha voglia di vedere basket è naturale che vada a vedere la realtà più vicina materialmente al luogo dove abita e nella fattispecie l’unica realtà ad altissimo livello si chiama Reyer. Bene, nel momento in cui l’ex tifoso del Mestre ma appassionato generalmente di basket ha iniziato a vedere con costanza la Reyer…è naturale che prima o poi si sia affezionato a quella squadra che magari venti o trenta anni prima detestava. E’ un percorso umano, naturale. Magari non è successo subito…ovvio ma dopo 2, 3, 4. 5 , 6 volte anche l’ex tifoso del Mestre ha iniziato a fare della Reyer la sua squadra. Chi è invece che non ragiona così? Semplice, il tifoso becero che non è sufficientemente appassionato di basket e che quindi mette il tifo davanti alla volontà di vedere del basket ad alto livello perchè in definitiva non lo ama in maniera profonda.

  162. Paolo Miro

    Nane….volevo in qualche modo argomentare il tuo intervento e inizio dal motivo n.2: “la Reyer è stata costruita non per vincere il titolo ma per arrivare il più avanti possibile in Europa nella coppa di riferimento, per disputare i play off, possibilmente per giocarsi la finale di Coppa Italia”.
    Questo (anzi questi) sono gli stessi identico obiettivi che ci si era posti nel magico 2017 e sappiamo bene che sui primi 2 si è andati ben oltre conquistando Scudetto e Finals 4; non così purtroppo si può dire per la Coppa Italia; perciò, come dimostra il manteninenti del logo dello scudetto sul mio profilo, io nutro molto ottimismo.
    Punto 1: “con tre sconfitte in campionato nelle ultime quattro, la Reyer sta vivendo il momento peggiore della sua stagione”.
    Qui non sono d’accordo. Perché ciò si sta sistematicamentr ripetendo ad OGNI stagione e chissà perché OGNI anno sembra che sia una novità e ci si scandalizza adducendo OGNI volta motivazionj differenti.
    Mentre invece fa parte, come ho già espresso, di una lqualif perversa dettata dalla flessione di rendimento dei giocatori cardine nella parte centrale della stagione che inevitabilmente (non disponendo di trascinatori alternativi) involvono anche gli altri del gruppo (Daye compreso che tutto è fuorché un trascinatore), con la “piccola” ma non trascurabile differenza che l’anno scorso (per non retrocedere eccessivamente coi confronti) questa flessione ci costò l’esclusione dalla qualificazione agli ottavi di Champions e l’ulteriore eliminazione al primo turno dalla Coppa Italia. 2 cose che quest’anno secondo me non accadranno e da qui ripartirà la riscossa!!!
    Concludo con una nota su Pea e sul suo articolo di cui condivido solamente il parere sul comportamento non professionale di Daye fuori dal parquet che in ogni caso ha diritto di giudicare solamente lo staff Tecnico Reyer a che se da un professionista di tal levatura ci si potrebbe giustamente attendere un esempio di altra fattura: Pea si è presa (perché nessuno gliel’ha concessa) la libertà di sparare a zero (camuffandola per bordata a salve) per poi concludere che “per consolarsi” finiva la serata in un modo a sua detta più soddisfacente, andando a vedere il “suo” Basket Mestre. E allora che cacchio te ne frega delle sorti della Reyer?!? Proprio vero che quando un giornalista non ha più nulla di valido da argomentare va alla ricerca dei peli nell’uovo per far ancora parlare di sè.

  163. Paolo Miro

    Norm…ti dò atto di ciò che hai scritto.
    Anche io fin dall’inizio non mi identificavo con questa Società (nota bene che ho scritto Società e non squadra) perché avevo ancora negli occhi e nella mente quella di Venezia per la quale ho collaborato frequentemente e con buoni rapporti e soddisfazioni e stentavo a riconoscermi con questa con tutte persone nuove che con la Reyer Veneziana avevano poco a che fare (bontà loro).
    Poi ho dovuto riconoscere che la passione, la competenza e soprattutto la determinazione di costruire sulle ceneri del passato qualcosa di nuovo e non per forza confrontabile o in competizione con le gloriose compagini degli anni ’80 ne facevano un gruppo degno di esser seguito ed appoggiato. Purtroppo non sono stato ben compreso e anzi sono stato boicottato in questo mio tentativo di collaborazione che comunque non mi ha impedito di continuar a sostenere i nuovi colori oro-granata.
    Tutto ciò per dirti che, al di là della passione per il basket che individualmente ognuno può più o meno possedere, la passione per QUESTA Reyer va soggettivamente individuata e assimilata. Non basta andar a vedere la partita come se fosse unp spettacolo di alto livello alla pari di come si andrebbe a vedere un concerto dei Genesis! Se io vado a vedere i Genesis perché nel circondario a quel livello non c’è altro, ma nel mio subxonscio so che non mi piace la loro musica il mio giudizio sarà che sono bravi ma le mie sensazioni rimarranno dj insoddisfazione.
    Approvo, mi spiace per VEArt66, quanto ha detto Paolog.
    Non pee il fatto che uno possa aver tifato Reyer Venezia o Basket Mestre 30 anni fa, ma perché non basta infervorarsi davanti ad un bello spettacolo di basket di Serie A ma offerto da una squadra in cui ci si riconosce perché non c’è altro al pari livello se, appena se ne potesse avere la possibilità, si potesse andar a vedere lo stesso spettacolo però offerto dalla squadra in cui ci si identifica veramente. Perché è questo che voleva intendere Paolog che non ritengo sia paragonabile con la figura di mero “tifoso becero”, né tutti quelli che in passato come lui hanno tifato con sincerità Reyer Venezia

  164. Paolo Miro

    E prima che tu mi risponda dico: auspico e spero che il Basket Mestre ritorni in auge (come ha detto Paolog) così ritorneremo anche a “romperse i corni”! Ahahahahah! Detto non da tifoso “becero” ma da appassionato.
    Forza Reyer!!!

  165. RICK DARNELL

    Paolo miro una precisazione .
    Brugnaro non ha furbescamente chiamato Reyer Venezia Mestre . Brugnaro ha acquistato la reyer femminile e i diritti della serie B ai Bears Mestre ed è da questa duplice acquisizione che è nata la Reyer Venezia Mestre .
    Io sono mestrino , tifavo superga e ancora prima fluobrene , ma dopo 15 anni di totale deserto di basket mi sono immediatamente innamorato di questa Reyer forse per fame arretrata di basket forse perché al Taliercio ho ritrovato incurva tantissimi amici di 15 anni prima sia di sponda reyer che Mestre.
    Osservo con simpatia i risultati del basket Mestre come molti fanno ma da qui a dire che risalterò la staccionata in caso dì irrealistiche promozioni del mestre….. ce ne passa .
    I mestrini che non hanno maturato la nuova dimensione del basket lagunare sono molti e tutt’ora non amano la reyer . Vengono a vedere due partite all anno ed effettivamente criticano di continuo . Questi non vedono L ora di riavere Mestre in serie A. Mischiare questi ai tantissimi mestrini che soffrono e gioiscono per la reyer è ingeneroso perché le mie lacrime sono uguali a quelle dei veneziani puri.

    Io ho criticato daye in questo blog . Non mi piace il suo atteggiamento. E non mi piace lo scarso impegno in difesa anche se mi faceva impazzire quando la buttava dentro. Se devo fare un bilancio , preferisco un giocatore meno estroso più muscolare e più difensivo.
    Le tante critiche che leggo e le tante critiche alle critiche nascono dalla stessa matrice e cioè che tutti vorremmo il meglio x la reyer .
    Poi ciascuno reagisce in modo personale . Quando vedo una persona cara che sbaglia parlo chiarisco spiego e spesso la verità fa male . Altri ingoiano il rospo. Continuano a vedere positività dove io non la vedo e nascondono la polvere sotto il tappeto come scrive Nanevianello.
    Comunque è sempre duri i banchi

  166. GASPARONI GIORGIO

    Tanto per interrompere il nobile tenzone tra guelfi e ghibellini, bianchi e neri, Mazzola e Rivera, mestrini e veneziani, ottimisti e pessimisti, chiedo se Washington gioca stasera perché nei video postati ieri dalla Reyer a Tenerife si stava allenando con i compagni.

  167. norm nixon

    Paolo…il mio ragionamento esula che si chiami Reyer, Mestre o Canicattì. L’appassionato di basket, il vero appassionato che ha “necessità” di vedere basket a buon livello…andrà sempre e comunque a vedere la realtà che alberga più vicina e questo a prescindere se 20 o 30 anni fa era tifoso del Mestre…della reyer…del canicattì o del Cicì Cucù. La prima volta che va a vedere una partita della Reyer perchè gioca in serie A non la va a vedere perchè gioca la reyer…ma perchè semplicemente il prodotto proposto è basket ad alto livello. Poi, ripeto…alla lunga è normale che si affezioni a quella squadra e questo a prescindere che si chiami Reyer, Mestre o Canicattì. Adesso c’è solo la Reyer ad alto livello? Sì! E allora l’appassionato di basket, quello vero, va al palasport a vedersi il suo bel match di serie A. Stop. Faccio un esempio. Un mio caro amico quando il Basket Club Mestre è sceso di varie categorie, si è fatto l’abbonamento per la benetton e ogni domenica seguiva la Benetton. Questo perchè la Benetton in quel momento era la realtà più vicina per vedere basket di alto livello. Frega un caz…se Treviso era odiata! L’importante per il mio amico e per tanti altri come lui era vedere basket di alto livello. Poi è chiaro che se uno va a vedere 1,2,3,4..5…10…20 partite della Benetton poi alla fine si affeziona alla Benetton e questo a prescindere da ciò che tifava prima. Mi sembra normale. Cioè prima deve venire la passione per il basket e poi il tifo per una squadra. Invece i tifosi beceri invertono i fattori perchè del basket in fondo in fondo gli frega nulla o poco. E quindi in loro prevale il tifo a prescindere.

  168. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Per norm nixon: Quando tre anni fa, di questo periodo, scrivevo, qua dentro, che da appassionato di basket, andavo normalmente all’Arsenale e al Taliercio a vedere tutte le partite della Reyer e della Superga, qualcuno mi fece notare che era impossibile una cosa del genere ed anzi erano affermazioni probabilmente dovute alle abbondanti libagioni di quel periodo natalizio. Ora noto con piacere che: Chi è invece che non ragiona così? Semplice, il tifoso becero che non è sufficientemente appassionato di basket e che quindi mette il tifo davanti alla volontà di vedere del basket ad alto livello perchè in definitiva non lo ama in maniera profonda. Forza Grande Reyer. Ciao alexmax.

  169. norm nixon

    Ausu…giusto. Almeno per me. Poi che ognuno la pensi come vuole.

  170. RICK DARNELL

    Ausu e norm condivido tutto

  171. Paolo Miro

    Rick Darnell….mi dispiaxe.se ho toccato la tua sensibilità. Lungi da me mischiare chicchessia.
    Capisco che ai tifosi mestrini innamoratisi di questa Reyer sia capitato più o meno ciò che è capitato me veneziano doc ma il sospetto di Paolog o la provocazione se vogliamo è lecita. Pur se punzecchiante. Perché finché la squadra veleggia bene e non c’è altro di meglio è fin troppo facile dato che secondo me Brugnaro nella sua “operazione” ha accontentato di certo più i veneziani che i Mestrini. Ammettilo. Ciò non toglie che si possa “per amore del basket” continuare a “preferire” di vedere questa squadra. E stasera tifiamo tutti assieme per lei.

  172. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Scusa norm, non voglio essere polemico, ma non ricordi…. su dai, quel qualcuno eri tu.. Ciao.

  173. norm nixon

    Ausu….no no calma, non voltiamo la frittata. Se esistono due realtà parallele, vicine, è chiaro che uno tifa per una e va comunque a vedere anche l’altra perchè è appassionato di basket. Ma la sua squadra del cuore è sempre una. Non è che tifa per tutte e due! Il mio ragionamento vale nel caso in cui ci sia solo una realtà!!! Ovvio, mi sembra logico. Non facciamo i furbi dai..che ci siamo capiti.

  174. paolog

    Norm sarò becero ma anche se andassi tutte le Domeniche a vedere Treviso Basket non mi appassionerei per loro e sono uno che seguiva il basket dai tempi di telecapodistria e tifava Cibona Zagabria…non un ultras. Poi ognuno si appassiona per ciò che vuole ma..mejo un film porno piuttosto..

  175. norm nixon

    E se tu nel 1980 andavi a vedere la Superga e la Carrera e tifavi per entrambe..te lo ripeto anche adesso: eri un caso singolarissimo!!!!

  176. norm nixon

    paolog….mai dire, mai immaginare..se prima non provi. Immaginare è una cosa, provare è un’altra. Anche il mio amico non avrebbe mai immaginato di affezionarsi alla squadra che odiava…e invece col tempo è successo. E’ umano.

  177. Paolo Miro

    Norm…ok. Consentimi peròdi affermare chd.secondo me un vero appassionato di pallacanestro non lo dimostra.solo andando a vedere la Serie A e/o l’Eurolega, ma anche e soprattutto seguendo pure le partite delle.giovanili o qualsiasi altro che venga offerto nel circondario perché se ne nutre. Non voglio dire che.TU non lo faccia. Ma tu semmai. E pochi altri.
    E qui torniamo alla perpetua paranoia sul come mai al palasport non vi sia ststo il ricambio generazionale.
    Ma questo non c’entra niente sullo preferire di vedere partite della Superga anziché della Benetton.

  178. norm nixon

    Alla fine prevale l’amore per il basket e se quell’amore può essere vissuto solo andando a vedere quella squadra…perchè in quel momento ce n’è solo una nel territorio…alla lunga a quella squadra ti affezioni anche se non vuoi!

  179. norm nixon

    Paolo…vabbè ma non puoi pretendere che uno nella sua vita abbia tempo per andare a vedere anche Leo Rey che si allena dai! Sto parlando di basket ad alto livello…la differenza la fa sempre la vetrina.

  180. Paolo Miro

    Io non ho nessuna pretesa e volevo solo dire che un conto è affezionarsi e un conto è innamorarsi davvero per una squadra come me per esempio che per esigenze lavorative seguo partite della Virtus Padova in serie B o anche della stessa pallacanestro Treviso in A2 Emi prendo a cuore delle sorti di Queste squadre sperando che vincono quando ne effettua servizio Ma se devo scegliere da 2 partite in concomitanza una di queste squadre è una della Reyer Naturalmente non ho dubbi su chi scegliere e quindi per quanto io sia affezionato a squadre differenti innamorarsi mi sembra una parola un po’ troppo grossa

  181. Paolo Miro

    Ti volevo anche farti notare come in tutto questo contesto la vetrina non conti assolutamente nulla

  182. norm nixon

    Vabbè barca affondata….il Titanic a confronto sta ancora solcando felicemente le onde dell’oceano! Ghe sb…

  183. Nitran-go

    Secondo me si sta un po’ generalizzando. C’è quello che si appassiona all basket di alto livello e quello che al contrario sceglie la sua squadra e solo quella, ma non per questo è giusto definirlo becero. È sempre la solita questione di scelte, condivisibili o meno ma non per questo stigmatizzabili secondo parametri soggettivi, non meno, questi, discutibili. Io sono uno di quelli che non salta quando si leva il solito coro. Io ho sofferto quando la Benetton ha perso quella finale contro il Limoges, ma sono uno che può godere della rimonta del Liverpool sul Milan, degli insuccessi della Juve e della recente eliminazione dell’Inter. Scegliete voi. Io come tutti faccio le mie scelte. Ammiro molto i mestrini che tifano reyer, ma non biasimo quelli che non lo fanno. Ricordo che c’era grande rivalità e per qualcuno, dal suo punto di vista giustamente, è rimasta.

  184. Nanevianello

    Paolo Miro è vero quanto scrivi. Anche nelle scorse stagioni la flessione c’è stata. Ma ( mia valutazione ) non nelle medesime situazioni di oggettiva difficoltà di gioco . Si può perdere, è lo sport, ma facendo partite convincenti . A Tenerife sarebbe bello vincere. Ma anche una sconfitta sostenuta dal gioco e dall’impegno dovrebbe essere ( a mio parere ) benvenuta. Sarebbe una inversione di tendenza rispetto ad alcune recenti gare che hanno visto la Reyer soccombere.
    Su Pea non dico altro. E’ evidente che a tanti qui stia sulle scatole. E che il giudizio sul suo lavoro non sia sereno .
    La diatriba tra guelfi e ghibellini, tra veneziani e mestrini mi ha fatto capire molte cose del blog . Non vi capisco. O meglio vi capisco : purtroppo .
    La nuova realtà è nata da un fallimento . Inevitabilmente il nome da spendere era quello storico della Reyer, accanto ad Umana . Questione di marketing. Queste ” guerre ” di campiello, più che di campanile francamente credevo fossero sepolte .
    Io sono nato in Campo San Boldo. E quando ero ragazzino i nostri ” nemici ” ( con i quali ci sfidavamo qualche volta in modo diciamo… ” robusto ” ) erano quelli di Campo Santa Margherita .Pensa te.
    Ma era il paleozoico. Quando la scuola della strada valeva quella dei banchi della mia ” Bernardo Canal ” .
    Ho difficoltà, lo confesso, a comprendervi .
    Alla fine, tra l’altro, è sempre una questione economico- finanziaria . Se li hai, i quattrini, puoi anche permetterti di dar vita a una Internazionale da una costola dissidente del Milan. Se non ce li hai sei costretto alla fusione .
    Fate il tifo per la Reyer che oggi è Venezia e Mestre assieme. Per fortuna, dico io .

  185. norm nixon

    Ma si Nitran…ho usato forzatamente l’aggettivo becero. Dovresti conoscermi. Ma il senso è quello dai. Il motivo per cui un tifoso che si ritrova senza la sua squadra del cuore e decide comunque di andare a vedere la squadra che anni fa odiava o che gli era indifferente dipende dal grado di passione che ha per quello sport!!! Da cosa vuoi che dipenda? Della serie..io amo il basket..la mia squadra ad alto livello non c’è più ma io ho voglia di vedere grande basket. Bene, mi guardo attorno e vedo che c’è la Reyer che gioca in serie A ed è a due passi. Benissimo, amo il basket e vado a vedere la Reyer!! Stop. Cosa vuoi che mi freghi dopo una vita se prima tifavo Mestre o Dubai!

  186. Norm, dai, dime che no ti te gà (magari da giovane)mai innamorà de 2 done contemporaneamente…ciao AUSU.

  187. norm nixon

    alex…dai….trovami uno, dico solo uno, che negli anni 70 e 80 tifava sia per il Basket Mestre che per la Reyer. Dai, non c’era nessuno. Anch’io andavo a vederle entrambe, perchè mi piace il basket ma la squadra del cuore era una. Ma lì il parametro risponde alla presenza di due squadre ad alto livello nello stesso territorio. Ora quel parametro non c’è più perchè di squadre ad alto livello ce n’è una sola. E quindi ripeto, chi ama il basket, ora va a vedere la reyer perchè gli fa vedere basket di serie A. Che poi si chiami Reyer, Toni o Bepi fa lo stesso per chi ama il basket e non era un tifoso Reyer.

  188. Paolo Miro

    Che el Dubai ga piu schei! E el Mestre xé “costretto” a la fusion! Ahahahah!!!

  189. Paolo Miro

    Norm…andavi a vederle.tutte e 2 ma il tuo cuore era per una sola ma non dici quale. Azzardo: Reyer. Giisto?

  190. Norm, ti sa che ogni tanto ea buto in vacca,Daye e non Daye, Mestre e Venesia, Icio, Paolog, Ve, ciao Dalipagic, Nane oramai Milanese doc, Virus, Nitra e tutto il blog, ea fine de tutto, forza Reyer.

  191. Paolo Miro

    Alex….tanto per parafrrasare: un conto è innamorarsene e un altro farsele. Tutt’e e 2. Idem per il basket temo 😉

  192. Paolo Miro

    E la cacca lasiea star poareta! 😀
    So che ti scalpiti davanti al computer ma pensa come so ciapà mi che so al Taliercio par el servissio su la partìa de l’Under18 contro Pordenon e no ea vedo la partìa de la Reyer 🙁

  193. Paolo Miro

    La Vacca. No la
    Cacca. Ahahahahah!

  194. Paolo, i dovaria darte un tapiron gigante.

  195. Paolo Miro

    Ghe lo domandarò al Gabibbo.

  196. Paolo Miro

    O a Staffelli se no el me caga.
    Siga anca par mi.

  197. Paolo Miro

    @ Nitran: scusa ma….Milan no; Juve gnanca e Inter gnanca.
    Ti tifi Napoli? O Roma? O Lazio?. O Viola?

  198. bagigio

    Un applauso infinito a questa REYER.bravi bravi bravi e ancora bravi.

  199. Paolo Miro

    Mi associo. vendetta è compiuta.

  200. Paolo Miro

    E poi venitemi a raccontare che non era questione di stimoli. No. Macché!
    Peccato non averla potuta vedere 🙁

  201. bagigio

    Rivedila, Paolo, ne vale veramente la pena.

  202. Paolo Miro

    E dove? RAI sport la dá alle 00.30 🙁

  203. bagigio

    domani, la troverai sicuramente

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •