Happy Casa Brindisi – Umana Reyer: De Raffaele post partita

07 Aprile 2019

Coach Walter De Raffaele in conferenza stampa dopo la sconfitta al PalaPentassuglia di Brindisi.

71 Commenti in questo articolo

  1. Ma quali complimenti a Brindisi, non si può buttare nel cesso una partita quasi vinta a neanche 4 minuti dal termine.

  2. Dado

    Walter ma quando capirai che tutti gli avversari e con tutti intendo almeno TRENTO, VARESE, BRINDISI, SASSARI hanno capito che basta pestare WATT e siamo tutti KO?!!

    Neutralizza WATT = Neutralizzi la Reyer.

    Non Vedi che appena invece VIDMAR prende palla gli fanno subito fallo perchè non sanno come difenderlo e preferiscono spendere un Fallo?

    VIDMAR sembra a molto difensori difficilmente ‘gestibile’ solo a te magari pare un INCAPACE.

    Beh poi certamente.. se dovesse giocare un pò di più occorrerebbe passargli almeno la palla decentemente.. non sui piedi, fuori, o a 9m da canestro!

  3. fabioz11

    E basta con questi complimenti a tutti
    Mai e poi mai non dice che abbiamo fatto schifo e che va in confusione totale e la squadra fa il contrario di quello che dice

  4. paper861

    Sono depresso non tanto per la sconfitta poiché i p.o. saranno un terno al lotto dove si possono pescare molte squadre ostiche per noi già al primo turno con connessi rischi di uscire subito,ma sono depresso perché wdr dovrebbe spiegare cosa fa o non fa vidmar per non giocare. Biligha questa sera è stato nullo,Gaspare quel Po che ha giocato ha fatto cose utili in attacco ed in difesa.E ripeto che è l unico che può tener botta contro pivot più strutturati e fisici.forse salta gli allenamenti,forse fa tardi al pub tutte le sere..forse è un donnaiolo, altro motivo non vedo per un ostracismo del genere..soffro in silenzio!

  5. cats79

    Paper Vidmar Latin lover bella questa ! Meglio ridere ma parole sante …
    facciamolo giocare !!

  6. Popobawa

    Come diceva Toto’ ? …” Ma mi facci il piacere ” !!!!

  7. Sono anch’io come gli altri intervenuti basito per la gestione degli uomini. Abbiamo tenuto in campo Wlacichowski con 4 falli per un vita quando era il momento di mettere Vidmar. E basta, basta davvero!, fare i complimenti agli avversari. Quella che sembra sportività è in realtà una comoda giustificazione (=Sono stati bravi loro non polli noi…)

  8. RICK DARNELL

    Abbiamo ascoltato gli stessi complimenti agli avversari dopo l’imbarcata di Novgorod venendo poi eliminati da una squadra veramente modesta e abbiamo buttato nel cesso una F4 alla nostra portata….
    Complimenti a Sassari in coppa italia dove dal +20 abbiamo dilapidato un vantaggio incolmabile …. ecc ecc
    Tutte le volte che ci mettono le mani addosso non siamo capaci di fare niente e inizia il tiro al piccione.
    Tenuta mentale pessima, atletismo da ballerine e cuore totalmente assente . Questa è la reyer 2019.
    Il tuo punto di forza Walter è sempre stata la difesa ma anche questa purtroppo è ondivaga .
    A rimbalzo subiamo quasi sempre a parte quando incontriamo signorine più signorine di noi (milano) o squadre senza centri (avellino) . Vogliamo darci una svegliata !
    Servono più muscoli sotto canestro !!!
    Vidmar o gioca o si sostituisce ! non puoi tenerlo 35 minuti in panca o lasciarlo in tribuna.
    Vidmar è utile alla squadra ? se la risposta è si allora deve giocare . Se la risposta è no allora ci serve SUBITO un 4/5 muscolare ,….. ma qua passano i mesi e ai PO si prospetta la stessa fine ingloriosa dello scorso anno .
    SVEGLiATEVI !!!

  9. Nanevianello

    Provo ad analizzare , non tanto la prestazione e neppure la sconfitta, quanto l’andazzo del quale scriveva anche Norm .

    1) Visto che la Reyer non è il Real non può avere la pretesa di imporre il ” suo ” piano partita . Non hai i giocatori giusti per variare i tuoi schemi ? Beh : evidentemente hai sbagliato le scelte in estate .

    2) Non cavalcare i giocatori in striscia è autolesionismo. Alla Reyer finirebbe in panca anche il Curry da 8 triple di fila . E ci finirebbe dopo i canonci 6 minuti made in WDR . Non mi piace fare i ” nomi” dei giocatori. Ma non è la prima volta

    3) La squadra ha problemi fisici e mentali. Ma se in 10 minuti fai 7 punti i problemi sono anche in panchina. E la mancanza di Stone non può essere un alibi.

    4) 9 su 20 ai liberi è una media inaccettabile. E’ un difetto cronico che può essere eliminato con l’allenamento. Duro allenamento . Ne tiri cento ad allenamento e migliori. Idem sui rimbalzi. Puoi non avere il fisico, ma se ti sciroppi cento rimbalzi destra e sinistra ( e se sbagli ricominci ) ad ogni seduta, trovi la ” posizione ” . Non ” subisci ” il rimbalzo . ” Tagli fuori ” e lo prendi . Si faceva così ai miei preistorici tempi . Non so come si faccia ora : ma vedo gente che a rimbalzo va con il piumino e con le braccia strette .

    4) Se sbagli giocatori, paghi inevitabilmente. Vidamr è un giocatore sbagliato, una scomessa sbagliata. Washington + stato sfortunato, am anche lui era alla ” frutta ” . Mazzola è un lungo che non si sporca le mani. Kennedy ? Virgola a Brindisi. Ora la cosa ridicola che ho letto è che è stato fermo ” due settimane e mezza ” . E questo dovrebbe essere un alibi ? Sei nuovo , magari hai difficoltà ad entrare negli schemi. Ma se hai talento, uno squillo, uno, se non altro di orgoglio lo devi far sentire . Situazione diversa per altri giocatori : Giuri, troppi infortuni per essere giudicato. Daye, cose note : giocatore di indubbio talento, inadatto allo schema ( fisso, mi viene da dire ) della Reyer. Haynes : gli anni passano, purtroppo . Bramos : è un momento che vede il canestro piccolossimo. Capita ai tiratori. Non è e non sarà lui mai il problema . Cerella : per usarlo come viene usato ( poco e male ) tanto valeva tenere Bolpin.

    5 ) Su questo condivido Norm : se mezza squadra non è funzionale al WDR pensiero ( o come volete chiamarlo ) per una ragione o per un’altra diventa difficile . Anche se in panca ci fosse Bobby Knight.

    6) WDR ha le sue colpe. Ma sul parquet ci vanno i giocatori. E non è la prima volta che si vedono giocatori improvvisamentie paralizzati e incapaci di ragionare. Questo è preoccupante.
    Qui , per una volta, dissento con il caro Norm : l’idea che tanto ai playoff vedremo un’altra squadra non mi convince. Perdere aiuta a perdere. Giocare male aiuta a giocare peggio. Puoi perdere, senza sbracare. Non sto parlando del punteggio. Sto parlando dell’atteggiamento. Sovente qui si è ironizzato sui ” boscaioli ” di Trento. Averne alla Reyer di boscaioli. A cominciare da quel Craft, ” marine ” già al college. Che sta in campo come se non avesse un domani .

    7) Ora il pubblico deve stare più che mai vicino alla squadra. Ma i giocatori devono meritarselo. Persa la Coppa ( minore ) in Europa. Persa la Coppa Italia ( traguardo possibile per come poi sono andate le cose ) , nessuno pretende che la Reyer vinca lo scudetto. Lo vincerà Milano al 99,99 % periodico. Alla Reyer si chiede di finire bene la stagione.

    8) Alla dirigenza , invece, si deve chiedere di resettare i suoi quadri . Ci sono giocatori transitati per Venezia e poi accantonati che stanno facendo altrove molto bene . Ci sono giocatori, abbordabili dal punto di vista economico, arrivati in Italia che la Reyer non ha mai preso in considerazione . Questione di dirigenza ? Di agenti ” amici ” ? .Di scelte dell’alleanore ? Mi chiedo, ad esempio ( e sperando che non si tratti dell’ennesimo buco nell’acqua ): con quale criterio è stato preso Kennedy ? Qualcuno lo ha visto dal ” vero ” ? Qualcuno può dirci, visto che WDR non lo dice, come si intende impiegare il giocatore ? Perchè se l’idea è di impiegarlo da 4, beh allora a mio parere , la scelta non è stata oculata. Anzi .

    9) Il basket italiano non sta godendo di buona salute. Ma la Reyer è una società sana. Ho letto, con circa 4000 affiliati. Ha il problema del Palazzetto e del pubblico per dirla con il blog ” veciuato ” . Ma è sana. E da alcune stagioni è ai vertici. Sarebbe il caso che il patron si facesse sentire : con Petrucci e con Malagò. Venezia è una città speciale, che abbisogna di attenzioni speciali. I signori che governano il basket e lo sport italiano non possono chiamarsene fuori . Ogni tanto pestare il pugno sul tavolo può risultare efficace .

    10 ) Infine : non voglio sentire storie sul budget . Quello di Venezia non è paragonabile a quello di Milano ma è infinitamente maggiore rispetto a quello di quasi tutte le altre realtà cestistiche italiane . Poi bisogna scovare i giocatori giusti . Non necessariamente i più bravi : giusti . Sassari ha un bestia di 140 kg che nessuno in Italia riesce a contenere sotto ai tabelloni . Qualcuno alla Reyer ha mai pensato di fare prima che arrivasse a Sassari uno squillo al suo agente ? Oppure qualcuno si è detto che non era ” funzionale ” al sistema di gioco ? Nel basket, come in tutti gli sport , come nella vita alla fine contano le ” palle ” . Puoi avere talento, qualità, estro : ma senza palle non vai lontano .

    Sono stato lungo . Confido nella tollerenza del blog . E spero di aver fornito elementi sui quali discutere

    Un saluto .

  10. Paolo Miro

    A me sono rimasti impressi due punti sui quali Sicuramente bisognerà lavorare il primo quello dei sette punti dell’ultimo quarto proprio quando dentro di me finché guardavo la partita Mi son detto guarda guarda siamo riusciti a tenere il Brindisi a soli 51 punti e noi ne avevamo 61 e di quel momento la squadra si è improvvisamente inceppata e quindi il lavoro andrà fatto dal punto di vista psicologico mentre un lavoro totalmente tecnico e di allenamento Andrea fatto sci liberi dato che come ho scritto sull’altro post 02 consecutivo prima di un giocatore e poi un altro nel momento migliore della Reyer e con brindisi incapace di reagire hanno impedito di chiudere la partita e qui forse le due cose vanno anche a braccetto

  11. Nanevianello

    Caro Paolo,
    fino a a ” totalmente tecnico e di allenamento ” ti seguo . Poi compare Andrea, fatto sci liberi dato che come ho scritto eccetera . E qui, ho grandi difficoltà a capire . Poi in chiusura si capisce meglio, almeno io credo di aver capito . Ti dispiacerebbe esplicitare meglio il tuo pensiero . Grazie. E Grazie per il contributo .

  12. Paolo Miro

    Eeeh …pensa che l’ho dettato mentre guidavo per nn staccare le mani dal volante! Ma Google vocale nn ha compreso bene la mia pronunzia.
    Andrea stava per “andrà”, mentre sci stava per “sui”.
    Intendevo dire che nel momento migliore nostro proprio die 0 su 2 (prima di Tonut e poi di Watt) hanno impedito la chiusura probabile della partita perche contro squadre così nn devi mollare neanche un attimo pena l’incoraggiamento a reagire.
    Quindi il lavoro tecnico dovrà andare a braccetto con cquello psicologico.

  13. Scusa Walter, dici di 35 minuti giocati bene …
    ora spiegami dove hai visto i 5 minuti giocati nell’ultimo quarto…
    3 pt di bruno al 32° e 4 pt nell’ormai garbage time dell’ultimo minuto e mezzo …
    e non venir fuori con la difesa per favore …

    Avresti fatto più bella figura se dicevi di averla buttata perchè preferivi verificare con quali giocatori si abbina meglio DJK.

  14. Dalipagic Oeè

    Ciao Nane,
    sempre piacevole leggerti per quanto al punto 2) su giocatori in striscia DEVO integrare che non si tratta solo di AUTOLESIONSIMO ma che purtroppo sembra un male incurabile quando al NON cavalcare il giocatore “in giornata”mi associ in modo KOSTANTE(K) il SOVRAUTILIZZO di giocatori fuori fase Haynes e Daye e che difendono male ed anche di Bramos,che è evidentemente stanco…lasciando VIDMAR e altri(Cerella e lo stesso Biligha fino a 3 gare fa),in panca…o giocare 2-3 minuti
    Ci sono ahimè altri meccanismi…già da me messi a nudo,che non hanno a che vedere col basket giocato…

    Quando più avanti parli di AGENTI/PROCURATORI amici si puó pensare che lì ci sia una parte della risposta…ma a quel”livello” la risposta rischia seriamente di NON INTERESSARMI PIÙ con poi evidenti conseguenze a cascata anche sulla voglia di tifare la “tua REYER”

  15. norm nixon

    Dali….in effetti è un po’ difficile spiegare determinate scelte. Vabbè….

  16. Nanevianello

    Dalipagic,

    sull’idea di non dare più di 5/6 minuti a un giocatore a prescindere dal rendimento nell’ambito della gara siamo d’accordo. E mi pare lo siamo con altri amici del blog : è una idea sbagliata . Non concettualmente ( ci può stare ) ma soggettivamente. Vale a dire slegata al singolo momento della gara . Non va bene. Non puoi avere il tassametro in panchina .
    Per quanto riguarda i procuratori ti confesso che non ho competenza in merito . Non ne so, quindi non mi azzardo. Verifico che la Reyer in questi ultimi anni ha sbagliato la scelta di alcuni giocatori. Delle due l’una. O è terribilmente sfortunata. Oppure chi decide e sceglie , decide e sceglie male . Se così stessero le cose, il perché potrebbe conoscerlo chi sta ( magari perifericamente ) vicino alla società, quanto nè io , nè tu ” stiamo ” . Un saluto .

  17. ve66art

    Frrcc!

  18. Dalipagic Oeè

    Ciao VEART, quale è per te l’elenco dei giocatori che si “sbattono” come amava dire almeno 2 anni fa WDR,dammi in elenco decrescente aggiornato a ieri o alle ultime 10 gare e dopo parliamo di P.O. , ti do la Mia classifica personalissima di giocatori che “meritano” la maglia:
    1)Ex Aequo Denik-Tonut-Bramos
    2)Stone-Cerella-Vidmar-Watt
    3)Biligha e a sempre più rari sprazzi Haynes

    Mazzola molto deludente dal punto di vista dello “sbattersi”,soprattutto perché invece era proprio il suo ruolo designato…Giuri purtroppo el xe ndà in busa NON so se collegato ad infortunio o ad altro(mi sembra proprio spento ed invece poteva essere uno specialista importante(quello che con 2 bombe ti ammazza la gara perché vai da +12 o+14 come ieri a +18o+20.
    Il tuo amato Daye,pur applicandosi,nella classifica di chi si fa il mazzo è purtroppo N.C.
    Vediamo dove si posizionerà DJK…da lunedi prox parliamo di P.O.

  19. fabrizio

    Meno male che in questo blog fino a due settimane fa quasi tutti mi deridevano o mi accusavano di essere sempre pesante e duro con De Raffaele perchè mi stufavano e trovavo stucchevoli sempre tutti questi complimenti fatti agli avversari a prescindere che avessimo di fronte Pistoia o Milano e ora invece noto molti interventi che la pensano allo stesso modo, come mai ragazzi? Allora convenite che avevo ragione….. e che, in realtà, a mio parere, questi complimenti sono fatti come alibi per non parlare delle proprie carenze o per mettere sempre le mani avanti nel caso di debacle ma evidentemente per molti qui dentro ci volevano una serie di sconfitte di un certo tipo per non avere più gli occhi foderati di prosciutto (ovviamente in senso buono, amici cari accomunati dalla stessa passione)!
    Ad ogni buon conto, ho trovato quest’ultima intervista post partita del coach livornese davvero imbarazzante, sinonimo di manifesta inferiorità e di non averci davvero capito nulla di come sono andate le cose e mi pare, ahimè, che non sia la prima volta quest’anno!
    Per non parlare, poi, come avete giustamente detto molti di voi, della girandola assurda di rotazioni e minutaggi che sistematicamente assistiamo anche se ritengo sia ancora più grave e preoccupante la mancanza di un gioco alternativo al tiro al piccione quando la situazione in campo diventa di un certo tipo e soprattutto la mancanza totale di reazione e di idee quando gli altri la buttano sulla fisicità e sull’agonismo: De Raffaele, ribadisco, ha sempre dimostrato grosse carenze per quanto riguarda l’attacco (e qui avrebbe bisogno perciò di avere un vice forte su questo aspetto, un pò come accadeva parzialmente con Recalcati e il primo anno di A1 con Mazzon, dove forse, da un punto di vista della fluidità di gioco, si è vista la miglior Reyer dal ritorno nella massima serie) ma ultimamente stanno emergendo inquietanti mancanze e carenze pure da un punto di vista difensivo e tutto questo, unito al fatto che credo che ai giocatori trasmetta pure insicurezza, rende il quadro complessivo davvero fosco in ottica play off!!

  20. Paolo Miro

    Quella.di un Vice (con tutto il rispetto per Tucci) forte sul piano offensivo mi sembra una buona idea. Tu che msei in affabilità con Brugnaro perxhé non glielo proponi?

  21. fabrizio

    Paolo, alla prima occasione buona non mancherò di farlo!
    E non solo su questo argomento………

  22. Bill

    Fabrizio,leggo da tempo i tuoi interventi,che rispetto molto,sulla,tua opinione di manifesta incapacità di WDR,ma non ho mai letto una tua proposta su una valida alternativa,sarei molto curioso di sapere chi pensi possa sostituire WDR,ecco,non i soliti grandi nomi che a Venezia per tutti i “motivi” che conosciamo non verrebbero mai,ma alternative percorribili,perché per me WDR attualmente rimane tra i migliori e sono fortemente convinto che certe scelte,anche per me non completamente comprensibili, non siano solamente sue ma che alle volte le debba volente o nolente subire.

  23. fabioz11

    Esatto
    Forse hai colpito nel segno,e questo sarebbe ben più grave
    Infatti io mi ricordo ancora i vari gesti del presidente che invitava il proprio allenatore ad un cambio o ad un timeaut
    E una cosa ancora impressa nella mente ad un turno play-off il giro del campo fino alla panchina di Recalcati invitandolo a fare uscire Aradori
    Questa forse è il motivo delle scelte scellerate di Wdr

  24. norm nixon

    ……azienda….non società sportiva. Molti dei vostri interventi finiscono inevitabilmente fuori tema. Capisco che è difficile entrare in questo ordine di idee ma vi consiglio di impegnarvi in tal senso.

  25. fabrizio

    Un allenatore che si fa condizionare durante la partita o la settimana da situazioni o da gesti fatti da terzi per quanto questi possano derivare anche dal proprio padrone di lavoro, vuol dire non essere un allenatore di spessore e forte di mentalità: con questo non voglio dire che debba mancare di rispetto a chi di dovere, ci mancherebbe ma ognuno ha il suo ruolo e con le dovute maniere e i dovuti contenuti uno deve andare avanti per la propria strada e fare quello che ritiene giusto e per cui è pagato, ovvero in questo caso il capo allenatore: la gestione e gli aspetti tecnici delle gare spettano solo a lui e in base poi ai risultati e alle risultanze, però, ne deve rispondere!
    Io, fossi stato al posto del Patron, non avrei esonerato De Raffaele già questo inverno per quanto riguarda i risultati ottenuti (in fin dei conti eravamo e siamo tuttora secondi in campionato, ovvero dove dovevamo essere e all’epoca in piena corsa Champions e con ancora la Coppa Italia da disputare) ma l’avrei esonerato perchè avevo capito nel periodo proprio che andava dalla partita con Varese in casa alla trasferta di Brescia che tutte quelle sconfitte clamorose (molte in casa) e tutte quelle prestazioni sconcertanti erano frutto di una persona che quest’anno non aveva assolutamente in mano il bandolo della matassa, sia da un punto di vista tecnico (idee e tipo di gioco) e sia da un punto di vista dello spogliatoio (troppi giocatori spaesati e al di sotto delle loro possibilità, probabilmente sia perchè male o poco utilizzati e sia perchè poco coinvolti in un progetto preciso che dava loro più incertezze che sicurezze e una sensazione di non essere così “forti”)!
    E quindi lo avrei esonerato per dare una scossa alla squadra e perchè i giocatori stessi, a quel punto, non avessero più alibi (del resto, non puoi cambiare 5 o 6 giocatori e inevitabilmente cambi allora la mente): infatti, a mio avviso il roster che abbiamo è sicuramente di qualità non indifferente (Milano a parte) ma molti giocatori sono mal utilizzati e non giocano liberi di mente secondo le proprie caratteristiche ma talvolta sembrano dover rispettare un copione con una paura così di sbagliare e con un vestito che quindi gli va particolarmente stretto!
    Per chiudere Bill, chi vedrei bene al posto di De Raffaele?
    Proprio il Frank Vitucci di Brindisi (una persona elegante e di grande cultura cestistica che, vi assicuro, verrebbe a gambe levate a Venezia) o piuttosto un Vincenzo Esposito, grande condottiero e leader anche da un punto di vista emotivo e caratteriale!

  26. fabrizio

    Norm, abbiamo capito Azienda ma…….sempre di Azienda a carattere sportivo si tratta e, per quanto i fini e gli interessi vadano ben aldilà di quanto si ottiene sul campo con le due prime squadre (e questo, per quanto a mio parere molto deludente, lo abbiamo capito tutti qua dentro oramai), comunque degli investimenti vengono fatti e delle aspettative alle persone del tuo territorio vengono date e quindi non si può pensare che certi risultati negativi passino senza colpo perire o senza prendere provvedimento alcuno!!

  27. fabioz11

    A maggior ragione che è una azienda ad inizio anno ti viene dato il tuo compitino da svolgere con il tuo obiettivo da raggiungere ed a fine anno si tirano le somme se hai raggiunto o meno i tuoi obiettivi
    Se al datore di lavoro va bene anche una prestazione insufficiente ,ben per lui
    E sempre sul discorso di azienda,se il tuo lavoro non ti piace,lo fai anche se dovresti fare altre cose,solo per lo stipendio?
    Se accetto forse manco un po’ di personalità o no

  28. Bill

    Ecco Fabrizio,hai fatto due nomi,che anche a me piacciono e ce ne sarebbero altri,ma il punto nodale,a mio parere, e che la competenza “cestistica” possa rappresentare una buona percentuale nella scelta dell’allenatore ma l’altra parte,forse preponderante, è quella dell’adattamento “aziendale “e dico aziendale per non dire personale,forse Recalcati non aveva abbastanza cultura cestistica? Con questo non voglio assolutamente dire che WDR,che stimo anche come persona, sia un burattino nelle mani dell'”azienda” ma alle volte ho l’impressione che sia lui il primo a non “digerire ” certe scelte.

  29. Bill

    La verità è che qui al “Bar dello Sport” facciamo tante congetture,ma come stanno realmente le cose lo sanno solamente “quelli” che dell’azienda sono ai vertici.

  30. norm nixon

    Questo è poco ma sicuro

  31. ve66art

    Finalmente uno che dice una cosa seria! Bravo Bill!

    Uno degli errori di attribuzione che più frequentemente si commettono è quello di pensare che tutto ciò che va storto a noi dipende dagli altri e tutto ciò che va storto agli altri dipende da loro stessi. Ebbene, in questo blog, “l’errore fondamentale di attribuzione” regna sovrano, il che porta a dire “io al suo posto avrei fatto diversamente e meglio”! Ahi Ahi Ahi! Occio!

  32. RaffaelePisu

    I nomi x una eventualmente quanto molto difficile sostituzione di wdr (che non mi auguro) dovranno essere per forza coach di una certa caratura. Gli unici che prenderei in considerazione e che possono essere x noi (sebbene il loro livello è superiore) sono banchi e trinchieri, entrambi ben impegnati.
    A me poi piace katsikaris ma questo è un altro discorso.

  33. norm nixon

    Invece andiamo in finale e resta walter

  34. fabrizio

    Forse andremo in finale ma onestamente credo che De Raffaele, a fine stagione, comunque andrà via anche perchè penso sia arrivato al termine di un ciclo e credo pure sarebbe la migliore cosa per lui ma anche per noi!
    Invece, per cambiare discorso, si parla di Teodosic per gli ultimi due mesi di stagione alla Virtus: sarebbe un colpo incredibile e, se fosse vero, sarebbe la testimonianza che se si vuole davvero provare a vincere, i cordoni della borsa vedi come vengono aperti a briglie sciolte……ma se si vuole spendere (e vincere) però!

  35. norm nixon

    Fabrizio…vedremo dai. Le variabili sono tante. Ovviamente le due clamorose uscite da coppa Italia e champions possono venire attutite soltanto con l’ingresso in finale scudetto. In caso contrario è chiaro che i numeri relativi a questa stagione non giocheranno certo a favore del coach. Ma fa parte del gioco. Funziona così ovunque. E allora a quel punto anche un uomo reyer come de Raffaele potrebbe pagare le incompiute agli occhi di casarin e soprattutto di brugnaro.

  36. norm nixon

    Fabrizio…Bologna dal prossimo anno sarà su un’altra dimensione rispetto alla reyer a prescindere. È giusto che si riappropri del suo ruolo e si ponga al vertice del basket italiano assieme a milano. Noi pagheremo sempre la mancanza di impianti e quindi nessun progetto realmente ambizioso potrà decollare…a meno che non venga sbrogliare la matassa palasport. In caso contrario il fenomeno reyer sarà destinato a esaurirsi col tempo. Sta nella logica delle cose.

  37. giama29

    Già! E tra qualche anno festeggeremo con grande enfasi il ritorno nella massima serie…

  38. Popobawa

    il palasport sara’ la chiave di tante cose e l’ago della bilancia per molte altre – L’arsenale arrivo’ in ritardo di circa 20 anni dal suo progetto originale ..ora non vedo volonta’, la matassa da sbrogliare e’ complicata e mi fermo altrimenti suono troppo pessimista….

  39. Dalipagic Oeè

    Ma rispetto al Palasport se anche riuscissimo ad avere 10000posti con chi li riempiresti… Avere 6000 di Palazzo e 8000-9000 per eventi-concerti credo sia il massimo che la Venezia metropolitana o non di oggi possa garantire

  40. Dado

    Norm.. fortunatamente il Basket si gioca ancora in 5.. non in 10.000..

  41. norm nixon

    Gli spettatori c’entrano zero col mio ragionamento. Che è quello di brugnaro. Non è che hai bisogno di riempire il palasport per applicare nuove politiche. Luigi pensa ad altro.

  42. fabrizio

    Cosa vuoi dire Norm con “Luigi pensa ad altro”?
    Vuoi dire che si’ pensa alla nuova arena ma non per quello che ci augureremmo poi noi, ovvero maggiori investimenti per giocatori da Eurolega e vincere vari teofei quanto piuttosto perche’ un nuovo palasport, utilizzabile per l’apounto per diverse cose e non solo per il basket, fatto ai Pili porterebbe frutti e guadagni a lui imprenditoriali, in primis, vero?
    Che poi e’ quello che lui fa fondamentalmente e non certo per dare o garantire a noi la domenica lo spettacolo, possibilmente da vincente o da palati fini, giusto Norm?

  43. Bill

    Tutte le strutture di una certa dimensione,Forum Milano in primis anche con l’EL,non sono sostenibili economicamente con il basket,o altro sport,necessariamente per “vivere” devono pensare ad “altro”.

  44. continua cosi ROVINALI…cosi rivincono uno scudo dopo 55 anni e son contenti in un palasport di briai…saluti a tutti i loser PETTEGOLE da amsterdam erba bona e fidanzatina colombiana…FORZA JUVE…SPELLUTO la prossima vieni? biglietto di tribuna vitto e alloggio offerti dal reggiani…fammello sape che ti do l email…bona e un vi scervellate troppo che perdete i apelli

  45. Pelluto66

    REGGIANI ad un invito si risponde sempre con educazione , ovvero ringraziando ma sara’ per un’altra vita, l’unica cosa che ci accomuna e’ la Juventus quindi forza per stasera..
    in quanto alla pallacanestro io , fossi in te, prima di schernire i tifosi della Reyer, penserei seriamente a quanto fate ridere a Milano..avete una dirigenza di incompetenti, quest’anno niente Coppa Italia, fallimento TOTALE in Europa ( dove rappresentate la pallacanestro Italiana e ci rendete ridicoli) e rischiate ZERO TITULI, come diceva un tipo passato anni fa’sotto il Duomo con casa alla Pinetina..
    La grande Olimpia era quella dei Cappellari , dei fratelli Boselli, di Mike D’Antoni, quella che passava da McAdoo a Caroll…questa e’ ridicola e ridicolizza i giocatori italiani, anche se quel pseudo Presidente che avete sostiene che l’eurolega NON e’ per i giocatori nostrani..una Societa’ con ZERO competenza cestistica e indegna della Storia che porta..la Reyer sta’ facendo grandi stagioni che un giorno tanti di questo Blog ( secondo me troppo critico) rimpiangeranno.

  46. ve66art

    ciao Pelluto! grande ritorno! Spero tutto ok!!
    Un salutone alla “mia curvetta”.

    Io non so quale sia lo “spirito” Reyer, tuttavia so bene qual è lo “spirito” delle persone che grazie alla reyer ho conosciuto. Dei risultati della squadra mi frega il “giusto” o poco più: non ne faccio un dramma se la reyer perde di 1 o di 20, così come non ne faccio un dramma se Vidmar xe neto, o se Kennedy salta quanto un pensionato delle ferrovie del nord est. La “bellezza” della mia passione risiede nell’incontrare la domenica delle persone sane, genuine, intelligenti, con le quali, oltre allo sport, ho la fortuna di condividere le “cazzate” quotidiane, cazzate che ti consentono però di tirare avanti nonostante tutto.
    Sono profondamente in debito con la Reyer…..e guai a chi me la tocca!!!!!

  47. norm nixon

    Fabrizio….la vetrina è la prima squadra ma è l’indotto che conta…non necessariamente a livello di risultati sportivi. Luigi è un imprenditore abilissimo….e sa benissimo a che livello porre l’asticella per garantirsi i consensi. Non serve che sia altissima….serve il giusto. Chi non l’ha ancora capito parte da parametri completamente sbagliati. E sviluppa ragionamenti fuori dalla realtà.

  48. Ciao Pelluto, qua ghe se bisogno anca de ti.

  49. norm nixon

    Cerco di spiegarmi meglio per chi nutrisse ancora dei dubbi. Per Giorgio Armani l’Olimpia Milano è un giocattolo, nel senso che tirar fuori 2 o 4 milioni (è solo una cifra ipotetica) non fa differenza semplicemente perchè Armani dall’Olimpia non cerca dei precisi ricavi e i conti non devono necessariamente tornare. Per Armani l’Olimpia è un semplice hobby da coltivare a prescindere dalle entrate o dalle uscite. Per Luigi Brugnaro invece (così come per molti altri) la Reyer maschile non è un giocattolo, è invece un’azienda in cui tutto viene messo in bilancio e dove le possibile perdite o i possibili ricavi devono rispondere a precise logiche aziendali come succede in tutte le imprese del mondo. Dopo che Luigi Brugnaro di milioni per la Reyer ne possa spendere anche 50 è un altro paio di maniche. I soldi sono suoi e gustamente li spende come meglio credo. Ma tutto va ricondotto a logiche e conti aziendli. Se Luigi Brugnaro decide di mettere a budget per questa stagione..che ne so…5 milioni, non è che se le cose non funzionano Luigi Brugnaro ne mette in conto 6 o 7 per sistemare le cose. Quello è il budget e il possibile fallimento fa parte del rischio d’azienda e va messo in conto. Quindi sempre 5 rimarranno i milioni a disposizione, non uno in più e non uno in meno. E poi se ne riparla la prossima stagione. Così funziona. Bisogna mettersi in testa che il concetto di società meramente sportiva a questo livello non esiste! NON ESISTE! A questo livello esiste solo il concetto di azienda applicato allo sport che è diverso! Questo è il budget e su questo si ragiona in casa Reyer. Ci sono tre o quattro giocatori che stanno rendendo zero e bisogna correggere il roster? Lo si farà sempre e comunque eventualmente tenendo conto di quel budget fissato e non a prescindere. Luigi Brugnaro non è un proprietario da “vuoto a rendere”. E’ un imprenditore che sta attento anche al centesimo e certamente dal basket non ci perde. Magari materialmente non ci guadagna molto ma a livello di notorietà, di visibilità e di consensi ciò che ha fatto in questi anni non ha prezzo. Quella è l’asticella che Luigi fissa a inizio di ogni stagione e quella resta fino alla fine. Un anno vinci lo scudetto e un anno magari esci subito da tutto. Nello sport capita. Stop. Brugnaro non si adegua a nessuno. Fissa un budget e quello resta.

  50. Tifosomediomona

    Mi pare che qualcuno qui conosca perfettamente opinioni e modus operandi del Paron…
    …forse ha ricevuto intime confessioni in un “tête-à-tête” fra amiconi…
    …forse la presunzione di sapere lo spinge ad esternazioni di certezze non supportate da informazioni così certe…
    …mah!
    Vediamo intanto se arriva ‘sto 4 prima del solstizio d’estate…

  51. norm nixon

    Tifosomediomona….forse dovresti finire di rompere i coglioni intanto. L’unico forse che vale.

  52. Dario

    Ma certo norm che è così, chi al giorno d’ oggi (oltre ad Armani ,magnati russi e petrolieri arabi) può buttare così tanti soldi per un giocattolo. o a fine anno il bilancio quadra, oppure chiudi baracca.

  53. norm nixon

    Appunto Dario…e allora è inutile pretendere la luna. Va già strabene cosi’ secondo me. Il budget è buono…capisco che quando le cose non vanno bene il tifoso si lamenta…ma alla fine resta il fatto che in questi 10 e più anni si è vista comunque tanta roba. Poi certo si può sempre migliorare….ma caspita siamo già messi bene dai.

  54. Dario

    Invece sono preoccupato per reggiani….. Non è che sia stato preso a manganellate dai celerini olandesi

  55. RaffaelePisu

    Norm domani è l’11…ci stiamo avvicinando

  56. norm nixon

    Corre corre Raffaele….speriamo che si fermi prima dei playoff. Deve fermarsi.

  57. Tifosomediomona

    Come siamo nervosi!
    https://youtu.be/9WTYTrQ_EWk

  58. norm nixon

    Mona….hai ragione.

  59. Dado

    Norm.. qualcosa non mi torna.. dal tuo scrivere sembra che la Reyer sia una società con prospettive tutto sommato ‘limitate’ e inquadrate.. e che è già molto quello che abbiamo e quello che abbiamo avuto.

    In realtà poi metti a fuoco.. e vedi che con la squadra che abbiamo, potevamo benissimo arrivare in Final4 o anche Finale di BCL.. che siamo candidati per la Finale scudetto.. che abbiamo un Patron e pure un Coach che si sono sbottonati su prospettive possibili di Eurolega (??) e un presidente che continua a ribadire di un progetto REYER..

    mah..

  60. RaffaelePisu

    Norm sai l’obbiettività che ritrovo nelle tue analisi ma mi pare dalla tua ultima risposta alla mia domanda che tu nutra dei dubbi sull’effettiva fermata del freccia rossa. Sbaglio???mi pare che tu sia meno fiducioso in merito a un suo arrivo x la fine della stagione 18/19.

  61. norm nixon

    Dado…prospettive limitate? De Raffaele tre stagioni fa dopo il passaggio in finale scudetto dichiarò che il sogno era quello di guidare la reyer in eurolega e credo che non l’avesse detto a caso. Una prospettiva legata chiaramente alla costruzione del nuovo palasport che avrebbe creato un notevole indotto su cui brugnaro poteva appoggiarsi mettendo sul piatto un budget adeguato alle ambizioni trovando magari anche dei compagni di cordata. Ovvio che nella situazione attuale brugnaro non può fare il passo più lungo della gamba. Questo era il senso del ragionamento. Questo è il mio pensiero eh. Poi magari le cose stanno pure diversamente.

  62. norm nixon

    Raffaele…resto fiducioso. Il progetto era quello. Capisco che l’infortunio di Washington e le difficoltà di attaccare il ferro abbiano suggerito l’acquisto di un giocatore come kennedy ma non hanno abbandonato il progetto del 4-5. Io la so così. Poi vediamo. La reyer
    è sempre molto imprevedibile.

  63. Paolo Miro

    Ma di che Eurolega state cianciando?!?
    Stante che io personalmente nn ne ho mai sentito nemmeno l’odore, come volete che ci “accettino” ( pensa un po’!, bosogna anche venir accettati, non guadagnarsela sul campo come in tutte le competizioni che si rispettino…)?
    Non rispondiamo a dei nessuno dei requisiti richiesti.
    Inoltre andare on Eurolega significa attualmente dar uno schiaffo alla ns. Federazione che ovviamente si appoggia alla FIBA come hanno già fatto, strafregandosene, Tre to, Torino, Reggio Emilia e qualcun’altra. Vedete voi….

  64. Paolo Miro

    E poi io sono per il metodo meritocratico ed infatti sono convintissimo che ci sono formazioni di Champions League tranquillamente in grado di battere le ultime 56 di Eurolega che sono lì non certo per meriti ma per ben altro

  65. Dario

    Io sono convinto di una cosa , solo brugnaro e pochi altri sanno dove il progetto deve arrivare e con che tempistiche .mi sembra che ogni anno,a prescindere dai risultati, (che comunque nello sport non sono mai una certezza) , un mattoncino in più venga messo al progetto

  66. PELLUTO …prenditi meno sul serio sopravvivi meglio…usi parole come rispetto e schernire..rilassati sto ruzzando qui sul blog…poi ad un invito puoi anche non rispondere…pazienza.sembri troppo tutto dun pezzo..secondo me comunque sbagli perche una cosa e’ il blog un altra e’ di persona…tu non mi conosci e visto che sei cosi serioso non giudicare una persona che non conosci.perche non sai nulla di me..poi fai come vuoi..a me stai simpatico comunque..prese per il culo a parte.se andiamo in semifinale ed in finale io l invito te lo ripeto..poi oh mica posso obbligarti…e se milano un vince na sega pazienza ci riproviamo l anno prossimo..speriamo nella juve…UNA COSA PERO LA DEVI AMMETTERE… THO RIFATTO SCRIVE…VEDI TI MANCAVO!!!…un salutone a rast….mi faccio il fine settimana ad AMSTERDAM…forza juve e forza OLIMPIA

  67. DARIO…un ti sta a preoccupa…io erba e sesso…non violenza sono un hippy non un coglione….un pensa troppo ai manganelli hanno forma fallica…uhmmmm mi preoccupi…

  68. Dario

    Reggiani mi ero solo preoccupato per te !!! Gli oggetti di forma fallica li lascio più che volentieri agli altri . Io sono vecchio stampo ,sempre e solo topa …

  69. Dado

    Norm.. ok adesso suona meglio.. ho leggo meglio io 😉

  70. Dado

    Bene.. dopo questa notte c’e’ pure un 4/5 libero oltre oceano.. dovessero le Ferrovie italiane intopparsi :p

  71. grazie dario….

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •