Happy Casa Brindisi – Umana Reyer Venezia 75-71

03 Novembre 2019

Parziali: 21-17; 41-30; 62-57

Happy Casa: Banks 21, Brown 10, Martin 6, Zanelli 10, Iannuzzi, Serra ne, Gaspardo 12, Campogrande 2, Thompson 7, Cattapan ne, T. Stone 7, Ikangi ne. All. Vitucci.

Umana Reyer: Casarin ne, J. Stone 8, Bramos 5, Tonut 4, Daye 12, De Nicolao 9, Filloy 3, Vidmar 5, Chappell 12, Pellegrino ne, Cerella, Watt 13. All. De Raffaele.

L’Umana Reyer rinvia ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria esterna in campionato. Nell’anticipo di mezzogiorno, a Brindisi, gli orogranata tentano la rimonta, ma l’Happy Casa difende alla fine un vantaggio minimo, aggiudicandosi il match per 75-71.

È ancora Udanoh a restare fuori nelle rotazioni degli stranieri, con starting five confermato (Stone, Chappell, Bramos, Daye e Vidmar. Parte meglio Brindisi (8-2 al 2’30” con due triple di Banks), con gli orogranata che cercano di appoggiare il gioco soprattutto su Vidmar, che si fa sentire con due canestri e due falli subiti da Tyler Stone). Con due canestri anche di Daye e uno di Chappell, a metà quarto è 10-10. In un match spettacolare (incredibile inchiodata di Julyan Stone con fallo subito per il 14-13 al 7’30”), l’Happy Casa riprova poi la fuga sul 18-13 (all’8’, con time out veneziano) e va avanti al primo intervallo sul 21-17.

Gaspardo, primo a toccare la doppia cifra, è il fattore in avvio di ripresa. Brindisi è precisissima dall’arco (5/8 al 13’30”), con time out obbligato per coach De Raffaele sul 31-18. L’interruzione non cambia l’inerzia, perché l’Umana Reyer segna solo un libero nella prima metà di quarto e di nuovo Zanelli da 3 a 34-18 al 24’. Il primo canestro dal campo orogranata è di Chappell al 15’30”, poi Watt fa 35-22 al 16’30”, nonostante quattro palle perse (saranno 10 di squadra nel primo tempo). Dopo il nuovo tentativo di allungo pugliese (39-22 al 17’), l’asse De Nicolao-Watt consente all’Umana Reyer di riavvicinarsi (39-28 al 18’). Il finale di primo tempo, in cui arriva il terzo fallo di Watt, dice infine 41-30 sul sottomano conclusivo di Tonut.

L’Umana Reyer si ripresenta in campo col piglio giusto: canestro di Chappell e, dopo lo 0/7 dall’arco di squadra del primo tempo, Daye mette due triple consecutive per il 41-38 al 21’30”. Brindisi esce bene dal time out (45-38 al 23’) e, dopo il canestro di Julyan Stone per il 45-40, ritrova un super-Banks, così, dopo il quarto fallo di Daye, riprende la doppia cifra di vantaggio: 54-44 al 26’. Il time out, stavolta è veneziano: inizialmente non frena Banks, che fa 60-49, anche se poi, nel finale di tempo, gli orogranata riescono a infilare un parziale di 2-8, con De Nicolao, Watt (libero), Filloy (tripla) e Bramos, andando all’ultimo intervallo sul 62-57.

Gli orogranata arrivano a -3 (62-60) al 31’ con una non facile tripla di De Nicolao, anche se falliscono un paio di occasioni per impattare, schierando anche un quintetto atipico (Stone da “5”), con Brindisi che prova a rimettere margine (66-60 al 33’), portando a casa anche il quarto fallo di Watt. Il numero 50 fallisce anche due liberi, arrivando a 2/7 dalla lunetta nel match, anche se, dopo il canestro di Chappell, completa il gioco da tre punti per il 66-65 al 35’30” (pur commettendo però infrazione di passi sul possesso del sorpasso). Daye esce per falli al 36’30”, con Brown che però fallisce entrambi i liberi. Anche Bramos non trova il canestro del +1 e di nuovo l’Happy Casa trova il +6 (71-65) al 37’30” con la tripla da 9 metri sulla sirena di Thompson (primi punti della sua partita) dopo la diciottesima palla persa veneziana. Dopo il time out, l’Umana Reyer supera il non invidiabile record stagionale di palle perse, con Thompson che fa due volte +8 per i padroni di casa. Gli orogranata provano a non mollare, con un canestro e due liberi di De Nicolao per il 75-71 al 39’. Per tre volte, il tiro del -2 non entra e non serve lo 0/2 di Martin dalla lunetta a -27”, perché sbagliano anche Chappell (sottomano) e Bramos (tentativo di tap-in), con l’Umana Reyer che non ha nemmeno la forza di spendere un fallo nei secondi conclusivi.

71 Commenti in questo articolo

  1. Ostregafioi

    Reyer versione babbo Natale oggi.Watt bene nelle conclusioni, disastroso nel gioco senza palla (e non da oggi).Necessita di un ricondizionamento mentale con ricetta wdr. Non è stata bruttissima la partita considerando il livello alto degli avversari, anzi proprio per questo la partita non può considerarsi un bijoux cestisco ma comunque piacevole.

  2. Dado

    Persa.. Però è comprensibile.. ci mancava Mazzola..

  3. fabioz11

    Dura, tanto dura

  4. Sassari ha messo i due punti in Banks, per noi troppe occasioni perse specie nel finale, troppe palle perse, loro più reattivi e lucidi, incamerando punti importanti anche dalla panca, e nonostante tutto dopo aver riaperto la partita si poteva fare il colpaccio, ma non sempre è domenica, abbiamo perso, giusto così, niente di drammatico, ora si pensa alla coppa, buona domenica a tutti e forza Reyer.

  5. giuliano

    A scanso di equivoci, Brindisi ha meritato la vittoria. Se con il record di palle perse e percentuali ridicole ai liberi, con Daye limitato dai falli e con san Bramos ai minimi, siamo arrivati punto a punto vuol dire che possiamo vincere con chiunque ma anche perdere con chiunque. Sensazione agrodolce sgradevolissima. Finché non riusciremo a giocare come sappiamo e possiamo per almeno 30 se non 40’ sarà dura vincere. Comunque forza Reyer.

  6. Ormai vedere partite che si potrebbero portare a casa e invece perse è una costante. Io non ho nemmeno più la forza di incazzarmi..

  7. RaffaelePisu

    Sconfitta giusta e che tutto sommato avevo messo in preventivo. Troppo più importante la coppa adesso.
    Alla fine con 20perse si è perso di 4 e si poteva vincere….ve positive. Testa a belgrado.

  8. fabrizio

    Mai avanti in 40 minuti, quasi 20 palle perse e una fatica boia in attacco e purtroppo non da oggi sto anno: vittoria quindi strameritata da Brindisi anche in maniera piu’ netta di quanto dica il punteggio finale.
    Per la Final Eight di Coppa Italia la vedo difficile che ci qualificheremo anche perche’ non vincendo mai in trasferta sarebbe impossibile ma sinceramente, viste le figuracce fatte tutti gli anni in Coppa Italia, potrebbe essere una bella cosa non rimediarne un’altra anche sto anno!

  9. RaffaelePisu

    @Fabrizio dai che ci salviamo….ma speriamo…

  10. ve66art

    Si può scrivere “sangue da naso”? Detrattori di Haynes: copeve!
    Basta un ingrediente in meno per rovinare un piatto prelibato! Ma tanto me so abitua’a perder….

  11. virusdestroy

    Non ho visto la partita, ma difendo il mio amico ve66art, ci manca tanto haynes, so che da fastidio a norm nominarlo ma si sente la sua mancanza a questa squadra.

  12. RaffaelePisu

    Dai dai…ancora con haynes che tra l’altro ha voluto andar via…

  13. Cip e Ciop.

  14. Mastro65

    La squadra manca di leadership e personalità nel ruolo di 1.
    Per motivi diversi Stone Denik e Filloy non riescono a gestire i momenti chiave della gara,i possessi fondamentali,alleggerendo così il carico di pressione che inevitabilmente ricade su Bramos Watt e Daye che tralatro ormai esce sempre per falli prima della fine.
    Si è visto anche oggi quando abbiamo avuto più volte i palloni per l’aggancio o il sorpasso.
    E non credo sarà Goudelock a risolvere questo problema,ammesso che rientri in buone condizioni.
    È sicuramente un realizzatore ma non un giocatore che gestisce i ritmi della partita o che mette in ritmo i compagni.
    Vediamo,forza Reyer.

  15. Dado

    Mastro65.. il nostro playmaking non ha 1 leader, è stemperato in 4 giocatori almeno: Stone+DeNic+Filloy+Daye (talvolta pure Chappell), con il problema che nei momenti salienti in campo.. può essere che non sai chi guardare, o non sia chiaro chi debba condurre o prendersi le responsabilità.

  16. Dado

    Fabrizio, Seb.. mi avete convinto, Kyzlink non è certamente a livello dei nostri esterni.. per attacco del ferro, atletismo, P&R, precisione al tiro, precisione nei passaggi, energia, etc.. come si è visto anche oggi in campo.

    E’ stato un bene averlo ceduto.

  17. Mastro65

    Dado questo l’ho capito, sarà anche stemperato ma se l’unico che dovrebbe ,dico dovrebbe avere leadership esce sempre per falli prima della fine è gli altri tre non sono all’altezza di gestire i possessi più caldi c’è poco da stemprare

  18. Dado

    Tranquillo Mastro65.. al ritorno di Mazzola, gioco-forza Daye sentirà un pò di pressione in meno e magari si esprimerà meglio. A quel punto però ci sarà di volta in volta da recuperare i passivi che prenderemo con Valerio in campo, ma comunque dai abbiamo già fatto esperienza lo scorso anno e PO.

  19. Mastro65

    Credo che nel momento in cui hanno legittimamente deciso di non accontentare le richieste economiche di Haynes,forse si doveva sostituirlo con un giocatore di quelle caratteristiche e con personalità.
    A Settembre anch’io ero convinto e speranzoso che Filloy Denic e Chappell potessero bastare,ma purtroppo ora,dopo due mesi mi sono ricreduto.
    Questo ovviamente è solo il mio parere per carità.

  20. Dado

    Certo che a 7 minuti dalla fine, dopo essersi avvicinati 62-64.. ad opera prevalentemente dei nostri lunghi e avendo capito che Vidmar (e pure Watt) non riescono a tenerlo (per quanti sbagli possa fare).. anziché dare la spallata per il sorpasso.. mettere un quintetto di piccoli (che fino a quel punto non avevano combinato molto..) con Stone da 5.. è stata una TOPPATA notevole.. Corretta poco dopo.. ma toppata.. occorreva provare a vincerla li.

  21. Nanevianello

    Bicchiere mezzo vuoto : una valanga di palle perse, percentuali ridicole ai liberi, cattiva circolazione della palla in attacco, un Bramos che ( purtroppo) non c’è e al quale questa Reyer non può riununciare, un Filloy che francamente non so se davvero mai arriverà.
    Bicchiere mezzo pieno : anche nella attuale condizione la Reyer ha arrischiato di vincerla. Non l’avrebbe meritata, ma avrebbe potuto. Ergo potrà solo migliorare : si spera .
    Inutile rimpiangere chi non c’è più . Un pò assurdo dare giudizi su chi ( Goudelock ) ancora non è arrivato .
    Mi permetto solo di dire che le scelte estive sono state ” collettive ” : Brugnaro, Casarin, WDR. L’idea che siano state fatte al ” risparmio ” vale fino ad un certo punto. E’ evidente che qualche valutazione è stata sbagliata .

  22. Mastro65

    Capisco il tuo sarcasmo Dado, ma povero Mazzola,non sarà un fenomeno ma un po’ di minuti per preservare Daye dai falli l’anno scorso erano stati utili.
    Daye uscendo dalla panchina era uscito fuori dalla buca nella quale si era infilato.

  23. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Guardando la partita e i nostri eroi a confronto con Brindisi ,risultava evidente la nostra impotenza atletica a cospetto dei pugliesi molto piu’ reattivi , veloci e con le idee molto chiare in campo .
    Questo soprattutto nei primi due quarti , dove siamo riusciti a segnare un canestro su azione dopo piu’ di cinque minuti ( nel secondo quarto ) . Ve66 dice : sangue da naso ! io dico da vergognarsi giocare cosi’ da campioni d’Italia ! Un quarto assolutamente imbarazzante dove non si è salvato nessuno ( 0 su 7 da 3) Nel terzo quarto si è rivista la Reyer e si sono riviste le realizzazioni da 3 ; questo ad avvalorare ancor di piu’ la tesi che , con l’attacco inconcludente che abbiamo , se entra il tiro da 3 siamo in partita , altrimenti possiamo prenderle da chiunque . Nell’ultimo quarto arriviamo a meno 1 a 4 minuti dalla fine e qui si spegne del tutto quella poca luce che faticosamente si era accesa . Watt fa passi in attacco , Bramos sparacchia sul ferro e in entrata la butta sul tabellone, per non parlare di Filloy che fa un’entrata a canestro da museo degli orrori . Qualcosina hanno fatto Watt , Stone e Denik , per il resto Filloy e Tonut non pervenuti , Vidmar utile solo a far sportellate , Daye visto solo nel terzo quarto e il Dio greco che si è preso un’altra giornata di ferie( stanno diventando un po’ troppe ) . Quest’anno il livello del campionato e’ decisamente piu’ alto con Bologna e Milano su tutte che si contenderanno sicuramente lo scudetto , mentre noi su un gradino piu’ basso , non so dove potremmo arrivare , se non decidiamo di cambiare registro al piu’ presto . Adesso la coppa per noi è l’obbiettivo piu’ vicino , ma non possiamo continuare a rimediare brutte figure in campionato , perché gli altri corrono e dopo 4 sconfitte consecutive in trasferta potrebbe già essere tardi . Domenica con Sassari in casa ne sapremo di più .

  24. Seb

    Dadooo! Te lo dico con simpatia: Boia ti e to àmia!
    Siccome, in campo ne vanno 12 e per la LBA, abbiamo già 2 stranieri in più, quale giocatore avrebbe dovuto lasciare spazio a Kyzlink?

  25. Ostregafioi

    Nanevianello, al netto delle decisioni arbitrali, merita sempre di vincere chi fa almeno un punto in più dell’avversario.Pertanto, se avessimo vinto nulla avremmo rubato. Nonostante tutto.

  26. Ostregafioi

    PELLEGRINESCHI MAURIZIO , troppo severo. Ha detto cose giuste ma con toni troppo pesanti. Non siamo al livello da te descritto per fortuna.

  27. Nel suo commento post partita il buon WDR ha usato 4 o 5 volte la parola “modesti”.
    Se lo dice lui incomincio a preoccuparmi!
    Spesso in passato,con situazioni in bilico, la squadra si dimostrava più cinica,lucida e determinata. Adesso anziché avere la freddezza di matare l’avversario si incartano da soli….mah!
    Comunque sempre forza Reyer!

  28. Scusate, avevo messo Sassari invece di Brindisi,poi su Sportando ho letto che anche il cronista ha scambiato le due squadre, sono in buona compagnia.

  29. Dado

    Alex… qualche brindisi di troppo.. ed ecco Sassari! 😉

  30. giama29

    “Certo che a 7 minuti dalla fine, dopo essersi avvicinati 62-64… mettere un quintetto di piccoli (che fino a quel punto non avevano combinato molto..) con Stone da 5.. è stata una TOPPATA notevole..”
    Bravo Dado. Credo che quella scelta molto discutibile di WDR abbia in parte vanificato il gran lavoro fatto per recuperare il divario. Se poi alla scarsa lucidità in campo si aggiunge anche la scarsa lucidità di WDR a leggere le partite, siamo messi piuttosto male… Arrivati a due punti, con Brindisi in affanno, ha messo un quintetto incomprensibile che in poco più di un minuto vanifica lo sforzo fatto per tornare in partita!
    Nei minuti finali, poi, manchiamo sempre di lucidità non riuscendo mai a risolvere le partite a nostro favore. E guarda caso, c’è sempre di mezzo Filloy che riesce sempre a fare la cosa sbagliata nel momento decisivo. Se Filloy ha già dimostrato in diversi match di andare in confusione nei minuti finali e di non avere un rendimento in generale sufficiente, perchè insistere su di lui? Per la legge dei grandi numeri? Alla fine ne farà anche una giusta, ma siamo a questi livelli di disperazione? Non abbiamo altre carte da giocarci? Non voglio puntare il dito su di lui come se fosse la causa di tutti i mali della Reyer, ma in certi frangenti, visto che già di problemi ce ne sono parecchi, sarebbe meglio evitare di mettere in campo giocatori che già nei match precedenti hanno dimostrato un rendimento scarso, cosa che nei minuti finali si manifesta con l’incapacità di dare equilibrio e tranquillità alla squadra.

  31. yam9001

    Quest’anno non arriviamo nemmeno alle final eight.
    Mediocri in tutto oggi. Purtroppo

  32. fabioz11

    Voglio e spero essere smentito, ma cari signori guardate bene la classifica,e non domenticate che dobbiamo ancora il turno di riposo!!!

  33. paper861

    la reyer deve passare il turno in coppa, poi wdr smetterà con gli esperimenti tipo a -2 quintetto piccolo con stone pivot e 3 rimbalzi offensivi presi da br…ma cavoli sei a -2 e fai esperimenti? ho visto palle perse ed errori da patronato anche da parte di bramos…forse goudelock serve anche per dare riposo, poi se gioca zanotti e Gasparri perché non giocano casarin e pellegrini?

  34. paper861

    hops..gaspardo

  35. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Ciao Ostregafioi , mi fa piacere che tu sia piu’ ottimista , ma non sono stato severo , ho solo descritto quello che tutti hanno visto .
    Lo stesso WDR nel suo commento post gara ha definito modesti i suoi .
    Purtroppo i nostri eroi hanno la pancia piena , hanno perso quella vis pugnandi che era il marchio di fabbrica e cosi’ non vai da nessuna parte . Oggi pomeriggio ho visto la Virtus( veramente una signora squadra ) regalare un ventello a Reggio e mentre scrivo l’Armani regalava un trentello a Varese . Ecco di fronte a queste due corazzate ,c’e’ poco da essere ottimisti , sarà già un’impresa entrare nelle prime otto .

  36. Dado

    Seb.. il discorso e’ un altro.. se ho un Kyzlink e mi rendo conto che in 2 anni e’ cresciuto.. anche se Avellino fa svendite, magari se non ho necessità non compro, che dici?

    La Reyer ha bisogno di svecchiarsi, Chappell sembrava Goudelock a Vilnius (e meno male) ma le stanchezze si pagano.. e oggi era lento in tutto.. tranne qualche frangente.

    Senza conoscere gli specifici caratteri dei giocatori, avrei preferito prendere Craft+Tessitori facendo offerte interessanti, tenere Kyzlink… e magari mi avanzava pure per la mossa Goudelock.. così facendo si sarebbero risolti molti problemi e svecchiato pure la squadra.

    In Regia manca un leader.

  37. cesare

    Craft ha deciso di smettere. Quindi se si prendeva come giocatore di prospettiva si sarebbe fatto un errore.
    Kyzlink come ho già scritto è stato un grande professionista che per l’attaccamento alla maglia avrebbe meritato di giocare di più. Poi wdr lo vedeva 7 giorni su 7 ed ha fatto le sue scelte che mi sembra gli abbiano dato ampiamente ragione.

  38. Ary

    Io mi dispiace ragazzi ma sono con Dado….
    Questo mercato non mi è piaciuto (ad eccezione di chappell) e non l’ho ritenuto coerente con le NS ambizioni e per arginare ciò che ci era venuto a mancare (Haynes).
    Allora Haynes aveva Leadership e cmq aveva nei minuti decisivi personalità, ma non lo ritengo insostituibile…. Avrei preferito puntare su un play alla craft e puntare tutto su un 4 italiano ! Fuori udanoh e Filloy (che si poteva prendere cmq) , i giochi sono fatti.
    Io nn sono così tragico cmq…. Anche oggi pur facendo regali siamo rimasti in partita fino all’ultimo. Vidmar gioca poco !!!!! Lo ripeterò fino allo stremo… Oggi era lui l’uomo da puntare. Poi scandalosi il 4o e 5o fallo fischiati a Daye.
    Però c’è poco da fare…. Questa squadra ha un problema strutturale, manca un cervello , quando non c’è Denik è il vuoto !Stone non è un play , può farlo all’occorrenza ma non lo è …. E Filloy oggi come oggi non da segnali positivi

  39. Dado

    Cesare.. giocatori di 28 anni bravi e stimati, tutto sommato integri, che si ritirano per tornare a studiare.. sono davvero rari.. davvero indecifrabile per Craft.. a meno che il giocatore non abbia chiarito le prospettive con un qualche anticipo..

    Comunque Craft o chi per lui (come scrissi) era un concetto..

    Su Kyzlink le mie considerazioni erano relative alla campagna acquisti di quest’anno.. nell’ambito di un giovane capace che era già parte del team. Poi e’ ovvio che gli scorsi PO sono stati un parata magari sofferta, a tratti, ma trionfale.

    Mi chiedevo poi un’altra cosa.. avere un leader in regia.. e’ compatibile che quello che ha rilasciato Chappell in intervista relativamente alla capacità di WDR di ‘diminuire’ l’ego di ogni giocatore a favore della squadra (?)..
    Oppure una regia corale senza un leader (come tale) e’ una delle volute sfide ed esperimenti del nostro Coach?

  40. fabioz11

    Per Dado amante di statistiche
    Paul Biligha 22minuti,4 su 4 al tiro, 2 stoppate, 2 rimbalzi. E gioca con Armani, da noi in panchina, misteri

  41. norm nixon

    Dado…garantirsi un leader con spiccate qualità a livello di playmaking non significa per forza dover fare i conti con una prima donna capricciosa. Il chacho ne è un esempio ma ne potrei fare tanti altri. Discorso diverso è constatare che la Reyer ha sempre rifiutato di portarsi a casa giocatori egocentrici…ma questo non ha nulla a che vedere con il concetto di leader e di playmaking. Come hanno detto e scritto in tanti…non è che alla Reyer manchi Haynes (al di là dei giochi ben eseguiti in pick’n roll..non è che fosse un mago in regia, anzi pascolava spesso la palla peggio di un pastore sardo), caso mai manca un giocatore che assomigli ad Haynes..che è diverso. Ma che assomigli in meglio..di Haynes. Se parliamo di playmaking.

  42. Fabioz, Biliga 22 minuti,8p., 2 stoppate, 2 (due) rimbalzi, demo dai, in 22 m. il minimo sindacale, con un play in campo che si chiama Rodriguez, aggiungo 1 assist che ti sei dimenticato.

  43. cesare

    Ciao Dado, probabilmente la società puntando su tonut come guardia titolare, ha preferito un “cambio” che fosse poco ingombrante ma affidabile in termini di esperienza e minuti giocati, pertanto è arrivato chappell.
    Sulle recenti dichiarazioni di quest’ultimo conferma che nel sistema di gioco di wdr il gruppo viene prima di tutto, basti pensare come è stato gestito daye lo scorso anno.

  44. Dado

    Norm.. verissimo.. ma non intendevo comunque una donna capricciosa.. intendevo un giocatore di notevole intelligenza cestistica, che sappia prendersi le responsabilità, sappia trascinare e caricarsi sulle spalle la squadra, abbia carisma, sia ascoltato, faccia molto bene ma inevitabilmente faccia anche errori.. etc.. insomma uno che vale.. e ne è cosciente.. pur con una certa umiltà alla Ginobili.
    dispiace ricordarlo.. ma l’ultimo dei nostri giocatori che mi è sembrato avere tutte queste componenti è stato Orelik..

  45. Dado

    Fabioz, Alex.. Biligha sta facendo cose discrete a Milano, comunque oggi era la partita delle seconde linee..

  46. paper861

    a me biligha piaceva ma lo scorso anno ad un certo momento non voleva più giocare con noi, nelle apparizioni in campo era svagato ed anche i pochi assist che riceveva non teneva palla..bravo Messina a motivarlo così come del resto sta facendo con ADV. Io nella ns reyer avrei fatto carte false x avere Gentile, quindi non avendo Udanoh avremmo avuto uno spot USA in più…però aspettiamo Mazzola per ripristinare vecchi equilibri cari a WDR ..forza reyer

  47. RaffaelePisu

    Quando saremo alle F8 di coppa italia vi verrò a cercare…

  48. Michele DEste

    Buongiorno a tutti… Anche ieri un buon allenamento.

  49. Ostregafioi

    “L’erba del vicino è sempre la più verde” Questo è il pensiero che faccio leggendo la maggior parte di voi. Le sto guardando le altre squadre. Vedo squadre molto forti, spesso ben allenate ma comunque ancora di questo pianeta. Analizzo le nostre sconfitte, ma rimangono piccole sconfitte a guardare il punteggio. Tutte le perse saremmo stati in grado di vincerle (con i se e con i ma , per carità). Non è il gioco di wdr che non funziona. In tutte le squadre e in ogni partita c’è sempre quello che stecca. Da noi è successo che hanno steccato simultaneamente più giocatori, ma non in tutte le partite. E non per colpa diwdr. Le 20 palle perse sono figlie del comportamento dei giocatori, non degli schemi del coach. Se abbiamo vinto gara 7 a +26 non è stato per merito di schemi nuovi usciti dal cilindro all’ultima partita, o perchè gli avversari si sono infortunati,gli arbitri compiacenti etc.
    E’ successo perchè solo un giocatore (Stefano) sull’intera rosa non ha girato (in quella specifica partita), ma tutti gli altri si! E’ nessuno dei nostri si chiamava Teodosic o chi volete voi.Ha vinto questa squadra che vediamo oggi. Tutto questo per dire che se i nostri girano (a meno di uno o al massimo anche di un altro al 50% ) le possiamo vincere anche tutte a partire già dalla prossima.E non mi fanno paura ne Bologna ne Milano.

  50. Condivido Ostregafioi,Pisu ndemo insieme a cercarli, e se fosse il vil denaro di Armani una delle cause della strepitosa ascesa di Biliga?.

  51. Coco

    Peccato per le troppe palle perse ci voleva più concentrazione , bravi anche gli avversari che te la fanno perdere.

  52. ve66art

    @ostregafioi e Pisu
    A volte ci sono delle parole dette e scritte da altri che vorresti fossero state le tue. È il caso del post di ostregafioi che, mi sia concesso, faccio mio! Credo sia giunto il momento, almeno per me, di deporre l’ascia dell’insoddisfazione. Questa è la squadra, questi sono i giocatori e lamentarsi non serve a nulla. Stringiamoci attorno a chi in questi tre anni ci ha fatto sognare e gioire come non mai! Come va va…a noi l’obbligo, l’onere, e l’onore di sostenere questa nostra squadra. Finché c’è godiamocela…..

  53. Ostregafioi

    Grazie ve66art per la condivisione del pensiero. Sia chiaro però che ho il massimo rispetto dei “critici” perchè quasi tutti supportano le loro ragioni con validi argomenti.
    Io che di basket ne capisco solo fino ad un certo punto, preferisco guardare le cose un po’ più da lontano, nel loro insieme. E non è detto che non ci azzecchi..

  54. Dado

    La Reyer è come una grande famiglia.. dove ci sono momenti brillanti, baruffe interne, incomprensioni, riappacificamenti, etc..etc.. e così è andata in tutti gli anni passati.. ma con diverse Grandi gioie finali. Non ho dubbi che presto tutti giocheranno meglio, il vento cambierà etc..etc.. e non penso sia solo questione di salire o scendere dal carro, essere ottimisti o pessimisti o criticare o elogiare.

    Vorrei fare una considerazione..

    Milano ha SEMPRE avuto giocatori stellari e over Budget per noi, oggi però appare MOLTO SOLIDA prima di tutto perchè Messina ha ‘fatto squadra’ cosa che non era capitata con Pianigiani (da quanto rilasciato in interviste ai giocatori).
    La politica di Messina inoltre è anche alla luce di tutti.. e anche dichiarata alle Conferenze stampa: (1) Barcellona –> prime linee in campo (2) Varese –> Seconde linee (prevalentemente) in campo con prime linee a rassicurare con alcuni minuti e dal bordo campo. Questo aveva dichiarato dopo la partita col Barca e questo ha fatto.
    Milano ha almeno 2 squadre complete.. E le seconde linee con un pò di supporto di qualche ‘titolare’ in campionato vincono a mani basse. Da notare per Milano TUTTI e 12 sono Entrati in Campo, con Minutaggio minimo di 3 minuti (per SCOLA..), altrimenti 7 minuti..

    ORA.. questa situazione ed ingredienti.. mi riportano alla memoria esattamente un anno fa 4 Novembre 2018: Reyer – Virtus Bologna = 94 – 75. Stessi elementi mostrati da noi (come Milano Ieri): GRANDE SOLIDITA’, Praticamente due squadre complete.. capacità di vincere contro una Bologna con le seconde linee (61 punti fatti dalla panchina!), ok.. senza Teodosic.. ma sempre Bologna, tutti e 12 in Campo, pure Jerkovic (!). Ventello dato ‘facilmente’.. Dirigenti Bolognesi ‘stupiti’ dalla profondità della Reyer..

    per chi vuole ricordare vedete i dati LBA a questo link:

    web.legabasket.it/game/1672261/umana_reyer_venezia-segafredo_virtus_bologna_94:75

    BENE..

    Al momento questa solidità e profondità non ce l’abbiamo:

    * Giochiamo in 10 e non in 12
    * Anche con squadre di mezza classifica LBA occorre che le nostre prime linee scendano in campo per provare a vincerle (e spesso pure perdiamo)
    * La nostra panchina fa pochi punti (29 contro Brindisi)
    * Ci manca un 3 lungo italiano.. da considerare che in quella partita con Bologna entrarono in campo sia VIDMAR che WATT che Biligha.. capitalizzando in 3: 12+12+17 = 41 punti.. più 14 rimbalzi..
    * C’era un Haynes..
    * etc..etc..

    Vuoi per politiche di mercato, vuoi per convocazioni e minutaggi concessi, vuoi per tutto quello che vuoi.. ma questa SOLIDITA’ e profondità in questo momento non ce l’abbiamo, e questo a prescindere da salire o scendere dal carro, essere ottimisti o pessimisti oppure criticare o elogiare.

  55. Nanevianello

    Ostregafioi

    Certamente, ad un certo punto, ho pensato che la Reyer la potesse vincere a Brindisi. Non è accaduto. Ma non mi piace accampare scuse sulle decisioni arbitrali . Quando queste decisioni sono indecenti va detto. Una tantum : altrimenti si ” piange ” da tifosi e basta . Una squadra più forte , più in forma, con più talento dell’attuale Reyer a Brindisi avrebbe vinto . Ha perso e mi pare che Brindisi la sua vittoria non l’abbia demeritata .
    Io reputo che questa Reyer possa crescere. Almeno lo spero . Ma non posso non evidenziare che la squadra sembra sia stata rinforzata male. Leggo sovente che è stata costruita al risparmio . E’ una chiave di lettura che non mi convince. Alcune scelte ( per ora ) da Filloy ad Udanoh nons embrano felici . Non ci metto Pellegrino , preso solo per sostituire numericamente Mazzola . Poi parliamo di Mazzola . Utile , ma non parliamo di Bob Morse .
    Mi sono già espresso su quelli che non ci sono più ( che hanno lasciato o che sono stati venduti ) : la società ha fatto la sua scelta. Vale la regola che gli assenti hanno sempre ragione e vengono rimpianti. Brutta regola a mio parere. Così non si va da nessuno parte . E mi sembra assurdo paventare cose su chi ancora non è arrivato. E’ Goudelock con evidenza una scommessa : una bella scommessa a mio parere. Piuttosto : spero che la Reyer riporti a casa Visconti la prossima stagione . E’ un suo patrimonio . E a Mantova sta facendo bene . E’ cresciuto e a mio parere merita una chanche .
    Un saluto a te e a tutti .

  56. Seb

    Giusta considerazione, Dado!
    Ti ricordo, però, che la stessa squadra che viaggiava in questo periodo dello scorso anno con il vento in poppa, a dicembre ebbe un vistoso calo, con tre sconfitte consecutive in LBA ed alcune in coppa. Inoltre, è vero che giochiamo in 10, ma lo scorso anno, era presente il lungo italiano che dici che attualmente ci manca e che risponde al nome di Valerio Mazzola. So già che stai facendo spallucce, ma sono certo che DeRaf sarà ben contento di riabbracciarlo e lo farà a breve!
    Detto questo, sono, onestamente deluso dalla prestazione di ieri. Mi aspettavo che l’ottima partita in Lituania costituisse un buon viatico per un bel filotto di vittorie.
    Mah, speriamo in un incidente di percorso!

  57. Dado

    Seb.. Mazzola non era neanche nei 12 in quella partita.. e riguardo al calo è quello che scrivevo in apertura.. sui fisiologici andamenti della famiglia Reyer..

  58. norm nixon

    Le valutazioni, qualsiasi tipo di valutazione, relativa a una partita di qualsiasi sport presuppone il tempo “presente”….non il passato (che è già stato vissuto e analizzato), nè il futuro (che non conosciamo). Ed è quindi col presente che vanno fatti i conti, nel bene e nel male. I paragoni, per quanto suggestivi e spesso consolatori quando le cose non funzionano, rappresentano solo un effetto placebo, soprattutto per i tifosi….un specie di silenziatore alle insoddisfazioni ma non hanno nessun valore pratico. Quel che è stato fatto…è stato fatto. A prescindere che si siano vinti mille scudetti o nessuno. I conti si fanno sempre al presente e nelle analisi è giusto ragionare solo al presente. Poi se la Reyer si risolleverà..contenti tutti. Ma minimizzare nel nome del passato è un esercizio che non ha alcun significato. Questo è ciò che penso io.

  59. norm nixon

    E nessuno può negare che la partita di domenica prossima in casa contro Sassari rappresenta purtroppo già un chiaro spartiacque per quanto riguarda la partecipazione o meno alla Coppa Italia visto che per farla occorrerà arrivare tra le prime 8 alla fine del girone d’andata. E non andarci sarebbe veramente brutto. A proposito di contestualizzare…

  60. Ary

    Io resto della stessa idea di Dado…
    La rosa si è ristretta , le manovre di mercato sono visibilmente errate.
    Ora per riprendere la situazione in mano va risolto il problema play e poi vedrete tutto si aggiusterà.
    Cmq il problema è numerico. Milano ha 2 squadre , noi ora 11 giocatori ,con udanoh e Filloy che sono inguardabili.
    Gli altri possono anche essere stanchi , visto il numero degli impegni e l’età.
    Ma ripeto… Siete anche troppo drammatici, non vedo una squadra in netta difficoltà….. Qualcosa di buono lo.fa sempre

  61. Dado

    Seb.. per la completezza, una anno fa avevamo quei 12 (tutti in Campo) + in Tribuna Mazzola e Washington quindi 14 che effettivamente potevano toccare il parquet.

    Finora 10 invece stanno effettivamente toccando il parquet, + Udanoh, quindi 11.. quando arriverà Mazzola saremo 12 in coppa e 11 in campionato.. sperando che non si acciacchi mai nessuno..

    Norm.. il paragone non voleva essere nostalgico.. ma da pochi raffronti ci fa capire dove siamo.

  62. Seb

    Dado, la differenza rispetto allo scorso anno, nei giocatori arruolabili, è Casarin che ha sostituito Giuri, ottimo, tra l’altro, nella prima parte della stagione scorsa! Jerkovic non lo puoi considerare tra i 12 e Mazzola tornerà a breve.
    La società ha scommesso sul figlio del presidente. Diamogli un po’ di tempo a sto fio, altrimenti non ci lamentiamo che non si investe sui giovani!

  63. canestrelli

    Condivido in pieno le considerazioni di Ostregafioi.
    Non aspettiamoci sempre la luna da questa squadra, cerchiamo di non esaltarci troppo quando vince e di non deprimerci subito dopo quando perde. Le pause le aveva anche l’anno scorso, quest’anno sono un po’ aumentate, ma bisogna tener presente che i giocatori hanno un anno in più e che manca un lungo italiano all’altezza (Mazzola o un altro).
    Bisogna inoltre tener presente che le squadre che affrontano i campioni d’Italia in casa loro giocano la partita della vita, come fosse una battaglia da playoff e mettono un’energia tale che noi al momento per le ragioni dette sopra non siamo in grado di contrastare come sarebbe necessario. Anche perché in questo periodo la squadra ha come obiettivo principale il passaggio del turno in Eurocup ed è naturale che cerchi di risparmiare qualche energia. Perché in coppa non può assolutamente permettersi di fallire.
    Il modo di giocare della squadra allenata da WDR, basato essenzialmente sulla difesa, esige un grandissimo dispendio di energie, unito a un’intensità e a una concentrazione senza pari. E la squadra questo non può farlo tutte le partite. L’importante è che lo faccia al momento giusto
    Le squadre di De Raffaele non sono squadre da partita secca, sono squadre da playoff. Alcune battaglie si possono anche perdere. Ma soltanto alla fine se conta i soldai.

  64. canestrelli

    Nitran-go, pur comprendendo le tue giuste ragioni, posso chiederti di ritornare a scrivere nel blog?
    E’ come se tu te la prendessi con noi per colpa di altri, come quando durante il servizio militare per colpa di un singolo veniva punito tutto il plotone.
    E poi, non sempre modificare la decisione presa è segno di debolezza.

  65. Dado

    Seb.. puramente +/-

    2018-2019: 15 Giocatori

    Haynes, Stone, Tonut, Denic, Giuri, Kyzlink
    Bramos, Cerella, Jerkovic
    Daye, Washington, Mazzola, Watt, Vidmar, Biligha

    –> Vanno via Haynes, Giuri, Kyzlink, Washington, Biligha, Jerkovic

    e vengono rimpiazzati:

    Haynes –> Chappell
    Giuri –> Filloy
    Washington –> Udanoh
    Jerkovic –> Casarin

    Biligha –> NON Rimpiazzato
    Kyzlink –> NON Rimpiazzato

    Quindi siamo passati a 13..

    Ora nel migliore dei casi.. Goudelock rimpiazzerà Haynes..(?) e passeremo a 14..

    Manca ancora il Lungo italiano..

  66. Dado

    Questo non per fare il pretenzioso che dobbiamo sempre avere un roster di 15 giocatori utilizzabili.. ma semplicemente per considerare che fare Eurocup e LBA con ambizioni.. richiede squadra lunga.. turnazioni energie, etc..

    In aggiunta del roster ideale di 13+U18 (casarin), abbiamo comunque Goudelock, Filloy, Udanoh, Casarin, che per ragioni diverse non hanno trovato una collocazione ancora nell’eventuale supporto dato in campo.. per cui.. attualmente siamo a 9 ‘effettivi’.. 10 effettivi quando rientrerà Mazzola.

  67. Dado

    Canestrelli.. non solo Nitran-go, Paolo Miro (??) dove dei finito?

  68. bepidelgiaxo

    Dopo 7 giornate 6 punti fatti in casa contro Trieste e Cremona mutilate da infortuni importanti e con Cantù ridicola. A luglio avevo chiesto all’amico Norm, nel caso non ci fosse stata la conquista dello scudo, quanti giocatori sarebbero stati confermati e mi rispose BEN POCHI.I pochi facilmente individuabili in Daye, Bramos e Watt nel reparto stranieri, Denik e Tonut tra gli indigeni. A fine mercato arrivano due discreti stranieri mentre già da marzo un 33enne in netta parabola discendente ma dal profilo da sempre ritenuto ideale dai vertici. Gli altri innesti non sono da considerarsi.Per quanto riguarda poi Giuri fa la sua figura a Caserta ma in A2, Biligha voleva uscire in contemporanea all’arrivo di Widmar, Washington per un anno ha scaldato la seggiola, il Ceco può fare la sua figura a Roma ma non in una squadra di vertice.

  69. Nitran-go

    Ricompaio in virtù della richiesta di Canestrelli, che ringrazio. Vorrei precisare o ricordare che ho deciso di uscire dal blog in segno di protesta per il mancato tempestivo intervento di admin nei confronti di chi (o cosa) ogni tanto si diverte a usare questa piattaforma per pubblicare nefandezze. Sospendo la mia protesta riservandomi di riprenderla nel momento in cui dovesse verificarsi nuovamente ciò che mi ha indotto ad attivarla.
    Devo dire tuttavia che mi sono un po’ stancato di leggere certi commenti pesantemente e sterilmente negativi. Anch’io copio e incollo il post di Ostregafioi e anch’io, come molti, avrei qualcosa da dire sulle scelte di allestimenti di roster da parte della società. Ma non dobbiamo dimenticare:
    1.che è difficile ripetersi nei successi, se non si è Milano o Siena dalle vacche grasse, dalle uova d’oro e dai portafogli gonfi che prima o poi esplodono. Noi l’abbiamo fatto nel giro di tre anni e non abbiamo comunque intenzione di abbassare la guardia facendo nel contempo attenzione a non imitare le società dai portafogli gonfi che poi spariscono. Visto che spesso si guarda nei giardini degli altri, facciamolo anche dove cresce l’erba grigia;
    2.per quanto questa squadra stenti, è comunque alla ricerca di un suo equilibrio, non sarà facile trovarlo, ma io, lo dico e non lo nego, non la vedo proprio fuori dalle F8, né tantomeno dai playoff;
    3.quello che conta è la continuità e stiamo parlando di continuità di vertice, poi sicuramente servirebbe un impianto diverso e ci farebbero piacere investimenti maggiori, ma per quello che abbiamo adesso è già più che un accontentarsi.
    Sempre sulla linea qui lo dico e non lo nego, stasera faremo un partitone e domenica vivremo un momento dello scudetto.
    Buona giornata a tutti.

  70. giama29

    E domenica, fiato alle trombe(tte)!

  71. Ben tornato amico mio, a domenica.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  • Reyer Store >