Il calendario di quarti di finale playoff di 7Days Eurocup

09 Marzo 2020

L’Euroleague ha comunicato date e orari dei quarti di finale “playoff” di 7Days Eurocup. L’Umana Reyer è opposta all’Unicaja Malaga dell’ex orogranata Melvin Ejim.
La serie playoff si disputa al meglio delle tre partite: gara1 è in programma a Malaga martedì 17 marzo alle 20.45, gara2 al Taliercio venerdì 20 marzo alle 19.15 e l’eventuale gara3 ancora al Palacio de Deportes Jose Maria Martin Carpena di Malaga, mercoledì 25 marzo alle 20.45.

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice AirportSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TV

142 Commenti in questo articolo

  1. Paolo Miro

    Ma questi dell’Euroleague ci fanno o ci sono? Oppure vivono in nanteca di vetro o in un altro pianeta vicino?
    No perché diramare un calendario al 99% inattualizzabile vuol dire non aver in nessuna considerazione la realtà.
    Gli stessi giocstori si stanno rifiutando di giocare. Non so se mi spiego.
    Mandare avanti a tutti i codti una competizione rischiando la saluta è da folli. In nome solo del Dio Denaro che è infatti la sola motivazuone con la quale hanno creato una Lega staccata dalla FIBA. Se cercheranno di farla contnuare qualcuno passerà il turno senza muover un dito alla faccia dei meriti sportivi.

  2. fabrizio

    Paolo, i campionati nostrani (compreso quello di basket) verranno AL MASSIMO sospesi fino al 3 Aprile ma non interrotti o sospesi, mettitelo bene in testa mentre in Europa si continuerà comunque a giocare, eventualmente a porte chiuse.
    Pertanto, non ci sarà alcuna smobilitazione o fuga di giocatori perché, per esempio, per quanto ci riguarda anche dovessero decidere di interrompere il campionato (che è tutto da vedere) fino ai primi di Aprile comunque si alleneranno perché ci sarà da giocare la coppa (con la bella fissata eventualmente per il 25 Marzo): è chiaro, faranno tutti i controlli, prenderanno determinate precauzioni ma alla fine in Europa si giocherà mentre in Italia è probabile che ad Aprile faranno disputare almeno 9 partite in 28 giorni per recuperare le varie giornate rimandate e per recuperare ulteriore terreno perduto è probabile che i play off (tutti) saranno al meglio delle 3 partite, in modo da finire comunque in tempo per i preolimpici di Giugno delle varie nazionali e per le olimpiadi poi!
    Ma togliti dalla testa che verrà annullato qualcosa ma al massimo le varie cose saranno posticipate: coppe, finali di campionato, Europei di calcio e Olimpiadi tutti verranno disputati perché ci sono troppi interessi dietro e perché quasi sicuramente dalla metà di Aprile saremo fuori da questa emergenza virus e a quel punto cosa fai?
    Fai stare gli atleti coi pollici in mano, pur non essendoci più pericoli sanitari, fino a Settembre?
    Privi Federazioni, sponsor e quant’altro di incassi stratosferici?
    Fai perdere ai tifosi la possibilità di assistere (dal vivo o alla tv) a per i quali aspettano da tempo (Europei o Olimpiadi) oppure le partite più importanti della stagione delle proprie squadre del cuore?
    E’ giusto pensare, quindi, all’emergenza attuale e in sto mese di Marzo si dovrà pensare solo alla salute ma devi pensare anche al dopo e quindi non puoi bloccare o sospendere tutto perché preso dall’enfasi del momento:semmai ora ci si ferma per 20 giorni (almeno in Italia) ma dopo si deve riprendere a tutta forza e bisogna anche rispettare le decisioni, invece, dell’Europa che ritiene che le porte chiuse possano bastare anche in questi momento (come del resto il nostro decreto ministeriale prevederebbe!!!) e che quindi si possa giocare!!

  3. Paolo Miro

    Prima di sentenziare aspettiamo di sapere l’esito della Riunione.straordinaria del Consiglio Federale della F.I.P. alle 17.00 e domani quello della FIGC.
    Il Ministro Speranza ha però detto che ritiene Gravina un irresponsabile e che se il Mondo del Calcio volesse contunuare interverrebbe il Governo a fermarlo la cui sovranità è superiore a quella di qualsiasi Organo anche sportivo dotato di propria autonomia giuridica.

  4. Ostregafioi

    Fabrizio. Penso che tu non ti renda conto della situazione. Il dio denaro questa volta soccomberà davanti alla pandemia. Lo sport si fermerà.

  5. Paolo Miro

    Inoltre io sono molto scettico lo stesso su quanto prevedi. Permettimelo.
    Tempistiche, recuperi etc etc non li vedo realizzabili comunque senza falsare i tornei e assurdamente imposti nella loro effettuazione una volta che (come si illude l’Unione Europea) l’emergenza diminuirà. Siccome noi siamo stati presi come Nazione pilota dagli altri Stati che ci stanno seguendo a ruota con ritardi di 7-10 giorni sulla curva epidemiologica, il picco massimo dell’infezione verrà raggiunto ben più tardi della metà di aprile stringendo di fatto ancor di piùi tempi per inserire le eventuali partite non disputate. E se le misure che noi stiamo prendendo al nostro interno non verranno seguite anche dagli altri Stati e dalle Organizzazioni internazionali sportive eventuali altri contagi anche tra gli altleti (molto probabili) decreteranno de facto il blocco totale che nessuno (nemmeno qui da noi) ha il “coraggio” di decidere. Altroche interessi economici e di spettacolo!
    Dovranno preoccuparsi prima di ben altro.

  6. fabrizio

    Paolo, hai visto quello che sta succedendo nelle carceri italiani?
    27 prigioni (devastate da danneggiamenti vari) in rivolta, 6 morti, 20 evasi e detenuti che rapinano auto o salgono sui tetti delle case!!
    Oramai siamo in piena guerra civile e le regole e i consigli non vengono né rispettati e né osservate, basti vedere quelli che sono fuggiti coi treni in massa dalla Lombardia, Emilia e Veneto quando sabato sera era uscita la bozza del decreto e che oramai avranno diffuso il virus a piene mani in tutto il centro – sud!
    Questo per dirti caro Paolo, che il fatto che Gravina vada per conto suo piuttosto che Lotito che ha appena dichiarato che il campionato deve andare avanti non deve assolutamente sorprenderci perché abbiamo dimostrato che i sacrifici e le rinunce non le vogliamo fare e molti non le faranno anche se questo dovesse portare a migliaia di morti over 65 entro un mese, un mese mezzo!
    Tutto ciò segnerà le vite di tutti noi e farà capire definitivamente come gli interessi economici e/o gli interessi personali vengano e verranno sempre prima di tutto, con cinismo e crudeltà!
    Lo dico con estrema tristezza ma anche con grande realismo perché alla fine prevarrà il motto dei Queen: “lo spettacolo deve continuare”!

  7. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo, sono sulla stessa tua lunghezza d’onda. Ciao.

  8. RaffaelePisu

    Fabrizio si può essere o non essere d’accordo con la tua posizione però una cosa sbagliata l’hai detta, a metà aprile non saremo fuori da nulla, ahimè.

  9. virusdestroy

    Sperando non sia una fake new, nel motore di ricerca di libero sul pc, hanno scritto che dei ricercatori israeliani sono vicini a un vaccino contro il coronavirus

  10. virusdestroy

    Anche altre testate lo riportano, sarebbe una bellissima notizia

  11. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Mi permetto di dare un contributo alla discussione, pro e contro certi provvedimenti da attuare. https://www.corriere.it/esteri/20_marzo_09/coronavirus-wuhan-nuovi-casi-6b1bdccc-61eb-11ea-9897-5c6f48cf812d.shtml

  12. Paolo Miro

    Anxhd io avevo letto del vaccino e spero sia pronto però mi pare molto presto

  13. Ostregafioi

    Fabrizio, le tue teorie trovano fondamento nella semplice osservazione di quella che è la (becera) razza umana. Esistono numerosi esempi a sostegno della tua tesi. In altri contesti ti darei ragione. Ma questa volta ci troviamo davanti ad una situazione di vera emergenza. Tanti di noi stanno seguendo i consigli di auto-isolamento e i provvedimenti presi dal governo se non altro tendono a diminuire le possibilità di incontro ravvicinato. Per noi che stiamo bene e lontano dagli ospedali il pericolo ci sembra remoto. E lo è se facciamo i bravi.
    Ma prova a ragionare in termini di posti letto in terapia intensiva.Il conto alla rovescia è molto più vicino allo zero piuttosto che no. Il nord è quasi al completo , il sud che ne ha molti meno rischia di vederseli esaurire in un amen.
    Ma la terapia intensiva non serve solo per il coronavirus, serve purtroppo per far fronte a tutte le altre disgrazie che accadono ogni giorno nel nostro paese per i più svariati motivi. Non ci sono solo gli ultra 65 enni “coro-virati” che rischiano, ma anche tutti gli sfortunati della giornata che già adesso rischiano di non trovare più posto. L’eurolega ha programmato ok, ma vedrai che tornerà indietro e sposterà le partite. L’anno scorso abbiamo vinto lo scudetto giocando 34 partite in 17 giorni (dado correggi pure). Quest’anno lo faranno anche gli altri nelle regular s. e vorrà dire che i vari campionati finiranno tutti più tardi, olimpiadi comprese.

  14. norm nixon

    Cioè ragazzi….tranquilli..fede..speranza..carità e dopo il 3 aprile se ne parlerà. Si giocherà? Bene. Non si giocherà? Vuol dire che ce ne faremo una ragione e fine delle trasmissioni. Il basket è l’ultimo dei pensieri. Frega zero nel contesto. Anzi sottozero. Cerchiamo di uscire tutti assieme da questa fase di ostaggio il prima possibile e poi si vedrà. Quando succederà? E che no so. Ma sicuramente prima o poi ne usciremo e si ripartirà. La vita è fatta anche di queste cose. Non eravamo abituati? Bene, adesso ci abitueremo e stop. I nostri nonni e anche genitori ne hanno passate di peggio. La vita andrà avanti col suo carrozzone comunque.

  15. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Ora, anche Squadre italiane (Dinamo Sassari) chiedono di giocare in Spagna (Burgos) a porte chiuse, vista la diffusione anche la’ del virus. https://www.pianetabasket.com/zoom/champions-league-burgos-coronavirus-in-castilla-y-leon-dinamo-pronta-ai-saluti-201730

  16. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Ciao, norm. Mi fa piacere leggerti di nuovo. Ottima pillola di saggezza.

  17. Paolo Miro

    In Cina il campionato di calcio costato centinaia di milioni in ingaggi di giocatori stranieri è stato congelato dalla sera alla mattina: nessuno si è sognato di lamentarsi. E per una volta, anche questa mancanza di discussione sul tema, dovuta al sistema autoritario cinese, andrebbe presa a modello.

  18. Paolo Miro

    Solidamente a AUSU e anche per dare un messaggio positivo riporto volentieri dal Sito de “Il Mattino” (comunque postato pure da “TGcom24”:

    “Il Galilee Reasearch Istitute (Migal) di Israele ha annunciato di aver raggiunto «risultati scientifici» tali da poter «portare alla rapida creazione di un vaccino contro il coronavirus». Lo ha fatto sapere lo stesso Migal secondo cui «questa possibilità è stata identificata come sottoprodotto dello sviluppo di un vaccino contro l’Ibv (virus della bronchite infettiva), una malattia che colpisce il pollame, la cui efficacia è stata dimostrata in studi preclinici condotti presso l’Istituto stesso».

    Migal, dopo aver apportato «le necessarie modifiche genetiche per adattare il vaccino al Covid-19 (il ceppo umano del coronavirus) sta lavorando per ottenere le approvazioni di sicurezza che consentiranno test in vivo e consentire l’avvio della produzione di un vaccino per contrastare il Coronavirus».

    Dalla ricerca – ha continuato il Migal – è stato scoperto che «il coronavirus del pollame ha un’elevata somiglianza genetica con il COVID-19 umano e che utilizza lo stesso meccanismo di infezione, un fatto che aumenta la probabilità di ottenere un vaccino umano efficace in breve tempo».

  19. AUSU ROMANO AERE VENETO

    CONI: stop a tutto lo sport fino al 3 aprile.

  20. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Si continua con l’accanimento terapeutico. Intanto i giocatori stranieri scappano. https://www.instagram.com/p/B9M2nA9Kk3D/

  21. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Si continua con l’accanimento terapeutico. Intanto i giocatori stranieri scappano.https://www.instagram.com/p/B9M2nA9Kk3D/

  22. Paolo Miro

    AUSU…il link indirizza su un contenuto che parla di altro.
    Però se è la notizia dei giocatori di Treviso fuggiti a Trieste allora è già cosa nota

  23. Paolo Miro

    E così il CONI ha deciso per tutti. Era ora.

  24. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo il link si riferiva alle scelte del CONI. Comunque ci sono anche altri giocatori che si preparano ad andarsene:

    James Whit, Toney Douglas Troy Williams

  25. fabrizio

    Scelta corretta e indispensabile: i numeri sui contagi nuovi e dei morti rispetto a ieri mi ha terrorizzato a morte!
    Qualcuno sa per le coppe cosa accadra’? Il DG di Malaga parla di porte chiuse ma come fanno a giocare al Taliercio il 20 Marzo in piena epidemia da noi?

  26. RaffaelePisu

    Come nel decreto. Il coni poi non ha giurisdizione sulle coppe europee ma solo sullo sport interno.

  27. cats79

    Confermato che si gioca a malaga a porte chiuse , se di gioca ….

    Per il vaccino anche se lo trovano prima che venga sperimentato e commercializzato ci vorrà 1 anno

  28. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.corriere.it/cronache/20_marzo_09/coronavirus-l-estensione-tutta-italia-restrizioni-spostamenti-solo-comprovati-motivi-salute-o-lavoro-ddea9980-623d-11ea-9897-5c6f48cf812d.shtml?refresh_ce-cp

  29. Ary

    Aveva ragione Ausu… Per quest’anno sarà finita credo…. Poi non sono convinto solo in Italia ma anche in tutta Europa. Comunque ora è più importante venire fuori da questo intrigo davvero complicato. Oggi anche la Francia ha calato le braghe….

  30. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Ary, visto l’incremento di contagi odierni, la Spagna la vedo male, male.

  31. giama29

    E intanto si festeggia…
    https://www.ansa.it/sito/videogallery/mondo/2020/03/09/francia-mega-raduno-dei-puffi-nonostante-il-coronavirus_20efe578-581f-4293-8db9-1b28a994f7fe.html

  32. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Per non parlare degli USA, dove il dato non è corretto, per via che la Sanità non è pubblica e per farsi un tampone ci vogliono 3200 dollari.

  33. RaffaelePisu

    Wdr su instagram…..storia con foto di lui che abbraccia Stone…

  34. RaffaelePisu

    Direi che JS ci saluterà…

  35. giama29

    Infatti Ausu. Sono molto preoccupato per l’assoluta superficialità di Trump nell’affrontare il problema. Ieri il Giornale, che di certo non è di sinistra, riportava una notizia ripresa da un sito americano secondo il quale gli Stati Uniti stanno nascondendo il numero reale di persone contagiate dal Coronavirus.

    https://www.ilgiornale.it/news/mondo/coronavirus-stati-uniti-non-hanno-utilizzato-test-delloms-1837319.html.

    Su tale sito si sottolineava soprattutto che gli Stati Uniti non hanno voluto usare, neanche temporaneamente, il test sul Coronavirus messo a punto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e spedito a quasi 60 Paesi. Perché gli Stati Uniti abbiano rifiutato rimane una scelta inspiegabile e sconcertante…

  36. Ary

    Era ovvio anche per gli Usa. Tra l’altro forse i dati più reali sono solo i nostri. Poi se il contagio è partito come sembra in Germania non penso che Francia e Germania abbiano numeri inferiori . Trump, che io personalmente aborro con tutto il mio cuore , sta nascondendo i dati .
    La situazione è decisamente sfuggita di mano. Grazie AUSU per i continui aggiornamenti, non volevo credere che fosse così esteso, la colpa a questo punto è di tutti. Ora solo un alto senso civico può alleviare i tempi. Mi dispiace per Stone , neanche un saluto degno di tale nome! Peccato veramente, cmq si fermerà tutto, non credo ci vorrà solo un mese. Me lo auguro ma sarà pandemia.

  37. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Per un aggiornamento in tempo reale, consiglio: https://www.worldometers.info/coronavirus/

  38. giama29

    Se fossi in Stone e qualsiasi altro americano ci penserei due volte prima di partire per gli States… Tanto per farsi un’idea di quello che potrebbe succedere in America, riporto la testimonianza del prof. Corrado Confalonieri, piacentino che insegna lingua e letteratura italiana alla Wesleyan University, nello Stato del Connecticut. Il professore racconta che il giornale “The Wesleyan Argus”, scritto in gran parte dagli studenti dell’università, riportava che nelle prime cinque settimane del semestre primaverile, che inizia a fine gennaio, c’è stato nel campus un incremento di richiesta di assistenza medica per “influenza” di oltre il 900% rispetto al 2019: da 21 casi a 196 su una popolazione di circa 3000 studenti. Nell’articolo si accennava inevitabilmente al coronavirus, ma il direttore del centro medico dell’università escludeva che potesse essere questa la causa. “Su che basi non si sa” – spiega Confalonieri… “Tamponi? Nessuno. L’università non ne fa, lo Stato non ne fa o ne fa pochi. Sono cari, lo avrete sentito… Continuo a non capire come si possa credere di agire responsabilmente nei confronti di migliaia di studenti che spesso vivono in dormitori con bagni e cucine condivisi”. https://www.piacenzasera.it/2020/03/il-coronavirus-in-america-meglio-non-sapere-la-testimonianza/333426/
    Hanno accusato noi Italiani di aver portato il Coronavirus in America (la mappa della CNN grida ancora vendetta!), ma è una clamorosa balla visto che il primo focolaio si è sviluppato nella West Coast (vedi Seattle) e non è certo una sorpresa che potesse rappresentare la porta di accesso negli Stati Uniti del Covid 19. Come è del tutto logico che in Italia il primo focolaio sia iniziato in Lombardia. Ambedue le regioni, infatti, rappresentano, grazie ai loro aeroporti, il punto di sbarco di centinaia di migliaia di persone provenienti da paesi asiatici.

  39. Rab.

    Un disastro epocale. Mai avrei pensato questo, mai. Mea culpa.
    È finita ragazzi, lo sport si ferma. E tutto sommato è una buona notizia.
    Adesso conta solo dare dimostrazione di senso civico, di ragionevolezza, di disciplina e rispetto delle regole. Ognuno sia di esempio, ognuno pensi alla propria salute e a quella degli altri. Anche un solo comportamento a rischio può mettere a repentaglio la vita di decine di persone, non è il momento di atti irresponsabili, incoscienti, ignoranti.
    Pensiamo ai nostri figli, ai nostri vecchi, ai nostri amici. Ce la faremo, sempre duri i banchi!
    Un abbraccio a tutti.

  40. norm nixon

    Non fatevi per cortesia condizionare dai numeri. Attualmente sono morte poco più di 400 persone, per la maggior parte anziani gravati già da patologie gravi. Ogni giorno in inverno di ogni santo anno purtroppo semplici influenze stagionali abbinate a stati fisici già abbondantemente compromessi causano la morte giornaliera di decine di anziani in Italia ma non ne parla mai nessuno perchè si tratta di semplici influenze. Questa è semplicemente più contagiosa ma la morale non cambia. E’ letale solo in situazioni già compromesse da patologie gravi. Quindi al di là della forte contagiosità resta in piedi sempre e comunque il teorema non mio ma di illustri medici: e cioè che la maggior parte delle restrizioni fanno capo soprattutto al rischio di congestionare gli ospedali mandando in tilt la sanità. Questo a livello numerico ma non per la gravità del virus. Quindi è giusto rimanere a casa, è giusto prendere tutte le precauzioni del caso ma per cortesia evitiamo di cadere in dinamiche apocalittiche perchè non è proprio il caso. Questo mi dà lo spunto di rispondere anche a chi ha scritto che TRump ha sottovalutato il virus. Trump non ha sottovalutato un bel corno. Tratta il coronavirus come tanti altri virus…e anche se è più contagioso di altri..rimane il fatto che è letale ripeto per chi ha la salute già ampiamente compromessa da patologie gravi. Quindi chi ci lascia le penne non è per il coronavirus ma per una serie di patologie gravi. Per tanti magari sarebbe bastata una semplice influenza..come ripeto è sempre accaduto in tutti gli inverni di questo mondo.

  41. Rab.

    Norm, purtroppo la situazione non è (più) così semplice.
    Intanto, pur se è vero che la letalità incide più sugli anziani, il decorso della malattia è pesante per tutti, anche per i giovani ed in salute.
    Nel momento in cui la terapia intensiva dovesse arrivare al limite, significa che se arriva un 50enne col covid e tua moglie 55enne asmatica, tua moglie resta fuori. Se arriva il signore 70enne e un bambino di 10 anni, il signore resta fuori. Arriva un 23enne e un bambino di 6 anni? Il 23enne resta fuori.
    Questo per dire che se si arriva al limite dei posti in rianimazione, tutte le emergenze come infarti (120000 all’anno), incidenti d’auto (170000 all’anno), ictus, e centinaia di altre patologie rischiano di restare senza cura immediata.
    Sarebbe un disastro dal punto di vista sanitario e sociale, esattamente un’apocalisse.
    Sempre sperando che la malattia non attechisca in modo analogo anche al centro e al sud Italia, perchè allora sarebbe davvero un disastro, data la qualità del sistema sanitario nemmeno paragonabile al nostro.
    Per questo è indispensabile seguire l’unica strada che esiste ora come ora, che è quella tracciata dai decreti emessi ieri e stasera. Tutti devono essere responsabili, ora.
    E la posizione di Trump, permettimi, è da totale incosciente.. con una sanità privata con costi altissimi, rischia di pagare e far pagare un tributo altissimo a tutto il popolo americano…

  42. norm nixon

    Rab….nella testa della gente continua a passare un concetto sbagliato. Le grandi restrizioni…le grandi misure limitative non riguardano la pericolosità del virus ma ripeto il rischio di intasare la sanità. Ma occorre distinguere altrimenti il vero virus che si sta diffondendo è quello di usare sempre più aggettivi alla ca…di cane!! Quindi ripeto va benissimo stare a casa e di usare tutte le precauzioni del mondo ma non facciamo passare per cortesia il coronavinus come la peste bubbonica che uccide tutti. E purtroppo la gente condizionata mentalmente lo pensa. Domanda? Quante volte ogni anno intere famiglie si pigliano l’influenza contagiandosi a vicenda? Migliaia!!! E si guarisce restando a casa sette dieci giorni. Come ogni inverno purtroppo muoiono centinaia di anziani per influenza.

  43. Rab.

    Infatti il problema paradossalmente è più per il paziente oncologico o trapiantato, per fare degli esempi. Non è un problema di rischio personale (molto basso) quanto di rischio sociale (elevato).
    Per non parlare poi del danno economico che mi spaventa fin dal giorno zero…

  44. giama29

    Il tuo ragionamento Norm non tiene conto del problema che evidenziava Rab. Se i pazienti con il Covid 19 arrivano tutti insieme, cosa che sta iniziando a succedere, i medici dovranno iniziare a scegliere chi salvare o meno. Se a fine marzo dovesse verificarsi il picco, hanno già calcolato che gli ospedali italiani dovrebbero sostenere il ricovero di circa 20.000 persone in rianimazione. I posti in tutta Italia sono circa 5.000…anche se si arrivasse a 6-7000 ti immagini lo scenario? Per questo motivo stanno cercando di svuotare gli ospedali per fare fronte a questa emergenza che in molti reputano plausibile. I morti in questo caso crescerebbero non solo per il Covid, ma perchè altri malati non potrebbero essere curati a dovere, anche perchè molti medici ed infermieri in prima linea potrebbero essere costretti alla quarantena ammalandosi e scoppierebbe il caos. Questo in Italia. In America credo che andrebbe peggio per come è strutturato il sistema americano, con gente priva di assicurazione che non è in grado di sostenere le spese mediche con tutte le conseguenze a livello sanitario, sociale ed economico che possono scaturire dal mancato controllo del contagio.

  45. giama29

    E visto Norm che hai parlato di peste, ti riporto un brano de “I Promessi Sposi”, che avevo consigliato in precedenza di riprendere in mano. Le analogie comportamentali tra ieri e oggi sono impressionanti: stessa superficialità, stessa incoscienza e stessa debolezza sia a livello politico che di popolo. Sono passati 400 anni e non sembra cambiato praticamente nulla…

    CAPITOLO XXXI
    “…Il famoso medico Lodovico Settala il 20 ottobre 1630 riferisce al Tribunale di Sanità milanese che il contagio si sta diffondendo nel territorio di Lecco, anche se le autorità non prendono alcun serio provvedimento. Il Tribunale manda un commissario e un medico a visitare i luoghi colpiti, ma questi si lasciano persuadere che non si tratta di peste, bensì di febbri dovute alle esalazioni delle paludi, rassicurazioni che tranquillizzano la Sanità. Solo quando arrivano nuove e più preoccupanti segnalazioni da varie zone del Milanese vengono inviati in zona il medico Alessandro Tadino e un magistrato del Tribunale di Sanità, i quali non tardano a rendersi conto che la peste è diffusa in tutto il territorio con un numero spaventoso di morti. I due informano subito il Tribunale, che il 30 ottobre si prepara a formare un cordone sanitario per impedire ai forestieri di entrare a Milano e impedire così che il contagio penetri in città.
    Il governatore di Milano si dice molto addolorato, tuttavia le preoccupazioni della guerra contro i Lanzichenecchi sono più pressanti e perciò non intende prendere alcun provvedimento. Il 18 novembre lo stesso governatore indice pubblici festeggiamenti per la nascita del primogenito di re Filippo IV di Spagna, senza curarsi del fatto che un grande afflusso di gente per le strade potrebbe facilitare la diffusione del contagio, come se i tempi fossero assolutamente normali. Del resto, il governatore non è certo l’unico a sottovalutare il rischio della peste: la popolazione di Milano sembra disinteressata e nessuno crede che le vittime siano da attribuire al terribile morbo, anzi, quelli che parlano di peste sono derisi o additati al pubblico disprezzo; lo stesso vale per i magistrati pubblici e solo il cardinal Borromeo esorta i parroci a vigilare circa la diffusione del morbo. Persino il Tribunale di Sanità è lento nell’operare come lo era stato nel prendere informazioni e prova ne sia il fatto che l’editto che prevedeva il cordone sanitario intorno a Milano, entra in vigore il 29 novembre, quando la peste è già entrata in città”.

  46. ve66art

    Vieni a lavorare con me Norm, poi vediamo se hai il coraggio di scrivere ciò che hai scritto!!!
    Parliamo di basket, e se il basket non c’è si tace…

  47. RaffaelePisu

    @Norm sai benissimo che praticamente sempre la penso come te in ambito baskettaro e che nutro profonda stima verso di te ma stavolta hai toppato.
    Trump ha assolutamente sbagliato il modo di agire e noi oggi abbiamo 15giorni di vantaggio su Spagna e Francia e 10 sulla Germania.
    Non è più il tempo del “colpisce gli anziani ecc” e del “si muore x altre patologie” o del “è una influenza più contagiosa” la questione è grave e seria.
    Te lo dico perché questa cosa la conosco da vicino….

  48. norm nixon

    Ve66art…io riporto quel che dicono i medici. E i medici dicono questo. Un virus senza dubbio pericoloso ma come tanti altri. L’esigenza delle misure restrittive è sacrosanta in virtù del fatto che non

  49. norm nixon

    Ve66art…io riporto quel che dicono i medici. E i medici dicono questo. Un virus senza dubbio pericoloso ma come tanti altri. L’esigenza delle misure restrittive è sacrosanta in virtù del fatto che non è stato trovato ancora il vaccino e quindi essendo molto contagioso è chiaro che aumentando il numero dei contagiati gli ospedali vanno in tilt. E questo è un problema. Ma bambini…giovani e adulti sani non sono morti. Purtroppo muoiono ripetio anziani o persone già colpite da gravi patologie. E questo lo dicono i medici e i numeri. Non io. Quindi se vogliamo distinguere ci sto…ma se vogliamo seminare il terrore a prescindere….no. Se poi ci sono altre cose che non sono state dette questo non lo so…ma per quel che la stragrande maggioranza dei medici va dicendo ormai da due settimane…le considerazioni sono queste. Le speculazioni semmai sono altre purtroppo. Ma questo succede ogni volta che accadono nel mondo situazioni simili.

  50. Ary

    Su Trump non mi esprimo …. È meglio… Il problema è quello che evidenzia Rab e spiegato in precedenza da Ausu. Il virus non è così letale (io penso di averlo contratto il 26 dicembre), ma la facilità di espansione e contagio è tremenda. E appunto in caso pandemico si andrebbe a togliere spazio a chi già soffre o è già in pericolo di vita. Gli atteggiamenti ignoranti e senza alcun senso civico sono da condannare. Prima riprendiamo e meglio è! Io attualmente sono in ginocchio e come molti altri del resto penso… Bisogna essere responsabili o questa cosa sarà inevitabilmente un boomerang per tutti

  51. norm nixon

    Raffaele….sulle dinamiche italiane di prevenzione io mi sento orgoglioso di essere italiano. Ma questo è un discorso. Ma non mescoliamo la gravità del virus con la vera emergenza che è quella del rischio collasso della sanità. È la mancanza del vaccino il problema non il virus in sé. Sempre i medici lo dicono.

  52. Ary

    Aggiungo una cosa… Mio cognato si era ammalato lo stesso giorno mio e aveva avuto quasi broncopolmonite.. e più giovane di me, 40 anni .

  53. norm nixon

    Ary…è quello che ho scritto da sempre. Ciò che però non accetto è il non distinguere i motivi. E molta gente purtroppo non sta distinguendo.

  54. Ary

    Certo norm basta un attimo leggere tra le righe, non hai scritto nulla di errato. Solo su Trump non sono d’accordo con te, per il resto il problema è quello… Sovraffollamento degli ospedali!

  55. norm nixon

    Ary..Vabbè su Trump posso pure essere d’accordo. Ma non credo sia proprio un irresponsabile anche se personalmente non mi è mai piaciuto. Di errori ne facciamo tutti…bisogna vedere la loro realta’..che situazione c’è…insomma tante cose.

  56. giama29

    Ary, i medici di diversi reparti infettivi avevano riscontrato un picco anomalo di polmoniti tra dicembre e gennaio. Quindi che il virus abbia iniziato a girare in Italia in quel periodo è plausibile. In America i dati riportati dal giornale universitario dicono che qualcosa di virulento stava circolando già da gennaio. Chiaro che più giovane sei più reagisci meglio. In Italia abbiamo intrapreso la strada giusta anche se ancora non ci siamo per quanto riguarda alcune zone che dovrebbero essere sigillate. Il problema grave è la superficialità degli altri Paesi europei. Se riusciremo a venirne fuori per primi, comunque non potremo ricevere turisti provenienti dall’estero per il rischio di far riaccendere dei focolai. Per questo motivo le decisioni prese a livello italiano dovrebbero essere applicate a livello europeo per uscirne tutti insieme. Invece, oltralpe, c’è chi pensa a “puffare” il Covid 19, altri non vogliono chiudere gli stadi e così via. In pratica si cerca di tirare avanti fino a quando la situazione non diventa insostenibile e così facendo rischiamo di giocarci la stagione turistica a livello europeo e questo sarebbe veramente grave.

  57. giama29

    Qualche notizia positiva non guasta…
    https://www.metropolitano.it/ulss-3-controllo-coronavirus/

  58. norm nixon

    giama…e vabbè vorrà dire che faremo a meno per un anno della stagione turistica a livello europeo. Non ci fanno entrare? Bene, restiamo qui. Ci fanno entrare? Bene, andiamoci. Le vacanze le faremo in Italia se per quel mese o tempo l’emergenza sarà finita. Altrimenti se l’emergenza durerà ancora per mesi le vacanze ce le faremo a casa nostra. L’economia va a puttane? E vabbè, diversamente non si poteva fare e quindi va messo in conto anche questo. Vorrà dire che per un anno vivremo nel regime di autarchia. Abbasseremo tutti le nostre pretese, abbasseremo il livello, abbasseremo tutto..(fora che na roba) ma non facciamone un dramma per cortesia. Prima o poi finirà anche questo e si ricomincerà. Magari come uomini migliori e con maggior senso civico. Visto che non tutti i mali vengono per nuocere.

  59. Paolo Miro

    Che non tutti i mali vengano per nuocere mi suona bene. Questo fa eccezione

  60. Paolo Miro

    “Bellissimo” (termine in sto momento forse improprio) Giama il tuo stralcio da “I Promessi Sposi” che ricordo benissmo giacché io portai il Manzoni agli edami di maturità (la vits e le opere, non lo scrittore) e lessi 2 volte l’intero libro perché dovevo conoscerne i contenuto e saperlo spiegare.
    Purtroppo imoietosamente sembra ricalcare quanto sta avvenendo oggi e quel personaggio che fu additato come nemico del popolo mi ricorda il medico cinese che si era accorto della presenza del virus, prima arrestato e poi proclamato
    eroe nazionale.
    Le misure prima blande e poi tardivamente restrittive ricalcano esattamente il comportamento delle nostre autorità un mese fa circa.

  61. Ary

    Giustissimo norm. Certo il mio pensiero va alle imprese che hanno sul groppone i dipendenti. Io sono disposto a decurtare le mie pretese ( in realtà per cambiare lavoro lo.avevo già preventivato) e il ns turismo per quest’anno sarà italiano e qui non ci piove. Tra poco anche Francia e Germania se ne accorgeranno… In grande plauso a giama29 ! Dimostri saggezza e ottima cultura ! Come del resto la quasi totalità all’interno di questo fantastico blog. Bravo ragazzi e duri i banchi !

  62. Ary

    Bravi ragazzi !

  63. Paolo Miro

    Hai messo il dito nella piaga Ary: gli alberghi stanno già iniziando a licenziare i dipendenti o ad inmporre lo stipendio zero perché non hanno soldi per pagarli e a catena tutte le imprese di pulizie alle quali si affida ornai il 90% di essi con il conseguente mancato introito per i lavoratori che a loro volta magari hanno debiti di vario tipo.
    Un macello 🙁

  64. Paolo Miro

    Nel senso che qua non si tratta semplicemente di scegliere se passar le vacanze in Italia o all’estero!

  65. Ary

    Si giama29 posso confermare che i sintomi erano quelli . A me solo una forte tosse secca (mai avuta in vita mia tosse) e febbre molto alta, mio cognato è stato 15 GG con tosse e bronchite molto forte. Mia madre idem .
    Nei giorni scorsi ho letto un articolo “spazzatura” (uno dei tanti che inondano il web) riguardante la polmonite di Sarri, presa in seguito alla tournée juventina in Cina. Da una parte segnalavano il paziente 0 (e qui grosse risate) ma nella sua idiozia il pensiero reggeva..
    Su una cosa sono d’accordo , che il virus è da più di 3 mesi che viaggia, quello è poco ma sicuro! Al giorno d’oggi parlano tutti ( e non è un bene) , ma soprattutto pochi riescono a capire se un articolo può essere vero o falso. E qui salgono in cattedra i manipolatori. Dico una cosa forte che non piacerà a tutti: secondo me dare voce a tutti non è un bene , dovrebbe essere data a gente consapevole, colta e soprattutto onesta. Mi spiego meglio. Io conosco dei settori e delle argomentazioni per cui parlerò con sicurezza di quelle argomentazioni . Non andrò per esempio a parlare di economia perche non sono un esperto. Posso parlare di agricoltura ed enologia senza problemi , nello specifico. Oggi invece tutti credono di sapere e non si rendono conto di fare danni

  66. Ary

    Lo so Paolo . Purtroppo lo sto vivendo sulla mia pelle, mia moglie lavora in albergo…..

  67. Ary

    Si sì reazione a catena, effetto domino!

  68. Paolo Miro

    Anche la mia Ary 🙁

  69. Paolo Miro

    L’aspetto deprecabile e condannabile è che alcune strutture.stanno chiedendo ai dipendendti di licenziarsi loro se non gradiscono lo stipendio a zero. Inaudito!!!

  70. Paolo Miro

    In passato si è tanto ironizzato sui pellegrinaggi alla Madonna della Salute dicendo che portavano sfiga.
    Se non fosse che potrebbe esser impedito pure quello ne servirebbe uno ora altroché!
    Pregasi miscredenti ed atei di astenersi da batutte cretine. Grazie!

  71. giama29

    Grazie Paole e Ary. In totale crisi di astinenza da basket “sublimo” cercando di offrire qualche spunto di riflessione. Linko uno studio cinese molto interessante sul caso di un paziente risultato positivo al Covid di cui è stato possibile seguire gli spostamenti grazie alle videocamere presenti nel bus in cui viaggiava. Si è potuto determinare con certezza il numero di contagi causati durante quel viaggio che ha coinvolto passeggeri molto distanti da lui.

    https://www.ilgazzettino.it/esteri/coronavirus_quanto_resiste_distanza_contagio_studio_mascherine_cina_cosa_si_sa_ultime_notizie-5101179.html

  72. Paolo Miro

    Molto distanti da lui?!?
    Andiamo bene! Qui da me a Spinea stsmattina tutti si preccupavano di mantenere il fatidico METRO di distanza…

  73. Paolo Miro

    Ho letto. Sono basito (per non dir altro).

  74. Io mi trovo d’accordo con le considerazioni di Norm. Questa è una guerra contro un nemico invisibile e dalle guerre come se ne esce? Sicuramente (chi più chi meno)con le ossa un po’ rotte, alcuni moriranno purtroppo, ma poi si ripartira’per ricostruire un paese, speriamo migliore. Per fortuna, non ho vissuto i tempi della seconda GM. Penso che i nostri genitori o nonni abbiano affrontato momenti ben peggiori di quelli che stiamo vivendo ora. Quindi personalmente non drammatizzo e non ho paura ne del virus e neppure di quello che accadrà poi.
    Anche se non è il momento più opportuno, ci aggiungo pure un Forza Reyer che non guasta.

  75. norm nixon

    Brava Betty

  76. giama29

    L’ipotesi è che il contagio sia stato favorito dallo spostamento d’aria dovuto al condizionatore. Ha un senso se si pensa a quanto è successo nelle navi crociere dove spesso i casi si sono diffusi in modo incontrollato. Persone vicino al passeggero 0 non sono state però contagiate. Quindi di particelle contagiose nell’aria ce n’erano ma non tantissime. Sono volate qua e là e il caso ha fatto sì che qualcuno di lontano sia stato contagiato e persone sedute in prossimità invece no. Il dato a mio avviso più importante è quello relativo alle persone che avevano la mascherina. Tutte le persone presenti nel bus che avevano la mascherina non sono state contagiate. Quindi la mascherina serve non solo per chi è positivo ma anche per chi cerca di difendersi da un possibile contagio. Ho sentito invece diversi virologhi affermare che la mascherina se non si è positivi non serve a niente… Credo invece che le mascherine dovrebbero essere distribuite a tutti e dovrebbero essere utilizzate in particolare se si usano mezzi pubblici o ci si trova in luoghi affollati, come quando si va al supermercato. Se vogliono interrompere il contagio devono fornire la popolazione di mascherine. Prima lo fanno prima se ne esce.

  77. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Se si avevano ancora dubbi, sulla partita di Eurocup a Malaga, prevista a porte chiuse.
    14:36 – La Spagna vieta voli diretti dall’Italia. Nel paese iberico 35 morti e 1622 contagi
    Il governo spagnolo ha deciso di vietare i voli diretti tra l’Italia e gli aeroporti iberici dalla mezzanotte di oggi fino al 25 marzo. Lo riferisce El Pais. Nel paese iberico è salito a 35 il numero dei decessi legati al coronaivurs, mentre i casi confermati sono 1622, di cui la metà a Madrid. Lo riferisce El Pais, citando dati del ministero della Salute. Rispetto a ieri a mezzogiorno, sottolinea il sito del quotidiano spagnolo, il numero dei contagi è aumentato di quasi il 40%.

  78. Paolo Miro

    Bravi! Lo stesso errore nostro nei confronti dei voli diretti dalla Cina.
    Deleterio. Lo sanno anche i sassi che il contagio è arrivato attraverso gl isbarchi dei passeggeri provenienti da scali intermedi pur di giunger qui.
    In sto caso i”Cinesi” siamo noi. Puah!

  79. Paolo Miro

    Giama…noi ora non usiamo condizionatori ma gli impianti di riscaldamento (specialmente quelli a pompa di calore o a termoventilazione) producono praticamente lo stesso effetto.
    Quindi concordo sull’uso delle mascherine.
    Peccato che si fatichi moltissimo a trovarle dato che le farmacie le ricevono col contagocce, a sprazzi e in numero ridotto rispetto agli ordini.
    Oggi pomerggio sono uscito col mio cagnolino per una passeggiata e sembrava ci fosse il coprifuoco come ai tempi della 2da Guerra Mondiale rinvangata da Betty. Automobili una ogni 2-3 minuti che si sarebbe potuto sedersi al tavolino in mezzo alla strada come nella pubblicità della Molinailri con E. Calindri e quelle poche persone che ogni tanto incontravo mi apparivano come spettri. Però è ciò che serve e il difficile deve ancorsla venire. Domani mattina vorrò vedere al supermercato dove vado di solito: la settimana scorsa s faticava a contare più di 10 persone presenti tanto che alle casse bastava e avanzava una addetta quando di solito ce ne vogliono 3 o 4.
    Ma le cose sono cambiate. Speriamo bene.

  80. Paolo Miro

    Giama29…tu hai citato giustamente “I promessi sposi” (fatto vero).
    Ma tu ha mai letto “La maschera della morte rossa” di Edgar Allan Poe?
    Ecco a me è ritornato alla mente questo romanzo e seppur non vero quanto vi è descritto è accostabile e fa rabbrividire al pensiero di così tanta gente chiusa in casa. Ne senso che contro certe cose a volte non sempre esiste un rimedio assolutamente efficace. Bisogna solo aver speranza e cercar di far finta di nulla.

  81. Lele62

    La cosa più assurda è che il danno socio-economico provocato da questi drastici provvedimenti sarà di gran lunga superiore al danno sanitario ,ipotetico, causato dal virus.

  82. Lele62

    Mi spiego, essendo più cinici e pragmatici, come per esempio fa la stragrande maggioranza dei paesi europei, meglio sacrificare qualche migliaio di esseri umani, magari di fascia debole come anziani e malati, che sfasciare completamente un intero sistema economico.

  83. Paolo Miro

    Lele62….rispetto il tuo pensiero che ha dei fondamenti logici ma qui non accadrà mai perché siamo molto lontani da questo tipo di cultura (volendola definire tale)

  84. Paolo Miro

    Nel frattempo c’è stata una rivolta anche nel carcere di S. Maria Maggiore con la fuga di 20 detenuti. A Foggia i 41 evasi li hanno presi tutti.

  85. norm nixon

    Lele62..esatto.

  86. Bill

    Spero vivamente si torni a giocare presto così ritorniamo a scrivere di basket,siamo passati dal pick&roll alle più becere teorie del Darwinismo Sociale.

  87. Paolo Miro

    Hai ragione Bill, ma tocca parlare sia di questo che di quello. Specialmente perché di questo c’è poca traccia. Se ti consola io ho scritto qualcosa sul basket nel post “confermata sospensione dei campionati” anche se purtroppo diviene impossibile non tirar in ballo il virus visto ciò che succede alle squadre nostrane (in particolar modo all’estero).

  88. Rab.

    Conosco uno splendido bambino di 4 anni, che ha la parlantina di un adulto e sembra caricato a molla. Ha subito un trapianto al fegato a pochi mesi dalla nascita ed è immunodepresso, prendere una polmonite lo condannerebbe a morte.
    Conosco una ragazza di 30 anni in terapia oncologica, con un figlio di 2 anni e un marito preoccupato. Vive a Milano, ha paura, è un’eccellente professionista.
    Conosco un signore di 80 anni che darebbe 100 piste al 99% degli adolescenti odierni.
    Ma vi rendete conto di quello che scrivete quando concordate nel sacrificare “anziani e malati”? Io rimango basito. Un po’ di rispetto in questa situazione… almeno quello.

  89. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Lele, non sarei così sicuro che la stragrande maggioranza dei Paesi europei, quando tra pochi giorni, si troveranno nella stessa situazione di contagi che ha l’Italia, non prenderanno gli stessi provvedimenti. Intanto hanno cominciato con lo sport. Come noi una settimana fa. Tempo al tempo. Ciao.

  90. Paolo Miro

    E noi invece siamo già quasi giunti alla chiusura totale”
    Piuttosto che protrarre un’agonia che dura mesi, credo sia meglio arrivare a una chiusura totale, così da bloccare definitivamente il contagio. E’ una linea di pensiero che sta girando e penso che se ne parlerà anche oggi, perché è fondamentale isolare il virus, e più rallentiamo la velocità di contagio e più respiro diamo alle nostre strutture sanitarie.”
    https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/03/10/coronavirus-fontana-zaia-chiudere-tutto_7oPZfOvsTAGTzA9Bj06QbO.html

  91. norm nixon

    Rab….per cortesia non facciamo gli ipocriti che non è aria eh!!! Qui c’è un’emergenza mondiale e chiaramente i medici di tutto il mondo potrebbero trovarsi nelle terribili condizioni di fare delle scelte proprio in virtù del fatto che la sanità rischia di andare in tilt per il gran numero di contagi e per l’impossibilità materiale di avere un numero sufficienti di posti letto in Rianimazione e in Terapia intensiva. Stiamo arricando al collasso e queste misure sono state prese proprio per questio. Quindi non facciamo retorica e guardiamo in faccia la realtà. Quindi qui non si tratta di non avere rispetto..io ne ho magari molto più di te…ma si tratta purtroppo di inquadrare la situazione che da qui in avanti potrebbe non essere uguale per tutti i pazienti (a livello di trattamento) che hanno contratto il virus. E non vorrei essere al posto di quei medici che devono decidere in un amen cosa fare o non fare avendo davanti due casi gravi e un solo posto! Quindi Rab io ti capisco ma in questi momenti purtroppo ci stanno anche determinati ragionamenti estremi.

  92. giama29

    Lele62, se ci fossero tuo padre o tua madre in rianimazione con il Covid 19 assieme a quel bambino di 4 anni che conosce Rab e che ha dovuto subire il trapianto di fegato, ed i medici ti dicessero che non possono occuparsi del tuo familiare perchè c’è un bambino da salvare mentre la tua mamma/papà la loro vita l’hanno ormai trascorsa, la penseresti allo stesso modo? E se ci fossi invece tu in quel letto e il medico ti dicesse: “mi dispiace, cerchi di capire, abbiamo altre priorità…”. Cominceresti ad annuire accettando ben volentieri il sacrificio o ti incazzeresti un pochino?

  93. Ary

    In certe regioni si è già al collasso . Brescia ,Bergamo ospedali stracolmi!
    L’ultimo pensiero di norm è realistico ragazzi . Nonostante il mio pensiero sia identico a quello di Rab ,la verita, nuda e cruda, è quella descritta da norm. Non sono poi sicuro che i numeri andranno al ribasso tra 20 GG . Li saremo al picco

  94. norm nixon

    Ary..ma anche il mio di pensiero è uguale emotivamente a quello di Rab!! Credo che sia così per tutte le persone dotate di un minimo..dico solo minimo di sensibilità. Su questo non ci piove. E’ assodato. Ma purtroppo questa situazione va e andrà letta (spero per poco) anche tenendo conto di altri parametri..molto più pratici. Purtroppo è così. Terribile ma è così. E dirlo non lo reputo una mancanza di rispetto. E’ semplicemente il quadro realistico attuale. L’aspetto emotivo è una cosa…quello pratico è un’altra.

  95. Nanevianello

    Oltre 10.000 contatti, morti ( al momento ) 631 . Questo il bilancio italiano. La Lombardia dal punto di vista sanitario è prossima al collasso. E’ la regione con la migliore sanità del paese. Il maggior numero di posti letto. Non oso pensare cosa potrebbe accadere se il virus si estendesse con la stessa violenza anche in altre regioni meno attrezzate .
    Ho scoperto che i ” tagli” alla sanità sono serviti a finanziare il ” reddito di cittadinanza” e ” quota cento ” . Bella mossa : grandiosa .
    Negli ultimi giorni uscivo un’ora al mattino e un’ora nel pomeriggio. Rispettando le regole, le distanze, con una sciarpa sulla bocca . Oggi ho trovato in una farmacia le mascherine. Ne ho prese quattro per me e per i miei famigliari. Costo . 60 euro l’una . E mi hanno spiegato che dopo un mese sono da buttare . Oggi mi sono tappato in casa, ma li ho visti, sabato, sui Navigli, li ho visti sulle spiagge del sud , li ho visti nei parchi. Come se niente fosse accaduto. Incuranti delle raccomandazioni. Sprezzanti di ogni precauzione .Li ho visti alla sera intenti al rito dell’apericena o coma accidenti si chiama .
    Serve responsabilità. Coscienti che la cosa sarà lunga. Che il virus sta dilagando nel mondo. Che la speculazione sta attaccando il nostro Paese . Che la Francia con il suo spot è stata schifosa al pari di altri che per mera avidità stanno diffamando i prodotti italiani. Che la Borsa andrebbe chiusa, perchè troppo aggredibile. E che quando sarà finita ( prima o poi finirà ) si ricomincerà. E il paese si risolleverà. Come hanno fatto i miei genitori dopo aver patito la guerra, la fame , il fascismo. Ma a qualcuno dovrà essere presentato il conto. A tutti i livelli. Ai politici, alla finanza, ai cittadini . L’Italia si è presentata a questo drammatico evento totalmente impreparata. Nessuno poteva ipotizzare la gravità di quanto ci sta colpendo. Ma non c’era alcun piano d’emergenza. E un paese civile dovrebbe averne sempre uno .
    Ma la protezione civile è stata terra di conquista politica più che di competenze. Ci vorrebbe un commissario straordinario. Una voce unica che dettasse la linea. Oggi l’Italia paga anche la sovrapposizione di competenze. Lo stato, il governo, le regioni, le province ( che dovevano sparire ), i comuni, i comitati di quartiere. Di democrazia si può morire. Come sono morti i detenuti in rivolta. Lusingati dalla parola espressa giorni fa da una irresponsabile ” politica ” : amnistia ed indulto . La situazione delle carceri italiane è drammatica. Ma in Italia nuovi e moderni istituti di pena non vengono costruiti. Perchè la detenzione non appare ” misericordiosa “. Appare il carcere non una misura a tutela dei cittadini ( che stanno fuori ) ma una persecuzione nei confronti di chi ha violato la legge . Le conseguenze sono quelle che avete anche voi illustrato. Morti, violenze, evasioni, devastazioni.
    Spero di farcela. Spero di non venire contagiato. Spero di poter rivedere la mia Reyer sul campo. Poi spero spuntino dei politici responsabili, preparati, professionali, in grado davvero di guidare un grande paese come il nostro. Non, buffoni, guitti o gente paracadutata da questo o quel potere. Quelli sono da inseguire con il forcone per i danni che hanno fatto .
    Ci servono dei Churchill non dei Chamberlain . Ci serve la qualità che oggi non c’è. Ma che esiste. Chi ce l’ha, chi è capace si metta in discussione. Mai come adesso il paese ne ha avuto bisogno .
    Amici del blog : è uno sfogo. Ne sono cansapevole. Siate tolleranti. Se qualcuno dissentirà, considerate che è stato scritto in buona fede. E con il mio paese, così tanto e drammaticamente ferito, le mie città d’origine e di residenza ridotte a ” spettri “, nel cuore.
    Continuiamo a remare. E duri i banchi !

  96. Rab.

    Io non sto facendo alcuna ipocrisia. Ma evidentemente non ci arrivate col ragionamento: se si prendono decisioni estreme, la curva di picco del covid non toccherà la retta di collasso del SSN e consentirà di curare tutti (anche gli anziani e i malati che con afflato filonazista vorreste sacrificare).
    Se invece, come vorreste voi, si dà priorità all’economia e si lascia progredire il virus, non è che moriranno solo anziani e malati, ma la curva di picco del covid supererà ampiamente quella di collasso del sistema sanitario e allora i pazienti che perderanno la vita per il covid saranno una minoranza rispetto a quelli che la perderanno o rischieranno di perderla per tutte le altre patologie!
    Vi entra in testa?
    La scelta su chi curare è certamente dei medici, il discorso è che si lavora per non farli arrivare a quella scelta.
    Il vostro è cinismo, puro, assoluto e pure miope.

  97. giama29

    I cosiddetti “parametri” vanno bene fin quando non si tratta del nostro culo Norm. Immagino che lo conosci il detto…

  98. Paolo Miro

    Bbboniiii statttebbbboniiii!

  99. Bill

    Duri i banchi Nane! Comprendo benissimo il tuo stato d’animo…Ti aspettiamo al Taliercio insieme a Noi.

  100. Paolo Miro

    Visto che questo è un blog di basket, come mi ha rinfacciato qualcuno, ora mi guardo Burgos – Sassari di C.L. e cerco di distrarmi (anche se sarà senza pubblico). Buona notte a tutti.

  101. Lele62

    Cerchiamo di essere razionali, cercando innanzitutto di evitare esempi di ambito personale e cercando il più possibile di non farci coinvolgere dall’emotivita’ del momento. Ogni anno in Italia muoiono dalle 4mila alle 10mila persone a causa diretta od indiretta da influenza stagionale, fonte Istituto Nazionale di Sanità:https://www.agi.it/fact-checking/news/2020-02-26/coronavirus-influenza-stagionale-7231278/ tra queste sicuramente persone con le stesse casistiche citate precedentemente. Tutte persone che avevano il diritto e la dignità di poter vivere la propria esistenza, tra di loro potrebbero esserci nostri conoscenti, familiari ed anche noi stessi. Io penso che ognuno di noi abbia il diritto di essere curato ed assistito nel migliore dei modi possibili dal nostro sistema sanitario. Odio il sistema sanitario stile USA che cura solo chi può permetterselo. Ogni vita va considerata un bene prezioso, anzi, in assoluto il bene più prezioso di ogni società civile. Lungi da me lodare le teorie filonaziste di superiorità della razza.Se siamo arrivati al punto di non poter permetterci di curare i nostri malati, che sia di coronavirus o altro, se siamo arrivati al punto di dover decidere se salvare un bambino a scapito di un anziano, se siamo arrivati al punto limitare la nostra libertà perché non abbiamo sufficenti posti letto negli ospedali o carenza di personale medico e paramedico, se stiamo ora discutendo di questo in un blog che dovrebbe occuparsi solo di basket….potremmo dire che la vita è crudele e spietata? Oppure che molte di queste sofferenze potrebbero essere limitate o mitigate se non avessimo smantellato un Servizio Sanitario d’eccellenza? E scusami Nane, altro che colpa di quota cento o reddito di cittadinanza….tutti i governi degli ultimi 20 anni hanno banchettato sulla nostra salute. Devo ricordarti, per esempio, di un certo Formigoni, e gli innumerevoli scandali sulla sanità? Vorrei tanto parlare di basket e mi prometto che questo sara’ il mio ultimo post su questo drammatico argomento. Forza Reyer.

  102. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Lele, sono d’accordo. C’è da riflettere sulla Sanità in Italia, sui tagli degli ultimi anni. Per non parlare del Sud. Basta così. Ciao.

  103. Paolo Miro

    Bon. Allora parliamo di basket. Di quel poco che ormai si riesce a giocare: Sassari eliminata dagli Spagnoli del Burgos. Chissà se la Reyer riuscirà mai a disputare le 2 partite in programma.

  104. giama29

    Quando si scherza col fuoco…
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/10/coronavirus-usa-deputato-repubblicano-scherzava-sullepidemia-con-maschera-anti-gas-ora-e-in-quarantena-come-lui-anche-nuovo-capo-staff-di-trump/5731524/

  105. Paolo Miro

    Buongiorno. Mi chiedo e vi chiedo: si sa se la Squadra si allena?
    Prima o dopo sta emergenza finirà e sempre ammesso che si riprenda a giocare, sarà necessario esser pronti. O no?
    Inoltre mi sto anche domandando se, oltre a non far ora uscir nessuno dal Paese, quando NOI ne verremo fuori, verrà impedito agli stranieri in pieno contsgio di entrarvi e tornare a impestarci.

  106. giama29

    Infatti Paolo, potrebbe proprio succedere. Sperando di uscirne per primi, potremmo essere noi a dover bloccare l’arrivo di persone da altri Paesi. Per quanto riguarda gli allenamenti, credo che fino a quando non ci siano comunicazioni ufficiali su un eventuale rinvio della serie tutto prosegua regolarmente.
    Intanto dietrofront sull’ipotesi del paziente numero 1 tedesco…
    https://www.ilsole24ore.com/art/iss-virus-trasmesso-italia-tutti-casi-tranne-tre-ADnknNC

  107. Rab.

    Ciao Lele, grazie della tua precisazione. Il problema è che al momento non si è ancora arrivati alla soglia critica per cui i medici devono scegliere chi curare e chi no (pur se hanno linee guida su come procedere nel caso dovessimo arrivare alla limite, come è giusto che sia). Lo sforzo individuale che ci è richiesto è proprio per evitare che si raggiunga questo limite, che sarebbe un vero disastro.
    Sui tentativi reiterati di smantellare e/o lucrare su una Sanità che il mondo intero ci dovrebbe invidiare, sono d’accordo con te.

  108. Rab.

    Per quanto riguarda il potenziale blocco di persone provenienti da altri paesi, fosse per me ne metterei uno permanente in entrata e uscita con la Francia.
    Hanno un bel coraggio a chiederti di essere europeista quando hai a che fare con degli str*nzi del genere…

  109. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Rab, un pò di pazienza. Se non prenderanno coscienza e di conseguenza, provvedimenti, fra poco saremmo noi, Italia, a chiudere le frontiere a Spagna, Francia, Germania. In particolare la Spagna, come dicevo qualche giorno fa, la vedo male, male.

  110. Rab.

    Sì Ausu, sono d’accordo. Nello specifico facevo un discorso generale sulla Francia… perchè uno può anche ammettere che per interesse nazionale ti freghino sul petrolio, sulle banche, sul debito, sulle operazioni commerciali… ma che vogliano speculare anche sull’aspetto sanitario, quello per me è la goccia che fa traboccare il vaso.

  111. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Per informazione, la Merkel, cancelliere tedesco, dice che il 60-70% dei tedeschi può essere infettato.

  112. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.superbasket.it/2020/03/11/vl-pesaro-due-giocatori-sono-positivi-al-coronavirus/

  113. Paolo Miro

    https://www.superbasket.it/2020/03/11/coronavirus-eurolega-stop-partite-in-italia/

  114. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Paolo, ho letto. Nedovic:”Quindi viaggeremo in giro per l’Europa per un mese? Deve essere uno scherzo…” Non preoccuparti, Nemanja, molto prima verrà chiusa la baracca e i burattini. Niente ciò. Ancora vanti i va. Mi mocari.

  115. Paolo Miro

    Ahahahahah! Una risata fa bene.
    Effettivamente la penso anche io in questo modo ma rimane sempre aperta una piccola fessura di speranza perché io faccio tutto quello che viene consigliato ma il pensiero di dover continuare così per un altro mese mi lascia sconcertato.
    Quanto alle partite all’estero mi piacerebbe tanto sapere DOVE. Visto che nessuno ora ci vuole e tra poco nessuno vorrà ospitare alcunché di chicchessia (la Slovenia ha già chiuso le frontiere n.d.r.)

  116. Paolo Miro

    Poi c’è la faccenda dei 2 giocatori dell VL Pesaro la cui città è inserita nella lista delle nuove località “zona rossa” e perciò non mi sorprende.
    Pensa se non fosse stato dato lo stop ai campionati che bello. Guarda te se non avevo ragione giorni fa a dire che bisognavs fermare tutto.
    Ma io chi sono per parlare alla fine….

  117. Nanevianello

    Hai ragione Lele. Ma la storia sarebbe lunga, ben prima di Formigoni. Ovunque, in tutta Italia. Dagli anni Sessanta in poi. E non solo per la sanità. Io mi sono limitato ad evidenziare, per lo specifico, quanto accaduto recentemente. Ma, come ho scritto, avevo messo in conto di poter non essere condiviso . Un saluto a te .
    E un saluto a Bill : farò di tutto per esserci. Prima o poi si ricomincerà .

    Ah : se posso strapparvi un sorriso. Notizia ripresa da ” La Stampa ” . Un uomo è stato multato di 300 euro per aver violato le disposizioni del governo in tema di spostamenti. Si è giustificato dicendo che stava andando da una prostituta. Per la serie : non si vive di solo… pane.
    Ciao

  118. Paolo Miro

    Dichiarata ufficialmente la pandemia dall’organizzazione Mondiale della sanità

  119. giama29

    https://www.superbasket.it/2020/03/11/vl-pesaro-importante-precisazione-di-ario-costa-i-positivi-al-covid-19-non-sono-giocatori-e-componenti-dello-staff-tecnico/

  120. Paolo Miro

    Notte. Dichiarato il blocco totale (esclusi servizi essenziali).
    Fine delle trasmissioni per un bel po’.
    Forza Italia!

  121. Rab.

    Forse per la prima volta in 48 anni mi sento orgoglioso di essere Italiano.
    Ne usciremo migliori di prima.
    Duri i banchi, sempre!

  122. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Finalmente delle misure serie, speriamo bastino. Lasciamo che gli altri Paesi vadano avanti che poi gli facciamo tutti prigionieri. FORZA ITALIA.

  123. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.pianetabasket.com/europa/coronavirus-la-acb-si-ferma-verso-lo-stop-al-campionato-spagnolo-201844

  124. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Dopo i risultati conseguiti, con le restrizioni imposte, la Cina vieta il ritorno ai giocatori USA.

    https://www.basketinside.com/news/coronavirus-la-chinese-league-vieta-il-ritorno-in-cina-ai-giocatori-usa/

  125. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Il difensore della Juventus, Rugani, positivo al coronavirus. https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/11-03-2020/juve-rugani-ha-coronavirus-primo-calciatore-serie-3601639810984.shtml

  126. Paolo Miro

    AUSU….l’hanno voluta giocare a tutti i costi Inter – Juve? Questo è il risultato.
    Io sono Juventino, ma non mi rammarico del gocatore contagiato. Che imparino a rispettare le regole.

  127. Paolo Miro

    @ Rab: non comprendo perché sentirti potenzialmente contagiabile assieme ad altri 60.000.000 di Italiani ti possa render fiero. Comunque contento te….

  128. Paolo Miro

    Nel senso….occorre dover giungere a questi estremi per far le cose come si deve?

  129. Paolo Miro

    Rincaro la dose: se un Governo degno di tale nome ce le avesse imposte all’inizio queste restrizioni o avesse chiuso le frontiere come stanno facendo in molti solo ora, pensate che avremmo obbedito?
    Non penso proprio. Bisogna sempre toccare il fondo. Se lo abbiamo raggiunto…

  130. Ary

    Andrà a finire tutto come descritto e previsto da AUSU. Nessun titolo sportivo (calcio e basket) assegnato, rimaniamo i soli ad aver vinto qualcosa in questo 2020!!! Forza ragazzi sono sicuro che se ne uscirà più forti ! E spero che certe persone si ridimensionino dopo questi fatti . I soldi non possono essere la cosa più importante

  131. Paolo Miro

    Beato te che ci credi!

  132. Rab.

    https://www.google.com/amp/s/www.ilgazzettino.it/AMP/pay/walter_de_raffaele_coach_della_reyer_venezia_che_viaggia_con_lo_scudetto_sul_petto-5106593.html

  133. Paolo Miro

    Ma non lo vedi che per 100 persone che ascoltano ce ne sono altrettante che fanno i cacchi loro?!?
    Solo la paura (quella vera) può costringerli a adattarsi.

  134. Paolo Miro

    Rab….l’artcolo non si può leggere se non si è abbonati

  135. Rab.

    Caro Paolo, da buon veneziano sei bravissimo ad evidenziare quello che andava fatto, soprattutto col senno di poi.
    La realtà però è un’altra: con tutti i limiti dell’essere impreparati a questa emergenza, con le lentezze, i vincoli, i dubbi e le esigenze che comporta il vivere in uno stato democratico (ripeto, democratico), l’Italia ha fronteggiato il problema con metodi e soluzioni che probabilmente verranno copiati dal resto dell’Europa e non solo, e soprattutto non ha nascosto la polvere sotto il tappeto come hanno fatto molti altri paesi, arrecando un danno grave a loro stessi e agli altri.
    Se poi uno rimpiange di non essere parte della dittatura cinese, alzo le mani…

  136. Paolo Miro

    Ti faccio notare che “quello che andava fatto” io lo suggerivo ed anelavo già ai tempi dell e ridicole misure di rilevazione della temperatura allo sbarco dagli aerei negli aeroporti.
    Ovviamente io non sono però nessuno.

  137. Paolo Miro

    Inoltre non rimpiango propri nulla caro Rab. Ma mi debbo purtroppo ancora una volta render conto che alla nostra popolazione serve sempre e comunque un obbligo, un’imposizione per metter in atto ciò che è necessario, altrimenti se ne sbatte altamente. E addirittura riesce in alcuni individui a farlo lo stesso anche se obbligata in segno di ribellione e malsoppoetazione delle imposizioni. Pur se adottate nel bene comune.
    Vedi tu se la condotta “democratica” sia logica, abbia un senso e sia meritata in contesti come il nostro. Non credo proprio e me ne rammarico. Ma i fatti parlano da soli inequivocabilmente.
    Infatti i Governi che si succedono sono figli di una Comunità rammollita, pecorona e altamente egoista e menefreghista. Mi dispiace ma questo non me lo toglie dalla testa nessuno.
    E in situazioni come questa emerge in tutta la sua gravità. Buona giornata

  138. Ary

    Hai ragione Paolo … Purtroppo sono gli effetti della democrazia. Però , come giustamente suggerisce Rab , faresti cambio con la dittatura cinese?
    Per certi versi in Cina c’è una sicurezza da paura e Ve lo posso confermare , ma per il resto…..
    Dopo hai perfettamente ragione , certe persone mi danno il ribrezzo , se ne fregano di tutto e si sentono libere di fare ciò che vogliono…. Sono quelli da colpire

  139. Paolo Miro

    Hai visto per TV cosa c’era ieri sera allo stadio di Liverpool? Allucinante!

  140. Paolo Miro

    Avrei dovuto pubblicare quest’ultimo intervento in “risposta” a quello di Rast sul Post “Euroleague: stop a tutte le competizioni”. Scusate.

  141. Paolo Miro

    Ary….il tanti vituperato Trump (non esattamente un modello di simpatia) ha correttamente criticato il ritardo con il quale sono state prese le ultime restrizioni. Assodato che ognuno dovrebbe fare i cacchi propri, mi sento di dargi ragione. Ora speriamo solamente che siano sufficienti (Conte non ha escluso il ricorso a steps ancora più severi) soprattutto nei tempi di adozione sui quali nutro forti dubbi perché in molti si illudono che basti ricondurli a un paio di settimane (la durata consigliata dell’isolamento), mentre io temo che ne serviranno non meno di tre.
    Ma vedrete che la fretta di riprendere a far la vita di prima prevarrà anche sulla salute.

  142. ve66art

    Paolo Miro, gh sbr….! Ma va in Cina va….

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •