LBA Acqua S.Bernardo Cantù – Umana Reyer 67-75

18 Ottobre 2020

Parziali 16-25, 11-18, 20-12, 20-20.

Acqua S.Bernardo Cantù: Thomas 4, Kennedy 14, Woodard 14, Procida 1, Leunen 3, La Torre 4, Johnson 15, Bayehe, Baparapè, Pecchia 12. All. Pancotto.

Umana Reyer: Casarin 2, Bramos 11, Tonut 13, Daye 11, De Nicolao 14, Vidmar, Chappell 5, Mazzola, D’Ercole, Cerella, Fotu 4, Watt 15. All. De Raffaele.

Con una gara solida condotta per quaranta minuti gli uomini di coach De Raffaele si impongono al PalaBancoDesio contro una combattiva Cantù. Un assente per parte, Julyan Stone per un problema di lombalgia, e Jamie Smith, in isolamento per positività al Covid-19.
L’Umana Reyer parte meglio con un parziale di 1-5 firmato da Tonut e De Nicolao e tanta energia in difesa. La squadra di casa replica affidandosi alla vivacità del piccolo Johnson impattando sul pari 9. De Raffaele carica di fisicità il quintetto inserendo Vidmar per Mazzola con Watt che passa nel ruolo di quattro. Cantù trova il nuovo pareggio con la rubata più canestro di La Torre, 14-14 al 7’. Ci pensa però Bramos, con due bombe di fila, a dare il nuovo vantaggio ai lagunari e con Casarin arriva anche il +6, 16-22 al 9’. Il tempo si chiude con la tripla frontale di Daye per il 16-25 ospite. 11-2 orogranata il parziale in chiusura di periodo.

Umana sul +10 in apertura di secondo periodo, 18-28 grazie alla tripla di Watt, allo scadere dei 24 secondi costringendo Pancotto al minuto di sospensione. Gli orogranata mettono tanta energia in campo unita ad una grande difesa ottenendo il nuovo massimo vantaggio con i canestri in serie di De Nicolao, Fotu e Daye; dalla parte opposta Cantù non trova la via del canestro, 18-34 Umana al 15’.
Arriva anche il +19 grazie all’ottimo Fotu e alla tripla di Daye. I biancoblu hanno un apporto concreto solamente da Jazz Johnson che da solo riduce il parzialmente il divario. Dopo i primi venti minuti di gioco Venezia avanti 27-43 con un eccellente 7/12 da oltre l’arco contro il 2/9 degli avversari.

Si rientra dall’intervallo lungo con Cantù che trova in un amen 5 punti consecutivi da Woodard. De Raffaele chiama subito time-out. Un paio di palle perse orogranata riportano sotto la doppia cifra di svantaggio i brianzoli, 38-47 al 25’. Le due squadre faticano a segnare per merito soprattutto delle difese; Venezia mantiene il vantaggio, ma Pecchia e compagni ci credono rientrando sino al -7 con la schiacciata di Kennedy. L’ultimo canestro su azione lo mette a segno Tonut con cui si chiude la terza frazione sul 47-55 per gli orogranata.

I liberi di Woodard valgono il -6 canturino in apertura di ultimo periodo, dall’altra parte Tonut sigla cinque punti consecutivi per il nuovo +9 lagunare, ma i ragazzi di Pancotto non demordono e con la verticalità di Kennedy trovano i punti del 55-60 al 34′. L’Umana ha meno fluidità di gioco del primo tempo, ma con Bramos e De Nicolao trova due perle dalla lunga distanza che la rimandano avanti di 11 lunghezze. Si entra negli ultimi cinque minuti di gara con l’Umana avanti 57-68. La squadra di De Raffaele anche nei momenti difficili della gara rimane in controllo della stessa e arriva al traguardo per prima nonostante, dalla parte opposta, ci sia un ottimo Pecchia. I liberi siglati da Tonut mandano i titoli di coda della partita. Finale 67-75 Umana Reyer, terza vittoria in campionato, seconda consecutiva in trasferta!

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice AirportSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVIntesa San Paolo Rbm Salute

104 Commenti in questo articolo

  1. Ostregafioi

    Lanzarini ce l’ha con Chappel.

  2. Primo quarto e oltre in religioso silenzio, manco il ferro siderurgico(battuta copiata)si sentiva, ad ogni modo i nostri Eroi a corrente alternata e comunque sempre in controllo hanno portato a casa 2 buoni punti, visto le ultime uscite, mi ha sorpreso stasera l’ottimo Daye in versione Zen e l’altrettanto ottimo figliol prodigo DeNik, temevo fino alla fine di non veder tirare i liberi da parte nostra, per fortuna il buon Lanzarini o chi per lui mi ha accontentato, Tonut il solito guerriero e anche oggi ci sarà da riparare il parquet, Watt oramai trovo difficile trovare termini adeguati, buona serata a tutti e forza Reyer.

  3. Dado

    Ben.

  4. Admin, Chappell 21 punti, mi sono perso qualcosa?

  5. Ostregafioi

    Lanzarini alla fine della partita gli ha tolto 5 punti allora admin ha messo il numero di maglia.

  6. ve66art

    Poca roba! Tanta poca roba!
    Chappell stra stra stra stra netoooo
    Vidmar…poareto el me fa tenerezza
    Fotu! Belli capelli

    Sarà pure un anno di transizione….

  7. opossum

    Finalmente qualcuno dietro ai soliti Tonut e watt…..

  8. Nanevianello

    Bene la vittoria . Cantù non è un test da carboni ardenti , ma questo è un campionato strano. Pesaro dopo aver banchettato al Taliercio che si fa sconfiggere in casa non precisamente dalla prima della classe. E la Virtus alla seconda musata sul parquet amico. Ma Reggio Emilia ha un paio di giocatori che servirebbero assai alla Reyer . A parte Milano, tutto il resto sembra contendibile . Norm ha scritto e riscritto tutto quanto sulla Reyer è possibile raccontare. Dissento solo su un fatto : WDR ha una sua idea di gioco certamente, ma non è un masochista. I soldati vanno bene, la difesa anche , ma i soldati che non fanno paniere neppure da 30 centimetri, neppure lui credo li voglia . E la Reyer ne ha tre che non la metterebbero in una vasca da bagno. Altri tre che il cui fatturato è sempre assai modesto.E uno che ” pompa” : troppo . Un giovane che ( giustamente) va aspetatto. L’onere di ” portarla” a casa facendo canestro ( perchè dopo aver difeso bisogna anche segnare )grava sempre sullle medesime spalle. Ma va bene così. Nel senso che fino ad ieri ” così ” è stato qualche cosa di straordinario. Oggi ” così ” potrebbe esserlo meno. Ma per tutte le ragioni qui ampiamente sviscerate di più di ” così ” sarebbe ingeneroso pretendere. Anche i re, non sempre pasteggiano ad aragosta, caviale e champagne .
    Notarella finale : la mia ” predica ” è risultata più ” inutile ” di quelle di Einaudi. Nel senso che non ho scaldato nessuno . Fa niente. Avrei volentieri glissato, ma non volevo che l’amico Ve66art pensasse che ” scappavo “. E che per la fuga potesse definirmi….. ” neto “.
    Al piacere di leggerti, Ve, su Bonaparte, spero presto . Ciao a te e un saluto al blog .

  9. norm nixon

    Nane….i giocatori se li è scelti lui…cosa vuoi che ti dica. In questi anni ha sempre o quasi avuto ragione lui e quindi…vediamo dai..vediamo cosa succede. Il concetto vero di squadra per Walter è un dogma, l’unico modo per poter poi applicare quel sistema difensivo che ha permesso alla Reyer di vincere tanto, molto di più di quanto ognuno di noi potesse immaginare. Poi è chiaro che è un sistema dispendiosissimo a livello mentale e pericoloso alla lunga ma questa è la filosofia di wdr..nel bene e nel male. Tu vedrai raramente gioia nei volti dei giocatori che passano sotto le cure di De Raffaele perchè sono troppo impegnati mentalmente a pensare di non sbagliare una virgola in difesa…e in un sistema che chiede massima applicazione ed energia in difesa non puo’ naturalmente esserci la stessa applicazione ed energia in attacco perchè non è umano! Da qui la scelta di avere mediamente dei giocatori con poco talento in attacco, ma pronti a vestirsi da soldati operai in difesa. Non è divertente? Sì, non è divertente per chi guarda ma con wdr funziona così. Lui ha tappato la bocca a tutti vincendo di tutto e di più e quindi carta canta..

  10. ve66art

    Caro Nane, che dire, la tua risposta, come sempre, è stata più che esaustiva!!!!

    Ah… Napoleone!!! Io credo che Meriti un monumento d’oro in piazza San Pietro! Ebbene, questa mia affermazione credo sia più che sufficiente, amico Nane, per comprendere le ragioni di cotanta ammirazione nei confronti di un “genio matematico” e di un illuminista puro sangue! Hai già capito a cosa mi riferisco …

  11. Ary

    2 punti che fanno comodo ma a me questa Reyer non piace. Oggi ottima prova balistica (11/25 da 3) ma non c’è un p&r che sia uno!!! Sicuramente non si è sentita l’assenza di Stone , così costituita la reyer mi piace di più . Ma ci sono troppe incognite:
    – denik ,oggi buono, è solo. Se manca lui non abbiamo nessuno.
    – Vidmar oggi l’ho rivisto trascinarsi in campo. Ha senso tenere un giocatore rotto ???
    – Chappell continua ad essere imbarazzante .
    Le note buone sono come detto il miglioramento di Denik, la voglia di sacrificio di Daye, il 4o tempo di Bramos.
    Watt e Tonut sempre sul pezzo da inizio anno.
    Io insisto : sacrifico Stone e Chappell e mi prendo una guardia top.
    Si nane alla reyer servirebbero 2 giocatori di Reggio : baldi rossi e uno tra Candi o Taylor .

  12. mikis

    Match inatteso, Cantù domenica fa una gran figura, la Reyer subisce una batosta, oggi ti aspetti una gara combattuta e invece la Reyer domina per larghi tratti e Cantù impressiona per la pochezza, almeno nei primi 2 quarti. Alcuni buoni segnali, De Nicolao finalmente pericoloso in attacco, Daye preciso da 3, Watt e Tonut una sicurezza. Passo indietro di Chapell e anche Casarin da rivedere.

  13. etttssso

    Ary, Dado ho deciso, non scrivo piu’ sul blog, tanto quello che penso lo scrivete gia’ voi.

  14. Dado

    Etttssso.. immagino tu ti riferisca alle cheerleaders 😀
    Cmq lo prendo come un invito per scrivere anche di altro!! 😉

  15. Ary

    Etttssso a me questa Reyer ora come ora non piace. Ma wdr ci ha spesso abituati ad exploit fantastici e in lui ho la max fiducia. Non offre un basket memorabile ma è un vincente e per cui ha ragione lui. Vedremo in corso dell’anno ma secondo me vanno fatte delle scelte. È ovvio che certe idee si sormontino, vuol dire che abbiamo la stessa visione di basket.
    In ogni caso la Reyer ha controllato senza troppi patemi la gara e non mi sembra abbia sofferto l’assenza di Stone. Tutto qui. Se Fotu e Watt imparano a giocare assieme abbiamo una bella forza sotto

  16. paper861

    beh, contento dei 2 punti, visto il 4/4 di domenica scorsa di Cantù in quel di Masnago non sono stato tranquillo fino alla fine. Però,dopo aver bevuto 3 goti de prosecco ..lasciatemelo dire, che ci fa un Mazzola in quintetto base della squadra pur sempre campione d’Italia? a parte gara 7 con Sassari qualcuno si ricorda una partita non dico eccelsa ma discreta? un 2,05 che prende 1 o 2 rimbalzi a partita è assurdo così come è assurdo il regolamento federale che obbliga a schierare italiani a prescindere dal loro valore. Mi dispiace parlare male di un giocatore che veste la canotta orogranata ma no ghe ne posso più!! comunque FORZA REYER

  17. etttssso

    bene, allora via all’amarcord, quando giochiamo contro cantu’, mi viene in mente quella gran bella partita alla misericordia con Cantu’ ultrafavorita; Canon-Forst, eravamo in mille ca stipati, noi con Carraro,Gorghetto,Pieric,Dordei e Stahl, Zorzi coach, loro con Marzorati,Recalcati,Tombolato, Lienhard etc, li abbiamo dominati con Carraro e Stahl sugli scudi; grande cuore Reyer.

  18. norm nixon

    paper…con me sfondi una porta aperta e mi sembra di averlo scritto in un post di qualche giorno fa. E’ inspiegabile. Evidentemente wdr vede altre cose…non so che dire. E il bello e’ che ha sempre un minutaggio alto oltre a partire sèmpre in quintetto. Fosse un drago della difesa…lo capirei….fosse un drago in attacco ..lo capirei….fosse un drago a rimbalzo…lo capirei ma il suo scout assomiglia sempre a un encefalogramma piatto. Boh non so. Lui ripeto e’ un professionista serio…anni fa era anche un giocatore che a qyesto livello aveva senso….ma sto parlando di 8-10 anni fa. Adesso no.

  19. Nanevianello

    Norm ,
    tutto vero. E le ragioni sono quelle che ancora una volta hai descritto. Nessuno mi toglie tuttavia dalla testa che un mix tra attitudine difensiva e capacità di giocare in un sistema non possa sposarsi a quella di fare qualche canestro in più. Nel senso che giocatori così li puoi trovare. Non necessariamente spendendo la …luna .

    Ary,

    ai primi due ho pensato esattamente anche io

    Ve66art ,

    ti ringrazio. So che se anche qualche dettaglio può non averti convinto ( e immagino ce ne siano stati ) sei sincero. La risposta su Bonaparte mi ha fatto pensare ad un mio compagno di università. Al primo e al secondo anno eravamo in prima linea a rivendicare piani di studio, mensa universitaria, una sessione in più di esami, un calmiere economico per quella estiva ed esosa a Bressanone,l’obbligo di presenza a certi titolari di cattedra che si facevano vedere una volta al mese, un rappresentante degli studenti nel consiglio di facoltà, una iniziativa del Comune di Padova per favorire un abbassamento dei prezzi delle camere che i privati ( speculando ) affittavano agli iscritti che arrivavano da altre città, un calmiere sulle tasse di iscrizione e soprattutto sul costo dei libri . Tutta roba che non c’era. E che ( in parte ) riuscimmo con fatica ad ottenere .
    Ma nefli anni a seguire la politica fece prendere al ” movimento ” ( che era stato trasversale,esclusi i fascisti ) una strada diversa.Settaria ed univoca . Non faceva più per me. Lui mi diceva : ” aspetta, vedrai che cambia. E’ solo un momento difficile. Quelli che non vogliano cambiare ci stanno addosso “. Era vero. E la cosa aveva un costo : due volte al fresco assieme, Con una ventina di altri . Una per occupazione dell’università. La seconda per protesta in piazza .E diciamo che i celerini non recapitavano carezze. Non potevo continuare : non mi piaceva che tutto venisse deciso dai ” vertici della segreteria “. Che neppure stava a Padova. Così lasciai quello per cui mi ero battuto . Non era più ” nostro “. Era diventato ” loro”. Poi anche ” loro” avrebbero perso il controllo di quel sogno. Troppo grande per poterlo realizzare. Pericolso, non in quanto sogno, ma per l’evoluzione distorta che purtroppo, ebbe.
    Non ci siamo mai persi di vista con il mio amico. Anche se da anni non ci incontriamo. Siamo diventati vecchi ma siamo sempre amici. Lui da tempo abita a Roma e un paio di volte l’anno ci sentiamo: alla politica ha sacrificato molte opportunità di carriera. E’ cambiato anche lui. Oggi è ancora più ” a sinistra”. Quella non governativa e dal modesto peso elettorale. E’ una brava persona e io lo ammiro per la sua coerenza. E’ un ” puro “. Ogni volta che ci sentiamo , l’esordio è sempre lo stesso : ” Ciao… traditore ” . Pur ammettendo che allora non avevo tutti i torti, non ha mai cambiato la sua fede. Perchè ti ho raccontato questa storia ? Perchè tu mi rammenti quel mio amico . Credo tu sia un ” puro “, come lo è lui. Io sono diventato, nel tempo, un poco cinico. Le passioni che mi sono rimaste sono solo quelle sportive e l’amore per la mia città. Sì , Ve : mi ricordi quel mio compagno di studi, ” vecio” ormai come me . Ma, ti confido una cosa : lui non è divertente, come sovente sai essere tu. Ma come faresti tu erigerebbe, a San Pietro, un monumento a Bonaparte . Ciao

  20. Dado

    Ho voluto vedere anche la partita delle ragazze.. prima di scrivere ulteriormente. Che mi ha confermato un’impressione..
    prima solo un paio di numeri..

    Primo Quarto: Reyer 25 – Cantù 16 –> STOP (Partita vinta qui)
    Secondo+Terzo+Quarto quarto.. Reyer 50 – Cantù 51 (partita giocata galleggiando sullo stesso livello di Cantù)

    I numeri da soli illustrano la mediocrità della prestazione.

  21. Dado

    La sensazione è questa..

    Quando guardo le nostre RAGAZZE giocare vedo una squadra che, acquisita la consapevolezza del proprio valore con la Supercoppa, vuole essere al vertice. BRAVE!!!! Oggi loro hanno dominato in ogni singolo quarto giocato. e quando si sono affacciate al quarto quarto già sopra di 29 (61-32) hanno avuto il cinismo e la concentrazione per rifilare pure l’ultimo 26-6.

    Quando Vedo invece i nostri RAGAZZI, vedo una squadra che è anni luce dalla forma mentale delle ragazze. In tutta onestà mi sembra esattamente la stessa squadra della scorsa stagione interrotta (e difatti praticamente lo è), escludendo la coppa Italia. Stessa forma mentale… ovvero quale? Quella di avere ‘0’ (Zero) motivazioni per giocare la LBA, e quindi altalenare vittorie e sconfitte randomiche non certo dovute al livello dei contendenti o del contesto (fattore campo), effettiva stanchezza, infortuni o quant’altro.. ma semplicemente per giocare una specie di roulette.. che è quella di galleggiare fino all’7-8 posto della classifica LBA a filo di esclusione Play-Off, per poi ricaricarsi dell’adrenalina necessaria per tentare l’exploit nel momento giusto..
    Pure Milano lo scorso anno in LBA rischiava la stessa forma mentale.. poi ‘corretta’ da Messina quest’anno (insieme a parte del roster).

    Ora.. se uno apre il sito della Legabasket e vede Milano in vetta alla classifica, non si meravigli, ma non per l’effettiva forza/capacità.. semplicemente perchè per come gioca (con tutti) e chiaro che è li che vuole stare.
    Se invece per grafica trova noi al secondo posto, NON SI ILLUDA, siamo li solo per errore. Presto retrocederemo tra la sesta e l’ottava posizione, ma non perchè ‘non siamo capaci’, semplicemente perché come forma mentale li vogliamo stare, per implicita scelta.

    P.S. Ari.. neanche a me piace questa Reyer, ma non è un fatto di talenti in campo o di attacco o difesa, o di Mazzola/D’Ercole o quant’altro. Semplicemente mi comunica emozioni troppo altalenanti e non particolarmente emozionanti.. Dove salvo solo TONUT, per caparbietà.. e come icona ci metto lo stoppone con fallo che ha fatto oggi quando l’arbitro non ha fischiato lo sfondamento con gomitata su DeNic.
    Insomma se voglio vedere del bel basket guardo il nostro femminile.

    Buonanotte a TUTTI

  22. Si e’ vero si e vinto di 9 punti e ineggiamo alla vittoria ma guardate quanti tiri liberi ha sbagliato Cantu’ per capire che non e’ poi stata una cosi grande partita dei nostri eroi.
    Ampelio

  23. giama29

    Abbiamo fatto di tutto per rimetterli in gioco (per fortuna non ci siamo riusciti…). Chappell da qualche partita vuole dar ragione a ve66art e si è trasformato in “Jeremy Cappella”. Credo sia stata la sua peggior partita di sempre per inconsistenza sia in attacco ma, soprattutto, in difesa. WDR in un’intervista parlava della necessità di avere un giocatore come D’Ercole nel roster della Reyer. Boh? Inutile scervellarsi troppo. Idem per Mazzola che se non difende diventa inutile quanto Vidmar playmaker. Segnali di crescita per Denik e Bramos. Queste sono ottime notizie, perchè sono giocatori fondamentali se vogliamo restare nella parte alta della classifica. Dado, la penso come te su come sarà il nostro campionato. Quindi, evitiamo di fasciarci la testa ai primi guai…

  24. yam9001

    Buongiorno a tutti, al netto della vittoria, e di tutte le cose che scrivete( e con le quali mi trovo d’accordo) ritorno su un discorso a me caro. Spesso quando vedo giocare tonut mi verrebbe da bestemmiare. Basta con le entrate , con la ricerca continua del ferro, e dei passaggi fuori negli angoli… spesso intercettati o mandati in tribuna….ieri ho contato almeno 6-8 punti potenzialmente persi per non voler ( o essere in grado di effettuare un arresto e tiro) cavolo se batti il tuo uomo dopo un close out e ti ritrovi con il ferro protetto dal centro avversario…dove vai a incaponirti buttandoti dentro come un ariete..arresto e tiro dai 3-4 metri…. questo devi fare.
    Finché non migliorerà questo aspetto , secondo me, Stefano non si completerà mai. Resta comunque un mio pensiero….
    Buona giornata a tutti
    Forza reyer

  25. Almeno abbiamo fatto 100 per 100 ai liberi, dai.

  26. Tonut a mio avviso al di là del fisico che si ritrova dovrebbe gestire meglio i movimenti in entrata, sempre a rischio di botte e infortuni e sfracellamenti vari dovrebbe copiare appunto la gestione dal giocatore preferito da norm(ciao) mai avuto un’infortunio da noi.

  27. Nitran-go

    Mi fa piacere non aver letto niente sulla presunta pochezza dell’avversario. Abbiamo visto domenica scorsa che questa c’è solo se siamo noi a metterla in evidenza. In campo ci vanno gli avversari, certo, ma se in campo si sta come si deve in casa non si prendono 90 punti neanche dal Real Madrid. Quindi direi un buon cambio di marcia rispetto alle precedenti prestazioni, soprattutto quella contro Pesaro perché col Partizan c’erano altri fattori. Mi è piaciuto vedere wdr che ha mandato affettuosamente a quel paese, penso, uno dei nostri per poi non trattenere una risata. Mi piacerebbe sapere di più. Se non sbaglio anche in un’altra occasione Paper ha sostenuto che dovrebbero giocare meno gli italiani e più gli stranieri. Penso avrete notato anche voi che molto spesso mandiamo in campo quintetti a maggioranza italiana e praticamente sempre con almeno un italiano. Certo, DeNic è l’unico vero play, Tonut il giocatore più in forma e su Casarin si sta decisamente puntando. Non sono d’accordo con Paper, anzi io sarei ancora più restrittivo, obbligando ogni squadra ad avere sempre in quintetto almeno un italiano e per almeno un determinato minutaggio almeno due. I motivi sono, penso, comprensibili a tutti. Certo, Milano ci schianterebbe anche solo col suo quintetto di italiani, ma le altre squadre no. Anch’io ho molte perplessità sul grande investimento fatto su Mazzola e ormai le sempre più putrefatte sull’acquisto di D’Ercole.

  28. Paolo Miro

    Vi devo dare una brutta notizia:
    abbiamo vinto con entrambe le squadre.
    Mai contenti ciò. Mimocari!

  29. ve66art

    @Nane
    Orgoglioso di ricordarti un amico per il quale, da come lo descrivi, provi ancora un sincero affetto! Chi mi conosce bene sa che sono divertente, ironico, burlone, chi mi conosce profondamente sa che questo aspetto del mio essere è una “formazione reattiva” nei confronti di una soverchiante tristezza.

    Per il resto Chappell xe neto. Stop

  30. norm nixon

    nitran…non penso che paper sia contrario all’utilizzo degli italiani.Credo piu’ semplicemente che chiedesse un pizzico di qualita’ in piu’…non tanto ma solo un pizzico. Il suo riferimento riguardava un preciso giocatore. Credo in questo caso oggettivamente perche’ e’ sotto gli occhi di tutti e non da quest’anno. E qui non si tratta di soldi.

  31. Ary

    Dado per me il migliore da inizio campionato è indiscutibilmente Tonut con Watt a ruota. Ma il primo difende e lotta con il coltello tra i denti , Mitchell invece qualche piccola lacuna difensiva la ha. Poi in attacco è semplicemente meraviglioso e delizia i palati più fini. Anche Fotu mi ha piacevolmente sorpreso sull’uso del piede perno. È un buon giocatore e spero prima o dopo che wdr capisca che utilizzando i 3 lunghi ha a disposizione l’artiglieria pesante!
    Yam Tonut è l’unico che ha il compito di entrare e attaccare il ferro. Ha migliorato il controllo del corpo e ha pure un discreto piazzato. Ma sul tiro ha ancora poca convinzione. Dovrebbe e potrebbe tentare di più. Il problema è che se nn penetra lui non penetra nessuno. Vi è sfuggita una cosa : ieri 2 miseri tiri liberi (di Stefano), dimostrano che la Reyer non attacca il ferro.
    Su Mazzola si sono spesi fiumi di parole. È scarso, molto scarso e pure difensivamente lo è. Non riesco a capire perché un giocatore (moderatamente)talentuoso faccia paura (vedi pascolo / baldi rossi). Tra l’altro pascolo è uno che si smazza assai in difesa. Ecco per capirci tra Mazzola e D’Ercole è più scarso Valerio.
    Resto dell’idea che l’ossatura buona ci sia ma per fare e tentare un’impresa quest’anno bisogna fare un sacrificio e portare a casa una buona guardia. Es eventualmente sostituire Vidmar.
    Stone e Chappell sono inutili lo ripetero’ sempre

  32. Ary

    Ecco per Norm: non credo all’anno di transizione semplicemente perché è stato confermato in blocco il gruppo e l’età media non mente . Casomai credo sia stata costruita la squadra prestando più attenzione all’Eurocup e cercare di dare spazio a Casarin in Lba.

  33. norm nixon

    ary…calma e contestualizza. Non e’ che mazzola sia scarso perche’ questo non significa conoscere il percorso fatto da mazzola negli ultimi 15 anni. Fino a 7 o 8 anni fa mazzola era un altro giocatore…fisicamente parlava un altro linguaggio in campo e vicino al ferro aveva realmente un suo perche’. Era un giocatore ricercato da piu’ di una squadra dopo l’esplosione avvenuta a casale. Da qualche anno pero’ e’ crollato. Ecco…diciamo che sarebbe il caso di tenere conto di tutto.

  34. Nitran-go

    Norm, non mi riferisco solo a questo post, ma anche a un altro in cui Paper aveva manifestato contrarietà nei confronti della regola che obbliga ad avere troppi italiani nel roster. Non ce l’ho ovviamente con Paper, ho solo la visione diametralmente opposta alla sua.

  35. Ary

    Assolutamente norm ! Io intendo il Mazzola reyerino . Ed è oggettivamente scarso . Poi a casale e anche a Torino aveva fatto bene . Ma è un 4 che non prende rimbalzi, segna pochissimo, difende malino …. Qui ormai non segna neanche più da 3

  36. Ary

    Tralasciando che noi abbiamo bisogno di un4 muscolare che prenda rimbalzi più che di un tiratore……

  37. fabrizio

    Buoni i due punti ieri e poco altro, contro una squadra a cui mancava, ricordiamolo bene, il loro miglior giocatore Jamie Smith (che in attacco avrebbe portato un certo numero di punti alla causa canturina) e non possiamo accampare noi la stessa scusa con Stone, che certamente non e’ il nostro miglior giocatore (soprattutto quello visto ultimamente).
    Oltretutto i due roster complessivamente non sono certo paragonabili, eppure tutta sta differenza non si e’ vista e se Cantu’ non avesse sbagliato tutti quei tiri liberi probabilmente avremmo pure rischiato di perderla.
    Anche ieri poi la stessa costante: primi due quarti buoni ma non eccelsi (con un ritmo al piccolo trotto ma ieri, quantomeno, con una buona giornata al tiro dalla lunga distanza che ci ha aiutato parecchio nel portarla a casa) e poi calo notevole nei secondi due quarti, con un terzo quarto davvero osceno!
    Con un po’ di esperienza e malizia siamo riusciti alla fine a non farli rientrare del tutto e a vincerla ma certo se al posto di una Cantu’ spuntata (ma orgogliosa) vi fosse stata anche semplicemente una Reggio o una Sassari difficilmente l’avremmo svangata.
    Tutto questo per dire anche che dopo una settimana in cui non hanno neanche speso energie in Coppa e dovevano riscattare le ultime prestazioni offerte, ho visto una squadra ancora parecchio dura nelle gambe dopo 20 minuti e anche non certo una fame o una ferocia nel volerla conquistare e questo chiaramente sorprende e un po’ preoccupa.
    Quanto ai singoli, Mazzola, D’Ercole e Vidmar imbarazzanti e non da ieri, Chappel coi suoi soliti limiti tecnici, Daye che quasi svogliatamente ha messo pero’ canestri di una classe disarmante, buoni Tonut e Watt e soprattutto un ritrovato (per fortuna) De Nicolao, almeno in attacco.
    Questi comunque abbiamo e questi resteranno sto anno perche’ soldi ve ne sono pochi e pretendere di più in piena pandemia e’ totalmente fuori luogo!
    Vincere e’ l’unica cosa che conta e quindi contento ieri per i due punti oltre che per il fatto che lo sport e molte attivita’ possano continuare a prescindere dal covid perche’ francamente non potrebbe essere altrimenti, ora come ora!!

  38. ve66art

    Mio post di oggi ore 8.12!!! Scuse!!!

    Chiedo profondamente scusa all’admin e a tutti coloro che hanno letto il mio post delle 8.12.

    Credo sia chiaro che a causa della fretta ho pigiato una “R” anziché una “T”

    Scusate tutti!
    Buona giornata

  39. Nitran-go

    Sto leggendo il Fabrizio di una volta e questo mi conforta perché, quando si raggiunge una certa età, non è mai un buon segno cambiare. Allora Fabrizio, siccome usi spesso questa parola, ti dico che per svangare si intende più propriamente deflorare con una certa determinazione. Per dire di avercela fatta magari con un po’ di fortuna è più consono usare il termine sfangare. Ripeto, perché non mi ha cag nessuno, che Pesaro ci ha asfaltati senza il loro Delfino. Quindi manca uno o manca staltro quello che conta è che noi giochiamo bene. Speriamo che capiti più spesso. Con Sassari e Bologna, ma soprattutto con la Joventut, deve capitare.

  40. Dado

    VeArt.. intendevi probabilmente ‘so nero perchè Chappell xe neto’.. 😉

  41. norm nixon

    bravo nitran…si dice sfangare e un sacco di gente scrive svangare che non c’entra nulla. Come quelli che scrivono…non menar il can per l’aria….e’ pieno.

  42. Zichichi colpisce ancora.

  43. Dado

    Su MAZZOLA:

    Per 2 anni ho scritto peste e corna su MAZZOLA.. ora mi sento di ‘difenderlo’.. è quello che è, ma non è lui che ci farà perdere come non è lui che ci ha fatto vincere Scudetto e Coppa Italia. E’ evidente che un Baldi Rossi (ad esempio) ha più talento e punti nelle mani, e quindi?

    Il Mazzola di quest’anno a me è parso sin dalla Supercoppa invece più maturo.. ho visto finte che hanno fatto saltare gli avversari come cavallette impazzite.. qualche bell’assist etc, una schiacciata partendo in terzo tempo, etc..

    Ricordiamoci 2 cose

    1) Il Mazzola dell’annata scudetto 2018-2019 ha viaggiato con 2.9 punti e 2.5 PIR di Media
    Il Mazzola della Supercoppa di quest’anno ha viaggiato con 4.14 punti e 5.14 PIR di Media

    2) Nella partita determinante Dentro/Fuori contro Milano, Mazzola in 15 minuti ha fatto 5 pt, 5 Rimbalzi (2 offensivi), 1 palla recuperata (0 perse), 8 PIR. Complessivamente facendo più punti e anche generalmente meglio di: STONE, BRAMOS, VIDMAR, CERELLA, CASARIN, D’ERCOLE.

    Certamente MAZZOLA è un giocatore che si adatta alla mentalità ed inerzia del team.. non la cambia lui da solo, tuttavia, sulla base di 1) e 2), siamo ancora convinti che sia lui in continuo declino e che sia lui la nostra ‘palla al piede’?

  44. Nitran-go

    Norm, svangare c’entra, ma in un altro modo. E cosa mi dici di chi dice megalattico? Se mi fai continuare non mi fermo più.

  45. Paolo Miro

    Mi ha incuriosito quanto avete detto sull’intervento di Nane che, lo ammetto (scusami Nane ma l’avevo saltato) e ora chr l’ho letto sbotto su un particolare: Bonaparte di sinistra mi è nuova. Sicuro?
    Ammiro il tuo amico. Anch’io ho nostalgia ndella “vecchia” sinistra che non c’ è piùe alla quale il tuo amico è rimasto fedele come meglio ha potuto. Come ho nostalgia dela “vecchia” destra che anch’ essa non c’ è più e che quella che ora si definisce tale non sa nemmeno cosa sia essere di destra. Infatti i risultati (inesistenti) si vedono. Anzi no 🙂
    E ti risparmio di dirti qual’è la mia ideologia che tanto vale come il 2 di bastoni a briscola di spade.

  46. Dado

    Sulla MENTALITA’:

    C’era una volta la REYER che ambiva a stare in vetta alla classifica (o seconda).. la mentalità di quella REYER si è conclusa per la precisione (Ciao Nitran!) il 31 Marzo 2019 con la sconfitta presa con Varese 87-79..

    http://web.legabasket.it/game/1672413/openjobmetis_varese-umana_reyer_venezia_87:79

    da li abbiamo cominciato a sfilarci.. e perdere e vincere molto di più casualmente e in relazione a ‘motivazioni interne’ e abbiamo cominciato a conoscere una mentalità diversa quella del

    ‘Galleggiamento a metà classifica’ –> che consiste nell’essere generalmente (e salvo casi notevoli) mediocri in RS per poi tentare colpi di scena, che tra l’altro sono riusciti con lo scudetto e coppa Italia! (POff e coppe sono un universo a se)

    Il 2019-2020 –> LBA-RS è continuata con la mentalità del ‘Galleggiamento a metà classifica’

    Il 2020-2021 –> LBA-RS si sta presentando con la stessa attitudine..

    Con ben presente che quando questa mentalità è nata, c’erano ancora Haynes, Biligha (il terzo pivot italiano) e giocava), Giuri etc..etc.. senza chiusure/limitazioni COVID, e con i nostri eroi con un anno e mezzo in meno sulle spalle.

    Quindi c’è poco da lamentarsi o stupirsi,.. certamente che partite condotte con questa mentalità, oltre alla possibile sconfitta.. rischiano generalmente di essere di minor interesse.

  47. Dado

    Ultima nota.. L’Olimpia nel 2019-2020 stava anch’essa abbracciando questo tipo di attitudine.. MESSINA risolse per la stagione successiva con (SOLDI):

    1) Un innesto di esperienza e motivazioni: Hines & Datome.
    2) Un innesto di punti: Delaney e Punter.
    3) Un innesto di resilienza e punti: Shields.

    E quindi la Milano di ‘Nanetti’ con un quintetto base da 1.97m di media e con un Pivot di 1.98.. vincono sulla talentuosa e alta Real Madrid con il totem Tavares da 2.20m e con quintetto di 2.03 di media.

  48. Nanevianello

    Caro Paolo,

    ho piacere tu abbia letto la mia storia. Non ho mai scritto ( ma neppure Ve ) che Bonaparte era di sinistra ( tra l’altro Nap Bonap è stato tutto e il suo contrario nella vita ma sempre da ” grande ” . Ho scritto che come Ve, anche il mio amico farebbe un monumento a Napoleone a San Pietro. Non perchè fosse di sinistra. Perché… dai credo tu abbia capito. Ve è un maestro del non detto : ma questa era facile .
    Un caro saluto

  49. Paolo Miro

    Dado ti xé un fiume in piena. No riesso a starte drio (e dito da mi….).
    Notizia dell’ultima ora (che magari può tornar utile a qualcuno):
    – visite ospedaliere (e non) sospese fino a nuovo ordine.
    VE66art ti dovaressi dirle ti ste robe!

  50. Ary

    Non fa una piega dado. Mazzola è limitato e certo non un campione .Lui però è un 10-11o uomo. Si contestava solo che gioca molto. Per me i problemi della Reyer sono da trovare sotto canestro e l’incapacità di fare 80 punti perché siamo poveri in fase offensiva. Perché ? Semplicemente in squadra abbiamo degli stranieri che non segnano!!! Vedi Chappell, Stone , Vidmar. Gli altri non si discutono , così come Tonut che sta mettendo diverse toppe. Anche Vidmar ha senso tenere un giocatore che ha evidenti problemi fisici permanenti? Adesso cmq viene il bello perché iniziano le partite difficili.

  51. Paolo Miro

    Nane…lo so. Ed è per questo motivo che spesso dà adito a fraintendimenti anche pesanti. Quando si scrive, specie in un blog dove si è costretti a riassumere in poche righe (per te non vale) il proprio pensiero, rischia di diventar deleterio

  52. Dado

    Paolo.. abbi pazienza..

  53. Dado

    Ari.. se fatichi contro un roster mediocre pur avendo:

    In ‘5’ Watt-Vidmar
    In ‘4’ Daye-Fotu
    In ‘3’ Bramos-Cerella’

    (5/6 della formazione scudetto)

    e Stone, per così dire’ fuori dalle scatole..

    Mi sembra che la questione esuli dal povero Mazzola..

  54. paper861

    Caro Nitran io non ce l’ho con gli italiani ma con un regolamento che gli permette di prendere un bel po di soldi senza avere capacità eccelse.Io cambierei volentierissimamente almeno 2 ns. italiani con Polonara, Gentile, Fontecchio e qualche altro. E’ un semplice discorso di capacità, in un mercato “libero” ci sono sicuramente alcuni stranieri di qualsiasi latitudine che ci sarebbero utili e costerebbero, presumo meno del ns. 11 o 12 uomo.Ritengo infatti utilissimo puntare su casarin come lo si fece con Tonut ma il buon Mazzola …non cresce!!

  55. Dado

    Paper.. Polonara e Fontecchio giocano in EL, Gentile vorrebbe.. soldi a parte, è anche un discorso di possibilità da offrire e obiettivi comuni.

  56. Rast_rast

    Salve cari amici, due punti e poco più, per questo ancora più importanti. Ma il campionato femminile si ferma col dpcm di ieri o le donne sono considerate “professioniste”?

    Duri i banchi!

  57. RaffaelePisu

    Bah mai avuto sensazione di perderla….

  58. norm nixon

    paper…di italiani buoni…senza svenarsi ce ne sono a valanga…non pochi come piu’ di qualcuno asserisce. Ce ne sono in tutti ruoli…basta cercarli e volerli. Sia in serie A che in legadue. E sono pienamente d’accordo con te. E la cosa che qualcuno qui dentro non comprende o non vuole comprendere e’ che non e’ strano che mazzola giochi nella reyer ma caso mai che mazzola giochi 17 minuti a partita nella reyer! Questo e’ strano. Oltre al fatto di partire sempre in quintetto…come fosse scritto da contratto. Dico…farebbe schifo partire ogni tanto con fotu?

  59. Dado

    Norm.. su Mazzola mi trovi concorde su praticamente tutto.. io però ripeto.. In una partita dove causa assenza di Stone abbiamo la possibilità di schierare lunghi come da Eurocup, mi preoccupa di più il fatto che Vidmar possa stare in campo solo 3 minuti e che Fotu non sia impiegato per più di 10 minuti.

    Quando sono coesistiti Daye-Peric.. Mazzola non c’era.. ed era abbastanza normale che l’uno cambiasse l’altro con una 20ina di minuti a testa (più o meno) e il tutto pareva normale e funzionava.

    Soprattutto avevano punti e rimbalzi nelle mani.. esempio Nei PO 2017-2018:
    La coppia Peric-Daye dà come punti:

    23-7
    19-11
    13-19
    10-27
    8-10
    13-3
    6-16

    Ovvero Peric 13.14pt e Daye 13.28 = 26.42 (in due) + 11 rimbalzi in 43 minuti.
    In campionato davano (11.6+12.8) 24.4pt e 11.3 rimbalzi in 44 minuti.

    Oggi Daye+Fotu+Mazzola per ora nelle partite LBA danno:

    11.3+8+0.5= 19.8pt + 9.1rimbalzi in 3 e in 51 minuti

    In sostanza sul mancato e vero e proprio cambio di Peric, abbiamo perso punti e rimbalzi. in pratica 25 punti ci arrivavano durante TUTTA la stagione dalla coppia di ali! Il resto arrivava da Watt, Bramos, Haynes e co..

    Risultato abbiamo perso 7-8 punti almeno nelle ali, e 7-8 almeno decina sugli esterni.

  60. Paolo Miro

    @ Rast_Rast:

    il senato ha approvato l’emendamento alla Legge di Bilancio in virtù del quale gli oneri previdenziali per gli stipendi delle atlete professioniste che normalmente ricadrebbero in gran parte sulle società sportive saranno a carico dello Stato, nel limite di 8 mila euro all’anno per individuo, per i prossimi tre anni (2020, 2021 e 2022). E’ stata aperta così la strada verso il professionismo femminile nello sport. Cogliendo la palla al balzo, la FIGC nella riunione del Consiglio del 25 giugno 2020 ha deciso di iniziare un progetto graduale teso al riconoscimento del professionismo femminile nel calcio dal 2022/23, rinunciando così ai primi due anni di contributi statali, ma iniziando un percorso importante anche a livello simbolico.

  61. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.pianetabasket.com/euroleague/euroleague-le-partite-0-20-saranno-rigiocate-anche-venezia-vs-bourg-213299

  62. Paolo Miro

    E in più da “Lifegate.it”:
    Per il basket il senato ha approvato l’emendamento alla Legge di Bilancio in virtù del quale gli oneri previdenziali per gli stipendi delle atlete professioniste che normalmente ricadrebbero in gran parte sulle società sportive saranno a carico dello Stato, nel limite di 8 mila euro all’anno per individuo, per i prossimi tre anni (2020, 2021 e 2022). E’ stata aperta così la strada verso il professionismo femminile nello sport. Cogliendo la palla al balzo, la FIGC nella riunione del Consiglio del 25 giugno 2020 ha deciso di iniziare un progetto graduale teso al riconoscimento del professionismo femminile nel calcio dal 2022/23, rinunciando così ai primi due anni di contributi statali, ma iniziando un percorso importante anche a livello simbolico.
    Sembra quindi che le federazioni insieme allo Stato debbano creare le condizioni, a partire dalla legge di bilancio, per poter far sì che le società sportive si mantengano. Solo quando queste condizioni saranno concrete e non utopiche, lo sport potrà esultare perché anche lo sport femminile sarà costituito da professioniste.

  63. Ary

    Era quello che mi sarei aspettato a che io dado!!! Beh vedremo domani può darsi che Vidmar sia stato preservato apposta. Fotu come 4 può fare il vuoto , assieme appunto a Vidmar o Watt.

  64. Paolo Miro

    AUSU….The modification becomes applicable immediately to both the Turkish Airlines EuroLeague and the 7DAYS EuroCup, asserting their retroactive effect over the seven games that have been affected so far due to COVID-19 positive cases.

  65. Paolo Miro

    Chi glielo dice a Casarin ora che l’effetto è retroattivo?

  66. Rast_rast

    Grazie Paolo del chiarimento, anche se non capisco se le cestiste della a1 sono o meno ad oggi professioniste, aldilà di chi paga i contributi.

    Forza Reyer

  67. Paolo Miro

    Non sono considerabili professioniste effettivamente fino a che la Federazione non le considererà tali.
    Comunque continueranno a giocare.

  68. Rast_rast

    Ok, grazie Paolo.

  69. Paolo Miro

    Prego Rast 😉
    Un’altro particolare sulla riprogrammazione della partita contro Bourg-en-Bresse: l’ECA ha detto che il termine massimo per disputare i recuperi per l’Eurocup è il 22.12. Bene.
    Ma se in tutte le settimane precedenti si gioca già un turno di Regular Season e nell’unica pausa prevista c’è la finestra dedicata alle Nazionali, il 22 dicembre diverrà LA data del recupero vero e proprio e qua do noi chissà come saremo conciati.

  70. Paolo Miro

    Un altro senza apostrofo. Scusate.

  71. ve66art

    Grandissimo Nane!!!

  72. giama29

    Norm, completo il tuo pensiero dicendo che è strano che Mazzola continui ad avere questo minutaggio pur giocando male sia in attacco, cosa del tutto normale, ma, soprattutto, in difesa. Per questo mi girano a mille quando lo vedo partire in quintetto base avendo per l’appunto in panchina un Fotu che il suo onesto contributo riesce a darlo in ambedue i lati del campo.

  73. Ostregafioi

    Visto i precedenti, diamo uno sguardo al roster della Virtus Roma e prepariamoci a dargli il benvenuto. Vedo bene Baldasso e Hunt.

  74. norm nixon

    virtus roma? Giochiamo l’8 novembre a roma…che benvenuto? Che precedenti?

  75. norm nixon

    giama….se lo chiedono un po’ tutti e non da oggi ma cosa vuoi che ti dica? Wdr avra’ i suoi buoni motivi per farlo.

  76. fabrizio

    Mazzola è imbarazzante da un punto di vista tecnico e del talento, punto!
    E’ inutile che ci giriamo attorno al discorso quasi per non voler calcare la mano o essere indelicati ma la verità è che non è un giocatore per una squadra che ha ambizioni di vertice in Italia e in Europa e sicuramente Milano e Virtus Bologna non lo prenderebbero mai.
    Che poi addirittura giochi in quintetto base stabilmente insieme a Chappel (invece di partire con Bramos e Daye rispettivamente, piuttosto) trovo che solo la cervellotica mente di De Raffaele può partorire una idea del genere.

  77. norm nixon

    calma….mazzola e’ diventato cosi’. Dieci anni fa era un altro giocatore. Cerchiamo di contestualizzare e di non dire fesserie. Per chi ha seguito sin dall’inizio il percorso di mazzola sa benissimo che non e’ sempre stato questo giocatore. Diciamo piuttosto che rispetto a qualche anno fa e’ crollato e adesso effettivamente non ha molto senso in un quintetto di una sqyadra di vertice. Ma ripeto…accetto pure che sia tra i 12…ma non che abbia un minutaggio cosi’ elevato. 15 minuti li do a fotu caso mai e non a mazzola.

  78. Ostregafioi

    Norm, Virtus Roma economicamente a pezzi. Stipendi non pagati. Americani che partono. Italiani che non sanno dove andare. I precedenti sono ad esempio Avellino. Tutta roba probabilmente low-cost.

  79. ve66art

    Scusatemi, ma di cosa stiamo parlando?
    Ma dove sta scritto che il quintetto base deve essere necessariamente composto dai 5 migliori giocatori del roster?
    Non ha forse più senso, come fa wdr, garantire una “costanza”, in termini di talento, per tutta la durata dell’incontro per poi trovare la soluzione migliore in corso d’opera? Se il roster è composto da 12 giocatori dei quali 5 valgono 10, 3 valgono 8, 2 valgono 6 e 2 valgono 5, trovo sensato organizzare il quintetto in modo da avere in campo, sempre e comunque, un “ipotetico talento costante”, sacrificando, di volta in volta, a rotazione (in funzione dell’avversario), i vari ruoli interessati ai cambi. Non sono un esperto di basket come Pisu, Norm, Dado o Icio, tuttavia non mi è difficile immaginare questo modello come il più pragmatico possibile. Ovvio, le variabili sono infinite, ma all’inizio sono tutte o quasi in divenire!

  80. ve66art

    Ostregafioi, Hunt mi piace!

  81. fabrizio

    Sono d’accordo con te Norm, metterei in quintetto Fotu assolutamente che non sarà un fuoriclasse o dotato di chissà che talento ma è sicuramente un buon giocatore e capace di ottimi movimenti sul pitturato oltre che sicuramente capace di dare una maggiore mano a rimbalzo rispetto a Mazzola.
    Quest’ultimo, onestamente, non mi entusiasmava nemmeno 10 anni fa ma certamente a Torino e anche a Bologna me lo ricordo decisamente più performante almeno in quelle poche cose che gli riescono meglio, ovvero il tiro dalla lunga distanza piedi per terra e gli aiuti difensivi a centro area: ora come ora, invece, sembra davvero uno che in campo non sa dove andare o cosa fare e francamente, ribadisco, le ultime prestazioni sono state piuttosto imbarazzanti.
    Per chiudere, anche a me Hunt non dispiacerebbe così come mi sarebbe piaciuto vedere insieme a Watt il Sims ammirato la stagione scorsa in sponda Fortitudo e l’anno prima ancora a Cremona.

  82. norm nixon

    ve66art…ripeto..che sia in quintetto o meno non è il problema. L’anomalia è che giochi 17 minuti a partita mentre Fotu ad esempio ne gioca la metà. Secondo te è normale? Dico..secondo te in campo qual è la discriminante che giustifichi una simile differenza? Il fatto che Mazzola difenda meglio? Non mi pare. Il fatto che abbia piu’ fisicità? Non mi sembra. Il fatto che attacchi meglio? Non mi sembra. Il fatto che catturi più rimbalzi? Non mi sembra. Il fatto che tiri bene da fuori e che sia più adatto per i giochi in pick’n pop aprendo magari spazi per Watt? Non mi sembra. E allora qual è il motivo?

  83. Ary

    Sono d’accordo con te norm. Ho scritto anche io che gioca troppo , che sia un Italiano alla reyer ci può anche stare (ho scritto però 10-11esimo uomo)… Fotu invece ha buoni movimenti, non è un campione ma è solido e usa bene i piedi. Da 4 può essere un valore aggiunto. E come sempre arriviamo sempre allo stesso punto , detto e ridetto mille volte. La reyer doveva investire su un 4-5 italiano , scaricare Stone e/o Chappell (o entrambi) e prendere una guardia seria (sykes, banks). Così saremmo stati perfetti. Poi se non hai budget pari a Milano e Bologna (e ci mancherebbe!) i giocatori devi andarli a prendere prima . Cmq sia chiaro Mazzola e D’Ercole non incidono nei giochi quindi è superfluo prendersela con loro. O problemi sono altrove

  84. ve66art

    Il fatto che anche gli altri devono respirare….il gioco di wdr è imbarazzante da un punto di vista dell’impegno fisico!!!! Sono delle macchienette sempre in movimento!

  85. Ary

    Cmq non cambia niente che uno parta in quintetto o meno …. Ma i minuti che gioca. Tanto i problemi ce li abbiamo sistematicamente nel 3o quarto .

  86. Ary

    È verissimo veart , il gioco di wdr è pazzesco dal punto di vista dell’impegno. Ma Mazzola non è proprio un asso in difesa

  87. norm nixon

    Ary…problemi non ce ne sono. Non scherzo. La Reyer quest’anno ha fatto una scelta sulla scorta di una serie di ragionamenti relativi a una stagione che sarà sicuramente anomala. La Reyer ha vinto già molto…è senza palasport per sviluppare ulteriori progetti…ha capito che quest’anno Milano si è ripresa il suo posto e non può perdere..ha deciso di lanciare Casarin con tutti gli annessi e connessi…ha deciso di confermare nel bene e nel male il gruppo della Coppa Italia sapendo di andare incontro a dei rischi (che ci stanno nel contesto) e soprattutto ha capito che non potendo inseguire Milano e forse anche Bologna..doveva fare scelte conservative in attesa di capire cosa accadrà quest’asnno sul tema del palasport. Perchè tutto lì ruota il futuro della Reyer a livello di investimenti. E quindi fatti tutti questi ragionamenti la Reyer ha deciso di sposare quest’anno questa linea. Per questo continuo a dire che sarà una stagione (semmai finirà) di TRANSIZIONE. Stop. Lo capisce anche un bambino. Attenzione…senza contare che la Reyer quest’anno vuole vincere con le donne perchè quest’anno…questa è la vera priorità.

  88. Ary

    Ultima cosa …. Hunt è scarso forte !!!! Ho capito cosa intendevi ostregafioi! Ti riferisci al mercato prossimo. La possibilità di banchettare con gli scarti di Roma. Per me peggior squadra della serie a. Balsasso quando imparerà a fare il play può essere un buon giocatore, per ora un oggetto indefinito ma tecnicamente buono. Non vedo giocatori validi a Roma se non appunto baldasso

  89. Ary

    Credo tu abbia ragione norm su palazzetto e donne (li molto evidente). Ma insistito a dire che l’anno di transizione non lo fai con la conferma in blocco di un gruppo già vincente.
    Ma sembra sciocco non provare a migliorare un gruppo (all’interno dei parametri del budget) e iniziare a svecchiarlo e guardare avanti. Certo spero venga a sbloccato il nodo palasport o altrimenti ci sogneremo basket di alto livello

  90. Nitran-go

    Norm, il fatto che sia italiano? Io vedo spesso quintetti nostri con tre italiani. Significa qualcosa? O è una coincidenza o un abbaglio che ho solo io?

  91. Tifosomediomona

    Oltre al “pasto da avvoltoi”, in caso di default di Roma, che, oltre al cattivo gusto di andare a saccheggiare la squadra indebitata, ci metterebbe nelle condizioni di inserire in roster un Hunt come ottavo straniero, terrei d’occhio la situazione Dalla Valle a Gran Canaria…
    …un esterno italiano con punti nelle mani ci consentirebbe di poter giocare sempre con Fotu+Daye+Watt+Vidmar.

  92. Ostregafioi

    Ve66art, dopo Haynes abbiamo un altro punto in comune ! Purtroppo la vediamo diversamente su Chappel..pazienza non saremo mai amici. Scherzi a parte, la situazione della Virtus Roma mi restituisce tristezza.

  93. Ary

    Magari della valle ! Ma credo percepisca non poco . Hunt è un rimbalzista ma non da punti. Ma se Vidmar è quello di queste ultime 2 gare va bene qualsiasi cosa…..

  94. ve66art

    Al posto de Vidmar va ben anche Pedrotti o Paolo Lanza!
    De Chappell non parlo più perchè l’ultima volta go fato na capea da chio!

  95. ve66art

    Per il resto me toca darghe ragion al me peacoe preferito!

  96. Nitran-go

    Ve66art, tutti, ma proprio tutti, paolo lanza no però, per cortesia!

  97. Dado

    Io partirei con il quintetto D’Ercole-Casarin-Chappell-Mazzola-Possamai, cosi magari da svaccare i piani partita degli avversari, ammettere fino ad un -6.. e dopo cambio.. ahahahah 😉

  98. norm nixon

    nitran…certo..ma non l’ha ordinato il dottore. E’ la stessa cosa che succedeva con andrea mazzon e digiuliomaria

  99. norm nixon

    dado…e come sesto pellegrino

  100. Dado

    Esatto Norm! Il famoso ‘5’ italiano che Ari sogna e che sarà preso in corsa per concludere (ma proprio concludere..) la stagione! 😀

  101. Ary

    Ahahah grandi ragazzi !!! Ma Paolo Lanza !!! Non lo ricordavo più …. 2 e tantissimo , netto , El vero molton!!!! Grazie veart per il ricordo , il Cervi (anca peso) degli anni 80!!! Ricordeve coxa vol dir molton….

  102. norm nixon

    lanza tecnicamente avrebbe dato la paga a molti centri italiani attuali…tra l’altro mano morbidissima e ottimo passatore.Ovvio fisicamente era improponibile ma a basket sapeva giocare. Tra l’altro Celada riusci’ a venderlo a trieste per 800mila…tanto per dire.

  103. Ary

    Norm ho scritto che cervi xe peso…. Era un moltone classico…. Rispetto ai campioni che giravano era imbarazzante. Cervi è molto ma molto peggio

  104. Ary

    Arbitraggio penoso

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •