Michael Bramos è il Capitano dell’Umana Reyer 2019/2020

16 Agosto 2019

L’Umana Reyer ha il piacere di comunicare che sarà Michael Bramos il capitano della prima squadra maschile nella stagione 2019/2020. L’uomo dei record disputerà la sua quinta stagione con la maglia dei Campioni d’Italia con cui è già sceso in campo in 232 partite. Il playmaker Andrea De Nicolao sarà il vice Capitano.

33 Commenti in questo articolo

  1. fabioz11

    Unico!!!! Grande capitano

  2. Michele

    Meritato riconoscimento

  3. Insostituibile.

  4. Dado

    Un esempio da seguire, per tutti. Dentro e fuori dal campo.
    Grande Mike!!!!

  5. Leonesso

    La miglior scelta possibile. Complimenti alla socuetà e al giocatore.

  6. gian

    Grande esempio di serietà professionale e umana.

  7. ve66art

    Giusta scelta, dopo il tecnico rimediato contro Sassari mi piace ancor di più!

    PS wdr in nazionale subito

  8. Dado

    Ciao VeArt… no.. WDR avrebbe bisogno di un po’ di tempo per sistemare le cose, ormai è tardi.. a questo punto servirebbe di più uno tipo il Guru Hippy di Formentera, con cura d’urto di carica motivazionale.

    Massimo rispetto per Meo Sacchetti, ma all’oggi la motivazione e l’energia che sembra passare al team pare quella che puoi avere all’ultima partita del pomeriggio alla bocciofila del cral allenatori in congedo di Cremona. Il resto un disastro. Speriamo domani le cose cambino.

    L’unica cosa buona di questo torneo di Atene e’ che la FIBA lo sta trasmettendo in diretta sul proprio canale YouTube, alla faccia di Skysport.
    Questo vuol dire diffondere uno sport. Libero e pubblico accesso, anche ai non immediatamente interessati.

  9. ve66art

    Dado, zio billy, era una battuta!!! Xe ovvio che subito no se pol e no xe ben!!!

  10. Dado

    VeArt.. l’avevo capito.. spero rimanga una battuta anche la fiacca motivazionale di Sacchetti.. altrimenti buonanotte!

  11. Ary

    Grande , grandissimo Iron Mike ! Il mio giocatore preferito , lui è basket puro!
    Tecnica sopraffina, intelligenza tattica, gran difensore, gran tiratore…. Leader prima silenzioso , dopo Sassari un po’ meno… Altra piccolissima e insignificante dote…. Risolve partite decisive !!! Grazie di tutto Mike nella storia reyerina tu e dalipagic andate a braccetto!!!

  12. norm nixon

    Dado….ma cosa c’entra sacchetti…le motivazioni e tutte ste menate? Sono 200 anni che il nostro movimento non produce un centro degno di questo nome e stop. Siamo leggeri e fine del discorso. Puoi avere tutte le motivazioni della terra ma se hai gravi carenze strutturali non vai da nessuna parte. E l’italia è questa. Ci manca peso…ci manca massa…ci manca tanta qualità vicino al ferro e quindi ciao!! È lo stesso discorso fatto per la reyer con batista..con vidmar e per la reyer senza batista e senza vidmar. Cambia tutto!!!!

  13. Dado

    Norm.. che tra i nazionali manchino Kg e cm e un fatto evidente.. che la Reyer abbia fatto un salto in avanti con Batista e Vidmar pure. Temi discussi e assodati innumerevoli volte… PERÒ.. come e’ vero che con Batista e Vidmar la Reyer ha vinto due scudetti.. e’ anche vero che senza di loro ha pur vinto una FIBA Europe cup e una Regular Season.. Questo solo (e ripeto ‘solo’) per dire che se hai una difesa che funziona e buone soluzioni in attacco, qualcosa puoi fare comunque..

    Questa Nazionale mi sembra che abbia un attacco scoordinato, e una difesa che e’ un colabrodo. Se sei con la Turchia sopra di 10 a 6:44 dal termine.. vuol dire che comunque non ti sono serviti ne i Kg e cm di Batista ne quelli di Vidmar.. ma se perdi di 2 poi.. e in quel modo.. vuol dire che non hai proprio
    voglia di portarla a casa. L’energia e convinzione di recupero della Turchia era ben maggiore del nostro interesse per una possibile vittoria.

    Il non provare senza Gallo e Datome fino all’ultimo non ci consente inoltre di sperimentare equilibri effettivi.. mah..

  14. norm nixon

    Dado..diciamo che in una Nazionale così leggera e povera di lunghi di qualità e quantità..il fatto che a guidarla ci sia una coach che privilegia il fondamentale difensivo rispetto a quello difensivo è un’ulteriore aggravante. Comunque aspettiamo dai…niente è perduto. Certo che vedere Jokic, Marjanovic (e Raduljca in panchina) scherzare sotto canestro contro il nulla….(perchè l’Italia sotto canestro è oggettivamente il nulla) fa veramente male! Capisco che non abbiamo mai avuto centri dominanti ma da ormai tanti anni a questa parte stiamo veramente esagerando a livello di nullità!

  15. Dado

    Norm.. difesa o attacco questa Nazionale fa acqua da tutte le parti.. che ne so.. prendi il tiro da 3… 14 su 73 .. 19% dimmedia su tre partite.. con Il Beli che in una partita ti fa 0/8 da tre.. e contro la Turchia anziché amministrare il +10 a 6 minuti dal termine ti tenta due bombe dagli 11 metri.. mah..

    Vedremo al rientro del Gallo e Gigi..

  16. reyerinoabologna

    Faranno giocare il Gallo da centro

  17. norm nixon

    reyerino….così ne becchiamo ancora di più. Far giocare Gallo centro è come chiedere ad haynes di fare il playmaker.

  18. norm nixon

    Nel basket non si inventa nulla…o certi giocatori fondamentali a livello strutturale ce li hai (…e allora puoi cercare di vincere) oppure se non li hai sei destinato a mangiare la polvere e prima o poi ad uscire. La storia, anche recente, parla molto chiaro. Non si scappa.

  19. Dado

    Norm.. tra un quintetto (A) strutturalmente ‘equilibrato’ con dall’1 al 5 Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari, Tessitori.. (dove ‘pagheresti’ il Centro di A2..)

    e uno meno ‘convenzionale’ (B) con Hackett, Belinelli, Datome, Brooks, Gallinari.. con riserve negli stessi ruoli: Filloy, Gentile-Della Valle, Abass, Biligha, Tessitori (ovviamente con cambi a rotazione..)

    Cosa preferiresti?

  20. reyerinoabologna

    Almeno in difesa il Gallo si becca il centro avversario…non lo dico perché sono convinto sia la soluzione migliore ma a mio parere Sacchetti farà così

  21. norm nixon

    Dado…le beccherei sotto canestro comunque. E in maniera pure pesante. Da troppi anni in Italia c’è un fortissimo squilibrio tra il talento e la qualità degli esterni e il nulla cosmico dei lunghi fatta eccezione per mellì…che comunque lungo vero non è. E finché la situazione rimarrà questa l’italia pagherà sempre a certi livelli. Lo stesso fatto che sacchetti sia costretto ad affidarsi a due come biligha e tessitori perché non ce ne sono di meglio….lo trovo avvilente per il basket italiano. Per non dire inverecondo. Una barzelletta fa meno ridere. Ma va così.

  22. norm nixon

    Reyerino….farà così sicuramente perché non ha scelta. Una buona ragione in più per i nostri avversari di attaccare sistematicamente il nostro ferro. Così caricano pure il gallo di falli. Se penso che la serbia si permette di tenere 40 minuti in panchina uno come raduljca perché tanto non ne ha bisogno….beh fa pensare.

  23. fabrizio

    Sono d’accordo totalmente con Norm!!
    Poi devo dire che alcune scelte operate da Sacchetti a livello di roster da portare agli oramai prossimi mondiali cinesi (o, rovesciando il discorso, alcune esclusioni fatte) mi hanno lasciato abbastanza perplesso, anche tenendo conto delle condizioni fisiche a dir poco precarie in cui si presenteranno i nostri due giocatori migliori (Datome e Gallinari) e l’assenza di Melli.
    Oggettivamente, quindi, visto pure le ultime esibizioni, penso che l’obiettivo massimo perseguibile dai nostri sia conquistarsi la possibilità di partecipare a un preolimpico il prossimo Giugno e perciò significa che dobbiamo battere almeno (e, sinceramente, vorrei anche vedere sennò sarebbe onestamente parecchio imbarazzante) Angola e Filippine nel girone iniziale e francamente non dovrebbe essere una impresona, fermo restando che noi non possiamo permetterci di sottovalutare alcun avversario oltre a comunque rispettarli: fatto questo minimo (ma fondamentale) compitino, nella fase successiva con Portorico (credo) ce la possiamo giocare ma con la Spagna penso proprio di no e quindi, a quel punto, il nostro mondiale, a meno di una clamorosa impresa contro gli iberici, terminerà (peccato non essere stati al posto della Polonia, terminata dietro di noi durante le qualificazioni, che si trova nel girone A decisamente fattibile pure come primo posto e che nella fase successiva troverà come massimo avversario la “vecchia” Argentina: ecco, forse fossimo stati noi al posto loro avremmo potuto puntare maggiormente a un quarto di finale anche fattibile e a quindi prospettive fortunose ma lontanamente immaginabili visto il nostro reale valore)!
    Ultima riflessione: dando per scontato almeno quindi l’accesso nelle sedici migliori del mondiale e relativa conquista del preolimpico, per provare ad arrivare poi a Tokyo 2020 (è dal 2004 che manchiamo alle Olimpiadi, inaccettabile per il nostro movimento!!!), visto che come dice Norm abbiamo devastanti carenze sotto canestro e non è che poi comunque abbondiamo di talenti o di giocatori che possono fare la differenza in altri settori del campo, ecco che allora l’unica possibilità che io intravedo è quello di costruire una squadra abbastanza da “battaglia”, che cerchi di mordere il più possibile in difesa ovvero che punti a far segnare un canestro in meno piuttosto che segnarne uno in più agli avversari e quindi un roster di 12 con oltre i soliti cinque noti (Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Melli) formato pure da Cinciarini, Stefano e Alessandro Gentile, Tonut, Flaccadori, Polonara e Cervi lo vedrei proprio bene a tale scopo.
    Certo, bisognerebbe poi cercare di organizzarlo in casa un preolimpico e forse un allenatore proprio come il nostro Wdr o Buscaglia, molto più attenti alla difesa che all’attacco rispetto a Sacchetti, sarebbero piu’ idonei ma onestamente non vedo quale altra soluzione o possibilità potremmo avere di qualificarci alle Olimpiadi visto certo la generazione di non fenomeni e le gravi carenze strutturali e fisiche descritte!

  24. norm nixon

    Giusto Fabrizio….ma per garantirsi una squadra da battaglia che punti tutto o quasi sulla difesa…in panchina ci vorrebbe wdr e non Sacchetti. E quest’anno, a proposito di concetto difensivo, la Reyer si è davvero superata..nel senso che ha esasperato la filosofia puntando ancora di più a difendere rispetto a un gruppo che già difendeva fortissimo di suo! Eccezionale per come vedo io il basket! Proporzioni: difesa 90 e attacco 10. Lo scorso anno: difesa 80 e attacco 20.

  25. fabrizio

    Eh,….anche sulla Reyer sono d’accordo con te Norm: gli arrivi, infatti, di Chappel e Udanoh aumentano ulteriormente (e non di poco) il livello complessivo difensivo già elevato della nostra squadra, a cui sarà difficile secondo me, anche per squadre come Milano e Virtus Bologna, segnarci più di 65 punti a partita, soprattutto al Taliercio e questo aumenterà notevolmente le possibilità di vincerle diverse gare!
    Arriva Milano o Bologna? De Raffaele sarà capace di partire con un quintetto formato da Stone, Chappel, Cerella, Bramos e Vidmar, ovvero cinque mastini cinque (ma capaci di farsi rispettare non solo in difesa) e non me li vedo Rodriguez o Teodosic, non proprio due cuor di leone a livello caratteriale per quanto di tecnica sopraffina, a sopportare sempre le mani addosso e l’asfissia difensiva di Stone e company, anche se poi molto potrà dipendere dal metro arbitrale che verrà concesso!
    Ma è certo che se almeno verrà tollerata una intensità come ci hanno sempre messo i trentini di Buscaglia in questi anni, forse a un esteta come me che ama il talento e il gioco offensivo per dna e credo non verrà appagato il palato ma per me tifoso come per tutti voi reyerini doc ci potrebbe essere molto da divertirsi e da raccogliere pure sto anno, a cominciare dalla Supercoppa di Settembre!

  26. norm nixon

    Fabrizio….d’accordo su tutto. Il dna di wdr è quello, non si scappa. La Reyer è l’emanazione dei suoi concetti. E mi sembra che i risultati gli abbiano dato ragione. L’unico mio piccolo rammarico, detto molto serenamente, è che per due o tre anni abbiamo colpevolmente sottovalutato l’importanza a livello strutturale della presenza di un lungo di quantità e qualità da diversificare al centro di movimento che bene o male abbiamo sempre avuto. Ma vedo, con piacere, che finalmente il concetto è stato assimilato.

  27. ve66art

    Manca la guardia con punti nelle mani! Stop! Altro che bau bau micio micio!!!!! Difesa fin che vuoi, ma se non fai canestro non vinci.
    La dipartita di Haynes poteva rappresentare l’occasione per un salto di qualità in fase offensiva con l’acquisizione di una guardia di talento, uno alla Adams, alla Ragland, alla Pargo. Di guardie talentuose in attacco e che abbiano anche la voglia di imparare a difendere ne è pieno il mondo.
    E’ andata diversamente….vedremo!

  28. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Cado dalle nubi.(Checco Zalone). Mai, mi sarei aspettato di ricordare a ve66art, che questa dirigenza e che questa direzione tecnica ha conseguito dei risultati straordinari e imprevedibili, fino ad ora. Quindi fino a prova contraria, lassa che i fassa lori che a mi me va benon. Comunque il mercato giocatori e’ aperto fino a primavera….Grazie Reyer. Godiamoci questo momento storico della pallacanestro veneziana. Mai mi sarei aspettato degli anni di cosi’ grande soddisfazione sportiva. Ricordiamocelo sempre. Ma quando le comincia le partie? Mi mocari. Che Campionato che si preannuncia quest’anno!!!! P.s. Quante che ghe ne go sentie sto ano su De Raffaele, Colombini, Casarin….Lassemo perder. Ciao a tutti.

  29. norm nixon

    Grandeeeeeeee Ve66art..ti vol ciavarghe el posto a fabrissio.

  30. Cip e Ciop.

  31. ve66art

    @norm
    Caro norm, Icio è il mio mentore! Ahahah
    Detto questo non ti nascondo una certa invidia nei confronti di quelle squadre che hanno portato alla loro corte dei campioni di straordinaria qualità.
    A Ausu rispondo che la mia non è una critica ma solo un’esternazione di un desiderio. Per il resto mi “bacio i gomiti” dalla gioia!

  32. Dado

    Ve66art.. la nostra ‘guardia di Talento’ è Tonut. Questo da scelte societarie e di WDR, e anche meritatamente direi.. (Similmente a quello che sarà Spissu a Sassari..) poi.. all’inizio del girone di ritorno lo staff tecnico immagino farà un punto su come stia andando.. e nel caso penserà ad un ulteriore innesto..

    Devo dire che ci sarebbero stati anche altri italiani che mi avrebbe fatto piacere avere, ma quello che sta capitando in questi giorni con la nazionale, e il relativo comportamento/atteggiamento di alcuni, mi fa pensare che meglio perderli che averli..

  33. Tifosomediomona

    Oggi una piccola soddisfazione: Polonara ha tradito Sassari per andare a giocare al Baskonia (dove presumo non giocherà, essendo qualitativamente ben inferiore ai pariruolo!).
    Contento dunque che non fosse nel nostro roster come avrebbe potuto essere!

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •