Trofeo Città di Schio: Umana Reyer Venezia – Allianz Geas Sesto S. Giovanni 59 – 63

17 Settembre 2022

Parziali: 8-17; 26-33; 40-41

Umana Reyer: Carrer n.e., Villa 11, Franchini, Meldere 4, Cubaj 6, D’Este n.e., Fassina 5, Carraro, Santucci 5, Shepard 21, Kuier 7, Versuro,
(All. Andrea Mazzon)

Allianz Geas Sesto S. Giovanni: Dotto 7, Moore 22, Begic 14, Arturi n.e., Gorini n.e., Bestagno 9, Tava, Trucco 3, Panzera 3, Resemini n.e., Ramon 5, (All. Cinzia Zanotti).

E’ l’Allianz Geas ad aggiudicarsi gara 1 del Trofeo Città di Schio contro un’Umana Reyer ancora a ranghi incompleti ma che ha saputo tener testa alle avversarie sino alla sirena conclusiva.
Shepard muove il tabellone, ricambiata dalla pari ruolo Moore che subito dopo concede il bis. Punteggio “inchiodato” per lunghi minuti sulla parità assoluta dopo i punti messi a segno da Meldere. Le difese prevalgono sugli attacchi anche se le lombarde riescono nelle ultime battute di quarto ad operare un allungo chiudendo i primi 10’con Ramon sull’8 a 17.
L’avvio della seconda frazione vede la veemente reazione delle orogranata che replicano alla tripla di Bestagno con Shepard e Villa. Kuier insacca i suoi primi punti ufficiali in maglia orogranata ed è ancora Shepard a trascinare le compagne sul -3 (19-22 a – 6,33). Risponde il Geas con Dotto che segna e serve un assist spettacolare dietro la schiena a Moore. Andrea Mazzon concede come sempre molto spazio alle sue giovanissime che gettano sul parquet grinta, voglia e…inevitabile inesperienza. L’Umana si riavvicina a soli 3 punti a 150 secondi dall’intervallo lungo grazie ad alcune ottime transizioni costringendo il tecnico sestese al time out. Moore fa la voce grossa dopo il minuto di sospensione e, sul buzzer di metà gara, Bestagno chiude sul 26 a 33.
Il rientro dall’intervallo lungo vede Shepard raggiungere la doppia cifra di bottino personale (per lei al termine saranno 21 i punti realizzati, “conditi” da 10 rimbalzi). Ciononostante Geas ritrova il +9 grazie alla croata Begic mentre sotto i cristalli si accende la lotta senza esclusione di colpi tra Cubaj e Moore. Shepard e Villa dimezzano il divario prima dell’antisportivo sancito a Bestagno per un intervento decisamente duro su Matilde Villa. Le veneziane si riportano a una sola lunghezza chiudendo con grande energia la terza frazione sul 40 a 41.
L’ultimo periodo si annuncia “infuocato” anche se il Geas sembra avere qualche energia in più ripetto alle lagunari che continuano a ruotare molte ragazze del settore giovanile. Geas spunta un nuovo vantaggio in doppia cifra (46-56 a -4,53) mettendo una seria ipoteca sull’esito finale. Shepard “ruggisce” da par suo con un’azione da tre punti e Villa s’invola in contropiede mettendo ancora una volta il fiato sul collo delle avversarie (51-56 a -2,58). Per “Lella” Santucci, non in perfette condizioni, è 1/2 dalla lunetta ma il suo guizzo successivo nel pitturato non può che farla “perdonare”. Sempre Shepard da sotto misura per il -2 che porta le squadre al rush conclusivo. Le triple di Fassina e Panzera fanno esplodere le rispettive panchine ma è il Geas a esultare alla sirena conclusiva accedendo alla finale di domani per il primo e secondo posto.
Ottima prova delle veneziane che proseguono così la loro marcia di avvicinamento all’Opening Day in attesa del recupero definitivo di Francesca Pan, del rientro di Sara Madera e di vedere all’opera Delaere e Yasuma, attualmente impegnate con le proprie nazionali nei Campionati Mondiali.
(s.v.)

Umana SpaRB CareErreàMaserIl GazzettinoOrler TvACTVDesparQuid Hotel Venice MestreSixtus ItaliaMSC CrociereVilla CondlumerPM-InternationalIMPRESA PASQUAL ZEMIRO

1 Commenti in questo articolo

  1. Leonesso

    Speriamo che il – cito – “recupero definitivo di Francesca Pan” sia davvero definitivo.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login