Ufficiale: Micovic è una giocatrice dell’Umana Reyer

27 Maggio 2016

micovic

L’Umana Reyer è lieta di annunciare l’ingaggio dell’ala/guardia di 182 cm Milica Micovic. Nata a Mladenovic (Serbia) il 24 agosto 1984 ma in possesso di passaporto sportivo italiano, ha disputato l’ultima stagione con la Passalacqua Ragusa (32 presenze, 168 punti, 40% nel tiro da 3 punti), di cui è tornata a vestire la maglia dopo una stagione al Cus Cagliari. Con Ragusa, nella stagione 2012/13, ha inoltre ottenuto la promozione dalla A2 alla A1.

In carriera, ha disputato 357 partite, in nove stagioni di A1 (tra Parma, Viterbo, Napoli, Pozzuoli, Ragusa e Cagliari) e quattro di A2 (Carugate, Bologna e Ragusa), mettendo a segno 3527 punti (miglior media punti in A1 a Cagliari 2014/15: 14,7; in A2 a Carugate 2005/06: 18,7) e prendendo 1125 rimbalzi (top nelle stesse stagioni: 3,8 a Cagliari in A1; 5,1 a Carugate in A2).

“Sono lusingata e felice di aver ricevuto la chiamata di Venezia. – Le prime parole di Micovic in orogranata – So che l’Umana Reyer è una società molto ambiziosa, sono fiera di fare parte di questo progetto e spero di contribuire per portare la squadra al più alto livello possibile.”

5 Commenti in questo articolo

  1. AQUILA16

    OTTIMO ACQUISTO.
    PECCATO PER CHRISTMAS MA AUGURI PER IL SUO MATRIMONIO
    MA SE VOGLIAMO VINCERE QUALCOSA CI VUOLE UN’OTTIMA STRANIERA E UN’ALTRO PAIO DI ITALIANE FORTI.
    SPENDIAMO UN PO MENO X I MASCHI E METTIAMO SU UNO SQUADRONE FEMMINILE.
    FORZA REYER E DURI I BANCHI.
    MR.BANDANA

  2. REDFOX

    BUONO, MA PROPRIO BUONO ACQUISTO

  3. alcione

    Un arrivo importante, ma per raggiungere la primissima fascia occorre una straniera forte come la Christmas e almeno un’altra italiana. Quest’anno abbiamo fatto un ottimo campionato ma Schio non è raggiungibile se non si fa un ulteriore sforzo. Lottare per lo scudetto si può, ma per provare a vincerlo bisogna fare un passo in più per rafforzare il roster.

  4. bepidelgiaxo

    Aquila16…non serve spendere meno per i maschi ma spendere meglio!
    Ottimo arrivo ma serve anche qua un’altra lunga visto i regressi della Formica.
    Ricordati che è la prima squadra maschile che traina il movimento.
    Saluti e sempre Forza Reyer machile e femminile che sia.

  5. fabrizio

    Brugnaro non è un pozzo senza fine: la Reyer è l’unica squadra che in Italia ha sia la squadra maschile che quella femminile nella massima serie e oltretutto nelle ultime due stagioni le ha portate entrambe in semifinale a un passo dalla finale scudetto (sfuggita, quest’anno, per mera sfortuna alle fie e speriamo non si debba dire altrettanto dei maschi) e pertanto ringraziamolo sempre per permetterci di vedere OGNI DOMENICA al Taliercio basket che conta e nelle fascie alte!
    Ho premesso questo per dire che dovendo, DA SOLO, spendere per due squadre e non avendo i soldi di un Armani per intenderci, non può permettersi un Pargo o una Yacobou per tutta una stagione perchè dovendo investire, giustamente SENZA SCEGLIERE DI ELIMINARE QUALCOSA, soldi da ambo le parti potrà far allestire sempre buone squadre e competitive ma non con chissà che punte, a meno di non fare il passo più lungo della gamba ma giustamente, a maggior ragione ora da sindaco, non lo farà!
    Per cui, accontentiamoci di buoni acquisti e squadre di buon livello e ricordiamoci, come il Leicester insegna nel calcio o la Pistoia degli anni 80′ nel basket, che si può comunque provare a vincere se si fanno acquisti di un certo tipo e se il coach e lo staff poi riescono a trovare le alchimie giuste: è molto più difficile, certo ma non impossibile e anche con un pò di fortuna e con ardore e grosse motivazioni si possono riuscire a superare avversari che sulla carta (ma i soldi non sono tutto) sembrano impossibili!

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •