Umana Reyer e Gasper Vidmar avanti insieme!

03 Luglio 2020

L’Umana Reyer ha il piacere di comunicare il rinnovo dell’accordo con Gašper Vidmar che farà parte della prima squadra 2020/2021. Centro sloveno di 211 cm, nato a Lubiana il 14 settembre 1987, “Gapi” ha disputato 92 partite in due anni in orogranata contribuendo alla conquista del quarto scudetto, 2019, e della prima Coppa Italia, 2020, della storia del Club.

I titoli vinti con l’Umana Reyer si sommano al ricco palmarès di Vidmar che in carriera aveva già vinto un campionato Europeo con la Slovenia nel 2017, il bronzo agli Europei Under 20 di Izmir (2006), i titoli turchi nel 2008 e nel 2010, la Coppa del Presidente di Turchia del 2008 e del 2013, la Supercoppa turca del 2014, la Coppa di Turchia nel 2017 e la Coppa e la Supercoppa slovena nel 2010.

Uno dei beniamini della tifoseria reyerina per il suo grande agonismo e la sua generosità in campo, è un elemento molto importante nel roster di coach De Raffaele, per mentalità, fisicità e abnegazione.
Inoltre nell’aprile scorso Gasper e Katarina sono diventati genitori di Elena.

“E’ fantastico per me restare all’Umana Reyer – le parole di Gasper Vidmar – sono felice di vestire questa maglia per un’altra stagione. La cancellazione del campionato ha lasciato in me un po’ di dispiacere e sono contento di proseguire la mia carriera a Venezia. Alla Reyer c’è tanta chimica tra squadra e società, adoro i miei compagni, lo staff e tutto il management. Sono orgoglioso di far parte della storia del Club e di questa grande famiglia.

Venezia è una Città con tanta cultura di pallacanestro e siamo fortunati ad avere grandi tifosi che tifano sempre. E’ diventata la mia seconda casa ed è il posto dove crescerà mia figlia, sono molto contento che ci sia una nuova e giovanissima tifosa Reyer. Sono dunque grato al Club che mi ha sempre sostenuto e ha reso possibile tutto questo, alla Reyer si lavora bene perché ci sono grandi persone, ci vediamo presto!”.

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice AirportSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVRbm Salute

127 Commenti in questo articolo

  1. fabrizio

    Importante comunque averlo, sia per l’Eurocup ma anche per gli eventuali play off del campionato, perchè un centro strutturato come lui sotto canestro e a rimbalzo in quei momenti sarà fondamentale, come si è dimostrato nella durissima finale contro Sassari!

  2. Alemanno

    quando sotto canestro c’è bisogno di uno con cui meglio non litigare tocca a lui 🙂

    sempre wlf comunque https://www.valentinorossi46.it/wlf-curve-pericolose-iv/

  3. Grande e grosso Gasparone, dai che ndemo.

  4. RaffaelePisu

    Buuu cattivi, società che non spende buuuuu

  5. fabrizio

    Grande Raffaele…..punto a tuo favore!

  6. Bill

    Bene,anzi benissimo,come su fa’a non volergli bene,uno che non si tira mai indietro quando si tratta di darle e soprattutto prenderle,anche a scapito di un dente come a Bonn,o con Jones a Trieste (non dimentico Denick,altro temerario)se,mi auguro,le sue ginocchia terranno,pedina fondamentale e “ingombro ” che fa’ancora paura.

  7. Weffort73

    ci vuole uno così, sia per dare respiro a watt sia per il peso sotto canestro e l’impegno che il gigante buono ci mette sempre. mi pare che il confermare i senatori sia una delle scelte migliori possibili, pensate al calcio dove un giocatore sta in una squadra meno di un anno, mentre da noi alla reyer i giocatori mettono radici… siamo un esempio vincente da seguire.
    duri i banchi!

  8. Dado

    Grandissimo Vidmar! Ottima conferma, spero ovviamente le condizioni fisiche confermino.

    Sogno in campo un trio Daye-Watt-Vidmar come Bird-McHale-Parish …
    E con DeNic e Tonut (e Daye) come esterni!

    Forza Reyer!!

  9. norm nixon

    Conferma fondamentale per tipologia di giocatore. Un centro strutturato è indispensabile. Assolutamente indispensabile. Posso fare a meno di un 2…di un 3….di un 4….ma non di un 5 strutturato. E la storia della reyer l’ha sempre confermato. Di Fotu non me ne faccio nulla se poi non ho uno come vidmar che mi para il fondoschiena per la difesa del ferro.

  10. Nitran-go

    Copia e incolla di mille e più tuoi precedenti post, Norm e allora ti copio e incollo uno dei miei. Verissimo quello che dici, ma la storia dei successi della Reyer passa anche attraverso altre componenti fondamentali e contestualizzanti.

  11. Dado

    Più che centro Strutturato direi ‘Ristrutturato’ dall’abile staff Reyer.. e comunque per dirla in breve.. senza di lui, siamo FOTUti..

  12. Paolo Miro

    https://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/zaia_diretta_oggi_focolaio_coronavirus_vicenza_cosa_ha_detto_nuova_ordinanza_veneto-5324878.html

  13. Paolo Miro

    Spiacente di “distrarvi” dalle vostre distrazioni (gioco di parole voluto).

  14. ale70

    Importante rinnovo…se Gasparone sta bene sotto canestro non ce n’è per nessuno!!!!!
    Molto contento della notizia..oltretutto grande e serio professionista un esempio per lo spogliatoio!!!!

  15. norm nixon

    Nitran…logico che i successi sono passati per mille componenti, su questo non ci piove. Ma cosa c’entra? Io sto analizzando questa di componente in questo momento in cui è stato confernmato Vidmar ed è giusto mettere i puntini sulle i per quanto riguarda il ruolo del centro! Senza Batista..Fesenko avrebbe vinto la serie di semifinale da solo e senza Vidmar..Cooley avrebbe fatto la stessa cosa nella finale con Sassari. E tutti..dico tutti i successi della Reyer sono coincisi con la presenza di un centro strutturato. E tutte le volte che quel centro la Reyer non ce l’aveva..è sempre uscita prima e sempre per lo stesso motivo. Questo lo dice il campo..non io. Chiaro, altre componenti sono altrettanto importanti….ma alcune molto meno. In tanti, anche qui dentro, hanno rot..i paesi bassi quando la Reyer giocava male sostenendo che giocava male perchè non c’era più Haynes. Poi la Reyer, senza Haynes, ha asfaltato Bologna, Milano e Brindisi vincendo la Coppa Italia e tutti muti!!! Questo per dire che c’è componente….e componente. Alcune sono fondamentali (il centro strutturato di qualità)..altre meno.

  16. Nitran-go

    Va bene Norm, per fortuna qui dentro siamo tutti più o meno diversamente giovani, altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi.

  17. norm nixon

    Dado…sono d’accordo. Per quanto si voglia insistere sulla filosofia dei lunghi di movimento, dinamici…..bisogna sempre tener presente che il centro strutturato, almeno uno, devi assolutamente averlo, specie nel momento in cui affronti squadre che quel centro ce l’hanno. Penso che la storia della Reyer…gli ultimi 10 anni…parlino chiaro a proposito.

  18. Bill

    Tanto per non andare troppo lontani e ricordare l’importanza del “centro strutturato” leggete cosa diceva La Nuova Sardegna prima di gara 7,poi certo,oggi sembra scontato ma mi piace ricordare il suo importante contributo,visto che anche il giornalista sardo concorda su Watt…

    https://www.lanuovasardegna.it/sport/2019/06/20/news/gentile-resta-fuori-cooley-sofferente-1.17840030

  19. Bill

    E sono sicuro che su Irpinia Oggi avremmo letto,con lo stesso tenore di Batista Vs.Fesenko

  20. Dado

    Della gloriosa Avellino 2018-19 abbiamo già usufruito di Chappell, Udanoh, Filloy e ora D’Ercole.. chissa che continuando cosi magari si arrivi anche Sikes.. senza possibilmente passare per Spizzichini e Campani o un Caleb green 38enne

  21. Dado

    Una considerazione ‘Olimpica’..

    DATOME viene visto dai socials come il Top Player che dal Fener atterra a Milano per graziare il precedentemente disastrato e demotivato Roster del Messina. Ci sono molte aspettative e c’è ovviamente molta considerazione.

    SCOLA come invece campione si.. a a giri e prestazioni ridotte e di fatti in uscita.

    Guardando alle prestazioni medie in campo relative alla stagione EUROLEGA 2019-20

    DATOME (32 anni):22.25 min, 8.3pt, 3.4r, 1.3 ass, falli. commessi 3.1, falli subiti 1, PIR 7.4
    SCOLA (39 anni):19.12 min, 9.19pt, 4.4r, 1.1 ass, falli. commessi 2.2, falli subiti 2.1, PIR 8.5

    Scola ancora superiore quasi in tutto, vedremo Datome a 39 anni in Eurolega che farà..

  22. norm nixon

    Bill…non ci sono dubbi. D’altronde lo vedeva anche un cieco.

  23. Paolo Miro

    Sì sì. Certo certo. Come no. Ovvio.
    E intanto….

  24. Paolo Miro

    ….il Diavolo ci mette la coda.
    Speriamo non ci metta anche il resto sennò di tutti questi bei discorsi ci facciamo un minestrone.

  25. Dado

    difatti..

  26. norm nixon

    Questo è per quei 4 cog….che pensano che tutto sia finito.
    “Il governatore del Veneto Luca Zaia ha annunciato per lunedì una nuova ordinanza restrittiva “per inasprire le regole” sulla prevenzione del contagio del Covid. La decisione di Zaia arriva alla luce di assembramenti e “comportamenti sconsiderati di troppe persone” evidenziatisi in questi ultimi giorni. “Continuando di questo passo non dobbiamo porci la domanda se il virus tornerà in ottobre, perché l’abbiamo già qui” ha detto il governatore. “Siamo passati da rischio basso a elevato””Ai comportamenti irresponsabili di qualcuno, si aggiungono gli altri che abbiamo conosciuto in queste ore”, ha sottolineato. “Sta accadendo quello che vi avevo preannunciato. Siamo passati da rischio basso a rischio elevato, l’R0 è risalito a 1,63. Eravamo a 0,43”, ha osservato. “Certi comportamenti li condannarei con la carcerazione” “Fosse per me, di fronte a certi comportamenti prevederei la carcerazione. E’ essenziale che a livello nazionale si prenda in mano il dossier, mettendo in fila le questioni con un Dpcm o con un provvedimento del ministro Speranza”.

  27. Paolo Miro

    Lo avevo già postato io per intero con tsnto di link

  28. Paolo Miro

    Ma è stato il caso/focolaio di Vicenza (con il tipo proveniente dalla Serbia che sia prima che dopo il tampone e la relativa positività ha continuato a frequentare persone fregandosene e rifiutando il ricovero) a scatenare le ire di Zaia. E i focolai a causa di questo testa di c… sono tre sicuri (uno a nel Padovano e uno nel Veronese). Oro.

  29. Paolo Miro

    Ed io che mi stavo tirando i capelli per la deleteria situazione economica post-Covid 🙁

  30. norm nixon

    Mettiamocela via…..siccome gli irresponsabili ci saranno sempre…occorre confidare soltanto su questo benedetto vaccino nella speranza che possa essere messo a disposizione tra qualche mese. Sulle persone non confido di certo.

  31. Paolo Miro

    Ho capito io, ma se a causa di elevata circolazione del virus esso riprende a contagiare più massicciamente (magari anche non con danni sanitari tipo Fase 1) si profila il rischio di forti limitazioni (non lockdowns) alle attività di tutti i tipi (sport compreso) e ti lascio immaginare dove e come andiamo a finire. Non è questione di consolarsi per l’ineluttabilità della presenza di irresponsabili (che io definirei in casi come questi criminali).

  32. fabrizio

    Stai dando anche a me (tra i 4 che citi) del c….Norm, per caso?
    Per quanto riguarda l’ira di Zaia e’ assolutamente ridicola e da campagna elettorale: stiamo parlando, infatti, di 5 positivi che si sono creati (di cui 4 asintomatici) dal comportamento di una persona che tra l’altro il covid lo ha preso in Bosnia e non in Italia (quindi caso pure importato)!
    Ora, se con gli Usa che hanno 50000 contagi al giorno e in Sud America pure, noi dobbiamo preoccuparci e fare casino come ha detto Zaia per 5 contagi in numero o anche per i 200 asintomatici in tutta Italia, continuamo allora a fare terrorismo e a dire che la gente si comporta male, tanto per fortuna in terapia intensiva non ci va più nessuno!
    E prevedere ordinanze restrittive per 5 positivi quando in America con sempre più morti e contagi vogliono riaprire ancora di più, fa passare Zaia per quello che e’ meglio che non dica e che fa assolutamente sorridere!

  33. Paolo Miro

    @ Nane: ciao! Volevo ravvisarti che i “famosi” frati di cui accennavo tempo fa durante i nostri scambi di notizie hanno dato forfait per mancanza di materia prima. Non sono più i tempi di una volta!

  34. Ary

    Bella notizia quella di Gasperone! Se sta bene spacca chiunque fisicamente!
    Brutta notizia quella sul covid… E il retromarcia di Zaia non mi fa ben pensare…
    Se ci fosse un nuovo lockdown sarebbe un disastro

  35. Paolo Miro

    A parte i rischi lockdown, probabilmente irreali, Zaia ha ragione ad incazzarsi.
    Ci sono già troppe persone che fanno solo finta di rispettare quelle poche, semplici regole che anche se non fossero mposte andrebbero messe in pratica per la nostra incolumità. Ma quello che NON DEVE PASSARE è il messaggio che qualcuno possa far ciò che gli aggrada meglio come rifiutarsi di farsi ricoverare anche se diagnosticato positivo andandosene oltretutto in giro a contagiare altri.
    Vanno prese assolutamente misure piu rigorose sennò l’autunno e l’inverno potrebbero essere drammatici.
    E poi porca putt… non è ammissibile che in questo periodo ci riempiamo di focolai correndo a destra e a manca per individuarli e isolarli col rischio che prima o poi qualcuno scappi di mano.
    Infatti non si sa quante persone siano venute a contatto con i 3 contagiati individuati anche per reticenza degli stessi. Ma scherziamo? Spero davvero che l’ordinanza sia parecchio cattiva guarda.
    Mi sono rotto di sta attento da solo con l’aggravante che sto contenporaneamente lottando per sopravvivere. Chi sbaglia paga!!!!

  36. Paolo Miro

    Zaia lo voleva incarcerare il tipo che proveniva dalla Serbia.
    Io no. Lo dovrei pure mantenere?!?
    Lo prendo a calci in culo fino a che non ci ritorna in Serbia altroché!

  37. Paolo Miro

    Ah scusate. Veniva dalla Bosnia.
    Meglio ancora: è più lontana se non erro.
    Così di calci in culo gliene dò di più.

  38. ve66art

    Norm, amico mio, gli irresponsabili non sono coloro che escono senza mascherina o se ne fregano delle restrizioni, bensì coloro che affermano con matematica certezza che il covid non esiste più!!! Queste cose le puoi pensare, le puoi pure dimostrare ad un congresso medici, ma non le puoi dire alla TV, perché, piaccia o non piaccia, il popolo è ignorante, e ahimè, ama esserlo. Perché? Perché deresponsabilizza. Milgram lo dimostro’ 60 e più anni fa, e mi che si l’ ultimo dei coioni, mi limito a farvelo presente!!!

    Copeve!!!

  39. ve66art

    Per il resto forza reyer e chiunque arrivi o rimanga mi va bene!!!

  40. norm nixon

    no no Ve66art…sono corresponsabili alla massima potenza….chi se ne frega delle restrizioni. Che poi in tivù Tizio o Caio dica che tutto è finito…è da criminali ma a prescindere da questo chi non rispetta le regole rimane un irresponsabile e stop.

  41. Paolo Miro

    Insisto. Irresponsabile è il termine scorretto.

  42. Paolo Miro

    VE66art Aiutami tu: mi confermi che in caso di accertata positività al coronavirus si può rifiutare il ricovero? Cioè io vado in ospedale perché ho dei sintomi di contagio e mi fanno il tampone e quando mi dicono che ho il virus addosso io posso rifiutare di farmi ricoverare e andare in giro a contagiare altre persone?
    No perché se è così non so se dirmi allibito sconcertato o profondamente incazzato. Ma chi è che ha decretato questa regola?

  43. giama29

    Purtroppo ciò che sta accadendo nel mondo ci conferma molto semplicemente che ne sappiamo pochissimo di questo virus. Soprattutto del come è del perchè si trasmette. Si sa di certo che in ambienti chiusi il virus tende ad essere pandemico e infettare con maggiore rapidità e virulenza. All’esterno non mi sembra sia del tutto chiaro quanto la carica del virus porti a forme gravi di contagio tali da richiedere il ricovero. Soprattutto, nessuno ci dice quante persone di quelle contagiate tra maggio e giugno sono finite in terapia intensiva, dato altrettanto importante. Invece, si continua a parlare dei positivi trovati con i tamponi creando in molte persone la convinzione che i positivi scoperti sono tutti quelli presenti sul territorio in un determinato momento. Ricordiamoci che quello che vediamo è la cima di un iceberg. Se vengono individuati 200 positivi, significa che ce ne sono dieci, venti volte tanto che non sono stati scoperti.
    Stiamo a vedere quindi cosa succederà nelle prossime settimane negli Stati Uniti, dove le terapie intensive tendenzialmente si stavano svuotando come successo in Italia. E’ l’unico dato a cui possiamo aggrapparci per dire che forse il suo ciclo pandemico è uguale in qualunque parte del globo, cioè che dopo una prima fase di espansione mortale il virus tende ad essere sempre meno letale. Se dovesse invertirsi la tendenza, a questo punto mi dispiace Fabrizio ma ci dovremo scordare di poter assistere ad una partita di basket o a qualsiasi altra manifestazione per molto tempo.

  44. Ary

    E chissà se la vedremo a questo punto! Cmq il tizio venuto dalla Bosnia è un imprenditore italiano che poi ha scatenato i focolai e chi si comporta così , oltre ad essere corresponsabile, è un delinquente senza ritegno alcuno e va punito . Per cosa ? Strage o tentata strage

  45. Ary

    Cmq è chiaro una cosa: non conosciamo nulla di questo virus e anche i virologi tendono ad indovinare. Una cosa positiva c’è: si muore meno, ma nn basta. Io vorrei sapere se un asintomatico potrà contrarre nuovamente il virus e in quel caso cosa potrebbe succedere. Ossia se il virus può mutare e rinforzarsi o invece non fare nulla perché il soggetto è immune. Capito questo si sarebbe già a buon punto.

  46. Paolo Miro

    Una cosa di cui si sono resi conto gli studiosi è che il Covid19 ha una sua intelligenza: accortosi che non è momentaneamente in grado di trasmettersi come prima e di recar danni allo stesso modo, tende a sopravvivere rimanendo il più tempo possibile all’interno degli organismi che infetta non causandone più la morte bensì aspettando che l’individuo ospitante lo passi a qualche altro recando a tutti lievi malori ma rimanendo in vita in attesa di tempi migliori (per lui) quando i nostri comportamenti (che già ora lo favoriscono) gli potranno permettere di tornare a rinforzarsi quando raggiungerà un determinato (ancora non stabilito) numero di infezioni.
    Dunque dipende tutto da noi e non dal virus o da un suo ipotetico ciclo di vita. .

  47. ve66art

    Paolo, io non lavoro in pronto soccorso percui non conosco esattamente le modalità di ricovero o di rinuncia allo stesso, tuttavia davo per scontato che ci fosse in essere una procedura di trattamento sanitario obbligatorio. Ieri, invece, ascoltando seppure di sfuggita Zaia, ho scoperto che questa procedura non esiste. Che dire, esiste per i disturbi mentali potenzialmente lesivi per il soggetto o per terzi, e non esiste per una “bomba virale Umana”?
    Non so, mi sembra che se così fosse, si tratterebbe di una situazione anomala nonché assai paradossale. Io, in merito, ho i miei dubbi, ma non mancherò di informarmi con chi fa del primo soccorso il proprio mestiere. Detto questo, io ricordo che dopo ogni tampone fatto in presenza di sintomi, nel mio caso almeno due, mi è stato rilasciato un certificato nel quale si riportava la mia condizione di “potenziale positivo” e che se mi fossi mosso da casa o violato il mio isolamento cautelare, sarei stato legalmente perseguibile. Ora, non vedo perché questa regola non debba più essere in vigore. Mi sembra strana questa cosa, tanto strana. Mi informo, perché ripeto, la presenza del sintomo, anche di un solo sintomo, era sufficiente per far scattare l’isolamento cautelare coatto a domicilio nell’esatto momento in cui il soggetto veniva sottoposto a test diagnostico.

  48. fabrizio

    Ma io non capisco perche’ tutti voi continuate a credere che le terapie intensive e i ricoveri ospedalieri torneranno a pieni numeri entro l’autunno e che sicuramente ci sara’ una seconda ondata, in base a cosa?
    Giama, tu chiedi se delle persone che si sono infettate a Giugno, vorresti sapere quante sono finite in terapia intensiva e la risposta e’ stata illustrata più volte soprattutto sui notiziari sky delle 18,30 e cioe’ zero!!
    Al 20 Aprile vi erano in Italia 4082 persone in terapie intensiva mentre ieri il numero e’ sceso a 89, con un calo continuo e giornaliero!
    In Veneto ieri Zaia nel suo bollettino ha detto che nella nostra regione ci sono in tutto 8 persone ricoverate in terapia intensiva (ad Aprile erano 280) e tutti e 8 negativizzati e quindi oltre a essersi fortunatamente svuotate fossi stato un giornalista alla conferenza a Marghera gli avrei anche chiesto come mai in questi 8 non vi e’ l’imprenditore contagiato in Bodnia che Zaia ha detto essere finito ora in rianimazione e sicuramente non puo’ essersi negativizzato gia’ visto che il virus lo ha preso neanche dieci giorni fa!!
    In che ospedale e’? E se questo fino a 2 giorni fa se ne andava tranquillamente in giro, ha rifiutato più volte il ricovero ed e’ stato portato quasi a forza il 1 Luglio dentro in hospital (frasi dette da Zaia), vuol dire che tanto male sta persona non si sentiva (infatti i suoi compagni di viaggio sono tutti asintomatici), aldila’ che convengo che il comportamento di sta persona e’ stato irresponsabile e illegale.
    Quindi, se in terapia intensiva non ci va più nessuno e se quasi tutti i nuovi contagiati sono irrilevanti a livello di sintomi vuol dire solo una cosa, ovvero che in Italia e gran parte d’Europa la carica virale che circola del covid e’ diventata bassissima e poco infettante e pericolosa ed e’ tipica di un coronavirus, che e’ della famiglia dei raffreddori e che tende quasi sempre ad adattarsi all’ospite mano a mano che incontra, ovvero a diventare poco virulento per non scomparire e morire con l’ospite stesso e non e’ che questo suo comportamento in inverno o in seguito lo ricambia per tornare a essere devastante come a Marzo ma cosi’ sparire insieme all’ospite che ammazza!
    Si pensava che il caldo lo stroncasse del tutto ma si vede in America che cosi’ non e’ perché’ li’ la carica virale e’ ancora alta perche’ il lockdown praticamente non lo hanno mai fatto e i comportamenti scriteriati hanno fatto il resto ma anche li’ i morti sono molto inferiori rispetto ai contagi e pure li’ il virus si adattera’ completamente agli ospiti o scomparira’ del tutto come fece la Sars del 2003, il cui genoma e’ simile all’80%!
    Per cui (e chiudo) convivenza col virus significhera’ convivenza con un virus della pericolosita’ di una influenza se non meno in futuro e quindi non si capisce tutto sto pessimismo e ste continue frasi apocalittiche o restrizioni che si vogliono far continuare a data da destinarsi!!

  49. Paolo Miro

    Grazie. Confermi i miei dubbi, le mie perplessità, i miei timori e il mio sconcerto

  50. Paolo Miro

    Neanche mio cognato ci lavora in pronto soccorso e difatti anche lui è caduto dalle nuvole e intanto……

  51. Paolo Miro

    Fabrizio Guarda che io non ho mai detto e non penso assolutamente che le terapie Intensive torneranno a riempirsi Ma succederà qualcos’altro che comunque limiterà le nostre azioni e continuerà a farci vivere male e mi pare che date le problematiche economiche diffuse di cui io sono pienamente consapevole non ce ne sia bisogno

  52. Paolo Miro

    E se non capisci tutte le restrizioni e le minacce che vengono posti in atto vuol dire che noi intuisci che è l’unica lingua che gli italiani comprendono

  53. Paolo Miro

    È come la barzelletta di quel tale che va a fare un colloquio di lavoro e il selezionatore li dice che ha bisogno di una persona responsabile e lui gli risponde che si ritiene la persona adatta perché infatti in tutte le esperienze precedenti quando qualcosa non andava lui era sempre il responsabile

  54. fabrizio

    Ma succedera’ qualcos’altro cosa Paolo?
    Ma perche’ deve succedere e farci quindi ulteriormente peggiorare le gia’ disastrate situazioni economiche attuali?
    Dove sta scritto che deve succedere una seconda ondata? Sei frate indovino?
    Se il governo non ha le palle e continua a farsi condizionare e terrorizzare da un ridicolo comitato tecnico scientifico (cosa che non succede in nessun altro paese europeo dove persino i bambini torneranno a scuola senza mascherine e distanziamento perche’ vari governi hanno gia’ giustamente deciso cosi’, aldila’ dei pareri degli scienziati comunque non pessimisti come da noi), orbene se il governo continua a pendere dai virologi e a farci mantenere ste regole e ste restrizioni / limitazioni fino almeno a fine anno o all’arrivo del vaccino evidentemente ci meritiamo di morire di fame e di insofferenza!
    E non potremo nemmeno pensare in un aiuto dell’Europa visto che ci presentiamo come degli untori che aspettano un aiuto dall’alto affinche’ passi tutto quando invece il peggio (sanitariamente) e’ gia’ fortunatamente passato!
    Attendo poi sempre qualcuno che esprima un parere sul fatto che ho evidenziato di Zaia, ovvero dove e’ in rianimazione l’imprenditore vicentino infettatosi in Bosnia se nelle terapie intensive in Veneto vi sono solo 8 persone tutte negativizzate e ricoverate da un mese?

  55. Paolo Miro

    Non parlo di seconda ondata. Ovvio.
    Il mantenimento in vita del virus è deleterio. Sembra che ci si diverta a non darvli il colpo di grazia.
    Si vede che a qualcbo fa conodo che sopravviva. Ieni?conto che la contagiosità è enirmemente più elevata del raffreddirr.o dell’influenza e an he con casi non gravi il non togliercelo di torbo sarà una spada di Damocle che creerà altei infausti danni economici e problemi di ogni tipo nella vita pratica.
    Tutto per bon comportarai come si deve.

  56. Paolo Miro

    https://www.open.online/2020/07/04/coronavirus-la-storia-imprenditore-untore-veneto/

  57. Paolo Miro

    E poi non capisco perché sottovalutare la questione deve venire per forza una seconda ondata di pari portata della prima per preoccuparci? A te farebbe piacere essere contagiato seppur in maniera lieve dovrei stare in quarantina due settimane non poter uscire nemmeno per fare la spesa stare isolato assieme a tutti i tuoi familiari e avere una marea di problemi Senza contare comunque che i danni ai polmoni ci sono lo stesso non credo proprio. Quindi….

  58. fabrizio

    Paolo, ho letto l’articolo e appunto dicono che ora l’uomo si trova intubato ma allora perche’ Zaia ha detto che nelle terapie intensive ci sono ora solo 8 persone (meno delle 11 del giorno prima) e tutti negativizzati?
    Ripeto, vi e’ qualcosa che non torna e non solo numericamente ma anche sul fatto che una persona che al 1 Luglio non si vuole far ricoverare, gira per la strada e fa le sue cose e deve intervenire il sindaco a pregarlo di farsi ricoverare poi il giorno dopo e’ in rianimazione??!!
    Per carita’, tutto e’ possibile (ma molto difficile) in cosi’ poche ore, fermo restando che i numeri elencati da Zaia li trovo in contraddizione!

  59. Paolo Miro

    Bah. Probabilmente hai ragione.
    Ma Zaia sa quel che fa e spero anche quello che dice. Stiamo tutti prendendo la cosa troppo alla leggera causa l’insofferenza e il rifiuto di rimaner imprigionati come prima. E appunto queste reazioni umane sono il nostro punto debolrle su cui il Virus (che sa anche lui cosa fa) si fa forza.
    So solamente chrle, caso Bosniaco a parte, tantissimi comportamenti che vedo effettuati attualmente, se ripetuti con noncuranza sto fine anno non porteranno a seconde ondate, ma ad un ritorno sui nostri passi di sicuro con tutte le conseguenze del caso. Evidentemente alla stragrande maggioranza dei nostri conterranei piace fare il passo del gambero. A me no. Proprio no. Ci sto rimettendo di serenità, soldi e capacità di vivere come vorrei. Sono proprio stufo e il prossimo che vedo far il cretino lo denuncio.

  60. Paolo Miro

    Questo intervento è pro Fabrizio invece:
    “È caustico il commento del virologo Andrea Crisanti all’annuncio del presidente del Veneto Luca Zaia su nuove restrizioni a partire da lunedì. Davanti al nuovo focolaio di Vicenza, il docente dell’Università di Padova ha detto a Radio Capital: «Zaia si avvale in questo momento di due esperti, uno che coordina tutti i laboratori di microbiologia del Veneto, e l’altro che è il suo virologo di fiducia. Entrambi hanno firmato la lettera di Zangrillo che dice che il virus non ci sta più, e ora improvvisamente lo riscopre?».

    Nella conferenza stampa di oggi, 3 luglio, Zaia ha duramente criticato il ritorno di comportamenti sbagliati per il contenimento dei contagi, a cominciare dagli assembramenti sempre più frequenti. Ma il presidente si è scagliato anche contro chi si rifiuta di sottoporsi ai tamponi, per i quali ha detto che «ci vorrebbe il Tso».

    Ma per Crisanti più che il pugno duro, ci vorrebbe l’applicazione delle regole che già ci sono: «Ci sono disposizioni ministeriali per chi disattende le misure di quarantena. Zaia dice che non basta la multa di mille euro? Sarebbe interessante cominciare a farle, le multe».

    Contro il nuovo focolaio e la minaccia che altri possano nascere, Crisanti ribadisce la bontà del metodo che finora ha evitato al Veneto scenari peggiori: «Non si tratta di fare ordinanze più severe o meno, ma di capire l’origine dei focolai e applicare le misure per spegnerli. La ricetta ce l’abbiamo: fare il tampone a tutti i contatti, amici, parenti e vicini. Non si sono altre ipotesi.”

  61. fabrizio

    E per la prima volta sono d’accordo ovviamente in toto con Crisanti!
    Nel senso che Zaia ieri ha fatto tanto casino per nulla o quasi (5 contagi in croce cioe’) ma anche ce ne fossero (e ce ne saranno) altri di micro focolai (nella maggior parte sempre asintomatici) bastera’ inviduarli per tempo e circoscriverli, stop!
    E non puoi obbligare, in una democrazia e per legge, qualcuno a farsi ricoverare ma controllare che resti a casa in quarantena quello si’, fino almeno al termine del dcpm del 14 Luglio: queste sono le regole giuridiche attuali in vigore governative e queste, giuste o sbagliate che siano, vanno applicate e non inasprite o enfatizzate per quattro contagi in tutto!!

  62. Paolo Miro

    Focolai asintomatici eh? Leggiti questo allora e dmmi cosa?ne pensi.
    Gli asintomatici hanno la stessa carica virale di chi ha sintomi. Lo studio di Crisanti sul caso Vo Euganeo.

    La ricerca è stata possibile effettuando due rilevazioni per mezzo del tampone sulla popolazione di Vo’ a breve distanza temporale: la prima ha coinvolto l’85,9% della popolazione e la seconda il 71,5%. «La prima indagine, condotta all’inizio dell’isolamento della città – spiega Crisanti – rivela una prevalenza di infezione del 2,6% (intervallo di confidenza-Ci del 95%, 2,1-3,3%). La seconda indagine, eseguita alla fine del blocco, evidenza una prevalenza dell’1,2% (95% Ci, 0,8-1,8%)». L’intervallo di confidenza è un parametro statistico che indica, in estrema sintesi, la precisione del campione.

    «In particolare – aggiunge Crisanti -, il 42,5% (95% Ci, 31,5-54,6%) delle infezioni confermate da Sars-CoV-2 e identificate nelle due indagini sono asintomatiche, ovvero non presentano sintomi al momento del test con tampone, né li hanno sviluppati in seguito. L’intervallo seriale medio è di 7,2 giorni (95% Ci, 5,9-9,6)». In questo numero di persone con sintomi lievi o inesistenti, i ricercatori hanno individuato una carica virale simile ai pazienti Covid con sintomatologia. «Questo risultato implica che, potenzialmente, anche le infezioni asintomatiche o paucisintomatiche potrebbero contribuire alla trasmissione di Sars-CoV-2».

    Il pericolo degli asintomatici

    «Il dato sugli asintomatici è il risultato chiave dello studio – aggiunge Enrico Lavezzo, docente del dipartimento di Medicina molecolare dell’università di Padova -. Facendo una fotografia della popolazione di Vo’ abbiamo osservato che circa la metà delle persone positive al tampone erano asintomatiche al momento del test, mentre una parte avrebbe sviluppato i sintomi nei giorni successivi. Questo ci dice che, se abbiamo un certo numero di persone sintomatiche che troviamo positive in un determinato momento, ce ne dobbiamo aspettare altrettante asintomatiche, più difficili da individuare e isolare».

    «E dato che la carica virale è comparabile nei due gruppi – continua Lavezzo – è evidente come anche gli asintomatici possano contribuire alle catene di trasmissione, come abbiamo anche appreso da alcuni racconti di cittadini di Vo’». Se un soggetto sintomatico espelle più quantitativi di virus tossendo, è anche vero che «un soggetto asintomatico, invece, non è consapevole di essere infetto, e quindi si comporterà come se non avesse la malattia e continuerà a vedere altre persone, anche molte, a seconda del suo stile di vita e della sua occupazione», mette in guardia il docente.

  63. Paolo Miro

    Adesso dimmi come li indivdui (per tempo) e li isoli affinché non contagino altri.

  64. ve66art

    Adesso basta però co sto covid!!!!
    Aspettiamo un po’ e poi vedremo.
    Io sono pessimista, detto questo, spero tanto che Icio abbia ragione!!!
    Icio però a mio parere vive sui copi, ma tanto sui copi….

  65. giama29

    Grazie Fabrizio, ma vorrei dati ufficiali anche. Effettivamente le terapie intensive continuano a svuotarsi e questo è l’unico dato certo che la carica virale è meno pericolosa.Per chi ha voglia di approfondire, ecco un articolo su una ricerca che sembra confermare una variazione del Covid19: è più contagioso ma meno letale. https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/07/03/news/il_coronavirus_e_mutato_e_in_circolazione_un_nuovo_ceppo_piu_contagioso-260887015/?ref=RHPPTP-BH-I260913508-C12-P4-S2.4-T2

  66. Paolo Miro

    OK. Io non sono né ottimista né pessimista. Solo realista. E tanto ma tanto ma tanto arrabbiato (le parolacce non si possono dire) perché dopo l’uscita dall’Emergenza ci è stato detto che ora bisognava preooccuparsi del lato economico. Infatti. È da aprile che non si vede un centesimo. Complimenti.

    Icio sui coppi? Ahahahahahah! No ti ga specificà de che palasso. Perché conta!

  67. Paolo Miro

    Giama…uno degli scenari ipotizzati e l’unico che mi trova d’accordo proprio per realismo è questo:
    Scenario di autunno

    La situazione in Italia potrebbe degenerare di nuovo verso ottobre, quando «il rischio aumenterà». Tra i motivi elencati da Crisanti, c’è il fatto che «le persone staranno più al chiuso e le temperature saranno più basse, con l’umidità più alta. Poi ci sarà l’effetto confondente con altre malattie da raffreddamento – ha affermato. Poi, in conclusione – Il rischio di casi sotto traccia c’è sempre. Per questo a ottobre potremmo trovarci di fronte a focolai da zona rossa».

    https://www.open.online/2020/06/26/coronavirus-crisanti-focolai-italia-rischia-nuove-chiusure-e-la-stoccata-agli-ottimisti/

  68. Paolo Miro

    E quanto riportato sul bellissimo articolo che hai indicato conferma questa ipotesi.

  69. Paolo Miro

    A proposito….a te come va Giama? Economicamente intendo. Perché io sono nel panico più totale 🙁
    Ricordo che dicevi di esser preoccupato

  70. giama29

    Si Paolo, a breve mi ritroverò nella m…a più totale. La mia compagna idem. Scrivo poco anche io perchè ho altro a cui pensare…

  71. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Cause di morte nel mondo dall’inizio del 2020.

    blob:https://video.lastampa.it/28f14386-9682-45b7-b92d-8a2bc0475ce3

  72. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Il video non va. Provo a mettere tutta la pagina.

  73. AUSU ROMANO AERE VENETO

    https://www.lastampa.it/esteri/2020/07/04/news/la-catalogna-mette-in-quarantena-200-mila-persone-chiusi-38-piccoli-comuni-1.39043427

  74. RICK DARNELL

    Grazie a tutti per gli interventi sul covid dove ho letto contenuti interessanti ma in generale si tende a far passare come verità assoluta ciò che di assoluto non è. Tutte le opinioni sono sempre rispettabili ma sono solo opinioni . Le convinzioni politiche sono tutte rispettabili ma sono personali . Addirittura le pubblicazioni scientifiche che sono i riferimenti più autorevoli citati in questo blog spesso vengono smentite . L unica cosa certa quando di parla di covid è che non ci sono certezze . E L atteggiamento cauto di Crisanti è sempre attento a questo fatto fondamentale e cioè che La comunità scientifica sta imparando giorno x giorno . Quindi andiamoci piano a fare affermazioni nette tipo che il virus ormai ha perso la capacità di infettare con elevata carica virale e di provocare situazioni cliniche complicate . La probabilità che questo virus si comporti come la spagnola (è il rischio paventato dall oms) è la stessa che il virus si autoesaurisca come la Sars . Non lo sappiamo . Le uniche cose certe sono che il lock down e il distanziamento sociale hanno portato ottimi risultati e che chi non lo ha voluto fare oggi sta pagando in modo pesantissimo scelte sbagliate . Sappiamo che nonostante il caldo e nonostante la bassa carica virale comunque il virus è in mezzo a noi e si propaga . E Quando un cretino/criminale Scegliete voi L aggettivo appropriato , va in giro con 38 di febbre E i sintomi conclamati ,accende un focolaio e come questo si sono accesi altri 22 microfocolai in Veneto . ….. prima o poi qualcuno scappa e allora siamo da capo . Gli asintomatici non li puoi evitare ma se sei sintomatico e te ne freghi allora ti denuncio x procurata epidemia ! La mia opinione che è solo una opinione e quindi non ha nessun valore , è che Crisanti Ancora una volta vi sta vedendo giusto . Fin ora ci ha sempre preso spesso andando contro corrente e contro L oms . Afferma che esiste una soglia numerica che nessuno conosce , al di sotto della qusle il virus si propaga ma non crea situazioni cliniche complicate . Ma quando il numero di contagiati sale , ad certo punto al sopra di questa soglia il virus diventa aggressivo e pur non mutando , cambia la sua aggressività.
    Questa teoria è sostenuta dal fatto che nello scorso autunno il virus circolava ampiamente ( trovati nelle acque reflue di molte città in dicembre) ma non si evidenziavano le polmoniti interstiziali tipiche che hanno rivelato la malattia a fine febbraio . Sembra che si iniziasse a vederne a fine dicembre e gennaio a alzano lombardo e a Piacenza ma prima non si vedevano . Quando la diffusione del virus si è allargata è cambiato qualcosa e si sono riempite le terapie intensive . Per cui manteniamo il più basso possibile la diffusione del civid19 .
    Vi ho annoiato abbastanza . Forza reyer e forza Gasparone . Senza di lui i boscaioli trentini E cooley Avrebbero banchettato in area .

  75. norm nixon

    Rick…non solo non mi hai annoiato ma il tuo è uno dei pochi interventi veramente confezionato con il cervello e non con qualcos’altro.

  76. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Volevo scusarmi con i frequentatori di questo blog, se non scrivo di basket. Non sono nello stato d’animo di farlo, perché convinto che il problema della pandemia non sia ancora stato risolto. E discutere di formazioni, acquisti, pro e contro Scola non mi coinvolge più di tanto. Sperando in una ripresa “normale” delle competizioni, Forza Reyer. Quanto mi manca il Basket. Scusatemi di nuovo. Ciao.

  77. Ary

    Concordo che il bellissimo articolo di Rick è veramente il più realistico . Concordo su Crisanti , finora ci ha sempre preso , è sempre molto cauto e ci ha pure salvato il culo finora ! E non è una persona squallida , con interessi molteplici come molti altri suoi colleghi.
    Capisco la situazione x molti . Io mi accodo , la mia non è migliore ma non è nella mia indole piangermi addosso . Spero come tutti voi di rialzare la testa a breve. X ora cinghia stretta…

  78. Paolo Miro

    Adesso non ho voglia di cercarli. Ma quanto ha ribadito Rick Darnell l’avevo già evidenziato io specialmente sulla storia della soglia di aggressività.
    Noto quindi che alcuni leggono solo chi e cosa gli fa più comodo.
    Ringrazio VEart66 per la cortese risposta
    Esprimo solidarietà a Giama 29.
    Mi associo a AUSU per le preoccupazioni che però credevo di non più dover prendere in considerazione dato che ne ho mio malgrado altre tangibili di cui star attento e comprendo anche l’atteggiamento di Ary, anche se non lo condivido perché non ritengo di piangermi addosso vista la lunga assenza dallo scrivere che invece per tanti giorni era servita durante l’Emergenza a darmi forza e mi par d’aver compreso anche spronare altri.
    .

  79. Paolo Miro

    Quanto al chi ha esercitato il Lockdown e a chi no mi sembra evidente che in nessuno dei 2 casi ci sia un vincitore.
    Chi non lo ha esercitato sta continuando a pianger morti, chi lo ha esercitato e sta facendo acrobazie per non doverlo riesercitare non so se sia messo meglio perché appare evidente anche nella mia persona che i danni economici e nela vita concreta riescano, con tutto il rispetto per chi non c’è più, ad esser anche peggiori di quelli alla salute. E non mancano coloro che hanno patito e patiranno sia quelli che questi.
    Spero di scamparne almeno uno ma non venitemi a dire che è facile e migliore la tattica del far finta di nulla.
    Quindi riscusatemi se nemmeno io riesco a farmi coinvolgere dalle vicende sportive.
    Mi appaiono distanti anni luce dalla realtà e provo molta nostalgia per i periodi in cui al palasport svolgevo il mio hobby (che però mi manteneva vivo) di corrispondente sportivo che chissà se e quando potrò rifare. Ciao a tutti.

  80. Ary

    Infatti Paolo ho il tuo stesso dubbio sul discorso lockdown o meno. Il piangersi addosso è riferito a me e non certo a te e agli altri. Sono fatto così , preferisco concentrarmi assiduamente su altro e darmi da fare. La situazione resta molto complicata e ti assicuro che non mi va bene…. Sul basket chissà …. Io spero sempre che le parole.di Fabrizio siano di buon auspicio

  81. Paolo Miro

    Probabilmente.lo saranno anche.Ary.
    Però temo che la Reyer non potrà evitare di applicare almeno le.regole base (distanziamento e presidi) cosicché 1) ti voglio vedere a star piùdi 2 ore con la mascherina addosso 2) per far stare le persone alla distanza minima si dovranno occupare 1 sedia ogni 3 con conseguente riduzione della capienza ad 1/3 e problematiche nella vendita degli abbonamenti la cui piena.usifruibilità non è garantibile in anteprima. Per non parlare di tutti gli altri tipi di accesso.
    Ora, a me piace il basket e lo sport, ma in ste condizioni diviene assurdo vederlo. Figuriamoci lavorarci!

  82. Paolo Miro

    Coronavirus, il ministro Speranza: «Firmato l’accordo per 400 milioni di dosi di vaccino sviluppato a Oxford». Prima tranche entro l’anno.
    https://www.open.online/2020/06/13/speranza-firma-accordo-vaccino-oxford/

  83. Paolo Miro

    Speranza annuncia il vaccino, scatta la shitstorm dei no-vax: «Fattelo tu e famiglia… magari esplodi»

    La notizia «bella e importante» sugli accordi dell’Italia per il vaccino con AsteaZeneca ha scatenato una bufera di insulti sotto le pagine social del ministro della Sanità Roberto Speranza e del premier Giuseppe Conte. La firma dell’accordo che porterà 400 milioni di dosi ai cittadini europei entro si spera) la fine di quest’anno, ha scatenato le ire e le indignazioni di scettici e antivaccinisti.

    Le protesta vanno dalla critica alla scelta di utilizzare i soldi pubblici per un vaccino che ha ancora pochi mesi di sperimentazione (gli investimenti dell’Italia sono proprio nella ricerca, ndr), fino all’augurio di iniettarsi loro per primi, insieme alle loro famiglie, un vaccino «dannoso e pericoloso» per poi mostrare a tutti gli italiani – e in diretta Tv – gli effetti.

    «Per primo te lo fai tu e tutti i tuoi cari colleghi e fra un paio di anni ne riparliamo», commenta un utente. «Ci vogliono anni per sperimentare un vaccino, non sei mesi – scrive qualcun altro». «Io offro le mie dosi ai familiari di roberto speranza», o ancora: «Io direi di far fare da cavia per tutti i cittadini a voi politici… E soprattutto partire proprio da lei caro ministro… E dovrà dimostrare che si inoculi il vaccino vero e non acqua fresca come già fatto in precedenza da suoi colleghi…».

    Il giornalista Leonardo Cecchi ne ha individuati di ben peggiori. In un post Facebook ha segnalato offese e insulti come «Te li facciamo ingoiare uno ad uno», «Maledetto schifoso, coi soldi miei», «Iniettatelo tu, così magari esplodi», «Falli alla tua famiglia», «Delinquente maledetto».

  84. norm nixon

    Io a questa gentaglia augurerei di prendersi il Covid…di stare malissimo e di trovarsi poi davanti a una scelta: morire oppure vaccinarsi col nuovo prodotto. Vorrei proprio vedere cosa farebbero di fronte a queste due prospettive. Questa gentaglia…vorrei proprio vedere.

  85. Nanevianello

    Sono stufo di soffrire le pene dell’inferno con la mascherina con 35 gradi di temperatura mentre accanto a me passeggiano , corrono o cazzeggiano decine e decine di incoscienti che non ce l’hanno. Senza un solo vigile o poliziotto che abbia qualche cosa da eccepire. Basta : se la Lombardia dopo il 16 prolungherà l’obbligo di mascherine in strada io mi ribellerò. E protesterò il più sonoramente possibile .
    Rispettare le regole non significa che se sei contagiato puoi rifiutarti di farti curare . Se hai un tumore o una gamba rotta puoi rifiutarti. Ma se hai il vaiolo, se hai la peste o se hai il covid sei obbligato a farti curare. Perchè questa è davvero una assurda idea della democrazia : sono appestato e ho il diritto di non curarmi . Ergo di appestare il prossimo . Non serve neppure appellarsi al buon senso : dovrebbe essere implicito .
    Criminale è chi contagia. Criminale è chi se ne sbatte. Criminale è chi continua a dire che il virus è in calo. Sì: in Italia è in calo. Se una trentina di morti al giorno sembrano un ” calo ” allora sì , il virus è in calo. Altrove sta dilagando. Con cifre grottesche : quelle che spiegano che in Cina e in Russia paesi enormemente più estesi dell’Italia i morti risultano incredibilmente di meno .
    Criminale è chi si dice ” certo ” che il virus a settembre, ottobre, non tornerà . Criminale : perché non c’è alcuna certezza. Zero virgola zero periodico. Nessuno sa una beata mazza . Per ora . Sono solo ipotesi. I-po-te-si.
    Criminale è chi sbeffeggia i vaccini. A questo ha portato la mala-informazione veicolata da cialtroni e guitti. A questo ha portato la mala politica .
    Criminale è chi proprio non vuole convincersi : che niente sarà per un lunghissimo periodo come prima . Criminale è chi ” pretende ” lo svago : costi, quello che costi. E fa niente se contagia .
    Io sto con Zaia. E con Rossi. Uno della Lega e uno del Pd . Sto con tutti quelli che dimostrano di avere senso di responsabilità. Non sto con i pagliacci che nel nome del consenso sparano le più oscene putt…te .
    Infine : io sono una persona pratica. Leggo che qualche amico si trova in difficoltà economica. Spero che nessuno si offenda per quanto sto per ipotizzare . Con il massimo rispetto ( e se qualcuno si dovesse mai sentire ferito, mi scuso in anticipo, l’intenzione vuole essere costruttiva ): propongo di aiutare questi amici ” solidamente ” . Possiamo mettere ( a seconda ciascuno della propria disponibilità ) una somma. A fondo perduto. Magari non risolverebbe il problema . Ma forse l’emergenza, sì. Un conto corrente intestato agli amici in difficoltà. Neppure serve si sappia chi verserebbe e quanto verserebbe. Si può fare in forma anonima. Sarebbe il ” blog ” ad aiutare chi ne ha bisogno .
    Se avete altre idee, io sono disponibile. Mi fa male leggere che amici ( che non so che faccia abbiano , ma che sono amici che frequento qui da anni ) sono angosciati e preoccupati.
    Ripeto, visto che il tema è delicato : con le migliori intenzioni. Ma non sapevo come altrimenti dirlo.

    Duri i banchi .

  86. Paolo Miro

    Verranno vaccinati prima globOperatori Sanitari, poi gli Over 70, poi gli affetti da patologie gravi e infine le Forze dell’Ordine.
    Per tutti gli altri….

    Coronavirus, fare il vaccino antinfluenzale ci mette a rischio contagio?

    https://www.open.online/2020/06/11/coronavirus-vaccini-antinfluenzali-rischio-interferenza-virale/

  87. Paolo Miro

    Nane Nane…..se non ci fossi bisognerebbe inventarti

  88. Paolo Miro

    Io, probabilmente perché mi sono esposto con la scusante dell’assenza di coinvolgimento nelle vicende sportive dibattute su questo Blog (nel quale ho scritto anche durante la fase di d’emergenza sanitaria convinto di far cosa buona sia a me stesso che agli altri), dovrei ritenermi invece coinvolto immagino dalla tua commovente iniziativa.
    Beh, io sono un tipo testardo, che finché non ha sbattuto il muso sul muro non si arrende e volendo vedere fino a quando riesco a resistere prima che arrivi quanto promesso da fonti che avrebbero dovuto esser credibili, ti dico che se la tua iniziativa dovesse prender corpo, sarò disponibile a contribuire nel mio picccolissimo a favore di coloro che, ritengo nel mio cuore non si lamentino ma abbiano ancora più necessità di me.
    Ciao. Grazie.

  89. Ary

    Siete eccezionali !!!!! Grandi persone

  90. Ostregafioi

    “il popolo è ignorante, e ahimè, ama esserlo.” Ve66art, dimmi la verità: è tua questa frase? Perché la trovo bellissima!

  91. norm nixon

    Ostrega…non voglio rispondere per Ve66art ma sull’ignoranza desidererei fare un distinguo. Una persona può essere tranquillamente ignorante (per mille buoni motivi) e contemporaneamente intelligente. Al contrario una persona può sapere tutto e di più ma contemporaneamente essere un emerito imbecille. Quel che voglio dire è che non è l’ignoranza a fare la differenza…quanto la stupidita’ nelle persone.

  92. fabrizio

    Tornando a parlare di basket, a quando l’annuncio di Fotu secondo voi?
    E tenendo conto la situazione negli Usa e il fatto che il ritiro la Reyer dovrebbe iniziarlo lunedi’ 27 Luglio, non sarebbe il caso di fare arrivare gia’ da noi entro il prossimo fine settimana i nostri americani, in modo che poi non si abbiano problemi o ritardi vari?

  93. Ary

    Pienamente d’accordo con norm ….. E aggiungerei di questi tempi egoismo e protagonismo , altre piaghe oltre all’imbecillità.

  94. Paolo Miro

    Fa tu

  95. ve66art

    Si, è mia! Il popolo è ignorante, ed è ignorante perché il popolo è fondamentalmente “branco”. Il termine “ignorante” applicato al popolo ha un’accezione completamente differente rispetto al medesimo termine applicato al singolo!!!! Non vi tedio….

  96. Ostregafioi

    Norm, io sono ignorante ma non amo esserlo, sia chiaro! Ma la frase ha un significato sottile: per me è vero che il popolo non ha alcuna voglia di essere meno ignorante. Questo succede anche quando costituito da una moltitudine di persone non ignoranti. perché purtroppo nella massa molto spesso a risultare vincente è la parte negativa dell’essere umano. E’ una criticità che abbiamo come animali (a)sociali.

  97. Paolo Miro

    Benissimo. Allora vi faccio sapere una cosa su cui ero(eravate) ignoranti….

    Dopo aver eseguito diverse autopsie

    su 50 cadaveri all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e altre 20 realizzate invece al Sacco di Milano, la comunità medico-scientifica sembra arrivata a questa conclusione che cambia completamente

    la narrazione che è stata fatta fino a questo momento.

    Sostanzialmente, i pazienti che sono deceduti in seguito ad un’infezione di Covid-19, al netto già di altre gravi patologie precedenti, avrebbero sofferto le conseguenze delle prime diagnosi sbagliate.

    Il coronavirus non attacca prima i polmoni,

    ma colpisce soprattutto i vasi sanguigni, impedendo il regolare afflusso del sangue.

    E’ lo stesso dottor Palma a spiegare come

    il virus attacchi l’organismo di una persona…

    “Signori, Covid-19 danneggia prima di tutto

    i vasi, l’apparato cardiovascolare, e solo dopo arriva ai polmoni! Sono le microtrombosi venose, non la polmonite a determinare la fatalità!”

    Se dunque il Covid colpisce prima di tutto i vasi e l’apparato circolatorio, la naturale deduzione che ne consegue è che sostanzialmente

    è praticamente inutile ventilare artificialmente il paziente, se non addirittura dannoso,

    dal momento che i polmoni non ricevono abbastanza sangue.

    “Se ventili un polmone dove il sangue non arriva, non serve! Infatti muoiono 9 pazienti su 10.”

    I RESPIRATORI ARTIFICIALI

    HANNO PEGGIORATO LE COSE

    Il punto della ventilazione artificiale

    è semplicemente fondamentale. L’intera emergenza è stata provocata in un primo momento dal fatto che non c’erano abbastanza posti nelle terapie intensive dove venivano appunto usati i respiratori sui pazienti che manifestavano sintomi da Covid.

    L’ordine di restare a casa impartito dall’intero sistema sanitario nazionale e dal governo PD-M5S derivava sostanzialmente da questo assunto per evitare altri nuovi contagi e il conseguente congestionamento delle terapie intensive.

    Ma i respiratori artificiali non avrebbero affatto risolto il problema, al contrario lo avrebbero aggravato.

    Conferme in questo senso stanno arrivando anche dagli Stati Uniti.

    Il dottor Cameron Kyle-Sidell, medico presso

    il Maimonides Medical Center di New York, riporta che l’uso dei respiratori artificiali avrebbe portato ad un peggioramento

    delle condizioni dei pazienti affetti da Covid, risultando nel loro conseguente decesso nell’80% dei casi.

    La ragione è dovuta al fatto che la pressione ventilatoria sui polmoni di un paziente che non ha una polmonite interstiziale, affaticherebbero il sistema respiratorio e porterebbero ad un suo rapido aggravamento.

    Il dottor Kyle-Sidell arriva a delle conclusioni simili a quelle del dottor Palma, quando definisce il Covid-19 non come “una polmonite, ma come qualche tipo di malattia viralmente indotta”.

    Ma l’infiammazione come si è già detto precedentemente non attacca i polmoni,

    ma piuttosto i vasi sanguigni ed è da questi che bisogna partire per una corretta diagnosi, come spiega il medico dell’Humanitas.

    “Perché l’infiammazione come da testo scolastico, induce trombosi attraverso

    un meccanismo fisiopatologico complesso

    ma ben noto. Allora? Quello che la letteratura scientifica, soprattutto cinese, diceva fino

    a metà marzo, era che non bisognava usare antinfiammatori. Ora in Italia si usano antinfiammatori e antibiotici (come nelle influenze) e il numero dei ricoverati crolla.”

    Le tromboembolie sono quindi dovute a delle infiammazioni che possono essere curate con dei farmaci piuttosto economici.

    Soprattutto il punto fondamentale è quello

    che i ricoveri ospedalieri in questo caso sono praticamente inutili, se non controproducenti perchè si sottraggono posti letto a pazienti

    che avrebbero più bisogno di assistenza in ospedale.

    E’ il caso delle persone decedute per infarto,

    la cui mortalità è praticamente triplicata da quando è stata dichiarata l’emergenza Covid.

    Ma la conclusione più sconvolgente tratta

    dal dottor Palma è questa…

    “Perché il problema principale non è il virus, ma la reazione immunitaria che distrugge le cellule dove il virus entra. Infatti in tutti i reparti Covid non sono mai entrati malati di artrite reumatoide e ciò perché sono in terapia cortisonica.”

    Il vero pericolo non verrebbe quindi dal Covid, quanto dall’infiammazione del sistema immunitario che porta alla distruzione cellulare.

    Quanto sostenuto dal dottor Palma sembra essere stato già avallato anche da altri medici che sono giunti alle stesse conclusioni.

  98. Paolo Miro

    P.S.: quanto appena riportato compare ne
    “La cruna dell’ago, blog di Cesare Sacchetti”

  99. fabrizio

    Grazie a tutti per non avermi minimamente degnato di una risposta su questo blog relativamente alle domande che avevo fatto sui tempi dell’annuncio ufficiale di Fotu e sui tempi di arrivo dei nostri statunitensi visto l’emergenza covid negli Usa e il ritiro Reyer che iniziera’ il 27 Luglio, cosi’ come vi ringrazio di non avermi minimamente considerato quando ieri vi avevo chiesto un parere sulle incongruenze dette da Zaia sul numero delle terapie intensive e dei negativizzati rispetto all’intubazione pero’ dell’imprenditore vicentino e cosi’ come non sono stato minimamente considerato altre volte.
    Evidentemente devo solo essere criticato per tutti i miei punti di vista sulle faccende covid ma anche quando critico la nostra Reyer sportivamente parlando ed e’ chiaro che sono mal sopportato da troppi qui dentro ai quali do solo molto fastidio ma tranquilli, questo e’ il mio ultimo intervento!
    Saluto quindi con affetto Ary, il mitico Nane, Giama, Paolo Miro e vari altri mentre con gli amici ve66art, Akex e Nitran go mi sento e mi vedo in separata sede.
    Statemi tutti bene, anche il giornalista che mi vuole male e i vari Raffaele, Rast e quant’altri!

  100. Ary

    Si Paolo quanto hai scritto sull’ultimo post mi è stato raccontato ieri da una mia amica infermiera di Trento. Anche lì tantissimi venivano intubati immediatamente e invece bastavano degli anti coagulanti. Io però non mi sento di gettare la croce contro i medici perché ci dimentichiamo che il virus è sconosciuto e lo era ancora di più qualche mese fa.
    Un grande abbraccio a tutti e ricambio i saluti con grande affetto a Fabrizio.
    PS. Non so risponderti su Fotu, aspettiamo risposta da norm , dado o Raffaele

  101. Ary

    Ma per me viene annunciato a breve…. Qui sul sito

  102. Paolo Miro

    Fabrizio….sai quante volte io in passato ho scritto cose alle quali credevo ottenere qualche controbattuta e invece gli altri continuavano a parlare per conto loro? Ormai dovresti conoscere questo Blog: esistono come minimo 2 correnti di pensiero e altrettanti se non più schieramenti di utenti che discutono prevalentemente se non a volte esclusivamente tra loro arrivando a ignorare (non sto qui a sindacare i motivi) le discussioni dell’altro o altri schieramenti. Ora che la situazione è a mio modo di vedere “congelata” da tempo (pur se ravvivata dalle notizie sulla composizione del Roster) il fatto che per qualche settimana si sia parlato di basket è già buona cosa (io mi chiamo fuori per i motivi che ben sai dato che non ci riesco proprio), ma ci è voluto davvero poco perché l’incantesimo venisse spezzato. Auspico che ritorni per tutti un periodo di relativa distensione ma come constati anche tu sta divenendo arduo e nemmeno il tuo riconosciuto e cocciuto ottimismo, che io ho perduto (anche se me l’hanno fatto perdere a forza) sembra spuntarla. Trovo che sia corretto e utile che ognuno si esprima secondo la propria visuale delle cose e perciò anche se non corrisposto è tuo diritto e merito (perché non è così facile come si pensa) proseguire a “tempestarci” 🙂 di previsioni positive.
    Prova a farne anche nei miei riguardi se ne hai voglia e tempo; chissà che qualcuno lassù o quaggiù acolti almeno te

  103. RICK DARNELL

    Caro paolo miro ti ringrazio x aver colmato la mia ignoranza . Non conosco questi dott Palma che nei suoi ragionamenti da te copia/incollati ho seguito e condiviso a lungo Nei sui rsgionamenti . Ma quando leggo le solite banali e superficiali Affermazioni che tendono a generalizzare i concetti x aver ragione , allora mi casca il palco . Affermare che tutti i malati di artrite reumatoide non prendono il covid perché tutti assumono i farmaci corticosteroidei ovvero il cortisone , è una affermazione FALSA. Il cortisone viene dato solo in alcune fasi della malattia . I farmaci più usatI sia come durata del trattamento sia Come numero di farmaci Esistenti sia per la loro efficacia sono i farmaci biologici che spesso sono associati al metrotrexate . Molti di questi farmaci sono in studio x valutarne L’ efficacia contro il covid come x esempio il tanto chiacchierato ticilizumab gli anti tnf alfa gli inibitori delle varie interleukine o gli anti jack inibitori …. quando un medico fa un ragionamento E x forzare la sua ipotesi preme il tasto della generalizzazione allora tutto il suo ragionamento cade .
    Le varie fasi della infezione da covid sono complesse sovrapposte fra loro è mai uguali tra un paziente è un altro . La cosa più importante riconosciuta da tutti è dare la cura giusta in base alla fase in cui sei quando ti fanno diagnosi . Dire che la ventilazione forzata ha fatto peggiorare i pazienti è un ‘altra bufala colosssle . Ripeto ! L infezione da covid ha diverse fasi . La fase di replicazione virale dove gli antivirali sono fondamentali , la fase vascolare Ben descritta da Palma , la fase infiammatoria Con una abnorme risposta immunitaria dov’è sono tanti i farmaci in studio e la fase polmonare . Se usi il farmaco giusto al momento giusto i tassi di guarigione aumentano . Ma ci sono voluti mesi di errori di sofferenze dei pazienti e di senso di impotenza dei medici x arrivare a dove siamo oggi . E fra qualche mese ne sapremo ancora di più ma generalizzare banalizzare e lanciare slogan e’ un triste modo di comunicare molto attuale che ha lo stesso valore scientifico delle affermazioni del no vax su citati .

  104. Paolo Miro

    Infatti in modo assolutamente imparziale ho riportati sia quelle degli uni che degli altri. Sta a noi interpretare, credere o boicottare quanto asserito.
    Al primo posto dovrebbe stare la salvaguardia della nostra ed altrui incolumità tenendo conto che dalla prima dipende sempre più spesso la seconda.

  105. Paolo Miro

    Spero ti sia stato chiaro che la battuta d’esordio del mio intervento alla quale ti riferisci non si comprende se sarcasticamente o meno, derivava dallo spunto dato dagli interventi precedenti al mio. Mai pensato di dar lezioni a chicchessia. Ciao

  106. RICK DARNELL

    Sta a noi non divulgare le bufale perché più girano più finisce che qualcuno ci crede e poi si leggono notizie tipo quella sull imprenditore vicentino .

  107. RICK DARNELL

    Ps confermato Fotu

  108. Paolo Miro

    Condivido Rick ma bisogna anche riuscire a individuare se sono bufale o no.
    Io non possiedo conoscenze approfondite come quelle che hai dimostrato tu replicandomi e nel post del Dr. Palma ci sono snche delle verità. Quindi hai fatto bene a intervenire per evidenziare ciò che invece non è credibile.

  109. Nanevianello

    Caro Fabrizio,

    leggo che hai deciso di lasciare il blog. Ne sono molto dispiaciuto e spero ci ripensi. E ti assicuro ( penso tu abbia imparato a conoscermi ) non si tratta di una frase fatta .
    Per quanto mi riguarda sul virus ( e la sua evoluzione) abbiamo idee diverse. E visto che nessuno ha per ora la ” ricetta ” per il futuro, ci sta. Ci sta anche il mio pessimismo, contro il tuo ottimismo e viceversa. Avevi scritto che in estate con le mascherine sarebbe stato insopportabile e avevi ragione. Te l’ho riconosciuto, varie volte. Mi sta bene che tu definisca con ” fastidio”, quello che chiami ” sto covid “. E’ lecito. Non ci sto, viceversa, Fabrizio quando spieghi che in ” democrazia ” nessuno può costringere un altro a farsi curare. Questo non solo non è vero ma è profondamente sbagliato . Ci sono malattie che vanno curate. A mio parere ( ma io ho una fede fragile ed incerta ) ognuno dovrebbe avere il diritto che morire come gli pare. Evitando l’accanimento terapeutico. Ma c’è chi ( come mia moglie, credente e praticamente, ad esempio ) non accetta la mia visione calvininista . Tuttavia , se presenti con la tua malattia, un pericolo per la collettività, devi certamente essere isolato. E poi curato. Per evitare pericoli al prossimo.
    Rispetto della salute di tutti e per tutti. A prescindere. Caro Fabrizio, mi appello alla tua intelligenza ( oltre che alla tua passione ) : metti che domani finalmente gli scienziati giungano sul covid ad una soluzione . E dicano che per evitare il contagio è indispensabile un vaccino. Non per prevenirlo : per evitare quello già in essere . Come la mettiamo con i no vax ? Restano senza vaccino e liberi di ” infettare ” ? La democrazia, per quanto liberale ha il dovere di proteggere e di proteggersi.
    Questo per quanto riguarda la pandemia. Sul basket io mi informo da altri. E le notizie le ho in ritardo. Quindi, personalmente, non avrei potuto risponderti. Tu hai chiesto una maggiore esposizione da parte di Brugnaro. Io viceversa reputo che questa non sia la stagione e che quanto fatto dalla Reyer, si logico e coerente con i suoi programmi. Cambiare pochissimo cecando di lanciare un giovane e di restare competitivi.
    Sono d’acccordo con te, viceversa, che il tema nuovo impianto sia ineludibile per una Reyer che voglia assicurarsi il futuro. Ma oggi non può essere questo il tema. Non oggi, con una Venezia ancora disertata dai turisti stranieri e dove ( per l’ennesima volta ) il collaudo del Mose ha fatto cilecca .
    Spero ci ripensi. Il blog è bello proprio perché permette a tutti di esprimersi. Dovessi rimanere nella tua decisione, in bocca al lupo per tutto e un caro saluto.

    Paolo

    ti ringrazio per le parole. Non erano solo per te, visto che ho letto delle difficoltà di altri . Ma ti ringrazio davvero per aver capito il senso delle mie parole. Se non c’è bisogno, meglio : bella notizia. Se in futuro dovesse essercene , io sono qui. E credo anche altri .

    Infine : la morte di Ennio Morricone mi ha profondamente addolorato. Era la musica : la nostra musica. Ho scoperto che a lui si deve anche ” Sapore di sale “, cantata da Gino Paoli . Manifesto dell’estate se uno ce n’è. Estate della mia giovinezza , tra l’altro. La musica di Morricone è la nostra musica. Credo che oltre all’inno nazionale, solo ” Azzurro ” abbia su noi italiani la medesima carica emotiva. A meno di non essere Serenissimi, e allora il nostro Leòn… A proposito : a me piace la nuova maglia. E a voi ?

    Ciao blog

  110. Rab.

    L’osservazione di fabrizio sul rientro degli USA non è peregrina. Allo stato attuale credo che tutti o quasi gli USA della Reyer siano dall’altra parte dell’oceano. In questo momento sono sospesi i voli su Venezia dagli USA, mi pare ci siano voli diretti solo su Milano e Roma (forse).
    In ogni caso una volta arrivati in Veneto, vista l’ultima ordinanza Zaia, si prevedono o 14 gg di isolamento, o nel caso di lavoratori, un primo tampone, utilizzo mascherina sul luogo di lavoro e se negativo il primo, secondo tampone dopo 5-7 giorni. Quindi il rientro non sarà per niente facile, nè rapido.
    Fossi in loro avrei fatto le valigie da tempo, per tutta una serie di motivi…

  111. ve66art

    Caro Nane, la ricetta contro il covid ce l’ha Husserl!
    Tutto il resto sono stronzate e pubblicità a basso prezzo.

  112. Paolo Miro

    Caro Nane, come dice spesso VEart66 che ha scritto prima di me, che non ci sia bisogno di quanto da te ideato….calma e gesso e me tóco i co…i!
    La prospettiva di resistenza eroica è fine anno. Poi….

  113. Paolo Miro

    Ecco comunque perché stento a essere tranquillo e sereno

    Cassa integrazione, la aspettano ancora 2 milioni di lavoratori.

    Ancora nessun sussidio per almeno 2 milioni di lavoratori. Nonostante la pandemia da Coronavirus abbia colpito l’Italia ormai 5 mesi fa, molte tra le persone più colpite economicamente stanno facendo i conti con i ritardi sull’erogazione degli ammortizzatori sociali. La stragrande maggioranza del totale aspetta ancora i soldi di marzo o aprile – o anche di entrambi i mesi -, come sottolinea la Repubblica.

    Circa 1,5 milioni del totale, inoltre, dipendono dall’Inps. Le domande pervenute già autorizzate dall’Istituto che non si sono mai concretizzate nei sussidi dovuti sono 17.574, mentre altri 322.707 hanno incassato solo marzo e aspettano ancora aprile. Al 25 giugno, inoltre, ci sono ancora 1,2 milioni di lavoratori che aspettano un riscontro sulle domande inoltrate.

  114. Dado

    Ciao Fabrizio (e Tutti),
    Ho letto solo ora i tuoi interventi. Personalmente non ho risposto semplicemente perché, come già scritto, per vicissitudini sono poco presente in questi giorni sul Blog.
    Tutt’ora non avrei comunque molti elementi.. il mio umile parere è che (1) la storia dell’imprenditore Vicentino muta di giorno in giorno, non saprei che dire (2) Sull’ingaggio di Fotu, mi è sembrato concreto da entrambe le parti da settimane, non per dire come quelli ventilati nell’anno passato per Polonara, Abass, Tessitori e company.. dove l’interesse era al limite mono-direzionale. Poi dopo la conferma di Daye era praticamente ovvio.. la sua ufficializzazione sarebbe stata solo funzionale al lato mediatico organizzato dalla società (3) Per gli americani, se l’intenzione è di fare preparazione atletica pre-campionato ad Agosto.. è abbastanza palese che debbano volare in questi giorni (se consentito) considerati i 14gg di quarantena questo dicono anche i numeri..

    A parte queste cose spero di leggere i tuoi interventi molto interessanti e ottimistici ancora milioni di volte 🙂

    Un Abbraccio a tutti

  115. giama29

    Fabrizio, il blog è lo specchio dei nostri pregi e difetti. Spesso tendiamo più ad esprimere opinioni che a leggere o ad ascoltare con attenzione quella degli altri. Fattene una ragione. Spero anche io che ci ripensi perchè ognuno di noi offre una visione unica della realtà e la somma di tali visioni ci offre l’opportunità di avvicinarci il più possibile alla verità. Ringrazio Nane per la solidarietà e per il pensiero. Speriamo di risollevarci al più presto anche se stiamo scoprendo cose orrende sulle vere ragioni per le quali non sono arrivati i soldi e nulla hanno a che fare con i ritardi dell’INPS.

  116. Paolo Miro

    Ciao Giama. Tieni duro (come sto facendo io) anche se so che non è semplice.
    Almeno ora che parecchie persone hanno problemi così grossi di tipo economico il Covid19 ci lasciasse in pace o quasi!
    Invece….(questa io non la sapevo p.es.)

    Nuovi focolai di Coronavirus, il caso Emilia-Romagna dove i contagi raddoppiano ogni 6 giorni: «Crescita preoccupante»

    La curva geometrica, fortemente influenzata dal caso della Bartolini a Bologna, mostra dei tempi di raddoppio simili alla prima fase dell’epidemia.

    https://www.open.online/2020/07/05/nuovi-focolai-di-coronavirus-emilia-romagna/

  117. ve66art

    Ma gli unici contenti della fuoriuscita di Icio siamo solo io e Norm?
    Forse anche Zichichi….
    Icio, stai dove sei, non cambia nulla per noi.

  118. Paolo Miro

    VE66art….Crudelia de Mon in confronto a ti xé la Fata Turchina 😀

  119. ve66art

    Niente ciò….no el torna gnanca se te o copi

  120. Paolo Miro

    Ma se ti xé sta ti a dir che el xé sui copi! Ovvio che no el pol tornar in 2 e 2 quattro… 😉

  121. Ary

    Ragazzi un saluto a tutti e un’esortazione: Fabrizio torna qui a scrivere!! Sei un grande e hai tutta la mia stima. Ti ho spesso configurato “simile a me ” per testardaggine, onestà intellettuale e veracità.
    Credo che tutti si siano accorti di questo ed è innegabile .
    Non te l’ho mai chiesto… Ma sei un leone ? In ogni caso no sta rompar torna nel blog sei fondamentale!
    Un abbraccio a tutti !
    A me interessa sapere se questi nuovi malati sono gravi o hanno sintomi lievi o assenti . E che sto covid ne assa in pace!!! Maledetto lui , i cinesi e tutti i rompic….

  122. Ary

    Insisti veart !!!!

  123. Nitran-go

    Ricordo solo che qui ci sono state persone che se ne sono andate o non si fanno più sentire, Ink e Giuliano tanto per dirne due, senza annunciare l’abbandono. E nessuno le invoca. Ergo…

  124. paper861

    al di là di tutto leggo ogni tanto il blog dove però sono entrato per condividere di basket e della reyer, gioie e dolori ma sempre legati al basket. parlare di covid qui dentro mi sembra assurdo, anzi considerato che ne parlano dappertutto io leggo il blog per distrarmi ma anche qui si disquisisce su cure giuste o sbagliate del covid.
    Sicuramente mi fido di rick darnell e imparo cose importanti ma ripeto che a me piace il blog quando si parla di basket. forza reyer

  125. Ary

    Nitran non ricordo questi nomi… Ma Fabrizio deve tornare , imprescindibile…

  126. Paolo Miro

    Paper…forse hai anche ragione. Non obietto la linea generale. Incontestabile
    Però se anche lo sport si è dovuto inchinare alle forche caudine sel Covid19 e ne sarà ostaggio ancora per mesi, è divenuto e diverrà ancora a lungo convivere anche lui (lo sport) con esso e perciò diviene impossibile o comunque difficile separarli nettamente tanto da parlar di uno snobbando l’altro.
    Questo sì che diverrebbe assurdo: far finta che l’altro non ci sia.
    Ma si sa che a molti forse la cosa potrebbe anche riuscire e tralascio i motivi perché qualcuno potrebbe stizzirsi

  127. Paolo Miro

    Ho saltato una parola:…diverrà NECESSARIO convivere….

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •