Umana Reyer Venezia – Banco di Sardegna Sassari 55-54

10 Novembre 2019

Parziali: 13-18; 33-26; 44-41

Umana Reyer: Stone, Bramos 4, Tonut 2, Daye 4, De Nicolao 4, Filloy 6, Vidmar 9, Chappell 11, Mazzola 3, Pellegrino ne, Cerella, Watt 12. All. De Raffaele.

Banco di Sardegna: Spissu 11, Mclean 4, Bilan 16, Bucarelli, Devecchi ne, Evans 8, Magro, Pierre 1, Gentile 5, Vitali 4, Jerrells 5. All. Pozzecco.

Con un incredibile gancio mancino di Mitchell Watt a fil di sirena (ma la palla lascia la mano del centro abbondantemente prima dell’accensione della stop lamp, come confermato dall’instant replay consultato dagli arbitri), l’Umana Reyer batte 55-54 il Banco di Sardegna Sassari al termine di una partita a punteggio bassissimo ma dall’incredibile intensità.

Torna dal lungo stop per l’operazione al polso Mazzola e viene lanciato in quintetto con Stone, Chappell, Bramos e Watt. Il canestro che sblocca il punteggio, dopo 1′, è una tripla proprio del numero 22, poi però Sassari allunga sul 5-12 a metà quarto di un match veloce ed intenso, con difese forti al limite del fallo. L’Umana Reyer si aggrappa ai rimbalzi offensivi (saranno 5 a fine quarto) per far fronte a una deficitaria percentuale da 3 (1/5 a metà periodo, 1/10 a fine quarto), risalendo dal 7-16 del 7’30” con un ottima circolazione e il buon impatto di Vidmar. I primi 10′ si chiudono così 13-18.

L’inerzia continua nel secondo quarto, con un tecnico a Pozzecco che porta gli orogranata a -2 (16-18) all’11’. L’Umana Reyer fallisce un paio di occasioni per impattare, ma, in un match in cui le squadre si fanno prendere dalla foga offensiva, la difesa limita bene Sassari, così il sorpasso arriva comunque, con la tripla di Chappell del 23-22 al 16’30”. Gli orogranata continuano a giocare ottimamente di squadra e chiudono alla perfezione la propria metà campo, così un gioco da tre punti di Vidmar vale il 33-25 al 19’30” (parziale di 26-9 in 12′ dal massimo vantaggio ospite), che il Banco di Sardegna lima solo di un punto (33-26) al ritorno negli spogliatoi.

All’inizio del secondo tempo il punteggio si muove pochissimo, con invece una serie di giocatori che spendono in rapida successione il terzo fallo: Spissu, Vidmar, Stone, Evans e Bilan. Sassari la mette in bagarre e rimonta punto su punto, portandosi a -3 (36-33) al 23’30”. De Nicolao prima e Watt poi rimettono due possessi tra l’Umana Reyer e gli avversari (40-35 al 25’30”), anche se il Banco di Sardegna non molla, avvicinandosi ulteriormente a -1 (42-41 al 27’30”). Nel finale di quarto, comunque, arriva solo il canestro di Watt che manda le squadre all’ultimo intervallo sul 44-41.

Mclean, con 4 di fila, segna il sorpasso sardo (44-45 al 31’30”) con Daye che risponde subito con una schiacciata e Filloy che firma dall’arco il +4 (49-45) al 34′. Dopo il time out sassarese, Chappell fa 51-45, ma Sassari non molla: il parziale di 2-9 (nel frangente, per gli orogranata segna solo Bramos) significa controsorpasso ospite sul 53-54 a -45”. Se si era segnato poco, adesso non si segna veramente più e Sassari, a cui era stato fischiato solo un fallo, può gestire in difesa spendendo falli fino al bonus. L’ultimo vero possesso orogranata parte così con 21” sul cronometro della partita e, dopo anche un rischio di palla persa, è la freccia del possesso alternato a salvare l’Umana Reyer dalla palla persa. Dopo il controllo dell’instant replay, i secondi passano da 1” e 6 decimi a 2”. Il tempo perché Stone rimetta in campo e Watt sganci sulla testa di Evans il gancio della vittoria per 55-54.

138 Commenti in questo articolo

  1. Dado

    Per chi si aspettava il rientro di Mazzola.. e l’inevitabile riedizione del Mazzola-Watt.. ECCOLO!

    Col temibile duo in campo abbiamo incassato un -7 nel primo quarto e un -4 nel trezo quarto..
    Totale parziali col Mazzola-Watt = -11.. non poco in una partita finita con una 50ina di punti per entrambe le squadre..

    Ora ditemi pure che i numeri non vogliono dire niente e che bisogna contestualizzare.. che ve spedisso..
    Fortunatamente Watt rimane in campo anche quando non c’e’ Mazzola!

    Al prossimo Mazzola-Watt!

    Notte

  2. Ostregafioi

    Io vorrei commentare gli ultimi 2 secondi. Chi ha il coraggio di commentare tutti gli altri?

  3. lordcasco

    Abbiamo vinto l’importante è il risultato comunque sempre Forza Reyer

  4. ziolicio

    Ancora una gara tiratissima.
    Decisamente non bella ma dominata dalle difese e dagli errori al tiro.
    È andata così …
    Abbiamo gestito malissimo i 3 falli senza bonus e nnon abbiamo avuto né cattiveria né fortuna su quella palla vagante finita in “contesa” (possesso alternato)
    Complimenti per la vittoria.

  5. Rab.

    Godo. Dedicata a Pisso….

  6. Watt…ovvero the Mitch Winner.
    La Reyer vista stasera diciamo che sembrava una lontana parente rispetto a quella vista martedi scorso. Era comunque importante portare a casa la vittoria. Forza Reyer.

  7. Ziolicio ha ragione. Con quegli scriteriati tre falli che restavano il cronometro a 14 secondi si sono autoritari dell’ultimo possesso. Finale pazzo di una partita stranissima. Dominata dalla difese e percentuali da tre da incubo

  8. Restavano… non restavano

  9. paper861

    vinto e conta solo questo in questo periodo…ma non solo!vincere aiuta a vincere…e mercoledì altra battaglia fondamentale per la coppa FORZA REYER

  10. Nitran-go

    Partiamo dalla fine, anzi dopo la fine, dopo la fine giusta (pan per focaccia, coppa Italia) e gloriosa, rocambolesca e rabbiosa. Ma rabbiosa anche dopo, al giro di campo. Coach, te li potevi proprio risparmiare quei gesti. Anch’io non sopporto chi critica sempre, ma la reazione non ci stava, sparata così nel mucchio, anche a quelli che ti hanno sempre difeso. Ricorda che si è vinto per un micro episodio, per un non meno micro episodio avverso avremmo perso. Quindi c’è poco da sbattere in faccia i sassolini che ti sei tolto. Spero che tu sappia ravvederti del gesto inopportuno.

  11. Sarà anche l’anniversario della caduta del muro di Berlino, ma le due squadre in campo stasera hanno eretto il proprio, ergo punteggio da minibasket, ma tanta, tanta intensità (eufemismo) in campo, certamente partita non bella ma da p.o. sicuramente, energia e tensione a mille da parte dei giocatori, tifosi, Poz e quant’altro, partita vinta all’ultimo secondo che ricorda quella persa con canestro di Cooley sempre all’ultimo secondo, tralasciando il gioco, i commenti tecnici verranno in seguito dall’amico Dalipagic, norm, ecc., nitran ha azzeccato anche questa sera, un saluto a Rast che ci è venuto a trovare(con Seb) in curvetta, a mercoledì, notte a tutti e forza Reyer.

  12. Flavio Tagliapietra

    Caro nitran rispondo io per il coach. Due scudetti vinti in tre anni una coppa europea e dopo un mese sei già alla gogna mediatica. Il cammino è ancora lungo quindi prima di criticare anche in maniera violenta come fatto da qcu bisogna aspettare. Secondo me quest’anno c’è stato solo un rimpianto ed è quello di aver perso il derby perché se si guarda la classifica con quei due punti saremmo tra le prime sei. Oggi partita da p.o. per il modo in cui si è giocato ma giocare e girare cosi tanto non è facile. Forza Reyer

  13. Nitran-go

    D’accordissimo Flavio. Ribadisco infatti che digerisco male le critiche e che credo in questa squadra. La reazione plateale però non ci sta. Però adesso è giusto che io chiuda questo discorso è che gioisca di questa vittoria ottenuta in questo modo. Ripeto anche questo: non me la vedo proprio questa squadra fuori dalle f8 e dai PO. Comunque non più Reggio Emilia e non più Trento.

  14. Rab.

    Per me reazione comprensibilissima, umana e schietta di WDR. Ci sta tutta alla grande.
    Qui, sui cosidetti “social”, al Taliercio, sui giornali, tutti si sentono in diritto di spalare sterco, crocifiggere giocatori e coach, suggerire soluzioni, pretendere questo o quell’altro. Il tutto abilmente fatto passare come il famoso “diritto di critica”, che in realtà nel 99% dei casi non è critica ma unicamente sfogo di frustrazioni, specialmente se viene esercitato da orde di leoncini da tastiera, oppure reiterazione ottusa delle proprie convinzioni o manie nella speranza che i risultati (negativi) della squadra suffraghino quelle tesi.
    E quando i risultati parlano per la Reyer, il famoso “diritto di critica” viene comunque esercitato con ancora maggior passione, con la giustificazione che conta solo il domani e lo ieri ormai è passato.
    Capito Walter? I tifosi che tanto adorano la Reyer se ne fottono di due scudetti e una coppa europea, gli basta sfogare i loro istinti da GM battendo sui tastini del loro notebook.
    Se fai bene i complimenti non servono, ovviamente, è scontato che tu debba far bene, tu e i tuoi giocatori siete pagati per quello. Anzi, a pensarci bene il fatto che tu abbia raggiunto certi risultati non è affatto carino, perchè le critiche rimandate giù in gola al mittente sono indigeste….
    Sei stato anche troppo signore a non mandarli a cagare prima, e con parole ben più dirette. Avresti fatto bene, è un tuo diritto… di critica, ovviamente. E tanto più apprezzabile perchè rivolto da una persona a tante persone, faccia a faccia, vis a vis. Altro che protetti da una tastiera o da facebook o da una redazione.
    DAGHEA!!

  15. Nitran-go

    D’accordo anche con te Rab, per i motivi che ho già descritto, con riserva su un paio di cose. Si tratta ovviamente di riserve soggettive che non vanno d’accordo con chi considera giustificabile la reazione di wdr. Non sono tutti qui dentro e qui fuori che l’hanno criticato, non tutti qui dentro sono leoni da tastiera e credo neanche fuori. Può andar bene lo sfogo verbale, il gesto un po’ meno, ma è solo un mio modo di pensare. Non va infine dimenticato che se ci fosse stata una prestazione come quella di Belgrado la rivalsa sarebbe stata più comprensibile, ma qui vittoria e sconfitta erano lì lì. Sulla prestazione, sull’impegno dei nostri assolutamente niente da dire. Bravissimi nella manifesta voglia di vincere. Io mi sono esaltato per la magia finale di Watt ma di più sul tentativo di recupero palla a 2” dalla fine che ha generato un’insperabile palla a due. Bravi veramente. Io ho esaurito il bonus pronostici.

  16. acetone

    Partita preparata in modo perfetto per limitare McLean e Jerrells. Grandissima prova difensiva di tutti per tutti i 40 minuti. È mancata la precisione al tiro da fuori che ci ha inevitabilmente complicato le cose. Se non fosse stato per questo, avremmo assistito ad un altra ‘Belgrado’. Sofferto ma soddisfatto! Bravi tutti

  17. Leonesso

    Si sono sfidate le prime due difese del campionato ed in campo si è visto. Il punteggio bassissimo ne è ulteriore dimostrazione. Con Bramos e Daye praticamente inoffensivi potevamo sfangarla solo con una difesa attenta e arcigna e così è stato, anche se Sassari con quei 3 falli alla fine ci ha regalato un ultimo possesso da 50″.
    Spiace per Tonut, davvero inconsistente. Forza Stefano!!!

  18. ve66art

    1) lasciare Sassari a 54 punti non è tanta roba bensì TANTISSIMA!!
    2) Chi ha giocato a basket sa che difendere forte è dura e taglia il fiato: senza fiato non ti concentri e senza concentrazione i tiri non entrano.
    3) wdr è un fenomeno. Teniamocelo a prescindere!!!

    Per me grandissima prestazione!!!

  19. Rab.

    Nitran, tieni però presente che una vittoria come quella di Belgrado ha pesato tantissimo sulle gambe e specialmente sulle teste. Anche WDR ha ricordato che le energie nervose erano da ricaricare per almeno 3 o 4 giocatori.
    Quindi questa vittoria non era affatto scontata, come molti pensavano e quasi pretendevano.
    Ma il basket non funziona così… se io do 30 punti al Partizan in casa sua, la partita dopo sarò verosimilmente scarico… non è che devo asfaltare tutti da quel punto in poi, non è così che va, esiste la fatica, esiste l’avversario, esistono mille altre problematiche che noi nemmeno conosciamo.
    Per cui vincere di un punto tenendo gli SS a 54 (punteggio a loro adattato ;)) è una gran cosa, anche considerando che sono fra le prime 4 forze del campionato e certo non giocano il basket champagne di Sacchetti.
    Lo sfogo è stato troppo plateale? Può essere, ma io lo accetto di buon grado, anche per le mie (poche) critiche, dopo un po’ che porge l’altra guancia, una tangara la concedo molto volentieri al nostro coach.

  20. Rast

    Un caro saluto a tutta la Curvetta! La partita che dire….. bisognava vincere e abbiamo vinto il giudizio tecnico più che in altre occasione a più esperti di me!
    Pronti per la maglietta del blog!

    Duri i banchi!

  21. ziolicio

    Non dimenticate che amche Sassari aveva giocato in trasferta in settimana. In Polonia con un viaggio-odissea di diverse ore e ritorno in Sardegna prima di quest’altra trasferta. E a Torun è stata battaglia fino all’ultimo quarto.
    Per me è stata una partita esasperatamemte tattica dove hanno pesato gli errori nei liberi di Sassari e lo scellerato ultimo minuto.
    Io non sono preoccupato. La squadra è per metà nuova e gioca bene. Deve solo arginare l’onnipotentismo di Jerrels nelle partite punto a punto. La strada è comunque quella giusta.
    Sulla questione wdr credo che sia giusto concergli uno sfogo. È un uomo e, considerando i risultati, direi amche um grande uomo di basket.
    Alla prossima.

  22. Forse la Reyer di ieri sera era una conseguenza di quella vista a Belgrado, poco lucida soprattutto nei tiri da fuori. Ma ha giocato determinata per tutti i 40 minuti. Ho visto carattere e impegno in tutti. Non ho visto la reazione di WDR. Vabbè, anche lui dovrà pure sfogarsi qualche volta! Forza WDR e forza Reyer.

  23. Ben tornato Zio Licio. Non avevo letto il tuo intervento mentre scrivevo. Su WDR la pensiamo allo stesso modo.

  24. Ary

    Partita brutta ma che difesa!!!!!!
    Io mi aspettavo partita tirata fino alla fine, ma l’intensità è stata anche superiore.
    Bravi ragazzi a restare lucidi in una partita dove le medie al tiro sono state penose…
    Ma quando difendi con tale intensità e’ dura attaccare con lucidità , spesso ti mancano le gambe.
    Obiettivo vincere e così è stato !!!! Bravi ragazzi! Ennesimo capolavoro di Walter!
    Io tonut lo ho visto voglioso e ha fatto un recupero importante.
    No , secondo me non è stato negativo…. Oggi Austin ha fatto peggio, ma dai capita a chiunque….

  25. Nitran-go

    Rab, non devi dire a me queste cose. Se hai letto i miei post precedenti capisci com’è il mio orientamento generale. Avevo previsto una grande partita a Belgrado e una vittoria con Sassari. La prima, appunto, me l’aspettavo, anche se non accompagnata di un’altrettanto grandiosa vittoria. Con la seconda mi (ci) è andata bene. Ma tutto questo per dire che, con tutte le difficoltà strutturali eccetera, io credo sempre in questa squadra.

  26. Dado

    Sportando: ‘ Zanetti: Noi puntiamo all’Eurolega. Faremo un’arena da 15,000 posti che potrà ampliarsi sino a 40,000.’

  27. giuliano

    Invece di lambiccarci le meningi con il play o la combo esplosiva, o il 4 muscolare o un centro strutturato o saltatore bastava… cooptare il patron Zanetti (veneto oltre tutto!) nel progetto sportivo e del nuovo palazzetto ed il gioco era fatto! Provo una grande invidia per la piazza Bologna ma tant’è, ci fregano l’anagrafe (età media) e il conflitto d’interessi.

  28. giama29

    Nel giro di pochi giorni ho assistito, almeno in attacco, alla più bella e alla più orribile partita degli ultimi anni della nostra Reyer. Mi sembra che ambedue le due squadre siano state programmate per soffocare gli attacchi ed esaltare le difese (quindi si può dire che Pozzecco è andato a scuola da WDR…). E lo spettacolo, considerato che per spettacolo s’intende una partita in cui le due squadre segnano molto, ne ha risentito. Basta leggere i commenti dei tifosi di altre squadre su Sportando che hanno catalogato il match come una delle più brutte partite di basket degli ultimi anni trasmesse in tv. Di quelle, insomma, che fanno cambiare canale alla gente o che non fanno da spot ad uno sport in crisi di ascolti. A me, personalmente, la partita non è dispiaciuta per l’intensità: tante palle sporcate, tiri in precarie situazioni di equilibrio, lotta all’ultimo sangue su tanti palloni. Unica nota stonata l’arbitraggio così, così, visto che in una partita di questo genere non può essere che prima dell’ultimo minuto una delle due squadre si ritrovi con il doppio dei falli dell’altra. Tra Partizan e Banco Sardegna abbiamo avuto la conferma del trend negativo per due giocatori che continuano ad avere un rendimento molto al di sotto delle aspettative: Tonut e Bramos. E questo sta diventando preoccupante.

  29. lory99

    Vittoria fondamentale e di valore. Partita non bella, molti errori e molto fallosa. Ma con sassari era da prevederlo. Watt nei 2 secondi finali ha avuto il tempo di ricevere il pallone fare due palleggi girarsi e trovare un canestro stile nba di gancio. Che dire è un grande giocatore. Ho visto persone che sul -1 a 2 secondi dalla fine se ne sono andate via dal palazzetto…che vergogna sti occasionali…quando è entrato il pallone tripudio di esultanza stile finale play off. Che serata grazie watt. Ps findamentali le trombette haha ,il poz che viene richiamato 30 volte dagli arbitri e che va sotto la nostra curva nord a sbeffeggiarla…magnite na merda commediante. Duri i banchi forza reyer!

  30. paolog

    Bene i 2 punti lo spirito il carattere la difesa l’ orgoglio il sacrificio il non arrendersi mai. Oggettivamente non e’ stato un bel basket.WDR ha parlato di stanchezza e ci sta, certi tiri aperti solitamente vanno dentro ieri sera non entrava nulla. Alcuni hanno parlato di partita di rugby piu’ che di basket, certo non abbiamo raggiunto il livello di Trento di Buscaglia ma indubbiamente l’abbiamo vinta giocando duro e la marea di falli che ci hanno fischiato contro lo testimonia. In questo momento va bene cosi’, il bel gioco verra’ prendiamoci i 2 punti e un bel po di morale, non aver visto il Poz esultare e’ comunque motivo di soddisfazione…si sa a noi piccoli uomini basta poco per gioire..Duri i banchi!

  31. ve66art

    Io credo che invece sia stata una grande prestazione, una prestazione difensiva assoluta, senza precedenti, francamente frega un cazzo segnare triple a go-go se poi se ne prendono altrettante! Altro che brutto basket….che i se copa! Grande cuore, grande abnegazione….

    PS Pozzecco non regge lo stress! Cortisolo a 1000000000….

  32. giuliano

    Buona parte di falli e palle perse derivanti da blocchi irregolari, mi aspettavo qualche retina bruciata almeno alla fine da san Bramos, peccato ci ha pensato san Mitch! Parlare di stanchezza ci sta solo se conseguenza del grosso dispendio d’energie per la pazzesca difesa, no per il doppio impegno che vale anche per l’avversario e quindi s’annulla. La luce giusta negl’occhi dei nostri c’era, il bel gioco verrà (mon lo spero, lo credo, Belgrado lo conferma), entrare nei primi 8 si può, tanto poi…

  33. fabrizio

    “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”!
    Con la mia citazione preferita bonipertiana e da buon juventino, racchiudo il mio pensiero e il mio stato d’animo sulla partita di ieri, portata a casa con un gancetto di una difficoltà tecnica molto alta ma anche di una bellezza incredibile dallo splendido nostro numero 50, che dopo la quasi perfetta prova di Belgrado ne ha collezionata un’altra forse non della stessa fattura ma ovviamente impreziosita e non di poco dalla perla di cui sopra a due secondi dalla fine!
    Una goduria incredibile, in primis perchè abbiamo restituito ai sardi la stessa moneta o quasi che loro ci avevano dato nel rocambolesco finale a loro favore di Coppa Italia nel Febbraio scorso con Coley (chi di pivot gioisce evidentemente poi di pivot perisce o chi di culey gode di altrettanto colpo di culo contrario si mangia quanto detto da Lory99, vedete voi cosa calza più a pennello…..)!
    Ma una bella gioia questa vittoria lo è anche e soprattutto per la classifica perchè erano troppo importanti questi due punti in ottica qualificazione Final Eight di Coppa Italia futura, visto il livello alzatosi e l’equilibrio sempre più regnante (Bologna Virtus a parte, almeno per ora) nel nostro campionato: una eventuale sconfitta sarebbe stata infatti una mazzata davvero pesante e dai risvolti non ben decifrabili mentre una vittoria ottenuta in questo modo unita alla impresa di Belgrado può davvero aver dato la svolta sperata alla stagione e non sarei quindi sorpreso di vedere un bel filotto di successi per il morale sicuramente alto che abbiamo e per le sicurezze e soprattutto certi equilibri raggiunti, ora anche tattici, col ritorno (a mio avviso fondamentale) di Mazzola ieri.
    La partita è stata di una bruttezza tecnica incredibile (soprattutto per uno come me che ama il basket offensivo e di talento) ma è stata però di una intensità, agonistica e difensiva, incredibili, da vera almeno semifinale play off: oramai con i sardi non possono essere più sfide qualsiasi, siamo gli intrusi degli ultimi anni rispetto al potere di Milano (e forse oggi di Bologna) ed è oramai diventata quella col Banco una classica più quasi del derby, una partita che si gioca sui nervi e ad alta adrenalina in campo ma pure sulle panchine, con un Pozzecco che credo che quando vede il Taliercio perde ogni volta un anno di vita e un De Raffaele che a fine partita ha avuto uno sfogo, nonostante tutto, umanamente comprensibile (e guarda Walter, se leggi, che io sta nuova stagione e forse nevicherà l’estate prossima per questo, ti ho sempre difeso anche di fronte all’inizio difficile, almeno in campionato, che abbiamo avuto perchè secondo me hai poche responsabilità sulle sconfitte sto anno patite, più da attribuire ai giocatori sia per una normale pancia piena post scudetto e sia per qualche vicissittudine verificatasi).
    Chiudo dicendo che, pertanto, era normale aspettarsi dai nostri una partita sporca, brutta e cattiva perchè la posta in palio era troppo alta e la pressione quindi notevole e quando la mente non è serena non puoi essere preciso nei particolari tecnici ma puoi essere, come per fortuna è successo, molto presente e determinato agonisticamente parlando, cosa che ci ha permesso appunto di portare a casa due punti di fondamentale importanza!

  34. radovanovic

    Pozzecco è stato indubbiamente il responsabile di buona parte del nervosismo visto in campo.
    Più del ricordo della sfida scudetto, più della finale di supercoppa.
    Non credo sia un allenatore, ma un motivatore della squadra. Ieri invece le sue emozioni eccessive e le reazioni davvero fuori luogo anche con i tifosi, invece di motivare hanno destabilizzato infondendo più rancore che determinazione.
    Ed il rancore è contagioso.
    Invece in conferenza stampa con la sua debolezza ed inconsistenza mi ha fatto quasi compassione.
    La compassione che si prova con gli ammalati
    Incapace persino di esprimersi.
    Chissà..perchè
    Comunque capitolo chiuso. Due punti preziosi e la consapevolezza di esser squadra mentalmente fortissima!
    Poche parole..parlano i fatti e secondo me ce l’aveva con….lui.

  35. Nanevianello

    Dico subito che sto con WDR . Anche per lo sfogo finale . Siamo umani e a volte l’adrenalina gioca brutti scherzi. Non un bel gesto, ma va capito. Io non me la sento di metterlo sulla graticola per questo .
    Contava vincere ed è vero. Si è vinto nell’ambito di una gara brutta ed ostica. Pozzecco ha scelto la ” linea Trento ” memore di altre sconfitte. WDR l’aveva preparata per limitare McLean e Jarrels e il piano è risucito .
    Non vlae il discorso che Sassari è stata limitata a 54. Perchè vale anche il contrario : Sassari ha limitato la Reyer a 55 .
    Io reputo solide le spiegazioni di WDR : a Belgrado la squadra ha speso tanto. Mentalmente più che fisicamente. Vincere con così largo distacco su ” quel ” campo è stato probabilmente più impegnativo, rispetto alla vittoria di Sassari in Europa .
    Costruiti dalla Reyer molti tiri aperti.Anche ben costruiti: tutti falliti. Condivido Ve66art su questo punto: se ti sbatti in difesa, perdi inevitabilmente di lucidità in attacco . La differenza in questo caso la fa il talento del tiratore. Ma va detto che raramente un tiratore è anche un ottimo difensore. Poi ci sono i fuoriclasse e beato chi ce li ha ( Teodosic e soci ) . La Reyer ha ottimi grandi giocatori che fanno squadra ma non ha il fuoriclasse. Almeno nell’accezione di giocatore ” fuori categoria ” . Insomma, per capirci, un Dalipagic o un McAdoo.
    Il risultato dai contorni rocamboleschi fa bene alla classifica e al morale. Ora la Reyer deve cercare di andare a pescare la prima vittoria esterna.
    La squadra è in ogni caso da p.o. e li centrerà. E io reputo ( ma è solo una mia impressione ) , farà bene anche in Europa . Il disvalore sarà costituito dal Minimaba : quando ci sarà e se sarà recuperato al meglio dall’infortunio . E’ il tipo di giocatore che serve a squilibrare le partite quando il resto della compagnia tira con le polveri bagnate .
    Nel festival dei falli e della palle perse, solido Chappell, come sempre. Watt decisivo. Segnalino da Filloy ( che a mio parere ” pompa” troppo la palla ). Sul resto mi astengo .
    Non mi astengo sulla Lega e sulla Rai. Bisogna essere masochisti per programmare Reyer – Sassari in concomitanza di Juventus – Milan . In ogni caso stante la ” bruttezza ” dello spettacolo offerto i telespettatori neutrali avranno certamente cambiato canale.
    Infine, Zanetti . Ho letto ( e lo avevo segnalato ) anche io . Bologna permetterà a Zanetti di fare le cose in grande. Nel suo ” piccolo”, tuttavia le cose ( bene, anzi benissimo ) le ha fatte finora Brugnaro a Venezia. Conflitto di interessi ? Credo non abbiate capito l’uomo. Che certamente ” paga” il doppio ruolo di politico e imprenditore, ma che nella questione Palazzetto ritiene di ” pagare ” la rigidità di una burocrazia poco propensa a dargli spazio. E di una opposizione politica che lo vede come il fumo negli occhi . Per Brugnaro, credo di aver capito, la questione ( terreni, bonifica, possibilità di costruire altro oltre al Palasport ) è di principio.
    Del resto , quale carattere, abbia Brugnaro lo dimostrano anche le storie ” tese”, nel corso di questi anni con alcuni suoi giocatori e alcuni allenatori, prima di WDR .
    Zanetti può far tornare grande Bologna. Ma ritenere Brugnaro solo ” avido ” mi sembra limitativo. Mi sembra poco attento dell’intera vicenda .
    Ultima : le regazze hanno preso ( in Europa e in campionato ) due scoppole pazzesche. Perdere ci sta : sbracare no. Auspicabile si tratti solo di una brutta settimana .
    Buona giornata .

  36. KB

    Partita intensa come di solito escono quelle con Sassari, però non ho capito lo “sfogo” del coach e sopratutto a chi si rivolgesse e chi fossero, come ha detto in conferenza, quelli che parlano troppo…pubblico presente? qualcuno che lo critica sulla stampa/social? o anche,come ipotizzava qualcuno su Sportando, coach avversario?
    Nella partita di ieri a me sono piacuti anche Chappel e Vidmar. Daye lo visto alla fine un pò frustrato e nervoso e temevo potesse fare qualche sciocchezza che potesse costargli un tecnico ma è stato bravo e secondo me migliorato anche sotto questo aspetto.
    Per il resto penso che sia giusto al momento attuale concentrasi sulla coppa, per il campionato l’obiettivo al momento sia quello di essere tra le prime otto alla fine del girone di andata

  37. Dalipagic Oeè

    L’intensità dei primi 2 quarti è stata qualcosa di clamoroso rispetto al momento della stagione in cui siamo, la gara del primo tempo perciò per me come fisicità e voglia è stata come una gara della serie finale dello scorso anno…
    Nella ripresa le squadre sono evidentemente calate e così le %…sono aumentati gli errori da entrambe le parti…vincere tirando 4/27 da 3 da fiducia, pensiamo a Day con 1/19 dal campo…speriamo non ricapiti più che dite?
    Bramos stanco ma sempre utile combina con Daye per un 0/12 da 3…diciamo che con un po’ di pausa/riposo in più mi aspetto che la squadra possa crescere…vediamo come sempre una gara alla volta, mercoledì bel banco di prova contro i russi.
    FORZA REYER

  38. Dalipagic Oeè

    Molti devono ancora calarsi bene nel ruolo(Tonut in primis che torna 6°uomo)…Udanoh tra poco entrerà anche in campionato per far rifiatare uno tra Bramos e Vidmar…Mazzola a mio avviso deve essere al momento utilizzato solo in campionato, lasciando ad Udanoh spazio in coppa…stiamo a vedere!!!

  39. Rab.

    Vittoria di cui godere anche perché gli SS sono squadra di provocatori, sotto la falsa iconografia di squadra-famiglia, a cominciare dal poz, passando per pisso (già la terza volta che si lascia andare ad offese verso panchina/pubblico Reyer) e finendo con gentile e il buon bilan che si becca antisportivo per fallo a gioco fermo.

  40. Tifosomediomona

    Se Zanetti fa la Super Arena a Bologna ottimo: vorrà dire che ci andrà a giocare anche la Reyer le sue partite di Eurolega!

  41. ziolicio

    Leggo spesso questo forum.
    A volte intervengo, a volte no.
    Apprezzo molti post tecnici e “vivo” le vostre emozioni.
    Quello che, tuttavia, mi infastidisce è il proliferare di insulti all’avversario. Tifo Dinamo da una vita. Ho sempre rispettato gli avversari, nella vittoria e nella sconfitta. Si chiama sportività.
    Il tifo esacerbato è padre di tanti episodi di violenza che spesso accompagnano il tifo calcistico. Intendo anche la “violenza verbale”.
    Mi piace sottolineare che giocatori e allenatori sono prima di tutto uomini.
    L’ho detto di wdr e lo penso di tutti, Poz e Spissu compresi.
    Ricordiamo che ad azione corrisponde reazione, come successe durante la finale a Bramos).
    Sono atleti, sono sportivi. Agonisti. Ritengp plausibili le reazioni a caldo.
    Meno, molto meno, capisco e accetto le reazioni, gli insulti e le provocazioni “a freddo” da parte di tifosi poco sportivi.
    Ovviamente sia da una parte che dall’altra della tifoseria.
    Per favore, più sportività e meno offese.
    Grazie

  42. Lea

    Certamente, Ziolicio, siamo tutti d’accordo con quanto sostieni. Io perő vorrei sottolineare che anche l’atteggiamento di allenatori e atleti dovrebbe essere d’esempio. Proprio per questo apprezzo un personaggio come coach De Raffaele: ha sempre dimostrato grande correttezza nei confronti degli avversari e delle loro tifoserie, senza mai cercare provocazioni e senza mai recriminare. Adesso bastano due parole in più per scaldare gli animi dei ‘nostri” tifosi? Via, lasciamolo lavorare..
    Su Tonut: é sembrato solo a me che la sua marcatura a uomo sia stata di grande efficacia?

  43. ve66art

    Caro ziolicio, io penso, come dice norm copiando spudoratamente dai relativisti radicali (lui che relativista non è), che ogni azione e ogni narrazione dell’aziine stessa, deve essere contestualizzato. Ebbene, detto ciò, il palasport non è la camera dei deputati, così come non è un’aula di tribunale o più semplicemente un’aula di scuola. L’offesa, in un contesto dove la volontà del singolo è fortemente inquinata, se non addirittura determinata, dalla “volontà della “folla”

  44. ve66art

    Scusate è partito il post dal cellulare….

    Dicevo in un contesto di siffatte caratteristiche, il significato simbolico dell’offesa è pressoché nullo e direi ampiamente accettabile. Capita poi spesso che il bersaglio dell’offesa diventi l’anno successivo un beniamino del pubblico avverso a seguito del cambio di casacca.

  45. norm nixon

    Lea..talmente efficace che Jerrels con una sola finta l’ha mandato all’Arsenale due volte. Poi concordo con Ve66art sulle dinamiche che si instaurano giocoforza dentro un’arena dove i parametri emozionali cambiano radicalmente con il pathos che uccide letteralmente il logos. Non deve sorprendere nulla partendo dal fatto che in quella arena ci sono degli esseri umani. Quindi, a prescindere dai singoli pensieri delle singole persone, nel contesto ci possono stare forme di espressione molto forti e offensive. Questo non significa che sia giusto ma è così. Anche domenica è stato dimostrato sulle gradinate durante la partita e alla fine quando De Raffaele ha manifestato a suo modo certi suoi pensieri. Possiamo essere d’accordo..possiamo non essere d’accordo ma nel contesto può starci. Non possiamo svolgere il teorema senza tener conto del postulato.

  46. opossum

    Norm ma scusa….abbiamo un giocatore che è un patrimonio della reyer fino a prova contraria….sarà giocatore reyer x tutta la stagione no?……è fuori discussione la voglia e L impegno del ragazzo x venirne fuori a partire dalla difesa e ti diverti con le battute….ci hai nauseato.

  47. ve66art

    Opossum, perdonami, forse mi sarà sfuggito, ma di quali battute parli?

  48. RobertoC

    Norm, con quei meravigliosi cambi di direzione avrebbe mandato Stone e Chappel alla Misericordia….

  49. norm nixon

    Roberto….più o meno. Il senso è quello.

  50. Lea

    Ok Norm… io da te posso solo imparare.. stasera mi riguardo la partita in TV… ma ti assicuro che ieri sera a Taliercio mi é sembrato di vedere potenza e determinazione ( e sono contenta che Opossum la pensi come me!).Poi stiamo parlando di un avversario come Jerrels, eh!?
    Per il resto, senza essere polemica, prima intendevo dire che non tutti gli allenatori hanno lo stesso senso di responsabilità quando si tratta di incendiare o meno le tifoserie avversarie con le loro dichiarazioni. E, su questo WDR docet….

  51. Gino Billi

    Buonasera ragazzi, intanto congratulazioni per ieri, vittoria sporca e pesante che da morale.
    Un paio di cose sulla questione palavirtus su cui ho letto alcuni commenti gustosi.
    Sono reduce dalla prima partita ‘terremotata’ della storia (passatemi la battuta) giocata in struttura tubulare provvisoria ma che ti costa come un palco al Boston Garden, 30 euro i prezzi più popolari, io ho già appuntamento per l’asportazione di un rene in modo da pagarmi anche le prossime 4…
    A parte gli scherzi, devo dire che l’hanno pensata bene da un punto di vista logistico…. struttura in Fiera a due passi dal centro città (al contrario del mastadonte di Casalecchio), parcheggiabilissima, praticamente dentro lo svincolo delle autostrade, niente da dire… il problema è la poca altezza del padiglione, ne consegue tribune a bassissima pendenza, ne consegue in ultima analisi che se sei seduto dietro uno da 1.80 in su ciao amici…. per un occasionale zero problemi (ma ripeto, 30 eurini entry level price), vaglielo a dire a un abbonato del Paladozza da 600 euro di media…
    Come già dissi, da Teodosic in poi sono tutte tessere del mosaico Eurolega futura, qui forse si potrà fare un anno in deroga (anche se poi a prendere calci in culo da quasi tutti l’entusiasmo passa in fretta), per eventuali discorsi di licenza poliennale (che a quello punta Zanetti) serve ovviamente una soluzione stabile.
    Sul nuovo palazzo fisso da 15mila estensibile a 45 mila all’aperto (fategli poggiare il fiasco di barbera) non mi pronuncia, siamo tutti italiani e sappiamo i tempi medi di realizzazione di queste opere….. se volete la mia opinione trattasi di bluff, lo scopo è quello di negoziare condizioni migliori per l’affitto in pianta stabile del palazzo di Casalecchio, che a breve sarà fatto oggetto di ulteriore espansione (3000 posti in più)
    A presto

  52. norm nixon

    Ma certo Lea…figurati. Solo che la mia non era una battuta come anche Ve66art ha cercato carinamente di far capire al vomitante. L’hanno veramente trovato davanti all’ingresso dell’Arsenale. Anche Roberto può testimoniarlo. Comunque annuncio a tutti che stefano domenica giocherà una grande partita a Varese. E stavolta non scherzo. Opossum…mi raccomando….su con la vita. Basta vomitare.

  53. norm nixon

    Ciao Gino…viva Bologna!!

  54. Dado

    Un Paio di veloci..

    Puo’ essere anche vera la proporzione:

    Haynes : Norm = Mazzola : Dado

    ma vorrei chiarire..

    MAZZOLA: Certamente abbiamo bisogno di lui, e gli voglio bene nonostante tutto. A me piace pero’ il Mazzola che fa l’Ala Grande (per capirsi come in Gara 7), non quello che entra in quintetto, prova 2-3 triple.. e poi esce dopo 6 minuti con 0 rimbalzi e un paio di falli fatti. Il Primo BENE, Il Secondo ci porta quasi sempre passivi iniziali che ci richiedono spesso tutto il secondo quarto per rimontare. Questo ha detto la scorsa stagione e questo e’ stato anche ieri. Poi.. se psicologicamente questo meccanismo delle partenze ad handicap e’ necessario alla squadra per ‘accendersi’.. beh allora ok. Ma e’ rischioso.

    PELLEGRINO: Mi ha fatto Piacere vedere ieri nei 12 sia Pellegrino che Mazzola.. vedremo come andra’ a finire.. Poter disporre di un Filloy ritrovato + Un Goudelock ripreso + Un Udanoh contestualizzato ed esplosivo + Un 3zo pivot italiano,.. senza (a seconda) rinunciare a nessuno di questi.. beh sarebbe tanta cosa..

  55. norm nixon

    Dado…non farmi prendere il posto di opossum nel vomituar. Per cortesia adesso sei passato alle equazioni. Non ti bastava il pallottoliere? Non è che tra un po’ mi prendi il posto di will hunting?

  56. Lea

    Battute o no, non sono di Venezia e non capisco i riferimenti, mi spiace…

  57. norm nixon

    Bene Lea…meglio così. Buona serata.

  58. ziolicio

    Concordo con voi sulla contestualizzazjone. Infatti ho scritto che comprendo le reazioni a caldo, nel palazzetto, sia durante che subito dopo la partita.
    Mi riferivo, piuttosto, ai commenti a freddo (il giorno dopo) fatti da alcuni “tifosi” che sono offensivi e hanno poco a che vedere con la sportività.

  59. Dado

    Buono Norm.. non mi provocare.. altrimenti ti sparo un

    E=mc2

    dove

    E: rappresenta l’energia complessivamente messa in campo

    mc sta per Mazzola Cazzuto

    e l’unita’ di misura e’ ovviamente il WATT!

    (Ps. il pallottoliere me l’ha fregato el to barbon imbriago)

  60. norm nixon

    Ziolicio…purtroppo quello è fisiologico. Nel momento in cui è nato internet…..internet è il mondo…e nel mondo c’è di tutto. Ho già scritto qui dentro che i social sono la peste dei giorni nostri e nessuno me lo levera’ mai dalla testa. Non esiste blog…o luogo d’incontro on line che ne sia immune dove tutti volontariamente i involontariamente siamo vittime e carnefici. Basta semplicemente esserne consapevoli.

  61. norm nixon

    No dado dai…fa il bravo. A sto punto preferivo i numeri che propinavi come noccioline.

  62. Dado

    Tranquillo Norm.. per te i numeri ci saranno sempre! :p

  63. ziolicio

    Regolamento e paradosso del possesso alternato.
    Piccolo sondaggio.
    Secondo voi (aldilà del fatto che ne abbiate tratto vantaggio domenica sera) è corretto che il possesso in caso di contesa sia puramente aleatorio?
    Paradossalmente, se la Dinamo non avesse tentato di recuperare quel pallone la Reyer non avrebbe mai vinto.
    Quindi, non solo non ha perso la palla (pur non avendone pieno possesso) ma ha potuto ripartire ad attacco schierato.
    La domanda è questa: non sarebbe più corretto che il possesso vada alla squadra che, al momento della contesa NON aveva il possesso?
    Curioso di sentire i vostri pareri tecnici

  64. norm nixon

    Parere mio: è una regola che va rivista tornando ad alzare la palla a due come accade nella nba. Ingiusto consegnare la palla ad una delle delle due squadre affidandosi alla casualità di una freccia. La regola attuale assomiglia tanto alla monetina che si usava tanti anni fa nel calcio. Va eliminata. Non è una regola moralmente accettabile applicata allo sport.

  65. Seb

    Ciao ziolicio, secondo me, dovrebbero adottare la regola della palla a 2 come avviene nelle competizioni ECA. Detto questo, la conquista del pallone, ad inizio partita, sarebbe del tutto inutile se non desse il vantaggio eventuale, di aggiudicarsi il possesso alla prima contesa.
    A Dado, che stravede per Pellegrino, ricordo che la società ha deciso di investire su un ragazzo molto promettente di 17 anni, di nome Davide Casarin. Sarei molto sorpreso se, con Mazzola a regime, il figlio del presidente si guardasse tutte le partite dalla tribuna.

  66. RobertoC

    Il problema della palla a due è che gli arbitri non sanno alzarla. Questo è il motivo per cui all’epoca fu inserito il possesso alternato.

  67. Nitran-go

    Anch’io sono per la palla a due e lascerei anche un secondino in più quando fra avversari ce l’hanno a più mani. Spesso gli arbitri fischiano possesso alternato troppo presto, basta che un giocatore metta le mani sulla palla che ha un altro.

  68. Rab.

    Io la darei sempre alla Dinamo, a prescindere.

  69. Ary

    Anche io…. Regola assurda , era corretto l’uso della contesa.
    Dall’intervista del ns coach non sento trasparire polemiche vs pubblico , ma bensì vs qualcuno che parla tanto ( io credo ce l’abbia con poz ). Noi parliamo con i risultati ! Fantastico WDR!

  70. Dado

    Giusto quello che dice Ziolicio, Vero quello che Dice Roberto C, …una palla a due puo’ essere nuovamente come una monetina. A prescindere dall’NBA, io farei istant replay. Da cui un terzo ne uscirebbero probabilmente come falli, e i rimanenti 2/3 considererei un fattore di ‘maggior possesso’.. esempio.. se un giocatore (a) ha la palla stretta tra le mani e al corpo (come spesso capita) e un giocatore (B) cerca di fregargliela ma ha solo le mani sul pallone -> Palla ad (a). Poi dipende caso per caso ‘ovviamente’, ma io farei istant replay. certo che questo richiederebbe agli arbitri una certa capacita’ decisionale, a meno che non ne escano regole a riguardo altrettanto granitiche.

  71. norm nixon

    Dado….adesso confondi anche i nomi. Sempre detto che i numeri ti fanno male.

  72. norm nixon

    Cioè sei riuscito a tirar fuori delle percentuali anche sulle palle contese? Ma i numeri te li sogni anche di notte?

  73. ziolicio

    Grazie per il vostro parere.
    Concordo sulla “palla a due” oppure su una revisione della regola in modo che sia meno aleatoria possibile. Ben venga l’instant replay, se serve.

  74. norm nixon

    Comunque zio licio….nel momento in cui l’arbitro ha decretato palla contesa….a 2 secondi dalla fine e senza sapere di chi sarebbe stato il possesso finale….avrei dato 99,9 per cento di vittoria a sassari e 0,1 per cento alla reyer. Purtroppo per voi tra freccia a favore nostro è gancio disperato di watt…si è materializzato lo 0,1 per cento.

  75. ziolicio

    Ho visto vincere la Dinamo in gara p.o. con canestro da 3 a 0.7 dalla fine.
    Ci sta tutto fino alla sirena finale.
    Se avessero lasciato la palla rimbalzare senza intervenire avremmo vinto. È questa la stortura.
    Complimenti a Mitch e complimenti a voi.
    Spero che, anche quest’anno questa soa una delle imnumerevoli “battaglie” tra di noi.
    Siete assolutamente da P.O. A parte la Virtus, le altre 7 saranno più o meno le stesse dello scorso anno.
    Difficile che le V nere prendano il posto nostro o vostro (almeno spero).
    Però quest’anno … giocatevela voi con Milano. 😉

  76. ziolicio

    Per la cronaca era il 2012 e i centesimi erano 53. Tripla di Vanuzzo e 3 a 0 nella serie contro la Virtus a Bologna.

  77. RICK DARNELL

    nessuno commenta l’interessante articolo di oggi del Gazzettino ?
    “nonostante la reyer faccia di tutto per attirare i giovani al taliercio ,(citazione della Reyer school cup) rimaniamo un pubblico di 50enni che ovviamente non può creare il calore/rumore che i giovani sanno creare ……. noi eravamo i giovani scaldavano due palazzetti negli anni 70-80-90 ……
    ………e poi tristemente la squadra campione d ‘Italia fatica a riempire il palazzo …” mi perdonerà il Gazzettino per la sintesi eccessiva di queste 5 righe.

    Scambiando due parole con amici appassionati di Reyer i temi emersi riguardano la scarsissima qualità della struttura dal pdv dell’ospitalità offerta, a partire dalle file ai parcheggi, ai distributori di bevande anzichè bar, ristoranti(fantascienza), negozi (1), la temperatura , le file ai bagni sporchi , ecc ecc.
    Perchè tutte le moderne strutture curano molto l’aspetto del comfort ? perchè la qualità dell’ospitalità offerta al mondo d’oggi è decisiva.
    La struttura di 40 anni fa con comfort di 40 anni fa allontana molte persone .

    Un appassionato diventa tale iniziando come occasionale che vede una partita , gli piace , ne rivede altre e scoppia l’amore per la reyer ecc ecc . Ma se la struttura respinge gli occasionali perchè la qualità del comfort è scarsissima oppure perchè non si trovano i biglietti o addirittura si pensa di non trovare i biglietti perchè il palazzo è piccolo … . allora il pubblico non cresce , manca il turn over 50enni/giovani e tutto rimane come ora al “teatro Taliercio”

    In tutti i settori economici un’azienda vive se cresce ….. ma se crescono le spese (perchè anno per anno si alza il livello della squadra) e non cresce il fatturato perchè il palazzo lo stoppa e non si vede nulla all’orizzonte , il conto economico piange e ciascuno di noi diventa consapevole che non c’è futuro ….. .. se a breve non parte il cantiere del palanuovo , temo tanto che il ridimensionamento sarà fisiologico….

    STRUTTURE nel Comune di Venezia : ZERO PALASPORT , ZERO ARENA POLIFUNZIONALE = ZERO MUSICA ZERO CONGRESSI , ZERO STADIO , ZERO PISCINA OLIMPIONICA= MESTRINA NUOTO ?? , STADIO DEL RUGBY INADEGUATO ALLA SERIE A = SCOMPARSA DELLA SQUADRA DOPO 1 ANNO
    TANTI CENTRI COMMERCIALI !!!! E questo è il modo scelto per indirizzare il futuro dei nostri giovani ….

  78. norm nixon

    Rick…i motivi secondo me sono molteplici. Il primo è che a livello socio economico Mestre e Venezia sono cambiate radicalmente rispetto a 40 anni fa e di giovani ce ne sono sempre meno…vivono altre realtà e senso di appartenenza non ne hanno, almeno per Mestre o Venezia. Il secondo, di motivo, è che spetterebbe alle famiglie coinvolte nel progetto Reyer portare i loro figli al Taliercio per vedere qualcosa di diverso che non sia il cellulare nuovo regalato ogni due o tre mesi. Che crea solo dipendenza e pigrizia mentale. I ragazzini di adesso non sono paragonabili a noi quando avevamo la loro età…noi vivevamo allo stato brado e internet non c’era e ci bastava poco per prendere fuoco. Per questo spetta ai genitori far amare ai loro figli questo sport. Poi di ragioni ce ne sono tante altre…..

  79. RICK DARNELL

    Norm ti ringrazio del tuo intervento e spero ne arrivino altri.
    Ogni opinione è importante su questi temi dove nessuno di noi possiede la verità in tasca.
    Probabilmente si tratta di un mix di tanti aspetti . Il palanuovo in misura più o meno grande , li tocca tutti .

  80. Bill

    Rick,ho letto anche io l’articolo di stamane sul Gazzettino,e concordo con le tue considerazioni riguardanti la fatiscenza dell’impianto, andare in bagno all’intervallo mi ricorda alcuni Autogrill a Ferragosto…battute a parte credo anche io che la struttura non inviti a tornarci se non motivati da grande passione,per quanto riguarda i giovani io nel mio settore ne sono circondato,e non sono occasionali,una ventina sono abbonati come me,più semplicemente credo che rifletta la composizione della società attuale,Venezia e Mestre sono due realtà dove la componente over 50 e’la maggioranza (guardatevi i dati Istat) la componente under 20 più cospicua riguarda le famiglie di extracomunitari,che non sono interessate al basket,o quanto meno non se lo possono permettere,poi ultima cosa io ho 3 figli minorenni,partite serali che finiscono tardi dove per uscire dal parcheggio e tornare a casa ci vogliono
    almeno 1.5/2 ore con la scuola il giorno dopo sono improponibili,ti sembra normale che per una partita di 40 minuti debba stare impegnato per 4 ore tra parcheggio prima,coda e uscita poi?

  81. Seb

    D’accordo Bill, la tarda serata è uno dei motivi del mancato sold out, anche se c’erano comunque 3451 persone su 3509. Diciamo anche che la trasmissione della partita anche su Raisport e soprattutto la concomitanza di Juventus – Milan non hanno aiutato.
    Per il resto, sono d’accordo con le considerazioni, pur trite e ritrite, sull’inadeguatezza del Taliercio.

  82. norm nixon

    Seb…il sold out finora non c’è stato mai…..al di là di quel che c’è o meno in tivù. Stiamo parlando di un impianto di 3500 posti…non di 7000 o 10mila e della squadra che ha vinto due scudetti negli ultimi tre anni. Non è giustificabile solo parlando dei disagi che riguardano il palasport. Ripeto, per me i motivi sono molteplici e legati a tante altre cose.

  83. Seb

    Norm, amaramente, ne convengo!
    Non è nemmeno un bel segnale sulla vitalità della città, il Venezia calcio, con una squadra di centro classifica in serie B, che fatica a raggiungere il 3000 spettatori.

  84. Bill

    Per dare dei numeri (ciao Dado) nello scorso campionato la media spettatori è stata di 3956,Milano la prima con c.a. 7200,pur con un bacino di utenza di c.a. 2000000,Venezia è prima con un tasso di riempimento del 90% poi se siamo tutti anzianotti questa è un altra faccenda,diciamo che è un po’ tutto il movimento che non sta’benissimo…

  85. norm nixon

    Bill….Treviso ha un impianto di 5000 posti e lo riempie sistematicamente con 4000 abbonati, Trieste ne ha uno ancora più grande e lo riempie. Bene, la squadra campione d’Italia ne ha uno da 3500 e non fa sold out (dovrebbe essere ad ogni partita secondo me…senza discussioni). Stiamo parlando di realtà che gravitano più o meno nella stessa area. Il discorso anagrafico…sono d’accordo con te..è un altro discorso ma resta il fatto che per un motivo o l’altro quel palasport non riesci a riempirlo e quindi capisci che quelle 4900 tessere “sottoscritte” non hanno alcuna valenza pratica a livello di riempimento dei posti.

  86. norm nixon

    Seb…mah ripeto, secondo me è un problema di poca identità e mancata appartenenza da parte di una popolazione che ha sempre più vecchi e sempre meno giovani con il tessuto sociale che è completamente cambiato. E quindi a pochi (a Mestre e a Venezia) interessa realmente il fenomeno Reyer, e questo a prescindere che vinca uno scudetto dietro l’altro o che giochi in serie Zeta!

  87. Seb

    Treviso e Trieste si sono fatti diversi anni di purgatorio. E’ anche ovvio che il ritorno nella massima serie generi entusiasmo. Ricordo che nel 2011, il primo anno di serie A, la Reyer giocava al Palaverde e riempiva il palasport più della Benetton. Ma anche nei primi anni di serie A, l’entusiasmo al Taliercio era a mille. Paradossalmente, quando la squadra è diventata più competitiva, una parte della tifoseria si è un po’ seduta! Non è da escludere che questa strana stanchezza sia stata indotta dall’entrata in politica di Brugnaro. Più di qualche tifoso, che politicamente lo avversa, può essersi allontanato per il fatto che considera la Reyer la squadra del sindaco.

  88. Bill

    Non Seb,che Brugnaro sia sindaco credo non centri nulla,se a qualcuno non piace ti tappi il naso” come disse Montanelli,e la tua squadra la seguì lo stesso,te lo dice uno che ha avuto per quasi 25 anni Berlusconi come presidente…

  89. norm nixon

    No dai Seb…non credo proprio sia questa la ragione. Appoggio Bill.

  90. Seb

    Bill, dovrebbe essere così, ma quando l’avversione politica è più forte del tifo cestistico, addio, non al vero tifoso, ma al simpatizzante! E secondo me ce ne sono e non sono pochissimi!

  91. mau60

    Se parliamo di politica prenderei per il collo gli investimenti scriteriati dei predecessori di Luigi Sindaco. Politici nullafacenti che invece di creare produzione per la collettività si sono impegnati ad ingrassare se stessi e persone vicine. Invece di fare il Mose avessero bonificato tutta l’area che conosciamo si sarebbero create un’infinità di investimenti privati.
    Lasciamo perdere il palasport.

    Interesssnte poi l’articolo del gazzettino ripreso da alcuni di voi.
    Tutti avete ragione. Nessuno torto. E nessuno ha la soluzione. La società ha ormai fatto tutto il possibile. Diciamo che manca il privato che tenti di fare il Palanuovo che avrebbe un indotto anche di altro tipo, quindi con investimento che secondo me si paga alla lunga.
    Ma il fatto che i giovani nn vengono e non vi sia il calore giusto io lo leggo sul fatto che non vi è una connotazione di appartenenza alla squadra.
    I ragazzi oggi non hanno un’autonomia come la nostra di una volta. I social infantiliscono e i genitori pilotano sempre gli impegni di sti ragazzi. E il ragazzo si muove solo perchè il genitore lo fa. Domanda. Quanti migliaia di ragazzi che giocano per la Reyer e satelliti?. Se solo una piccola parte di questi ragazzi fossero portati dai genitori al palazzo forse un po di maggior seguito ci sarebbe e la nuova generazione forse si appassionerebbe.
    Poi ci vorrebbe il palanuovo

  92. Una cosa positiva noto, almeno nella curva dei Panthers la gioventù prevale, aggiungo anche, nella piccola curvetta l’età media è sui 27 anni.

  93. norm nixon

    Bravissimo Mauro. Problema centrato.

  94. paper861

    io lavori nel padovano ed ho colleghi che verrebbero volentieri ma fare 1 ora di coda per uscire dal palazzo lo hanno fatto 2 3 volte e poi col piffero che vengono. Il ns Palasport fa SCHIFO..poareto..così come i vecchi politici che a volte ho votato e col Mose si sono sistemati fino all ultima generazione.Del resto a treviso il bel palazzo ce l hanno ma lo costruì di tasca sua Benetton con l aiuto del ceto politico che non viveva di puerili gelosie..

  95. Nitran-go

    Va ben fioi, scusate, l’articolo sul Gazzettino. Mi pare se ne parli lungamente e da tanto tempo anche qua (magari sarà un caso?) Cosa andiamo ancora a ridiscutere sta roba? Se l’avesse scritto Papetti avrebbe avuto un significato diverso. Ma è un parlarsi addosso fra di noi. Per carità, non dico di non farlo, ma no ghe vegniremo mai fora.

  96. ve66art

    Ancora vanti co sti giornai ande’!!!! Ma scusatemi, date ancora peso a quello che scrivono i giornalisti sportivi? Ma copeve!!! Avete letto le pagelle dei giocatori in relazione alla partita di domenica? Be’, io sono rimasto basito!!! Un voto assegnato solo per quanto fatto vedere nella metà campo offensiva ignorando a piè pari la fantastica difesa. Ma come si può dare una insufficienza a Stone e un 3 a Daye!!! Cazzo questi se ga’ spaca’ el cueo in 4 in difesa per limitare Sassari, poi è ovvio che la lucidità in attacco viene meno!!! O no? Va ben dai assemo perder!!;

  97. norm nixon

    Ve66art..tenendo conto di tutto, tu che voto avresti dato a Stone e Daye? Prima però, per cortesia, togliti i vestiti del tifoso e indossa quelli di uno spettatore neutrale. Dimmi, obiettivamente e serenamente.

  98. norm nixon

    Sempre relativamente a quella partita, contestualizzandola e non facendoti influenzare dalle partite precedenti. Perchè stiamo parlando solo di Reyer-Sassari.

  99. Nitran-go

    Giusto Veart. Rincaro il copeve per tre discorsi: il sold out (guardate a Trento che bel sold out che c’è, noi in coppa un 2000 abbondante lo facciamo sempre, no?); che la gazzetta o la Rai parlino della reyer: ma chi se ne ciava?
    Il terzo discorso arriverà.

  100. ve66art

    Caro Norm, io la penso così: il voto deve sempre, ripeto sempre, essere contestualizzato e relazionato alla prestazione della squadra avversaria. Mi spiego meglio. Se una squadra segna solitamente 90/80 punti e in una partita ne mette 54, non significa che questa squadra ha giocato male, ma semplicemente che ha incontrato un avversario straordinariamente motivato in fase difensiva. Ergo, per queste ragioni, la squadra che ha difeso merita voti altissimi, anche più alti di quelli che avrebbe preso se avesse vinto 101 a 100!!! O no? Capisco i 4 e i 3 se la reyer avesse perduto 80 a 55, allora sì ci stavano, ma così no cazzo! Non si può! Io ho visto la più bella difesa da quando seguo la reyer! Quindi qui, scusami, ma il giornalista, a mio parere, ha cannato! Altro che bau bau micio micio… X Zichichi

  101. norm nixon

    Ve66art..bene, detto questo ti riformulo la domanda. Stracciati le vesti del tifoso e indossa l’abito di uno spettatore neutrale. E cerca di vedere la partita con quegli occhi. Sei una persona intelligente e quindi non è un problema per te sdoppiarti no? Ti chiedo solo questo. Bene che voti avresti dato a Stone e Daye? Attenzione quei voti non vanno sul blog della Reyer eh, non li scrivi per i tifosi della Reyer e nemmeno per la Reyer. Li scrivi per i lettori in generale, ciò che fa qualsiasi cronista..che ovviamente può sbagliare eh. Nessuno ha il dono della verità assoluta. Bene, dimmi che voti avresti dato?

  102. Dado

    Rick.. l’ovvia risposta al tuo post delle 15:51 e’:

    perche’ mancano le Cheerleaders!

    Ma ti pare che i giovani non vengano al Taliercio perche’ i bagni possono non essere pulitissimi? O perche’ c’e’ il chiosco fuori e non il ristorante dentro?

    Siamo sempre li.. MANCANO LE CHEERLEARDERS, …che in realta’ non vuole solo dire ‘Mancano le Cheerleaders’.. vuole dire che il Palazzetto non ricade evidentemente nei posti ‘Cool’ per i giovani. Vuoi Attrarli? Fai un prodotto che piaccia a loro e che ovviamente ruoti intorno al Basket. Fai una classifica di cos’e’ piu’ importaante per i giovani: 1) Cellulare 2) Wi-Fi 3) Aperol spritz 4) Qualche cicca 5) Poter improvvisare scelte trovandosi in gruppo.

    Bene.. fai un cocktail di questi 5 elementi e cosa ti esce fuori? –> Le Cheerleader!! Scherzo dai.. comunque (se sei riuscito a leggere fino a qui) occorre un prodotto fatto su misura dei giovani.

    Ora come ora tutte le modalita’ al Taliercio, dall’ingresso, alla coda, alla cassa, al baracchino etc… (eccetto i biglietti on line) e’ esattamente lo stesso da decenni!!! Occorre svecchiare! Si e’ Svecchiata pure Miss Italia con i suoi 73 anni! (sperando di avere esito migliore).. altrimenti faremo la fine di Sanremo!

    E magari evitando di credere, come per l’M9, che futuro sia prospettare una multimedialita’ alla 2001 odissea nello spazio! La semplicita’ e’ sempre apprezzata, ma occorrono idee.

    I giovani sono cresciuti in una ‘generazione Apple’ dove la semplicita’ guida.. non sono cresciuti con i chitarristi parrucchieri degli anni ’70 e ’80. Trova la loro semplicita’ e con il loro linguaggio e troverai i giovani.

    Poi confermo.. se non fossi basket-dipendente e non sapessi cosa fare la domenica sera con degli amici.. e sapendo che gioca la Reyer.. potrei anche pensarci di andare a vederla.. ma.. ‘rovinare una serata’ per fare coda arrivare al palazzetto e sentirsi dire, ‘spiacente non ci sono piu’ posti’.. mi scasserebbe parecchio,.. per cui magari a prescindere finirei con gli amici al solito pub/pizzeria o simile, giusto per sperimentare qualche posto nuovo visto su instagram e letto nelle recensioni su Trip-advisor.

  103. ve66art

    Norm, mi sdoppio senza problemi, ci mancherebbe! Anzi, mi triplico e poi mi quadruplo pure!

    1) Spettatore ignorante di basket che ha deciso di far vedere una partita, sulla carta stra-spettacolare, al figlio di 12 anni “fancazzista” nel tentativo di appassionarlo ad uno sport
    – Papà, ma che cazzo mi fai vedere, che sport è questo?….questi si picchiano sotto canestro, si maltrattano peggio di te e mamma, sbagliano tutti i tiri, quando un avversario tira fanno di tutto per impedirglielo…sport farlocco babbo”. Il padre – Pierino, hai ragione, per una volta hai detto una cosa intelligente: io a questi giocatori dò un bel 3 e forse a qualcuno un 5 –

    2) Tifoso ignorante a prescindere
    – Partia del casso, 109 punti in do…squadre de mrd, l’anno prossimo no fasso l’abonamento . Un bel 0 a tuti e che a sia finia –

    3) Spettatore esperto di basket. Neutrale. Il classico spettatore raisport delle 20.45
    – Certo che questi difendono bene, però che palle una partita senza canestri, preferisco Brindisi o Trento, magari non difendono, ma caspita tirano da 3 ad occhi chiusi. Io darei un 5 a tutti –

    4) Spettatore neutrale esperto e appassionato di tattica
    – Che difese!!! Che cambi difensivi! E che difesa sul P&R! Bravi! Partita difficile da apprezzare ma tutto sommato bella. Se poi avessero anche tirato bene, bè, allora sarebbe Eurolega e non LBA. Io darei un bel 6 o 7 a tutti. E se avessero pure segnato un bel 10 –

    5) Tifoso esperto e appassionato
    – Cazzo che partion difensivo. Robe da mati! Quante pacche, quante bote, figo! Dò cmq un bel 10 perchè per difendere così ci vogliono le palle e due polmoni come mongolfiere –

    Norm, io sono tra il 4 ed il 5, poi sono punti di vista. Di converso comprendo anche che chi scrive un articolo deve tener conto degli appartenenti al gruppo 1,2,3,4,5 etc etc. Però, viva il signore, un giornalista deve anche educare, insegnare, istruire, fornire degli indicatori ben precisi per permettere a tutti di apprezzare anche gli aspetti più nascosti del gioco e non solo i tiri da 3 o gli alley hop (se scrive cussi?). Io la vedo così, e se la vedo così è un po’ anche colpa tua che con garbo e intelligenza mi hai insegnato a guardare il basket tra le “pieghe” del basket stesso tralasciando gli aspetti macroscopici e “popolari”!!!!

  104. ve66art

    E “do” se scrive senza accento…però a mi me piaxe co l’accento…Capio Zichichi!!!!

  105. norm nixon

    Quindi se ho ben capito avresti dato mediamente a tutti 8…se mi dici che stai tra il quarto e quinto punto. Facendo un media. Giusto? Chiedo eh. Motivando immagino la tua “scelta” con tutto ciò che hai ben descritto. Io ti ho fatto semplicemente una domanda. Dirmi il voto che avresti dato a Stone e Daye. Quindi 8 giusto?

  106. canestrelli

    Io credo che un giornalista sia libero di esprimere i giudizi che vuole e di dare i voti che ritiene più opportuno.
    Piuttosto fa un po’ pena che utilizzi il blog per difendere la sua posizione.

  107. fabrizio

    Norm, i voti a Stone e Daye te li do io, se non sono d’intromissione: a Stone do un 6,5 perche’ in difesa e a rimbalzo si e’ fatto sentire mentre in attacco e’ stato evanescente: gli avrei dato 6 ma gli ho messo mezzo voto in piu’ per la precisione nel passaggio a Watt per il suo tiro decisivo.
    Per quanto riguarda Daye (e Bramos), invece, voto 4 perche’ hamno spadellato alla grandissima e fare un 2 su 20 e oltre tra entrambi complessivamente non esiste proprio!
    Puo’ capitare la giornata no ma sbagliare cosi’ tanto per due giocatori del loro talento non e’ accettabile, fermo restando che trattasi solo di una partita perche’ finora in stagiome sono stati i migliori!
    Contro Sassari comunque i migliori sono stati Widmar e Chappel, voti rispettivamente 7,5 e 7!!

  108. ve66art

    Stone 7, Daye e Bramos 6, Watt 8, Vidmar 9, Filloy 6.5, Tonut 6 (di incoraggiamento), Mazzola 6.5, Denik 6, Chappell 8

  109. ve66art

    Canestrelli, d’accordo con te sul fatto che un giornalista è libero di dare il voto che crede, ci mancherebbe, come ci sta che, in modo del tutto onesto e motivato, mi permetta di dissentire. Poi, che vuoi che ti dica, stasera mi sento un grafomane! (boh..sarà forse un modo per distogliere l’attenzione dal maltempo che infuria e che francamente mi fa paura)

  110. Dado

    Posso chiedere una cortesia? Se scrivete Widmar con la ‘W’, potete scrivere piuttosto Würstel, che almeno e’ più corretto? 😉

  111. Dado

    VeArt.. posso chiederti di argomentare il 6.5 a Mazzola? Solo per curiosità..

  112. norm nixon

    Dado…bene, tu hai la tua vedo.

  113. norm nixon

    Ve66art..bene, vedo che hai dato anche i tuoi….

  114. ve66art

    Mazzola…il tiro iniziale e ha difeso per quel che può. E poi era rientrante!

  115. ve66art

    Cmq Norm, Dado, ripeto. scrivo per divertirmi e rilassarmi, non perchè pretendo di avere la verità in tasca. Ci mancherebbe!

  116. norm nixon

    Ve66art…stamattina mi ha chiamato un amico che ha giocato per anni in serie A e anche piuttosto bene. E che aveva visto la partita. A onor del vero in tivù per cui magari qualcosa gli è sfuggito. Commentavamo il match a spanne. Mi ha detto che se fosse dipeso da lui avrebbe dato a tutti 4 perchè secondo lui non è che il punteggio basso si spieghi col fatto che entrambe hanno difeso bene, ma più che altro col fatto che gli arbitri abbiano lasciato picchiarsi dal primo all’ultimo minuto. Questo mi ha detto, che poi si possa essere o meno d’accordo è un’altra cosa. Questo per dirti che ognuno vede la partita che vuole, anche uno che in teoria (ma anche in pratica direi) il basket dovrebbe conoscerlo profondamente avendolo giocato per anni ad altissimo livello. Il discorso è che tu, e questo non me lo aspettavo, sei partito in tromba mettendola sul piano che tu avevi ragione e chi ha messo quei voti aveva “cannato”, parola tua. E qui è venuto fuori tutto il tifoso che c’è in te. Salvo poi abbassare i toni, perchè non sei stupido, nel secondo intervento. Comunque io ti ringrazio lo stesso perchè confrontarsi fa sempre bene e si impara sempre qualcosa, da una parte e dall’altra.

  117. Nanevianello

    Scusate se proprio non riesco ad appassionarmi sulla querelle relativa ai voti. Su temi triti e ritriti, affrontati ( anche dal sottoscritto) mille volte ( pubblico anziano che non traascina, Palasport, palla contesa e varie altre ) .
    L’acqua alta è arrivata a Venezia a 187 cm . Ora è scesa, ma il picco è preoccupante. Mi hanno telefonato che l’entrata dello stabile dove ho la mia casa in zona San Polo era sommersa fino a metà della prima scala . Non posso ( inutile spieghi il perché) muovermi al momento da Milano. Ma sono preoccupato. Io ero a Venezia quando l’acqua arrivò ad una misura record e la città arrischiò davvero la catastrofe .
    Il governo ha il dovere nella finanziaria che sta varando di mettere dei fondi che possano far completare i lavori del Mose. Ogni volta che vado a Venezia vedo una città sempre più fragile . Minacciata da molte situazioni che non voglio qui elencare. Ma soprattutto dalle maree.
    E’ vero che alcuni deliquenti in passato hanno fatto i vampiri sul Mose. Ma la città non può più aspettare.
    Fate ( facciamo ) qualche cosa per Venezia . Una piccola cosa come ho fatto io. Scrivete un pensiero sul tema qui sul blog. Non dovete pensare sia inutile. Non lo è. Credetemi . Grazie

  118. norm nixon

    Nane…è stata una serata a dir poco complicata e per certi versi paurosa dove molti hanno rivissuto scene già viste…quelle che ti fanno finire in ginocchio. Un pensiero per venezia lo posto volentieri ma la fragilità della città sta nella sua stessa costituzione e per quanto si voglia pensare che la colpa è di tizio o di Caio…credo che non si possano fare miracoli in un contesto del genere difronte a certi eventi naturali. Chi sceglie di vivere a venezia sa che ciclicamente dovrà fare i conti con queste dinamiche. E la stessa cosa è successa stasera a chioggia.

  119. Nitran-go

    Per quanto grave e preoccupante sia l’acqua alta di Venezia, ricordiamo che sempre di acqua si tratta, che poi scende. Niente a che vedere con le alluvioni di acqua e fango che avvengono in molte parti d’Italia raggiungendo anche i 6 metri in cui muoiono anche delle persone. Il Mose è un disastro ambientale, politico ed economico.
    Canestrelli, si glissa e si continua.

  120. Il mio pensiero va a tutti gli amici Veneziani e popolazione tutta, del Mose hanno scritto di tutti i colori, va fatto, non va fatto, serve , non serve ecc., io non sono un tecnico, ma mi auguro che molto presto si trovi una soluzione, detto questo a stasera e forza Reyer.

  121. virusdestroy

    Ciao nane, pur essendo un blog sportivo non si puo’ fare a meno di scrivere in questo momento di venezia sommersa dall’ acqua alta, a parte le questioni di soldi succhiati da vampiri senza scrupoli chi ci governa deve far presto a finire questo contestato Mose, per molti era dannoso ma oggi con il fatto dei cambiamenti climatici dovuti dai menefreghismi di alcuni paesi stranieri e dalle situazioni climatiche di maltempo, venezia sara’ sempre piu esposta a queste situazioni disastrose.

  122. Rast

    Nitran, l’acqua che scende non porta via le paure e non fa diminuire i livelli di ansia e stress che lascia su chi la vive. Sugli anziani innanzitutto, i miei genitori quasi novantenni hanno combattuto contro i pochi centimetri di acqua che sono entrati al piano terra e che ha mandato in corto circuito il congelatore. Non è vero che l’acqua alta passa e va, l’acqua alta resta, segna, si accumula sulla positività umana intaccandola.

    Duri i banchi.

  123. Sono veneziana con casa a Venezia. Non avrei mai pensato di rivivere la situazione del 1966.Sicuramente ho avuto danni nel mio piccolo (riscaldamento, lavatrice e altro) , non mi spavento. Le cose si ripristino. Mi addolora vedere la mia città nuovamente in ginocchio. Chissa’ se riuscirà a superare anche quest’altra mazzata. Sentiremo sicuramente le solite litanie assieme alla lista dei danni. Mose si Mose no… Non mi arrabbio nemmeno più ma non vorrei neppure farmi prendere dalla rassegnazione. Ha da passa’ a nuttata. Poi vedremo come reagire e ruggire siamo pur sempre sotto il segno del Leone.

  124. Nitran-go

    Rast, non volevo minimizzare, solamente ricordare la proporzione del danno rispetto ad altri.

  125. ve66art

    Nane, perdonami, io credo che ieri sera nessuno degli “scrittori” ignorasse quanto stava accadendo a Venezia, anzi, forse, per gli scriventi, il partecipare al blog è stato un modo sano e intelligente per vincere l’angoscia che queste situazioni drammatiche inevitabilmente elicità in noi spettatori impotenti della furia della natura, mai come ora, così “leopardianamente” tiranna. Però questo è un blog di sport ed è giusto che rimanga tale! In merito alla querelle sui voti poi, sappiamo tutti che “xe bueae da bar”, ma proprio perché xe bueae meritano un confronto dialettico leggero e circostanziato, forse insensato, ma non per questo deprecabile! Un abbraccio a tutti coloro che stanno vivendo questa tragedia….

  126. RobertoC

    Admin, perché non chiedere una raccolta fondi al presidente stasera alla gara di coppa per la nostra città e per quelle della città metropolitana che hanno subito i danni?

  127. Nanevianello

    Ciao blog ,

    ringrazio chi è intervenuto sul disastro che ha colpito Venezia. Continuate a farlo. Io ho passato la notte in bianco. Ho notizie terribili da Venezia. E non sembra ancora sia finita, purtroppo .
    I danni mi hanno toccato personalmente. Sono ingenti ma c’è di peggio che una batosta economica . E in definitiva qualche santo provvederà . Un pensiero alla vittima di Pellestrina.
    La natura è feroce, ma l’incuria, la sicumera degli uomini è insopportabile. Il Mose non è la soluzione definitiva. Ma paratoie che si innalzano fino a tre metri ( fosse il Mose operativo e completato ) sarebbero un aiuto con la chisura temporanea delle bocche di porto .
    Io dico che se Venezia dovesse ” sparire” sarebbe un crimine nei confronti dell’umanità. Non la ricostruisci Venezia. Non si può. Ma si può salvarla . La questione non è veneziana o veneta o italiana : è mondiale .
    Due cose ancora . Non è vero che tanto l’acqua ” poi scende ” .Certo, scende ma è salata. Non basta un secchio ed un panno per asciugare. L’acqua salata è micidiale. I danni che provoca sono mostruosi. Ci vorranno anni per rimettere in sesto le case, gli albergi, i negozi, la Basilica di San Marco .
    Infine : le maree cominciarono ad essere un pericolo nel Cinquecento. Non c’è solo l’acqua alta . C’è un bradisismo che da secoli sta facendo sprofondare la città. Per questo il Mose da solo non basta. Ma anche il bradisismo con la moderna tecnologia può essere fermato .
    Nel Cinquecento il Senato della Serenissima aveva ben presente il problema. Si rivolse a Leonardo che allora era il più grande ingegnere esistente. Lui gli mandò uno studio di fattibilità : uno sistemna di paratie mobili. Un Mose. Ma Venezia lo reputò troppo costoso. Pagò a Leonardo il progetto e scelse la via della ordinaria manutenzione .
    Non seguirò questa sera la partita. E per qualche giorno, forse più, diserterò il blog .
    In bocca al lupo a chi si trova in una situazione simile alla mia . In bocca al lupo alla Reyer. Ma soprattutto in bocca al lupo a Venezia .
    E’ un blog sportivo. Ma credetemi, scrivere serve . Non smettete .

  128. Seb

    Danni incalcolabili, altroché! Chiedete a tutti i commercianti, ristoratori, esercenti e a coloro che abitano ai piani terra. Un disastro! L’acqua è entrata nel mio androne. E’ entrata e se ne è andata, sì, ma come diceva Nane, è acqua salsa! Penetra nei muri e tende alla cristallizzazione.
    Ma stasera, malgrado tutto, sarò al Taliercio. Si va avanti!
    DURI I BANCHI!!!

  129. Rijsel

    Le parole di Brugnaro che invitano lo stato a fare qualcosa senza interferenze da parte degli “stranieri”, citando francesi e americani sono assolutamente inopportune per il semplice motivo che noi italiani, Veneti, veneziani siamo totalmente incapaci di gestire il nostro patrimonio storico e culturale con onestà etica! Ci riempiamo la bocca di vuote parole e promesse che sappiamo non poter mantenere. Tutto naufraga nell’interesse di parte con qualcuno che si arricchisce e la comunità che affonda. Perché invece del Mose non abbiamo copiato dagli olandesi? Perché non si sono più scavati i rii? Perché non mettiamo in sicurezza una città come Venezia?
    Una soluzione potrebbe essere quella di affidare il governo della città ad un ente sovranazionale…Venezia è troppo complicata da gestire per un solo paese e noi non ne siamo capaci e neppure degni!!!

  130. Seb

    Ho appena chiamato un fabbro, perché tra l’acqua ed il vento, i cardini del portone d’ingresso hanno ceduto. Mi ha risposto che è disperato perché ha perso tutto e mi ha pregato di richiamarlo tra una settimana. Così, siamo presi!!!

  131. Ostregafioi

    RobertoC sei stato ascoltato.
    Aggiungo che giocare questa sera è giusto perchè è l’occasione per gridare aiuto per Venezia e farsi sentire da più gente possibile.

  132. ve66art

    Nane, sei una persona eccelsa dalla rara sensibilità e intelligenza. Ciò che dici è sacrosanto::scrivere serve. E aggiunfo che scrivere rappresenta per molti l’unica via per raggiungere un minimo di benessere interiore! Scrivere è terapeutico!
    Detto ciò mi permetto di dirti che lasciare una comunità non rappresenta mai una soluzione!

  133. ve66art

    Aggiungo…non aggiunto

  134. Ostregafioi

    Aggiunfo..non aggiunto.

  135. AUSU ROMANO AERE VENETO

    Mi sono ricordato, ora, di un documentario di Indro Montanelli del 1969, tre anni dopo l’alluvione del novembre 1966. Per chi ha tempo e voglia…https://www.youtube.com/watch?v=XmsIYXl55Jw

  136. Sono stata miracolata! Gli impianti di casa mia inspiegabilmente si sono salvacti. Ma i danni subiti dalla città li sento comunque miei. É stata sicuramente una giornata difficile e non è in questo frangente che si possono prendere decisioni. Vediamo se almeno questa volta la cittadinanza si sveglierà dal letargo e si farà sentire. Per quel che può servire.
    Sempre forza Reyer

  137. fabioz11

    Purtroppo non riesco a stare zitto è il mio carattere, altrimenti scoppio, sono resistito anche troppo, sig nitran go, sarai sicuramente un campagnolo che non ha mai avuto per sua fortuna un metro di acqua che corre nel proprio appartamento con tutti i mobili che galleggiano e gli elettrodomestici fuori uso e con pericolo di corto cicuito. Poi se sei fortunato ti entra qualche animalino ciamato ratto, e dopo aver passato tutta la notte alla tenera eta di 70/80 anni buttar fuori con i secchi l’acqua accumulata e che non se ne vuole andare. Si hai ragione dopo tante ore lacqua lentamente scende, ma rimane fango e odore nauseante che se ne andrà dopo mesi. Caro ti auguro solo una cosa, provare per credere

  138. ziolicio

    Ragazzi,
    avete tutta la mia solidarietà, per quello che vale.
    Fatevi sentire, come e quanto più potete.
    Vi sono vicino.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  • Reyer Store >