Umana Reyer Venezia – Famila Schio 74-81

03 Febbraio 2019

Parziali: 15-21; 39-41; 56-60

Umana Reyer: Anderson 14, Bestagno 8, Carangelo 7, Gorini 5, Kacerik 3, Crudo ne, De Pretto 11, Steinberga 14, Madera ne, Gulich 6, Macchi 6. All. Liberalotto.
Famila: Filippi, Fassina, Masciadri 3, Crippa 2, Gruda 25, Battisodo 4, Andrè 8, Dotto 12, Lavender 12, Quigley 15, Micovic ne. All. Vincent.

Davanti a quasi 2000 spettatori, l’Umana Reyer lotta fino alla fine in un bellissimo derby di vertice di A1, cedendo alla fine per 74-81 alla Famila Schio, che aggancia le orogranata in classifica, ma con una partita giocata in più.
Starting five orogranata con Carangelo, Anderson, De Pretto, Steinberga e Bestagno. Nei primi 2’30” si segna poco: Bestagno risponde a Gruda, Anderson (da 3) a Lavender ed è 5-4. Schio alza la velocità e infila un parziale di 0-9 (5-13 al 4’30”). Carangelo, con un gioco da tre punti, torna a muovere il punteggio per le orogranata, ma le ospiti si riprendono subito l’inerzia, col time out di coach Liberalotto sul 9-19 seguito dal canestro di Lavender per il 9-21 all’8’. Il finale di quarto, però, è tutto di marca Umana Reyer: tripla di Steinberga, canestro, recupero e libero di De Pretto e 15-21 al primo intervallo.

All’11’ debutta in maglia orogranata Macchi, con le orogranata che alzano il livello difensivo e completano un break di 14-0 con un gioco da tre punti di Gorini, una tripla di Kacerik e il canestro del 23-21 di Gulich al 13’. Schio riparte da Quigley e Gruda, ma l’Umana Reyer trova una grande Macchi, che subisce due falli (4/4 dalla lunetta), serve un grande assist a Gulich e poi riporta avanti le orogranata (31-30 al 15’30”). Sempre Quigley è in bella evidenza per le ospiti, ma l’Umana Reyer riesce a rimanere a contatto. E’ in particolare Steinberga, dopo una serie di errori nella prima parte della sua partita, la protagonista per il 39-41 all’intervallo lungo.

La partita si fa spigolosa al rientro in campo, senza che nessuna squadra riesca a mettere veramente le mani sull’inerzia. L’Umana Reyer passa avanti con un gioco da tre punti di Steinberga (42-41 al 22’), poi va a +2 con la tripla di Anderson (45-43 al 23’30”). Schio riesce a riportarsi avanti fino a +3 (49-52 al 27’30”), ma le orogranata, con Gulich reattiva a rimbalzo offensivo, è di nuovo avanti al 28’30” grazie ai liberi di Gorini e al canestro di Steinberga, che porta la panchina ospite al time out sul 53-52. Il finale di quarto, però, è appannaggio di Schio, che infila un parziale di 3-8 (per l’Umana Reyer arrivano solo tre liberi di Bestagno) e va avanti 56-60 all’ultimo intervallo.

Il break della Famila continua anche in avvio di ultima frazione, con un ulteriore 0-7 che ridà alle ospiti la doppia cifra di vantaggio (56-67) al 32’30”. Carangelo e Anderson, dopo il secondo time out ravvicinato di coach Liberalotto, ricuciono fino al 60-67 al 34’ e ci vogliono un paio di canestri ad altissimo coefficiente, per Schio, per rispondere all’orgoglio orogranata. Al 35’30” Gulich viene messa ko da una gomitata involontaria di Gruda allo zigomo e la partita per lei finisce qui, con Schio che riprende il massimo vantaggio (+12, 64-76) dopo il tecnico alla panchina orogranata al 36’30”. De Pretto è il simbolo di un’Umana Reyer che non vuole mollare e firma con due canestri il 70-78 al 38’ e poi il il 74-80 a -36”. Carangelo recupera anche palla, ma fallisce il sottomano del -4 e le speranze orogranata si spengono qui, con Dotto che chiude dalla lunetta 74-81.

18 Commenti in questo articolo

  1. RICK DARNELL

    Settimanona per Liberalotto

  2. norm nixon

    Mah sto aspettando Fabrizio da un momento all’altro perchè so che gli prudono le mani. Sai cosa c’è…siamo sempre lì. Le partite che veramente contano questa squadra non le vince mai. E torniamo sempre al solito discorso. Mi dispiace solo che in questi anni, proporzionalmente alle altre squadre, la Reyer abbia investito veramente tanto raccogliendo il nulla. Ha acquistato veramente tante giocatrici, credo di qualità, credo. E quindi mi auguro che almeno quest’anno riesca ad arrivare in finale che sarebbe il minimo sindacale per come la vedo io. Nel senso che disputare la finale con Schio non sarebbe certo un’impresa ma la assoluta normalità in linea con i valori del campionato.

  3. Leonesso

    Liberalotto incapace di leggere la partita. Schio ha giocato come ha voluto.

  4. Paolo Miro

    Cruda gomitata involontaria un cazzo. Andava espulsa!
    E visto che era involontaria perché allora non è andaata a scusarsi e/o a sincerarsi drlle condizini drlla Gulich?
    Che schifo. Vabbé voler vincere a tutti i costi, ma non antisportivamente. Ci vendicheremo.

  5. bagigio

    Paolo, scusa,ma non è cruda gomitata bensì Gruda da una gomitata involontaria a Gulich….

  6. bagigio

    Poi se era involontaria o no non lo so….

  7. Paolo Miro

    Vabbé scusa per la C invece che la G. G di Gomitata: assolutamente volontaria. Una carognata. Dovuta all’insofferenza per la marcatura asfissiante ma corretta.

  8. fabrizio

    Onestamente sulla sconfitta di ieri c’è poco da dire: loro si sono dimostrate nettamente superiori, con giocate da Eurolega soprattutto da parte delle straniere che sono di altra categoria rispetto alle nostre!
    Con un pò di fortuna e con qualche gestione dei cambi diversa (io avrei lasciato, per esempio, la Macchi un pò più in campo durante la sua prima apparizione perchè mi sembrava in striscia) probabilmente avremmo potuto conservare la differenza canestri ma portarla a casa mai perchè loro mi hanno dato l’idea di essere sempre in un relativo ma tranquillo controllo della situazione e quindi complimenti a Schio per la meritata vittoria.
    Ora con l’arrivo della nuova straniera (che a mio avviso prenderà il posto, come rotazioni, della sfortunata Gulich) e con l’inserimento della Macchi sicuramente saremmo più competitivi e anche esperti, arrivando al livello (o, al massimo, un mezzo gradino sotto) di Schio stessa ma il problema resta sempre il solito: Liberalotto, totalmente inadeguato a determinati standard, soprattutto, come giustamente evidenzia Norm, nelle partite che contano dove quasi sempre sistematicamente le canna alla grande, con tutti gli annessi e i connessi!

  9. norm nixon

    Fabrizio….ok. Però messa così sembra che tra schio e umana ci sia un abisso. Nel senso che la tua analisi non dà alcuna speranza alle ragazze in prospettiva di una finale con schio. Parli di straniere nettamente più forti…ok. Se è così inutile allora parlare di possibile scudetto. Chiedo eh. Non so…

  10. Paolo Miro

    Spiacente Fabrizio, ma.sono pronto a.scommettere quel chr vuoi che agli arroganti tifosi Scledensi (che a fine partita ci irridevano) lo Scudetto glielo portiamo via.
    Schio ha una partita in più e non ci toglietà il primato.
    Nella ipotetica Serie di finale non riuscirà a batterci così come ieri. A meno che gli arbitri non lascino che faccian ociò che vogliono, tipo ciò che succede quando nel maschile guoca.Trento. ieri sera soni rimasto veramente irritato.

  11. fabrizio

    Ma scusate, come non do alcuna possibilità alle nostre di vincere lo scudetto? Ho scritto, leggete bene, che con l’arrivo oggi della nuova straniera e con l’inserimento completo della Macchi dovremmo diventare allo stesso livello (massimo mezzo gradino sotto) della Cestaro’s Band e quindi nella serie finale te la puoi giocare sì!
    Certo, avendo purtroppo Liberalotto e avendo loro quel fenomeno della Gruda, considero comunque leggermente favorita Schio (diciamo 60 a 40), però se dovessimo avere il vantaggio del fattore campo l’equilibrio potrebbe essere ancora maggiore e allora con un pò anche di fortuna chissà…….

  12. Paolo Miro

    Fenomeno la Gruda?!? Macellaia volevi scrivere!!!

  13. alcione

    Peccato aver perso di 7 punti così siamo indietro nel confronto diretto però 0/5 della Carangelo da 3 e 1/6 della Steinberga ci hanno condannato, anche l’ultima azione della Carangelo è stata buttata via. Loro hanno vinto grazie alla loro maggior fisicità sotto canestro. Assurdo però che il gioco non sia stato interrotto dopo la super gomitata della Gruda, lo stesso dicasi per il tecnico a Liberalotto, mentre ce n’era uno senz’altro più netto verso l’allenatore di Schio. Molti falli non sono stati fischiati a Schio e certi tipi di contatti sono stati sanzionati solo quando Schio era avanti di 10 punti. ma sarà un caso. La Crippa, tanto per dirne una che picchia, ha certamente fatto qualche fallo in più. Ma lasciamo perdere.
    Sono d’accordo con Paolo Miro dobbiamo vincere lo scudetto (e anche la Coppa Italia) per l’arroganza dei tifosi scledensi e anche della squadra. L’innesto di Latoya Sanders e di Chicca Macchi potranno essere decisivi, anche ritrovando quella voglia di lottare su ogni palla vista nell’andata contro Montpellier. La brutta uscita in Eurocup potrebbe però avere un elemento positivo: quella di non dover lottare su due fronti, anche ieri si sono viste le scorie fisiche e mentali della sconfitta in Francia. E negli ultimi finali di stagione la squadra è arrivata con il fiato corto anche perché a tirare la carretta erano sempre quelle. Quest’anno la panchina è un po’ più lunga e c’è maggiore esperienza. Adesso la squadra deve vincere tutte le partite della regular season e finire automaticamente prima visto che Schio ne giocherà una in meno.

  14. Paolo Miro

    Già. E contraramente a quanto asserisce Norm il tutto non è affatto scontato. Nemmeno con panchina lunga e Top players. Il campionato maschile insegna su questo lato.
    Mentre esso avrebbe da inparare dallo spirito profuso in quello femminile dove ci saranno poche squadre e di queste solo 3-4 competitive ma la pasta è forte e la grinta impareggiabile.

  15. ma con l’arrivo della Sanders adesso la Gulich (o altra straniera) deve stare fuori, giusto?

  16. Paolo Miro

    Lorenzo….la Sanders credo debba ritenersi Comunitaria non USA essendo nata in Germania, mentre la Goree era Stlaunitense e poteva giocare solo in Coppa.
    Poi che la Sanders ve valga 2 di Gulich è un altro paio di maniche (sempre se QUALCUNO di dovere la valorizzerà come necessario….)

  17. Giacomo

    Paolo, ti stai sbagliando nel campionato italiano possono giocare al massimo 3 straniere, quindi un va in tribuna.

  18. oile

    Spero che con questi due arrivi la musica cambi….il guaio è che il direttore d’orchestra non mi dà fiducia…nella peggior dell’ipotesi che la dirigenza si svegli….

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •