Umana Reyer Venezia – Passalacqua Ragusa 92-65

29 Novembre 2020

Parziali: 31-15; 59-43; 78-56

Umana Reyer: Bestagno 12, Carangelo 14, Pan 3, Natali, Anderson 16, Petronyte 20, Fagbenle 10, Meldere, Attura 11, Penna 6. All. Romano.
Passalacqua: Romeo 1, Trucco 8, Tagliamento 7, Bucchieri 2, Tikvic 8, Marshall 15, Nicolodi 3, Santucci 11, Kuier 10. All. Recupido.

L’Umana Reyer si conferma solitaria capolista imbattuta della A1 femminile, battendo nettamente, 92-65, anche la Passalacqua Ragusa. Un risultato che consegna già matematicamente alle orogranata anche la qualificazione alla Coppa Italia.

Fagbenle rientra ed è schierata in quintetto da Romano (sostituto dell’indisponibile coach Ticchi) con Carangelo, Anderson, Penna e Petronyte. Sblocca il punteggio una tripla di Marshall, ma poi è un monologo dell’Umana Reyer su entrambi i lati del campo. L’ottima difesa orogranata mette pressione sulle avversarie, costringendole a tiri non facili e recuperando anche 3 palloni. Da qui nasce il parziale di 23-0 in poco meno di 5’, con tutte le ragazze veneziane coinvolte nell’azione, che riesce ad alternare giocate per servire le lunghe e buoni tiri dalla distanza. Dal 23-3 al 6’, Ragusa prova a riavvicinarsi (25-10 al 7’30”), ma l’Umana Reyer è in controllo e chiude il primo quarto 31-15.

Le squadre si rispondono colpo su colpo in avvio di secondo periodo, quando per le orogranata funziona alla perfezione l’asse Pan-Fagbenle. La Passalacqua si affida al tiro da 3 per provare a limare qualche punto di ritardo, anche se la rimonta siciliana si ferma sul 41-28 al 14’. Dopo il time out di Romano, l’Umana Reyer torna infatti a riprendere in mano l’inerzia, trovando in Anderson la principale terminale offensiva nel break per il 50-33 al 17’. Ragusa ha un altro sussulto (53-40 al 19’), prima del terzo fallo di Tikvic, con il finale di tempo però nuovamente di marca veneziana. È Attura, con due liberi a tempo scaduto, a mandare le squadre negli spogliatoi sul 59-43.

L’intervallo lungo non cambia le cose: le orogranata mantengono alta la concentrazione e allungano subito sul 69-45 al 23’. Petronyte si conferma dominante con l’Umana Reyer che tocca il 77-49 al 26’30” con la tripla di Pan. Nel finale di quarto, Ragusa ha un’altra piccola reazione d’orgoglio, chiudendo il terzo periodo sul 78-56.

La nota negativa, in avvio di quarto quarto, è la botta alla testa che toglie dai giochi Fagbenle. In una partita ormai incanalata, si segna col contagocce (81-56 al 32’, poi 81-58 al 34’30”). Carangelo e Bestagno danno il là al nuovo allungo orogranata, con Anderson che fa 91-60 al 36’30”. A questo punto, manca solo il finale, che sarà 92-65 per l’Umana Reyer.

Umana SpaErreàSetten GenesioMaserIl GazzettinoAlleghe sul lagoOrler TvCucina NostranaACTVAntolini Motorsjesolo.itDesparMSCQuid Hotel Venice MestreSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalJVF Jewel Virtual FairPalakissIMPRESA PASQUAL ZEMIROEuroLeague TVIntesa San Paolo Rbm Salute

134 Commenti in questo articolo

  1. Ostregafioi

    Grandissime, veramente due spanne sopra tutte. Cartellino nero invece allo team tecnico dello streaming che per tutta la partita non è riuscito a risolvere il problema dell’audio che arrivava in anticipo talvolta anche di 5 secondi sul video.

  2. canestrelli

    Brave le nostre giocatrici che hanno condotto nettamente l’incontro e non sono mai apparse in difficoltà.
    Mi permetto un commento sulla telecronaca. Più che una telecronaca a me è sembrata una radiocronaca. E poi quel martellante Umana Reyer, ripetuto ogni cinque parole, come se non si sapesse chi sta giocando. Il telecronista dice Umana Reyer più di quanto Zaia dica Noi Veneti.

  3. Leonesso

    In laguna in questi anni sono passate diverse brave giocatrici, alcune davvero fortissime. Ma quest’anno c’è qualcosa di diverso che va al di là della capacità tecnica. Io queste ragazze le vedo forti in primis nella testa, solide, determinate, sempre sul pezzo, affamate dal primo all’ultimo minuto di gioco. Non so cosa sia cambiato nel gruppo rispetto al passato, quale alchimia si sia creata tra di loro, ma il cambio di passo è evidente. Insomma: vederle giocare è una gioia per gli occhi e di questo ringrazio loro e la società.

  4. Paolo Miro

    Ripeto: dal vivo ancora più impressionanti per determinazione, peso tecnico e prestanza. Felice di averle potute ammirare. Complimentoni!

  5. Dado

    Congratulazioni Ragazze!!

    Primo quarto e ultimi 5 minuti Davvero STELLARI sia in attacco che difesa. Il 23-0 è stato pazzesco.. Gli altri 25 minuti molto bene comunque e sempre in controllo.

    La vostra capacità offensiva è pazzesca.. e la determinazione in difesa incredibile! Avanti Così!!!!!

    BRAVISSIMISSIMEEEEE!!!!!!!

  6. Dado

    Leonesso..

    I fattori sono molti.. le altre annate spesso in doppia cifra ci andavano solo 2-3 (spesso Steinberga, Anderson ed un’altra).. oggi abbiamo avuto 6 (sei..) ragazze in doppia cifra!

    Inoltre tutte sono molto.. ma MOLTO più convinte, a partire dalla capitana BESTAGNO, e poi Carangelo.. e la stessa Petronyte, molto più solida dello scorso anno.. oltre Fagbenle da una maturità in campo che non avevamo e Anderson è semplicemente più forte delle precedenti.

    Poi c’è un discorso di Talento.. mai cosi tanto come quest’anno.. e fame agonistica.. pure quella mai come quest’anno.

    Beh poi L’Allenatore.. il gioco è molto più sofisticato e corale (e funziona!), e la difesa molto più aggressiva.. Gli anni scorsi c’erano delle voragini difensive da far paura!

    Senza Scherzare.. se fai giocare la Reyer (solo Italiane) con il resto della Nazionale Italiana femminile.. sono convinto che la spunteremmo noi.

  7. Nanevianello

    Le ragazze hanno suonato la nona con grande perizia…musicale. Che bello vederle giocare !. Che brave. Spero prima che finisca la stagione di poter essere accanto a Paolo una domenica per ammirarle dal vivo. Mi piacerebbe molto. Così con Paolo potremmo parlare anche di chitarra e tamburi. Come avevo scritto nel post del .. maschile e che Paolo non credo abbia visto essendo, mi pare di aver capito, al Taliercio.
    Ciao Dado, bello il tuo raccconto. A Milano c’era il Capolinea sui Navigli. Un’altra volta racconterò di una mia esperienza in un fantastico locale ( solo jazz) di Berlino. Abbiamo avuto la fortuna di vivere una stagione non comparabile per la musica. Con Jannacci e de Andrè, Tenco e Paoli, Battisti e Vasco, Gaetano e de Gregori ( solo per citarne alcuni, in Italia ). Ma quando mai si rivedrà un altro Elvis, altri Beatles, altro Bob Dylan, altro Jimi Hendrix ? Poi il jazz : ho i 33 giri di Krupa e Max Roach ( da giovane sbattacchiavo malissimo la batteria ) e di tanti altri. Che artisti, che locali, che stagione indimenticabile . Anche perchè eravamo giovani. Giovani come i giovani di oggi non potranno mai essere. Ma non per colpa loro. La loro gioventù, in parte gliela abbiamo rubata noi. Ma questo sarebbe un discorso lungo.
    Brave Leonesse. E Duri i banchi. Sempre .

  8. ve66art

    Semplicemente un altro pianeta!!!!

  9. ve66art

    Nane, leggevo il tuo post e ascoltavo Leonard Cohen “I’m your man”. Solo e unicamente vinili a casa mia! Altro argomento di cui parlare anche con l’amico Nitran….

  10. Ary

    Nettamente superiori , partita sempre in controllo e Petronyte fa ciò che vuole sotto canestro.
    Poi bravissime bestagno, Attura e qualche assist chicca di Pan sotto canestro.
    Poi farei immediatamente scambio di percentuali sui tiri liberi con i maschietti. Cmq giocano veramente bene e sono determinatissime

  11. Nanevianello

    Ve,
    che grande interprete. Che voce, che testi. Sai, ogni volta che sento Alleluja mi commuovo per la musica. Anche se il testo è abbastanza criptico. Io l’ho sentito cantare dal vivo, Cohen ai citati Arcimboldi a Milano : da pelle d’oca . Senti : ho letto e riletto . Su Ernst Von, sono in crisi. Mamma quanto è difficile. Riproverò. Ciao

  12. Paolo Miro

    Ciao Nane. Sì ero a Palazzo (e penso mi si sia visto inquadrato più volte pure dietro al canestro lato entrata peincipale) e non ho potuto leggere il tuo intervento di ieri pomeriggio. Rimedierò. Quanto al rendez-vous….volentieri. La mia perplessità è nei confronti di questa situazione irremovible che non lascia visibilità nemmeno a pochi giorni. Figuriamoci a qualche mese. Speriamo.

  13. ve66art

    Nane, riprendi Popper e la conoscenza soggettiva e oggettiva e rinfresca wittgenstein

  14. Paolo Miro

    VEart66 go più de 300 vinili.
    Se ti vol femo qualche scambio… Ciao

  15. norm nixon

    io invece ho piu’ di 300 vini…senza “li”. E non faccio scambio.

  16. ale70

    Complimenti ragazze ottima prova di forza!

  17. ve66art

    Miro, non faccio scambio. Sono un collezionista da anni ed ho…diciamo qualche migliaio di vinili. Ne vendi?

  18. Bill

    Quest’anno la Reyer Femminile è troppo forte per il campionato Italiano,facile il paragone con l’Olimpia:per come stanno giocando il campionato possono solo perderlo loro,non vedo avversarie,invece il confronto interessante sara’quando potremo vederle in EuroCup,lì i “pesi” sono molto diversi.
    Nane,al Capolinea ricordo indelebile il concerto di Miles Davis,poi non dimenticare gli storici “Le Scimmie” in Ascanio Sforza,abitavo lì vicino,il mio preferito e il “Tangram” in via Pezzotti,sono stato alcune volte ora al “Blue Note” ma l’atmosfera è completamente diversa.

  19. Paolo Miro

    VEart….era per dire. Anch’io collezionavo i vinili e sono molto affezionato ai miei. Complimenti per la tua cillezione!
    Io diciamo che l’ho limitata per il fatto che lavorando in radio avevo sempre tutto ció che volevo a portata di….ascolto 😉 (e subito).

  20. Paolo Miro

    Bill…”Capolinea” il titolo di uno dei più bei album dal vivo del Banco! Imperdibile

  21. Paolo Miro

    L’aspetto che mi rattrista sono gli spalti vuoti. Anx3he ieri sera. Con lo speaker che più o meno coscientemente annunciava ad altw voce i nomi delle atlete come quando c’è il pubblico. Surreale. Ma vero

  22. Nitran-go

    Anch’io sono molto curioso di scoprire la cillezione di Ve66art.

  23. Paolo Miro

    Ahahahahah! M’era sfuggita.

  24. Io ho una cillezione di Urania non in vendita.

  25. Dado

    Bill, Nane.. a volte non occorre andare neanche molto lontano o indietro..

    In quegli anni il talento sgorgava impetuoso.. e alla portata ($).

    Ricordo a 15 euro.. Concerto di Dave Brubeck in quartetto al Teatro Olimpico (2004?), con triplo Bis.. e teatro che è ovviamente esploso su ‘Take 5’, anticipato da concerto di un ora di Enrico Rava accompagnato da un giovanissimo ma già stratosferico Stefano Bollani al piano.. introdotto da Rava come ‘uno dei pochi miracoli che accadono ogni tanto in Italia’..

    Era come dire.. vedere per 15 euro Prima il Derby Milano-Cantu.. dei Meneghin-McAdoo-D’antoni vs. i Marzorati, Riva e co. E poi i Lakers di Magic vs i Celtics di Bird..

    Oggi con 15 Euro se va bene vedi Bollani da solo. Vabbè…

    Oppure Per 12-15 Euro.. Michel Petrucciani in Trio con Steve Gadd a Jesolo a piazza Aurora..

  26. Ary

    Mi dispiace norm … Ma mi considero il collezionista vinario piu importante probabilmente in provincia… Cantina privata di 24 mq2 , 2000 bottiglie tutte catalogate e con temperatura e umidità controllate. La più grossa collezione di barolo, barbaresco , boca e tutto il Piemonte in primis (miei vini preferiti). Ma cmq presenti più o meno tutti i vitigni italiani, anche i più sconosciuti. Vuoi bere un vino da uva turca ? (È uva del bellunese/Trentino non che viene dalla Turchia) si c’è!. O un pallagrello campano ? C’è. Prosit ! Sempre

  27. Dado

    Norm.. ad Ari questa volta non gliela dai a bere.. 😉

  28. Bill

    Dado,Michel Petrucciani,emozione pura…

  29. Paolo Miro

    Ormai se partii. Ahahahahah!

  30. Paolo Miro

    Magsri ogni tanto ricordeve de scriver qualcossa de basket. Se no i puristi se incassa…

  31. Ary

    Ahahahah grande dado! Non è mica una gara dai…. È la mia più grande passione da sempre, credimi nessuno ci mette tanta buona volontà, impegno e anche tasca! Per esempio a me dei vestiti, di marche e altre c….e varie non mi interessa nulla.

  32. Ary

    Condivido anche con Bill il pensiero su Michel…. Tanto sfortunato quanto geniale …. Un grandissimo e purtroppo sfortunato artista

  33. Ary

    Hai ragione Paolo !!!! Allora per non far incazzare i puristi dico che di Ragusa mi sono piaciute Marshall e Tagliamento. Ma le nostre non una, ma due spanne sopra. Io credo che quest’anno , salvo grosse sfortune questa squadra non avrà problemi a vincere il titolo. Sperando che ci possa essere il pubblico per i playoff. Voglio crederci

  34. Nitran-go

    Ary, dimmi come si fa a venire nella tua azienda. I miei rossi preferiti sono il Barbaresco, il Gutturnio (fermo) e il Morellino (Sicomoro). Come bianchi diciamo intanto Lugana e Sauvignon. Se hai anche dell’arancetta posso portare l’amico Ve66art.

  35. Nitran-go

    Con buona pace dei puristi.

  36. norm nixon

    Ary complimenti…io ho una “collezione” molto ridotta rispetto a te che però anno dopo anno rimpinguo e che mi faccio ovviamente bastare. La mia “cantinetta”, per le mie esigenze, va bene così. Ho frequentato un paio di corsi e sono prevalentemente un autodidatta.

  37. Tifosomediomona

    W i vinili e W il vino
    W i monili e W ….!!!

  38. Paolo Miro

    Signor…come se semo ridotti…
    Sensa contar queo che go scrito mi su staltro Post de la partia co OlImpia par risponderghe a Nane 🙂
    Ah…scordavo: tra i Rossi el me preferio xé el Negroamaro (secco), e tra i Bianchi el Frascati (amabile). Hic!!

  39. Collezione completa di Tavernello, non in vendita.

  40. Bill

    Mi inserisco in questa classifica indicando tra i rossi il Merlot di Venica,e tra i bianchi il Regaleali di Tasca d’Almerita,del resto in questo periodo un buon bicchiere…

  41. Dado

    Fioi.. me sa che potremmo aprire allora in società un’enoteca Jazz, e magari chiamarla ‘The Blog’ 😀

    Volendo ragionare più in grande (soprattutto se mancassero le finanze..) potremmo proporre al nostro santo Patron, Di avviare il brand Umana-Reyer anche in ambito enogastronomico e culturale, e aprire quindi l’Umana Reyer Jazz&Cultural Club.

    Come location si potrebbe pensare alla conversione di un Ex. fabbricato industriale a Marghera, magari ai PILI! 🙂 chissà che sia un primo passo e d’incontro.. visto che alla storica opposizione (del Palazzetto) Vino, cultura ed ottima musica non sono mai dispiaciuti.. 😉

    P.S. Ovviamente con squadra di Basket del dopolavoro..

  42. Ary

    Nitran io possiedo poco più di 1 ettaro tra Quero ed Alano frazione Campo, di fronte a Valdobbiadene. A Marzo mi sono regolarizzato e ho inglobato in tutta l’azienda il mio primo terreno che avevo comprato da hobbysta, poco più di 1500 effettivamente vitati. Poiché in questi anni questi 1500 metri mi hanno dato buone indicazioni ho deciso di acquistare altra terra e diventare un micro produttore. È poco più di un hobby e con questo non posso certo vivere. E allora sono tornato a fare l’agente di vini. Ma la cantina che parlavo.prima è privata e sotto casa mia a Venezia destinata al mio consumo . Ovviamente ho etichette molto vecchie e per essere tenute bene vanno climatizzate. Con la mia aziendina partirò ufficialmente dal 2022, anno in cui potrò vendere poiché le piante sono state messe a dimora quest’anno. Speriamo bene ! @norm il vino deve essere così come dici, non serve essere professori, è una bevanda conviviale e di piacere edonistico. Così come il buon cibo e fai benissimo a tenerli così. Se vi serve qualche umile consiglio sempre a disposizione. @dado è una idea niente male…..

  43. Nanevianello

    Direi che siamo una bella squadra. E la proposta cultural-musical-enigastronomica di Dado dovrebbe far drizzare le orecchie al patron Luigi, sempre attento al ” collaterale ” cestistico.

    Paolo : io non ne possiedo molti di vinili, forse un centinaio. E una cinquantina di 78 giri di opere che mi ha lasciato mio papà, melomane, che non si perdeva un’opera alla Fenice . Durante un viaggio negli Usa, ad un mercatino di Portland ho trovato il vinile di un gruppo anni Sessanta che non conoscevo. I ” The Champs ” , davvero particolari.Forse tu li conosci .

    Ve66art : amico mio sai cosa ti dico ? Se devo infilarmi in Popper, allora preferisco Kant, l'” originale ” che frequento dai tempi del liceo. Ma credo di aver capito cosa ti affascina. Credo di aver capito il senso del tuo ” divenire “. Credo.
    Popper era un mito durante i miei anni universitari. Leggerò ancora Ernst Von, ma da quel poco che ho intuito ( non sono uno sprovveduto, ma confesso di averci capito poco ) mi pare sia la fotocopia ( sbiadita, amio parere ) di Popper. Forse avrò una illuminazione e cambierò parere .

    Dado : grande Brubeck. L’ho ascoltato a Milano . Una volta a Parigi. ” Take five ” prima versione con la batteria di Morello è un pezzo strepitoso. Per Villa, ti segnalo che oggi ” Il Giornale ” le ha dedicato un pezzo. Certo che chi la prende si assicurerà un talento strepitoso.

    Bill : già Miles Davis . Ma che fortuna abbiamo avuto ad ascoltarli dal vivo, nelle indimenticabili atmosfere di quei locali ? Rammento all’inizio degli anni Settanta, il Derby dove si faceva il cabaret e dove passavano quelli che sarebbero diventati i migliori, da Cochi e Renato a tutti gli altri. E Moriggi, dove si mangiava pane e salame con un bicchiere di vino e dove se avevi fortuna qualche volta a tarda sera arriva Jannacci con la sua chitarra . Poco distante c’era ” La Parete ” che teneva aperto fino alle due e oltre del mattino. Per i nottambuli. E per quelli costretti dal lavoro a fare tardi. Era una Milano incredibile. Con tante realtà che non ci sono più. Come la Libreria dopo le Colonne di San Lorenzo, verso Porta Genova dell’anarchico Primo Moroni. Che ho conosciuto. E dove trovavi a cercare tra gli scaffali ( anche edizioni clandestine ) personaggi insospettabili della cultura e della politica di quella stagione .

    Ary : scrivi musica per il mio palato amante dei ” rossi ” . Quindi ti chiedo di aiutarmi, se potrai .
    Gli anni sono quelli a metà del Sassanta . L’Università non ha ancora contestazione e vige la goliardia. La festa delle matricole è un evento. Chi ha meno ” bolli ” paga in osteria per tutti. I cappelli sono zeppi di cianfe rigorosamente rubate : da un treno, da una edicola, da un negozio. Sul cordone del mio è ancora appesa ( con una zampa di conoglio lucrata da un negozio e un fischetto rubato ad un arbitro ) una stelletta di Mercedes, trafugata da una vettura davanti al Posta a Cortina. Il ” sogno ” era il giaguaro della Jaguar ma non si poteva, visto che era ( già allora ) saldamente imbullonato al cofano. Al contrario della stelletta che era ” ancorata ” attraverso una molla facile da rompere . Beh, all’epoca ero praticamente astemio. Mi introdusse ai piaceri di Bacco, un mio compagno di corso. Quando dopo le lezioni finivamo in qualche bacaro di Padova a giocare a tresette. Il vino è un Gattinara. Mai più ritrovato. Non rammento il produttore : etichetta color tortora e scritte in rosso cardinale. E’ tutto quello che ricordo, oltre al fatto che era superlativo . Anno il 62, forse il 64 . Di più non so dirti. Ma se tu avessi una illuminazione in proposito, beh con qualche elemento in più, potrei cercare di scovare un paio di bottiglie in qualche asta .
    Se riesci ad aiutarmi mi fai un regalo. Grazie .

  44. Nanevianello

    Eno: mannaggia alla fretta

  45. Ary

    Nane come sempre esalti tutti con i tuoi racconti e il tuo bagaglio culturale. Allora io credo che il vino che cerchi sia la cantina Antoniolo, una delle più vecchie assieme a Travaglini . Se fosse stata annata 1964 avresti bevuto una bomba!!!! Forse la migliore annata di sempre in Langa e in generale in tutto il Piemonte . Perché Gattinara, Ghemme, Carema non sono poi tanto meno. Magari più esili, ma sempre della magia del nebbiolo parliamo. Altrimenti potrebbe essere anche la prima annata in commercio di Franchino, piccolo produttore (ancora vivo il titolare Mauro) ma che ha fatto sempre altissima qualità! Io di 1964 sono riuscito a bere Borgogno e Giacosa e le ricordo come fosse ieri…. Sublimi!
    Nane potrebbe anche essere una bottiglia di un’azienda che non esiste più. Ma io credo che fosse Antoniolo. Le etichette ora sono più bianche ma il logo è identico.

  46. Nitran-go

    Mi pare ci siano i presupposti per un salottino culturale in senso ampio. Non perdiamo quest’occasione quando sarà finita questa cosa, di mandarci anche a cagare, però di persona.

  47. Nanevianello

    Ary sei una….bibbia . Grazie .

    Nitran : di persona . Di persona. Di persona…cacchio.

  48. Paolo Miro

    No ghe la fasso più. So tronco! Hic. Groan.

  49. Paolo Miro

    E il siparietto mi sa che sarà non culturale ma baccanale 🙂

  50. Paolo Miro

    Macxhé siparietto! Salottino.
    Ve lo go dito che so tronco 😉

  51. Ary

    Senz’altro nitran . Con molto piacere …. Manderemo a cagare solo il covid !!!

  52. Dado

    Nane.. sul discorso Villa.. che dire.. se continua con lo sviluppo arriverà all’EL e forse WNBA presto, vedremo. Chissà faccia prima o poi un break pure in orogranata!

    Nel frattempo che si prepara l’arredo per il salottino.. vi siete visti Italia-Russia? Ma Tessitori? A parte i 27 pt e 8t.. ma che movimenti..!

    Caspita sogno ancora il Daye-Fotu in 4 e Watt-Tessitori in 5 in LBA, + Vidmar in coppa.. occorre ‘Tessere’ Possamai!

  53. Paolo Miro

    No. Me ne sono scordato. Hanno vinto?

  54. Ary

    Nane sei troppo buono…. Solo tanta passione credimi… A me non è mai piaciuto lavorare ma non per la fatica eh… Sia chiaro… Perché ho trovato apre assurdo perdere tempo su cose che non mi interessano…. Anche quando guadagnavo discretamente. L’unica cosa che faccio veramente volentieri è questa. Sono abbastanza sicuro che ce la farò. Almeno ci provo o dovrò vivere con un altro rimpianto, dopo quello sportivo. Se avessi avuto una testa saggia da giovanissimo quasi certamente avrei combinato qualcosa. Almeno era quello che mi dicevano tutti. Diciamo che mi sono divertito, non rimpiango nulla , ma un po’ imbecille lo sono stato . Anche qualcosina in più dai

  55. Dado

    Si Paolo 70-66.. con i nostri belli tostini.. peccato non aver avuto nessuno dei nostri nella mischia

  56. Dado

    I secondo ‘nostri’ era ovviamente orogranata..

  57. Dado

    Consideravo che Sacchetti con la nostra Nazionale ha ancora credibilità e trasferisce ai giocatori ancora una certa garra agonistica. Con la Fortitudo pare non riesca a trasferire alcuna convinzione. Che derivi dal persistere dell’ombra di un divorzio mal digerito..(?)

  58. Nanevianello

    Finito di vedere ora la Nazionale. Super Tessitori in attacco. In difesa sempre rivedibile. Ottimi Pajola e Spissu. Ma anche Ricci mi è piaciuto.

    Ary : ce la farai certamente. Ne sono convinto. Competenza e passione non ti mancano. Non avere rimpianti. La vita è strana. E ti indirizza là dove magari non pensi saresti mai andato.
    Grazie per il Gattinara ( che cercherò ) e in bocca al lupo per il tuo lavoro .

    Voglio raccontare ( e spero sarete tolleranti ) una cosa personale. Un discorso che stasera ho fatto a tavola con mia moglie. Le ho detto : ” Sai, il blog della Reyer dove scrivo ? E’pieno di belle persone . Con competenze diverse . Tutti non mancano di fare arrivare il proprio contributo, ai vari dibattiti. E tu non sai quanti siano . E quanto diversi.Il basket ma anche la cultura, la politica, i ricordi di ognuno, inevitabilmente da un anno, il covid. Non conosco quelli che scrivono. Se li dovessi incontrare per la strada non li riconoscerei. E loro non riconoscerebbero me. Eppure ho imparato a conoscerli per quello che pensano e scrivono : li sento amici.
    Ho raccontato che Ary mi ha indicato quel Gattinara. Lei c’era quando frequentavo l’università. Stiamo assieme da sempre . Se la salute ci assisterà celebreremo, tra qualche tempo, le nozze d’oro . Le ho detto : ” Confrontarmi con questi amici senza volto è un conforto in questa grigia stagione. Tra l’altro , ogni tanto, qualcuno scrive in venexian e la cosa mi fa sentire bene “.
    Noi a casa abbiamo smesso di parlarlo . Però quando andiamo a Venezia, torniamo a farlo . Con gli amici e i bottegai a Rialto.
    ” Sono contento- ho detto ancora a mia moglie- di essere approdato anni fa sul blog. Ho imparato a conoscere persone di valore : persone vere. Posso dire che ci sentiamo una comunità. Quasi una famiglia ” .
    Le ho raccontato dell’idea del club musical, cultural, enogastronomico. Mi ha detto : ” Dovesse andare bene , potreste finire sul giornale. E’ una bella idea “. Mia moglie è una donna pragmatica : se lo pensa lei potrebbe funzionare.
    Tutto qua. Ho sentito l’esigenza di condividere con voi questa cosa. Spero di non avervi troppo annoiato.
    Vi ringrazio tutti. E vi abbraccio .Ciao

  59. Ary

    Nane mi commuovi, sul serio ! Ciò che dici è vero. Tu non annoi mai, sei un grande !

  60. Ary

    Tessitori nel blog , è stato decantato e proposto per la Reyer. Sarebbe stato perfetto. Poi si è virato su Fotu che ,come unica colpa , è straniero. Per il resto perfetto al gioco Reyer. Spesso nel blog i suggerimenti erano giusti, così come le bocciature (vedi Udanoh o Filloy). Poi magari c’è troppo trasporto perché si è tifosi, ma qui c’è molta competenza.
    Ciao a tutti si va a lavorare ed è bello freddo !!!

  61. Paolo Miro

    Annoiato? Sono lusingato di far parte di questa combriccola che riesce a provocar in te sensazioni utili e piacevoli! Ciao

  62. Ostregafioi

    Nanevianello, condivido.E’ un grande blog. A me sta simpatico perfino Reggiani, figuriamoci tutti Voi altri !
    A proposito di iniziative, la maglia Reyer con il nickname dietro, se ne era parlato a suo tempo..

  63. Paolo Miro

    Ah scordavo: il club musical, cultural, enogastronomico mi ricorda tanto la Megaditta dove lavorava Fantozzi chiamata ItalPetrolCemeTermoTessilFarmoMetalChimica 😀

  64. norm nixon

    Tessitori…originariamente era la soluzione ideale come lungo italiano…ma non al posto di fotu. Fotu l’avrei preso comunque. Caso mai al posto di qualcun altro. Ma poi prevale il vecchio ragionamento che ho fatto mesi fa e tutto ripeto ha una logica. Ancora piu’ chiara in pieno periodo covid.

  65. Dado

    Grande Nane.. molto bello davvero il tuo racconto.. chissà ci si possa incontrare davvero al Circolo Musical-cultural-enogastronomico Reyer.. 🙂

    Paolo (ahahahaha) vorrà dire che all’inaugurazione il lancio della bottiglia verrà magari affidato alla Contessa Pia Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare!

    Norm.. si.. Fotu a cambiarsi con Daye è ottimo.. invece un Tessidori a cambiarsi con Watt sarebbe stato ossigeno. Comunque tutto comprensibile..

  66. fabrizio

    Comunque, sarebbe davvero bello potersi finalmente conoscere e vederci tutti assieme dal vivo e speriamo quindi di poterlo fare quanto prima o comunque almeno per i play off di sta annata!
    Anche perchè poi, quando vi è da magnar e bevar, so sempre pronto e i miei amici della curvetta lo sanno bene…..
    Quanto alla nazionale, fa sempre bene nelle partite che interessano poco o di qualificazione ma poi, quando arriviamo alle partite che contano o nelle competizioni importanti, beh…..lasciamo perdere e ricordiamoci che sono 16 anni che non vinciamo più alcuna medaglia (ultima olimpiadi Atene 2004, presente pure il nostro uomo di cristallo, Rombaldoni) e che sono state addirittura maggiori le volte che non ci siamo nemmeno qualificati alle fasi finali degli eventi principali!
    Tra l’altro, queste finestre europee come quelle per i mondiali scorsi, in cui per un motivo o per un altro tante nazionali presentano addirittura la “terza squadra” mancando quindi di tutti i loro giocatori migliori, hanno pertanto davvero poco senso sportivamente parlando, creando pure l’illusione a talune di essere arrivate a un livello molto più competitivo di quello che in realtà sono!
    Comunque, che questa generazione oramai da tanti anni dei vari Gallinari, Belinelli (che non mi fa assolutamente paura nella Virtus), Datome e compagnia bella non solo non abbia mai vinto niente ma non ci sia nemmeno mai arrivata vicina è abbastanza imbarazzante, anche se in cuor mio sono sempre stato convinto che si tratta di giocatori che sono stati sempre sopravvalutati e che niente hanno a che vedere con le nazionali formate da veri tosti atleti come lo erano quelle della vittoria agli Europei del 1999 o quelle degli anni ottanta!
    Per chiudere, visto che questo è il post delle meravigliose ragazze, un grandissimo bravissime alle nostre fie capaci di dare un trentello circa pure a una ottima squadra come Ragusa: questo sembra davvero l’anno buono ma bisogna vedere quale sarà la forma fisica e non ad Aprile quando arriveranno le poche e uniche partite decisive ma certo le premesse sembrano davvero eccellenti.

  67. Nitran-go

    Ostrega, il progetto è andato avanti, se ne sono occupati Dalipagić oeè e Rast. Quando torniamo anche noi in campo si fa.

  68. Paolo Miro

    Dado….se Betty non si offende potrebbe far lei le veci della Serbelloni 😉
    Che ne dici Betty? Magari tu saresti più precisa e non colpiresti nell’ordine:
    Norm, VE66art, Ary, Dado, Ostregafioi, Fabrizio e Nitran costringendo gli altri a presentarsi a parte prima di tagliare il dito mignolo a Nane. Ahahahahahah!

  69. ve66art

    Siamo una brutta banda de “imbriagoni”, veci, filosofi, e musicisti mancai!
    Non so se essere felice o triste di ciò, ma questa è la vita!
    Tempi addietro avremmo parlato di quella cosa che comincia per F e finisce per A, ora invece, che siamo “vecchi”, ci lanciamo in discorsi complicati che molto spesso sono autoreferenziati tanto quanto lo erano i racconti simil mitologici che accompagnavano, dinanzi ad uno spritz alzato con gli amici, le descrizioni dei rapporti sessuali avuti la sera prima con la malcapitata di turno. Mettiamola così: oggi siamo tutti molto più riservati e discreti!
    Oppure, secondo una visone molto meno politically correct, oggi siamo tutti molto meno “ciavarini”!
    La vita fioi…

    @Nane
    Anca ti però…te me tiri fora Kant! Kant sta alla filosofia come Beethoven sta alla musica! Tutto ciò che viene dopo Kant, secondo me, è un copia e incolla, o se preferisci, una rielaborazione, di principi già enunciati dal buon Emanuele. Diciamo che Kant non è falsificabile! Cosa ne pensi? Ti dice nulla questo? Kant è come Einstein, come Marx, come Freud: non falsificabile!!!! Ma de ste robe bisogna che ghe ne parlemo de persone!

    @Jazzisti
    Ma chi si ricorda il mitico concerto dei Weather report del 1980 al Taliercio? Ma quanto fenomeni erano? Zawinul, Shorter, Erskine pien de peo, e the genius Jaco Pastorius…no ghe gera niente per nissuni fioi!
    Ecco a cosa servirebbe il palasport a Venezia! Cultura! Cultura! Cultura!!!!!

  70. Ostregafioi

    Grazie per l’info Nitran-go.
    Paolo, perchè Betty dovrebbe offendersi. La Serbelloni, mira a parte, era avanti a tutti, specie nella gestione del personale. Infatti ha voluto che il suo umile impiegato sedesse al tavolo con i Vip…

  71. Paolo Miro

    Oro Nitran. Non lo sapevo. Però io non posso mettermi sulla schiena il mio nome e cognome e dovrò rispolverare il mio nick name di riserva: Abdul-Jabbar

  72. Nitran-go

    Paolo, se vuoi prendi in eredità il nick del bloggista n. 1, che è?
    Ve66art, secondo ti mi ghe gero o no?

  73. Paolo Miro

    Boh!

  74. ve66art

    Credo de si!

  75. Dado

    Paolo.. ehehehe.. ma si dai, se ovviamente Betty acconsente 😉

  76. Paolo Miro

    Mi no ghe gero perché gero a Roma sotto naja

  77. Nanevianello

    Ringrazio quanti hanno avuto parole gentili per il mio racconto famigliare. Ti viene da ” aprirti quando i contatti, inevitabilmente, si riducono. Grazie .

    Ve66art : ho citato Kant perchè lo capisco. D’accordo con te sullo spessore del suo pensiero : super. Non facile ma lo capisco. Questo Ernst Von , ti confesso, continua ad essere per me un labirinto dove mi perdo. Beato te che hai trovato il filo di Arianna per l’uscita .

    Poi: tanto tempo fa ( ma tanto, per me ) si parlava… d’altro tra amici . Io con riservatezza : non mi è mai piaciuto vantarmi. Per carattere e per rispetto di chi avevo .. conosciuto. Hai ragione a dire che siamo tutti invecchiati. Ma hai ragione ( e da tempo lo dici ) che servirebbe un maggiore tasso di cultura nella società. Poi : non credo che avremmo bisogno di una Serbelloni Vien Dal Mare ( se non altro per mettere in sicurezza il mio…dito ) ma avremmo, tuttavia, bisogno di qualche presenza femminile. Per ” contenere ” i dibattiti e soprattutto per avere una visione diversa delle cose, rispetto alla nostra . Le donne sono più sagge e più forti : sono ” più ” . Nessuno di noi sopravviverebbe ad un parto. Loro lo fanno da millenni. E visto che siamo qui a scrivere, ci sono state donne che lo hanno fatto : anche per noi.

    Tra poco botta di vita : vaccino antinfluenzale prenotato da un mese. Almeno questo. In attesa che arrivi…l’altro .

    Ciao blog

  78. Paolo Miro

    Bene Nane. Io mi ero prenotato un mese fa e per 2 volte mi hanno rinviato l’appuntamento perché non arrivava.
    Alla terza volta ho detto loro che avrei fatto senza come finora dato che sarebbe stato il primo. E poi mi vengono a parlare di prevenzione….

  79. norm nixon

    Nane..manca Mazzanti tra Serbelloni….e Vien dal Mare

  80. Dado

    Nane.. presenza femminile occorrerebbe di certo.. possibilmente non in ‘numero singolo’ per evitare effetto ‘Signorina Silvani’! 😀

  81. Paolo Miro

    In Calboni…

  82. Nitran-go

    Paolo, ma davvero non immagini chi sia il bloggista n. 1? Norm, diglielo tu.

  83. norm nixon

    Nitran….è talmente scontato che non mi spendo nemmeno. E’ come chiedere il colore dell’erba del giardino di casa o se Ernesto Guevara era un rivoluzionario o il portaborse di Berlusconi.

  84. norm nixon

    E’ come chiedere se nell’uno contro uno” vince Russell Westbrook o D’Ercole.

  85. fabrizio

    Per me il podio del blog, quantomeno a numero di interventi, e’ dato da: 1) Paolo Miro; 2) Dado ; 3) Ary.
    Quanto, invece, a qualita’ e competenza sicuramente le tre N (Nane, Norm e Nitran) la fanno da padrone!
    Mentre in stramerda ci siamo sicuramente io, l’amico ve66art e Ampelio (senza offesa per quest’ultimo)!!!

  86. Tifosomediomona

    Esito mica poi così scontato se la disciplina dell’agone è “birra e salsicce”

  87. norm nixon

    Io a livello di classifica, qui dentro metterei al primo posto senza ombra di dubbio FERRUCCIO, ma proprio primo per distacco. Non si discute nemmeno. E’ proprio di un’altra categoria, di un altro pianeta. L’unico qui dentro ad aver dato un senso reale a questo blog scrivendo un monosillabo.

  88. Dado

    Grandissimo Fabrizio!! Praticamente Paolo, Ari ed io incompetenti e frequenti disturbatori!! 😀

  89. fabrizio

    No Dado, non ho detto assolutamente incompetenti o disturbatori, ci mancherebbe!
    Diciamo pero’ che monopolizzate un buon 50% degli interventi complessivi che vengono scritti solitamente per ciascun post.
    Ma non e’ una critica, anzi. E anche un dato di fatto.
    Continuate cosi’ comunque, fioi!!
    Giustamente, poi, in separata sede l’amico Nitran mi rimarcava di non aver colpevolmente evidenziato un suo grande pregio, ovvero di essere medaglia d’oro quanto a flatulenze varie e quindi rimedio subito esplicitandolo sin d’ora!

  90. Paolo Miro

    Fabrizio…io mi astengo e metto al bando la classifica per numero di interventi che non ha valore e senso alcuno.
    Rimane il fatto che io con una maglietta con sulla schiena nome e cognome non vado certo in giro e con scritto Abdul-Jabbar me sentiria esaltà oltre a no riconsserme nissuni. Sia poi mai detto che usurpi l’appellativo a Ferruccio! Quindi…boh!

  91. Nitran-go

    E, visto che siamo in modalità classifiche varie, direi che all’amico Fabrizio spetta l’indiscutibile scettro per occasionale assunzione di sostanze stupefacenti.

  92. Nitran-go

    Vaghe pian, Icio, coe robe pesanti!

  93. @dado – la SMVDM tranquillo non mi offendo. Poi ho lavorato 36 anni in ambito marittimo, sono anche un po’ miope ma de sicuro qualchidun coa bottiglia eo vanto.

  94. Paolo Miro

    Riprendo quanto asserito da Fabrizio in chiusura del post delle 10.27 sul trentello rifilato a Ragusa che ho potuto ammirare di persona.
    Ecco…Ragusa, senza per questo sminuire la prestazione delle nostre, si vedeva smaccatamente che proveniva da 4 settimane di astinenza da scontri sul parquet e ha messo in campo solo tanto orgoglio senza mai poter eseguire quanto di buono sanno fare le sue atlete.
    Non era la vera Ragusa insomma e presto se ne sono dovute prender atto anche le giocatrici soprattutto davanti ad una Reyer altamente sicura di sè e al top di forma e entusiasmo, che penso avrebbe vinto lo stesso, ma non così a mani basse

  95. Dado

    Grandissima Betty!!! Allora.. occorrerà organizzare in vicinanza canale.. 😉

  96. Paolo Miro

    Ahahahahahah Betty! Infatti de botiglie (de vin) se ga parlà! Anca se ti ghe ne sprechi qualcheduna par el tiro a segno no sucede niente. Tanto ghe pensa Ary a farte adoperar quee che iu sa sia adatte all’inaugurazion del “Circolo Imbriaghee”

  97. Paolo Miro

    Circolo che spero sia ispirà anca ai fumi culturali e sportivi però…

  98. ve66art

    Nane, cerca Mead, Blummer, e prova a leggere Erving Goffman “La vita quotidiana come una rappresentazione”, e vedrai che Ernst ti apparira come molto più semplice!

    A Icio digo che so fiero de essere in stramerda!

  99. fabrizio

    Grande ve66art…….anche io fiero di esserlo ah ah ah ah.

  100. Paolo Miro

    Ah…dopo l’inaugurazione per forza deve seguire la cena che, come rammentava Ostregafioi, dovrà anch’essa venir ispirata da Betty Serbelloni Mazzanti Vien Dal Mare tramite adeguato simposio conviviale animato da tutti gli imp…ehm! blogghisti, anche quelli che non scrivono da tanto tempo, rigorosamente seduti a distanza di 1 metro e tutti consapevoli di come ci si comporta 🙂

    https://m.youtube.com/watch?v=KYoPo6KpAlI

  101. Dado

    Paolo.. dillo che negli anni addietro avevi partecipato a Telemike portando L’Opera omnia di Fantozzi.. 😉

  102. Nanevianello

    Cosa avevo scritto a proposito delle donne ? Betty ( superlativa risposta ) ne è stata la conferma.

    Ve : Goffman , eh ? Mi confesso impreparato. Ma il titolo è intrigante . Mi farò un regalo di Natale da mettere sotto all’albero assieme ad altri libri, di storia e di cinema che ho già preso.

    Sapete cosa vi dico, più che Fantozziani direi che siamo simili al gruppo di ” Amici Miei ” .
    Solo che qui ci sono numerosi inventori di ” supercazzole ” . E quindi individuare il Conte Mascetti del blog è arduo. Come se fosse antani, ovviamente . Ma forse Ferruccio….

  103. ve66art

    Mascetti xe Icio!
    No go dubbi!!!!

  104. Dado

    Paolo.. quello che hai scritto sulla prestazione di Ragusa è comprensibile.. tuttavia va aggiunto che la Ragusa che ci ha mazziato nei 2-3 anni passati aveva una giocatrice fortissima, Dearica Hamby, che nel pitturato faceva veramente quello che voleva.. la scorsa stagione un anno fa a Novembre (a Ragusa) ci fece 34 punti, 10 falli subiti e 44 di valutazione.. e al ritorno, 25 punti 12 rimbalzi e 28 di Val..

    L’anno prima (2018-2019) alle semifinali, dopo 2 partite vinte dalle nostre ragazze Ragusa ci buttò fuori con un secco 3-0 e lei fu la principale artefice con 16-26-25 punti e decisamente la migliore e più continua in campo di Ragusa.

    Ecco.. mancherà allenamento e mancavano giocatrici, ma un’atleta di questo livello nel loro Roster attuale non l’ho ancora vista quest’anno (e meno male).

  105. Ary

    Ehehe bellissimi questi interventi me gave’ fato ridar !!!
    @paolo ovvio no se butta via niente Paolo, il vino è sacro !

  106. Paolo Miro

    Giusto Ary ma se volete dare a Betty Serbelloni l’onoroso e oneroso compito di inauguratrice dovrai sacrificar qualche bottiglia. Come lo vedremo….
    @ Dado: certe scene a prescindere dal comico di turno sono intramontabili e calzano a pennello per situazioni che loro stessi o hanno vissuto o intuiscono possano verificarsi. Villaggio in questo ambito è stato un maestro.
    @ Nane: abbiamo qualche volta preso a prestito anche i 4 amiconi che ho visto e rivisto non so più quante volte ed effettivamente nel contesto Blogghettari credo pure io ci sia maggiore attinenza con loro. Non siamo un po’ tutti bischeri?

  107. fabrizio

    Scusate, tornando al basket da giocare, qualcuno sa se Watt effettivamente sara’ della partita domani?

  108. Paolo Miro

    Leggi l’altro post con l’intervista a Tucci. 5 uomini + Possamai e Casarin.
    In pratica quelli che hanno affrontato Milano. Sono nero dalla rabbia.

  109. Paolo Miro

    E il fatto peggiore è che stavolta le partite sono 2 a distsnza di 24 ore una dall’altra. Non oso immaginare in che condizioni possano scender in campo i nostri giovedì. E queste, al contrario di quella contro Milano, sono decisive al 90%. Complimenti ECA!

  110. ve66art

    #levinciamocomunquentrambe

  111. norm nixon

    fabrizio..non gioca watt.

  112. norm nixon

    praticamente domani sono in 5

  113. Paolo Miro

    E pure dopodomani. Lassemo perder va….

  114. fabrizio

    Ma cosa ha Watt nello specifico che e’ assente oramai da più di un mese?

  115. fabrizio

    Comunque, avendo recuperato altri due giocatori che si sono negativizzati e che ieri hanno pure superato l’idoneita’ agonistica, visto che le partite in coppa sono decisive io me li rischierei almeno una decina di minuti, in modo da dare un po’ di fiato ai 6 giocatori ufficiali del roster disponibili.
    Milano lo ha fatto venti giorni fa appena ne ha avuto la possibilita’ formale e quindi visto che per noi sono due partite vivi o muori, sportivamente parlando, a livello europeo io li azzarderei.

  116. Paolo Miro

    Le uniche informazioni disponibili parlano di infortunio alla zona lombare, che non è il massimo dati i tempi di recupero per casi simili. Poi bisogna vedere la gravità e se sono interessati solo i muscoli o anche la parte scheletrica (ma non credo). https://www.basketinside.com/serie-a/news-serie-a/aggiornamento-sui-casi-di-positivita-in-casa-umana-reyer-venezia/
    Concordo sulla ipotesi di provare a far giocare anche i 2 negativizzati, ma per pochi minuti (giusto per far prender fiato agli altri che avranno sul groppone 2 gare consecutive a stretto giro) perché esagerando rischiano molto visto che per gli ex contagiati si parla di necessità di ripetere la preparazione atletica di questo agosto. Non so se mi spiego.
    Non ho idea di come si farà a disputare tutte le partite in programma sto mese…

  117. Dado

    Paolo.. C’è purtroppo poco di cui stupirsi. Baldi Rossi è stato fermo per Covid circa lo stesso tempo di Stefano, ma una dozzina di giorni prima. Ha perso 5 Kg di Muscoli, Tono e fiato.
    Da Gazzetta di oggi..dice ‘in questa sosta (finestra europei) abbiamo fatto un richiamo atletico importante, simile ad una preparazione estiva’.

    Parlando invece di del femminile, hai visto ieri UMMC Ekaterinenburg Vs Famila Schio (83-61)? Il ritmo della partita e anche le giocate non erano certamente comparabili con la nostra finale di Supercoppa.

    Quest’anno non avremmo perso 97-44 con UMMC.. non solo, ma secondo me avremmo anche vinto. Peccato non potersi giocare L’EL con le Fie quest’anno..

  118. Paolo Miro

    No non l’ho vista. Schio continua a insistere sull’Eurolega non solo perché vince gli scudetti ma perché è convinta di riuscire a competere alla pari con formazioni come questa delle Russe, un’autentica corazzata. E non è l’unica.
    Forse hai ragione, non avremmo subito imbarcate, ma tutto sommato preferisco disputare una buona Eurocup cercando di arrivar di nuovo in Finale e per l’Eurolega attendere di vincere il titolo nazionale. Tutto per gradi insomma.
    Anche per il fatto non trascurabile che l’annata non permette ritmi regolari che vengono condizionati troppo pesantemente.
    Capitolo recupero da isolamento forzato:
    a me preoccupa Tonut in tal contesto.
    Chissà quanto ci vorrà per riaverlo ai livelli ai quali era giunto! E non pensare che rinfrescare la preparazione “tipo estivo” a metà stagione sia la stessa cosa e dia i medesimi frutti!
    Ora più che mai la scelta di chi, quanto e come utilizzare volta per volta diverrà difficile e delicato. Però io penso che avere comunque un certo numero di impegni sia migliore che restarne privi.
    Il guaio è che in dicembre sono decisamente troppi. E non per colpa nostra

  119. canestrelli

    Norm, senza voler mettere in dubbio l’attendibilità delle tue notizie, credo che un briciolo di speranza di poter schierare Watt almeno per qualche minuto WDR ce l’abbia ancora. Altrimenti perché sbandierare l’assenza di Mazzola e passare sotto silenzio quella del centrone titolare? E’ chiaro che se vogliamo coltivare qualche speranza di successo, il parziale ricupero di Watt unito a quello dei due negativizzati (ovviamente dopo attenta valutazione per tutti e tre) potrebbe essere, come sottolinea Fabrizio, molto importante.

  120. fabrizio

    Il vero guaio, invece, Paolo è che siamo troppo pochi e avremmo avuto vari jolly da poterci giocare (da regolamento mi sembra 3 nella stagione) a livello di integrazioni al roster e non averlo fatto quindi ora, in un momento in cui vi era estrema necessità, grida veramente vendetta oltre che suonare davvero inquietante!
    Pensa che persino Totè sta per essere ceduto in prestito (perchè non si trova bene alla Fortitudo) e addirittura Abass sembra voglia cambiare aria da Bologna Virtus visto l’arrivo pure di Belinelli e gli spazi per lui quindi sempre minori; per non parlare, poi, di vari stranieri che in sto periodo covid cercano di accasarsi anche in Italia (e in giro ve ne è qualcuno ancora davvero di buono e che farebbe sicuramente al caso nostro).
    La Virtus non aveva bisogno di giocatori e ti piazza il colpo addirittura di Belinelli, noi siamo in 5 – 6 e non arriva nemmeno uno neppure in prestito: ora, capisco l’anno di transizione e tutto quello di cui abbiamo parlato anche recentemente ma a pensarci davvero bene comunque molto non torna, se non, ahimè, a pensare davvero triste in proiezione pure futura……….

  121. norm nixon

    Canestrelli….mi conosci, io qui dentro scrivo quel che so (e non tutto), quel che non so non lo scrivo. Anch’io, qui dentro in veste di appassionato (e ci tengo a sottolinearlo) mi auguro che Watt possa presto tornare a giocare ma…non stasera. Se poi da questo momento in poi le cose dovessero cambiare allora alzo le mani ma fino a ieri sera la situazione era questa.

  122. norm nixon

    Fabrizio..capisco il tuo punto di vista ma prendere uno o due giocatori a gettone nel contesto di questo incerto campionato non credo faccia parte della filosofia della Reyer. Purtroppo, e lo ripeto ancora una volta, per la Reyer questo per vari motivi è un anno di transizione dove si arriverà dove…si arriverà senza spaccarsi la testa più di tanto. E’ stato messo in conto per i tanti motivi che ho più volte elencato e l’incertezza di questo campionato e di questa stagione in generale sta dando in qualche modo ragione alla Reyer. Nel senso che non era la stagione ideale per fare certi investimenti. Se ne riparlerà la prossima stagione quando la situazione del palasport sarà più definita (nel bene e nel male), quando il Covid si spera se ne sarà andato, quando Milano e Bologna faranno le loro ulteriori mosse e quando in sostanza si tornerà alla normalità per programmare con maggiori certezze la nuova stagione. Ovvio c’è da giocare prima di tutto questa di stagione e credo che una semifinale scudetto sia comunque alla partita di questa squadra…una finale invece credo sia più difficile da raggiungere.

  123. fabrizio

    Appunto Canestrelli, perchè non far giocare semplicemente qualche minuto ai due negativizzati (che tra le altre cose fortunatamente sono stati asintomatici e quindi stanno bene da un punto di vista della salute oltre che riposati seppur ovviamente in ritardo di confidenza col campo) e a Watt (seppur ancora acciaccato ma credo in ripresa dopo un mese)?
    Ora, fossero due partite di campionato ci potrebbe anche stare di aspettare ancora qualche giorno con taluni giocatori ma queste due partite sono fondamentali e allora vuol dire che la coppa non interessa minimamente? O perchè così nessuno potrà mai accampare pretese se usciremo visto che ci saremo presentati in 5?
    Tra l’altro, tutto è sempre molto misterioso in Reyer come informazioni sui giocatori e su altro (e questo sin dalla A2) oltre che tutte le scelte vengono sempre fatte con estrema (troppa) “prudenza” (sembrano il governo…) mettendo molte volte in secondo piano l’aspetto sportivo di campo rispetto al sociale e a ciò che ruota attorno (cosa che nel professionismo attuale, visto come si comportano molti altri, stona parecchio nel senso che sarà anche lodevole da un punto di vista umano in Reyer ma si rappresenta pur sempre una mosca bianca).
    E ricordiamoci sempre che portiamo ancora lo scudetto cucito sul petto oltre che la Coppa Italia ma anche in Europa abbiamo fatto bene e quindi già non essere corsi ai ripari quanto a nuovi acquisti suona anomalo per una squadra con le ambizioni e oramai lo status raggiunto come la nostra, figuriamoci uscire dalla Coppa senza aver tentato (seppur con la prudenza dei casi) il tutto per tutto come suonerebbe…….

  124. PELLEGRINESCHI MAURIZIO

    Cari amici purtroppo stasera e domani andiamo al massacro con la prima squadra di Francia . Avete gia’ visto la news , Mazzola non recupera dalla lesione muscolare e penso ne avrà ancora per un bel po’ e anche Watt con quel problema lombare non mi fa stare tranquillo . Se penso a tutti i giocatori Reyer che hanno patito di ricorrenti lombosciatalgie e che poi sono finiti nelle mani del neurochirurgo ( il polacco Szewczyk , Fantoni , Rosselli , Causin e ultimo Stefano Tonut ) spero vivamente che il grande Mitch non faccia parte di questa categoria . Moltissimi giocatori di basket ( soprattutto i lunghi ) hanno avuto storie lombari simili e difatti alcuni anni fa Alberto Causin mi raccontava di un ex giocatore Virtus che quando doveva scendere le scale di casa sua , le doveva fare da seduto , vista la sua sintomatologia nel post carriera.
    Tornando al basket giocato ho visto anch’io la nazionale e ho letto articoli in cui parlavano della possibità mancata di vedere all’opera Paolo Banchero che sembra essere il grande giocatore del futuro della squadra nazionale italiana . Devo dire che non lo conoscevo ( Dado sicuramente si ) e sono andato a curiosare . Il ragazzo ha 18 anni nato a Seattle , di 206 cm con un fisico , già adesso , da paura; la madre è stata una grande giocatrice di basket americana , padre italiano . Ha espresso il desiderio di giocare per la nazionale italiana. Orbene sono andato a vedere qualche spezzone di sue partite e sono rimasto impressionato dalla sua esplosività , elevazione , tiro in sospensione e dalla sua tecnica di gioco per i solo 18 anni che ha . Al suo confronto Possamai sembra ancora all’asilo ! Non dimentichiamo poi che abbiamo un altro giocatore di grande prospettiva : Nico Mannion ,nato a Siena, di anni 19 figlio di Pace Mannion e di una pallavolista italiana che quest’anno è stato scelto dai Golden State Warriors .
    Per finire col basket , non so se qualcuno di voi ha visto ieri sera nei canali di Sky Sport una trasmissione bellissima ,che mi ha tenuto incollato al video , imperniata su una lunga intervista a 4 geni del basket dei San Antonio Spurs : il mitico coach Popovich e poi il big three composto da Tim Duncan, Manu Ginobili e Tony Parker . I piu’ vincenti di tutti . Mai nessun trio ha conquistato piu’ vittorie totali con 4 titoli Nba vinti e numero di partite vinte in 14 stagioni insieme . Tutti e 3 dicevano di aver scelto gli Spurs e poi di essere rimasti per moltissimi anni per la presenza carismatica di Popovich che aveva un caratteraccio ma che riusciva a tirar fuori il meglio da ognuno di loro . Si capiva dalle loro parole che tutti i loro successi erano anche determinati dal fatto che erano un bellissimo gruppo , affiatato e che in campo si intendevano a meraviglia . Facendo un collegamento col microcosmo Reyer , si puo’ pensare come anche i nostri successi hanno potuto realizzarsi contando su un gruppo solido , affiatato e condotto per mano da un grande coach . E allora Walter perché non fai come Popovich cha ancora adesso a 71 anni continua a condurre gli Spurs con Tim Duncan come allenatore in seconda !

  125. Paolo Miro

    Io oggi pomeriggio alle 18.30 devo andare a Vicenza per un servizio su una partita di A2 femminile che tanto per cambiare viene recuperata, ma riesco a tornare in tempo per l’inizio della partita della Reyer alle ore 20.45 in telecronaca diretta valevole per la qualificazione alla Top 16 di Eurocup.
    Ho un programma formidabile: calze, mutande, vestaglione di flanella, tavolinetto di fronte al televisore, frittatona di cipolle, familiare di Peroni gelata, tifo indiavolato e rutto libero!!! Che funzioni? 😀

  126. Nanevianello

    Paolo : ” facci lei “. Facci….. Funzionerà

    Al blog ,

    nel Palazzo dei calcio vivono dei dementi. Il calenadario di recupero della Reyer è stato realizzato da disturbati mentali .

    Fabrizio ,

    ma chi, sano di mente, avrrebbe in questa stagione ” investito ” ? . Giusto Milano che ha un occhio evidente alla EL. Giusto Zanetti che è uno ” sborone ” che sarà punito ( anche se da amante del basket il ritorno di Belinelli mi fa piacere ) per la spocchia .
    Io concordo con la linea Brugnaro e con quanto detto da Norm : quello che accadrà, accadrà. Non è importante in questa stagione. Poi a bocce ferme si ragionerà. Sperando di poter ragionare anche su un Palasport.

    Totè ? Che vada a giocare in Cina : ammesso gli facciano un contratto. Giocatore che non mi scalda .
    Abass ? Non lo vorrei alla Reyer neppure dipinto. Per due volte l’ ha rifiutata la Reyer. Torni a Brescia ( se lo prendono ) . O vada alla Fortitudo : a giocare a scopa con Aradori.
    Mi piacerebbe ( come a tanti di voi ) rivere a Venezia, Orelik. E mi sarebbe piaciuto Tessitori che rammento in estate Norm aveva ripetutamente caldeggiato. Ma pecunia non olet. E attira. Come è normale .
    Sarà durisima contro la prima di Francia. Ma duri i banchi. In emergenza è tempo che i nostri bambini crescano. C’è bisogno anche di loro .

  127. Nanevianello

    Nel palazzo del basket : mannaggia !!!!!!!

  128. ve66art

    Icio, metitia via!
    Va ben cussì! Va anca massa ben cussì!
    Oggi i problemi sono altri…e sono problemi realmente molto ma molto seri.

  129. Ary

    Maurizio secondo me Nico Mannion è il più bel prospetto che abbiamo

  130. norm nixon

    Io spero tanto in Banchero…l’Italia ne ha tremendamente bisogno a livello di ruolo.

  131. Nitran-go

    Ma secondo voi cos’è che ha fatto decidere di giocare due volte a Venezia e non due volte in Francia? Testa o croce?

  132. norm nixon

    Grande colpo di Matilde Villa…la ragazzina di 15 anni sul Tg1 serale, il più seguito in assoluto in Italia. Bel colpo ragazzina.

  133. fabrizio

    Nitran, avranno scelto cosi’ perche’ a Venezia vi e’ più fascino e visto che non vi e’ problema di pubblico….inoltre, era giusto avere quel minimo di vantaggio visto che siano dimezzati!

  134. Ary

    Assolutamente Norm. In Italia non esistono centri! Tessitori è un 5 atipico

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •