Gesam Gas e Luce Lucca – Umana Reyer Venezia 87-93 (dopo 1 t.s.)

10 Ottobre 2021

Parziali: 21-25; 36-33; 60-60; 80-80

Gesam Gas e Luce Lucca: Azzi n.e., Pellegrini n.e., Natali 27, Dietrick 16, Parmesani 9, Gianolla n.e., Kaczmarczyk 25, Miccoli 8, Valentino n.e., Gilli, Frustaci 2, (All. Luca Andreoli)

Umana Reyer Venezia: Bestagno 15, Carangelo 7, Thornton 21, Anderson 28, Petronyte 5, Madera 6, Smorto, Attura 9, Zuccon n.e., Penna 2, (All.: Massimo Romano)

Totali di squadra:
Gesam Gas e Luce Lucca: tiri da 2 26/58, tiri da 3 10/20, t.l. 5/6, rimb. dif. 25, rimb. off. 10, p.p. 12, p.r. 9, assist 21
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 21/46, tiri da 3 10/26, t.l. 21/25, rimb. dif. 32, rimb. off. 18, p.p. 16, p.r. 6, assist 11

E’ l’Umana Reyer ad uscire stremata ma sorridente dal Palatagliate dopo un confronto al cardiopalma in cui non sono bastati i canonici quattro quarti.
L’1/2 di Petronyte muove il tabellone, quindi Bestagno trova l’azione da 3 punti. Le padrone di casa replicano immediatamente con l’ex Natali che insacca dall’angolo estremo. Anderson, Parmesani e la capitana lagunare per il 5 a 8.
La “linea della carità” è propizia a Petronyte ed è Dietrick a mantenere immutato il divario. Carangelo slalomeggia nel pitturato avversario e deposita in sottomano per il 7 a 12 di metà quarto. A Kaczmarczyk, precisa dalla lunga, risponde Penna prima dell’ingresso sul parquet di Thornton. Attura scava un piccolo solco ed è nuovamente Natali a dare ossigeno alle compagne (12-16 a -3,31). Kaczmarczyk conferma di possedere nel proprio bagaglio un tiro di ottima fattura anche da fuori. Dalla punta dei 6,75 Yvonne Anderson è letale ma Lucca trova in Giulia Natali il suo braccio armato con il suo ottavo punto personale. Non le è da meno il “folletto” orogranata sfruttando al meglio il fallo che la porta in lunetta. Kaczmarczyk è abile anche in penetrazione ed è un’altra ex, Sara Madera, che appena entrata, buca con una tripla la retina avversaria. Kaczmarczyk chiude il primo periodo sul 21 a 25.
Il bel movimento di Parmesani porta i primi due punti della seconda frazione, poi Frustaci impatta dopo nemmeno 90 secondi. Tre extra possessi per la Reyer, che però non finalizza, portano comunque all’ennesimo vantaggio grazie all’1/2 di Bestagno che lotta da par suo sotto i tabelloni. Se nei primi 10′ le difese si erano dimostrate sin troppo “allegre”, ora gli attacchi diventano asfittici e si segna con il contagocce. Occorre così attendere il sesto minuto e il canestro di Miccoli per sbloccare il risultato. Seguono la tripla di Madera e due canestri di Natali, intervallati da quello di Petronyte per il 31 pari. Quando parte in transizione, l’Umana sembra a proprio agio e, infatti, Anderson rimette la freccia del sorpasso. Natali gioca in fiducia confermando indubbie qualità tecniche e agonistiche. Il lancio di Kaczmarczyk per Dietrich è millimetrico e la play/guardia USA accompagna le formazioni all’intervallo lungo sul 36 a 33.
Lucca rientra convinta dagli spogliatoi e Dietrick e Kaczmarczyk tentano con successo l’allungo portandosi di slancio sul 41 a 33. Reagisce Martina Bestagno con un’azione da tre punti subito replicata da Miccoli, glaciale dalla lunetta.
Anderson segna di “mestiere” da sotto misura, ma Dietrick e Natali sono in trance agonistica e firmano il +9 (47-38 a -6,40). Thornton appoggia con successo ma l’entusiasmo e la “bomba” di Kaczmarczyk trascinano il vantaggio lucchese in doppia cifra (50-40 a -5,43). Ancora Thornton -questa volta a cronometro fermo- e Anderson per erodere sensibilmente il gap creatosi. Bestagno fatica a contenere Kaczmarczyk, centro atipico che sa tirare e penetrare. Dietrick e Thornton per il 53 a 47 mentre Natali imperversa da oltre l’arco arrivando a quota 20 di bottino personale. I tiri liberi aiutano l’Umana nel non perdere contatto mentre Thornton scalda la mano dalla lunga e Giulia Natali continua nel suo show. Anderson con il suo viaggio in lunetta e Attura riportano l’Umana a una sola incollatura (58-57 a -1,43). Dietrick e Attura da tre chiudono il terzo quarto sul 60 a 60.
Blake Dietrick, Thornton e nuovamente Dietrick per il minimo vantaggio toscano, subito incrementato da Natali (66-63 a -7,43). Parmesani alza la parabola ed è +5 per Lucca. L’Umana Reyer ha un rigurgito di rabbia e orgoglio e con Anderson e Bestagno rimette il fiato sul collo alle avversarie (68-67 a -5,30). Parmesani e Thornton, entrambe dalla lunga distanza, mantengono la distanza a un solo punto. E’ Bestagno a trovare il varco vincente mentre Kaczmarczyk e Thornton ingaggiano un duello spettacolare dai 6,75. Miccoli e il centro polacco suggellano il +3 per le padrone di casa a 90 secondi dalla sirena conclusiva esaltando il pubblico sulle tribune. A Kaczmarczyk replicano Carangelo e Anderson ripristinando la perfetta parità a 10 secondi dalla sirena conclusiva. Lucca ha in mano la palla della vittoria ma il tiro di Dietrick carambola più volte sull’anello ed esce sancendo l’overtime.
L’assist di Miccoli per Kaczmarczyk e l’arresto e tiro di Anderson aprono il tempo supplementare. Carangelo in solitaria, Attura ai liberi e Martina Bestagno sembrano invertire definitivamente l’inerzia del match costringendo coach Andreoli a un immediato time out che produce un effetto positivo visti i successivi canestri di Miccoli e Natali. Contro time out di Massimo Romano “ripagato” da Yvonne Anderson che si incunea nel pitturato per due volte consecutive realizzando cinque punti determinanti che fanno scorrere i titoli di coda su una vera e propria battaglia.
A Lucca l’onore delle armi, alle veneziane ulteriori due punti da mettere in “cascina” e una breve pausa prima del lungo viaggio che le trasferirà a Ekaterinburg.
(s.v.)

Umana SpaErreàMaserIl GazzettinoOrler TvACTVDesparQuid Hotel Venice MestreSixtus ItaliaVilla CondlumerPM-InternationalIMPRESA PASQUAL ZEMIROIntesa San Paolo Rbm Salute

9 Commenti in questo articolo

  1. Abdul-Jabbar

    Forza fieeeeee!!! Buon viaggio e fatevi onore. In Russia fa freddissimo ma so che scalderete i fondi schiena alle avversarie.

  2. Dado

    Mah.. dopo un pò di illusione in 3/4 di Eurocup.. parecchio deluso da questa partita. L’ho vista ieri sera piuttosto tardi e ho preso sonno ad un certo punto nella seconda metà di gioco.. un pò per l’ora tarda e un pò per la noia/frustrazione, perchè andare sotto di 9 punti nel 3 quarto contro Lucca.. una squadra che dovrebbe essere strutturata per l’EL non può.. e in questo modo.
    Mi sembra che parecchie cose non funzionino a livello di gioco, provo ad elencare quello che ho scorto quando ancora sveglio:

    1) LE RIMESSE: Non funzionano proprio.. I blocchi sono molli, in movimento e mal portati, le ragazze tagliano con poca convinzione e verso traiettorie che non le liberano per ricevere palla. Le prime rimesse sul 5-6 e sul 5-8.. sono identiche..: Carangelo sul fondo a rimettere.. nessuna si riesce a liberare sebbene si tagli e si blocchi.. e alla fine c’è il ‘passaggio del quinto secondo’ a Petronyte sull’arco a 7-8 metri da canestro con lob a provare a scavalcare la difesa. In questo modo, la prima rimessa (sul 5-6) ha funzionato per il rotto della cuffia, con la seconda (sul 5-8) abbiamo perso palla.. Questo tipo di rimessa dove, visto che nessuna riesce a liberarsi, c’è il lob lunghissimo a cercare l’unica giocatrice meno marcata, perchè molto distante, è la fotocopia della rimessa dei 5 secondi finali contro Schio in supercoppa,  palla intercettata e PUFF!

    –> Vogliamo rimettere così anche in EL?

    2) Il P&R Play-Pivot non esiste.. o meglio.. esistono I blocchi portati dale lunghe..e dopo dei quali le varie Petronyte (soprattutto) e Bestagno.. tagliano varso l’area a testa bassa e guardando il fondo campo mentre si inoltrano nelle difese avversarie.. e infatti rollate ‘vere’ non se ne vedono mai’ e passaggi magari schiacciati a servire il lungo che taglia a canestro dopo la rollata non si vede mai! L’Opzione del lungo che taglia segna dopo P&R, NON ESISTE. P&Pop neanche a discutere..

    3) Tutti i giochi di attacco portano le ragazze a malapena a ricevere semi-marcate (1) sull’arco (2) in post basso spalle a canestro. STOP… nessuno sbilanciamento vero delle difese, nessuno schema per smarcare magari le ragazze per azioni, magari con tagli a ricco, back door, semplici dai&vai.. qualunque cosa.. ma nulla.. una volta sull’arco o spalle a canestro le ragazze se la vedono da sole. E I 93 punti con soli 11 assists confermano una partita fatta di realizzazioni in isolamento. Lucca 87 punti 21 assists. Gli schemi di attacco (con tagli, blocchi, finte) sono talmente MOLLI e inefficaci.. che le difese avversarie sembrano sempre perfette.. nei tempi, nei cambi difensivi..

    4) Lo scorso anno il nostro punto di forza, specialmente nella serie finale per lo scudetto, è stato l’utilizzo di 3 lunghe in campo, ma non solo per cm e kg! C’erano degli Alto-Basso e delle triangolazioni offensive tra le lunghe che hanno mandato in palla tutti! I passaggi di Fagbenle dal post alto, gli assist di Howard fatti pure spalle a canestro.. le lunghe si guardavano, si cercavano.. OGGI? Zero.. Avere due o tre lunghe in campo dà oggi solo la possibilità di avere più peso a rimbalzo e di avere 2 o 3 giocatrici che possono giocare spalle a canestro, in completa disconnessione e isolamento.

    5) Lo scorso anno le nostre Leonesse erano il TOP delle Azzurre.. tra tutte le altre squadre, oltre ai nomi noti, spiccava solo Matilde Villa. Quest’anno pure le giovanissime italiane di tutte le squadre che incontriamo giocano alla Grandissima… pure una Giulia Natali che ci fa 27 punti in faccia… E’ come se contro la Virtus di ieri Casarin avesse piazzato 27 punti.. cos’è successo? Piccole Donne Crescono? Le nostre giocatrici si sono imborghesite? Invecchiate? Sazie delle coppe dello scorso anno? Mah..
    Certo che Lardo potrà disporre di una 50ina di possibili scelte andando avanti di questo passo..

    Mi fermo qui perchè mi sono stufato, Ieri una Umana che meritava di perdere, per SVEGLIARSI FUORI! E se l’ultimo canestro di Anderson per l’Overtime fosse uscito, oppure l’ultima entrata di Dietrick (che si è bevuta in 1 vs 3 Bestagno-Anderson-Thornton) fosse entrato.. possibilità assolutamente verosimili.. si sarebbe PERSO. P-E-R-S-O!

    Ma non è successo.. per cui si penserà di aver fatto comunque una partita buona..

    Norm.. mi devo scusare e darti ragione, non è solo un fatto di concentrazione, e neanche di roster/soggetti individuali.. , mi sono fatto ingannare dal ricordo della scorsa stagione (visto che la maggior parte delle face sono le stesse) questa Umana giocando così farà una stagione di grandi fatiche, a prescindere che l’EL ci dia come 8va Potenza dell’Eurolega.. e quindi da F8.

    Salvo che la squadra ogni volta non cambi pelle in EL.. il gioco visto ieri è di una mediocrita indescrivibile. E anche noioso da vedere. E la pochezza è tale che nessuno è pure tornato a commentare qui.. (o pensiamo che sia solo la concomitanza di orari?).

  3. Leonesso

    Vittoria! Ma che fatica, tanta, troppa. Partita vinta all’overtime dalla sola Anderson autrice in tutto di 28 punti e miglior rimbalzista di squadra con 8 rimbalzi. Bene Thornton, mi pare che la ragazza abbia una buona efficacia in attacco. Da rivedere molte cose in difesa. Sull’attacco non saprei dire, non ho capito uno schema che sia uno…

  4. Abdul-Jabbar

    Macché pochezza o concomitanza. Non ho visto la partita. Tutto qua. Non ho ancora il domo3 dell’ubiquità e come ho già detto non ci trovo nessun gusto a guardare le partite di cui so già il risultato. Mi fido di quanto hai scritto Dado anche se mi avverto un qual certo disfattismo e pessimismo nelle parole.
    Neanche faccio caso al ranking FIBA che ci dà come ottavi. Ho già detto (qua scrivo ma nessuno ricorda) che ci sono on EL almeno 3 squadre più forti: Ekaterinburg, Praga, Galatasaray mentre con le altre si lotterà apero per l’ultimo posto disponibile per le F8.
    Sempre salvo incidenti di percorso.
    In Campionato occhio a non dar tutto per scontato. Però la musica sarà monotonamente improntata sul duello con Schio. Il solo aspetto debole (mi dispiace ma i fatti parlano già) è che Romano lo si sta bruciando nel tentativo di far con lui un WdR bis. Magari….

  5. Abdul-Jabbar

    Tra parentwsi Dado sembra che non tutti siano d’accordo sulla tediosità dello spettacolo offerto:”Techfind Serie A1, una seconda giornata spettacolare tra esordi, gare all’overtime e grandi performance”
    https://www.legabasketfemminile.it/Media/NewsDetail.aspx?NewsID=16781&NewsTypeID=0&Paging=0

  6. Dado

    Paolo.. non chiedo fiducia sulla parola, ma ti invito nel caso a vedere la partita su LBF, nonostante la conoscenza del risultato finale..

    Ripeto, sono impressioni che ho avuto semplicemente vedendo il gioco.. prima di sprofondare nel sonno. Certa è una cosa.. che una Reyer che gioca così (stesso come con Broni) non mi entusiasma, anche se vince. E non è un discorso di divario punti..

    Disfattismo? Piuttosto quieta rassegnazione a qualunque tipo di risultato. Poi quando i commentatori ieri si sono messi a dire che Venezia e Lucca hanno in comune che entrambe dopo aver vinto lo scudetto (l’unico) hanno cambiato l’allenatore (Lucca aveva da anni Diamante).. e l’hanno detto sottolineando con tono il fatto ‘bizzarro’, Ho pure cambiato canale per un paio di minuti.

    Vedremo dai..

    P.S. Poi per carità Anderson.. stratosferica.. se avessimo avuto una ‘Phillip’ era un ventello secco.

  7. Abdul-Jabbar

    Ecco…bravo: quieta rassegnazione a qualunque tipo di risultato. La stessa che ho ora per la squadra maschile.
    Mentre la maggior parte continua a non capire che è (dovrebbe) essere un anno di (ri)partenza ed è inutile far confronti con gli anni prima sia in meglio che in peggio. Quel che viene viene.

  8. Abdul-Jabbar

    Ah…una cosa. Come lo spieghi che una atleta molto bassa di statura coma Anderson divenga la miglior rimbalzista?

  9. Dado

    Paolo.. 8 rimbalzi difensivi.. Bestagno 7, ma 5 offensivi, e Madera 4 offensivi.. lo sbattimento è diverso.. ma comunque bene che li prenda 8!

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login

  •