Per noi – dirigenti, atleti, collaboratori, tifosi, simpatizzanti, sponsor e famiglie – è il modo per affermare che c’è una via positiva per sostenere con passione la nostra squadra del cuore e per manifestare la voglia che questo progetto continui.


Per noi la Reyer è:

  • un progetto, sportivo e sociale, aperto a chiunque voglia liberamente sostenerlo
  • un simbolo di aggregazione trasversale e non di divisione e contrapposizione
  • uno strumento di educazione per i giovani, che attualizza i principi dei suoi fondatori
  • un emblema per un nuovo rinascimento del territorio metropolitano veneziano
  • un’opportunità di incontro, confronto e socializzazione tra generazioni
  • un’occasione per tifare a favore senza provocazioni, offese e discriminazioni
  • il paradigma di un impegno che fa della valorizzazione del talento la leva per il rilancio e una competizione sempre più nobile ed elevata
  • il modo per affermare con orgoglio la nostra identità e il senso di appartenenza alla Grande Venezia, che nei confronti degli altri sono sempre inclusivi e mai esclusivi
  • la casa di quelli che, condividendone i principi, la amano e la sostengono

Crediamo che il progetto Reyer sia vincente anche grazie all’apporto di tante società presenti sul territorio metropolitano, di molti atleti e altrettante famiglie.

Siamo convinti che la crescita attraverso l’impegno, la determinazione, la fatica e il sacrificio, sia un valore da testimoniare soprattutto alle nuove generazioni; e che solo insieme, con spirito costruttivo, sia possibile inseguire questo sogno.


La Reyer è la prima società professionistica certificata ESI2010 e si ispira alle dieci regole fondamentali della carta dei valori Esicert - Istituto Certificazione Etica nello Sport.

1

PERSONA

SEMPRE AL PRIMO POSTO

Nello sport l’atleta è la priorità; le sue esigenze vanno riconosciute e rispettate sia a livello sportivo sia a livello di sviluppo della persona nella sua integralità. Il risultato sportivo è sempre subordinato a questo obiettivo.
2

ATLETA

SEMPRE AL PRIMO POSTO

Nello sport l’atleta è la priorità; le sue esigenze vanno riconosciute e rispettate sia a livello sportivo sia a livello di sviluppo della persona nella sua integralità. Il risultato sportivo è sempre subordinato a questo obiettivo.
3

PARI OPPORTUNITÁ

LA DIVERSITÁ COME CHANCE

Nazionalità, età, sesso, appartenenza sociale o economica, orientamento politico o religioso, non possono in nessun caso e in nessun modo diventare motivo o causa di discriminazione. Anche la disabilità è una incredibile opportunità.
4

LEALTÁ

OBIETTIVO E PERCORSO

Lo sport si fonda sul confronto leale con sé stessi e con l’altro. Non c’è sport se non c’è lealtà. Nello sport si premiano non solo i risultati sportivi ma anche i comportamenti leali e il rispetto dell’altro.

5

SENSO DEL LIMITE

PROMUOVERE LA VITA

Per raggiungere obiettivi sportivi non si devono ledere l’integrità fisica, morale e intellettuale degli atleti. Le esigenze sportive vanno armonizzate con quelle dello studio, del lavoro, della famiglia, della collettività sociale.

6

SALUTE

SI AL BENESSERE
NO AL DOPING

L’attività fisica migliora la qualità della vita, facendo anche diminuire problematiche socialmente onerose. Qualsiasi forma di doping mina alla radice il principio della competizione aperta e leale.

7

DIVERSITÁ

SI ALL'ACCOGLIENZA NO ALLA VIOLENZA

Lo sport è luogo e tempo privilegiato che facilita l’accoglienza e l’incontro tra persone diverse o sconosciute tra loro. Lo Sport si oppone a qualsiasi violenza, razzismo, prevaricazione, abuso…, assicurando accoglienza e benessere.

8

INCLUSIONE SOCIALE

SOLIDARIETÁ E PARTECIPAZIONE

Lo sport promuove il volontariato, la partecipazione attiva alla vita sociale, l’integrazione, la promozione di uno stile di vita sostenibile, il rispetto dell’ambiente, la solidarietà.

9

PARTNERSHIP

VINCE LA SQUADRA

I valori e gli obiettivi etici propri dello sport si realizzano solo con il coinvolgimento di tutte le parti interessate. Importante è condividere conoscenze e risorse, costruendo rapporti di fiducia, di rispetto e di coesione sociale.

10

MIGLIORAMENTO

UN CAMMINO CONTINUO

Il vero sportivo è consapevole che l’orientamento etico nello sport è un percorso, che chiede di tradurre i valori in comportamenti, sapendo adottare prassi e processi di gestione dello sport che favoriscano verifica e innovazione continui.