Scrimmage Umana Reyer Venezia – Akronos Tech Moncalieri

25 Settembre 2022

Ultimo allenamento congiunto a porte chiuse per le lagunari, impegnate sul parquet casalingo contro la formazione piemontese agli ordini di coach Marco Spanu, recuperato nel basket delle “ladies” dopo la parentesi con il mondo maschile.
Le orogranata, oltre alle solite assenze delle straniere impegnate nei Mondiali, sono “orfane” di Shepard, appena rientrata dagli States dopo aver partecipato al raduno della sua Nazionale 3×3.
La fase iniziale è all’insegna dell’equilibrio. L’Umana cerca prevalentemente il gioco nel pitturato mentre le avversarie si affidano più alle conclusioni da fuori. Le ospiti conquistano un minimo vantaggio grazie alla mira da oltre l’arco di Tagliamento e Mitchell e cercano di allungare ulteriormente nel finale di quarto nonostante la reazione veneziana guidata da Kuier che mantiene le compagne a stretto contatto.
Punteggio azzerato nella seconda frazione che vede una Reyer più intraprendente. Madera e Santucci scardinano a più riprese la difesa delle ospiti che però replicano orgogliosamente rimettendo la testa avanti. Fassina conferma di aver superato l’infortunio ed è efficace da oltre l’arco. Kathrin Westbeld è altrettanto precisa dalla lunga e raggiunge il vantaggio di un’incollatura prima dell’intervallo lungo.
Il rientro dagli spogliatoi, sempre a tabellone “vergine” sembra ancora di marca gialloblu nonostante le triple messe a segno da Kuier e Fassina. Le lagunari si preoccupano più dell’amalgama che del risultato e, ciononostante, il match rimane in equilibrio. L’Umana esprime qualche ottima azione corale confermando anche l’ottima mano di Kuier dai 6,75 che le assegna il titolo di top scorer veneziana. Le padrone di casa imprimono una progressiva accelerazione mantenendo un discreto vantaggio sino all’ultimo buzzer parziale.
Si riparte dallo 0 a 0 e l’infortunio patito da Cubaj, che subisce un colpo al volto, fa aggrottare le sopracciglia a Mazzon. Fortunatamente la botta è meno grave del previsto e “Lory” rientra sul parquet dopo qualche minuto. Le torinesi accentuano ulteriormente la pressione difensiva con buoni risultati costringendo la Reyer a qualche soluzione forzata. Kuier piazza la sua seconda stoppata della giornata ma non può impedire l’allungo delle piemontesi che si aggiudicano anche l’ultima frazione.
Per entrambe le formazioni si è trattato di un ottimo test in vista dell’Opening Day in programma il prossimo fine settimana che vedrà le orogranata impegnate domenica alle 14,00 contro Faenza.

(s.v.)

Umana SpaRB CareErreàMaserIl GazzettinoOrler TvACTVDesparQuid Hotel Venice MestreSixtus ItaliaMSC CrociereVilla CondlumerPM-InternationalIMPRESA PASQUAL ZEMIRO

15 Commenti in questo articolo

  1. Paolo Miro

    Speriamo che la squadra prenda corpo e fiducia. A Rovigo contro Bologna avevo attribuito il grosso divario alle nostre defezioni, ma ora che sto guardando Bologna contro Ragusa in Supercoppa mi rendo conto che è grande merito di Ticchi che che sta facendo giocare la Virtus tale e quale a come faceva giocare la Reyer 2 anni fa, avendo a disposizione anche stavolta un Roster di gran livello.

  2. Paolo Miro

    Infatti Ragusa asfaltata allo stesso modo e in Finale Schio dovrà giocare al massimo se vuole vincere la Supercoppa perché Bologna è fortissima
    Incredibile invece la partita di Lucca che per poco non soffia alle Scledensi la Finale.

  3. Dado

    Paolo.. ho visto anch’io le semifinali.. l’unica cosa che mi viene da dire è: Chapeau per Ticchi. 1. Ha vinto con NOI come mai nessuno prima. 2. Ha saputo andarsene al ‘massimo del risultato’ scelta (economicamente) impegnativa e rischiosa, che la maggior parte dei Coaches non sanno fare (o non possono permettersi di fare). 3. E’ tornato prendendosi la formazione più forte del campionato.. e facendola subito girare. Nella capacità realizzativa di Bologna e nel 40ello inflitto riconosco il ‘Giampiero’ che avevamo noi..

    A prescindere da come gli andrà questa sera.. Complimenti davvero! Guardando a noi.. bene aver rinunciato alla Supercoppa, avremmo fatto solo figuracce. Al momento pare che abbiamo problemi sul fronte a. dell’integrità fisica, b. dell’amalgama di squadra/gioco, c. individuali con alcune giocatrici che pare non rendano quanto potrebbero.
    Aggiungo d. la mancanza di una DeHarica Hamby nelle rotazioni. (confermi?)

  4. Paolo Miro

    Sulla Hamby non posso confermare nulla. Per quanto ne so è lontana anni luce. Mettiamoci il cuore in pace.
    Se intendevi una “come Hamby” (ammesso esista) allora forse. Ma sottolineo “forse” (e tra qualche mese quando si vedrà più chiaro sull’effettivo potenziale del nostro Team soprattutto in confronto alle avversarie e competitors).
    Il punto 1) se non si assesta diviene preoccupante (ne abbiamo già con i maschi e proveniamo da una stagione nefasta); sul punto 2) sono ottimista ma anche allo stesso tempo curioso di capire fino a dove il gruppo è in grado di arrivare; il punto 3) è temo una diretta conseguenza del 2) e di come e quanto Mazzon troverà ascolto.
    Se la rivoluzione è stata opera o volere suo ora si può aprire uno scenario in discesa se i meccanismi gireranno come li ha previsti (però una Aston N’Dour – per citare uno dei nomi “ripuliti”) che offre prestazioni tipo quella di ieri sera non può non destare alcune perplessità sulla bontà di un intervento così drastico (a mio parere eccessivo).
    Sarei curioso, con tutta la stima che ho per Andrea, di vedere cosa verrebbe fuori con una guida tecnica di Ticchi con QUESTO Roster a disposizione.
    Dici che avrebbe soddisfatto i suoi desideri se offerto quando se ne andò?

  5. Paolo Miro

    Nota dolente (sul fronte spettatore a distanza): stasera la Finale di Supercoppa Femminile si sovrappone con la prima Semifinale di quella Maschile 🙁

  6. Dado

    Paolo.. ‘Dici che avrebbe soddisfatto i suoi desideri se offerto quando se ne andò?’ –> NO. Per essere competitivo in l’EL questo Roster manca di una Pivottona. Se gira bene può essere Molto Buono per l’EC. Ma mi rimangono riserve sull’esperienza e prestazioni del nostro gruppo di Lunghe (Cubaj-Kuier-Meldere-Madera), Sheppard a parte, in ambito europeo e ad un certo livello.. vedremo dai.

  7. Leonesso

    Questa di Ticchi a Bologna me l’ero persa, sinceramente. Avevo già dato Schio vincente su tutti i fronti ad occhi chiusi, ma devo ricredermi. Per le nostre ragazze credo si prospetti una stagione deludente, lontanissima dai fasti recenti.

    Un caro saluto a tutto il blog.

  8. Paolo Miro

    Bologna 20 punti in 2 quarti!!!!
    Schio + 27. Incredibile. Dopo la partita di ieri non riesco a capacitarmene

  9. Paolo Miro

    ….e sul -25 fuori anche la Dojkic per infortunio. Virtus ciaolillì.
    Se ne prendono meno di 30 son fortunate. È che non son abituate 😉

  10. Paolo Miro

    Perché Leonessa tutto sto pessimismo in anteprima?

  11. Paolo Miro

    Finita ad Alghero: Virtus -28 (tremendo). Appena fatti gli elogi a Ticchi e atlete ieri sera…
    Perlomeno possiamo dire che non siamo l’unica squadra che ogni tanto si becca le imbarcate.

  12. Dado

    Paolo.. a essere onesti.. io questa sera ho visto una squadra (Bologna), completamente in catalessi, scendere in campo col piglio da perdente e per giocare da sonnambula. Tutte (TUTTE) le giocatrici bolognesi con +/- negativo.. Zanda -24 (!), Dojkic -21 poi fuori, Parker -18 etc.. mentre dall’altra parte ho visto una squadra solida difensivamente, superiore fisicamente e convinta di vincere. Non sarà sempre così.. ma questa sera questo si è visto.

    Schio, all’oggi, ha un elemento di solidità inarrivabile per tutte le attuali formazioni di LBF, ovvero Ndour-fall finalmente utilizzata come 4 puro (e solo come 4 puro) abbinata ad una Pivottona vera e propria, ex-FENER, utilizzata per l’appunto in spot 5. E allora Ndour-fall diventa una super scorer con le 4 cose che sa fare: 1. Tiri dall’arco in uscita da P&Pop, 2. Tiri dopo i tagli e in uscita dai blocchi, 3. canestri su contropiedi-transizioni, correndo forte, 4. P&R per ricevere lob altissimi praticamente sotto-canestro, immarcabili per quasi chiunque. Astou ha ora il lusso che, a differenza di quand’era da noi, può risparmiarsi le umiliazioni delle giocate spalle a canestro.. e focalizzarsi sulle 4 cose che sa fare, perchè tanto le sederate sotto canestro le tira la pivottona di ben altro tonnellaggio che le hanno affiancato. NOI questa cosa non l’abbiamo capita lo scorso anno, o non abbiamo voluto capirla, e quindi stop.

    Che ruolo avremo noi in tutto questo? Staremo a vedere.. nel frattempo ho visto TICCHI ‘insaccare il colpo’ e pensare a come poter scalfire i suddetti sistemi offensivi-difensivi.. e comunque anche quelli di EL. Immagino che comunque, se dovesse verificarsi la necessità, ZANETTI ricorrerà nuovamente al portafoglio per accarrarsi, un nuovo duo ‘Hackett-Shenghelia’ pure per il femminile.

  13. Dado

    Aggiungo che Bologna all’Oggi.. non ha 2 giocatrici che riescono a giocare i P&R come Sottana e Mestdagh..

  14. Paolo Miro

    Zanetti potrà pur aprire tutti i portafogli che vuole (basta che no el versa el mio:-D ) ma stasera e so squadre se porta a casa 50 punti totali de scarto. Dopo no so se ogni 50 punti se vinsa qualcossa sul Catalogo Premi.

  15. Dado

    Beh dai.. di queste Supercoppe del regno di Sardegna, tra palazzetti semivuoti e disinteresse generale, qualche zolletta di zucchero per il caffè di Mr. Zanetti alla fine è comunque arrivata.

Scrivi un commento

Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Inserisci username e password oppure Registrati ora

  • Login