UmanaALI ALIPERIstituto PariniRIGHICOND

giovani_reyer_2014

Giovani, Sport e Valori

Il recupero e il rilancio in chiave moderna dei valori formativi e psicopedagogici proposti da Costantino Reyer e Pietro Gallo che nel 1872 fondarono la società sportiva, sono alla base dell’attuale Umana Reyer.

esicert-logo-esi-ok
Sono valori che la società orogranata vuole trasmettere con la massima correttezza e trasparenza come testimonia la Certificazione Etica dello Sport Esi 2010, a garanzia di tutti coloro che interagiscono con la società e che ha fatto dell’Umana Reyer la prima realtà sportiva professionistica d’Italia a poter vantare questo attestato.

 

Il coinvolgimento del territorio e delle nuove generazioni con le loro famiglie trova concretizzazione nel Progetto Reyer per il settore giovanile, al quale oggi aderiscono 30 società sportive e oltre 5000 giovani atleti che gravitano così nell’orbita orogranata.

giovani_reyer2_2014

NUMERI ATTIVITA’ DELL’UMANA REYER PER I GIOVANI:

Progetto Reyer

30 società aderenti e oltre 5000 giovani cestisti coinvolti

Settore Giovanile Umana Reyer

12 squadre maschili e femminili: Under 20 maschile, Under 20 femminile, Under 18 maschile, Under 18 femminile, Under 16 maschile, Under 16 femminile, Under 15 maschile, Under 14 maschile, Under 14 femminile, Under 13 maschile provinciale, Under 13 maschile elite, Under 13 femminile.

220 bambini del minibasket

GIOVANI, SPORT E VALORI:

Il recupero e il rilancio in chiave moderna dei valori formativi e psicopedagogici proposti da Costantino Reyer e Pietro Gallo, che nel 1872 fondarono la società sportiva, sono alla base dell’attuale Umana Reyer.

Sono valori che la società orogranata vuole trasmettere con la massima correttezza e trasparenza, come testimonia la Certificazione Etica dello Sport Esi 2010, a garanzia di tutti coloro che interagiscono con la società e che ha fatto dell’Umana Reyer la prima realtà sportiva professionistica d’Italia a poter vantare questo attestato.

Il coinvolgimento del territorio e delle nuove generazioni con le loro famiglie trova concretizzazione nel Progetto Reyer per il settore giovanile, al quale oggi aderiscono 30 società sportive e circa 5000 giovani atleti che gravitano così nell’orbita orogranata.

A fianco del Progetto Reyer si svolge tutta una serie di attività per i giovani, organizzate ogni anno dalla società, a partire dalla SAVE Reyer School Cup, torneo di basket 5 contro 5 tra 48 istituti superiori di un territorio che va dal centro storico veneziano fino a Padova, Treviso e Belluno. La SAVE Reyer School Cup coinvolge oltre 40.000 studenti, di cui 600 scendono in campo per le partite mentre altri sono impegnati in attività di comunicazione, tifo e promozione del proprio istituto, fino ad arrivare alle Final Four a cui partecipano oltre 3000 studenti di tutte le scuole. Nel corso della stagione vengono svolti diversi progetti ed attività, come il Progetto Scuola negli istituti primari e secondari, la Festa di Natale con 2000 atleti presenti al Taliercio, il torneo internazionale femminile Un Canestro per Iqbal, il torneo nazionale maschile Memorial Zanatta, il Reyer City Camp e la Crociera Reyer in Estate e la Pre Season per il settore giovanile.

A tutto questo si accompagna l’impegno per la diffusione di materiale informativo rivolto ai giovani e alle loro famiglie, come il Reyer Project News, con particolare interesse agli aspetti formativi e sanitari.

L’attenzione verso le nuove generazioni e i sani valori della competizione è testimoniata anche dal Progetto Reyer Baby che coinvolge 11 ospedali di Venezia, Padova e Treviso. Con questa iniziativa ogni neonato dei nosocomi partecipanti all’iniziativa riceve in omaggio una t-shirt dell’Umana Reyer, una lettera di benvenuto al mondo tradotta in 5 lingue e una tessera per assistere gratuitamente alle partite dell’Umana Reyer fino al 12esimo anno di età.

A fianco del Progetto Reyer si svolgono tutta una serie di attività per i giovani organizzate ogni anno dalla società:


Minibasket Reyer »


Ultime foto squadre giovanili Reyer

Festa di Natale del Progetto Reyer